Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘cantore’

“Michele Carelli, Cantore del Dolore”

Posted by fidest press agency su martedì, 14 Mag 2019

E’ disponibile in tutti i negozi, in streaming e nei principali store online, “Michele Carelli, Cantore del Dolore” , disco edito dall’etichetta pugliese Digressione Music (distribuzione Naxos) e nel quale sono raccolte le marce funebri n.1, 5 e 14 del compositore bitontino (1838 – 1911) nella toccante esecuzione dell’Orchestra Sinfonica di Fiati “Davide Delle Cese” Città di Bitonto, diretta dal maestro Vito Vittorio Desantis. Il titolo del disco rimanda alla definizione di “cantore del dolore” attribuita a Michele Carelli la cui intera esistenza fu segnata da giorni e anni segnati dall’amaro gusto della sofferenza i cui riflessi caratterizzarono il suo stile compositivo e la sua copiosa produzione artistica che abbraccia diversi generi musical ed in particolare le marce funebri che accompagnano i riti della Settimana Santa di Bitonto e rappresentano il vertice più alto del suo estro compositivo.
Il disco nasce a corollario di due anni di intense ricerche, nell’ambito del Progetto “Parole e Musica: dalla Cinquecentina al Manoscritto musicale”, finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, nel corso del quale il maestro Desantis ha trascritto per organico moderno le partiture originali di Michele Carelli, fornite dal prof. Nicola Pice, presidente della Fondazione De Palo-Ungaro, presso cui è custodita una parte considerevole della produzione carelliana. Il lavoro di trascrizione è stato indirizzato verso il rispetto delle partiture originali e della volontà del compositore, evitando interventi radicali che stravolgessero il contenuto del manoscritto.
L’album raccoglie nuove incisioni della “Marcia Funebre n.1 in FA minore”, composta nel 1880 e della “Marcia Funebre n. 14 in FA minore” del 1891 che si suppone siano state ispirate rispettivamente alla Prima ed alla Quattordicesima Stazione della Via Crucis. Quest’ultima, oltre ad essere la marcia più amata dal popolo bitontino, costituisce il punto di arrivo della produzione del maestro Carelli e quella a cui lui stesso era maggiormente affezionato. Accanto a queste due incisioni, l’album è impreziosito dalla “Marcia Funebre n.5 in Do minore”, composta nel 1883 e proveniente da una registrazione dal vivo effettuata nel corso della XV edizione del Concerto “Passionis Tempora”, tenuto dall’Orchestra presso la Cattedrale di Bitonto nel 2012, e ciò per fornire all’ascoltatore il suono tipico delle bande musicali del Sud-Italia evocando l’atmosfera che si percepisce durante la Quaresima. Ad impreziosire il disco è un corposo booklet contenente la guida all’ascolto del maestro Paolo Addesso, il contributo di approfondimento del maestro Vito Vittorio Desantis e le note biografiche di Luigi Sebastiano Lauta, nonché il dettagliato catalogo delle marce funebri e delle opere di Michele Carelli.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Capossela al concerto del primo maggio a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Mag 2010

Vinicio Capossela prenderà parte con una particolare performance live al Concerto del Primo Maggio in Piazza San Giovanni a Roma. Per Capossela è la terza partecipazione al concerto del Primo Maggio, la prima da protagonista centrale con un set di 40 minuti, nella quale ci sarà anche spazio per un omaggio a Renzo Fantini, il suo primo produttore, recentemente scomparso. Sul palco, insieme a Vinicio Capossela, ci saranno anche diversi ospiti tra i quali il cantore anarchico Enzo Del Re, il trombettista Roy Paci, il chitarrista Marc Ribot e la cantante Ginevra di Marco  (Targa Tenco 2009 come migliore interprete), coinvolta in un omaggio a Matteo Salvatore, definito da Vinicio “il più grande cantore dello sfruttamento della civiltà contadina”. Per Vinicio Capossela, partecipare al concerto del Primo Maggio significa essere vicino al tema del lavoro in un’epoca in cui “..il primo articolo della Costituzione è messo in discussione e la nostra Repubblica sembra essere fondata sulla speculazione finanziaria più che sul lavoro”. (http://www.facebook.com/WARNERMUSICITALY) (capossela)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Confiteor: il cantore del silenzio

Posted by fidest press agency su sabato, 2 gennaio 2010

Sono stato il cantore del silenzio,
della parola mai proferita,
contentandomi di un fiasco di vino e del pane secco;
cercando il succo di un frutto migliore
nella borraccia di un pellegrino;
contento di una fetta di azzurro
e del mattinale tripudio dei bambini;
della luna ormeggiata nel suo angolo di cielo;
del trascorrere del tempo,
dolciastro come le more selvatiche.
Ho tentato, invano, di prestare la mia voce
a quanti erano condannati a restare muti.
La giovanile esuberanza
tingeva la mia vita di illusoria eternità.
Ora una cascata di anni
genera la foce di tutte le mie utopie,
che scivolano nell’alveo di una vita intera,
per generare un dedalico estuario
articolato in mille delusioni.
Il rastrello della memoria rimuove i ricordi
che credevo sepolti sotto cumuli di gramigna,
per ridare loro nuova linfa,
e rinnovare, dentro di me, l’itinerario di una mai sopita sete.
Nella mia mente non c’è spazio per i ricordi,
emergono solo nostalgici rimpianti.
L’ansia travolge il quotidiano,
l’ignoto mai vissuto
monta su slitte trainate dai sogni,
mentre solari momenti squarciano le nubi tumultuose,
concedendo spazio a nuove illusioni.
La storia che si conferma è solo quella scritta dai vincitori,
che si trasforma nella deriva senza meta di ogni valore  umano.
Il silenzio dei vinti  è una condanna senza appello
che si ricollega a tante altre condanne,
transitate nelle pagine dell’oblio di una storia mai scritta.
La cronaca della violenza, della sopraffazione
della legge del più forte, non finisce mai di finire.
Il tempo scandisce impietoso quotidiane litanie
di un itinerario ripetitivo che divide per sempre
il popolo dei vincitori da quello dei vinti.
Un attimo diventa un’ora, un giorno, un anno…tanti anni,
tutto torna alla mente e riconduce alla memoria storica
di quel passato che si materializza
in una torre inespugnabile
dove il popolo dei vinti ritrova le sue origini e la sua identità.
Solenne mediocrità di tarlati ricordi,
inutile ricerca di una genesi
che si è perduta
nello scempio della sconfitta.
(Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Domenico Purificato: Opere su carta (1960-1984)

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

purificatoMilano fino al 4/12/2009 Via Brera 28, Accademia di Belle Arti di Brera L’Accademia di Belle Arti di Brera rende omaggio alla figura di Domenico Purificato (Fondi-Latina 1915/Roma 1984) nel 25°anniversario della scomparsa, con una mostra di opere su carta che documentano le fasi significative del suo linguaggio figurale. Questa esposizione si pone nell’ambito di una serie di mostre e di convegni di studio in Italia e all’estero in cui la storia creativa dell’artista viene affrontata nel contesto dell’arte del secondo -900 ponendo in evidenza il ruolo di interprete e cantore visivo della civiltà contadina italiana non ancora modificata dalle forme del consumismo.  Muovendosi inizialmente nell’ambito della Scuola Romana con particolare sensibilità per il genere del ritratto Purificato coltiva in seguito un costante interesse per il rapporto tra pittura, cinema e arti sceniche che lo porta a realizzare scenografie cinematografiche, teatrali e televisive. Attento alla poetica neorealista Purificato ne sviluppa l’aspetto evocativo con un’interpretazione figurale fatta di toni lievi e popolani che rivelano la sua inclinazione verso i valori umani e spirituali, lirici e poetici.  Attraverso un gruppo di 30 fogli scelti tra il 1960 e il 1984 ( chine, sanguigne, tempere e tecniche miste) vengono proposti alcuni temi ricorrenti del suo immaginario, dai volti di donna alle coppie di fidanzati, dalle figure di apostoli a quella dei cardinali, dai galli ai gabbiani, fino alle diverse rappresentazioni di Pulcinella, personaggio particolarmente caro all’artista, emblema della sua sintesi espressiva.  L’impegno artistico di Purificato e’ affidato anche a diversi saggi sulla storia della pittura e a testimonianze di carattere autobiografico come -I colori di Roma- ( 1967), libro di ricordi dove sono raccolte le esperienze vissute nell’ambiente romano. Significativa e’ anche l’attività didattica come docente di pittura all’Accademia di Belle Arti di Milano che ha diretto dal 1972 al 1980.  La mostra e’ stata possibile grazie alla collaborazione con l’Associazione di Promozione Culturale Domenico Purificato con sede in Roma. (purificato)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »