Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘campi flegrei’

Un nuovo modello 3D del sottosuolo di un’area dei Campi Flegrei

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 settembre 2021

Indagini geofisiche di tipo elettrico hanno permesso la realizzazione di una nuova immagine 3D della parte più superficiale del sistema idrotermale di Pisciarelli.Utilizzando tecniche tomografiche ad alta risoluzione, un team di ricercatori dell’Osservatorio Vesuviano dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (OV-INGV) ha ricostruito la struttura del sottosuolo nella zona di massima emissione di gas del vulcano dei Campi Flegrei.I risultati dello studio “The Pisciarelli main fumarole mechanisms reconstructed by electrical resistivity and induced polarization imaging”, realizzato nell’ambito del Progetto INGV ‘Pianeta Dinamico – Working Earth’ e della Convenzione B2 INGV-DPC 2019-2021, sono stati appena pubblicati nella rivista ‘Scientific Reports’.Il campo fumarolico di Pisciarelli e la vicina Solfatara rappresentano, attualmente, il settore vulcanico più attivo della caldera dei Campi Flegrei sia per il flusso delle emissioni gassose che per l’attività sismica più recente.Nell’ultimo decennio l’area di Pisciarelli ha mostrato notevoli cambiamenti morfologici testimoniati dall’apertura di nuove bocche fumaroliche, da variazioni nelle caratteristiche geochimiche dei fluidi e da alcuni episodi di emissione di fango. Di conseguenza, l’accesso all’area è stato già da tempo vietato al pubblico per motivi di sicurezza.“Abbiamo effettuato indagini tomografiche ad alta risoluzione”, spiega Antonio Troiano, ricercatore dell’Osservatorio Vesuviano dell’INGV e primo autore della ricerca. “Dal modello 3D ottenuto da queste nuove indagini geoelettriche, abbiamo potuto ricostruire la struttura del sottosuolo nella zona di massima emissione di gas, contenente la fumarola principale (cd. “soffione”) e la pozza di fango che, nel tempo, si è modificata e ampliata”.“In questa ricerca”, precisa Roberto Isaia, ricercatore dell’Osservatorio Vesuviano dell’INGV, “abbiamo evidenziato che la via principale di risalita dei fluidi avviene da un serbatoio più profondo attraverso un condotto, nella cui parte sommitale è presente una formazione di materiale argilloso. La geometria delle strutture rilevate fornisce informazioni fondamentali per chiarire i processi che regolano la circolazione dei fluidi e l’emissione di gas o vapori nell’area presa in esame”.“Grazie all’alta sensibilità della resistività e della caricabilità elettrica nel rilevare la presenza di fluidi all’interno delle strutture sepolte”, continua Antonio Troiano, “è stato possibile realizzare il primo modello concettuale in grado di spiegare i meccanismi che governano l’attività emissiva del complesso di Pisciarelli”.L’immagine 3D di Pisciarelli e il modello proposto rappresentano un significativo contributo scientifico per comprendere l’evoluzione dei fenomeni vulcanici in atto nell’area, per valutarne i rischi associati e per migliorare le strategie di monitoraggio di questo campo fumarolico.Un contributo che potrà essere utile in futuro per affinare gli strumenti di previsione e prevenzione di protezione civile ma che al momento non ha alcuna implicazione diretta su misure che riguardano la sicurezza della popolazione. Pisciarelli, together with the adjacent Solfatara maar-diatreme, represents the most active structure of the Campi Flegrei caldera (Italy) in terms of degassing and seismic activity. This paper aims to define the structure of the Pisciarelli hydrothermal system (down to a 20-m depth) through electrical resistivity and time-domain-induced polarization tomography and self-potential mapping. The retrieved 3D image of the area helps reconstruct the Pisciarelli subsurface in its area of maximum degassing, containing the main fumarole (“soffione”) and the mud pool. In particular, a channel has been identified in which fluids stored in a deeper reservoir rise toward the surface. Such a structure seems to be surmounted by a clay-cap formation that could govern the circulation of fluids and the abundance of gases/vapors emitted by the soffione. Based on this new reconstruction of the Pisciarelli fumarolic field structural setting, the first conceptual model has been suggested that is capable of simultaneously explaining the mechanisms governing soffione activity and elucidating the role played by the fluid/gas of deeper origin in the shallow fluid circulation system. The proposed model can potentially help to better monitor the processes occurring throughout the Pisciarelli fumarolic field and provide an evaluation of the associated hazards.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Campi Flegrei, evidenziate le cause della microsismicità degli ultimi anni

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 aprile 2021

Le variazioni nei parametri sismici e geochimici dell’area della Solfatara e di Pisciarelli ai Campi Flegrei (Pozzuoli – Napoli) sarebbero causate dalla pressione cui è sottoposta a struttura presente nel sottosuolo della Solfatara. Questi i risultati dello studio multidisciplinare condotto dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) Hydrothermal pressure-temperature control on CO2 emissions and seismicity at Campi Flegrei (Italy) appena pubblicato sul ‘Journal of Volcanology and Geothermal Research’.“Negli ultimi anni nei Campi Flegrei, in particolare nella zona della Solfatara e di Pisciarelli, è stata osservata una più frequente attività sismica e un aumento delle stime di temperatura e pressione basate sulla composizione dei gas emessi dalle fumarole campionate. La variazione di questi parametri”, afferma Giovanni Chiodini, ricercatore dell’INGV e primo autore dello studio, “ci ha indotto ad analizzare insieme tutti i dati disponibili dell’area, per dare una interpretazione complessiva del fenomeno”.“Analizzando i dati”, prosegue il ricercatore, “abbiamo osservato che parametri completamente indipendenti, come quelli geochimici e sismici, sono nel tempo variati insieme. Fra i parametri analizzati c’è il flusso diffuso di anidride carbonica (CO2) dai suoli dell’area. Dall’elaborazione risulta un aumento della quantità di CO2 emessa che dalle circa 1500 tonnellate al giorno nel periodo ante 2017 è passata alle circa 3500 tonnellate al giorno nel periodo successivo. Questa variazione di emissione di anidride carbonica è contemporanea all’aumento della sismicità”.Inoltre, la maggior parte degli ipocentri dei piccoli terremoti sono avvenuti nella parte superficiale di una struttura verticale che è stata individuata tramite tecniche di magnetotellurica. Tale struttura è stata interpretata come un plume di gas: lo stesso che alimenta il flusso di CO2 misurato nei suoli della Solfatara e che è stato oggetto dell’aumento della stima di pressione e temperatura. Questa coincidenza, sia temporale che spaziale, ha suggerito ai ricercatori che le variazioni osservate sono causate dalla pressurizzazione della struttura presente nel sottosuolo della Solfatara. Il prossimo passo della ricerca”, conclude il ricercatore, “potrebbe essere l’esecuzione di studi specifici per definire con maggiore accuratezza la geometria della struttura presente sotto la Solfatara dove il gas, accumulandosi, innesca sismicità e alimenta l’emissione in superficie. In altre parole, lo studio, al momento, si riferisce ad una sezione 2D mentre l’obiettivo sarebbe di avere un modello 3D, ovvero una vera tomografia dei primi chilometri del sottosuolo della Solfatara”.La ricerca pubblicata ha una valenza essenzialmente scientifica, priva al momento di immediate implicazioni in merito agli aspetti di protezione civile.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Campi Flegrei: Evento Sismico

Posted by fidest press agency su domenica, 20 dicembre 2020

Napoli. Un terremoto di magnitudo Ml 2.7 (magnitudo preliminare) è stato registrato dalla Rete di Monitoraggio dell’Osservatorio Vesuviano dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) alle ore 22:54 italiane del 19 dicembre 2020. L’epicentro è avvenuto nella zona dei Campi Flegrei (Nord della città di Napoli) a una profondità di circa 2,23 km. Durante il mese di novembre 2020 nell’area dei Campi Flegrei sono stati registrati 225 terremoti di bassa energia con una Magnitudo massima=1.1±0.3. 204 eventi (91%) hanno avuto una magnitudo minore di 1.0, a dimostrazione di un livello di energia molto basso

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

INGV, uno studio ricostruisce in 3D la struttura sepolta dei Campi Flegrei

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

La ricerca, effettuata mediante l’uso innovativo della tomografia di resistività elettrica wireless, ha permesso di ottenere un modello 3D dei primi 500 metri del sottosuolo. “Il modello di resistività 3D del settore centrale della caldera”, spiega Antonio Troiano, ricercatore INGV e co-autore dello studio, “è stato ricostruito con un rapporto costi-benefici senza precedenti, favorito da vari fattori tra cui l’uso di strumenti moderni, l’applicazione di criteri di acquisizione innovativi e di procedure originali nell’analisi dei dati, l’agilità delle procedure sul campo non invasive – nonostante l’uso di una sorgente di energia attiva – e la sensibilità della resistività elettrica nell’individuare, tra le strutture sepolte, le vie di risalita di liquidi e gas”.Il modello 3D utilizzato nello studio ha inoltre evidenziato un’ottima correlazione con gli ipocentri dei terremoti superficiali avvenuti tra il 2011 e il 2019, dando indicazioni più chiare sulle strutture e sulle faglie maggiormente attive nell’area studiata.“Grazie al dettaglio con cui sono state definite per la prima volta le strutture di profondità del vulcano Solfatara, della zona di degassamento di Pisciarelli, della piana di Agnano e di altre strutture del settore”, aggiunge Roberto Isaia, primo ricercatore INGV e co-autore dello studio, “la nostra ricerca rappresenta un importante elemento di novità nel quadro delle conoscenze strutturali della caldera dei Campi Flegrei”.I risultati ottenuti si sono rivelati di fondamentale importanza nella definizione degli elementi chiave per la comprensione della dinamica dei Campi Flegrei, probabilmente guidata dalle strutture più profonde presenti nel settore.“Il settore della caldera flegrea ricostruito dalla tomografia elettrica è considerato tra quelli con maggiore probabilità di apertura di nuove bocche eruttive in caso di ripresa dell’attività vulcanica”, conclude Troiano, “i risultati di questa ricerca ci aiuteranno a fornire elementi utili per sviluppare e perfezionare modelli fisico-matematici volti a comprendere i fenomeni fumarolici, idrotermali e sismici attualmente in corso nonché la loro possibile evoluzione”.
The central sector of the Campi Flegrei volcano, including the Solfatara maar and Pisciarelli fumarole field, is currently the most active area of the caldera as regards seismicity and gaseous emissions and it plays a significant role in the ongoing unrest. However, a general volcano-tectonic reconstruction of the entire sector is still missing. This work aims to depict, for the first time, the architecture of the area through the application of deep Electrical Resistivity Tomography. We reconstructed a three-dimensional resistivity model for the entire sector. Results provide useful elements to understand the present state of the system and the possible evolution of the volcanic activity and shed solid bases for any attempt to develop physical-mathematical models investigating the ongoing phenomena.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campi Flegrei: uno studio integrato svela struttura e dinamica

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Mappate, mediante l’integrazione di tecniche avanzate di analisi di interferometria radar e sismica, le porzioni della struttura interna del supervulcano flegreo, attualmente più attive in termini di concentrazione degli sforzi, di dinamica del suolo ed emissione fumaroliche superficiali. A rivelarlo, uno studio condotto da Cnr, Ingv e Università Federico II di Napoli, pubblicato su Remote Sensing of Environment. Individuate le regioni interne più attive dei Campi Flegrei mediante l’integrazione di indagini geofisiche, della sismicità e delle deformazioni del suolo dell’area telerilevata. A mettere in luce le parti più attive del supervulcano flegreo, situato ad occidente dell’area urbana napoletana, uno studio condotto dall’Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irea), dall’Osservatorio vesuviano dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv-Ov) e dal Dipartimento di scienze della terra dell’ambiente e risorse dell’Università degli studi di Napoli Federico II, in collaborazione con INVOLCAN (Instituto Volcanológico de Canarias, Tenerife, Spagna) e Institute for Geosciences JGU (Johannes Gutenberg-Universität Mainz). La ricerca, ‘Volcanic structures investigation through SAR and seismic interferometric methods’, è stata pubblicata su Remote Sensing of Environment. “L’integrazione di tecniche di analisi innovative dei dati satellitari e sismici”, spiega il coordinatore scientifico Pietro Tizzani, ricercatore Cnr-Irea, “ha permesso di mappare le porzioni della struttura interna del supervulcano flegreo attualmente più attive sia in termini di concentrazione degli sforzi, che di dinamica del suolo”. In particolare, i risultati sono ottenuti dai dati radar satellitari in banda X della costellazione Cosmo-SkyMed dell’Agenzia spaziale italiana (Asi), elaborati presso i laboratori del Cnr-Irea di Napoli insieme ai dati sismici acquisiti dalla rete di monitoraggio permanente dell’Ingv-Ov.Inoltre, spiega Francesca Bianco, direttrice Ingv-Ov, le analisi integrate hanno evidenziato “come l’area a est della solfatara, in prossimità della regione fumarolica di Pisciarelli, rappresenti la porzione di caldera caratterizzata dai più alti tassi relativi di deformazioni del suolo, tra il 2011 ed il 2014, a cui corrisponderebbe, a una profondità tra gli 0.8 ed 1.2 km, una regione caratterizzata dalla massima concentrazione di sismicità registrata: tendenza che prosegue anche dopo il 2014”.I risultati della tecnica di interferometria sismica impiegata nell’analisi, nota come Ambient Noise Tomography (ANT), hanno poi evidenziato in quest’area una porzione di crosta in cui si registra un significativo cambiamento nella velocità di propagazione delle onde sismiche, che testimonierebbe la presenza di corpi geologici con caratteristiche meccaniche diverse rispetto alla regione ad est di Pisciarelli. Variazioni probabilmente legate a intensi fenomeni idrotermali estesi tra la superficie topografica e circa 1.5 km di profondità, che andrebbero a costituire strutturalmente il sistema di interconnessione della sorgente magmatica profonda con la superficie. Tale interpretazione è supportata anche dall’intensa attività fumarolica registrata tra la solfatara e la località Pisciarelli nel periodo 2011-2014.
“La ricerca”, conclude Riccardo Lanari, direttore Cnr-Irea, “rappresenta un esempio di come la collaborazione e l’integrazione multidisciplinare delle professionalità presenti nel contesto scientifico partenopeo delle scienze della terra, abbiano portato ad un avanzamento significativo della conoscenza della natura e del comportamento del vulcano flegreo e dello sviluppo tecnologico dei sistemi per il monitoraggio vulcanico, fondamentale sia per lo studio della loro struttura interna sia per il riconoscimento delle regioni dinamicamente più attive con relativa gestione del rischio”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Pozzuoli Faber Jazz Festival

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 luglio 2018

Pozzuoli 14 e 15 luglio 2018. Atmosfere jazz nella splendida cornice delle Terme romane di Baia, nel Parco archeologico dei Campi Flegrei, per la prima volta palcoscenico d’eccezione del Pozzuoli Faber Jazz Festival. le Terme si animeranno il 14 luglio di sonorità brasiliane nello straordinario concerto di uno dei maggiori interpreti della musica brasiliana di tutti i tempi, Yamandu Costa, chitarrista e compositore, applaudito da Paco De Lucia. Le sue interpretazioni con la chitarra a 7 corde spaziano dalle milonghe ai tanghi, alla zambas, allo chamanè.
Il 15 luglio si diffonderà, invece, il sound aspro e sensuale dalle coloritura africane di Abbey Lincoln, nell’omaggio dell’ Ada Montellanico Quintet, con il progetto Abbey’s Road feat. Giovanni Falzone. Abbey Lincoln, cantante e autrice di grande originalità, fu figura leggendaria non solo in ambito musicale ma per l’intero movimento Black Power. Impegnata politicamente negli anni ’60 in seno alla comunità nera, fece della sua musica una cassa di risonanza nella denuncia delle discriminazioni razziali vissute dalla popolazione afroamericana. Ada Montellanico ripercorre la strada di Abbey, ricalcando la forza narratrice delle sue composizioni, il carattere africano del suo universo sonoro e la sua profonda aggressività. (Ada Montellanico – voce;Giovanni Falzone –tromba;Massimo Pirone-Trombone;Jacopo Ferrazza-contrabasso;Valerio Vantaggio –batteria)
Il Festival, è organizzato dall’Associazione Jazz & Conversation, impegnata da anni a testimoniare il proprio ruolo nella cultura dei Campi Flegrei, attraverso un percorso in cui la musica incontra il territorio, la suggestione dei suoi paesaggi, la sua storia e le sue contraddizioni. Quest’anno Il Festival ha il sostegno della Faber Italia srl, azienda campana che produce macchine da caffè leader del settore per meccanica e design, particolarmente attenta ai fermenti culturali. Si avvale della collaborazione del Parco archeologico dei Campi Flegrei, del patrocinio morale del Comune di Pozzuoli, del Comune di Bacoli , dell’AACST di Pozzuoli, dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli. (Ingresso al sito 1€, fino esaurimento posti)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presidio di Libera dei Campi Flegrei

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 marzo 2017

campi flegrei2Pozzuoli. Le iniziative a Pozzuoli e a Quarto di martedì 14 marzo.Proseguono gli appuntamenti del presidio di Libera “Daniele Del Core” dei Campi Flegrei in vista della XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie che si celebra in tutta Italia. Il tema di quest’anno è “Luoghi di speranza, testimoni di bellezza”.
Il 21 marzo si terranno manifestazioni in tutta Italia e anche a Napoli, al parco Conocal a Ponticelli. Il presidio sta organizzando “100 passi verso il 21 marzo” con una serie di iniziative che coinvolgono scuole, associazioni e parrocchie.
I prossimi appuntamenti si terranno martedì 14 marzo a Pozzuoli. La mattina – alle ore 10 – nell’aula magna dell’Itcg Pareto (via Annecchino, 252) si svolgerà un incontro pubblico organizzato in collaborazione con l’istituto e il comune di Pozzuoli. Parteciperanno Vincenzo Figliolia (sindaco di Pozzuoli), Luisa De Simone (assessore alla pubblica istruzione e alla trasparenza), Donatella Mascagna (dirigente scolastico), don Giuseppe Cipolletta (direttore della Caritas Diocesana di Pozzuoli), Luigi Cuomo (presidente nazionale di Sos Impresa), Ciro Biondi (referente del presidio di Libera “Daniele del Core dei Campi Flegrei), Luica Di Mauro (familiare di vittima nnocente della criminalità e membro del presidio di Libera “Gaetano Montanino” di Ischia e Procida), Morendo Di Roberto (familiare di vittima innocente della criminalità e membro del presidio di Libera dei Campi Flegrei), Cristina Canoro (presidente di Legambiente Città Flegrea), Nico Sarnataro (presidente della Virtus Social Quarto) e Rosario Scavetta (segretario campi flegrei1dell’Associazione della Stampa Campana – Giornalisti Flegrei).
Secondo appuntamento nel pomeriggio (ore 17) al Camo Sporting Club Boys di Quarto (via Learco Guerra), si svolgerà la partita della Legalità e della Solidarietà in memoria di Daniele Del Core e Loris Di Roberto, i due giovani puteolani ammazzati il 28 ottobre del 2006. Scenderanno i campo le formazioni femminili Virtus Rosa e Frattese Calcio. Seguirà triangolare tra Virtus Social Quarto, Libera Sport e I.s.i.s. “Rita Levi Montalcini” di Quarto.
Le prossime iniziative in programma si terranno il 22 marzo all’I.c. 8° Oriani-Diaz di Monterusciello, il 28 marzo alla Don Milani di Quarto e il 3 aprile all’Ic. Rodari-Annecchino. Il 28 marzo partirà un progetto con la scuola I.c. Quasimodo-Dicearchia del Rione Toiano. L’I.s.i.s. Montalcini di Quarto e l’I.c. Pergolesi II di Monterusciello parteciperanno alla manifestazione al Parco Conocal a Ponticelli dei 21 marzo. In cantiere iniziative con il liceo Seneca di Bacoli e Monte di Procida e con l’Ipseoa Petronio di Pozzuoli.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tutta la bellezza di Pozzuoli in una notte

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 giugno 2016

pozzuoli tempio di serapideSabato 2 luglio evento serale (ore 20) in piazza a Mare a Pozzuoli sarà preceduto da un’intensa mattinata. Il Premio Athena Lemnia è un evento nuovo ideato dall’ Associazione Nuovi Orizzonti con lo scopo di far emergere e valorizzare le risorse dei Campi Flegrei in una maniera del tutto originale. Il premio è suddiviso in quattro sezioni: bellezza, arte, cultura e istituzioni. Si intende così sostenere e dare un riconoscimento, oltre alle bellezze autoctone materiali e immateriali, anche a personalità del mondo della cultura e delle istituzioni che si sono distinte per l’impegno sociale e culturale in senso ampio.
Ore 9,00 nella Sala Convegni della Multicenter School in via Campana 270 si parte con i finalisti candidati al concorso “Miss e Mr Athena Lemnia 2016” che parteciperanno a test di cultura generale a cura del dottor Rosario Porzio. Alle ore 10,30 gli attori Francesco Manisi e Marina Marchione presentano i concorrenti alla giuria.
Ore 11,00 conferenza stampa con l’attrice Adua del Vesco, Special Guest e madrina. Intervengono Vincenzo Figliolia, sindaco di Pozzuoli, Teresa Cannavacciulo, ideatrice dell’evento e presidente dell’associazione Nuovi Orizzonti, Rosario Porzio, Fabrizio Rivelli, Antonio Di Colandrea. Modera Ciro biondi, giornalista.
pozzuoliOre 11,30 convegno Medico – Farmaceutico con interventi rivolti a farmacisti e medici. Interventi degli sponsor Gianluca Mech (Tisanoreica 2), Angela Margiotta (I Galenici nati in Farmacia), Vincenzo Viola (Pharmaofficine). Chiusura dell’evento ore 13.30 con cocktail offerto da Caffetteria di Mare
Ore 20,00 in Piazza a Mare evento “Athena Lemnia 20016” e finale per l’assegnazione dei titoli di “Miss e Mr Athena Lemnia”. Presenta Rosanna Cancellieri. Ospiti della serata Enzo De Caro, Adua Del Vesco, Francesco Mannisi, Marina Marchionne e Gianluca Mech. Direttore artistico Fabrizio Rivelli. Coreografo Antonio Colandrea. La giuria composta da giornalisti e presidenti delle associazioni sarà presieduta da Rosario Porzio e Silvana Sardo.
I premiati. Premio Egida al maestro di taekwondo Luigi D’Oriano, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Seoul. Premio Cultura alle scrittrici e poetesse Angela Schiavone e Matilde Iaccarino. Premio Arte al violinista Lino Cannavacciuolo e Sara Tonello. Durante la manifestazione saranno presenti i bambini dell’associazione che durante l’anno hanno partecipato a vari progetti. (foto: pozzuoli)

Posted in Diritti/Human rights, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il vulcano più misterioso al mondo

Posted by fidest press agency su domenica, 8 Maggio 2016

DSC_0043

(Fidest) Quando si arriva ai Campi Flegrei l’idea d’imbattersi in un vulcano come il Vesuvio o l’Etna probabilmente c’impedisce di valutare pienamente le caratteristiche e le ricchezze geologiche di questo vulcano che ci permette di esserci “dentro” come se si entrasse in un’arena e le protuberanze che la contornano non ci sembrano a prima vista i bordi di una bocca che ha eruttato ma gli spalti di un campo anche se al posto di una folla plaudente vi alberga una fitta vegetazione. E l’idea di pestare i piedi su un terreno che non si percepisce ostile non ci rende consapevoli del tutto che solo a dieci centimetri di profondità la temperatura può raggiungere i 70-80 grandi centigradi e che 500 anni prima la sua eruzione è stata devastante. A qualcuno di noi può anche venire in mente le reminiscenze scolastiche rispolverando l’Eneide di Virgilio o in tempi più recenti il film di cui era protagonista Totò che fece la sua parte tra le fumarole dei campi Flegrei. Ma se questo cratere non ci fa paura, perché silente, a ricordarci la sua pericolosità e i suoi potenziali georischi vulcanici ci pensano i geologi reduci dal Congresso Nazionale

DSC_0049

tenutosi a Napoli che in questa circostanza ci accompagnano come Lorenzo Benedetto, Giuseppe Doronzo, Gianluca Galletti, Francesco Peduto Presidente Consiglio Nazionale Geologi e altri.
Di là dello spettacolo suggestivo che in prima istanza appare alla nostra vista le nostre esperte guide ci permettono d’avere una visuale panoramica dei Campi Flegrei un po’ diversa e più inquietante. Vediamo da vicino la Bocca Grande, al cui interno si condensano alcuni sali contenuti nel vapore tra cui il realgar, il cinabro e l’orpimento che danno una colorazione giallo rossiccia alle rocce circostanti e che il geologo Vincenzo Morra del Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e delle Risorse dell’Università Federico II di Napoli ci tiene a precisare che “I Campi Flegrei sono un campo vulcanico che occupa principalmente un’area situata ad Ovest del centro urbano della città di Napoli, quest’ultimo incluso”. “L’attività vulcanica flegrea – rileva – è stata caratterizzata da un gran numero di eruzioni a carattere principalmente esplosivo, che hanno dato origine a numerosi edifici

DSC_0057

vulcanici prevalentemente monogenici, responsabili della messa in posto di abbondanti volumi di depositi piroclastici, cui si aggiunge un numero molto più esiguo di eventi effusivi, rappresentati da sporadiche colate e duomi di lava di dimensioni ben più limitate. Sono generalmente considerati parte integrante del vulcanismo flegreo anche i prodotti delle vicine isole di Ischia e Procida, accomunati ai prodotti flegrei dell’area “continentale”. Ma ciò che oggi resta non ci rende del tutto consapevoli che ad esempio nell’alto Medio Evo erano attive ben 40 stazioni termali. C’è un pozzo, che, a sua volta, è stato costruito nell’800 per estrarre allume dall’acqua emunta dalla sottostante falda a circa 10 metri di profondità. E ancora due antiche grotte che furono poi scavate, sempre nell’800, ai piedi della montagna che sovrasta la Solfatara per i trattamenti termali.
In ogni modo di là di quanto vediamo e possiamo immaginare, in un passato recente o remoto che sia, dobbiamo renderci conto che il vulcanismo flegreo continentale è un qualcosa che ha creato fenomeni eruttivi di particolare intensità e rovinosi in un’area molto vasta. Essi sono comunemente suddivisi sulla base del riconoscimento di due eventi eruttivi principali, i cui depositi da sempre hanno

DSC_0053

rappresentato degli ottimi marker stratigrafici per la ricostruzione dell’evoluzione geologica del luogo. Il primo di questi eventi è rappresentato dall’eruzione dell’Ignimbrite Campana (IC), il più catastrofico degli eventi esplosivi documentati nell’area Mediterranea negli ultimi 200 mila anni”. Non dimentichiamo che 39.000 anni fa il materiale eruttato raggiunse la Russia e fu accompagnata da un esteso collasso calderico che diede origine alla caldera dei Campi Flegrei. “Tale eruzione fu caratterizzata dalla messa in posto di abbondanti – precisa Morra – depositi piroclastici da caduta e da flusso dalla composizione essenzialmente trachitica (più raramente fonolitica), che andarono a ricoprire un’area che dai Campi Flegrei si estende fino al Mediterraneo orientale e, nelle sue propag-gini più periferiche, fino alla Russia”. “Il secondo evento – soggiunge Morra – è l’eruzione del Tufo Giallo napoletano risalente a 15.000 anni fa.” Seguirono in epoche successive almeno 37 eventi esplosivi, il più energetico dei quali sarebbe rappresentato dall’eruzione delle Pomici Principali (vulcano di Astroni). Degna di attenzione anche l’eruzione di Agnano-Monte Spina (4100 anni). E il tutto si compendia, se vogliamo, con l’ultima eruzione ai Campi Flegrei che risale al 1538 con il Monte Nuovo.

DSC_0059

Sono 500 anni che ci separano da quell’evento che i geologi, senza giri di parole, definiscono impressionante per i suoi effetti distruttivi su un’area dove oggi vi sono diversi insediamenti abitativi. E qui la preoccupazione di quanti temono una ripresa alla grande dell’attività vulcanica. Per questo motivo si vuole che la memoria non dimentichi il passato, che vi sia maggiore attenzione popolare su ciò che è stato e che potrebbe diventare quest’area se si trovasse nuovamente scossa dall’esplosione vulcanica. Per parte loro le strumentazioni utilizzate sul terreno sono sempre attive e sensibili per rivelare anche il più piccolo segnale per un qualcosa che potrebbe mettere in allarme i geologi e i vulcanologi. Ce lo dice, senza mezzi termini Galletti quando afferma: “Senza sicurezza del territorio non ci può essere crescita, non possono esserci investimenti. In questa misura i geologi sono chiamati ad es-sere tra i protagonisti del rilancio del sistema Paese”. E il discorso, ovviamente, va oltre i Campi Flegrei e il suo entroterra e si estende su tutto il territorio nazionale. E l’appello di Peduto non lascia spazio a malintesi: “Oggi da Napoli lanciamo la Carta per l’Italia. Vogliamo contribuire alla costruzione del futuro. Chiediamo anche una Legge Nazionale che individui il Patrimonio Geologico italiano e lo protegga alla pari di quello culturale”. Questa sorta di appello sembra sia stato recepito dal ministro dell’ambiente Gianluca Galletti che in un’intervista rilasciata alla Rivista del Consiglio Nazionale dei Geologi ha tra l’altro dichiarato: “Serve lavorare su ciò che è mancato drammaticamente per decenni dove è stata carente una vera cultura della prevenzione e della cura verso il territorio. Di quel disinteresse ora ne stiamo pagando gli effetti più gravi, visti gli eventi estremi che si abbattono ininterrottamente sul suolo nazionale mettendone a nudo le fragilità strutturali”. E rivolgendosi ai Geologi si è così espresso: “Ci sarà sempre più bisogno di uno studio scientifico della terra e delle sue complessità. Il lavoro del geologo può essere la professione del futuro – ha proseguito il Ministro – nell’ambito di quella filiera virtuosa della ‘green economy’ che

DSC_0058

già rappresenta una realtà occupazionale per tanti giovani ma sarà sempre di più lo sbocco lavorativo di molti ragazzi. L’economia del futuro sarà tutta ambientale e verde, per cui le opportunità – se saremo coerenti con gli impegni di Parigi e dei consessi europei – andranno moltiplicandosi”.
E il passaggio del ministro riguardo i giovani e la scuola, dove si matura la formazione, non è sfuggito ai geologi che per Galletti “E’ certamente bella l’idea di un geologo che spieghi ai ragazzi con parole semplici ed esempi concreti, i problemi del nostro territorio e cosa fare per prendersene cura. L’educazione ambientale è la grande sfida culturale di questo governo e del ministero che presiedo: sono nate le linee guida con il contributo del Formez e con la Buona Scuola abbiamo ribadito la centralità e la trasversalità delle materie ambientali tra i banchi di scuola, che sempre più dovranno essere rese strutturali nei programmi scolastici e non lasciate alla sensibilità dei singoli insegnanti. E’ giusto e direi anche necessario che all’insegnamento didattico si affianchi la “pratica” sul campo: gli studenti visitino gli impianti del riciclo e i parchi nazionali, ma li si porti anche su quel territorio complesso dove i geologi lavorano ogni giorno. Dobbiamo spiegare loro che molto, da cittadini di oggi e soprattutto di domani, possono fare per ridurre i rischi”.
Questo scenario che vede in prima linea la vicina città di Pozzuoli ci richiama l’importante fenomeno del bradisismo e che proprio in quell’area registra vistosi segni della sua presenza e qui dovremmo aprire un altro importante discorso ma che ci riproponiamo di fare in seguito.

Posted in Cronaca/News, Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il modo di intendere il turismo nei Campi Flegrei”

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 settembre 2015

Marina SgamatoSi è conclusa la X edizione di Malazè, l’evento enoarcheogastronomico dei Campi Flegrei. Nell’arco di dieci giorni (dal 5 al 15 settembre) si sono svolte iniziative culturali, visite guidate, cene a tema, spettacoli, rappresentazione teatrali e tanto altro nei siti archeologici, siti naturali e locali dei comuni di Pozzuoli, Quarto, Bacoli, Monte di Procida, Procida e Napoli. L’edizione 2015 è stata un’occasione per riflettere sul passato e proiettare Malazè verso il futuro, accompagnando i Campi Flegrei a strutturare un’economia basata sulla cultura e sul turismo sostenibile. Grande partecipazione a tutti gli eventi.Successo per la Mostra di Design Humandesignforfood curata nelle sale di palazzo Migliaresi al Rione Terra dalla Adi Campania e patrocinata dalla Fondazione Città della Scienza, da Slow Food Campania, della Seconda Università di Napoli. Oltre alla presentazione della Guida Slow Food, quest’anno hanno riscontrato molta partecipazione di pubblico gli eventi a cui hanno partecipato i pizzaioli Enzo Coccia e Franco Pepe; l’evento Una Dea al Tempio di Ciro Coccia è stato l’evento che in assoluto ha avuto più presenze: quasi 400 persone.L’associazione organizzativa Campi Flegrei a Tavola in questa edizione è stata affiancata dalla società Ravello Creative Lab insieme alla quale sono stati organizzati quattro eventi speciali: Giorgio Albertazzi che ha recitato “Memorie di Adriano” nella stadio Antonino Pio di Pozzuoli, l’apertura dopo 2000 anni del Macellum-Tempio di Serapide a Pozzuoli, il concerto di Pietra Montecorvino a Monte di Procida e lettura dell’Eneide di Peppe Lanzetta al Castello di Baia a Bacoli. Le iniziative sono patrocinate del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – Polo Museale regionale della Campania e Soprintendenza Archeologia della Campania e finanziate da Sviluppo Campania – Piano Campania SiCura iniziative per il rilancio del comparto agroalimentare della Campania.Nell’ambito di Malazè si sono svolti due concorsi. La prima edizione del concorso fotografico “Premio Campi Flegrei” con tema “Terra Madre, i colori della terra” a cura di Flegrea Photo ha registrato questi risultati: premio all’autore (ex aequo): Mauro Cangemi di Napoli e Giorgio Cappiello di Casapulla di Caserta; primo premio alla migliore foto (ex aequo): Antonio Cunico di Vicenza e Anna Pane di Napoli; secondo premio migliore foto: Giuseppe Mazzeo di Pozzuoli. Menzioni speciali ai napoletani Marzia Bertelli, Alessandra Cardone, Elisabetta Cartiere, Francesca De Caro, Ciro Iacobelli e Viviana Rasulo. L’evento è stato organizzato con il patrocinio della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche. La giuria era composta da Antonio Biasucci, Chiara Reale, Enzo Buono e Francesco Soranno.Per la terza edizione de “La Grande Abbuffata”, concorso di cortometraggi a tema enogastronomico, la giuria, composta da Giulia Cannada Bartoli (giornalista enogastronomica), Lorenzo D’Amelio (regista), Patrizio Rispo (attore), Antonella Stefanucci (attrice) e Johanna Wand (Goethe Institut Napoli), ha assegnato il premio come miglior cortometraggio a “Primera Comunion”, di Chiara Sulis e la menzione speciale a “Il Quaderno”, di Valentina Capone e a “Sassywood”, di Antonio Andrisani e Vito Cea. Il Premio del Pubblico, messo in palio da Tenuta Matilde Zasso, viene attribuito a “Sassywood”, di Antonio Andrisani e Vito Cea. Secondo classificato “Il Quaderno”, di Valentina Capone. Terzo classificato “Naples: the art of food”, di Alfonso Postiglione. La rassegna “La Grande Abbuffata” è curata dal festival internazionale di cortometraggi al femminile A Corto di Donne e si avvale della direzione artistica dello storico del cinema Giuseppe Borrone e della regia tecnica di Maria Di Razza.”Con la X edizione – ha affermato Rosario Mattera, ideatore ed organizzatore di Malazè – è stata la conferma della bontà del nostro progetto. Quello che dicevamo dieci anni fa è stato confermato in tutti questi anni. Fin dal primo momento abbiamo puntato ad un target medio-alto: il che non significa aver puntato solo su chi ha più possibilità di spendere, ma abbiamo puntato sul tipo di mentalità. Quest’anno abbiamo registrato numerose presenze straniere che hanno scelto di visitare l’area flegrea in questo periodo di Malazè. Per la prima volta circa cento turisti americani che pernottavano in Costiera Amalfitana hanno deciso di visitare i Campi Flegrei attratti da Malazè. Quest’anno abbiamo lanciato anche la prima Guida Enogastronomica targata Malazè dando risalto ai nostri partner. Pubblicheremo anche una guida online in lingua inglese e danese. Siamo una rete e continueremo a lavorare in questo modo. Presto ci saranno importanti novità per lanciare i nostri prodotti con marchio tipicamenteflegreo”. (foto: Marina Sgamato)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mito, storie e misteri dei Campi Flegrei

Posted by fidest press agency su sabato, 22 agosto 2015

PozzuoliDal 5 al 15 settembre c’è Malazè, l’evento enoarcheogastronomico tipicamenteflegreoMartedì 15 evento speciale: “L’ultima notte di Miseno” al Castello di Baia con Peppe Lanzetta Il territorio flegreo mette in vetrina il suo straordinario patrimonio di miti, storie e misteri. Decine di eventi alla scoperta dell’enigmatica Sibilla Cumana, del matricidio di Nerone e della tradizione popolare legata a San Gennaro. Escursioni tra le decine di luoghi suggestivi come i sentieri del mare, della terra e del vino di Monte di Procida, i borghi di Procida, il lago Miseno e la Piscina Mirabile a Bacoli. A Cuma rievocazione storica con i gladiatori e a Pozzuoli racconti nel vulcano Solfatara e cena con i pescatori. Evento speciale per martedì 15 settembre con l’attore Peppe Lanzetta che racconterà il mito di Miseno leggendo l’Eneide al Castello di Baia.
Dal 5 al 15 settembre a Pozzuoli, Quarto, Bacoli, Monte di Procida, isola di Procida e Napoli ci sarà Malazè, l’evento enoarcheogastronomico dei Campi Flegrei a cui parteciperanno decine di associazioni, cooperative, ristoranti e aziende del settore turistico, vitivinicolo e gastronomico.Il dettaglio degli eventi di Malazè, sezione “Mito e storie”.
Sabato 5 settembre a Pozzuoli (ore 18), evento spettacolo alla Necropoli di via Celle con l’Associazione Vivara e Azienda Agricola Vigne di Cigliano. La Compagnia teatrale “Naviganti InVersi” invita a conoscere in modo diverso le caratteristiche la Necropoli Romana. L’evento si concluderà nella vigna dove si degusteranno i vini dell’azienda. Costo “a cappello”.
Domenica 6 a Pozzuoli, lago d’Averno (ore 20), “Stelle e Miti intorno al fuoco” a cura di GeaVerde Escursioni. Una serata lungo le sponde del lago d’Averno per scoprire insieme stelle e costellazioni, imparando a leggere una carta del cielo e conoscere le storie che gli astri racchiudono. Zuppa preparata con i prodotti dell’orto.
Domenica 6 a Pozzuoli, alla Darsena (ore 20:3), “Assettate a tavola ca te conto” con le associazioni ArteMide e AfricainTesta. Cena-racconto in casa di pescatori, la pesca di un tempo, le parole, il dialetto, i suoni della tradizione, nella voce di chi della pesca ci ha vissuto. Cena preparata con le ricette di una volta, per riscoprire gusto ed identità. Il ricavato sarà devoluto in beneficenza all’associazione Africaintesta.
Venerdì 11 settembre, al santuario di San Gennaro a Pozzuoli (ore 18), “I luoghi di San Gennaro” a cura delle associazioni ArteMide e Flegreando. Dal santuario partirà la passeggiata attraverso i luoghi che furono scenario delle miracolose vicende del Santo. Si conoscerà una fonte di mistero, dove s’intrecciano storia e fede, superstizione e speranza. Si varcheranno i confini del Mito per scoprire le radici di una delle più fervide tradizioni popolari. Cena degustazione all’azienda vitivinicola Iovino.
Venerdì 11 settembre al lago d’Averno a Pozzuoli, (ore 21) a cura di Wunderkammer e Cantine dell’Averno. Wunderkammer, la rassegna di teatro itinerante nei luoghi d’eccellenza, fa tappa sul lago d’Averno con uno spettacolo en plein air. La magia e le suggestioni dei luoghi del mito incontrano lo stupore e la meraviglia del teatro. Degustazione con i vini e nella vigna di Cantine dell’Averno, raccontati da Michela Guadagno.
Sabato 12 settembre all’Acropoli di Cuma, Pozzuoli (ore 10,30), “Il canto e l’enigma. Dalle sirene alle sibille” con l’associazione Quo Vadis Napoli. Accompagnati dalle pagine evocative del libro Korallion di Fiorella Franchini, visita all’area archeologica di Cuma, con i templi di Apollo e di Giove e l’ingresso dell’Antro della Sibilla. Partendo dalla lettura di brani si racconteranno la nascita e la diffusione del mito delle Sirene, della Sibilla e di tutte quelle figure femminili scrigno di una religiosità profonda ed antica che arriva, attraverso gli echi di una terra legata ai vaticini e alle arti predittive, sino ad oggi.
Sabato 12 a Monte di Procida (ore 17:30), “Sentiero del Mare” a cura di Pro Loco Monte di Procida e delle associazioni Sinergie Campane, Archè e Facc’Caso. Una visita guidata itinerante, un percorso di trekking e trekking urbano alla scoperta dell’identità marinaresca di Monte di Procida. Passeggiare per le vie cittadine permette di ammirare scorci impossibili da cogliere in auto, di sentire l’odore del ragù in cotture, del caffè appena fatto, dei dolci appena sformati, di “ascoltare” il mare. Partendo dalla Chiesa seicentesca di Maria SS. Assunta in Cielo Santa Patrona e protettrice dei marinai, si scende lungo via Marconi, verso la Marina per un giro in barca. Lungo il percorso suggestioni e racconti in chiave Teatrale e Musicale. Le passeggiate si concluderanno con un aperitivo a base di prodotti tipici.
Sabato 12, Monte di Procida (ore 23:30), “Lungo le rotte dei pescatori” a cura della Pro Loco e delle associazioni Sinergie Campane, Archè e Facc’Caso. Partenza in barca dalla Darsena dei Pescatori della Marina per un’esperienza unica, lungo le rotte dei pescatori, alla scoperta delle ricchezze del mare e delle tradizioni del mestiere di pescatore. A bordo suggestioni e racconti in chiave Teatrale e Musicale.
Domenica 13 settembre a Pozzuoli (ore 10), nella Foresta Regionale di Cuma (ore 10) “A spasso nel tempo” a cura del Gruppo Archeologico Kyme, L’Orto Consapevole e Reenactment Society Ospite anche de “Il Bosco e la Duna” nella Foresta di Cuma, la “Macchina del tempo” ci condurrà dalla Cuma Romana, per assistere ad un combattimento tra gladiatori, a Cuma Medievale per prendere lezioni di combattimento storico e tiro con l’arco da maestri d’arme. Infine pasto dei gladiatori.
Domenica 13 settembre, Monte di Procida (ore 10), “I Sentieri del vino” a cura della Pro Loco Monte di Procida e delle associazioni Sinergie Campane e Il Ditirambo. Percorso di trekking e trekking urbano alla scoperta dell’identità contadina e di viticoltura con partenza dal belvedere di Via Panoramica. La passeggiata prevede la visita guidata all’antica necropoli, per proseguire sul “Casale” e la vecchia chiesa dedicata alla Madonna del Buon Consiglio; la visita continuerà in un sentiero in terra battuta dove tra i ruderi di un cellaio si assisterà allo spettacolo teatrale : “Pascandozia e Colospizia – l’appiccico dint‘a cantina”liberamente tratto da “Le fonnachere” di Giambattista Basile a cura di Gaetano Basile. Infine visita alle vicine Cantine per una degustazione di vini e assaggi di prodotti locali.
Domenica 13 a Bacoli (ore 11), “Agrippina, saggio sulla fisionomia del potere” a cura delle associazioni Flegreando, LunAzione e Azienda Agricola Piscina Mirabile. Rappresentazione teatrale nel sito archeologico di Piscina Mirabilis. Intrighi e passioni di una corte dove morire naturalmente era raro ed ancor più raro era amare senza covare interesse. A seguire degustazione di prodotti tipici e vini.
Domenica 13 sull’Isola di Procida (ore 11:30), Tour delle tradizioni procidane con l’associazione Vivara: l’economia della pesca, alcuni prodotti tipici dell’isola in un’escursione insolita lungo alcuni borghi.
Domenica 13 a Pozzuoli (ore 17), “I campi ardenti tra mito, racconto e arte” a cura dell’associazione Quo Vadis. La lettura di brani scelti dal libro Korallion di Fiorella Franchini guiderà il visitatore alla scoperta del paesaggio inimitabile della Solfatara. Cantato e raffigurato dagli artisti di tutto il mondo, sin da tempi antichissimi, questo luogo ha alimentato il mito dei campi ardenti, spesso visti anche come visione di quell’oltretomba con cui da sempre la nostra terra ha coltivato un rapporto unico.
Martedì 15 (ore 20) evento speciale al Castello di Baia a Bacoli per “L’ultima notte di Miseno” con Peppe Lanzetta e La Mescla. Narrano la leggenda e la letteratura che Miseno fosse il trombettiere dell’esercito troiano. Il suono del suo “cavo bronzo” risuonava con forza nei campi di battaglia ma il suo destino era segnato da una profezia della Sibilla. Miseno, sfidò il Tritone con il suono della sua cava conchiglia e fu per questo motivo annegato dallo stesso dio. La sua morte, però, rappresentò anche il sacrificio umano necessario ad Enea per potere entrare nell’Ade. Enea trovò il corpo del compagno annegato sulla spiaggia flegrea e lo bruciò e seppellì nel luogo che oggi prende il nome di Capo Miseno. La terrazza del Castello di Baia, diventa così il luogo ideale per raccontare la leggenda di Miseno. L’attore Peppe Lanzetta e il collettivo di fiati de La Mescla si esibiranno al tramonto al cospetto di Capo Miseno, cercando di evocare l’eco di una musica di guerra e di speranza, connessa al sogno così come al mare che ci ospita.
Tutti i fine settimana a Bacoli (ore 10), “In barca e bici dal lago Miseno ai Bagni di Bacco”. Gli operatori di LagoVivo accompagneranno i turisti alla scoperta dell’Avamporto Romano. Sosta al centro del lago per descrizione storica. Seguirà itinerario in bicicletta lungo la pista ciclabile sulla sponda del Lago. Infine ai Bagni di Bacco, relax e vino terapia e alla scopera del vigneto. In alternativa: visita Necropoli di Cappella con cena a bordo piscina oppure visita alla Piscina Mirabile e visita all’Azienda Agricola Piscina Mirabile.
Tutti i giorni a Bacoli (ore 11), al “Castello di Baia in compagnia di Giulia, figlia di Augusto” e CulturAvventura. Una visita al museo archeologico dei Campi Flegrei con guide in costume.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Campi Flegrei: Il Regno di Proserpina è sulle sponde del lago d’Averno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 Maggio 2012

Deutsch: Campi Flegrei (Provinz Neapel). Pozzu...

Deutsch: Campi Flegrei (Provinz Neapel). Pozzuoli von Bacoli aus gesehen. (Photo credit: Wikipedia)

Venerdì 4 maggio (ore 19,00) la cooperativa GeaVerde organizza: “Tramonto nel regno di Proserpina”, un’escursione teatralizzata. Mentre il sole cala sulle sponde dell’Averno, la stravagante regina degli Inferi, dopo aver trascorso l’inverno nel cuore della terra, accompagna i turisti lungo le sponde del Lago, per svelarne i misteri e affascinare con i suoi racconti sui miti e sui segreti che il lago racchiude. Costi: ? 7 a persona. Sconti per bambini e gruppi. Prenotazione obbligatoria. Info: 338.4703516 – http://www.geaverde.it
Sabato 5 maggio (ore 18,00) l’associazione Lux in Fabula, nell’ambito della rassegna “Di-Segno In-Segno” propone il reading di Poesie di Roberto Volpe dal suo libro “Fumo”. Commento musicale di Enrico Aulitto. L’evento si terrà nella sede dell’associazione in via Rampe dei Cappuccini, 5 Pozzuoli. Info: 081.0203336
Sabato 5 maggio (ore 19,00) l’associazione Il Volo di Dedalo presenta “Lago d’Averno. Luci e ombre”. Tra le ombre del giorno e le luci della notte, al tramonto, in un’atmosfera suggestiva fatta di nuovi colori e prospettive, si percorreranno le sponde del lago denso di mito e di storia, l’Avernum. A seguire degustazione o cena su prenotazione presso il Vigneto Storico Mirabella. Appuntamento ore 19.00 presso bar Caronte. Prenotazione obbligatoria. Costo escursione: ? 6 a persona. Gratuito per bambini sotto gli 8 anni. Attività in collaborazione con Vigneto Storico Mirabella. Info: 3277073112 – ilvolodidedalo@gmail.com
Fino a venerdì 11 maggio a Pozzuoli, Bacoli e Quarto si terrà la fase flegrea della ‘Gazzetta Cup 2012′ manifestazione di calcio a cinque riservata alle categorie Junior (i nati dal primo gennaio 2002 al 31 dicembre 2003) e Young (nati dal primi gennaio 1999 al 31 dicembre 2001). La manifestazione coordinata dal Csi Pozzuoli si svolgerà sui campi del Villaggio del Fanciullo (Pozzuoli), Gardenia (Licola), Divino Maestro (Quarto) e Castello di Baia (Bacoli). Le squadre vincenti della fase flegrea nelle due categorie partecipano alla fase cittadina. Info: 081.3658812 – 334.7717883
Fino a giugno, a Bacoli, l’associazione Circolo Sub Baia in collaborazione con la società Nudibranko organizza: “La Baia dei Cesari” tour costiero del Golfo di Pozzuoli con partenza da Baia. Sosta con aperitivo e frutti di mare crudi, descrizione del porto, pescherie, Castello Aragonese, Porto di Baia. Pranzo in ristorante tipico del porto di Baia. Costo: per gruppi (da 8 a 10 persone) ? 39,00 a persona.
Fino a giugno, a Bacoli, l’associazione Culturavventura organizza tour a piedi, in canoa e in barca, navigando come gli antichi eroi. Un tour per conoscere le meraviglie archeologiche e naturalistiche della costa flegrea e Cibo Show su antica Roma. Partenze da Miseno e Baia. Prima partenza ore 11,00, ultima partenza ore 18,00. Tutti i sabato, le domeniche e i festivi, a Bacoli, l’Associazione Misenum presenta: “Da Miseno alla Piscina Mirabile tra siti archeologici, natura e vigneti”. Partenza ore 10,00 (Sacello degli Augustali, Miseno) alla scoperta della Grotta della Dragonara, del Sacello degli Augustali, del Teatro Romano attraverso un itinerario terrestre che prevede anche l’illustrazione del Porto Romano, dalla terrazza del Sacello degli Augustali che affaccia sul mare (durata 1h e 30 circa). Ore 12,00 l’Azienda Agricola Piscina Mirabile propone visite alla Piscina Mirabile (la più grande cisterna che ci sia mai pervenuta dall’antichità, costruita in epoca augustea, tra il 27 a.C ed il 68 a.C, per rifornire di acqua la flotta dell’Impero ormeggiata nel porto di Misenum), ai vigneti e alla cantina dell’Azienda. Costo ? 10,00 a persona. Info: 081.5233977 – 3388911536
Tutti i sabato e le domeniche fino al 20 giugno, a Pozzuoli, il Centro Sub Campi Flegrei organizza, per i sub e non, Pozzuoli “Città sommersa porte aperte”, escursioni dalle ore 9,30 alle 14,00, con partenza dal Lido Montenuovo in via Miliscola n. 157 (Pozzuoli). Visita al Parco Archeologico Sommerso di Baia. Costi: Snorkeling ? 20,00. Immersione subacquea ? 35,00. Discover scuba diving (prima immersione subacquea): ? 50,00. Info: 081.8531563
Fino a giugno, a Quarto, Tour a Grotta del Sole, alla scoperta di vini dei Campi Flegrei, visite ai vigneti ed alla cantina, degustazioni di vini e spumanti.
Fino a giugno, a Bacoli, al Pontile Lagovivo sul lago Miseno (Mare morto) a Bacoli varie iniziative alla scoperta del lago. Le proposte: “Storia, natura, tradizioni e divertimento” (in barca e in bici dal Lago ai Bagni di Bacco tra mare, pista ciclabile e vinoterapia); “A’ cozza, i cuzzucari e il lago Miseno” (escurisione alla scoperata delle miticultura, del relax e dei prodotti tipici); “Dal Lago Miseno alla Piscina Mirabile” (tra mare e vigneti), “La Classis Praetoria Misenensis”. Info: 392.4153474
Oltre sessanta soggetti tra associazioni, cooperative, aziende turistiche, produttori agricoli locali, cantine, ristoranti, bar, diving, artisti, editori, scuole. È la “Primavera nei Campi Flegrei”, un intenso e ricco cartellone di eventi, partito il 21 marzo e che terminerà il 20 giugno. La kermesse è promossa e coordinata dall’Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo di Pozzuoli, ma tutti gli eventi, autofinanziati, sono organizzati dai singoli soggetti. Alcune manifestazioni sono gratuite. Il “contenitore” prevede iniziative di cultura, sociale, enogastronomia, musica, sport, visite guidate. L’obiettivo: la valorizzazione dell’immenso patrimonio storico, archeologico e naturale dei Campi Flegrei. Coinvolti i comuni di Pozzuoli, Quarto, Bacoli, Monte di Procida e Marano. Tutte le manifestazioni sono autofinanziate.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Estate nei Campi Flegrei

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 luglio 2011

Ad organizzare gli eventi, tutti autofinanziati, oltre quaranta soggetti tra associazioni, cooperative e imprese in collaborazione con l’Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo di Pozzuoli. Si tratta di manifestazioni culturali, enogastronomiche, musicali, sportive e di visite guidate ai monumenti ed ai siti ambientali dell’area flegrea. Programma di questo fine settimana.
Venerdì 1 luglio alle ore 20,00 a Pozzuoli l’associazione Lux in Fabula (sede in via Rampe Cappuccini n. 5) presenta: “Bambini senza Confini, un’esperienza di ospitalità e sostegno per il Popolo Saharawi”. Serata dedicata all’associazione “Bambini senza confini” onlus, che aderisce al programma di accoglienza nazionale denominato : “Bambini Saharawi ambasciatori di Pace”. Info: 081.0203336 –
Venerdì 1 luglio alle ore 20,30 alla Foresta Regionale di Cuma, la cooperativa Gea Verde presenta: “Sfogliando le stelle”. Con lo sguardo rivolto verso il cielo stellato, scoprire stelle e costellazioni e, come in un libro di favole, sfogliare pagina per pagina le emozionanti storie che racchiudono. Dalla scienza al mito, una suggestiva serata di interpretazione del cielo notturno in uno dei luoghi più incantevoli dei Campi Flegrei, la Foresta di Cuma. Info: 338.4703516 –
Sabato 2 e domenica 3 luglio alle ore 19,00 alla Foresta Regionale di Cuma, a cura di Guido Liotti e l’Associazione “Lo sguardo che trasforma”: “Dalla Stazione al Mare”. La foresta Regionale di Cuma si racconta in equilibrio tra immagini, musica jazz dal vivo, teatro, danza e prosa. Il bosco e. le coste di Cuma… attraverso i colori della musica e le parole le immagini ed il movimento. Lo spettacolo racconta della ferita inferta a questo territorio… dei suoi valori ancora presenti e da sostenere con coraggio e rinnovata speranza. Info: 380.3866769
Sabato 2 e domenica 3 luglio alle ore 10,30 alla Foresta Regionale di Cuma il Circolo Legambiente Pozzuoli Campi Flegrei Onlus e Legambiente Campania Onlus presentano la manifestazione: “Viaggio nel tempo nella foresta incantata”. La Foresta di Cuma è un luogo veramente magico dove la storia degli antichi greci e romani è ancora così presente. Passeggiando all’interno del fantastico ecosistema della foresta di Cuma ripercorreremo, attraverso un cammino educativo ambientale, un viaggio nel tempo alla scoperta di quelle bellezze naturali che ancora oggi rendono questo sito unico al mondo. E’ obbligatoria la prenotazione. Info: 3498184313 – 3388287596
Sabato 2 luglio alle ore 8,00 al Lido Montenuovo in via Miliscola n. 165 la cooperativa Gea Verde organizza “Abissi di colore a Punta San Pancrazio”. Escursione riservata ai possessori del brevetto d’immersione subaquea (Prof. Max 45 mt). Info:
Sabato 2 – Domenica 3 a Monte di Procida dalle ore 11,00 in poi in località Acquamorta l’Associazione Vivi L’Estate presenta: “I Giochi di Vivi L’Estate”
Domenica 3 luglio dalle ore 10,30 alle 12,30 (con intervallo della celebrazione dalle ore 11,00 alle 12,00) a Pozzuoli, l’Associazione Nemea organizza l’apertura e la visita della Chiesa del Santissimo Corpo di Cristo al Rione Terra. Info: 081/8530621 -3881127188 – 3881019712
Domenica 3 luglio alle ore 20,30 al Complesso Agave Hotel “Pizza No Stop a bordo piscina”. Si paga solo ? 10,00 (bevande escluse) e si mangi pizza a volontà. Si potrà partecipare alla vincita di premi con l’estrazione Lotto Pizza. Info: 0815249961
Domenica 3 luglio a Bacoli serata d’apertura e presentazione compagnie del Premio Miseno. seguirà concerto di Pino De Maio.
Tutti i giorni di luglio la Fabies organizza il campus diurno estivo nel bosco di Cuma e i week end family. Info: 349.7491653 – 331.3903174
Tutti i giorni di giugno e luglio dalle ore 9,30 alle 14,30 al Lido Montenuovo Beach in via Miliscola, 157 a Lucrino, Pozzuoli, il Centro Sub Campi Flegrei presenta: “Città Sommersa Porte Aperte”.
Su Facebook il programma completo è nella bacheca del gruppo “Primavera nei Campi Flegrei” oppure sul sito dell’Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo di Pozzuoli http://www.infocampiflegrei.it

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rilancio dei Campi Flegrei

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 giugno 2011

500.000 euro di fondi pubblici arriveranno nei Campi flegrei, per mettere in piedi un poderoso evento culturale dalla portata economica complessiva di ben 715.000 euro. “Art Explosion” intende così promuovere in maniera suggestiva la terra ardente, mediante una grande manifestazione in cui singoli eventi si coordineranno e si collegheranno al tema unico dell’integrazione traarte contemporanea e archeologia che ne costituisce il filo conduttore. Per un intero mese, dal 30 settembre al 30 ottobre, i siti archeologici dell’area flegrea torneranno a nuova vita attraverso le esposizioni e le esibizioni di artisti di fama nazionale e internazionale e di giovani emergenti.
“Esposizioni”, “mostre” finalizzate alla valorizzazione di realtà museali e di siti archeologici, “proiezioni architetturali”, “street art live performance”, queste sono solo alcune delle modalità attraverso cui “Art Explosion” si propone di dare un’opportunità di rilancio ai beni culturali, attraverso la naturale compresenza e giustapposizione tra storia e arte, passato e presente. La Necropoli di Cappella, il Castello di Baia, il Tempio di Diana e di Venere, l’Anfiteatro Flavio, Macellum, saranno alcuni dei palcoscenici d’eccezione per esibizioni e mostre collettive ed individuali dei grandi nomi dell’Arte contemporanea. Tra i tanti artisti provenienti da tutta Italia che interverranno alla manifestazione, il genio delle installazioni luminose Nicola Evangelisti e il maestro Marco Nereo Rotelli, entrambi immancabili protagonisti della 54° Biennale di Venezia. Il musicista Francesco D’Errico, i poeti italiani Davide Rondoni, Mario Attanasio, Tiziano Broggiato, Lucrezia Lerro, Loretto Rafanelli, Valentino Zeichen, e l’arabo Adonis arricchiranno le creazioni di Rotelli, per una fusione perfetta tra arte, musica e parole. Visite guidate per scuole ed accademie, educational tour per esperti e critici d’arte, un concorso regionale dedicato agli artisti emergenti, arricchiranno il variegato parterre della manifestazione il cui calendario completo sarà diffuso prossimamente. Un evento d’eccezione, “Art Explosion” che sarà forse il punto di partenza per il vero rilancio delle potenzialità turistiche e culturali dei Campi flegrei.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“La Primavera nei Campi Flegrei”

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 giugno 2011

Ad organizzare gli eventi, tutti autofinanziati, oltre quaranta soggetti tra associazioni, cooperative e imprese in collaborazione con l’Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo di Pozzuoli. Si tratta di manifestazioni culturali, enogastronomiche, musicali, sportive e di visite guidate ai monumenti ed ai siti ambientali dell’area flegrea. Ecco il programma:
Dal 1° al 15 giugno, calcio: “Torneo Città di Pozzuoli”, organizzato dal Csi di Pozzuoli ed aperto alle categorie giovanissimi ed allievi. Info: 081.3658812
Giovedì 2 giugno il Csi di Pozzuoli organizza la IX edizione di “Corriamo nel Mito”, gara podistica km 8 tra i laghi Averno e Lucrino. Info: 081.3658812 – 334.7717883
Sabato 4 giugno alle ore 17,30 all’Hotel Villa del Mare di Miseno l’Associazione “Delle Arti e dei Mestieri” e il Centro Studi G.r.e.n. presentano gli incontri-laboratori ispirati al best seller “La Profezia di Celestino” di James Redfield. Convegno: “Energia e materia: due facce della stessa medaglia” con Anna Manfredi e Mario Cama. Ingresso gratuito. Info: – 333.434 041

Domenica 5 giugno dalle ore 10,30 alle 14,30 a Baia, in pizza De Gasperi l’Associazione delle Arti e dei Mestieri e lo Studio Artistico ExE Art Project presentano Alter Bios: Expo di artigianato, arte, modernariato, collezionismo e antiquariato. Info: 339.1700591

Domenica 5 giugno l’associazione Pozzuoli Crea organizza “Kyme e il mistero della Sibilla”. Visita guidata teatralizzata agli Scavi di Cuma, con una messinscena in napoletano della Sibilla Cumana e Apollo (tratto da “Animula” di Anna Redi) e versi tratti dal VI libro dell’Eneide di Virgilio. Info: 329.9249349 – 3490965189
Domenica 5 giugno il Coni area flegrea presenta l VIII edizione della “Festa Nazionale dello Sport”. Info: 081.5266639 – http://www.infocampiflegrei.it. Domenica 5 giugno a Pozzuoli (Rione Terra), dalle ore 10,30 fino alle 12,30 con sospensione durante la celebrazione Eucaristica delle ore 11,00). L’associazione Nemea cura la visita alla Chiesa SS. Corpo di Cristo (il “Coretto”) al Rione Terra, dalle ore 10,30 alle 12,30. A richiesta, verrà presentato il percorso virtuale del Tempio-Duomo, nell’ambito del Movart (Museo Virtuale del Rione Terra). Info: 388.1127188
Tutti i giorni la Mediterraneo Service organizza visite guidate ai Campi Flegrei (Pozzuoli, Cuma, Baia e la Città Sommersa, Bacoli) per gruppi ed singoli con guide abilitate. Gli itinerari e i relativi appuntamenti si concordano rispetto alle esigenze degli ospiti. Info: 335.5237120 –
Tutti i giorni l’associazione Culturavventura.com propone tour a piedi, in canoa o in barca tra i miti dei Campi Flegrei e cibo-show dell’antica Roma in costume tipico. Orari: ogni ora dalle 11.00 alle 18.00 (i luoghi di partenza dipendono dal tipo di tour prenotato). Per info e prenotazioni obbligatorie: 339.4195725
Tutti i giorni (dalle 9,30 alle 12,30) il Centro Sub Campi Flegrei organizza, per i sub e non, “Pozzuoli: città sommersa porte aperte”. Partenza dal Lido Montenuovo in via Miliscola n. 157. Info: 081.8531563 (dalle 10 alle 13 e dalle 16,30 alle 20,30 tranne il martedì). Il programma completo è disponibile sul sito dell’Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo di Pozzuoli:
Tutti i giorni, per tutta la giornata, c’è l’iniziativa “Campi Flegrei Sott’Acqua”. In un territorio dove la natura sposa la storia e il bradisismo nasconde agli occhi “terrestri” le sue bellezze, GeaVerde offre la possibilità di scoprire il mondo sommerso mediante attività di Snorkeling ed escursioni subacque. In collaborazione con il Centro Sub Campi Flegrei. Per info e contatti : 3281429377 – – http://www.geaverde.it http://www.infocampiflegrei.it

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »