Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘capelli’

Mostra Elliott Erwitt: i cani sono come gli umani, solo con più capelli

Posted by fidest press agency su domenica, 15 luglio 2018

Treviso, Casa dei Carraresi, 22 settembre 2018 – 3 febbraio 2019 A cura di Marco Minuz.Vernice per la Stampa: 21 settembre, ore 12. Orari apertura: da martedì a venerdì: 10 – 18 sabato, domenica e festivi: 10 – 20. Nel corso della mostra sono in programma eventi dedicati al tema, con il coinvolgimento delle principali realtà territoriali del territorio.La mostra intitolata Elliott Erwitt: i cani sono come gli umani, solo con più capelli, curata da Marco Minuz, raccoglie una straordinaria selezione di fotografie dedicate a questo tema. In un percorso che spazia dagli anni cinquanta fino ai giorno nostri e che documenta la profondità e l’acutezza del lavoro fotografico di Erwitt su questo specifico tema. Le sue sono tutte immagini realizzate dal punto di vista dei cani. Spesso il fotografo pone il suo obiettivo ad altezza di cane, lasciando ai suoi padroni, il solo spazio di un piede o dei polpacci. I cani sono tra i soggetti più amati dal fotografo. Non perché egli ne sia particolarmente affascinato (come lui sostiene), ma perché con il loro atteggiamento naturale e irriverente, fungono da perfetto contraltare alla pomposità ed alla ricercata compostezza dei loro padroni. E soprattutto, a differenza degli uomini, non hanno la pessima abitudine di pretendere una stampa delle foto che viene loro fatta! Il titolo, tratto da una sua dichiarazione rilasciata in un’intervista, è già una guida per questa mostra che vuole essere un’opportunità per analizzare, con ironia e a volte cinismo, l’essenza profonda di questa ricerca che, attraverso il quadrupede peloso, mira all’essere umano.
Molte di queste immagini sono buffe e ritraggono animali che saltano o si mostrano sorpresi. Pose che sono ottenute, a volte, da Erwitt con un metodo preciso, ovvero suonando, poco prima di fotografare, una trombetta che spaventava i cani. Oppure, ricorrendo ad un unico forte latrato, emesso dallo stesso fotografo, che scatena la reazione dei cani che, all’improvviso, saltano, abbaiano, ringhiano, consentendogli di coglierli nella loro naturalezza. Escono così immagini di forte spontaneità, che fissano l’espressione animata degli animali. Nelle fotografie di Erwitt non c’è un’attenzione particolare per il paesaggio; il suo occhio s’indirizza alla figure umane e sugli animali, per lui riflessi inconsapevoli delle abitudini degli uomini.
Erwitt è nato nel 1928 in Francia da una famiglia di emigranti russi. Ha trascorso la sua infanzia in Italia, sino al ritorno in Francia e poi al definitivo trasferimento negli Stati Uniti ed in particolare a New York. Nel 1953 entra a far parte della celebre agenzia fotografica Magnum Photos.
E’ universalmente annoverato tra i grandi maestri della fotografia mondiale di tutti i tempi. Il suo stile inconfondibile, caratterizzato dal bianco e nero e dal carattere ironico, è sempre mosso da un unico grande dogma: l’osservazione acuta della realtà circostante. Molte delle sue foto appartengono oramai al patrimonio visivo del secolo scorso. Celebri i suoi ritratti a personaggi storici come Marylin Monroe.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terapia contro la caduta dei capelli

Posted by fidest press agency su domenica, 24 luglio 2016

capelliGrazie alla ricerca eseguita al Mammalian Cell Biology and Development Laboratory della Rockefeller University, e pubblicata su PNAS, è stato individuato il ruolo delle cellule staminali nella terapia contro l’alopecia. In primis, è stato identificato lo stato di quiescenza delle cellule staminali presenti nel bulbo pilifero che, a differenza di quelle presenti in organi come la pelle o l’intestino che sono perennemente attive, determina una fase stallo nel processo rigenerativo del capello.
Si è costatato, inoltre, che lo stato dormiente delle cellule staminali presenti nel bulbo può essere interrotto, e quindi può essere attivata un’azione di ricrescita del capello, mediante l’impiego di cellule staminali mesenchimali prelevate, ad esempio, dal grasso. L’azione che le cellule staminali mesenchimali compiono, una volta iniettate nello scalpo, è definita “paracrina”, ed è una delle tre funzioni, insieme a quella rigenerativa e immunomodulante, che rendono queste cellule particolarmente efficaci ed attraenti per tutto il mondo scientifico. L’azione paracrina è costituita dall’emissione di un segnale chimico di attivazione che viene inviato dalle nuove cellule staminali mesenchimali iniettate nel derma a quelle già residenti e dormienti.Il segnale chimico che induce l’attivazione le cellule dormienti si ottiene grazie alla secrezione di fattori di crescita e citochine rilasciati all’interno dei tessutiuna volta che le cellule staminali mesenchimali sono state somministrate nelle zone calve.
Le staminali che rigenerano i capelli risiedono fisiologicamente nell’Area di Bulge, una zona anatomica che si trova di sotto il muscolo erettore del pelo. E’ un vero e proprio serbatoio di cellule staminali che, al termine di ogni ciclo, nella fase Catagen, sotto lo stimolo di particolari segnali biochimici, migrano verso la papilla dermica per dare luogo a un nuovo capello.
Questo ‘deposito’ è il vero ‘segreto di giovinezza’ della chioma: si è visto, infatti, che anche se viene distrutta una papilla, ma si lascia integra l’area di Bulge, le staminali in essa contenute sono in grado di differenziarsi, mentre se ad essere distrutta è la nicchia di staminali, quel follicolo non produrrà più capelli.
Le cellule staminali mesenchimali prelevate dal tessuto adiposo (ADSCs) sono le più adatte a svolgere l’azione di “risveglio” di quelle già presenti nell’area di Bulge in quanto, oltre ad avere le adeguate caratteristiche funzionali, si ottengono facilmente da un piccolo prelievo di grasso di soli 10-20cc. La procedura prevede che le cellule staminali del grasso vengano riutilizzate sulla stessa persona da cui sono state prelevate dopo estrazione, coltura ed eventuale crioconservazione.
Queste cellule, una volta iniettate nello scalpo, diventano un’inesauribile sorgente difattori di crescita e citochine che vengono continuamente rilasciate nell’ambiente circostante andando a stimolare ed attivare le capacità rigenerative delle staminali che erano già presenti nel Bulge. In passato, hanno tentato invano di riprodurre la funzione delle staminali usando i fattori di crescita ricavati dalle piastrine del paziente dopo un processo di centrifugazione del sangue periferico, ma si trattava di un prodotto biologicamente diverso dalle staminali e dotato di una vita che si esauriva nel momento stesso in cui il prodotto veniva utilizzato. I risultati dello studio realizzato dalla Rockefeller University, inoltre, confermano quelli in precedenza pubblicati sulla rivista Eplasty da Fukuoka e Suga che hanno trattato l’alopecia androgenetica isolando ed iniettando settimanalmente nello scalpo i soli fattori di crescita secreti durante la coltura dalle cellule staminali del tessuto adiposo, ottenendo risultati particolarmente significativi (un aumento in media di 29 nuovi capelli nei maschi e 15,6 nelle donne, nella zona misurata prima del trattamento).
L’uso diretto delle cellule staminali, anziché dei soli fattori di crescita, evita l’iniezione settimanale e gestisce la somministrazione fisiologica degli stessi per tempi prolungati generando risultati più importanti e duraturi. Le cellule staminali del grasso, unite ad un medium condizionato portato a destinazione, rilasciano numerosi fattori di crescita (GF vascolare-endoteliale, GF piastrinico, IGF 1 ecc.). Per essere utilizzate devono essere isolate e coltivate in una Cell Factory dotata di standard di qualità molto alti che ne garantisca la sicurezza del successivo impianto. Le cellule umane non sono infatti sterilizzabili, e questo rende necessarie procedure ed ambienti che garantiscono la sterilità dal prelievo del grasso fino all’impianto delle cellule estratte ed espanse.In Italia l’unica Cell Factory che è in grado di rendere utilizzabili le cellule del grasso per il trattamento dell’alopecia è Bioscience Institute che è situata in San Marino e che da non molto si è replicata anche negli Emirati Arabi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Per amore dei capelli”

Posted by fidest press agency su domenica, 15 maggio 2011

Roma 17 maggio alla Libreria Feltrinelli di via del Babuino ci sarà la presentazione del libro di Dina Azzolini “Per amore dei capelli” di (Baldini Castodi Dalai). Insieme all’autrice interverranno Rita Cenni, Gabriele Cremonini e Tarshito Possiamo definire Dina Azzolini “la parrucchiera ecologica” che da anni porta avanti la sua “crociata” per liberare le donne dalla schiavitù dell’artificio per essere belle. Non tinge, non fa permanenti, usa solo metodi e prodotti naturali. E ha uno stuolo di clienti che sfoggiano con tranquillità una chioma bianca. Nel suo libro racconta la sua vita interessante e avventurosa a contatto con il mondo della moda e dell’arte a cavallo tra gli anni Sessanta e i Novanta, la sua conversione al naturale e spiega la sua “filosofia del capello”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il linguaggio dei capelli in Africa

Posted by fidest press agency su martedì, 12 ottobre 2010

Udine Mercoledi 13 ottobre 2010 Ore 20.00 presso la Tipografia Doretti Via Artico di Prampero, 7 L’Associazione Onlus “La Parola alla Seconda Generazione” Presenta Il libro di Mah Aissata Fofana “Il linguaggio dei capelli in Africa” Capelli, treccine, pettinature, seduzione!! Prefazione di Roberto Siagri Moderatore Gianpaolo Carbonetto Giornalista del Messaggero Veneto Nel corso della serata ci sarà una sfilata di acconciature africane a cura del Salone TropicSpora di Trieste  (Edizioni Segno Tipografia Dorett)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Arte, moda e fantasia nei capelli

Posted by fidest press agency su sabato, 14 agosto 2010

Orsogna (Chieti) dal 15 al 22 agosto prossimi mostra presso il Centro Polivalente L’acconciatore è un artigiano: con le sue mani sa trasformare il capello, un piccolissimo dono della natura, in un’opera d’arte unica. Lo dimostrerà il viaggio per immagini allestito dal 15 al 22 agosto prossimi nel Centro Polivalente di Orsogna  proporrà foto, ma anche singolari acconciature presentate, su testine, durante i campionati mondiali del settore. La rassegna resterà aperta tutti i giorni: dal 15 al 17 agosto dalle ore 17.30 alle 24; dal 18 al 21 agosto dalle ore 21 alle 24 e, domenica 22 agosto, dalle ore 18 alle 24. «E’ un viaggio – spiega l’acconciatore Vincenzo Ceccarossi, il quale ha curato l’iniziativa insieme ad altri operatori di Orsogna – che parte un semplice capello e arrivare a capigliature da 100-150mila capelli, di colori e forme diversissimi: ricci, ondulati, lisci, rossi, neri, castani, biondi. Ogni capello è diverso dagli altri: la sua vita è breve, cinque o sei anni al massimo. Mostreremo il lavoro dell’acconciatore, la passione che porta a creare acconciature bellissime e a diventare campioni del mondo».

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Capelli sfibrati e inariditi dal sole?

Posted by fidest press agency su martedì, 6 luglio 2010

Mare, sole e afa in estate stressano le chiome già provate da un intero anno di smog e traffico cittadino, perché quest’anno al rientro in città non far partire la remise en forme proprio dai capelli? I Provenzali, storico marchio genovese leader nella cosmesi naturale, suggerisce il Karitè, come alleato speciale per far tornare i capelli forti e lucenti.
L’albero del Karité è una pianta africana già conosciuta nell’antichità come Albero della Giovinezza e della Salute che produce una noce dalla quale, attraverso un complesso e laborioso processo di macerazione, si ottiene un unguento (o burro) le cui proprietà sono da secoli riconosciute dalle popolazioni africane, che da sempre lo utilizzano per nutrire la pelle e proteggerla dal sole e dagli agenti atmosferici. I Provenzali propone una completa gamma ricchissima di questo ingrediente naturale, con prodotti piacevoli e realmente efficaci per la cura di tutto il corpo.
L’utilizzo del Burro di Karité per la cura del capello ha radici molto antiche tra le popolazioni del centro Africa, dove l’Albero del Karité cresce spontaneo. La Noce del Karité è naturalmente ricca di sostanze utilissime non solo alla bellezza della pelle, ma anche alla salute ed alla cura di cute e capelli.  Tre prodotti perfetti per la cura del capello, parole d’ordine autunno 2010: riequilibrare, nutrire e proteggere!  Ogni singolo articolo è stato sottoposto ai Test su Nichel, Cromo e Cobalto, per una perfetta tollerabilità cutanea.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »