Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘campane’

Le lame di Frosolone e le campane di Agnone

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 settembre 2018

Un numero speciale dedicato all’artigianato in cui sono presenti due servizi incentrati su aziende molisane. Il mensile patinato “Infoimpresa”, organo dell’Unsic (sindacato di imprenditori con oltre duemila Caf in tutta Italia, Molise compreso), nel numero di settembre dedica un ampio servizio alla famiglia Petrunti di Frosolone, coltellinai da cinque generazioni, ricostruendone nel dettaglio l’affascinante storia. In un box a parte c’è un focus più generale sul paese molisano, in cui si ricordano le altre famiglie che da secoli operano nel settore della produzione di lame, ma anche il locale museo di recente istituzione e l’appuntamento di agosto con la fiera dei ferri taglienti. Insomma, un giusto tributo ad un’attività che affonda le radici nel medioevo, con la produzione di armi, e che ha permesso a Frosolone di resistere più di altri al dissanguamento migratorio, continuando a contare più di tremila residenti nella più piccola regione del Mezzogiorno.Il secondo servizio è dedicato alla pontificia fonderia dei Marinelli di Agnone, località celebre in tutto il mondo per la produzione di campane. Anche qui il giornale ricostruisce nel dettaglio e con precisione la storia millenaria della più antica azienda a gestione familiare d’Europa, nata nell’anno mille. Viene indicato anche il locale museo della campana, che attrae tanti curiosi e appassionati.
Autore di entrambi i servizi è Giampiero Castellotti, che a dicembre scorso è stato insignito dell’onorificenza di “Ambasciatore del Molise” proprio per il suo impegno nella valorizzazione della cultura sannita. Il numero di Infoimpresa si può leggere gratuitamente qui: https://urly.it/3kxx.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cresce l’attesa per “Il Banchetto del Re ovvero della polvere di Cipro”, la cena glamour che rievoca gli sfarzosi banchetti della Serenissima in onore di Re Enrico III di Valois

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 gennaio 2016

L’Acarnevale di venezia san marco1rsenale torna protcarnevale di venezia san marco.jpgagonista della kermesse con otto notti (30-31 gennaio e poi dal 4 al 9 febbraio) di spettacoli, giochi d’acqua e divertimenti che accoglieranno il popolo del Carnevale. Le magnifiche architetture dell’Arzanà saranno vestite da un allestimento scenografico realizzato in collaborazione con il Gran Teatro La Fenice e ogni sera, a partire dalle 19.00, saranno accolte tutte le più belle maschere del Carnevale, per una spettacolare programmazione introdotta dalle animazioni lungo la “Riva delle Campane” con Food & drink proposto dalle “cicheterie”, lungo la Fondamenta della Darsena Grande. Sulla riva delle Campane la Marangona, unica campana salvatasi dal crollo del campanile del 1902, diventa protagonista in uno spettacolo pirotecnico, di musica e di danza nel bacino dell’Arsenale su antiche barche veneziane. Il tempo sarà segnato dai suoni della Serenissima, di quando la Marangona o Carpentiera, detta anche campanon maggiore, con i suoi rintocchi in nota, che rimbombavano in tutta la città, annunciava l’inizio e la fine dell’orario di lavoro dei marangoni – i carpentieri dell’Arsenale – e le sedute del Maggior Consiglio. Solo per il periodo di questo Carnevale, la Marangona, tornerà a battere il ritmo dell’Arsenale, non per il lavoro, ma per il divertimento. L’intrattenimento continuerà con artisti di strada e una marching band e dalle 23.15, con “Arsenale Carnival Experience” alla Tesa 94 dove si susseguiranno le serate con dj-set, music ed entertainment by MOLOCINQUE. Un imponente palco ed effetti luminosi accoglieranno i più giovani e tutti quelli che vogliono far festa nelle 8 serate in cui l’Arsenale sarà aperto al popolo del Carnevale. Primo appuntamento domani dalle 23 con il Grand Opening di Carnevale con i dj THE CUBEGUYS, Marco Molina e Marco Vistosi, reduci dalle tournee mondiali.
Inoltre, ogni sera alle 21.00, presso la Tesa 92, ci sarà “Il Banchetto del Re ovvero della polvere di carnevale di venezia crazy horseCipro”. Una cena glamour in cui ci si immergerà nelle lussuose atmosfere della Serenissima, rievocando la festa in onore di Re Enrico III di Valois, al tempo in cui l’arte raffinata della cucina si univa allo sfarzo della tavola, dove le delizie del palato venivano servite in una scenografia ricca di statue, decorazioni e fuochi. Gli ospiti verranno avvolti nella rievocazione dei fasti della Repubblica di Venezia, quando l’Arsenale era la più grande e operosa fabbrica del mondo, straordinario cantiere il cui fascino fu reso insuperabile carnevale di venezia adonisattraverso statue, decorazioni e fuochi, per sbalordire il re di Francia. Da ospiti i commensali si trasformeranno in attori confondendosi tra acrobati, arsenalotti e cortigiane diventando protagonisti di un viaggio al di là del tempo. Una onirica indimenticabile cena spettacolo in cui gli ospiti resteranno ammaliati tra luci, suoni, performance con artisti del Crazy Hourse ad imperversare negli spazi della Tesa 92 dove l’atmosfera storica dell’Arsenale sarà contaminata dall’illusione ottica. Ad introdurre gli ospiti ai tavoli e ad allietarli nell’aperitivo di benvenuto sarà presente Sean Lomax The Whistler, nelle vesti di Enrico III di Francia, artista che fischia arie di opere liriche e varie canzoni e musiche, uno dei protagonisti della serata. Riceverà gli ospiti al loro arrivo alle Tese e intrattenendoli e li accompagnerà poi alla cena presentando le portate del banchetto.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Taglio di 4mila posti nelle scuole campane

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 aprile 2010

“Il calo dei posti per docenti comporta accorpamenti degli insegnanti, riduzione dell’orario di cattedra, aumento del carico di insegnamento e scarsa qualità del lavoro fornito. Questi disagi si sono già verificati nella scuola primaria e media inferiore a partire dall’anno scorso e ora cominciano ad evidenziarsi anche nella scuola secondaria”. Commenta così la responsabile per la Scuola e l’Istruzione dell’Italia dei Diritti, Annalisa Martino, riferendosi ai quattromila tagli realizzati nelle scuole campane, che fanno registrare un elevato aumento dei docenti senza sede. “Il problema vero è che si assegnano meno ore a ciascuna materia, facendo lavorare lo stesso docente in più classi – prosegue l’esponente del movimento di cui è leader Antonello De Pierro -, a questo si aggiunge che prima si avevano ore a disposizione per eventuali supplenze, mentre oggi la Gelmini ha dato l’assoluto divieto dell’uso di queste durante l’orario di cattedra. Tutto ciò costringeil preside a dividere le classi, situazione che danneggia la formazione degli alunni, in quanto tali ore libere sono vuote ed inutili. Un’altra possibile soluzione per il preside è quella di chiamare supplenti, ai quali però non si garantisce di essere pagati, questi quindi in seguito rivendicheranno i soldi delle lezioni tenute. In Campania, come altrove – conclude la Martino –  ci sono classi numerose, che limitano un lavoro di buona qualità ed inoltre spesso e volentieri le strutture non sono nemmeno adeguate ad un simile quantitativo di ragazzi. La Gelmini insomma ha fatto una manovra subdola per chi lavora nella scuola.”

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »