Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘canoa’

In canoa sul Tevere

Posted by fidest press agency su domenica, 30 aprile 2017

in canoa sul tevereRoma 1 Maggio Ore 14 e 30 centinaia di canoisti ed escursionisti stranieri dalla Francia, Germania, Olanda, Svezia, Austria, Danimarca, Olanda, Svizzera ed italiani arriveranno sotto Castel Sant’Angelo.
Crosti: “Scenderanno il fiume Tevere diversi partecipanti da tutta Europa a dimostrazione di come un fiume Tevere “sano” possa essere una importante risorsa ecosistemica legata all’ecoturismo”.
Mentre più di 200 canoisti attraverseranno in corteo il Tevere, negli stessi momenti passeranno lungo le sponde anche i ciclisti e gli escursionisti. Immagini che rimarranno scolpite nella memoria di tutti. Oggi canoisti, escursionisti e ciclisti hanno lasciato l’Umbria e stanno raggiungendo Ponte Felice nei pressi di Civita Castellana e Ponzano Romano.“Stanno arrivando anche dalla Francia per partecipare alla fase conclusiva della traversata del Tevere. Un gruppo numericamente importante di canoisti ed escursionisti è partito dalla Francia – ha dichiarato l’ideatore della traversata, Roberto Crosti – per aggregarsi a noi lungo il percorso. In questo momento abbiamo tanti stranieri provenienti dalla Danimarca, Svezia, Austria, Germania, Olanda, almeno 60 e più di 200 sono i canoisti che stanno partecipando alla traversata del Tevere iniziata il 23 Aprile da Città di Castello. A tutti loro si sono aggiunti gli appassionati di bici e dell’escursionismo a piedi. Abbiamo famiglie, anziani e bambini. Tutti pronti a fare domani ingresso nel Lazio. Ormai siamo a pochi giorni dall’arrivo a Roma e sarà spettacolare vedere centinaia di canoe attraversare il fiume della Capitale ed in contemporanea sulle sponde gli escursionisti e le tante biciclette. Sarà un’immagine di Roma davvero irripetibile anche per la roma10stampa. Stiamo raccontando il territorio e lo stiamo facendo in compagnia degli esperti Aigae, grazie ai quali abbiamo visto borghi, siti ecomusei lungo il Tevere. Il 25 sera per celebrare il bicentenario della pubblicazione del libro di Goethe “Viaggio in Italia”, abbiamo realizzato una cena sulla base delle preferenze alimentari del grande scrittore tedesco che ha raccontato l’Italia passando per l’Umbria. La Discesa Internazionale del Tevere, in canoa, a piedi, in bici o in pagaia, è un evento itinerante di conoscenza del territorio dall’Umbria, regione inoltre colpita dal terremoto a Roma. Durante il percorso, infatti, stiamo visitando luoghi storici ed abbiamo cenato consumando prodotti del territorio e spesso, quindi, legumi tradizionali, olio locale, pane macinato da mulini storici, pasta di grano antico, vigneti DOC, birre artigianali. La Discesa è anche una manifestazione che vieta l’utilizzo di plastica monouso ed utilizza posate e stoviglie eco-compostabili producendo per le cene in comune solo “rifiuti compostabili al 100%” favorendo così anche l’economia circolare, utilizzando stoviglie compostabili e bicchieri in alluminio riciclato promuove comportamenti sostenibili e di conservazione dell’ecosistema fluviale. Ecco come attraverso l’attività outdoor sia possibile conoscere le numerose realtà del territorio”.
A guidare i canoisti anche nell’attraversamento di Roma sarà la Guida Ambientale Escursionistica Aigae, Dario Fulgenzi.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Discesa del Tevere in canoa

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2011

Città Di Castello Panorama Ombrie Italy

Image via Wikipedia

Città di Castello (PG) il 24 aprile 2011 prenderà il via la XXXII edizione della Discesa Internazionale del Tevere un viaggio lungo la valle del Tevere: sette giorni di sport, natura e cultura con arrivo il 1 maggio a Roma. Si scenderà il fiume e se ne percorrerà la valle passando per storiche città d’arte, per paesaggi naturali inaspettati e per siti archeologici di epoche diverse. La Discesa – conosciuta in Italia e all’estero – vede ogni anno partecipanti di tutte le età, anche non esperti. La sua finalità infatti non è agonistica bensì di promozione della canoa e di altri mezzi rispettosi dell’ambiente come sano mezzo di conoscenza del territorio. Lo schema, ormai collaudato, prevede tappe giornaliere di 20-30 km con accoglienza e pernottamento in strutture offerte da comuni rivieraschi, umbri e laziali. Il recupero giornaliero delle auto, effettuato con l’aiuto di un pullman consente anche al singolo canoista di poter partecipare alla manifestazione per i giorni desiderati. La Discesa è guidata da esperti. Quest’anno la discesa è organizzata da: ASD Discesa Intenazionale del Tevere, Canoa Club Città di Castello, ASD Gruppo Canoe Roma, ASD UISP Sherwood Anche quest’anno per gli aspiranti partecipanti inesperti sono organizzati in marzo e aprile dei corsi di canoa. Le tappe previste sono:
domenica 24/4: Sansepolcro – Città di Castello
lunedì 25/4: Città di Castello – Umberti
demartedì 26/4: Umbertide – Perugia, Pretola
mercoledì 27/4:  Pretola – Deruta, Sant’Angelo di Celle
giovedì 28/4: Sant’Angelo di Celle – Monte Castello di Vibio, Madonna del Piano
venerdì 29/4:  Madonna del Piano – Baschi, lago di Corbara
sabato 30/4: Forano, Gavignano – Nazzano
domenica 1/5: Roma: Castel Giubileo – Roma
Per ogni tappa è prevista una struttura per il pernotto, la cena, il recupero dell’auto Il costo per tutte le tappe è di 160 euro o 25 euro a singola tappa

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Con i campioni della canoa

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 gennaio 2011

Pavia 25 gennaio 2011, ore 17.30 – Aula Magna dell’Università di Pavia alla presenza del Presidente della Federazione Italiana Canoa Kayak Luciano Buonfiglio e di molti sportivi e campioni del 2010 si svolgerà l’inaugurazione dell’anno accademico sportivo 2010-2011. La cerimonia, fortemente sostenuta dal Rettore Angiolino Stella, insieme al Presidente del CUS-Pavia Cesare Dacarro, vuole sottolineare l’importanza del modello universitario pavese: un campus residenziale che unisce studio e sport ad altissimo livello. L’inaugurazione dell’anno accademico sportivo assume un significato speciale nel 2011, anno in cui l’Università di Pavia celebra i 650 anni di Fondazione dello Studium generale, voluto dall’imperatore Carlo IV nel 1361. A partire dal 9 febbraio e per tutto l’anno 2001, si susseguiranno a Pavia mostre, eventi culturali, scientifici e sportivi, tra i quali la regata internazionale sul Ticino che vedrà la sfida, il 28 maggio, tra gli equipaggi delle università di Pisa, Pavia, Oxford e Cambridge. Il campus pavese, grazie alla presenza di uno storico CUS e di 16 collegi universitari, vanta una lunga e prestigiosa tradizione negli sport di remo: in anni recenti, a partire dal 1983, sono state siglate le convenzioni tra Federazione nazionale di canottaggio, Federazione nazionale Canoa Kayak, EDiSu, CUS e Università di Pavia che hanno visto nascere – unici in Italia – il college remiero di canottaggio (attivo dal 1983), e il college remiero di canoa (attivo dal 2006). I due Centri accolgono atleti delle nazionali, iscritti alle federazioni sportive, che studiano all’Università di Pavia, risiedono presso il Collegio Cardano e si allenano al CUS Pavia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gara di Canoa

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 luglio 2010

Una società italiana ed una giapponese decisero di sfidarsi ogni tre anni in una  gara di canoa, con equipaggio  di otto uomini. Entrambe le squadre si allenarono con impegno e quando arrivò il giorno della gara  ciascuna squadra era al meglio della forma, ma i giapponesi vinsero con un vantaggio di oltre un chilometro. Dopo la sconfitta il morale della squadra italiana era a terra. La proprietà decise che  si sarebbe dovuto vincere la volta successiva e incaricò i top manager di analizzare il problema. I top manager scoprirono, dopo molte analisi, che i giapponesi avevano sette uomini  ai remi e uno che comandava, mentre la squadra italiana aveva un uomo che  remava e sette che comandavano. In questa situazione di crisi il management,  dando chiara prova di capacità gestionale, costituì dei gruppi di lavoro formati dai  quadri più promettenti della direzione generale per studiare le modifiche a struttura,  compiti e responsabilità della struttura della squadra italiana. Dopo due anni di duro lavoro, i gruppi confermarono l’intuizione dei vertici: “nella  squadra c’erano troppe persone a comandare e troppo poche a remare.” Fu  deciso allora di cambiare la struttura: Ci sarebbero stati, non più sette, bensì quattro  comandanti, due coordinatori dei comandanti, un supervisore dei coordinatori dei  comandanti, e uno ai remi. Si fissarono rigide regole di allenamento per il rematore e fu introdotto un nuovo  sistema di indicatori e di punteggi per motivarlo: “Dobbiamo migliorare le sue capacità atletiche ma specialmente dargli più responsabilità e controllarlo  molto di più”. I top manager ricevettero una gratifica monetaria per il pregevole lavoro svolto ed  ebbero subito inizio gli allenamenti. L’anno successivo i giapponesi vinsero con due chilometri di vantaggio. La società punì in modo esemplare il rematore a causa degli scarsi risultati  ottenuti sul lavoro e pagò un bonus ai quattro comandanti come ricompensa per  il grande impegno che la squadra, nel suo complesso, aveva comunque dimostrato. I top manager produssero nuove analisi. Fu dimostrato che la tattica era giusta, che anche la motivazione era buona ma che  lo scafo doveva essere migliorato. Al momento la società italiana è impegnata nella progettazione una nuova imbarcazione. (N.r. abbiamo ripreso questo racconto dalla rete e avremmo citato l’autore se l’avesse firmato. E’ chiaro il riferimento alla situazione politica italiana dove la lezione e evidente e i rimedi posti sono la chiara dimostrazione di una schizofrenia del potere che non lascia vedere la realtà.)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »