Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘cambio’

Cambio di Governo: ciò che appare e ciò che è

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 settembre 2019

I due passaggi parlamentari in cui si è sancita la caduta di Salvini, minoranza nel Parlamento e nel Paese, e si è formato il nuovo governo di salute pubblica, sono stati contraddistinti da una straordinaria passionalità e inusitata violenza. I giovani dicono che mai avevano visto una cosa simile al Senato e alla Camera, i vecchi invece l’avevano vista nei primi anni della Repubblica quando De Gasperi e Truman, elargitore del piano Marshall per rimettere in piedi l’Italia, espulsero i comunisti dal governo e cominciò il grande scontro che aveva per posta una scelta di campo (tra Est e Ovest) e di sistema (tra capitalismo e comunismo).
È proprio quando è in gioco una scelta di campo e di sistema che il Parlamento acquista (o riacquista, se l’ha perduta) la sua centralità, e che le passioni si accendono. Negli anni del dopoguerra volavano le tavolette degli scranni parlamentari (poi furono meglio imbullonate) e Pajetta giovane saltava i banchi per andare a scontrarsi con i democristiani; oggi le tavolette vengono sbattute con veemenza per impedire agli altri di parlare, si indossano magliette infamanti degli avversari, si innalzano tricolori altre volte destinati alle latrine e si agitano rosari blasfemi e altri simboli religiosi; e la scena si è ripetuta (“li ho visti in Pontida”, come cantava Giovanni Berchet) nel pratone invaso dalla Lega e soprattutto da un grande telone dove era scritto, con alto sprezzo del pericolo: “le donne con Salvini”.
Dunque tutti i segni convergono a dire che quella in atto in Italia, come in altri momenti di analoga criticità, è una scelta di campo e di sistema.
La scelta di campo implicata nella crisi di governo era pro o contro l’Europa; è stata scelta l’Europa, ma non si può considerare che tale scelta sia stata messa al sicuro; soprattutto occorre dire però che oggi il campo non è più solo l’Europa e l’Occidente, è il mondo, nella sua unità di destino e nel rischio della fine a cui lo espongono le minacce ambientali, politiche, economiche e militari che la politica non sa contenere; e questo è il nuovo vero campo che va scelto per dare una risposta alla crisi epocale in atto.
Quanto alla scelta di sistema è chiaro ormai che bisogna abbandonare gli eufemismi e le illusioni di pudiche parole, e dare il vero nome alle cose: non si tratta di sovranismi, di salvinismi, di populismi, si tratta di fascismo. Pane al pane, al di là delle diverse forme che esso storicamente può assumere, lo specifico identitario del fascismo è la negazione della democrazia come istituzioni di regole e di diritti e il realizzarsi del vero sogno dell’assolutismo, che è il solo uomo al comando, e i cittadini come parti del corpo di lui. Non importa che in Italia oggi il fascismo prenda le forme del Capitano che non lascia scampo ai naufraghi, che grida alla vittoria tradita, che si atteggia a difensore dei sacri confini e dà ai suoi la consegna irrevocabile di vincere, né importa che prenda le forme del fascismo popolano delle massaie rurali di un tempo, che ieri osannavano il duce e oggi invocano il presidenzialismo. Né deve ingannare che la via per l’uscita dalla democrazia sia cercata nei modi ancora formalmente democratici della legge maggioritaria. Quello che conta è la pretesa, brandita come una clava, che con un solo voto in più si governi, cioé si realizzi l’obiettivo di un solo uomo al comando. E questo traguardo sarebbe tanto più facile da raggiungere se il maggioritario si abbattesse su una società ricca di pluralismo politico e sociale, sicché tra molti contendenti sarebbe più agevole ottenere un voto in più di ciascuno degli altri. Dalla legge Acerbo in poi è il metodo classico della vittoria dei fascismi: una ristretta minoranza prende il potere – “i pieni poteri” – e non lo rende più negoziabile, lo toglie dal mercato, fino alla tragedia.
È altrettanto chiaro che gli unici due strumenti per salvare la democrazia e non avere il fascismo grazie a un pugno di voti o anche a uno solo, sono sul piano del diritto la Costituzione e sul piano della politica l’unità di tutte le forze e le anime che fasciste non sono. Per questo è grave che proprio ora, nel momento cruciale della lotta, venga rotta l’unità del Partito Democratico per inseguire, nel versante opposto, lo stesso obiettivo di un solo che comandi o almeno di un protagonista assoluto. È il vecchio demone delle scissioni. D’altronde è pur vero che chi ce l’ha messa tutta per distruggere un partito possa non sentirsi a suo agio a rimanere al suo interno.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cambio al vertice di Sandoz SpA

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 ottobre 2018

Origgio. Vivek Devaraj ricoprirà il ruolo di Country Head di Sandoz SpA, la consociata italiana di Sandoz, divisione del gruppo Novartis e leader globale nella nella produzione e commercializzazione di farmaci biosimilari ed equivalenti. Succede nel ruolo a Manlio Florenzano che ha guidato con successo la filiale italiana per oltre 13 anni e che, dal 1° novembre, sarà a capo dell’organizzazione Sandoz in Russia, una delle più importanti sedi di Sandoz per dimensioni organizzative e di mercato. Vivek Devaraj, manager di consolidata esperienza internazionale e da oltre 23 anni nel gruppo Novartis, dal 2016 ad oggi è stato alla guida della filiale Sandoz in Sud Africa e ancor prima del cluster Sandoz South Asia. Di nazionalità indiana, ha vissuto ed operato in Asia, Africa, Europa e Stati Uniti; è entrato a far parte del gruppo Novartis nel 1995 ed ha ricoperto ruoli di crescenti responsabiltà all’interno delle funzioni Sviluppo, Commerciale e Finance per le divisioni Novartis.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sereni Orizzonti: cambio al vertice

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 luglio 2018

Cambio al vertice di Sereni Orizzonti Holding, capofila del Gruppo dell’imprenditore friulano Massimo Blasoni, e che costruisce e gestisce residenze sanitarie per anziani in Italia. Sereni Orizzonti con i suoi 5.000 posti letto è uno dei leader del settore, una realtà in grande crescita con un consolidato di oltre 150 milioni di euro e uno sviluppo costantemente in doppia cifra nell’ultimo quinquennio.A prendere le redini della Holding è Simone Bressan, 36 anni, già impegnato con incarichi al Ministero del Lavoro, direttore di un Centro Studi economico nazionale e da tempo nell’organico dirigenziale del Gruppo. Bressan è, infatti, entrato in Sereni Orizzonti nel 2006 e negli ultimi due anni ha guidato LifeCare, l’immobiliare di sviluppo del gruppo. “Siamo impegnati – ha spiegato Bressan – con un rilevante piano di sviluppo che prevede la realizzazione di oltre 2.500 nuovi posti letto entro il 2020 con investimenti per 180 milioni di euro: un progetto ambizioso ma coerente con la domanda di posti letto e l’incremento dell’aspettativa di vita media” – ha dichiarato Bressan. Il gruppo è oggi già presente con 85 residenze in Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Sicilia e Sardegna.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Corte costituzionale conferma la non necessarietà delle modifiche chirurgiche ai fini del cambio di sesso

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 novembre 2015

palazzo consultaCon sentenza n. 221 depositata oggi, la Corte Costituzionale, in adesione all’orientamento espresso dalla Corte di cassazione con sentenza n. 15138/2015 a seguito del ricorso promosso da Avvocatura per i diritti LGBTI – Rete Lenford ha escluso il carattere necessario dell’intervento chirurgico ai fini della rettificazione anagrafica di sesso. La Corte, riaffermando il principio per cui resta “ineludibile un rigoroso accertamento giudiziale delle modalità attraverso le quali il cambiamento è avvenuto e del suo carattere definitivo”, ha precisato che, rispetto al cambiamento di sesso, “il trattamento chirurgico costituisce uno strumento eventuale, di ausilio al fine di garantire, attraverso una tendenziale corrispondenza dei tratti somatici con quelli del sesso di appartenenza, il conseguimento di un pieno benessere psichico e fisico della persona” e ha sottolineato che “la prevalenza della tutela della salute dell’individuo sulla corrispondenza fra sesso anatomico e sesso anagrafico porta a ritenere il trattamento chirurgico non quale prerequisito per accedere al procedimento di rettificazione”, ma “come possibile mezzo, funzionale al conseguimento di un pieno benessere psicofisico”.Importante, infine, il riferimento della Consulta all’art 31 del d.lgs. n. 150 del 2011, che assume “il ruolo di garanzia del diritto all’identità di genere, come espressione del diritto all’identità personale (art. 2 Cost. e art. 8 della CEDU) e, al tempo stesso, di strumento per la piena realizzazione del diritto, dotato anch’esso di copertura costituzionale, alla salute”.La presidente di Avvocatura per i diritti LGBTI, avv. Maria Grazia Sangalli, esprime la sua soddisfazione per l’esito di un giudizio tanto atteso: “si tratta di una pronuncia che chiarisce definitivamente le ambigue zone d’ombra della legge 164/82 in tema di rettificazione di attribuzione di sesso. La legge non impone la modifica chirurgica del sesso, secondo una interpretazione della stessa definitivamente orientata nei termini di una valorizzazione del diritto costituzionale alla salute. L’intervento è dunque solo un possibile mezzo, funzionale al conseguimento di un pieno benessere psicofisico della persona”. (foto: corte costituzionale)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cibo in cambio d’istruzione

Posted by fidest press agency su martedì, 28 ottobre 2014

cairoCAIRO – Il programma italo-egiziano Debt for Develompment Swap e il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) hanno oggi completato con successo la loro iniziativa “Cibo in cambio di istruzione” per ridurre la vulnerabilità alla fame e migliorare la nutrizione e l’educazione.
Il progetto quinquennale, avviato nel 2009 nei governatorati di Fayoum, Menia e Beni Suef prevedeva merende nutrienti quotidiane ai bambini nelle scuole. Queste hanno contribuito ad aumentare il livello di concentrazione degli studenti fornendo il 25% del loro fabbisogno nutrizionale giornaliero. Il progetto ha, inoltre, incoraggiato i genitori ad iscrivere i loro figli, in particolare le ragazze, a scuola, fornendo un incentivo sotto forma di razioni mensili di 10 kg di riso e di altre materie prime da poter portare a casa. Tale incentivo riguardava le famiglie dei bambini che frequentavano regolarmente la scuola.“L’Italia ha sostenuto gli sforzi per una alimentazione scolastica in Egitto negli ultimi 10 anni, con un contributo pari a circa 15 milioni di dollari attraverso il programma italo-egiziano Debt for Develompment Swap. Il programma di pasti scolastici fornisce sia benefici educativi che di tutela della salute per i bambini più vulnerabili in Egitto” ha dichiarato Maurizio Massari, Ambasciatore d’Italia in Egitto. “I tassi di iscrizione aumentano, diminuisce l’assenteismo e la sicurezza alimentare a livello familiare migliora attraverso l’alimentazione scolastica” ha aggiunto Massari.Gli insegnanti, i bambini e i genitori hanno anche partecipato a varie attività didattiche nutrizionali, un altro aspetto del progetto comune. Un risultato notevole dell’iniziativa di Cibo in cambio di Istruzione è lo sviluppo di un curriculum di educazione nazionale nutrizione prescolare e un programma di formazione per gli insegnanti adottato dal Ministero della Pubblica Istruzione.“Il WFP sostiene il governo egiziano nei suoi sforzi per migliorare l’accesso e la qualità dell’istruzione per migliorare la rete di protezione sociale per le popolazioni più vulnerabili. Le scuole comunitarie sono particolarmente importanti per attrarre i bambini, in particolare le ragazze, nel sistema di istruzione. Anche se il progetto si sta chiudendo, questi bambini continueranno a ricevere lo stesso sostegno da parte del governo e dal WFP attraverso fonti di finanziamento alternative” ha spiegato Lubna Alaman, Rappresentante del WFP e Direttore del WFP in Egitto.“Questo programma si inserisce all’interno del più ampio intervento promosso dalla Cooperazione Italiana allo Sviluppo nel settore alimentare e della nutrizione. E’ importante affrontare i problemi relativi al sostentamento attraverso una strategia integrata che colleghi le competenze e l’assistenza tecnica fornite dal Governo italiano e dalle organizzazioni internazionali di grande esperienza – come ad esempio il WFP – con le priorità, le strategie e le linee guida stabilite dal governo egiziano”, ha aggiunto Massari.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto nella Cappella Paolina e cambio della Guardia d’Onore al Quirinale

Posted by fidest press agency su sabato, 21 gennaio 2012

Italiano: Ludovico Einaudi durante il Concerto...

Image via Wikipedia

Roma 22 gennaio 2012 nel corso dell’apertura al pubblico del Palazzo del Quirinale, si svolgerà alle ore 11.50 nella Cappella Paolina un concerto di Giovanna Carone, voce e Mirko Signorile, pianoforte, dal titolo: Betàm Soul.L’anima del canto yiddish Il concerto sarà trasmesso in diretta da Rai Radio 3.Nel pomeriggio alle ore 16.00 si terrà il tradizionale cambio della Guardia d’Onore al Palazzo del Quirinale, al termine del quale la Fanfara dei Carabinieri eseguirà un concerto di cui si indica il programma:A. Vessella: Vecchia Marcia;J. P. Sousa: Semper Fidelis;J. Cantico: La Gallega;V. Borgia: Speroni e Sciabole;L. Cirenei: La Fedelissima

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assicurazioni: cambio classe di merito

Posted by fidest press agency su martedì, 3 gennaio 2012

A Gennaio si concentra il maggior numero di rinnovi delle polizze auto e, secondo i dati resi noti oggi da Facile.it, il principale broker online del settore, saranno 1,4 milioni gli italiani che, avendo causato un incidente nel corso dello scorso anno, saranno costretti a cambiare la loro classe di merito. Il dato, più basso rispetto a quello dello scorso anno, riflette anche la scelta di molti italiani di rinunciare, per questioni economiche, all’automobile.
Secondo i dati dell’analisi, il maggior numero di denunce alle assicurazioni è stato presentato in Toscana, Marche e Sicilia; Molise, Trentino Alto Adige e Basilicata le regioni in cui i guidatori sono stati più prudenti. Dando uno sguardo alle categorie professionali, in cima alla classifica di chi ha causato incidenti nel 2011 sono gli insegnanti (rispettivamente 4,77%); gli automobilisti più ligi alle regole, invece, sono risultati essere gli studenti (2,32%). (cambio classe)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cambio comando militare Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 5 aprile 2011

Ieri alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Valotto, si è svolta nella Caserma “Slataper” in Roma, la cerimonia per il cambio del vertice del Comando Militare della Capitale. Il Generale di Corpo d’Armata Mario Marioli, dopo circa sei mesi, ha lasciato il comando per assumere la carica Vicesegretario Generale Militare della Difesa come stabilito dal Consiglio dei Ministri nella seduta del 23 marzo. Il Comando di via Slataper, nell’ambito della regione Lazio,  è un ente preposto ai settori presidiario (autorità militare nei rapporti con le altre forze armate, con autorità civili ed ecclesiastiche), del reclutamento e forze di completamento, della promozione dei reclutamenti, della pubblica informazione, della vigilanza sui beni demaniali dell’Esercito e servitù militari.  Inoltre, è l’ente delegato generalmente all’organizzazione e coordinamento di grandi eventi sulla Capitale come la parata militare del 2 giugno, la giornata delle forze armate e, quest’anno, i contributi della difesa alle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. E’ subentrato ad interim il Generale di Divisione Giuseppe Pilosio, già Vice Comandante dello stesso Comando.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cambio ministri governo Berlusconi

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 marzo 2011

“Esprimo le mie più calorose congratulazioni a Francesco Saverio Romano per il prestigioso incarico di Governo che gli è stato affidato. Con il Ministro Galan, al quale auguriamo buon lavoro come Ministro dei Beni culturali, era stato portato avanti un importante lavoro di sviluppo e valorizzazione del settore agricolo.” È quanto dichiara Paolo Galligioni, Presidente Unci – Unione Nazionale Cooperative Italiane – nel rivolgere i migliori auguri di buon lavoro, suoi personali e a nome dei cooperatori Unci, al nuovo ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. “Sono certo – aggiunge – che anche il neo ministro Romano saprà offrire un ulteriore impulso al settore agricolo e agroalimentare italiano attivando e innescando misure e strategie conformi allo sviluppo e alla risoluzioni delle questioni più urgenti come la promozione e difesa del made in Italy, la maggiore competitività per la filiera e redditività delle Imprese di produzione agricola e agroindustriale, delle quali la cooperazione rappresenta espressione rilevante e vitale.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cambio assessore bilancio comune Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 gennaio 2011

“Voglio ringraziare Maurizio Leo, cui mi lega un rapporto di stima e amicizia, per l’ottimo lavoro svolto in Giunta. Da tempo mi aveva manifestato la sua indisponibilità a mantenere l’incarico di Assessore al bilancio e allo sviluppo economico di Roma Capitale. Già al momento della sua nomina, avevamo concordato la temporaneità del suo impegno legato alla gestione di una fase emergenziale dei conti pubblici capitolini e alla necessità di avviare un rilancio economico del Comune. Queste notizie sono state tenute riservate fino a quando non è stato individuato in Carmine Lamanda un successore in grado di continuare l’ottimo lavoro impostato da Maurizizo Leo. Ritengo che l’assessore Leo abbia gestito in maniera attenta e puntuale l’emergenza, ponendo anche le fondamenta della nuova fase di sviluppo, per questo lo ringrazio ancora una volta”. Lo ha dichiarato il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cambio del comandante militare della capitale

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 agosto 2010

il giorno 10 agosto 2010 alle ore 10.00 presso la caserma “Scipio Slataper”, il Generale Domenico Rossi cederà il comando del Comando Regione Militare Centro e Comando Militare della Capitale alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Generale Giuseppe Valotto, Al suo posto subentrerà ad interim il Generale di Divisione Giuseppe Pilosio. Il Gen. C.A. Domenico Rossi assumerà la carica di Sottocapo di Stato Maggiore dell’Esercito. Nel corso della sua carriera militare, iniziata presso l’Accademia Militare di Modena dove ha frequentato il 151° corso per allievi Ufficiali, il Generale Rossi ha ricoperto molteplici incarichi di comando presso le Unità operative dell’Esercito, alternati a incarichi di Stato Maggiore.  Il Generale Rossi ha mantenuto la carica di Presidente del Consiglio Centrale di Rappresentanza Militare dell’Esercito ed Interforze ed è insignito dell’onorificenza di Commendatore del’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.  Il Generale Domenico Rossi succede al Generale Carlo Gibellino, nominato Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cambio di proprietà per Giunti Labs

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 agosto 2010

Diventa eXact learning solutions S.p.A. Giunti Labs, società leader per la formazione a distanza e i contenuti digitali per l’apprendimento su web e dispositivi mobile di nuova generazione, ha annunciato che dal primo Agosto uscirà dal Gruppo Editoriale Giunti per tornare al management che la fondò negli anni ’90 prendendo il nome di eXact learning solutions S.p.A..
Il nuovo management, coadiuvato da investimenti privati nell’operazione di management buy-out, ha confermato l’Ing. Fabrizio Cardinali, precedente Amministratore Delegato di Giunti Labs e Presidente di ELIG – European Learning Industry Group, alla guida della società, che avrà il suo Headquarters a Sestri Levante (Genova) e succursali ad Atlanta (Georgia, USA) per il mercato americano e a Perth (West Australia) per il mercato asiatico, oltre a sedi a Firenze, Roma e Milano per il mercato italiano. eXact learning solutions venderà la piattaforma eXact LCMS™ per la creazione, l’archiviazione e l’erogazione online di contenuti digitali per la formazione, la diffusione del sapere e la gestione della conoscenza in ambito aziendale ed industriale e la soluzione Harvestroad Hive™ Digital Repository per la gestione degli asset digitali in ambito accademico, difesa e pubblica amministrazione. eXact learning solutions continuerà ad operare nell’ambito della ricerca comunitaria, della produzione di contenuti multilingua e offrire le proprie competenze consulenziali per il cambiamento dei processi editoriali riassunte in eXact Method™; tale metodo è stato utilizzato negli ultimi anni dai consulenti Giunti Labs in oltre 100 rilevanti progetti per la produzione di contenuti formativi in ambito Bancario, Finanziario, Farmaceutico, Manifatturiero, Grande Distribuzione, Telecom e Media oltre che per importanti strutture governative europee ed internazionali. Dal primo agosto sarà possibile raggiungere eXact learning solutions all’indirizzo: http://www.exact-learning.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Valorizzare i giovani talenti

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 Mag 2010

“Con questo progetto vogliamo creare una vetrina e una rete per far conoscere il più possibile le qualità dei tantissimi talenti italiani>>. Sono queste le parole con cui Carmelo Lentino, consigliere del Forum Nazionale dei Giovani con delega alla cultura, presenta il nuovo progetto “YouthTalent” promosso in tutto il territorio per valorizzare i tanti giovani che si vogliono affacciare nel panorama della cultura e dello spettacolo. L’iniziativa ha già ottenuto il patrocinio del Mi nistro della Gioventù, on. Giorgia Meloni. <<Non è il solito progetto per individuare giovani ai quali promettere tutto e poi – continua Lentino – non offrire nulla in cambio .Il nostro non è né un reality, né qualcosa di simile.Vogliamo mettere a disposizione il nostro network, per far emergere e “mostrare” i talenti italiani in tutti i settori: arte, cinema, danza, fotografia, grafica, musica, scrittura e teatro. Il tutto nasce in seno al Forum Nazionale dei Giovani, l’unica piattaforma italiana di rappresentanza giovanile, che garantisce, attraverso le quasi 80 organizzazioni che vi appartengono, una rappresentanza di oltre 4 milioni di giovani>>. <<Per avviare questo progetto – prosegue l’esponente del Forum Nazionale dei Giovani – abbiamo realizzato il sito http://www.youthtalent.it attraverso il quale i ragazzi avranno la possibilità di mettersi in contatto con noi ed iniziare questa nuova ed importante avv entura. Il nostro Paese ha bisogno di nuovi talenti, e il nostro impegno concreto sarà quello di essere un canale importante per far conoscere le tante specialità che contraddistinguono i giovani d’oggi, specialità spesso non viste o ascoltate>>. <<Il talento – conclude Lentino – è saper esprimere quello che gli altri non riescono ad esprimere. E noi questo cerchiamo>>.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seno più grande senza protesi?

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 Mag 2010

È la scoperta più eccitante della chirurgia estetica degli ultimi anni: tutte le donne che hanno sempre desiderato passare da una seconda ad una bella terza abbondante senza ricorrere al silicone ora possono farlo eliminando anche il grasso in eccesso, avendo così due benefici con un solo intervento. L’operazione prevede il prelievo del grasso in eccesso sui fianchi, sulla pancia o sui glutei per “spostarlo” sul seno, senza ricorrere a nessun materiale artificiale e dando al seno un certo turgore pur mantenendo un aspetto naturale. In questo modo si evitano tutte le complicazioni che possono derivare dall’uso di sostanze artificiali e nello stesso tempo avere un risultato duraturo senza dover sottoporsi a nuovi interventi per il cambio delle protesi.
“La lipostruttura o lipofilling della mammella è un intervento molto semplice che è possibile utilizzare sia per ricostruire  parte di una mammella danneggiata dopo interventi demolitivi per patologie tumorali, sia per dare volume al seno senza l’utilizzo di protesi. Il grasso viene prelevato attraverso una semplice aspirazione con siringa, effettuata in anestesia locale, trattato con una particolare forza di centrifugazione, eventualmente arricchito con fattori di crescita tissutali provenienti dalle piastrine e con una concentrazione di cellule staminali dello stesso paziente e poi reiniettato nel seno. E’ chiaro che necessitano più trattamenti per completare il processo di riempimento, ma alla fine dopo 6-8 mesi l’aumento di volume sarà “stabile” ed estremamente naturale.” “Non è un intervento – continua il Dottor Borriello – Che presenta “rischi” particolari ed anche i successivi controlli radiografici e mammografici sono possibili. I costi? Paragonabili a quelli di una mastoplastica additiva. L’unico problema, al momento, è che è possibile assicurare aumenti di taglia “moderati” e che nei pazienti magri, dove abbiamo scarsi accumuli  adiposi da prelevare è una tecnica poco utilizzabile. In quel caso ci avvaliamo di materiale allo plastico, vedi acido ialuronico macromolecolare, che ci assicura un buon riempimento, però “temporaneo” (circa un anno). “ Insomma- conclude il Dott. Borriello – nel futuro ci sarà sempre meno spazio per le “protesi” al silicone nella chirurgia del seno.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cambio alla guida dell’Ital Uil

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 Mag 2010

Il Consiglio di Amministrazione dell’Ital ha eletto il nuovo Presidente del Patronato nella persona di Gilberto De Santis, finora Presidente del Caf-Uil. Il nuovo presidente proviene da un’esperienza di dirigente sindacale Uil dove sin dagli anni ottanta è stato un elemento di spicco nell’organizzazione delle strutture e della cultura della prevenzione alla salute nei luoghi di lavoro, nella ristrutturazione della rete informatica della Uil, nella modernizzazione del sindacato scuola della Uil. E’ già stato negli anni novanta all’interno dell’Ital dove ha ricoperto il ruolo di Vice Presidente. L’esperienza acquisita, la cultura della confederalità dei servizi, gli ottimi risultati conseguiti e perché no, la sua passione per il calcetto, sono caratteristiche che lo faranno apprezzare nella guida del Patronato in anni che saranno di difficile sfida sociale. De Santis prende il posto di Giampiero Bonifazi che per un lungo periodo ha guidato l’Ital con onestà, graniticità e prestigio. Bonifazi è stato designato dalla Uil a ricoprire un importante incarico di rappresentanza dell’Organizzazione Sindacale.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fuori bilancio? Fuori legge!

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 marzo 2010

Nelle 2.200 pagine del rapporto stilato dall’avvocato di Chicago Anton Volukas sulla bancarotta della Lehman Brothers sono emersi aspetti e dimensioni delle frodi che hanno accompagnato la crisi sistemica globale della finanza tali da sconcertare perfino i più agguerriti critici delle banche-casinò.  Il trucco si chiamava “repo 105”. Per diminuire l’alta percentuale di titoli in portafoglio, in gran parte “tossici”, che avrebbe abbassato il rating, la Lehman “vendeva” parte dei titoli di debito pubblico in suo possesso a un compiacente compratore in cambio di liquidità che usava per abbassare il suo debito. In pratica ottenevano 100 in cambio di un valore in titoli di 105.  Queste manipolazione di bilancio venivano effettuate ogni tre mesi. L’ultima, prima del fallimento, fu di oltre 50 miliardi di dollari!   Purtroppo le autorità  statali, a cominciare da quelle americane e inglesi, hanno avallato queste operazioni sottraendole a leggi e controlli più restrittivi. Pur essendo delle vere e proprie truffe!   Anche il governo greco con l’aiuto della Goldman Sachs e altre banche, compreso alcune tedesche, ha fatto operazioni di cartolarizzazione di titoli sostenuti da introiti futuri assai incerti provenienti da vari servizi come la vendita, per esempio, di biglietti dei musei. Atene ha anche ristrutturato parte del suo debito pubblico con derivati finanziari tenuti fuori bilancio.   Con questo sistema di manipolazione dei dati si fanno sparire i debiti e si  costruiscono a tavolino bilanci in attivo, anche per poter distribuire alti bonus ai dirigenti e lauti dividendi agli azionisti.  Naturalmente quando scoppia il bubbone si chiede l’intervento dello stato per coprire le perdite. Così fanno molti enti locali italiani, quelli che hanno sottoscritto derivati finanziari ipotecando le risorse per decenni, come provano le indagini della magistratura sul caso del Comune di Milano. In Europa i comuni italiani, “ristrutturati” attraverso i famigerati derivati finanziari, vantano il primato assoluto con 35 miliardi di euro di derivati, pari a un terzo del debito locale totale.  Sarebbe quanto mai opportuno che l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza sviluppassero competenze per combattere questi nuovi sistemi di frode e di evasione fiscale. (Di Mario Lettieri Sottosegretario all’Economia nel governo Prodi  e Paolo Raimondi Economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cambio stagionale degli abiti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 marzo 2010

Secondo un’indagine condotta da Added Value per eBay.it, circa il 20% del guardaroba degli italiani è inutilizzato, nonostante includa vestiti ed accessori nuovi o in ottime condizioni  Circa 15 milioni di italiani si sono dichiarati propensi alla rivendita dei capi inutilizzati.  Ne risulterebbe un guadagno medio di circa 140 euro a testa. 8 milioni di connazionali userebbero come canale di rivendita i portali internet come eBay, dove infatti l’abbigliamento è tra le categorie più visitate. Su eBay.it si vende un capo d’abbigliamento ogni 12 secondi, soprattutto felpe e maglioni, stivali, T-shirt, giubbotti, scarpe per il tempo libero e jeans. Gli uomini, distratti e pratici, si dimenticano di avere alcuni vestiti, comprano durante i saldi o solo quando ne hanno bisogno; le donne, romantiche e irrazionali, non riescono a staccarsi da vestiti cui si sono affezionate anche se non li mettono più, e fanno acquisti compulsivi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ferrovie a due velocità

Posted by fidest press agency su sabato, 5 settembre 2009

Napoli-Milano in 4 ore e 10 minuti, Trapani-Gela 6 ore e 47 minuti Anche nel trasporto ferroviario si allarga la forbice tra aree forti ed aree deboli del Paese. Il Governo – continua Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum – deve dare risposte reali ad un Mezzogiorno costretto al ruolo di “lumaca” nel trasporto ferroviario e non solo. Un passeggero o un turista che oggi dovesse decidere di percorrere la tratta ferroviaria da Trapani a Gela, molto più breve della Napoli-Milano, impiega dalle 6 ore e 47 minuti, alle 7 ore e 44 con rispettivamente, due e tre cambi di treno. Se poi un turista, dovesse decidere malauguratamente di percorrere la stessa tratta, ma passando per Messina attratto dalle bellezze delle coste siciliane, i tempi di percorrenza possono andare dalle 9 ore e 55 minuti, alle 12 ore e 37 minuti, con un cambio treno, treno che in tutti i casi non è mai un Eurostar. Ma questo percorso da discesa agli “inferi” non riguarda solo una Regione come la Sicilia, ma anche tratte che teoricamente dovrebbero essere “più appetibili”  economicamente, come quelle che partono dalla Capitale per raggiungere Regioni del Sud.  Sulla tratta Roma-Messina, se va bene, si hanno tempi di percorrenza di 6 ore e 35 minuti, se va male, di 9 ore e 19 minuti. Il tutto accompagnato da una progressiva dismissione di intere stazioni, di riduzione dei vagoni e annullamento di interi treni. Il diritto alla mobilità, per Adiconsum, è un diritto primario delle persone e delle famiglie. Uno Stato civile non può non investire in infrastrutture e servizi, che garantiscano questo diritto a tutti. Anche le Regioni devono fare la loro parte, garantendo livelli di dignità  e di sicurezza per i pendolari, troppo spesso costretti  a subire i brandelli di un trasporto ferroviario lasciato, in alcune tratte, a se stesso.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi reparti al Sant’Eugenio di Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 luglio 2009

L’apertura a Roma dei nuovi reparti di Oncologia e Geriatria dell’ospedale Sant’Eugenio ha rianimato il dibattito sulla situazione d’emergenza della sanità regionale. Durante l’inaugurazione, Esterino Montino, vicepresidente della Regione Lazio, ha infatti parlato di una inversione di tendenza che andrebbe a risanare il buco creatosi con 500 milioni di euro, provenienti non da tagli ma dalla lotta agli sprechi. “La ristrutturazione della Sanità del Lazio è un argomento delicato è non sarà l’apertura di due nuovi reparti a dimostrare il cambio di rotta”, ha commentato il responsabile per il Lazio dell’Italia dei Diritti, Vittorio Marinelli. “Non sappiamo se veramente l’assessore crede a quello che dichiara perché è proprio di pochi giorni fa la pubblicazione dei dati delle varie amministrazioni sanitarie regionali e il Lazio è in lotta per la pole position del dissesto”, ha aggiunto l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro. Marinelli esorta poi a prendere Firenze o Bologna come città modello, invitando il vicepresidente della Regione a recarsi in quelle zone in treno per farsi spiegare come funziona la buona Sanità. “Montino avrà optato per la tratta più breve e veloce andando quindi a Napoli e nelle varie zone disastrate del sud Italia. Faccia però attenzione – conclude Marinelli – perché dopo la Campania c’è la Calabria e la Sicilia, pessimi modelli di amministrazione e, se proprio vuol proseguire, i paesi del Terzo Mondo verso cui Roma sembra si stia avvicinando sempre più.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nomadi e giunta Alemanno

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 luglio 2009

“Sulla questione nomadi la giunta Alemanno non fallirà” – lo dichiara Fabrizio Santori, presidente della Commissione Sicurezza del Comune di Roma. “Siamo certi che l’amministrazione capitolina rispetterà gli impegni assunti con gli elettori, eliminando tutti gli insediamenti abusivi, continuando a sollecitare l’incremento del numero delle espulsioni per i rom che hanno commesso reati o se muniti di fogli di via, prevedendo un numero chiuso di nomadi che verranno collocati all’interno dei 7 campi autorizzati e di eventuali nuovi stanziamenti lontani dai centri abitati. E’ evidente che la collocazione di cittadini nomadi, anche in via temporanea, all’interno della ex Fiera di Roma, zona semicentrale della città , risulta del tutto inidonea. Il Consiglio comunale, così come la Commissione Sicurezza, quali organi di controllo e di indirizzo politico-amministrativo, –  conclude Santori – rimangono in attesa delle disposizioni contenute nel Piano Nomadi che auspichiamo venga presentato in tempi brevi. Ogni ritardo nella risoluzione dell’emergenza nomadi a Roma costituisce un rischio per i cittadini che da mesi attendono un cambio di rotta”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »