Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘campagna elettorale’

“Matteo Salvini getta la maschera, e per la campagna elettorale va contro Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 21 aprile 2019

Si torna al bossiano “Roma ladrona, il Nord non perdona”?Per Salvini Roma va trattata come qualsiasi altro Comune. La Capitale d’Italia è ora declassata a qualsiasi altro ente in Italia. Sempre le solite: la Lega prima nega fondi e poteri speciali, di cui Roma ha bisogno per gestire sia i flussi del turismo, senza paragoni con nessun’altra città italiana, che per le particolari funzioni in quanto Capitale d’Italia. Se il “Salva Roma” non sarà emanato, pagheranno lo scotto i cittadini, a causa di gravissimi disservizi alla Città. I leghisti romani cosa dicono? Evidentemente, sono utili idioti al servizio di un progetto politico antiromano.”
A sua volta Giorgia Meloni dichiara: “Sbaglia la Lega a confondere l’incapacità del sindaco di Roma Raggi con i bisogni concreti della Capitale. L’incompetenza del sindaco Cinquestelle non può essere usata come ennesimo alibi per non affrontare i problemi strutturali della Città Eterna. Chi ama Roma sa bene che la Capitale d’Italia non può essere trattata come un piccolo Comune ma che merita lo stesso status riconosciuto alle altri Capitali. È arrivato il momento di affrontare una volta per tutte la riforma di Roma Capitale, dei poteri e delle risorse che le spettano. Questo tema sarà il vero banco di prova per tutti coloro che aspirano a governare in Campidoglio”.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La campagna elettorale s’infiamma

Posted by fidest press agency su domenica, 25 febbraio 2018

logo fidest ookIn questi ultimi giorni sembra un crescendo inarrestabile la voglia di taluni di menar le mani per fare tanto male a quelli che ritengono i loro avversari politici, e di mezzo, inevitabilmente, ci finiscono le forze dell’ordine. Ma se da una parte dobbiamo prendere atto dell’esasperazione della gente per una politica governativa dissennata e partigiana dall’altra va detto che chi scende in piazza con le bombe di carta e quanto altro non è chi ne avrebbe una motivazione anche se non giustificabile, ma solo dei provocatori, dei teppisti, dei fanatici. In una democrazia la protesta può avere un solo sbocco: nel voto. Incominciamo a prendere realisticamente consapevolezza che i nostri mali dobbiamo incominciare a controllarli personalmente e a verificare che ne demandiamo il compito a persone di nostra fiducia. Ma come si fa, d’altra parte, ad averne la certezza dopo che è stata fatta una legge elettorale con il chiaro intento di far uscire vincitori solo i secondi e i terzi? Tutto questo non è una provocazione? Uno strappare con violenza il volere del popolo a chi dimostra di essere il primo partito mentre gli altri vincono solo perché hanno confidato sul supporto delle coalizioni? Ma che genere di accoppiata? Pensiamo ai programmi elettorali di Forza Italia e Lega. C’è qualcosa che li unisce se non la voglia di spartirsi le poltrone ministeriali? E ancora cosa ci azzecca Il Pd con la Lorenzin e la Bonino?
L’Italia dopo anni di promesse e di cocenti delusioni ha bisogno di certezze e soprattutto di una svolta reale e non surrettizia. Occorre chiudere un capitolo con una classe dirigente che ha fatto il suo tempo e aprirne un altro nuovo di zecca. Solo con uomini e donne nuovi, e in primo luogo non compromessi con il passato, possiamo sperare ad una riforma della giustizia, ad una seria lotta alla corruzione, alla ferma difesa del lavoro e dei lavoratori, a una scuola di valori e un vivere senza portarci dietro un pesante bagaglio di miserie umane con un’equa ridistribuzione delle risorse. E questo vuol dire fare delle scelte radicali in politica ed evitare di disperdere il voto ascoltando il canto delle sirene. (By Centro studi politici e sociali della Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Per la chiusura della campagna elettorale Meloni insiste: facciamo una manifestazione unitaria

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 febbraio 2018

“Ho proposto e continuo a proporre una manifestazione unitaria del centrodestra per chiudere insieme il 1 marzo la campagna elettorale: farla sarebbe un atto di chiarezza e di forza per la coalizione, utile a ribadire che siamo pronti a governare insieme e che non ci sono le possibilità di fare inciuci dopo il voto. Su questo tema Fratelli d’Italia ha molto insistito chiedendo già domenica scorsa a tutti i candidati un impegno solenne di fronte agli italiani. Alla nostra manifestazione avevamo invitato anche gli alleati e hanno scelto di non partecipare. Ora propongo un’altra iniziativa ma pare che nessuno dei due, Berlusconi e Salvini, allo stato attuale voglia la manifestazione unitaria: Berlusconi non ha ancora risposto e Salvini ha risposto invitandoci alla chiusura della Lega nord ma se volessi andare alle manifestazioni della Lega mi iscriverei alla Lega.Io sono presidente di Fratelli d’Italia che è un altro partito e qui non si tratta di andare di andare alle manifestazioni degli altri ma di organizzarne una insieme”. Così il presidente di Fratelli d’Italia e candidato premier, Giorgia Meloni, intervistata questa mattina da Pierluigi, Diaco, Fulvio Giuliani e Giusi Legrenzi nel corso di Non Stop News, in onda su Rtl 102.5 e in radiovisione sul canale 36 del Dt e sul 750 di Sky.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La politica e i suoi paradossi

Posted by fidest press agency su martedì, 6 febbraio 2018

logo fidest ookI temi ricorrenti in questi giorni di campagna elettorale vertono quasi tutti nelle promesse di natura economica da una parte e alla dissacrazione delle stesse definendole irrealizzabili. Il problema, a nostro avviso, non sta tanto nell’aprire o chiudere il borsellino per erogare qualche miliardo di euro da una parte invece che dall’altra, quanto nella necessità di rivedere totalmente le reali priorità che il paese attende da fin troppo tempo. E sono necessità legate a quel diritto sempre bistrattato che ci lega al vivere. Che senso ha, infatti, proclamare il diritto alla vita per poi lasciarla languire tra mille difficoltà? E il tutto parte dalla famiglia che accoglie i nuovi venuti e dalla società che li prende in carica. Che certezze diamo ad essi in tema d’istruzione, di assistenza sanitaria, di sicurezza, di lavoro e per una vecchiaia serena? Poche, purtroppo, sino ad ora. Ed è, invece, il percorso che le istituzione devono garantire in via prioritaria e chi si appresta a governarci deve darcene contezza sin da ora. E su questa misura il popolo degli elettori deve giudicare prima del voto. E’ qui che la politica si trasforma in democrazia e cura l’interesse dei suoi cittadini. E’ quella, per intenderci, che noi chiamiamo la “filiera della vita” dove i giovani devono credere in qualcosa di sicuro dal momento in cui si guardano intorno e dialogano con i loro coetanei e che questa sicurezza ci può accompagnare in tanti modi ma in primo luogo nell’affermare l’intangibilità dei valori per credere ed essere creduti per quello che sono e non per quello che hanno. E i valori hanno bisogno di autorevoli esempi a partire da ciò che noi costruiamo con la crescita di una classe dirigente aperta al bene comune e non chiusa nei loro egoismi e interessi partigiani. Pensiamo quindi che il voto che andiamo ad esprimere possa essere il frutto di questi ragionamenti e la guida, se non altro, possiamo averla pensando alla pochezza delle cose fatte e dell’aria fritta che gli stessi propongono per il nostro futuro. (Riccardo Alfonso direttore centro studi politici e sociali della Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tragedia ferroviaria: Campagna elettorale anche sui morti?

Posted by fidest press agency su sabato, 27 gennaio 2018

ferrovieNon si può far campagna elettorale sulle tragedie. Dopo il disastro della linea ferroviaria Cremona-Milano, causato da un cedimento della rotaia, abbiamo letto alcune dichiarazioni di Matteo Salvini (Lega) e Pier Luigi Bersani (Liberi e Uguali).
“Senza vincoli europei avremmo la libertà di investire in sicurezza”, dichiara Salvini, mentre per Bersani la responsabilità è del “processo di liberalizzazione del mercato ferroviario”.
La liberalizzazione del mercato ferroviario non c’entra niente perchè i binari sono della Rete ferroviaria italiana (RFI), che è un’ azienda pubblica e motrici e carrozze sono di Trenord, che al 72% è pubblica (Regione Lombardia e Ferrovie dello Stato).Di che parla, allora, Bersani? I vincoli finanziari europei non ci azzeccano, non impediscono di investire in sicurezza, tant’è che era prevista la manutenzione (sostituzione del giunto) di quella tratta ferroviaria che, inoltre, è sottoposta a verifiche mensili da RFI. Le indagini verificheranno se la responsabilità del disastro è dovuta al binario o/e al carrello del vagone.Allora, cosa c’entra l’Europa, chiamata in causa da Salvini? Si fa campagna elettorale sui morti? (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Argomenti da campagna elettorale: Italiani ingenui ma non fessi

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

alloccoConvocate le elezioni, gli argomenti da campagna elettorale sono piu’ evidenti che mai. Vediamo alcuni:
Abolizione del canone Rai.
Abolizione della tassa di possesso degli autoveicoli.
Gratuita’ dell’iscrizione all’universita’.
Stipendio minimo: 10 euro l’ora.
Reddito di cittadinanza di 780 euro per tutti.
Flat tax per tutti al 15%.
Riduzione debito pubblico del 40% in una legislatura.
Abbassamento eta’ pensionabile (abolizione legge Fornero).
Referendum per uscire dall’euro.
… e siamo solo all’inizio.
Visto il tenore di partenza, ce ne aspettiamo anche di piu’ eclatanti. E tutte hanno la caratteristica di voler essere coinvolgenti e popolari. Che nel lessico e pratica comune della politica, scivola molto facilmente in “populiste”, termine per definire qualcosa che dovrebbe essere dato in pasto al popolo per fargli credere cose che poi non verranno mai realizzate. Abbiamo gia’ detto la nostra sul canone Rai, auspicando che non sia la solita promessa elettorale, ma un reale terreno di confronto e scontro nella sostanza… ma le prime avvisaglie ci fanno ricredere (valga per tutti che alcuni esponenti della Leganord da sempre contrari al canone, vista che l’abolizione e’ proposta dal loro avversario, ecco che si ritrovano ad essere paladini del canone). Sugli altri argomenti non ci pronunciamo in questo contesto e momento, ma ascoltiamo e leggiamo. Gli esempi che abbiamo fatto sicuramente presentano problematicita’ di applicazione, ma “mai dire mai”. Siamo creduloni? Probabile. Ma non siamo fessi! Nel contempo siamo tra coloro che poi rendono conto e, comunque, valutando sul fatto che in democrazia le proposte di governo e di riforma non possono che essere maggiormente evidenziate in campagna elettorale. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc) (foto: allocco)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Elezioni 2014: campagna europea per la scegliere chi guiderà l’UE per i prossimi cinque anni

Posted by fidest press agency su domenica, 7 luglio 2013

Nella risoluzione approvata giovedì si chiede che i candidati per l’incarico di Presidente della Commissione UE presentino i loro programmi politici in tutti i paesi dell’UE e tengano una serie di dibattiti pubblici. Per i deputati, i partiti politici europei devono essere indicati sulle schede elettorali insieme a quelli nazionali, e il nome dei loro candidati comunicato prima delle elezioni, in tempo per condurre un’estensiva campagna elettorale su tematiche europee.Le raccomandazioni agli Stati membri dell’UE e ai partiti politici per migliorare l’organizzazione delle prossime elezioni europee sono riportate in una risoluzione di Andrew Duff (ALDE, UK), approvata con 507 voti favorevoli, 120 voti contrari e 18 astensioni.Dibattiti pubblici tra i candidati alla presidenza della Commissione. La risoluzione sottolinea che i partiti politici europei dovrebbero nominare i rispettivi candidati alla presidenza della Commissione “con sufficiente anticipo rispetto alle elezioni” per consentire loro di organizzare una campagna elettorale su scala europea che si concentri su questioni europee, basate sul programma del partito e su quello del candidato alla presidenza della Commissione.Per i deputati, i candidati devono presentare personalmente i loro programmi politici in tutti gli Stati membri dell’UE. Incoraggiano, inoltre, i partiti politici europei a organizzare una serie di dibattiti pubblici tra i candidati designati e chiedono ai paesi dell’UE di autorizzare trasmissioni radiotelevisive di carattere politico da parte dei partiti europei.I deputati si aspettano che “il candidato alla presidenza della Commissione presentato dal partito politico europeo conseguito che avrà conseguito il maggior numero di seggi al Parlamento sarà il primo ad essere preso in considerazione al fine di verificare la sua capacità di ottenere l’appoggio della maggioranza assoluta del Parlamento”.Il Parlamento esorta gli Stati membri e i partiti politici a provvedere a che i nomi e, se del caso, i simboli dei partiti politici europei appaiano sulla scheda elettorale. Attualmente, nessuno Stato membro l’ha mai fatto.I partiti politici nazionali dovrebbero informare i cittadini, prima e durante la campagna elettorale, in merito alla loro affiliazione a un partito politico europeo e al loro sostegno al candidato di quest’ultimo alla presidenza della Commissione.I partiti politici devono assicurarsi che i nomi dei candidati scelti per presentarsi alle elezioni del Parlamento europeo siano resi pubblici almeno sei settimane prima dell’inizio delle operazioni di voto. Le parti devono inoltre schierare candidati di sesso femminile e, per quanto possibile, incoraggiare l’elaborazione di liste che garantiscano una rappresentanza paritaria.Per ulteriori dettagli sulle modalità per le prossime elezioni europee (date elettorali, numero di deputati eletti da ciascun paese dell’UE, ecc).

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rivoluzionario solo abolizione finanziamento partiti

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 luglio 2011

Dichiarazione di Mario Staderini, Segretario di Radicali Italiani Sui costi della politica, che in realtà sono costi della partitocrazia, l’unico intervento rivoluzionario e radicale sarebbe stato l’abolizione del finanziamento pubblico dei partiti. Limitarsi a tagliarne il 10% non serve a nulla. In primo luogo perchè una truffa, anche se ridotta del 10%, sempre una truffa rimane. I rimborsi elettorali, infatti, di rimborso hanno ben poco, visto che i partiti ricevono 5 volte quanto effettivamente spendono in campagna elettorale. E poi dal 1993, quando gli italiani con il referendum dissero no al finanziamento dei partiti, ad oggi la cifra versata ai partiti è salita del 1.200%. Quanto all’8 per mille, il Ministro Tremonti anzichè tagliare drasticamente il miliardo di euro che la CEI ogni anno incassa truffaldinamente, ha pensato bene di destinare i risparmi sulla politica alla quota statale dell’8 per mille, ovvero quella che al 50% viene illegittimamente utilizzata per i beni culturali ecclesiastici.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Campagna elettorale senza interruzioni

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 giugno 2011

4 SI non sono altro che la logica prosecuzione delle ultimissime amministrative. Certo che con la Carfagna a Napoli, la Minetti a Milano, e poi scatenando le varie Brambilla, Santranchè, Gelmini, Prestigiacomo, Biancofiore, Ruby (a Cagliari per neutralizzare il più giovane sindaco d’Italia) + varie ed eventuali, dislocate nelle città strategiche, avrebbe vinto le elezioni, trasformando l’Italia, già popolo di santi, poeti e navigatori, in un unico grande… e qui mi fermo per non scadere in un linguaggio scurrile. Avrebbe potuto vincere tutto, possibilmente anche il superenalotto, che gli farebbe proprio comodo in vista della sentenza d’appello sul Lodo Mondadori. Ma la campagna elettorale non deve subire soste; bisogna far entrare nel cervello (anche di quelli che secondo il cavaliere ne sono sprovvisti!) degli elettori l’importanza di negare la maggioranza politica nel 2013, perchè verrebbe usata solo ed esclusivamente, per scalare il Colle e chiudersi nel bunker della impunibilità. Oggi dispone di una maggioranza numerica, con una raccolta indifferenziata allettati da cariche politiche e altro.
Questa ricerca disperata della impunibilità certifica la consapevolezza di colpa; sa bene di essere colpevole, e lo sanno anche i suoi avvocati. Per questo il cavaliere cerca l’impunità, mentre i suoi avvocati esercitano la difesa, non attraverso il Codice Penale, bensì attraverso la Procedura Penale, per una disperata difesa DAL processo, vista l’inutile e impossibile difesa NEL processo.
Far capire ciò agli elettori deve diventare la priorità assoluta della tecnica di comunicazione di massa; neanche i più fedeli esecutori di ordini dovrebbero cedere alla scandalosa pretesa di permettere a Berlusconi di ricoprire la più alta carica dello Stato, che verrebbe infangata e ridotta ad un circolo chiuso per afficionados del bunga-bunga. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

De Micheli (Pd), su Santanchè

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 maggio 2011

“L’onorevole Santanchè è una specialista nell’utilizzo di parole a scopo menzognero: fino a ieri, in modo del tutto inappropriato, parlava di garantismo e oggi si definisce ‘pasionaria’. Il significato di questa parola esprime un concetto sano, positivo, che distingue donne e uomini generosamente appassionati al Paese e al bene comune. Al contrario, l’impegno della Santanchè nella costruzione della campagna elettorale milanese disertata, peraltro, dagli altri dirigenti del PDL (i ministri lombardi dove erano?), non è indicativo di un comportamento da pasionaria, ma è sufficiente a denotare una personalità incline all’estremismo e scomposta. La sua vicinanza al premier lo ha reso ancor più inviso ai moderati veri, già delusi da tempo da un’azione di governo evidentemente pessima”. Così Paola De Micheli, deputato e responsabile PMI del Partito Democratico, dal sito di TrecentoSessanta, l’Associazione di Enrico Letta.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pozzuoli: apertura campagna elettorale

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 aprile 2011

Martedì 19 alle ore 18,30 all’Hotel Santa Marta di Arco Felice si terrà l’apertura della campagna elettorale della Federazione della Sinistra. campagna elettorale della Federazione della Sinistra di Pozzuoli. Interverrà Paolo Ferrero, il candidato sindaco di Pozzuoli, Emanuele Zanni e i candidati al consiglio comunale. La lista della Federazione della Sinistra a Pozzuoli è così composta: Antonio Damiano (giuslavorista – Rete per il Nuovo Municipio), Amalfi Raffaele (operaio – movimento lotta per il lavoro), Brillante Bruno (coord. reg. Nuovo Partito d’Azione), Canfora Pierluigi (impiegato), Celentano Mariagrazia (operatrice socio assistenziale Napoli Sociale),D’Angiò Francesco (precario call center), Di Meo Francesco (precario b.r.o.s.), Fasano Stefano (Comitato Acqua Pubblica), Gaita Nino (geometra), Grieco Nunzio (barman), Guida Francesco (studente – allenatore pallacanestro),Iannuzzelli Anna (antropologa – titolare negozio oggettistica), Intermoia Lorenzo (ex rappresentante alunni V. Pareto – Grafico), Mantovani Renato (indipendente – ambientalista – dottore forestale), Marchese Sergio (laureato in storia – Giovani Comunisti), Marfella Nazareno (restauratore e musicista), Migliaresi Vincenza (Operatrice sanitaria), Milazzo Roberto (operatore beni culturali), Palmese Domenico (operaio), Palmieri Davide (insegnante), Papaccio Carmela (comitato via Napoli), Reale Alessandro (ristoratore), Sepe Rosario (allenatore pallacanestro), Sorrentino Luca (ass. Italia-Cuba – Insegnante) (emanuele zanni)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chiusura campagna elettorale

Posted by fidest press agency su sabato, 9 aprile 2011

Ancona, Martedì 12 aprile p.v., alle ore 11.30, presso la sede di Confindustria Marche in Via Filonzi è indetta una conferenza stampa di chiusura della Campagna Elettorale di Jacopo Morelli, per la Presidenza Nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria. Prenderanno parte anche i Giovani Imprenditori delle Marche candidati a incarichi di vertice in ambito nazionale, tra cui Simone Mariani, presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Marche e Lucia Dignani, presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Macerata.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Rai ha cancellato la campagna elettorale

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 marzo 2010

Dichiarazione di Mario Staderini, Segretario nazionale di Radicali Italiani Il Regolamento della Commissione parlamentare di vigilanza obbliga la RAI a trasmettere nelle ultime 4 settimane prima del voto, in condizioni di parità di spazi a tutti i partiti, Conferenze stampa dei leader, messaggi autogestiti, tribune elettorali. Spazi che devono essere mandati in onda in fasce di ottimo ascolto, anche all’interno o in sostituzione delle trasmissioni di prima serata. La RAI, invece, dopo aver inopinatamente sospeso i talk show, ha organizzato un palinsesto che di fatto cancella la campagna elettorale ed impedisce ai cittadini di conoscere le proposte delle diverse forze politiche. Tribune politiche alle 14 del pomeriggio, messaggi autogestiti in orari improbabili, mai uno trasmissione su RAI Uno, la rete di maggior ascolto. Ciascuna forza politica, alla fine, potrà raggiungere complessivamente sulle reti televisive RAI solamente 1 milione e 800 mila telespettatori tra Tribune e Conferenze stampa, oltre a circa 1 milione di ascolti attraverso i messaggi autogestiti di 3 minuti. Nel frattempo, i telegiornali ridotti a mero strumento di propaganda permetteranno ai soliti noti di raggiungere decine di milioni di spettatori ogni giorno. In queste condizioni di mancanza di conoscenza, definire “libero” il voto degli italiani e “democratiche” le prossime elezioni regionali farebbe sorridere persino la coppia Putin-Gheddafi.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agenda sindaco di Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 30 gennaio 2010

Domenica 31 gennaio,  ore 10,30 –  Palazzo dei Congressi, viale della Pittura 50 Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, interviene alla manifestazione di apertura della campagna elettorale dell’on. Pietro Di Paolo, candidato del PdL al Consiglio regionale del Lazio. All’evento parteciperanno la candidata del PdL alla presidenza della Regione Lazio, Renata Polverini, e il coordinatore del Pdl Lazio, on. Vincenzo Piso
Ore 19.00 – Sala della Protomoteca, Campidoglio Il sindaco di Roma, Gianni ALEMANNO, assisterà alla presentazione in anteprima della collezione primavera-estate 2010 della stilista Raffaella CURIEl, dal titolo “Omaggio a Roma”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Partiti e partitini

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 gennaio 2010

Lo sbarramento del 4% previsto dalla legge elettorale per avere una rappresentanza in parlamento non sembra scoraggiare i partiti minori e quelli che nel frattempo continuano a formarsi. Già avemmo modo di precisare il prezzo pagato dalle forze che si richiamano alla sinistra integralista che pur avendo raccolto nelle ultime elezioni europee il 7% dei consensi non ha attenuto seggi poiché i voti sono stati dispersi dai diversi partiti che li hanno rappresentati. Ma se andiamo ad analizzare le ragioni che spingono coloro che si rendono promotori di un movimento politico ex-novo o sulle ceneri di uno vecchio sia se sciolto o fuso con altri soggetti, ci rendiamo conto che la loro pretesa non è tanto quella di fare campagna elettorale ma di alleandosi, come si faceva un tempo, con le formazioni collaterali (Acli, sindacati, associazioni di volontariato, azione cattolica, ecc.). In altre parole il segretario di queste “micro formazioni” diventa un “grande elettore” per i partiti maggiori perchè non porta solo se stesso o il proprio clan ma un gruppo più esteso di sostenitori che si uniscono per motivi di convenienza reciproca o per rappresentare una condizione sociale (partito pensionati, disoccupati, ecc.). Questo accade per lo più per le politiche nazionali ed europee o anche regionali mentre diventa più facile scendere in campo con i propri simboli e candidati per i rinnovi della amministrazioni provinciali, comunali e di quartiere. In questo modo fanno sentire più tangibilmente il loro peso elettorale e favoriscono la successiva aggregazione per l’eventuale voto al secondo turno per l’elezione del candidato sindaco che non ha raggiunto, nella prima tornata, il quorum per essere eletto. Ma l’ambizione si sa non ha limiti e capita che questi stessi partitini decidono si cimentarsi nel voto politico e, inevitabilmente, fanno flop. Il danno non è solo per la loro immagine ma per la dispersione dei voti che alla fine tornano a vantaggio del partito maggiore e che in taluni casi intendevano avversare. Un consiglio che potremmo dare a queste esigue, ma combattive e genuine espressioni della società civile, è di essere realisti anche perché  è meglio concentrarsi in un’area dove è sentita la loro presenza piuttosto che disperdersi in un terreno più ampio anche se si parte dalla presunzione di poter rappresentare una componente della società percentualmente elevata. Prendiamo il caso del partito dei pensionati che si rivolge a 15 milioni di potenziali elettori e ne riceve solo il 2% dei consensi sul piano nazionale ma il 10% dove ha eletto un suo consigliere locale. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Campagna elettorale e untori della sicurezza

Posted by fidest press agency su martedì, 3 novembre 2009

“In concomitanza dell’apertura della campagna elettorale – afferma Carmine Abagnale – si ricomincia con il balletto della sicurezza e, stando alle dichiarazioni sentite in questi giorni, molti si illudono di avere una ricetta pronta per risolvere questo problema. Persone che fino ad oggi si sono interessate di tutt’altro, improvvisamente sembra che, come  maghi, abbiano trovato la ricetta miracolosa. Queste forme di illusioni per i cittadini, vengono alla luce ogni volta che si avvicinano le campagne elettorali: infatti tra pochi mesi si aprirà “la battaglia” delle elezioni regionali e così, puntuale, incomincia il tam –tam sulla sicurezza. Assistiamo alla parata delle proposte più assurde. C’è chi propone di utilizzare i vicini per vigilare la propria casa, chi propone di instaurare un colloquio con le prostitute per eliminare il fenomeno oppure chi si preoccupa del flop delle ronde.” “Vediamo, osserva Abbagnale, invece da vicino altri temi. La questione ronde: si è fatto intorno a questo tema un gran baccano, ignorando quello che dice realmente la legge. Prima ci si è allarmati senza ragione, poi si è gridato al “flop” del progetto ronde. Non c’è stato nessun “flop”, ma solo una fisiologica scrematura in base alla legge. La spiegazione insomma è molto semplice: il decreto sulle ronde prevede delle caratteristiche precise e molto stringenti (che eliminano anche il rischio “fai da te”), per cui è successo che molte associazioni non avendo nè i titoli né tantomeno le caratteristiche per affrontare questa sfida, invece di adeguarsi, hanno preferito continuare a fare attività sociali. Attività in cui, fra parentesi, le istituzioni investono molte più risorse rispetto al settore sicurezza, dove si rischia di più e per giunta bisogna fare volontariato puro.”  “Infine – conclude Abagnale – si fa un gran parlare di “sicurezza partecipata”, tema in cui sono molto ferrato, data la mia esperienza di poliziotto. Bisogna essere realisti: oggi come oggi è quasi impossibile coinvolgere i cittadini perché nel momento in cui il cittadino riferisce direttamente alle forze dell’ordine un fatto criminoso, il nostro sistema giudiziario prevede l’identificazione del cittadino, la testimonianza al processo e tutte le conseguenze “sgradevoli” che ne possono derivare. Ecco su cosa si basa l’idea delle “ronde”: è un sistema che serve a fare da filtro tra i cittadini e gli atti criminosi, di degrado e di ricezione di suggerimenti.. Per conoscere i risultati positivi di questo tipo di attività basta chiedere al settore sicurezza del comune di Milano: ci si renderà conto di quante confidenze sono state fatte dai cittadini alle cosiddette “ronde” e quanti interventi sono stati fatti. Inoltre, queste persone stanno raccogliendo numerosi dati di ogni strada del milanese i quali, inseriti in un apposito database, stanno contribuendo a costruire la mappa del rischio di Milano. Una mappa che il sindaco, di volta in volta, utilizza e riferisce al comitato di Ordine e sicurezza pubblica per gli interventi da effettuare dalle forze dell’Ordine.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cappato: la Rai protegge l’accoppiata Franceschini-Berlusconi

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 giugno 2009

Dichiarazione di Marco Cappato, Capolista nazionale della Lista Bonino-Pannella L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, con la delibera 106/09/CSP, ha ordinato alla Rai di portare a compimento il riequilibrio dell’informazione nei confronti della lista Bonino-Pannella, sia nei telegiornali che nei programmi di approfondimento informativo. Mentre relativamente ai telegiornali la RAI non ci ha fornito alcuna garanzia delle interviste ai radicali necessarie da qui sino al termine della campagna elettorale, la Concessionaria non ha nessuna volontà di ottemperare all’orine dell’Agcom relativo ai programmi di approfondimento. Dopo aver infatti garantito di nuovo al sodalizio Franceschini-Berlusconi l’ennesima puntata di Porta  a Porta interamente dedicata, trasformando un programma di informazione in una tribuna politica nella forma dell’intervita senza contraddittorio, non si prevede alcunché per rispettare i provvedimenti Agcom. Attendiamo di conoscere quali spazi ad hoc verranno predisposti, e come l’Autorità vorrà intervenire per far rispettare i suoi ordini.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni europee: lo spot TV del Parlamento

Posted by fidest press agency su martedì, 12 maggio 2009

“Tu puoi decidere quali saranno le prossime” notizie che si ascolteranno al telegiornale. E’ questo il messaggio dello spot del Parlamento europeo che sottolinea come, votando alle elezioni europee del 6-7 giugno, il potere sia nelle mani dei cittadini. Lo spot sarà diffuso gratuitamente su più di 100 canali televisivi e anche in circa 1.000 cinema in tutta Europa. “Usa il tuo voto!”.  Diffuso in 34 lingue, lo spot TV fa parte di un insieme di prodotti della campagna di comunicazione che comprende anche annunci radiofonici, cartelloni pubblicitari, “eurostudi” itineranti che possono registrare e presentare i pareri degli elettori, pagine internet e contributi sui social network come Facebook, My Space, Flicker, ecc.  Lo spot è stato concepito dalla Direzione generale della Comunicazione del Parlamento per poter essere adattato al pubblico dei 27 Stati membri dell’UE. E’ integralmente sottotitolato e accessibile a sordi e audiolesi.  In alcune versioni declinate in funzione degli Stati membri figurano personalità come, per lo spot tedesco, il calciatore Oliver Kahn, la cantante Inka Bause e la presentatrice Johanna Klum. In quello greco appaiono l’attore Renos Haralambidis e la conduttrice Rika Vagianni. Lo spot mostra delle persone che, in uno studio di un finto telegiornale, annunciano le notizie che vorrebbero ascoltare. Sebbene queste notizie non siano vere, i cittadini possono modellare le informazioni di domani esercitando il loro diritto di voto. E’ questo il messaggio principale dello spot.  Circa 750 cittadini di 27 nazionalità sono stati selezionati per questa vasta produzione nella quale figurano 70 presentatori non professionisti di telegiornali registrati nello studio TV United Vision a Berlino lo scorso mese di febbraio.  Il Parlamento ha cercato di creare un prodotto professionale per il quale ha ottenuto spazi gratuiti in tutti i paesi dell’UE grazie alla disponibilità dei media audiovisivi. Lo spot sarà diffuso su più di 100 canali televisivi.  Anche grazie alla cooperazione della Commissione europea, lo spot sarà diffuso gratuitamente in circa 1.000 cinema in tutta Europa durante le ultime quattro settimane della campagna.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza stampa del partito comunista dei lavoratori

Posted by fidest press agency su martedì, 5 maggio 2009

Roma 11 maggio presso il Centro Congressi di via Cavour 50\Am, alle ore 12 il Partito Comunista dei Lavoratori terrà una conferenza stampa per presentare le proprie liste, il proprio programma, l’impostazione della propria campagna elettorale, in occasione delle prossime elezioni europee ed amministrative. La conferenza vedrà la presenza di Marco Ferrando, portavoce nazionale del partito. Il PCL, nato poco più di un anno fa, è stato presente alle ultime elezioni politiche con un proprio profilo indipendente, apertamente alternativo al centrosinistra e al centrodestra. La presenza del nostro partito alle prossime elezioni europee, e in larga misura alle stesse elezioni amministrative- sullo sfondo della grande crisi sociale- costituirà un’occasione importante di rilancio e valorizzazione di una proposta apertamente anticapitalistica.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pd: Apertura campagna elettorale per le europee

Posted by fidest press agency su sabato, 2 maggio 2009

Giovedì 7 maggio 2009 alle ore 19,00 presso l’hotel Isola di LAURIA per l’apertura ufficiale della Campagna Elettorale del PD per le Europee (Collegio Italia Meridionale). Introduce Bruno Mandarino, Segretario Cittadino di Lauria; Intervengono: – Piero Lacorazza, candidato alla Presidenza della Provincia di Potenza; – Gianni Pittella, candidato al Parlamento Europeo; – Paolo De Castro, Capolista candidato al Parlamento Europeo.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »