Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘car sharing’

Numeri in crescita per il Car Sharing a Lungo Termine

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 agosto 2020

SHARE NOW guarda indietro ad un anno di successo nel car sharing a lungo termine. Dall’agosto 2019, infatti, l’operatore leader europeo del car sharing a flusso libero offre anche la possibilità di noleggiare un’auto in condivisione fino ad un massimo di 30 giorni consecutivi. I numeri dimostrano che, grazie a questa offerta, SHARE NOW ha soddisfatto i bisogni dei suoi clienti: in Italia, le prenotazioni dei pacchetti giornalieri sono aumentate del 160 percento e la soluzione di noleggio acquistata più frequentemente è il pacchetto da 1 giorno.In tutta Italia, ogni settimana viene percorsa una distanza totale di circa 150.000 chilometri utilizzando esclusivamente il car sharing a lungo termine. Rispetto all’anno precedente, la media dei chilometri percorsi per noleggio è aumentata in Italia del 26 percento. Nel dettaglio per città, la media è cresciuta soprattutto a Roma (+34%), seguita da Milano e Torino che registrano entrambe un +24%.Anche la durata media del noleggio a lungo termine è cresciuta del 128 percento rispetto al 2019 in Italia. La città di Roma si attesta sempre al primo posto con un aumento del 166 percento, ma anche ai clienti di Milano e Torino piace percorrere viaggi più lunghi: qui l’aumento è rispettivamente del 94 e del 107 percento. Il car sharing a lungo termine è oggi disponibile in 15 città d’Europa e permette di viaggiare in totale libertà, anche fuori dall’area operativa, per un periodo massimo di 30 giorni. Un’ulteriore funzione, la cosiddetta prenotazione anticipata, rende il car sharing di SHARE NOW ancora più flessibile: i clienti, infatti, possono prenotare gratuitamente il veicolo desiderato con massimo 45 giorni di anticipo, fissando luogo e orario per il ritiro dell’auto, che potrà quindi essere consegnata anche a domicilio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Coronavirus: crisi del car sharing

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 Maggio 2020

“Abbiamo chiesto al Comune di Roma di sospendere in questa fase di emergenza in cui i consumi di car sharing si sono ridotti del 90% il pagamento dei canoni (1.200 euro l’anno) sostenuti dagli operatori per ogni singola auto. La risposta è stata negativa.
A parole Governo e amministrazioni locali proclamano il proprio sostegno alla sharing mobility, nei fatti non fanno nulla per sostenerla e anzi la ostacolano. Senza un adeguato supporto a livello nazionale e locale, gli operatori di sharing saranno inevitabilmente costretti a rivedere la propria presenza sul territorio”. E’ questo il commento di ANIASA, l’Associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità, all’audizione nella Commissione del Comune di Roma

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Emergenza Coronavirus: le attività di autonoleggio e car sharing non si fermano

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 marzo 2020

Non si fermano le attività di autonoleggio e car sharing. Secondo quanto indicato nell’ultimo Decreto firmato dal Presidente del Consiglio che aumenta la stretta sulle attività produttive ritenute non strettamente necessarie, le attività di noleggio veicoli restano aperte.La precisazione arriva dall’ANIASA, l’Associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità, che evidenzia come nel testo finale del Decreto non venga indicato esplicitamente il noleggio tra le categorie esentate dallo stop esclusivamente perché già autorizzato dal precedente provvedimento firmato dal Presidente Conte.In questa fase di emergenza, nel rispetto di tutte le indicazioni necessarie per contenere la diffusione dell’epidemia, le aziende del settore continuano quindi a offrire i propri servizi per assicurare la mobilità di quanti necessitano, in queste fasi critiche, di spostarsi per improrogabili motivi di lavoro. Ricordiamo, inoltre, il ruolo svolto in particolare dai numerosi furgoni in noleggio che garantiscono l’ultimo miglio per la distribuzione di prodotti alimentari, farmaceutici e di prima necessità. Per farlo in sicurezza le imprese hanno rafforzato ulteriormente le procedure che garantiscono l’igienizzazione dell’abitacolo tra un noleggio e l’altro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Roma: Car-sharing gratuiti ai medici

Posted by fidest press agency su martedì, 24 marzo 2020

Roma. “Ringraziamo la sindaca di Roma, Virginia Raggi, per aver accolto il nostro appello sulla difficolta’ da parte del personale sanitario, impegnato in questa emergenza, che non ha mezzi propri per tornare nella propria abitazione. Bene quindi il Car sharing gratuito per i medici, che va a superare il problema della chiusura dei servizi pubblici dopo le 21”. È il commento rilasciato all’agenzia Dire dal presidente dell’Ordine dei Medici di Roma, Antonio Magi, interpellato in merito alla delibera approvata dal Comune di Roma che mette a disposizione, gratuitamente, 100 auto del Car sharing ai medici capitolini.
Le auto saranno a disposizione, da oggi fino al 3 aprile, per gli operatori sanitari impegnati in particolare nel contrasto dell’epidemia di Coronavirus, quindi di chi lavora negli ospedali Covid e nei reparti di Terapia intensiva.
“Auspichiamo ora di aprire un tavolo di lavoro con il Comune di Roma – prosegue Magi – che segua gli sviluppi dell’epidemia nella Capitale e che abbia come obiettivo quello di monitorare, oltre ai Covid Hospital, anche le altre strutture sanitarie che ospitano i malati senza Coronavirus, che sono la maggioranza – conclude – e che devono essere seguiti”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Auto: arrivano le buone regole del car- sharing

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 giugno 2018

Firmato ieri a Roma, nell’ambito della Presentazione del 17° Rapporto ANIASA, un accordo sulle “Buone regole del car sharing” tra Unione Nazionale Consumatori e ANIASA – Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici. Si tratta di un vero e proprio manifesto dei diritti e dei doveri del consumatore e delle società che offrono servizi di car sharing, che va ad affiancarsi alla simile intesa sottoscritta lo scorso anno dalle maggiori imprese che operano nel settore del noleggio a breve termine.Del progetto fa parte anche una guida più divulgativa da rivolgere specificamente ai consumatori e che sarà disponibile da settembre in vari formati e sulle app dei principali operatori.
Nel 2017, secondo gli ultimi dati ANIASA, le attività di car sharing hanno registrato una crescita rilevante del numero di clienti. L’aumento ha riguardato sia il numero di iscritti ai servizi offerti dai singoli operatori (1.300.000, +21% vs 2016), sia gli utenti realmente attivi (820.000 con almeno 1 noleggio negli ultimi 6 mesi), che sono saliti del 38% rispetto al 2016. Milano e Roma si confermano le città in cui l’auto condivisa è maggiormente diffusa, rispettivamente, con 3.100 e 2.100 vetture in flotta, seguite a ruota da Torino e Firenze.“Lo sviluppo dei servizi di condivisione rappresenta per i consumatori una straordinaria opportunità per rendere più efficiente la mobilità urbana e dare un contributo anche al benessere ambientale delle grandi città -afferma Massimiliano Dona, Presidente dell’Unione Nazionale consumatori che aggiunge: “si tratta di servizi che vanno conosciuti a fondo nelle loro dinamiche che seppur semplificate grazie alla tecnologia richiedono la collaborazione dell’utente. E’ fondamentale, infatti, avvicinarsi ai servizi di condivisione in modo maturo e cioè consapevole dei propri diritti ma anche impegnandosi ad una gestione responsabile del mezzo di trasporto che ci è affidato per pochi minuti e che poi sarà nelle mani di un altro consumatore. Ecco perché, proprio in forza della necessità di assicurare la collaborazione dell’utente, l’Unione Nazionale Consumatori ha elaborato in collaborazione con Aniasa le linee guida per una ottimale gestione dei servizi di car sharing.” “Ogni giorno” – evidenzia Gianni Martino, Consigliere ANIASA – “per le ragioni più diverse sono oltre 19.000 gli italiani che utilizzano i servizi del car sharing sulle strade delle nostre città. Questo accordo costituisce un ulteriore, concreto passo verso un più trasparente, consapevole e responsabile rapporto tra operatori e utilizzatori di auto in condivisione. Fornisce indicazioni preziose per il loro corretto utilizzo e costituisce un’ulteriore garanzia per i consumatori, indicandone i doveri e chiarendone i diritti”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Car Sharing e Ride Sharing protagonisti della mobilità del futuro

Posted by fidest press agency su sabato, 24 marzo 2018

La diffusione di innovative forme di mobilità condivisa, e in particolare di car sharing e ride sharing, è destinata a crescere significativamente nei prossimi anni in tutto il mondo. Gli italiani sono, in Europa, gli utenti più fidelizzati ai servizi di condivisione dell’auto e nei prossimi 12 mesi ci si attende un’ulteriore crescita di queste due nuove forme di mobilità nel nostro Paese. Già oggi il 61% degli utenti italiani dichiara di aver evitato o rinviato l’acquisto di un nuovo veicolo, grazie all’utilizzo di servizi di smart mobility, e dati simili si osservano anche in altri Paesi. Le Case automobilistiche stanno investendo in modo significativo in nuovi servizi di mobilità, ma i modelli di business di successo devono ancora essere individuati.Sono questi i principali trend che emergono dalla presentazione della società globale di consulenza aziendale AlixPartners dal titolo “Mobilità condivisa – verso l’era del robotaxi”, illustrati da Giacomo Mori, Managing Director, nel corso di #FORUMAutoMotive, il serbatoio di idee e centrale di dibattiti sui temi della mobilità a motore tenutosi oggi a Milano. L’analisi propone un focus sullo sviluppo e sulle prospettive di crescita delle nuove forme di mobilità alternative all’acquisto dell’auto, car e ride sharing su tutte, proponendo un confronto della situazione nazionale con quella dei principali Paesi europei e non solo.
“Lo studio di AlixPartners lancia un messaggio chiaro: il modo di muoversi sta cambiando alla velocità della luce”, evidenzia Pierluigi Bonora – Promotore di #FORUMAutoMotive, “E gli operatori del settore sono sempre più chiamati a rivedere le loro strategie, magari messe a punto solo pochi anni fa, per adattarle alla nuova realtà. È una grande sfida che può favorire nuove partnership all’interno del settore, allargando la collaborazione anche a forze esterne. Tutto il mondo della mobilita è in fermento, tra alimentazioni alternative, guida autonoma e condivisione. Questo studio ci offre lo stato dell’arte del cambiamento in corso”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Potenziato il Car sharing comunale con la formula “One way”

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 giugno 2017

Car-Sharing-RomaRoma.  A breve sarà attivato in via sperimentale il sistema “One way” (tratta singola) del Car Sharing di Roma Capitale per un periodo di sei mesi. L’Amministrazione procede con l’integrazione, lo sviluppo e la gestione dell’attuale servizio a “postazione fissa”, puntando su una modalità diversa che rende più flessibile il Car sharing comunale”. Così in una nota l’Assessora alla Citta in Movimento di Roma Capitale, Linda Meleo.La Giunta capitolina ha approvato, tramite delibera, l’attivazione del nuovo servizio “One way” che prevede il potenziamento della cosiddetta “postazione fissa”, dove l’autovettura, dopo il suo utilizzo, è lasciata nello stesso parcheggio di origine. La tratta singola ridefinisce il metodo di utilizzo: il veicolo è prelevato in un parcheggio dedicato e dopo l’utilizzo è lasciato in un diverso posteggio riservato.Anche per la nuova formula “One way” è prevista la sosta gratuita nei parcheggi a sosta tariffata e nei parcheggi di scambio, così come l’accesso e la circolazione gratuiti nelle Zone a traffico limitato della città e nelle corsie preferenziali.“La sperimentazione – spiega Meleo – si inserisce perfettamente nelle nostra idea di car sharing e il lavoro è frutto della collaborazione con la Commissione Trasporti del Campidoglio. Puntiamo come sempre a una mobilità sostenibile e a migliorare il servizio. Questa prova ci permetterà di acquisire i dati sugli effetti della coesistenza e dell’interazione fra il modello standard e il modello in prova e di valutare la domanda di fruizione del servizio per andare incontro alle reali esigenze dei cittadini”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Flotte Aziendali: il corporate car sharing piace alle grandi imprese

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 Maggio 2016

Modellauto, Taschenrechner und Rotstift als Symbol für steigende Autokosten

Corporate car sharing e flotte aziendali sono un binomio ormai affermato. L’auto condivisa sarà una dei protagonisti della mobilità aziendale dei prossimi anni.
Sono queste le conclusioni cui è approdato il workhop a porte chiuse “Pronti per la (car) Sharing Economy!”, promosso da Top Thousand, l’Osservatorio sulla mobilità aziendale composto da Fleet e Mobility Manager di grandi aziende nazionali e multinazionali, tenutosi nei giorni scorsi a Roma.
L’iniziativa ha visto l’incontro e il confronto tra il mondo delle grandi flotte e alcuni tra i principali operatori di corporate car sharing presenti, o in arrivo, sul mercato italiano: CCS, LoJack Italia, Targa Telematics e Ubeeqo. Il workshop ha permesso il raffronto tra le diverse offerte di mobilità condivisa e lo scambio di informazioni con i fleet manager, evidenziando i vantaggi del car sharing aziendale (su tutti, risparmio e ottimizzazione della flotta) e le criticità ancora esistenti, in primis, la necessità di una tecnologia standard valida per tutti i veicoli e la questione tutela della privacy.
“La sharing mobility”, ha dichiarato il Presidente di Top Thousand Riccardo Vitelli a margine dell’incontro, “rappresenta una preziosa opportunità per rispondere alla domanda di mobilità delle aziende e per migliorare l’utilizzo e la gestione dei parchi auto. Come tutte le formule innovative, richiede un passaggio graduale, preceduto da un’analisi delle reali esigenze di mobilità delle singole aziende e da una piena condivisione con i driver dei vantaggi connessi. Anche nel mondo aziendale è in corso un graduale, ma ineluttabile, cambiamento culturale che porterà sempre più verso auto e veicoli condivisi”. L’interesse sul tema è confermato anche da una recente ricerca promossa proprio da Top Thousand dal titolo “Flotte Aziendali 2016”, che attesta come anche nel comparto delle flotte aziendali si stiano facendo strada nuove forme di mobilità condivisa che hanno già riscosso successo in alcuni contesti cittadini. Il 20% delle aziende intervistate dallo studio mette già oggi a disposizione del proprio personale i servizi di sharing pubblico. Quasi il 50% delle imprese fa infatti ricorso al car sharing aziendale o al corporate car sharing. La survey ha rilevato anche la quota di veicoli in flotta utilizzati “in condivisione”: per il 75% del campione questa formula riguarda meno del 5% dei veicoli in flotta e svolge una funzione di supporto. Il contesto è però in rapida evoluzione e destinato nell’immediato futuro a nuovi mutamenti con il 70% delle aziende che valuta come utile l’integrazione del car sharing nell’offerta di noleggio a lungo termine.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Carsharing Operators Move to Smartphone-based Car Access Systems to Win More Subscribers

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2015

londonLondon, UK Over the years, vehicle-sharing technologies have evolved from simple manual systems to increasingly complex computer-based systems. In the next three to seven years, the market will move away from off-the-shelf technologies toward open source software, plug and play systems and smartphone-based near field communications/ Bluetooth low energy (NFC/BLE) technologies. By 2025, automated driving, connected mobility and electric vehicle charging technologies will form the crux of the vehicle-sharing technology market. New analysis from Frost & Sullivan, Strategic Analysis of the Vehicle-sharing Technologies Market, finds that the global carsharing user base will reach 26 million members by 2020. Carsharing operators (CSOs) in North America will lead the way in terms of technology deployments, followed by Europe. To meet the growing demand, partnerships among CSOs, technology companies and original equipment manufacturers will gather pace.
On the flip side, smartphone-based access control and vehicle tracking solutions have several inherent security issues. The risk of hacking, interception of communication signals, thefts, data corruption and viruses will delay the adoption of smartphone-based vehicle-sharing solutions. Concerns surrounding the effective integration of third party hardware and software solutions with business processes deter most carsharing operators from subscribing to third-party services. In addition, legal regulations in some countries fail to create an environment conducive to the uptake of vehicle-sharing technologies. However, the advantages far outweigh the challenges. “CSOs are looking to attract more subscribers by lowering costs and enhancing user experience through the integration of smartphone-based keyless access into carsharing solutions,” noted Priya. “Semi-autonomous and fully autonomous cars in vehicle-sharing fleets will become a reality by 2018 and 2025 respectively, further simplifying carsharing and opening up additional markets for participants in the vehicle-sharing technologies market.” Strategic Analysis of the Vehicle-sharing Technologies Market (MB84-18) is a Strategic Insight that is part of the Automotive & Transportation (http://ow.ly/UhtNZ) Growth Partnership Service program. This Insight offers an overview of technology trends, drivers, restraints and market opportunities in the vehicle-sharing technology market. The research also provides a region-wise comparative analysis of vehicle-sharing technologies and case studies of top market participants, rounded off with strategic conclusions and recommendations.
Frost & Sullivan, the Growth Partnership Company, works in collaboration with clients to leverage visionary innovation that addresses the global challenges and related growth opportunities that will make or break today’s market participants. Our “Growth Partnership” supports clients by addressing these opportunities and incorporating two key elements driving visionary innovation: The Integrated Value Proposition and The Partnership Infrastructure.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Frost & Sullivan: “Vision 2020” analizza la crescita massiccia del car sharing a Londra

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 dicembre 2014

car2goUn recente studio di Frost & Sullivan, commissionato da Zipcar UK, analizza fino a che punto i modelli di business per il car sharing, nuovi ed esistenti, possono crescere a Londra e il risultante impatto sulla città. Il car sharing a Londra porta già una serie di benefici per gli utenti, l’ambiente, l’economia e la società, promuovendo un uso più efficiente dell’infrastruttura stradale e dei trasporti cittadini. Nel corso dell’ultimo decennio, Londra ha ottenuto una posizione di rilievo in questo mercato, con oltre 140.000 londinesi iscritti a servizi di car sharing tradizionale (“round-trip”). La recente ricerca condotta da Frost & Sullivan mostra come, entro il 2020, Londra potrebbe raggiungere una riduzione delle emissioni di gas serra dalle automobili fino al 6%, togliendo dalla strada circa 120.000 veicoli. Questa analisi indica che il trend di crescita del car sharing round-trip, combinato con i nuovi modelli di business per il car sharing one-way e con il supporto di iniziative normative mirate, potrebbe portare a quota 800.000 gli utenti del programma di car sharing londinese nel 2020. Di questi 800.000, il 74% proverrebbe dalle zone più centrali di Londra. Ciò, quasi sicuramente, renderebbe Londra il più grande mercato del car sharing al mondo. Riuscire a concretizzare questa visione potrebbe portare un guadagno significativo per la città. Il sondaggio annuale tra gli utenti del programma di car sharing Carplus mostra che gli utenti esistenti dei servizi di car sharing round-trip a Londra guidano il 57% in meno rispetto alla media londinese e utilizzano una flotta di veicoli in car sharing il 33% meno inquinanti della media. Inoltre, attualmente un veicolo in car sharing round-trip si traduce in 17 auto private in meno sulle strade di Londra. “I benefici del car sharing possono giocare un ruolo sempre più importante nella mobilità urbana, considerando che le città globali si trovano ad affrontare sfide sempre maggiori, a seguito della crescita della popolazione, del traffico e, in particolare, delle questioni ambientali e relative alla qualità dell’aria, – afferma Martyn Briggs, Industry Principal di Frost & Sullivan. – “Il traffico da solo ha un impatto sull’economia di Londra di circa 4 miliardi di sterline all’anno, secondo Transport for London. La nostra recente analisi ‘Vision 2020’ vuole dimostrare il potenziale del car sharing di mitigare alcune delle sfide chiave collegate alla rete stradale di Londra.”
L’analisi di Frost & Sullivan ha quantificato un potenziale risparmio sui costi di 359,6 milioni di sterline scegliendo i servizi di car sharing rispetto all’auto di proprietà, di cui 238,3 milioni di sterline per i servizi tradizionali e 121,3 milioni di sterline per il car sharing one-way. Inoltre, con 120.000 automobili in meno sulle strade di Londra nel 2020, questa riduzione del 4,2% delle auto londinesi si tradurrebbe in un chilometraggio sensibilmente ridotto, il 5,6% in meno di emissioni di CO2 e una riduzione dello stress da parcheggio sulle strade di Londra. “Una modellazione granulare dei dati demografici relativi agli utenti di Zipcar a Londra ha mostrato che la forte crescita del car sharing è più probabile nelle aree caratterizzate da elevata densità di popolazione, elevata accessibilità ai servizi di trasporto pubblico, bassa percentuale di proprietari di automobili, elevata percentuale di popolazione compresa tra i 30 e i 44 anni, livelli di istruzione e fascia di reddito più elevati”, afferma Briggs. La ricerca evidenzia che gli sforzi effettuati sia a livello di marketing sia a livello politico sono essenziali per aumentare la consapevolezza del pubblico riguardo al settore del car sharing, e mostra chiare opportunità per diversi modelli di business come ad esempio il car sharing one-way a tratta fissa o a percorso libero, in cui le prenotazioni possono restare circoscritte entro un’area ben definita. Alcuni degli spunti suggeriti sono l’integrazione del car sharing con i sistemi di trasporto pubblico, fornendo parcheggi facilmente accessibili per gli utenti, e un programma di rottamazione delle auto che incentiva ad iscriversi ad un servizio di car sharing piuttosto che acquistare una nuova auto. Tuttavia, mentre è probabile che l’impatto netto dei servizi di car sharing sulle strade di Londra sia positivo nel ridurre l’uso delle auto private, si raccomanda un’ulteriore approfondimento per determinare l’impatto del car-sharing one-way a Londra, poiché mancano serie di dati dettagliate già disponibili per le analisi, e alcune indagini iniziali in altre città hanno prodotto risultati contrastanti. Si consiglia inoltre di valutare ulteriormente la concessione di permessi di parcheggio in un mercato del car-sharing che si prevede diventerà cinque volte più grande di oggi, e la conseguente funzione di controllo necessaria per amministrare questi spazi, oltre al mercato in generale.
Per concludere, Briggs riassume: “Questo studio mostra che il mercato del car sharing a Londra ha il potenziale per una forte crescita, soggetta all’implementazione di un sostegno normativo mirato e di un quadro per l’ingresso graduale di nuovi modelli di business per il car sharing nella nostra città.” Mark Walker, General Manager di Zipcar UK, aggiunge, “Zipcar è presente sul mercato del car sharing round-trip a Londra da dieci anni e conferma l’impegno ad ottenere il massimo beneficio possibile per la città. Implementare le policy raccomandate in questo rapporto renderebbe il car sharing a Londra una scelta estremamente popolare. Se si dimostrassero i benefici per Londra di un servizio pilota di car sharing one-way, questa possibilità presenterebbe un’altra opportunità entusiasmante per gli operatori di car sharing e, soprattutto, per la città.”

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ad Alemanno: le sette priorità di Legambiente

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 ottobre 2010

Roma. Colosseo e Fori pedonali, corsie preferenziali e nuovi tram, progetti di volontariato e per l’adozione del verde urbano da parte dei cittadini, bollino verde energetico per tutti gli edifici, duemila tonnellate di rifiuti riciclati al giorno, più bike sharing e car sharing, parco dei fiumi di Roma. Legambiente coglie l’occasione della metà mandato dell’Amministrazione capitolina per lanciare sette proposte da attuare subito, sulle quali chiede di confrontarsi al Sindaco Alemanno.
A) Pedonalizzare il Colosseo e l’intera area archeologica dei Fori, togliendo finalmente al monumento più famoso del mondo il ruolo di spartitraffico.
B) Disegnare mille chilometri di nuove corsie preferenziali protette, per fare spazio e far correre il mezzo pubblico, dando più corse e più puntualità ai nostri autobus e tram.
C) Far partecipare i cittadini ad un nuovo modello di governo che premi il volontariato e la sussidiarietà,
D) Bollino verde per certificare il rendimento energetico degli edifici, per far risparmiare i cittadini e vincere la lotta ai cambiamenti climatici. Come sugli elettrodomestici per lanciare il risparmio e l’efficienza energetica e le fonti rinnovabili,
E) Riciclare almeno duemila tonnellate di rifiuti ogni giorno nella Capitale battendo discarica e incenerimento.
F) Innovare la mobilità, primo obiettivo di 1.000 auto per il car sharing e 350 postazioni per il bike sharing.
G) Realizzare il “parco dei fiumi di Roma, del Tevere e dell’Aniene”, riscoprire il valore delle ville storiche con nuovi percorsi, liberare il mare dalla gabbia del lungomuro di Ostia.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Frost & Sullivan: Car Sharing

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 febbraio 2010

Londra. Se e’ vero che la popolazione oggi tenda a concentrarsi nelle aree urbane, è altrettanto vero che necessità e convenienze personali crescono e l’ambiente ne paga le conseguenze. L’urgenza con la quale oggi si fa fronte a tutti gli impatti di questo nuovo modo di vivere e, soprattutto, al cambiamento climatico e’ alla base dell’interesse nei modelli alternativi di trasporto.
In Italia sono oggi presenti circa 15,000 abbonati che si dividono circa 530 veicoli. Milano, Roma e Venezia sono le citta’ in cui il servizio di car sharing e’ piu’ popolare. L’Italia e’ uno dei Paesi europei in cui esiste il supporto e la promozione statale di questi servizi. Nel 2000, il Ministero dell’Ambiente ha offerto €9.3 milioni e ha creato l’associazione Iniziativa Car Sharing (ICS), responsabile per la promozione e l’amministrazione del car sharing in Italia. Tutti gli operatori di car sharing in Italia sono direttamente connessi alle compagnie di trasporto pubblico, cosa che consente una efficiente integrazione, una migliore cooperazione e promozione del sistema. Si stima che nel 2016 ci saranno in Italia circa 2400 veicoli e 110,000 membri. “L’introduzione di questi servizi innovativi e l’incremente commercializzazione portera’ ad una crescita del car sharing che si stima tocchera’ punte di circa 5.5 milioni di membri a livello europeo. Questi si divideranno l’uso di 77,000 veicoli nel 2016”, spiega Aswin Kumar, Senior Research Analyst dell’ Automotive & Transportation Group di Frost & Sullivan in una nuova analisi intitolata “Vuoi risparmiare e far parte di una rivoluzione? Prova il car sharing!”. Questo articolo fa parte di una nuova serie di ricerche di Frost & Sullivan intitolata Sustainable and Innovative Personal Transport Solutions – Strategic Analysis of Carsharing Market in Europe”. Il car sharing ha un fatturato potenziale di piu’ di €2.6 miliardi per il 2016 e la capacita’ di sostituire piu’ di 1 milione di veicoli nel parco macchine europeo entro il 2016. “Con l’integrazione dei veicoli elettrici e la divisione dell’uso dell’automobile, questo mercato si trasformera’ in una soluzione sostenibile e chiave per i consumatori europei”, spiega Kumar. La Francia e il Regno Unito saranno quasi certamente i mercati di maggior rilievo grazie alla presenza delle soluzioni di mercato piu’ efficienti e del grande supporto statale nell’introduzione di questi servizi. “Nuovi servizi, nuovi gruppi target, l’integrazione di altri operatori di mercato e altre soluzioni, le nuove strategie di marketing che includeranno Web 2.0 e la diversita’ geografica contribuiranno alla differenziazione competitiva e saranno necessari al fine di evitare che il car sharing non rimanga un fenomeno di nicchia del tutto urbano”, conclude Kumar.
Frost & Sullivan, la Growth Partnership Company, lavora in stretta collaborazione con i propri clienti per aiutarli ad accelerare la loro crescita e a raggiungere risultati di rilievo in termini di crescita, innovazione e leadership di mercato. Il Growth Partnership Service di Frost & Sullivan offre ai manager e ai loro team una serie di strumenti quali ricerche e modelli di best practice che permettono l’identificazione, la valutazione e l’implementazione di significative strategie di crescita. Frost & Sullivan ha oltre 45 anni di esperienza maturata lavorando per conto e in collaborazione con importanti societa’ a livello globale fra cui le prime 1000, aziende emergenti e investitori e vanta una rete di  piu’ di 40 uffici in cinque continenti. Per far parte della nostra Growth Partnership, si prega di visitare il sito http://www.frost.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »