Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘carichi’

Scuola: Vicepresidi, maxi carichi di lavoro ma niente esonero dalle lezioni: ora basta

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 aprile 2019

Anief risponde alla richiesta formulata da Ancodis di esonero dalle lezioni, aggiungendo pure le quote riservate per il concorso DS a coloro che hanno maturato annualità come vicari, oltre a indennità adeguate al grande lavoro e responsabilità enormi che vengono portati avanti dai vicepresidi, quasi sempre in assenza dei dirigenti scolastici costretti a dividersi in più plessi. Marcello Pacifico (Anief): Si parla tanto di merito professionale, allora si parta o si inizi con chi dimostra e ha dimostrato di saper svolgere rilevanti attività extra didattiche, indispensabili al sistema scolastico ai fini dell’organizzazione, anche amministrativa. Si istituisca subito l’area della vicedirigenza e si ripristini l’indennità di reggenza 50% prevista dal vecchio contratto del 2009, visto che una scuola su quattro è senza preside.Se il sistema scolastico va avanti al meglio, nonostante i tanti problemi che ingloba, è grazie alla totalità dei lavoratori della scuola che, con impegno, porta avanti le sue mansioni. Tra essi ci sono i vicepresidi, che lavorano anche d’estate e, come vicari dei dirigenti scolastici, hanno molte responsabilità, oltre a un’enorme fetta di incarichi. È di oggi l’intervento di Ancodis, Associazione nazionale collaboratori dei dirigenti scolastici, formatasi qualche anno fa, che a Orizzonte Scuola ha raccontato le problematiche legate alla categoria. “Abbiamo capito a un certo punto che dovevamo aggregarci per far sentire la nostra voce”, dice il presidente, Rosolino Cicero, professore di matematica e collaboratore del Ds del suo istituto. Il presidente continua affermando come sia difficile rimanere appassionati al proprio lavoro nonostante “le amarezze e le deprivazioni legate al tessuto sociale, ma è una grande scommessa per noi che restiamo qui a dare un futuro positivo e possibile ai nostri ragazzi”. In pratica l’associazione “chiede al Miur e ai sindacati di prevedere la diversificazione dell’orario di lavoro in orario per la didattica ed orario per la collaborazione nel quale è formalmente riconosciuto lo svolgimento di tutte quelle attività necessarie ed indispensabili al funzionamento e che oggi sono contrattualmente sommerse. Occorre procedere a una coraggiosa innovazione contrattuale che determini incentivi finalizzati a valorizzare le professionalità, ad incoraggiare i docenti ad assumere responsabilità e svolgere mansioni organizzative e gestionali delegate dal DS, ad accogliere favorevolmente proposte di azioni formative specifiche”. Essi, dunque, lamentano una “iniqua condizione lavorativa e – convinti della dignità e professionalità del nostro lavoro – chiediamo attenzione ponendo fine ad una immeritata discriminazione che ne ferisce la professionalità ed umilia senso del dovere e spirito di servizio”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I nuovi server IBM Linux, con tecnologie della OpenPOWER Foundation, per gestire i carichi di lavoro

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 ottobre 2015

ibmIBM presenta nuovi server Linux in grado di eseguire carichi di lavoro legati agli analytics in modo più veloce ed economico di analoghi server basati su x86.I nuovi server Power Systems LC sono stati progettati sulla base delle tecnologie e delle competenze di sviluppo dei partner della OpenPOWER Foundation, tra cui Canonical, Mellanox, NVIDIA, Tyan e Wistron. Per chi non lo ricordasse, la OpenPOWER Foundation è un’organizzazione che oggi conta più di 150 membri in tutto il mondo ed è impegnata a creare soluzioni basate sull’architettura open source del processore POWER8 di IBM. Questo modello aperto e collaborativo che consente di avere velocemente risultati importanti, non raggiungibili con le metodologie di innovazione alternativi chiusi.I server LC portano le prestazioni più elevate delle CPU POWER alla vasta community di Linux, in particolare per carichi di lavoro legati agli analytics, al cloud e all’High Performance Computing (HPC). In base ai test interni eseguiti da IBM, il nuovo server Power Systems LC, ad esempio, può completare una media di stessi carichi di lavoro Apache Spark selezionati – inclusi l’analisi dei feed di Twitter, lo streaming delle visualizzazioni di pagine web e altre attività di analytics ad alta intensità di dati – a meno della metà del costo di un server basato su processore Intel E5-2699-V3, fornendo prestazioni 2,3 volte migliori per dollaro speso. Inoltre, la concezione efficiente di un server Power Systems LC Server permette di svolgere il 94% di carichi di lavoro di social media Spark in più, a parità di spazio su rack, rispetto a un server basato su Intel paragonabile. “Le imprese vogliono poter contare su sistemi cognitivi affidabili, efficaci in termini di costi e in grado di acquisire e interpretare un’incredibile quantità di dati strutturati e non”, commenta Doug Balog, General Manager di IBM Power Systems. “Adottare un modello di innovazione aperto ci ha permesso di creare sistemi che possono elaborare montagne di dati trasformandole immediatamente in informazioni di business utilizzabili. Grazie alla collaborazione con i partner della OpenPOWER Foundation, la nostra nuova linea di server fornisce alle imprese le prestazioni necessarie per analizzare e gestire i dati in tempo reale”.Allegiant Air, un’importante compagnia aerea low-cost americana, è uno dei clienti che utilizzano Linux su Power Systems per l’analisi dei dati. La linea aerea è in grado di analizzare immediatamente il comportamento dei clienti sul proprio sito web, per adeguarsi rapidamente, fornire immediatamente offerte promozionali e riuscire a convertire la navigazione online di un potenziale cliente in un acquisto.”Tutte le imprese si confrontano con una mole di dati in costante aumento”, commenta Brian O’Neil, Director of Data Architecture di Allegiant Travel. “È il modo in cui si analizzano – e in cui vengono utilizzati – i risultati che consente di acquisire una posizione di leadership. Sfruttando Linux su IBM Power Systems, siamo riusciti a ottenere immediatamente informazioni preziose da svariate fonti di dati e siamo stati in grado di intervenire con una rapidità e un’efficienza senza precedenti”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Detrazioni per carichi di famiglia ai soggetti residenti in uno degli Stati membri dell’Unione europea

Posted by fidest press agency su martedì, 19 maggio 2015

aldo di biagio“Malgrado il ritardo, a breve verrà emanato il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze di cui al comma 1 dell’articolo 7 della legge 161 del 2014 che ha esteso il diritto alla fruizione delle detrazioni per carichi di famiglia ai soggetti residenti in uno degli Stati membri dell’Unione europea. Un risultato importante che sto sollecitando da tempo con atti parlamentari e confronti con il Governo e con i dipartimenti competenti del Mef e dell’Agenzia dell’entrate”. Lo dichiara Aldo Di Biagio, senatore di Area Popolare.
“A distanza di diversi mesi dall’entrata in vigore della legge 161 del 2014 – spiega – in assenza del decreto attuativo purtroppo bisognava considerare incompiuta la norma di riconoscimento di un diritto spettante a nostri connazionali, espressione di una sensibilizzazione culturale prima ancora che politica che ha messo a regime definitivamente un riconoscimento altrimenti previsto a fatica con una norma ad hoc emanata annualmente dal parlamento”. “Questo riconoscimento, – spiega – prevedendo un ampliamento del bacino di contribuenti direttamente fruitori del diritto alle detrazioni, sulla base di un principio di collocazione geografica, crea però una divaricazione in tema di riconoscimenti fiscali tra lavoratori italiani, considerando anche che il riconoscimento annuale a tutta la categoria si basava esclusivamente sul requisito della assoggettabilità del reddito ad Irpef in Italia e non su un vincolo geografico”. Di Biagio conclude: “Sarebbe auspicabile tutelare quel principio di equità e giustizia finora garantito all’intera categoria dei lavoratori, contribuenti italiani, operanti oltre confine al di là di vincoli di natura geografica che potrebbero sollevare dei dubbi di legittimità. Su questo fronte è aperta un’interlocuzione con il Governo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »