Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘calcolo’

L’Istat ha reso noto il nuovo paniere per il calcolo dell’inflazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 febbraio 2021

“Benino le new entry dovute all’emergenza Covid, dalle mascherine FFP2 al gel igienizzante, ma grande delusione per il mancato ingresso della rilevazione del gas nel mercato libero da noi ufficialmente richiesta all’Istat nella riunione con il Mise del 17 novembre 2020. Si trattava di un inserimento urgente, sia per colmare la disparità con il mercato libero dell’energia elettrica, già monitorato dal 2019, sia soprattutto perché dal 1° gennaio 2022 sarà abolito il mercato tutelato e l’andamento dei prezzi di quest’anno sarebbe stato molto utile per indirizzare il consumatore ad una scelta più consapevole, un ingresso certo più utile di quello della mascherina chirurgica, il cui prezzo è fissato per legge” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Ottimo, invece, il rialzo dei pesi delle spese bancarie, fornitura acqua, rifiuti, luce, gas, affitti e prodotti farmaceutici, insomma le spese obbligate che mandano in tilt i bilanci delle famiglie” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Istat ha reso noto il nuovo paniere per il calcolo dell’inflazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 febbraio 2019

“Bene l’ingresso dei prezzi dell’energia elettrica del mercato libero, considerato che secondo la recente indagine dell’Antitrust, oltre che stando alle ultime rilevazioni di Arera, i prezzi sono in media maggiori di quelli del mercato di maggior tutela” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Come risulta dal provvedimento di condanna dell’Antitrust dei giorni scorsi, infatti, le aziende sanzionate, avevano un margine di profitto di 20-50 euro per i clienti in maggior tutela contro 50-80 euro per quelli sul mercato libero, con una differenza di margine pari a circa il 48 per cento. Ottimo, quindi, che si registrino i prezzi del mercato libero, così da registrare il fallimento di questo attuale modello” prosegue Dona.”Non possiamo poi che esprime grande soddisfazione per il fatto che l’Istat abbia accolto la nostra proposta, ufficialmente fatta in occasione della riunione con il Mise del 21 novembre, di posticipare il calendario di rilevazione in occasione dei saldi, per evitare distorsioni nella rilevazione degli sconti praticati. Un miglioramento importante di cui andiamo orgogliosi” conclude Dona.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova struttura di calcolo

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 settembre 2010

Con l’inizio del nuovo anno accademico, presso il Polo didattico di Scienze Unicam di Ascoli Piceno, entra in piena attività una nuova struttura di calcolo realizzata anche grazie alla collaborazione del Consorzio Universitario Piceno e composta da un laboratorio attrezzato e da un pool di server. Il laboratorio, destinato ad attività di didattica e di ricerca, mette a disposizione quaranta postazioni con video, tastiera e mouse che permettono l’accesso a quattro server ciascuno con otto processori.  L’aula e le risorse di calcolo sono attualmente utilizzate per attività di ricerca nel campo del calcolo intensivo, della domotica, dell’ingegneria del software e della Systems Biology nonché nell’ambito del corso di laurea in Informatica con indirizzo Informatica Industriale che si tiene interamente ad Ascoli Piceno.
“Il corso di laurea in Informatica, indirizzo Informatica Industriale, per il quale le iscrizioni chiuderanno il 5 novembre prossimo – prosegue il Prof. Culmone – si propone la formazione di una figura professionale di Informatico dotato di una preparazione tecnica e gestionale rispondente alle esigenze di un rapido inserimento nel mondo del lavoro nei settori dell’automazione industriale e dei sistemi software embedded”.
Per ulteriori informazioni sul corso si può contattare la Prof.ssa Emanuela Merelli, responsabile del corso, tel. 0737/402567, fax 0737/402561 – 0736/258292. (Aula)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Motori di calcolo tariffe telefonia mobile

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 agosto 2010

La spesa per la telefonia mobile rientra oramai a pieno titolo tra le voci inserite nel budget delle famiglie italiane. Diventa quindi indispensabile scegliere la tariffa più conveniente fra le tantissime proposte dagli operatori telefonici per ottenere un valido risparmio.Adiconsum – dichiara Pietro Giordano, Segretario Nazionale – alla luce della delibera dell’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni che specifica quali sono i criteri che i motori di calcolo devono rispettare per essere riconosciuti come tali, ha deciso di tenere sotto osservazione tutti i maggiori motori utilizzabili in Italia realizzando un Osservatorio che in collaborazione con tutti i consumatori che vorranno partecipare, indicherà quali motori offrono più garanzie di serietà al consumatore. L’Osservatorio si chiama MI CONVIENE ed è possibile accedervi attraverso la home page del sito di Adiconsum, http://www.adiconsum.it Nell’Osservatorio i consumatori potranno trovare i link dei principali motori di calcolo e  i criteri necessari per una corretta analisi. I motori analizzati sono quelli presenti in internet e diffusi fra i consumatori, compresi anche quelli che non hanno ottenuto il riconoscimento dell’Agcom, la maggioranza, visto che essendo la delibera molto recente, solo un motore (Supermoney) ha ottenuto il riconoscimento.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tesi Fini su cittadinanza e voto per immigrati

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2009

“Guai a sottovalutare, almeno nella loro impostazione culturale, le proposte del presidente Gianfranco Fini sulla questione della cittadinanza e dell’elettorato attivo e passivo per le persone immigrate. Al di là delle soluzioni tecnico-giuridiche, sono preminenti alcune considerazioni di ordine economico e politico. Quello dell’immigrazione è un processo non solo inevitabile ma necessario. E’ il mercato del lavoro che lo impone in un Paese a declino demografico come l’Italia, dove un numero crescente di occupazioni vengono rifiutate dalla forza lavoro locale, anche in periodi di crisi come l’attuale. Inoltre, un calcolo lungimirante ed utilitaristico, non offuscato dall’ideologia, consentirebbe di capire che il centro destra potrebbe trarre dei vantaggi elettorali dalla concessione del voto ai cittadini stranieri, gran parte dei quali – soprattutto se provenienti dai paesi dell’Est europeo – non sono affatto orientati a sinistra. Certo, l’immigrazione deve essere disciplinata con rigore ed equilibrio. Ma non è una politica saggia quella di contrastare un fenomeno che s’impone nella realtà (la vicenda <colf e badanti> ne è una prova) e di regalare, con un atteggiamento ostile all’immigrazione, alle formazioni della sinistra politica e sociale persone che, prima o poi (magari attraverso il matrimonio, dal momento che la <contaminazione> andrà avanti comunque), diventeranno cittadini italiani”. Lo affermano in una nota congiunta i deputati del PDL,  Giuliano Cazzola e Benedetto della Vedova.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Coffey International Award

Posted by fidest press agency su sabato, 18 luglio 2009

IBM ha ricevuto, in occasione degli annuali Awards for Excellence conferiti dall’organizzazione Business in the Community (BITC), il prestigioso Coffey International Award per le sue capacità innovative nell’affrontare le più grandi sfide sociali del nostro tempo.  IBM è stata insignita del premio per aver messo a disposizione della ricerca scientifica, a scopi umanitari, la potenza di calcolo equivalente ad un Top 10 Supercomputer attraverso il programma World Community Grid.  Il World Community Grid ottiene la sua potenza dalla capacità di 1,3 milioni di computer di 460.000 volontari provenienti da oltre 200 paesi. Chiunque può aderire al network e avere la possibilità di apportare un contributo significativo per raggiungere  i “Millennium Development Goals” semplicemente mettendo a disposizione la capacità di calcolo inutilizzata del proprio computer.  Il premio è stato consegnato a Larry Hirst, Chairman IBM Europe Middle East Africa, dal Principe di Galles, Presidente di BITC, in occasione di un garden party ospitato dal Principe nella sua residenza, Clarence House. Il World Community Grid è un esempio efficace della vision – Smarter Planet – recentemente annunciata da IBM per un pianeta più intelligente, nel quale i sistemi, dalle reti di servizi pubblici all’assistenza sanitaria, possono essere messi in condizioni di funzionare meglio, grazie alle reti interconnesse e a una maggiore intelligenza diffusa.  L’investimento di IBM nel World Community Grid ha fornito ai ricercatori oltre 252.000 anni di run-time gratuitamente, ed ha restituito oltre 290 milioni di risultati dal 2004. Il programma  consente di effettuare ricerche altrimenti impossibili, a causa del tempo necessario per eseguire i calcoli. Gli scienziati, in questo modo, possono concentrarsi sul lavoro clinico anziché sull’IT accelerando significativamente la ricerca, sviluppando nuovi approcci e passando più rapidamente alle fasi successive dei test previsti dai singoli progetti sostenuti dal Grid.  Più di 400 organizzazioni sono partner ufficiali del WCG. http://www.worldcommunitygrid.org/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Banca d’Italia, risparmio gestito e strategia della tartaruga

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 giugno 2009

L’azione della Banca d’Italia nell’epoca Draghi sarebbe anche condivisibile nei principi ispiratori, ma si muove con una lentezza esasperante concedendo agli intermediari vigilati ancora enormi spazi per continuare a danneggiare i propri clienti come hanno fatto per decenni sotto l’era Fazio. In Maggio, e’ uscito un documento di consultazione relativo alle istruzioni per il calcolo dei tassi effettivi globali medi . Le precedenti istruzioni in merito rappresentavano il simbolo piu’ osceno di un atteggiamento della Banca d’Italia sostanzialmente fiancheggiatore del sistema bancario. Come e’ noto la legge contro l’usura stabilisce  che un tasso e’ usuraio se supera del 50% il tasso effettivo globale medio rilevato attraverso le istruzioni della Banca d’Italia. Le precedenti istruzioni escludevano alcune voci significative (come le commissioni di massimo scoperto) dal calcolo del tasso effettivo globale e proponevano una formula matematicamente assurda (se applicata ai conti correnti) volta, in sostanza, a favorire le banche. Con le nuove istruzioni, la Banca d’Italia propone di inserire tutti gli oneri (comprese le CMS) e sebbene non modifichi la formula, fornisce una specifica che la rende “meno assurda” (3). Queste istruzioni rappresentano sicuramente un elemento positivo venuto con un estremo ritardo e dopo che per anni il Governatore della Banca d’Italia ha detto pubblicamente che i costi che le banche applicavano ai clienti erano esagerati e facendo anche esplicito riferimento alle commissioni di massimo scoperto.Molta delusione, invece, per quanto riguarda il documento di consultazione del 9 Giugno scorso relativo alle “modalita’ di esercizio dei poteri di direzione e coordinamento della capogruppo di un gruppo bancario nei confronti delle societa’ di gestione del risparmio appartenenti al gruppo”. Naturalmente, l’idea di dare maggiore autonomia alle SGR e’ apprezzabile, ma nello studio della Banca d’Italia del Luglio 2008 sui problemi relativi all’industria del risparmio gestito (4) si erano individuati provvedimenti piu’ incisivi per risolvere il problema, come la creazione di una piattaforma aperta di distribuzioni dei fondi comuni d’investimento che consentisse ai clienti di qualunque intermediario di sottoscrivere fondi di qualunque societa’ di gestione. Perche’ la Banca d’Italia ha scelto di partire dai provvedimenti piu’ formali e piu’ facilmente aggirabili come le regole di separazione fra societa’ controllata e controllante? Temiamo che ancora una volta ci sia di mezzo lo “zampino della Tartaruga”. La Banca d’Italia, prima di incidere significativamente in un settore fa di di tutto affinche’ siano i soggetti vigilati a cambiare, solo quando fanno orecchie da mercante per anni ed anni allora si decide a prendere provvedimenti incisivi. Questa, naturalmente, e’ una visione ottimistica dell’operato della Banca d’Italia; nel caso del calcolo dei tassi usurai, dopo tanto tempo, ha preso il provvedimento giusto, speriamo di non dover attendere anni prima che anche nel settore del risparmio gestito prenda i provvedimenti giusti. (fonte Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »