Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘cariche’

UE, le cariche proposte dal Consiglio, insediamento dell’Europarlamento

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 luglio 2019

Nel Consiglio europeo straordinario del 30 giugno-2 luglio a Bruxelles i leader europei hanno trovato un accordo sulle nomine delle massime cariche dell’UE. Nel frattempo anche l’Europarlamento riunito nella sua prima sessione plenaria che si è svolta dal 2 al 4 luglio ha previsto l’insedimento con la presentazione dei gruppi e le elezione delle massime cariche (Presidenza, vicepresidenza, questori). Per l’Italia la Presidenza dell’Europarlamento è stata affidata a David Sassoli, PD, candidato del gruppo socialista UE.
Charles Michel, ex primo ministro belga, liberale, è eletto presidente del Consiglio europeo per il periodo dal 1º dicembre 2019 al 31 maggio 2022. Il suo mandato, di due anni e mezzo, è rinnovabile una volta. Michel è nominato anche presidente del Vertice Euro per un mandato della stessa durata.Ursula von der Leyen, ministra della Difesa tedesca, vicinissima alla Merkel, è stata proposta quale candidata alla presidenza della Commissione europea. La candidata dovrà essere eletta dal Parlamento europeo a maggioranza dei membri che lo compongono nella prossima sessione plenaria prevista per metà luglio. Il Consiglio europeo ha inoltre preso atto dell’intenzione di Ursula von der Leyen di nominare Frans Timmermans e Margrethe Vestager quali vicepresidenti della Commissione di più alto grado. “Se verrà eletta, sarà la prima donna a guidare la Commissione europea” ha sottolineato il Presidente Donald Tusk in chiusura del Consiglio.
Un’altra donna, francese, Christine Lagarde, attuale direttrice del Fondo Monetario Internazionale è stata proposta per sostituire Mario Draghi alla Presidenza della Banca Centrale Europea. La nomina verrà formalizzata previa consultazione del Parlamento europeo e del consiglio direttivo della BCE.È stato inoltre nominato Josep Borell Fontelles, ministro degli esteri spagnolo ed ex presidente del Parlamento europeo, come candidato al posto di alto rappresentante dell’UE per gli affari esteri e la politica di sicurezza. La nomina formale necessita dell’accordo della neoeletta presidente della Commissione. Il Presidente Tusk si è congratulato con il Consiglio per aver concordato l’intero pacchetto prima della seduta inaugurale del Parlamento europeo (alle scorsa legislatura il processo aveva preso 3 mesi) e per l’equilibrio di genere – due donne e due uomini per le quattro cariche principali.Presidente della Commissione, alto rappresentante e gli altri membri della Commissione saranno soggetti, collettivamente, ad un voto di approvazione del Parlamento europeo, prima della nomina formale da parte del Consiglio europeo. Il loro mandato sarà di 5 anni dalla fine del mandato dell’attuale Commissione fino al 31 ottobre 2024.Europarlamento, la Presidenza a Sassoli. Nella seduta del 3 luglio l’Europarlamento ha eletto Presidente l’italiano David Sassoli, candidato ufficiale del gruppo socialista con 345 voti al secondo scrutinio. Sassoli, 63 ann, giornalista, anche televisivo (conduttore, inviato e Vicedirettore TG1), ex vicepresidente dell’Europarlamento sotto la Presidenza Tajani, è stato rieletto nelle liste del Partito Democratico (gruppo S&D) nel maggio 2019. Eletto per un mandato di due anni e mezzo (metà legislatura), rinnovabile, guiderà il Parlamento almeno fino a gennaio 2022.
Il Parlamento nella sua prima seduta plenaria che si è svolta dal 2 al 4 luglio a Strasburgo si è costituito  in 7 gruppi politici (erano 8 nella precedente legislatura) oltre ai “non iscritti” in numero di 57.
Si ricorda che un gruppo politico deve essere composto da almeno 25 deputati europei eletti in almeno in quarto degli Stati membri (ossia almeno 7). I negoziati per la costituzione dei gruppi politici sono iniziati a valle delle elezioni, il 27 maggio: la composizione doveva essere notificata entro il 1° luglio per essere riconosciuti dal 2 luglio, anche se un gruppo politico può essere creato in ogni momento nel corso della legislatura. Con la costituzione di un gruppo, i deputati accettano per definizione di avere affinità politica. I gruppi politici, tranne quello dei non iscritti, hanno un ruolo importante nel definire l’agenda del Parlamento, hanno più tempo per parlare durante i dibattiti e contano su uffici, tecnici e fondi per il loro lavoro. Dei cinque partiti italiani che hanno eletto i loro rappresentanti all’Europarlamento, il M5S non fa parte di nessun gruppo non avendo trovato alcun accordo, il Partito democratico fa parte dei Socialisti, la Lega di Identità e democrazia, Forza Italia è nel Ppe e Fratelli d’Italia nell’Ecr. La Lega, all’interno del gruppo Identità e democrazia, 73 membri ha Matteo Zanni, eurodeputato leghista come presidente. Il movimento dei 5S al momento appare fra i non iscritti (53 membri). Il M5S ha tuttavia espresso un Vicepresidente dell’Europarlamento, Fabio Massimo Castaldo che già nella precedente legislatura aveva ricoperto la stessa carica ottenendo più voti della candidata della Lega per il Gruppo politico Identità e democrazia Mara Bizzotto.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le massime cariche del Parlamento europeo a Norcia il 24 marzo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 marzo 2017

norciaNorcia. Venerdì 24 marzo il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, i vice presidenti e i presidenti dei gruppi politici del Pe si recheranno in visita istituzionale a Norcia, dove incontreranno il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, le autorità locali e la società civile. Il programma della visita a Norcia prevede:
Ore 10.30-11.15 Inizio sessione di lavoro alla presenza del Primo Ministro Gentiloni (TBC) e delle autorità locali presso le tensostrutture presenti in zona campo sportivo.
Ore 11.30 -11.45 Conferenza stampa presso tensostrutture presenti in zona campo sportivo.
Ore 11.45- 12.30 Incontro con società civile, attività produttive e commerciali.
Ore 12.30- 13.15 Incontro in Piazza San Benedetto e sopralluogo nell’area antistante la Basilica.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo Presidente Unione Europea Assicuratori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 giugno 2011

E’ Filippo Gariglio, 51 anni, agente a Rivoli (To), il nuovo Presidente dell’Unione Europea Assicuratori, eletto ieri mattina all’unanimità dal Consiglio Direttivo dell’associazione. Gariglio prende il posto di Elio Pugliese, che assume il ruolo di Presidente onorario. Alla sua prima riunione dopo l’Assemblea elettiva del 21 maggio scorso, il Consiglio Direttivo ha distribuito le cariche e le mansioni interne come segue:
Presidente: Filippo Gariglio – Rapporti con le Istituzioni, le Associazioni del settore, le Organizzazioni internazionali ed i partners
Vice Presidente: Roberto Conforti – Area formazione, qualità, responsabilità sociale, previdenza integrativa
Segretario Tesoriere: Vittorio Gabetta – Area finanza e gestione, organizzazione uffici e risorse umane, merchandising, office automation
Beppe Villa – Area relazioni esterne, comunicazione, convegni ed eventi, website
Vittorio Zenith, Carlo Colombo, Alessandra Cancellieri – Area legale, distribuzione e tecnica assicurativa, mercato assicurativo ed innovazione di processo e di prodotto
Sergio Vernasca – Area territorio, rapporti con i Distretti, organizzazione territoriale
Vittorio Brambilla Di Civesio, Carlo Sperandeo – Area giuridica, rapporti con sistema Camerale, Organizzazioni imprenditoriali, professionali e dei consumatori
Alfonso Santangelo – Area Università e centri del sapere, convegni ed eventi
E’ stata infine nominata una commissione per la riforma dello Statutocomposta da Roberto Conforti, Vittorio Gabetta, Elio Pugliese, Vittorio Zenith, Carlo Colombo e Franco Barbieri, già direttore del bimestraleAttualità Uea.
L’Unione Europea Assicuratori (Uea) è un istituto indipendente che dal 1973 svolge attività di studio e ricerca a carattere scientifico, per sviluppare la cultura assicurativa e la crescita professionale dei propri soci.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proposta ineleggibilità magistrati

Posted by fidest press agency su sabato, 11 giugno 2011

“Se la maggioranza facesse funzionare il Parlamento la questione Narducci non esisterebbe. Sull’incompatibilità dei magistrati con funzioni elettive e gestionali il PD si è già espresso, depositando una proposta di legge a firma Enrico Letta, Guglielmo Vaccaro, Andrea Orlando, Donatella Ferranti, il 17 marzo 2010. La pdl n.3325 modifica il testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267. L’innovazione riguarda, tra le altre, l’ineleggibilità dei magistrati alle cariche di sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale, circoscrizionale, nonché di assessore e fissa il termine entro il quale i magistrati esercenti la funzione devono cessare dall’incarico al fine di non vedere limitato il loro diritto di elettorato passivo. La verità è che si cerca la polemica e si tiene ingessato il parlamento e, come dimostra questa vicenda, anche quando si è d’accordo nel fare piccole riforme la maggioranza dimostra la sua evanescenza. In ogni caso noi su questo tema siamo pronti. Facciano come hanno fatto per il passato: portino in Aula la nostra proposta e la votino”. Lo dichiara Guglielmo Vaccaro, deputato del PD, dal sito di TrecentoSessanta, l’Associazione di Enrico Letta.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo presidente Bcc

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 settembre 2010

Roberto Scazzosi, 42 anni, avvocato, è il nuovo presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. Quello ai vertici dell’unica banca locale dell’Altomilanese e del Varesotto è stato un passaggio di consegne preparato già da tempo e che rappresenta un ulteriore tassello del cammino di ringiovanimento delle cariche istituzionali. Ad aprile 2010, infatti, c’era stato un primo passo, con la nomina di Roberto Scazzosi a presidente del Comitato Esecutivo. E, ora, è andato a compimento, anche con la nomina di Mauro Colombo, 42 anni, imprenditore, residente a Villa Cortese a vice presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate e di Giuseppe Barni, 49 anni, imprenditore, a vice presidente del Comitato Esecutivo. “Io e l’intero CdA ringraziamo Clementi per quanto fatto in questi anni -dice Roberto Scazzosi-. Per quanto riguarda la linea politica e le ambizioni della nostra Bcc, si proseguirà nella totale continuità di tutti i progetti in corso, secondo le linee del piano strategico che abbiamo approvato in consiglio pochi mesi fa. Grande attenzione al territorio, sostegno alle aziende e agli imprenditori, soluzioni per le famiglie: questi i capisaldi di un’attività e di un ruolo che la nostra Bcc svolge da più di un secolo”.
“La strada del ringiovanimento che abbiamo deciso di seguire non riguarda solo i vertici della banca ma anche la compagine sociale: dalla scorsa assemblea, infatti, abbiamo lanciato il progetto per favorire l’ingresso tra i soci della nostra Bcc i figli dei soci storici -prosegue il neo presidente-. E non è neppure un fatto esclusivamente anagrafico: maggiore collegialità e rappresentanza verso l’esterno affidata a tutti i consiglieri, sono solo due dei punti che contraddistingueranno la mia presidenza” Al posto di Lidio Clementi in CdA, nelle prossime settimane verrà cooptato un nuovo consigliere, mentre l’elezione definitiva del tredicesimo componente del CdA avverrà, come da statuto, alla prima assemblea dei soci, prevista per maggio 2011.
Questa l’attuale composizione del consiglio di amministrazione: Roberto Scazzosi (presidente), Ignazio Parrinello (vice presidente vicario), Mauro Colombo (vice presidente), Giuseppe Barni, Danila Battaglia, Rinaldo Borsa, Cecilia Cardani, Enzo Papa, Vittorio Pinciroli, Graziano Porta, Mario Pozzi, Andrea Rinaldi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vendola e la polemica di genere

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 settembre 2010

“Ci dispiace che il governatore Vendola, come scrivono i  quotidiani, consideri  l’accesso paritario al governo di uomini e donne la soluzione dei problemi”. Così l’On. Scilipoti (IdV), con riferimento alla proposta riformista di Nichi Vendola di creare il prossimo governo del centrosinistra in assoluta parità di generi. “Essere riformisti significa portare avanti la meritocrazia (e non solo), nominare ai dicasteri (e non solo) persone corrette, preparate e capaci di governare. Continua l’On.Scilipoti: “Imporre la parità di genere è una forma di discriminazione: tutte le cittadine e i cittadini devono poter accedere alle cariche pubbliche. “Anche un futuro governo, tutto o quasi al femminile, va bene – conclude l’On. Scilipoti (IdV) – se si dimostra capace di governare e in grado di risolvere i problemi del lavoro, della casa, della salute, della scuola, dell’economia, delle pensioni, dell’ambiente. Saremo sempre favorevoli alle pari opportunità, ma vogliamo essenzialmente concretezza per gli italiani”. (n.r. la proposta di Vendola non ci pare “provocatoria”. Tutt’altro. La politica avrebbe molto da guadagnarci con il supporto femminile e, perché no? alla pari con l’altro sesso. Mi pare che lo stesso Berlusconi abbia cercato con il suo governo e in Parlamento di portare alcune donne e dobbiamo riconoscere, salva qualche eccezione, che hanno dato risultati significativi in termini di professionalità e d’impegno. E’ che resta troppo radicata la mentalità “maschilista” e dei “pregiudizi” per certe professioni di esclusivo appannaggio maschile come la politica dove ad esempio si “concede” a una donna il Ministero della P.I. ma non quello degli esteri o degli interni, o della difesa. Le donne, invece, proprio perché devono farsi strada dimostrando al tempo stesso d’essere più brave e preparate dei loro colleghi partono con una marcia in più e… si vede.)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il problema dei collaboratori parlamentari

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 Maggio 2010

“Spiace vedere che l’on. Enrico Letta si ricordi dei Collaboratori Parlamentari solo oggi, mentre nella passata legislatura c’era il Governo di centro-sinistra e l’on. Bertinotti e il Sen. Marini sedevano sugli scranni piu’ alti delle Camere ma poco venne fatto in merito” lo afferma Francesco Comellini, presidente di Ancoparl – Associazione Nazionale Collaboratori Parlamentari – che aggiunge “Crediamo che il ruolo dei Collaboratori Parlamentari sia essenziale per coadiuvare il Parlamentare nelle sue funzioni ma non può e non deve essere strumentalizzato a fini politici di parte poichè sappiamo bene tutti che non sono questi i veri costi della politica, ma la stratificazione delle Istituzioni che, nel replicare se stesse, fanno lievitare in modo esponenziale il numero, e il costo a carico dello Stato, delle cariche elettive. Infine apprendiamo con  piacere che il Co.Co.Parl e’ concorde con la nostra proposta originaria di vedere, anche nel Parlamento italiano, applicato ai Collaboratori Parlamentari il medesimo regime contrattuale in vigore presso il Parlamento Europeo, sul quale peraltro l’on. Aldo Di Biagio del Pdl fece approvare un ordine del giorno al bilancio della Camera. Speriamo – conclude l’Ancoparl – che questa legislatura sia quella buona per dare uno status giuridico chiaro ai Collaboratori Parlamentari”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bcc: nuovo presidente del comitato esecutivo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 aprile 2010

Con la nomina di Roberto Scazzosi, 42 anni, avvocato, a presidente del comitato esecutivo della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, e l’ingresso nel comitato esecutivo di Giuseppe Barni, 49 anni, imprenditore, prosegue il cammino di ringiovanimento delle cariche istituzionali dell’unica banca locale dell’Altomilanese e del Varesotto, così come era stato delineato nell’ultima assemblea di rinnovo cariche. Nel maggio del 2009, infatti, i soci della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, uniformandosi ai principi dettati in materia dall’Organo di Vigilanza, hanno approvato il nuovo statuto societario che prevede la possibilità di dividere le cariche del presidente del consiglio di amministrazione (che è l’organo che sovraintende alle politiche di indirizzo dell’Istituto) e del presidente del comitato esecutivo (ovvero l’organismo a cui è demandata gran parte dell’operatività quotidiana della banca). Ma una volta ricostituito il consiglio di amministrazione con la cooptazione di due nuovi consiglieri (Cecilia Cardani, 42 anni, e Graziano Porta, 45 anni), il processo di ringiovanimento delle cariche istituzionali è ripreso e, nelle scorse settimane, come previsto, le due cariche sono state attribuite ad altrettante persone. Lidio Clementi, pertanto, è uscito dal comitato esecutivo, per mantenere la sola carica di presidente del consiglio di amministrazione. Quindi il consiglio di amministrazione ha nominato all’unanimità presidente e vice presidente del comitato esecutivo: Roberto Scazzosi e Mauro Colombo, 42 anni, imprenditore, residente a Villa Cortese.
Questo il nuovo organigramma della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate: Consiglio di amministrazione: Lidio Clementi (presidente), Ignazio Parrinello (vice presidente vicario), Roberto Scazzosi (vice presidente), Giuseppe Barni, Danila Battaglia, Rinaldo Borsa, Cecilia Cardani, Mauro Colombo, Enzo Papa, Vittorio Pinciroli, Graziano Porta, Mario Pozzi, Andrea Rinaldi. Comitato esecutivo: Roberto Scazzosi (presidente), Mauro Colombo (vice presidente), Giuseppe Barni, Ignazio Parrinello, Mario Pozzi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

E’ nata la fondazione della libertà

Posted by fidest press agency su sabato, 16 gennaio 2010

“Fondazione della Libertà per il bene comune”, è la denominazione del nuovo organismo presieduto dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli. Nata ufficialmente nei giorni scorsi, la Fondazione che ha sede a Roma ed altre sedi distaccate saranno aperte in varie città del Paese, intende promuovere e realizzare eventi culturali, iniziative e dibattiti politici. Tra le finalità anche la promozione di ricerche, studi e pubblicazioni di carattere culturale e scientifico. Ieri l’Assemblea dei soci fondatori ha distribuito le cariche sociali: vicepresidente, l’on. Eugenio Minasso, presidente del Comitato tecnico scientifico, il prof. Roberto Serrentino, segretario generale, il sen. Andrea Fluttero, tesoriere, l’ing. Giovan Battista Papello. Del Cda fanno parte anche l’on. Marco Martinelli, il dott. Erasmo Cinque e l’on. Marcello De Angelis che è direttore scientifico. Tra i soci fondatori, oltre al ministro Matteoli e ai componenti del Cda, anche i professori Giovanni Fiori, Donatella Mascia e Fabrizio Criscuolo e l’on. Guglielmo Rositani. Revisori dei conti, il dott. Enrico Proia, il prof. Giovanni Fiori e il dott. Maurizio Argenio. Il Cda e il Comitato scientifico si riuniranno nei prossimi giorni per approvare le prime iniziative pubbliche della Fondazione. “La Fondazione della Libertà per il bene comune – ha dichiarato il ministro Matteoli – vuole offrire con le sue iniziative nei vari campi della cultura, della politica e del sociale idee, contributi e proposte. Non è quindi un organismo prettamente politico né una corrente di partito. Naturalmente le proposte e le eventuali provocazioni potranno anche tradursi in un libero ed aperto confronto politico e con la politica”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primarie Pd/Everyone

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 ottobre 2009

Il Gruppo EveryOne ha scritto, qualche tempo fa, ai tre candidati e ai loro principali sostenitori, suggerendo di non trascurare le gravi emergenze legate alla crisi della democrazia e della civiltà dei Diritti Umani, per dedicarsi esclusivamente alla campagna elettorale e al gioco delle alleanze trasversali. “Per essere ‘democratico’” dichiarano i co-presidenti del Gruppo EveryOne Roberto Malini, Matteo Pegoraro e Dario Picciau, “il PD deve liberarsi dalle proprie componenti che democratiche non sono e che purtroppo costituiscono la maggioranza degli iscritti al partito che rivestono oggi cariche pubbliche.  Al contrario, invece, tali componenti non solo sono sempre più importanti nella piramide politica del partito, ma vengono regolarmente premiate e in molti casi – vedi Cofferati e Domenici, i sindaci della repressione dei Rom, dei migranti e degli emarginati – esportate nel Parlamento europeo”. In merito alle primarie del partito, che si svolgeranno domenica 25 ottobre, i Co-Presidenti commentano: “Franceschini, Bersani o Marino? La risposta, allo stato attuale delle cose, può essere solo una: fa lo stesso, perché questa ‘sinistra’ lo è solo di nome, ma di fatto ha scelto di mantenere ben viva nel proprio tessuto la propria componente razzista, omofoba e xenofoba, messa in triste evidenza a livello locale e dissimulata a livello nazionale. Il PD rimane una mela marcia. Alcuni esempi?” continuano Malini, Pegoraro e Picciau, “La recente iniziativa del PD di Padova, che ha iniziato a raccogliere firme contro i campi Rom, perfettamente rappresentativa delle politiche locali del PD di oggi. O, ancora, le politiche del PD Milano, improntate alla xenofobia più bieca per guadagnarsi qualche voto leghista, del PD Torino che, con alla guida il sindaco Chiamparino, è fautore di un numero impressionante di violazioni dei diritti dei Rom, o del PD pesarese, che con l’ex sindaco Ceriscioli si è reso protagonista di vessazioni e ingiustizie che non hanno precedenti nella vita politica della sinistra italiana e che hanno indotto associazioni umanitarie come la nostra a presentare una denuncia in corte penale internazionale”.  “Ci si chiede” prosegue EveryOne, “che differenza vi sia fra il sindaco leghista di Verona Flavio Tosi – per esempio – e quello ‘democratico’ di Padova Flavio Zanonato, spalleggiato, nell’attuazione di programmi contro le minoranze etniche da altri rappresentanti del PD locale. Ci si chiede, con l’amaro in bocca, quale futuro di civiltà, crescita e innovazione spetti a un Paese come l’Italia, quando la cultura dei diritti umani fondamentali è ormai calpestata da sole parole di circostanza e dall’arrivismo politico dei più”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lavoratore infortunato e licenziato

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 settembre 2009

Si chiama Gennaro Papa il quarantenne casertano che, dopo essere stato vittima di un incidente sul lavoro nel lontano 2003 per il quale si è appellato,  a suo dire inutilmente, alle più alte cariche dello Stato, ha deciso di rivolgere una richiesta di aiuto all’Italia dei Diritti, movimento nazionale che si occupa della tutela dei diritti dei cittadini spostando l’attenzione dell’opinione pubblica su eventuali soprusi ai danni di essi. Secondo la lettera inviata dall’operaio campano al movimento presieduto da Antonello De Pierro lo scorso 20 agosto, sembrerebbe che in seguito all’infortunio l’Inail gli avrebbe riconosciuto un’invalidità del 24% e la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere avrebbe aperto un procedimento penale. Secondo la testimonianza di Papa, in seguito alla cessione ad un’altra società dell’azienda di cui era dipendente, sarebbe stato invitato a sottoscrivere un verbale di conciliazione inerente alla rinuncia a qualsivoglia risarcimento del danno, firma non apposta a causa del fuorviante consiglio dei rappresentanti sindacali i quali a suo tempo lo avrebbero rassicurato di un certo intervento da parte degli organi competenti. Ma dopo aver registrato il silenzio da parte di questi ultimi l’uomo avrebbe deciso di rivolgersi al vice direttore del Il Messaggero con un’accurata lettera in cui spiegava l’accaduto, cercando di catturare l’attenzione quanto meno da parte degli organi di stampa. “Se voi ritenete come me che è stato calpestato un mio diritto umano- ci scrive Gennaro Papa- allora vi prego di aiutarmi”. Pronta la risposta di Giuseppe Criseo, responsabile per il lavoro e l’ occupazione dell’Italia dei Diritti, che dopo aver ascoltato la storia dell’operaio commenta: “Un lavoratore si rivolge con un appello alle più alte cariche dello Stato per infortuni sul lavoro che da marzo 2010 andranno in prescrizione. A chi fare appello se non ci si può rivolgere alla magistratura? E’ questo il quesito di Gennaro Papa , che facciamo nostro in quanto movimento per la tutela dei diritti civili”. “E’ una persona che sta perdendo il lavoro con moglie e figli a carico. Ci auguriamo che prevalga il buon senso e le istituzioni stiano dalla parte dei lavoratori sempre più penalizzati  dalle leggi attuali e che questa denuncia faccia riflettere- conclude Criseo – chi con un colpo di spugna vorrebbe cancellare i diritti delle persone oneste”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La recente norma penale sull’immigrazione clandestina

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

L’on. Antonio Razzi ha, in proposito, rilasciata la seguente dichiarazione: “Tutto il pacchetto sicurezza divenuto legge dello Stato ha ingenerato in Italia un forte dibattito politico, tra i diversi schieramenti: con incredibili strumentalizzazioni delle recenti dichiarazioni fatte dal Presidente della Repubblica e dal Presidente della Camera dei Deputati On.le Fini. Ero presente a Marcinelle insieme al Presidente Fini in occasione della commemorazione dei minatori italiani che oltre 50 anni addietro lì persero la vita, intervenendo sul dibattito politico, e ritengo sia impropria la strumentalizzazione delle parole delle due più alte cariche dello Stato, come anche quella relativa alle parole pronunciate, in replica, dal Ministro Bossi”. L’On.le Razzi, anch’egli emigrato da oltre 44 anni in Svizzera, conviene con le espressioni di Napolitano e di Fini, da intendersi quale monito e stimolo morale, per una piena comprensione e solidarietà umanitaria verso coloro che fuggono dai loro Paesi di origine e cercano rifugio e fortuna in Europa. Dall’altro lato però non si può guardare supinamente a quanto accade nel nostro Paese ad opera di immigrati irregolari, clandestini. È giusto e corretto che lo Stato intervenga anche con misure a carattere penale : norme penali che in molti altri Paesi dell’Europa occidentale sono in vigore già da molto tempo e senza che nessuno (da destra o da sinistra) le abbia mai contestate o pensato di contestarle così come purtroppo sta accadendo in Italia. Che l’immigrazione clandestina debba essere decisamente contrastata, per ripristinare piena legalità, ce lo dice anche l’Unione Europea. Se ciò è vero, l’On.le Razzi invita dunque il mondo della politica a non storpiare il senso delle dichiarazioni del Ministro On.le Bossi, che hanno l’obiettivo di far rispettare la legalità e di bandire dal nostro territorio coloro i quali ne violano le norme, e ricorda il Deputato come ai tempi della sua emigrazione in Svizzera, ed ancora oggi, si sono dovute osservare le leggi vigenti in quella Nazione : che piacessero o meno. “In questo modo si mette al bando colui il quale viene in Italia per delinquere ; si offre invece grande umanità e spirito di accoglienza a coloro i quali arrivano nel nostro Paese per lavorare onestamente, nel pieno rispetto delle nostre leggi”.

Posted in Confronti/Your and my opinions, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lotta contro la povertà

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 luglio 2009

Lettera aperta scritta da personalità del mondo dello spettacolo, della moda e del giornalismo alle massime cariche istituzionali italiane e pubblicata sull’edizione odierna de “Il Giornale: “Vi scriviamo perché quest’anno l’Italia ha un’occasione unica. L’opportunità di mostrare al mondo che il nostro paese può ancora una volta eccellere e riconquistare un posto di primo piano sul palcoscenico mondiale”. Si apre con queste parole la lettera che trentadue personalità del mondo dello spettacolo, della moda e del giornalismo, italiane e straniere, hanno scritto alle massime cariche istituzionali italiane in vista dell’imminente vertice del G8. La lettera – indirizzata al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio e ai Presidenti di Camera e Senato – appare oggi sulle pagine del quotidiano Il Giornale su iniziativa di Oxfam International e Ucodep. Lo scopo è spingere l’Italia, presidente del G8, a prendere “una decisione coraggiosa, che può cambiare la vita di milioni di persone”. Nel testo, si ricordano gli impegni che il nostro paese ha preso con i paesi in via di sviluppo, i più  colpiti dalla crisi economica: allocare lo 0.51% del PIL entro il 2010 in Aiuto pubblico allo sviluppo (Aps) e lo 0,7% del Pil entro il 2015. I fondi necessari sono davvero pochi, sottolinea la missiva, ma “i benefici enormi”: mantenere gli impegni presi costerebbe infatti al nostro paese quanto un cioccolatino al giorno per ogni italiano e consentirebbe, per esempio, di assicurare le cure mediche di base a milioni di africani.  Secondo un recente sondaggio, condotto dall’istituto di ricerca YouGov per Oxfam, ben il 72% degli italiani crede che il nostro paese debba onorare la promessa di combattere la povertà nel mondo destinando lo 0,7% del Pil in Aps. Grazie al sostegno della maggioranza degli italiani, i mittenti della lettera invocano un nuovo Rinascimento italiano nel segno della solidarietà: “Ci rivolgiamo a voi perché alle imprese realizzate dagli italiani nel passato nel passato vorremmo aggiungerne un’altra, oggi. Per poter leggere domani sui libri di storia parole come queste: L’Italia imprime una svolta decisiva alla lotta contro la povertà in occasione del G8 dell’Aquila”. La lettera ricorda anche l’Abruzzo, sede del G8, e la recente tragedia che ha colpito la sua popolazione: “Crediamo che proprio in questo momento in cui l’emergenza e la sofferenza ci toccano da vicino, sia importante dimostrare che l’Italia sa mantenere le sue promesse e aiutare non solo la sua gente, ma anche chi, in un paese del sud del mondo, vive emergenze continue”. In particolare, sostengono Oxfam International e Ucodep, lo slancio di solidarietà che il nostro paese ha dimostrato per le genti d’Abruzzo deve superare i confini nazionali per abbracciare anche quei paesi che, senza aiuti, sono condannati a un’emergenza senza fine. Proprio dall’Abruzzo, “terra ferita, può partire una rinascita che va dal locale al globale, per imprimere una svolta a livello planetario”.

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »