Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘cantieri’

Sblocca Cantieri: Fp Cgil, telecamere non risolvono, colpiti lavoratori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 maggio 2019

“Le telecamere non sono la soluzione ai problemi che quotidianamente vivono le lavoratrici e i lavoratori impegnati nei servizi educativi, così come nelle strutture socio sanitarie e assistenziali. Si sta svilendo così la professionalità, si criminalizza il lavoro e ci si dimentica dei problemi che i lavoratori vivono tutti i giorni, dalle condizioni in cui operano alla carenza drammatica di risorse”. Così la Fp Cgil commenta il via libera dalle commissioni Lavori pubblici e Ambiente del Senato all’emendamento al decreto Sblocca Cantieri che introduce l’obbligo di installare telecamere in tutte le aule delle scuole dell’infanzia e in tutte le strutture di assistenza e cura di anziani e disabili.Per la Funzione Pubblica Cgil, “si continua sulla strada della pura demagogia e si declinano i servizi pubblici in una chiave totalmente securitaria. L’ennesima misura di becera propaganda, che svilisce anche il ruolo e la natura delle istituzioni. Continua il processo di smantellamento dei servizi pubblici, calpestando le lavoratrici e i lavoratori che li erogano, in questa continua campagna elettorale, fatta di misure spot da dare in pasto agli elettori”, conclude.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Edilizia pubblica in Lombardia: “con M5S riaprono i cantieri”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 maggio 2019

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli e il Presidente di Regione Lombardia hanno sottoscritto un Accordo di Programma per ‘progetti innovativi di rigenerazione urbana, recupero e riqualificazione del patrimonio abitativo pubblico e sociale’ che prevede un investimenti di più di 100 milioni di euro.Nicola Di Marco, consigliere regionale del M5S Lombardia, commenta: “Gran parte di questi fondi erano bloccati da anni nei labirinti burocratici romani. Grazie a Toninelli e al M5S i cantieri possono finalmente partire. In Lombardia i numeri sono quelli di un’emergenza: solo in Provincia di Milano ci sono 25 mila nuclei familiari in graduatoria in attesa di un alloggio popolare a fronte di circa 6 mila alloggi sfitti e non assegnabili in quanto necessitano manutenzione. È necessario superare la situazione di cronico sotto-finanziamento dell’edilizia residenziale pubblica, dovuta a scelte politiche sbagliate di Lega e centro-destra, cercando soluzioni per mettere a disposizione maggiori risorse regionali così come sta facendo Toninelli con il Governo.Questo accordo segue quello della conferenza Stato Regioni di settembre con lo stanziamento di 24 milioni di euro per la Lombardia e conferma la sensibilità del Movimento 5 Stelle nonché l’impulso positivo delle politiche per il diritto alla casa che sono tornate centrali nell’attività di governo”. I fondi mobilitati saranno utilizzati per affrontare in parte le principali criticità del settore, come ad esempio:
– la rigenerazione urbana dei quartieri popolari degradati ed in stato di abbandono per un investimento di 48,2 milioni di euro;
– Il recupero degli alloggi popolari sfitti in quanto da manutenere per un investimento di 30 milioni di euro;
– l’espansione del patrimonio residenziale pubblico tramite il recupero di immobili non utilizzati o sottoutilizzati per un investimento di 23,1 milioni di euro.
Inoltre questi investimenti aiuteranno l’economia e le piccole imprese che saranno coinvolte nei lavori necessari.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sblocca cantieri: migliaia di aziende rischiano estromissione da appalti

Posted by fidest press agency su martedì, 30 aprile 2019

“Con il decreto sblocca cantieri migliaia di aziende rischiano di essere estromesse dalle gare d’appalto. Infatti, il decreto prevede all’art.1, comma 1: ‘Un operatore economico può essere escluso dalla partecipazione a una procedura d’appalto se la stazione appaltante è a conoscenza e può adeguatamente dimostrare che lo stesso non ha ottemperato agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse o dei contributi previdenziali non definitivamente accertati’. Questa modifica, a nostro parere, viola palesemente il diritto dei contribuenti a difendersi da eventuali pretese fiscali o contributive illegittime, in quanto obbliga le aziende a pagare senza potersi difendere, pena l’esclusione dagli appalti. Ci sono centinaia di piccole e medie aziende in contenzioso con l’erario che sperano in questi appalti per mantenere il livello occupazionale ed eventualmente incrementarlo. Faremo di tutto affinchè il governo riveda tale articolo e non si renda complice di altre chiusure di queste aziende già in difficoltà”. Lo dichiarano il senatore di Fratelli d’Italia, Giovanbattista Fazzolari e Lino Ricchiuti, presidente nazionale del movimento Popolo Partite Iva.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

DL Sblocca Cantieri

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 aprile 2019

Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DL Sblocca Cantieri, Fondazione Inarcassa – la Fondazione architetti e ingegneri liberi professionisti iscritti ad Inarcassa – conferma la propria contrarietà alla reintroduzione dell’incentivo del 2% per le attività di progettazione ad opera dei pubblici dipendenti e al ricorso all’appalto integrato. Come già espresso in occasione dell’audizione in Senato della settimana scorsa, il Presidente di Fondazione Inarcassa Egidio Comodo torna a sottolineare che “queste misure rappresentano un duro colpo e un attacco alla dignità degli architetti e ingegneri liberi professionisti”. “La reintroduzione dell’incentivo del 2% – aggiunge Comodo – rischia infatti di avvantaggiare i soli dipendenti pubblici e svilire il ruolo dei liberi professionisti, mentre il ricorso all’appalto integrato non ha prodotto in passato vantaggi significativi né in termini di tempi né in termini di qualità progettuale. Fondazione Inarcassa, anche durante la fase di dibattito parlamentare, continuerà a vigilare affinché si giunga ad una revisione di queste due norme, lesive per la dignità di architetti e ingegneri liberi professionisti”, conclude Comodo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

DL Sblocca Cantieri, Fondazione Inarcassa: Governo tuteli i liberi professionisti

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 marzo 2019

“Il Governo si impegni a tutelare maggiormente gli architetti e ingegneri liberi professionisti che rischiano, ancora una volta, di essere abbandonati a loro stessi”. È quanto afferma Fondazione Inarcassa, la Fondazione Architetti e Ingegneri liberi professionisti, in merito alle modifiche al Codice Appalti che emergono nelle prime bozze dello schema del Decreto Sblocca Cantieri di prossima approvazione.
“Nonostante la proposta preveda un apprezzabile tentativo di semplificazione del Codice, necessaria per la ripresa di un comparto in grande sofferenza, che negli anni ha visto la chiusura di 120 mila Imprese e la perdita di 600 mila posti di lavoro, la Fondazione Inarcassa esprime forti perplessità in particolare sulla modifica dell’art. 113 del Codice. Tale modifica – dichiara Egidio Comodo, Presidente di Fondazione Inarcassa – prevederebbe la possibilità di reintrodurre il riconoscimento dell’incentivo del 2% anche per le attività di progettazione per i pubblici dipendenti, un’ipotesi che rappresenterebbe un ulteriore e grave attacco alla dignità ed al lavoro degli architetti e ingegneri liberi professionisti che vivono esclusivamente di libera professione. Non bisogna dimenticare che, ad oggi, il fondo incentivante per i pubblici dipendenti è già riconosciuto per la programmazione e il controllo della spesa e delle procedure di gara, nonché per le fasi tecniche della direzione dei lavori e del collaudo. Il risultato – conclude Comodo – sarebbe un continuo peggioramento delle condizioni economiche e professionali dei liberi professionisti a fronte della possibilità, data ai pubblici dipendenti, di integrare il proprio già sicuro stipendio fino all’80%”.L’altro aspetto sul quale Fondazione Inarcassa esprime tutti i suoi dubbi sono le posizioni dell’esecutivo relative alla Centrale Unica di Progettazione, che rischia inevitabilmente non solo di restringere ulteriormente competenze e ruolo dei tecnici liberi professionisti, già in gravi difficoltà, ma anche di rallentare la macchina di esecuzione dei lavori pubblici.Infine, la Fondazione torna a sottolineare l’opportunità di considerare l’estensione del nuovo regime dei minimi (Flat Tax) anche alle strutture professionali associate, un passo necessario per evitare che gli attuali studi associati preferiscano la via dello scioglimento piuttosto che risultare escluse dal suddetto regime fiscale. L’estensione è un passaggio fondamentale per sostenere la competitività e la crescita dei professionisti in ambito nazionale e internazionale, specie se si considera l’aggregazione una vera e propria carta vincente nella sfida con i grandi gruppi internazionali. (Nicolò Marcon)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pil: Montanino (CsC), Reddito non aiuterà, servono cantieri in tutto il Paese

Posted by fidest press agency su domenica, 3 febbraio 2019

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) Pensare che le misure ‘bandiera’ della Manovra possano spingere la crescita verso l’1% nel 2019 “è un atto eroico”. Andrea Montanino, capo economista di Confindustria, dopo l’ingresso dell’Italia in recessione, stima che l’aumento del Pil quest’anno sia più vicino allo zero. “Non sono fiducioso”, dice all’agenzia Il Sole 24 Ore Radiocor, sull’impatto di Reddito di cittadinanza e ‘quota 100’ in chiave “espansiva”; mentre si dovrebbero subito “aprire cantieri in tutto il Paese” per rimetterlo in pista. “Nessuno va in recessione come noi – afferma – perché è vero che c’è un rallentamento in Europa e nel mondo, ma attenzione a dire che tutto dipende da quello, perché in Italia stiamo ampiamente peggio. Per raggiungere l’1% nel 2019 dovremmo crescere dello 0,5% già nel primo trimestre, ed è poco probabile”. La domanda interna “pesa moltissimo”, spiega, ma “la dimensione dei consumi è di mille miliardi l’anno, nella Manovra ci sono 11 miliardi per le misure principali, non sembra un numero significativo. Il Reddito ha un meccanismo complesso e prima che arrivi nelle tasche dei beneficiari ci vorrà del tempo, quindi non impatterà sulla prima parte dell’anno. In più abbiamo stimato che questa spesa riguarderà per una fetta significativa beni a basso valore aggiunto, quindi spesso importati”. Per quanto riguarda il Tfs, è probabile che non si trasformi in consumi, piuttosto in risparmio”. Invece “sbloccare le infrastrutture aiuterebbe moltissimo, anche il lavoro, le risorse ci sono”, dice.Montanino è meno preoccupato per i conti pubblici: “Siamo ampiamente sotto il 3% e questo è positivo. Non credo che si prospetti una manovra bis. Ma sarà importante la Legge di bilancio 2020 che parte già da 23 miliardi di clausole Iva da sterilizzare”. (fonte: Esclusive Radiocor – ilsole24ore.com)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cantieri per lavori stradali a Roma: appalti a passo di lumaca

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 settembre 2018

Roma. «Il problema dei tempi biblici di aggiudicazione delle gare d’appalto indette dal Campidoglio è dovuto spesso all’indisponibilità delle commissioni interne, composte da personale comunale sorteggiato. Il nocciolo della questione è che, con questo sistema, vengono estratti anche dipendenti o dirigenti privi degli idonei requisiti professionali, che si vedono poi costretti a rifiutare l’incarico». Lo ha reso noto Antonello Palmieri, presidente dell’associazione ROMANUOVA.«La legge sugli appalti stabilisce che le Commissioni composte da membri interni alle amministrazioni, sono ammesse fintantoché non venga istituito dall’Anac (l’Autorità nazionale anticorruzione) l’Albo dei commissari di gara. Assodato che le gare bandite dal Comune di Roma, e non aggiudicate, hanno raggiunto numeri record, la Sindaca dovrebbe urgentemente prendersi carico della questione e sollecitare l’Anac affinché istituisca l’Albo», ha sottolineato Palmieri. «Se le gare fossero aggiudicate in tempi rapidi, la città inizierebbe a respirare, dopo oltre due anni di immobilismo. A Roma si riprenderebbe a lavorare su strade e servizi, favorendo – tra l’altro – nuova occupazione», ha concluso Palmieri.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via obbligo tracciabilità rifiuti cantieri edili

Posted by fidest press agency su domenica, 4 dicembre 2016

Roma Campidoglio. Garantire la corretta gestione dei rifiuti provenienti da tutti i cantieri edili di Roma Capitale, pubblici e privati. Con questo obiettivo la giunta capitolina ha approvato una delibera che introduce, per tutti i progetti, l’obbligo di produrre un piano di gestione per i materiali di scarto con annessa indicazione degli impianti autorizzati al conferimento. Una volta terminata l’attività il direttore del cantiere dovrà quindi attestare, sotto la sua piena responsabilità, l’avvenuto smaltimento dei rifiuti in conformità al piano di gestione. “Si tratta di una misura che pone Roma Capitale all’avanguardia rispetto ai temi della tutela ambientale – sottolinea l’assessore alla Sostenibilità Ambientale, Paola Muraro – I rifiuti dei cantieri, sino a oggi, venivano infatti smaltiti abusivamente in circa il 60% dei casi. Noi mettiamo invece in moto una netta inversione di tendenza, assicurandone piena tracciabilità. Allo stesso tempo garantiamo un notevole impatto economico, in quanto recuperiamo risorse grazie alla lotta all’abusivismo e arginiamo la concorrenza sleale tra imprese. Nessuna attività metterà più in campo azioni truffaldine per liberarsi dei rifiuti, scaricandoli nei ribassi d’asta. Legalità e trasparenza si confermano così coordinate di riferimento di questa amministrazione”.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza nei cantieri

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2016

cantieri navaliSi è svolto ad Arezzo un Tavolo di Lavoro con ASL, Ispettorato del Lavoro ed INAIL promosso dalle rappresentanze di categoria tra cui ANCE AREZZO per Confindustria Toscana Sud dedicato al tema della sicurezza nei cantieri.
Ha sottolineato l’Architetto Igor Michel Magini come :” La sicurezza non possa essere solo un problema documentale, con il convegno di oggi abbiamo ribadito come le buone pratiche di sicurezza debbano passare inevitabilmente tramite un’attenta formazione attiva in cantiere. Questo è il vero perno che garantisce con effettività una sicurezza concreta a tutti le persone che interagiscano in un cantiere. E’ necessario inoltre una collaborazione positiva e costruttiva e preventiva tra tutti i soggetti privati e pubblici coinvolti nel tema sicurezza in cantiere. Non è nell’interesse di nessune una politica cieca e repressiva, la realtà va analizzata, tutelata, ma lo si può fare solo tutti insieme”.
Si è discusso quindi durante il confronto tra tutti i presenti di nuove strategie di intervento che, unite alle misure legislative varate e alle vaste azioni già in atto sul fronte della formazione, della prevenzione e dei controlli, siano in grado di agire a un livello più profondo.
Da sempre Ance si impegna quotidianamente per accrescere la cultura della sicurezza degli imprenditori e di tutti i soggetti che operano in cantiere, al fine di consentire alle imprese di operare in un tessuto competitivo sano e trasparente. Il seminario tenuto Arezzo ne è la testimonianza.
Si è sottolineato inoltre come un infortunio, oltre a essere un costo gravissimo in termini umani, è anche un costo economico per l’impresa. La non sicurezza può diventare un costo molto più gravoso e penalizzante per l’impresa.
Un tema così importante deve vedere tutte le parti coinvolte collaborare in termini concreti e positivi, solo così si possono ottenere risultati durevoli nel tempo e vere garanzie di sicurezza.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tav: le ricadute dei cantieri sul territorio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 marzo 2012

English: This is the NO TAV logo. Italiano: lo...

Potrebbe presto diventare permanente il tavolo di lavoro sulla Torino-Lione che stamani a Palazzo Cisterna ha riunito i parlamentari piemontesi, la Regione Piemonte, la Provincia e la Città di Torino. Gli obiettivi da raggiungere sono molteplici: innazitutto riaprire il confronto con i Sindaci della Valsusa disponibili a discutere; promuovere iniziative di informazione dell’opinione pubblica sui risultati tecnici del lavoro svolto negli ultimi anni dall’Osservatorio sulla Torino-Lione, presieduto dall’architetto Mario Virano; concretizzare in proposte di legge le compensazioni, gli sgravi fiscali ed i progetti di sviluppo per i territori interessati ai cantieri della TAV. “Dobbiamo superare l’attuale fase critica per l’ordine pubblico con iniziative che servano ad illustrare ai cittadini un progetto del tunnel di base e della stazione internazionale di Susa che è molto diverso da quello iniziale, sul quale si registrava la pressoché totale contrarietà degli amministratori locali valsusini. – ha spiegato al termine della riunione il Presidente della Provincia, Antonio Saitta – Dobbiamo stare molto attenti a non fornire gratuitamente occasioni di scontro a frange violente, che hanno una strategia precisa e raffinata. Dobbiamo invece cercare il dibattito con coloro che rifiutano la violenza e l’intolleranza e spostare la discussione sui fatti e dati concreti, che l’Osservatorio ci ha messo a disposizione. La decisa presa di posizione del Presidente del Consiglio, Mario Monti, ha spostato i termini del dibattito: i media rincorrono un po’ meno la cronaca delle contestazioni eclatanti ed iniziano ad occuparsi di analisi e dati concreti sulla necessità e sulla fattibilità del tunnel di base e della stazione internazionale di Susa. Si è aperta una fase nuova e dobbiamo coglierne le opportunità, mostrando la compattezza dei parlamentari e delle forze politiche”. Il Presidente Saitta ha poi ricordato che il Piano Strategico per i territori interessati ai cantieri della TAV prevede investimenti per 1,4 miliardi di Euro, che vanno incontro alle esigenze emerse nel confronto con i Comuni e le comunità locali che hanno partecipato ai lavori dell’Osservatorio. L’architetto Virano ha poi illustrato alcuni dettagli tecnici e le tempistiche per la realizzazione del tunnel geognostico di Chiomonte. Il Presidente dell’Osservatorio ha spiegato che il cantiere della Maddalena è stato completamente perimetrato e che occupa un’area di 7 ettari. Ai 63 proprietari interessati sono stati notificati l’acquisizione e l’utilizzo temporaneo dei terreni. Le operazioni preliminari all’inizio dello scavo dovrebbero protrarsi dall’inizio di aprile alla fine di maggio. Nel mese di giugno dovrebbe iniziare la prima fase di scavo, con i mezzi tradizionali, mentre nel prossimo inverno dovrebbe essere montata la “talpa” che scaverà per 7 Km il tunnel. Quando il tunnel di base sarà realizzato e funzionante, il tunnel geognostico avrà la funzione di uscita di sicurezza. Per quanto riguarda il tunnel ferroviario di base, completata la progettazione preliminare, è in corso quella definitiva, che dovrebbe concludersi a fine 2012. Seguirà una fase di valutazione (compresa la V.I.A.) e approvazione, che dovrebbe consentire di aprire i cantieri entro la fine del 2013. E’ prevista entro la fine del 2012 la costituzione della società mista italo-francese che assegnerà gli appalti per i lavori, con una severa attività di vigilanza per evitare infiltrazioni della criminalità organizzata negli appalti. In merito alla stazione internazionale di Susa, l’architetto Virano ha ricordato la partecipazione di ben 370 studi di architettura al concorso internazionale di idee. Entro fine anno saranno scelti i cinque finalisti. Sulla tratta Bussoleno-Avigliana i treni della TAV utilizzeranno la linea attuale per almeno i prossimi 30 anni. Per l’ulteriore tratta sino a Settimo Torinese sono in corso valutazioni da parte del Ministero dell’Ambiente. Il Presidente dell’Osservatorio ha poi sottolineato che l’approvazione del trattato italo-francese da parte del Parlamento italiano è preliminare alla discussione in sede di Parlamento Europeo sull’ipotesi di far salire dal 30 al 40% la percentuale di cofinanziamento comunitario delle grandi opere come la Torino-Lione. L’architetto Virano si è anche soffermato sull’esigenza di diffondere tra l’opinione pubblica i risultati delle analisi sul rapporto costi-benefici della Torino-Lione, condotte da esperti appartenenti a due diverse scuole di pensiero (pro e contro la TAV) sulla base di tre differenti scenari macroeconomici (dal più negativo a quello che prevede una ripresa nei prossimi anni). Infine Virano ha voluto fare un accenno sulla necessità di dare una sistemazione legislativa alle procedure di concertazione con il territorio in merito alle ricadute positive delle grandi opere pubbliche, sul modello francese del “Démarche Grand Chantier”. Nel suo intervento, il Sindaco di Torino, Piero Fassino, ha convenuto sul fatto che la presa di posizione forte del Governo a favore della Torino-Lione ha cambiato lo scenario, consentendo di riaprire il dialogo con quegli amministratori locali della Valsusa che non si riconoscono più in un atteggiamento di chiusura alla TAV pura e semplice. Fassino ha chiesto una ripresa del confronto con tutti i Sindaci disponibili a sedersi intorno ad un tavolo, fatta salva la premessa che sulla scelta di costruire il tunnel di base e la stazione di Susa non si torna indietro. L’Assessore regionale ai Trasporti, Barbara Bonino, ha sottolineato l’esigenza di garantire la legalità in Valsusa e fornire ai cittadini una informazione basata su fatti ed analisi concreti. L’onorevole Osvaldo Napoli (PdL) ha ricordato di aver presentato nel 2008 una proposta di legge per la concessione di agevolazioni fiscali alle popolazioni dei Comuni che saranno interessati dai cantieri. Stefano Esposito (PD) ha proposto di istituzionalizzare il confronto tra parlamentari ed Enti locali piemontesi, di coinvolgere in questo confronto gli amministratori valsusini ancora intenzionati a dialogare e di avviare iniziative di informazione della cittadinanza. Agostino Ghiglia (PdL) ha ricordato il malessere degli operatori turistici dell’Alta Valsusa, danneggiati dalle notizie allarmanti sulla situazione dell’ordine pubblico e della viabilità in Valsusa: un malessere che necessita di risposte da parte delle istituzioni. Giorgio Merlo (PD) ha ricordato il ruolo fondamentale che i parlamentari devono continuare ad avere a livello nazionale, in un momento in cui il Parlamento è chiamato a ratificare il trattato italo-francese. L’europarlamentare Vito Bonsignore ha espresso apprezzamento per la scelta di concentrare l’attenzione sul tunnel di base e sulla stazione di Susa, rinviando ad una fase successiva quella sulle tratte Bussoleno-Buttigliera e Buttigliera-Settimo. Inoltre ha assicurato l’appoggio del gruppo dei Popolari Europei al Parlamento di Strasburgo all’ipotesi di incrementare la percentuale di cofinanziamento dell’U.E. per le grandi opere. Anche l’europarlamentare Sergio Cofferati ha espresso sostegno al progetto del tunnel di base, ricordando che le scelte sull’ubicazione dei corridoi europei dei trasporti sono fondamentali per lo sviluppo economico futuro. Sul clima positivo che si è creato tra i parlamentari piemontesi, sulla necessità di comunicare quali positivi effetti la TAV potrà avere sullo sviluppo del territorio e sulla difesa della legalità si sono soffermati, tra gli altri, Davide Cavallotto (Lega Nord), Teresio Delfino (UDC) e Anna Rossomando (PD), mentre Mauro Marino (PD) ha chiesto che il tavolo parlamentari-Enti locali divenga permanente.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cantieri ridotti sulla rete di Autovie Venete

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 luglio 2011

Highways near Trieste, Italy

Image via Wikipedia

Pochi i cantieri attivi durante la prossima settimana (dall’11 al 15 luglio) sulla rete autostradale di Autovie Venete. Pochi e, per la maggior parte “mobili” , quindi con limitati disagi per il traffico. Ce ne saranno in A4 e A23, con chiusura temporanea della corsia di sorpasso, per consentire di completare i lavori di sfalcio e diserbo delle siepi centrali, nonché il rifacimento della segnaletica orizzontale. In questo caso i cantieri richiederanno una semplice riduzione temporanea della carreggiata. Sempre durante la prossima settimana, il casello di Portogruaro, sarà interessato da una serie di lavori (costruzione di una passerella di attraversamento) che coinvolgeranno, in fasi diverse, le piste di entrata e di uscita. Ancora in A28 corsia di marcia chiusa * per tutta la settimana- in entrambe le direzioni nel tratto Porcia Fontanafredda, per lavori sul ponte del rio Buion. Per quanto riguarda le previsioni del traffico per il week end compreso fra venerdì 8 e domenica 10 luglio, bollino rosso (ovvero traffico molto intenso), sabato 9 su tutta la rete, soprattutto sulla A4 Venezia-Trieste. L’incremento dei flussi, iniziato come sempre già da questa mattina, (venerdì 8), si accentuerà in serata, con possibili rallentamenti alla barriera di Trieste Lisert. Transiti in aumento anche sulla A23, Palmanova-Udine in direzione Palmanova. Per sabato, Autovie prevede un ulteriore incremento, in entrambe ledirezioni, con possibili rallentamenti, oltre che alla barriera di Trieste Lisert, anche ai ai caselli di Latisana, San Donà di Piave, San Stino di Livenza e Portogruaro. Traffico sostenuto pure sulla A23 in direzione Palmanova. Domenica 10 luglio, il maggior flusso si concentrerà in direzione Venezia, per i rientri dalle località turistiche, ma tutta la rete sarà interessata da un maggior flusso di veicoli, tipico delle giornate estive. Anche in questo caso, oltre al Lisert, saranno i caselli di Latisana, San Donà di Piave, San Stino di Livenza e Portogruaro ad essere più “sotto pressione”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nautic Show

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2011

«Vogliamo raggruppare tutti i cantieri dell’Adriatico e quelli del Tirreno, portare trenta o quaranta cantieri italiani al Nautic Show nel Porto Turistico di Jesolo, per una fiera di livello, efficace, orientata al mercato europeo, visitata da chi effettivamente ha interesse per la nautica». Sono le dichiarazioni che Angelo Carnevali, presidente del Consorzio Export Nautico di Ravenna e titolare dell’omonimo cantiere, ha rilasciato a poche ore dall’apertura del secondo fine settimana del salone nautico già eletto, dagli stessi cantieri, la vera alternativa italiana a Genova.
«Abbiamo bisogno di un luogo – continua Carnevali – nel quale i nostri cantieri abbiano la giusta visibilità, dove possano mostrare in modo compatto l’eccellenza italiana della nautica».
A questi cantieri, che sono il fiore all’occhiello dei nostri mari, il gran calderone di Genova ormai sta stretto: «Là ci sono produttori che con uno stand riempiono un intero padiglione e investono soldoni per fare spettacoli e manifestazioni: noi facciamo una fatica del diavolo a portare i nostri clienti che poi arrivan là, ci salutano e vanno a vedersi gli spettacoli degli altri. Investiamo tanto per non avere niente in cambio». Nautic Show ha invece dimostrato che focalizzando l’attenzione sul prodotto, proponendo un salone nel quale è possibile conoscere, confrontarsi, parlarsi, si ottengono risultati, anche economici, importanti. Dal Consorzio Export Nautico di Ravenna arriva una nota oltremodo positiva per il futuro del Nautic Show che, stando all’opinione dei cantieri, potrebbe diventare il luogo nel quale testare anche le strategie per affrontare i nuovi mercati, come il Brasile, l’India, la Cina. «Se facciamo gruppo faremo valere la nostra qualità anche all’estero» conclude Angelo Carnevali. Mentre Nevio Forcellini, di Enterprise Marine ribadisce: «Il Veneto, e il Porto Turistico di Jesolo in particolare, possono rappresentare la vera alternativa a Genova: il posto è bello, azzeccato. Può ancora crescere e migliorare, ma già così rappresenta il luogo ideale per sviluppare un grande salone per la nautica italiana che vuole confermare il suo valore a livello internazionale».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie venete: cantieri sospesi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2011

Cantieri sospesi dal 17 al 20 marzo sulla rete autostradale di Autovie Venete.  In concomitanza con la festività nazionale di giovedì 17 marzo, che si trasformerà in “ponte” per molti cittadini  la Concessionaria, per agevolare la circolazione, sospende gli interventi.  Traffico intenso è previsto già dal tardo pomeriggio di mercoledì 16, mentre giovedì 17 la circolazione dovrebbe essere scorrevole, anche perché non potranno transitare, dalle 8 alle 22, i mezzi pesanti. Traffico sostenuto, invece, nella giornata di venerdì 18, proprio per la ripresa del transito dei tir. Massima attenzione alla guida, quindi, soprattutto in prossimità della barriera di Trieste Lisert, dove sono partiti i lavori per dotare l’attuale casello di due nuove piste che porteranno a 9 (ora sono 7), complessivamente, le uscite in direzione Trieste. “Le fasi di lavoro e l’organizzazione del cantiere sono stati pianificati con la massima attenzione per ridurre il più possibile i disagi all’utenza – ha affermato  l’assessore regionale ai trasporti e vice-commissario per la Terza corsia Riccardo Riccardi al momento della consegna dei lavori all’impresa Deon di Belluno che si è aggiudicata l’appalto – ma le ripercussioni  sulla circolazione saranno inevitabili. Gli utenti, quindi dovranno portare pazienza ma soprattutto tanta attenzione anche nei confronti di chi opera in una situazione difficile”.  Il programma di attività prevede che i lavori si concludano entro giugno, compatibilmente con le condizioni atmosferiche, l’unica variabile impossibile da controllare. “Due piste in più in uscita – precisa il presidente di Autovie Venete Emilio Terpin – significa incrementare la capacità di smaltimento della barriera di circa 300 veicoli all’ora”.  Per sgomberare il campo da facili illusioni, però Terpin fa presente che “i tempi di attesa saranno più ridotti, ma ciò non significa niente code. I picchi di traffico che si verificano durante i week end estivi, con una media di transiti pari a 160 mila veicoli, contro i 110 – 120 mila delle giornate normali, inevitabilmente rallenta la circolazione”. Per rendere più confortevole il viaggio, Autove Venete, oltre ai lavori sul casello del Lisert, ha già avviato lo spostamento del Centro Assistenza Clienti, attualmente posizionato subito dopo la barriere, in direzione Trieste.   “Per fine maggio – annuncia Terpin – sarà pronto  il nuovo edificio,  in fase di costruzione nel piazzale dell’area di servizio di Duino Sud. Più funzionale e moderno rispetto a quello attuale,  attraverso il sottopassaggio pedonale, sarà accessibile anche agli  automobilisti che si fermano all’ area di Duino Nord (direzione Venezia)”

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma metro C: proseguono i lavori

Posted by fidest press agency su martedì, 15 marzo 2011

«Il cronoprogramma dei lavori della Linea C non ha subito alcuna modifica rispetto a quello comunicato due anni fa. Il tratto Pantano-Centocelle, quindi, verrà concluso entro febbraio 2012, il tratto Pantano-Lodi entro l’ottobre 2012 e il tratto Pantano-San Giovanni entro dicembre 2013. Lo slittamento temporale che si è registrato è dovuto alle normative tecniche – come quelle in materia sismica e in materia di terre e rocce da scavo – che il legislatore ha modificato dopo l’apertura dei cantieri, imponendo nuove opere a tutela dell’ambiente e dei cittadini, nonché alle numerosissime problematiche archeologiche emerse nelle stazioni Centocelle – Lodi e S. Giovanni. I lavori cantierati stanno procedendo speditamente: basti pensare che le talpe finiranno di scavare tutte le gallerie della tratta San Giovanni-Pantano a settembre 2011. Non solo: sono già stati consegnati a Roma Metropolitane tre nuovi treni che si trovano attualmente al deposito Graniti e dopo l’estate comincerà la fase di preesercizio a conferma dello stato dei lavori. Detto ciò voglio ricordare al centrosinistra che la realizzazione della Linea C è stata resa possibile dal finanziamento del 70% arrivato dal Ministero delle Infrastrutture guidato dal ministro Matteoli. La nostra è la politica dei fatti, che progetta e realizza le opere. Il resto sono solo chiacchiere». Lo dichiara l’assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Antonello Aurigemma.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie venete: cantieri autostradali

Posted by fidest press agency su sabato, 18 settembre 2010

Dopo la pausa estiva, sono ripresi a pieno ritmo i lavori sulla rete autostradale di Autovie Venete interessata da una serie di cantieri particolarmente impegnativi e lunghi, fra i quali gli interventi sul raccordo autostradale Villesse Gorizia che, nell’arco di circa due anni, sarà trasformato in autostrada vera e propria. Sul raccordo, attualmente, sono in fase di delimitazione le aree di cantiere Per consentire all’impresa di lavorare in sicurezza e ai veicoli di transitare anche in presenza dei lavori, infatti, dai primi giorni di settembre è in corso la posa delle barriere di sicurezza in calcestruzzo e di  speciali protezioni, in termine tecnico “palancole” (travi piane  utilizzate in edilizia e nei lavori pubblici per il contenimento di terreni; vengono infisse nel terreno una vicino all’altra in modo da formare una parete continua), in prossimità dei manufatti già esistenti, indispensabili per garantire l’effettuazione degli scavi. Tutti gli interventi, che richiedono la chiusura dei tratti di volta in volta interessati, saranno effettuati di notte, per ridurre i disagi alla circolazione.  Dalle ore 21,00 alle ore 6 del mattino, nel periodo compreso fra lunedì  20 e domenica 26 settembre, sarà chiuso al traffico il tratto Gradisca – Gorizia (rotonda di Sant’Andrea) in direzione Gorizia. Solo per una notte (fra lunedì 20 e martedì 21 settembre), sarà chiuso il tratto Gorizia (rotonda di Sant’Andrea) – Gradisca in direzione Villesse. Il tratto Gorizia (rotonda di Sant’Andrea) – Farra in direzione Villesse, infine, verrà chiuso nelle ore notturne da martedì 21 a domenica 26 settembre. Sull’autostrada A28, sono in dirittura d’arrivo i lavori di manutenzione dei giunti sul ponte del fiume Livenza. Entro venerdì 24 settembre, salvo problemi derivanti da condizioni metereologiche avverse, è prevista la conclusione dell’intervento.  A partire da quella data, verrà regolarizzata la viabilità sul tratto Sacile Est – Sacile  Ovest, attualmente in regime di scambio di carreggiata,  con il ripristino della normale circolazione. Sull’autostrada A23, proseguono i lavori per la costruzione dell’incrocio a livelli sfalsati fra la Strada Provinciale 89, all’altezza di via Verdi e la tangenziale ovest di Udine. Da venerdì 17 settembre, per i veicoli in uscita dal casello di Udine sud in direzione Via Verdi, sarà attivato uno scambio di carreggiata, la cui durata si protrarrà per circa 6-7 mesi. Tutti i cantieri saranno adeguatamente segnalati, ma Autovie Venete raccomanda agli utenti la massima prudenza: adeguare la velocità come indicato dalla segnaletica di avvicinamento , mantenere le distanze di sicurezza, non distrarsi evitando così brusche manovre, sono le regole indispensabili da seguire per garantire la propria sicurezza e anche quella di chi lavora.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie venete: cantieri attivi

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2010

Solo tre i cantieri attivi sulla rete autostradale questo fine settimana. Si tratta di lavori che non possono essere rinviati: il primo riguarda il completamento della potatura della siepe centrale
Sulla A28 Portogruaro Conegliano.  Il lavoro viene effettuato durante la notte (ad esclusione di quella tra il venerdì e sabato che è la più trafficata) dalle ore 21 alle ore 6 del mattino e comporta la chiusura delle corsie di sorpasso in entrambe le direzioni di marcia.
Sulla A57 tangenziale di Mestre, continua la demolizione di una vecchia corsia della A4 (adesso al di fuori dell’autostrada). E’ chiusa quindi, la corsia di sorpasso che dalla bretella d’innesto del Casello di Venezia Est porta in A4.Sulla A4 Venezia Trieste, prosegue la dismissione della vecchia barriera di Roncade.  I lavori, la cui conclusione è prevista per la fine del mese, necessitano di corsie a larghezza ridotta dal bivio con la A57 tangenziale di Mestre e S.Donà di Piave, sia in direzione Venezia che verso Trieste.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie venete: cantieri e previsioni traffico

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 giugno 2010

Ultimi cantieri aperti lungo l’autostrada prima dello stop estivo. Dal primo luglio, infatti,  rimarranno attivi solo i cantieri inamovibili e quelli legati a interventi d’urgenza. Per quanto riguarda questo fine settimana, nella notte tra domenica 27 e  lunedì 28  è in programma il passaggio di un trasporto eccezionale. Si tratta di una fresa, molto pesante  movimentata da un autoarticolato lungo 26 metri il cui ingombro complessivo è di 6 metri e 80, mentre il peso complessivo è di 96 tonnellate.  Il trasporto eccezionale entrerà a mezzanotte al casello di Latisana e proseguirà lungo la A4 Venezia-Trieste per poi dirigersi verso Tarvisio lungo la A23 a una velocità non superiore ai 40 chilometri orari. Possibili rallentamenti, quindi, potranno verificarsi lungo la tratta autostradale interessata. Prosegue la potatura della siepe centrale lungo la A4 Venezia-Trieste.
Questa settimana, il tratto interessato dai lavori, effettuati in orario notturno (dalle ore 21 alle ore 6 del mattino) è quello compreso tra Latisana e S. Giorgio di Nogaro in entrambe le direzioni. Il cantiere mobile, che in caso di criticità verrà sospeso, comporterà la chiusura delle corsie di sorpasso. Ancora in corso, sulla A4 Venezia-Trieste,  i lavori di dismissione della vecchia barriera di Roncade.  Dal nodo con la A57 tangenziale di Mestre a S.Donà di Piave, sia in direzione Trieste che in direzione Venezia, le corsie sono a larghezza ridotta. Lungo la A57 tangenziale di Mestre, infine, ancora attivo il cantiere per lo smantellamento di una vecchia corsia della  A4. Il cantiere comporta la chiusura della corsia di sorpasso della bretella d’innesto che, dal Casello di Venezia Est porta in A4. La carreggiata non più utilizzata e ora esterna all’autostrada, verrà dismessa entro la metà di luglio.
Primo fine settimana estivo e primo traffico “da vacanza” sulla rete autostradale di Autovie Venete, anche se gli spostamenti, come sempre, saranno influenzati dalle condizioni metereologiche, soprattutto per quanto riguarda i flussi diretti verso le località turistiche del Veneto e del  Friuli Venezia Giulia. Per venerdì 25 giugno, sulla A4 Venezia Trieste, in direzione Venezia (in mattinata) e in direzione Trieste (verso sera) è previsto flusso veicolare sostenuto (anche per l’arrivo dei turisti sloveni che in patria festeggiano l’indipendenza nazionale), che andrà intensificandosi ulteriormente sabato 26 giugno, lungo l’intera A4, in particolar modo in direzione  Possibili rallentamenti lungo i nodi  delle interconnessioni autostradali e in uscita alla barriera di Trieste Lisert e al casello di Latisana (in mattinata).  Incremento dei transiti anche sulla A23 Palmanova Tarvisio, soprattutto tra Udine Sud e il bivio con la A4, in entrambe le direzioni. Domenica 27 giugno, traffico locale intenso soprattutto nelle prime ore del mattino e nelle ore serali, con possibili rallentamenti ai caselli di San Stino di Livenza, San Donà di Piave, Latisana e alla barriera di Trieste Lisert.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piemonte: cantieri lavoro per disoccupati

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 giugno 2010

84 progetti, contro i 66 dell’anno scorso, che coinvolgeranno 989 persone (951 nel 2009): questi i dati relativi ai cantieri di lavoro per disoccupati. La delibera approvata oggi dalla Giunta provinciale dispone lo stanziamento di 350.000 euro di contributi. “La Provincia ha svolto una egregia azione di coordinamento – spiega l’assessore al Lavoro Carlo Chiama – raccogliendo un significativo riscontro. Nel 2009 avevano aderito un centinaio di Comuni, quest’anno siamo arrivati a 120. L’incremento è significativo, soprattutto perché il parere della Corte dei Conti, che attribuiva le spese per i cantieristi alla voce “personale” del Comune, confliggendo con il patto di stabilità, rischiava di penalizzare l’iniziativa. Invece c’è stato un nostro grande lavoro sul territorio, i Comuni si sono convinti e hanno risposto positivamente”. I cantieri apriranno entro settembre. Quest’anno inoltre per la prima volta, grazie ad altri due provvedimenti, apriranno 11 cantieri destinati a detenuti e disabili, che coinvolgeranno 33 persone. A carico della Provincia, per il coinvolgimento dei disabili, ulteriori 25.000 euro.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma bloccata dai cantieri

Posted by fidest press agency su sabato, 22 maggio 2010

“È all’ordine del giorno che tanti automobilisti si trovino imbottigliati per ore a causa dei cantieri che flagellano diverse zone di Roma. Dove sono coloro che dovrebbero supervisionare la nostra città?  Noi cittadini esigiamo e meritiamo rispetto”. Con queste parole Oscar Tortosa, vicesegretario per il Lazio dell’Italia dei Valori, commenta la notizia che vede i vigili urbani della Capitale poco presenti nelle strade. Questa situazione, fa sì che coloro che non rispettano il codice della strada parcheggino accanto alle transenne, in doppia fila o addirittura in tripla. Inoltre, a peggiorare questo stato di cose, vi è la mancata sorveglianza della polizia municipale nei cantieri, che creano pesanti ingorghi e interminabili code, specialmente nelle ore di punta. Un esempio, sono quelli sulla tangenziale Est in direzione Salaria, sul lungotevere Castello, zona Prati, dove ieri gli automobilisti hanno subìto grossi rallentamenti. Infine, vi sono i lavori in via Gioberti, che procedono da settimane nei paraggi della stazione Termini, dove i furgoni parcheggiati vicino a recinzioni e transenne occupano la metà della carreggiata, ostacolando il passaggio delle vetture. “L’Italia dei Valori persegue la legalità e la garanzia del rispetto delle regole – conclude l’esponente laziale del partito presieduto da Antonio Di Pietro – pertanto rivolgo un appello al sindaco, all’assessore di competenza e al capo dei vigili urbani affinché venga risolto al più presto questo stato di totale abbandono e di incuria per le vie della nostra città”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autostrade: Cantieri sospesi

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2010

Questo week end (da sabato 1 maggio a domenica 2) per la festività del Primo Maggio. A partire da venerdì 30 aprile, infatti, secondo le previsioni di Autovie Venete, l’intera tratta autostradale sarà interessata da un aumento del traffico turistico. Particolarmente intenso il flusso di veicoli in entrata alla barriera di Trieste Lisert (anche per la ripresa del traffico commerciale), soprattutto durante la serata di domenica 2 maggio. Si ricorda che il blocco dei mezzi pesanti inizierà venerdì 30 aprile dalle ore 16 alle ore 22 e continuerà nei giorni 1 e 2 maggio dalle ore 8 alle ore 22. I lavori, alcuni dei quali particolarmente impegnativi, riprenderanno da lunedì 3 maggio. Un secondo portale “passante”  verrà installato sulla rete di Autovie Venete nella notte tra  sabato 8 e  domenica 9 maggio. A4 chiusa, tra Redipuglia e Villesse (dalle ore 21 alle  ore 6 del mattino), in entrambe le direzioni  per i lavori di montaggio della nuova struttura. Sempre sulla A4, tra Portogruaro e Latisana, dalle ore 20 di venerdì 7 alle ore 14 di lunedì 10 maggio scambio di carreggiata sul ponte del fiume Tagliamento per i lavori di rifacimento della pavimentazione. Sarà chiusa la carreggiata in direzione Venezia e istituito il doppio senso in direzione Trieste. Proseguono i lavori al casello di S.Stino di Livenza, sulla A4,  per la realizzazione del sottopasso di collegamento con la strada provinciale 59. Il cantiere comporta il restringimento di carreggiata del piazzale di stazione. Tra Redipuglia e Trieste Lisert, sulla A4 in direzione Venezia, corsia d’emergenza ancora chiusa per la costruzione dei muri di contenimento della parete rocciosa.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »