Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 23

Posts Tagged ‘camere commercio’

5 milioni in più alle Camere di Commercio Italiane all’Estero per sostenere le imprese italiane nel mondo

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

Nissoli (FI): Approvato il mio emendamento al Decreto Rilancio che ha creato un asse tra maggioranza e opposizione: 5 milioni in più alle Camere di Commercio Italiane all’Estero per sostenere le imprese italiane nel mondo.“Sono molto orgogliosa di come l’emendamento al decreto rilancio, a mia prima firma, che dispone lo stanziamento di 5 milioni di euro in favore delle Camere di Commercio Italiane all’Estero (CCIE) affinché possano debitamente promuovere l’Internazionalizzazione delle nostre imprese italiane, sia riuscito ad unire maggioranza, opposizione e Governo nel riconoscere il valore delle CCIE e ncentivarne le attività per lo sviluppo del nostro export.Il mio emendamento firmato, oltre che da me e dal collega di partito Martino, anche da deputati di Italia Viva, Carè e Ungaro, del PD , La Marca e Schirò, e dei 5 Stelle con Sut, ha avuto il parere favorevole del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero degli Esteri e dei relatori, dimostrando che maggioranza e opposizione lavorano insieme per il bene delle Comunità italiane all’estero. L’importanza di questo emendamento è stato riconosciuto anche dal Sottosegretario Merlo che ha espresso grande soddisfazione per l’obiettivo raggiunto. Come dico spesso: l’unione fa la forza ! Se sappiamo lavorare in sinergia possiamo ottenere risultati positivi per il bene dell’Italia nel mondo!”Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald, deputata di Forza Italia eletta nella Circoscrizione estera – Ripartizione Nord e Centro America.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostegno alle camere di commercio italiane

Posted by fidest press agency su martedì, 2 giugno 2020

“Accolto un Odg bipartisan al cosiddetto Decreto Liquidità firmato, assieme a me, anche dai colleghi La Marca, Schirò e Ungaro in cui si impegna il Governo a “intervenire in sede attuativa, anche mediante risorse finanziarie aggiuntive, nell’ambito delle misure a supporto dell’internazionalizzazione delle imprese italiane (…), al fine di rafforzare il raccordo con le altre strutture di promozione del Made in Italy presenti sul territorio nazionale e con le Camere di Commercio Italiane all’Estero che svolgono un ruolo decisivo nel favorire il sostegno all’esportazione, all’internazionalizzazione e agli investimenti nei Paesi strategici per l’Italia.”
Un passo importante per il rafforzamento del Sistema Italia nel mondo all’insegna della necessaria sinergia parlamentare per meglio raccordare gli italiani all’estero con la Madrepatria contribuendo al suo sviluppo!”. Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald, deputata di Forza Italia eletta nella Circoscrizione Estera – Ripartizione Nord e Centro America.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Camera di Commercio di Pn-Ud per sostenere il credito alle imprese

Posted by fidest press agency su martedì, 24 marzo 2020

Una task force con i rappresentanti di tutta l’economia delle province di Pordenone e Udine per raccogliere le istanze di ogni comparto e mettersi a servizio del sistema produttivo, confidando che l’emergenza Coronavirus possa essere risolta prima possibile. La Camera di Commercio di Pn-Ud ha convocato questa mattina (venerdì 20) in videoconferenza un tavolo con una quarantina tra rappresentanti di tutte le associazioni di categoria, dei Confidi e una trentina del mondo bancario, in cui si è sottolineata la necessità primaria di credito immediato alle imprese. “La situazione è preoccupante ed è necessario agire subito”, ha affermato il presidente camerale Giovanni Da Pozzo, che oggi nel pomeriggio ha anche riunito, sempre a distanza, la giunta dell’ente, per discutere delle prime misure da mettere in campo come Cciaa.“Nella riunione con tutti i rappresentanti dell’economia abbiamo ribadito la necessità di aiutare subito le aziende: dobbiamo ricordare che tantissime sono proprio ferme per Decreto e perciò sono già in fortissima difficoltà. Abbiamo rimarcato – ha precisato Da Pozzo – la necessità che ciascuno faccia la sua parte. Dobbiamo lavorare insieme, facendo una forte azione con la Regione. Abbiamo sollecitato in particolare il sistema bancario, perché in questo momento la prima cosa è la necessità di finanziamento, di credito alle imprese, soprattutto le più piccole. Penso a realtà trasversali a tanti settori, tutte imprese che sono la vita dei nostri piccoli e grandi paesi. Hanno bisogno di sostegno subito e noi ci saremo, sia come categorie sia come Camera di Commercio”.E proprio per questo, oggi pomeriggio (venerdì 20) Da Pozzo ha riunito anche la giunta camerale, “per poter decidere assieme ai colleghi quali misure concrete mettere in campo come Cciaa”, ha detto. “Abbiamo pensato di rispondere subito alle esigenze di liquidità delle imprese: adesso verificheremo concretamente con quali modalità, ma stiamo pensando a fondi per abbattere i costi delle garanzie sui prestiti bancari che le aziende chiederanno. Un primo intervento, in cui metteremo insieme un importo di oltre 400 mila euro, ricavati dal bilancio camerale, che poi andremo senza dubbio a rimpinguare in fase di assestamento, perché è necessario che tutte le risorse possibili si concentrino su questa emergenza. Ma questo primo passo, intanto, lo faremo subito e lo avvieremo già nella prossima seduta di giunta, la prossima settimana, una volta fatte le verifiche sulla modalità migliore e più comoda per le impese”.Oltre a questo, la Camera interverrà nella più ampia azione che stanno mettendo a punto tutte le Camere di Commercio d’Italia, in particolare sempre sul credito e sull’internazionalizzazione, che andranno anche a intervenire una volta passata la fase emergenziale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bloccata la riforma delle camere di commercio

Posted by fidest press agency su domenica, 17 dicembre 2017

corte costituzionaleCon sentenza n.261 del 13 dicembre 2017 la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo l’articolo 3, comma 4, del Dlsg 219 del 2016, con il quale si imponeva la riorganizzazione del sistema camerale, con la soppressione delle camere di commercio interessate dal processo di riordino e razionalizzazione.
La Corte ha motivato l’illegittimità costituzionale, specificando che il processo di riordino deve essere adottato, dopo una vera e propria intesa con la Conferenza Stato – Regioni, una intesa “contraddistinta da una procedura che consenta lo svolgimento di genuine trattative e garantisca un reale coinvolgimento delle autonomie”.Secondo la Corte, le autonomie vanno coinvolte, perché le competenze svolte dalla camere di commercio non sono tutte esclusive dello Stato, ma diverse sono da considerarsi concorrenziali ed altre esclusive delle regioni.Una sentenza preannunciata dall’USB nel comunicato del 13 gennaio 2016, quando accoglievamo con favore l’impugnazione del decreto da parte della regione Toscana, che aveva raccolto il nostro invito a ricorrere alla Consulta.Una bella e sonora sconfitta per il Ministro Calenda ed Unioncamere, che saranno giustamente costretti a dialogare con le autonomie e a rivedere gli accorpamenti delle camere di commercio, contenuti nel decreto.Una bella e sonora sconfitta per CGIL CISL e UIL che avevano firmato e condiviso il processo di riordino, mettendo a rischio migliaia di posti di lavoro.Un successo per USB, unica organizzazione sindacale che non aveva firmato e condiviso la riforma del sistema camerale.Chiederemo immediatamente un incontro con Unioncamere per per pretendere le modifiche al decreto e per arrestare gli effetti disastrosi che sta producendo.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Camere di Commercio, nuovo domicilio dell’economia

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2010

La Camera di Commercio da “casa delle imprese” a nuovo “domicilio dell’economia”. E’ l’identikit dei nuovi enti camerali così come ridisegnati – a 16 anni dalla legge n. 580 del 1993 – lo scorso 10 febbraio dal decreto legislativo di riordino della loro disciplina giuridica approvato dal Consiglio dei Ministri. Se ne occupa il n. 1/2010 di Bari Economica, da oggi on line su http://www.ba.camcom.it/camcom/be_1_2010.pdf . Un salto in avanti per  tutto il sistema delle imprese e per il Paese verso un assetto più moderno e in grado di rispondere alle sfide del nostro tempo che suggella un significativo rafforzamento della capacità di azione delle Camere di Commercio soprattutto per la promozione e lo sviluppo delle economie locali. Bari Economica 1/2010 in uno Speciale Università, all’indomani dell’intitolazione ad Aldo Moro dell’Ateneo barese, approfondisce il ruolo che l’Università riveste da 85 anni per la crescita culturale e lo sviluppo economico della Terra di Bari. Ma anche per il rinnovato patto con il mondo delle imprese e con la Regione Puglia, che vede l’ateneo prodigo di  ricerche e spin off. Fra gli ultimi traguardi di ricerca messi a segno a Bari, di portata internazionale, c’è la rivelazione del “segreto dell’Acquaporina”, il meccanismo che scatena la neuromielite ottica, scoperta apripista esplosa nel mondo scientifico internazionale. Ai PRIN,  i Programmi di Ricerca di Rilevante Interesse Nazionale dell’Università degli Studi di Bari ammessi nel 2008 al co-finanziamento del ministero dell’Istruzione dell’Università  e della Ricerca, è dedicato il Fotoracconto “Menti Meravigliose” curato da Chicca Maralfa, caporedattore della rivista, con le foto di Cosmo Laera.  Bari Economica approfondisce anche le caratteristiche vincenti della leadership in questo inizio di Millennio, intervista Gianfranco Dioguardi, che ha da poco concluso la sua carriera al Politecnico di Bari con l’ultima lezione dal titolo “Dalla storia un nuovo ordine per il futuro” e nella rubrica Scelti da suggerisce buone letture, a cominciare dall’Atlante Ideologico” di Alberto Ronchey, bussola per orientarsi nella politica del Novecento. In copertina l’opera di Gerardo Belardinelli “Case e barche sul mare” (1949), che fa parte della collezione d’arte della Camera di Commercio di Bari.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le camere di commercio italiane nel mondo

Posted by fidest press agency su martedì, 27 ottobre 2009

“Il lavoro delle Camere di Commercio Italiane all’Estero ha dimostrato l’importanza strategica delle Camere come intermediarie di fiducia. Gli imprenditori italiani, che all’estero hanno fatto bene, possono e devono fare da tramite, da sostegno  per incentivare la collaborazione di lungo periodo con le aziende estere”. Così esordisce Leonardo Simonelli, Presidente della Camera di Commercio Italiana di Londra, in una lunga intervista a margine dei lavori della XVIII Convention mondiale delle Camere di Commercio Italiane all’Estero, in svolgimento a Salerno fino al prossimo 28 ottobre a Salerno.  Leonardo Simonelli, da oltre 15 anni ai vertici della CCIE di Londra, e da altrettanti membro dei diversi Consigli Assocamerestero, da ieri è Vice Presidente di Assocamerestero. “C’è  la consapevolezza che fare affari è difficile ovunque ma questa difficoltà – continua il Presidente Simonelli – all’estero è ancora più evidente. Questo perché bisogna conoscere bene il territorio nel quale si lavora. Non vale più la pena di fare ‘toccate e fuga’. E’ necessario per le imprese  cercare delle alleanze che permettano una comprensione delle regole del territorio in cui si opera”.  ll ruolo delle Camere di Commercio risulta essenziale in questo senso, come afferma lo stesso Simonelli, aggiungendo che “le Camere sono ben inserite nei territori dove si trovano; addirittura ne fanno parte. Loro stesse cercano delle alleanze con il sistema camerale del paese dove si trovano. Cito Londra perché  è la realtà che conosco meglio. Le Camere di Commercio sono intermediarie  di fiducia, In Italia forse adesso abbiamo perso un pò il senso e l’importanza di questo lavoro. Non ci crediamo fino in fondo. Dobbiamo ritornare a crederci”.  Investire in Italia non è facile e lo evidenzia il Presidente della Camera di Commercio Italiana a Londra ricordando che “spesso i passaggi burocratici sono incomprensibili. Specialmente per le aziende che sono abituate a operare in Paesi dove l’investimento risulta al contrario incoraggiato. In Italia la presenza di diversi enti che si sovrappongono rendono tutto più complicato e incomprensibile per gli imprenditori”. L’importanza delle piccole e medie imprese per l’economia del nostro Paese è un fatto, e favorire il processo di internazionalizzazione di queste imprese  è uno degli obiettivi principali delle CCIE. “Quello che può essere considerato un handicap delle piccole imprese – cioè il non essere sufficientemente strutturate –  è al tempo stesso un punto di forza perché le rende più flessibili. Ma è di vitale importanza per le piccole realtà l’alleanza. Se in Italia l’importanza dell’alleanza, cioè l’importanza di fare sistema, è stata recepita fino a un certo punto, molto si deve fare perché ciò avvenga anche all’estero; la piccola azienda deve trovare un partner che la sostenga  soprattutto all’estero”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »