Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘caporetto’

Manovra. Urso (FdI): Caporetto del governo in Europa

Posted by fidest press agency su domenica, 16 dicembre 2018

“Questa è la Caporetto del governo Conte, è necessario un cambio immediato di governo per evitare la disfatta. Serve una nuova linea del Piave, che questa maggioranza succube sul piano economico di Cinque Stelle non può certo predisporre”: è quanto ha rilevato ai microfoni di SkyTg24 il senatore di Fratelli d’Italia, Adolfo Urso, responsabile Impresa e Attività produttive di Fratelli d’Italia, denunciando “la resa senza condizioni del governo ai diktat della Commissione e soprattutto ai piani di riforma che l’asse Parigi-Berlino ha imposto che pregiudicano il futuro dell’Italia. Il governo Conte non ha subito solo una pesante sconfitta, arretrando su tutta la linea della manovra economica, costretto di fatto a rinunciare a reddito di cittadinanza e riforma Fornero, che si ridurranno a misure tampone di sapore meramente elettorale, per tentare di salvare almeno la parvenza delle sue misure simbolo; nelle conclusioni del Consiglio Europeo ha ceduto su tutti i fronti, con un ignobile baratto che condanna l’Italia ad un ruolo marginale in Europa. Il governo Conte ha infatti accettato che il Fondo Salva Stati diventi anche una rete di sicurezza per le banche dei paesi del Nord Europa, ha subito una riforma che rende meno appetibili i titoli pubblici italiani, ha accettato che il nuovo bilancio della zona euro finanzi solo i Paesi che sono in regola con i vincoli europei (e quindi non l’Italia), ha rinunciato alla richiesta di garanzia europea sui depositi, già prevista dall’Unione Bancaria, ha addirittura rinunciato alla ricollocazione dei rifugiati nella UE. Una resa su tutta la linea, una disfatta di cui si parla poco ma che peserà moltissimo sul futuro dell’Italia, ipotecando i nostri prioritari interessi nazionali”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

1917-2017 Caporetto battaglia e protagonisti

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 dicembre 2017

Roma Lunedì 4 Dicembre 2017, ore 11:00 Scuola Lettere Filosofia Lingue – Aula D Via del Valco di San Paolo 19. In occasione del centenario della battaglia di Caporetto, grazie al grande patrimonio documentaristico della Videoteca del Dipartimento di Studi Umanistici, in collaborazione con l’Associazione culturale biblioteca “Lorenzo Lodi” onlus – Storia Memoria Ricerca e l’Associazione Nazionale dei Fanti presentano: “1917-2017 CAPORETTO battaglia e protagonisti”.
Cav. Marco Lodi, Responsabile VideoTeca DSU Introduzione
Dott. Cap. Marco Pasquali Vice Presidente Nazionale Associazione del Fante Caporetto cento anni dopo
Prof. Paolo Carusi Storia dei movimenti e dei partiti politici (Univ. Roma Tre) Lo “shock” di Caporetto sull’opinione pubblica italiana […] L’Italia, a causa del malumore interno crescente e della scarsa efficacia dei piani strategici di Cadorna, dopo due anni e mezzo di guerra è sul punto di vacillare. Proprio in questo difficile frangente gli austriaci e i tedeschi sferrano il 24 ottobre 1917 una poderosa offensiva. È la vigilia delle drammatiche giornate di Caporetto. E’ necessario prenotare (posti limitati)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La caporetto del fascismo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2011

Di Giuseppe Meneghini Prefazione di Arrigo Petacco Il 21 luglio 1921 una spedizione di qualche centinaio di squadristi aggredì alle prime luci dell’alba Sarzana, la cittadina della Lunigiana retta da un’amministrazione socialista, unica a resistere alle infiltrazioni guidate dal ras carrarese Renato Ricci. Gli uomini di Amerigo Dumini, futuro assassino di Matteotti, vennero bloccati alla stazione da un drappello di carabinieri e soldati. Nello scontro a fuoco morirono sei fascisti e un soldato, mentre gli squadristi fuggirono terrorizzati verso le campagne, dove contadini e arditi del popolo in armi ne uccisero altri sei. Raccogliendo documenti e fotografie inediti e le testimonianze dei protagonisti, il volume ricostruisce gli eventi di quei giorni e gli stati d’animo di chi li ha vissuti, raccontando come Sarzana il 21 luglio 1921 divenne una vera e propria «Caporetto del fascismo». Pagine 304 (testo: 290 + inserto: 1/14) Euro 17,00 Codice 14248J EAN 978-88-425-4737-2

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La “Caporetto” di Fini

Posted by fidest press agency su martedì, 7 settembre 2010

«Più si digeriscono le parole di Fini declamate con fervore ed una buona dose di retorica a Mirabello e più si comprende quanto sia vicino l’appuntamento di Caporetto». Lo ha detto l’on. Razzi, a 24 ore dal discorso di Ganfranco Fini a Mirabello. Le tappe topografiche del Presidente – ha detto Razzi- segnano un viaggetto assai sintomatico quando a Fiuggi spense il lumicino sul simbolo dell’MSI  e si recò subito dopo in pellegrinaggio a Gerusalemme, a Roma la diluizione di Alleanza Nazionale con Forza Italia, a Mirabello il rigurgito tardivo di onestà istituzionale nei riguardi del paese, ma mi dispiace dirlo, la prossima tappa sarà Caporetto». L’allegoria prevede la disfatta del leader primo discepolo di Almirante «vivendo all’estero tasto il polso di italiani esenti da contaminazioni “italiane” nel significato peggiore del termine. All’estero abbiamo sopportato è vero molte vessazioni ma abbiamo imparato anche a correggere tendenze troppo libertine- continua- ecco perché questa gente sente sempre più grave e pesante la disaffezione e la delusione per i fatti italiani». La preoccupazione fondata dell’on Razzi è tutta nell’immagine e nella reputazione del governo italiano nei riguardi delle maestranze straniere «quando un cittadino svizzero mi dice di vergognarmi come italiano per quanto avviene in Italia, rispondo facendo nomi di personalità che hanno segnato la storia di questo paese, di gente onesta con un senso del dovere inappuntabile e con condotte di vita specchiatissime ed illibate. Oggi è Antonio Di Pietro quello che a spada tratta denuncia le storture degli andazzi truffaldini odierni portando le ferite ancora sanguinolente sulla propria pelle. Lo dico con senso di profonda gratitudine e con cognizione di causa, l’Italia dei Valori rappresenta ciò che dobbiamo essere in politica, una reputazione che da sola basta a garanzia, altro che Presidente Fini. Non me ne voglia il buon Gianfranco si renda artefice di aprire ufficialmente la crisi, metta in ginocchio il governo che ha contribuito a mettere su e si ritiri a vita privata- ha concluso Razzi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »