Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘carlo giovanardi’

Istituzioni e strage Ustica

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 settembre 2011

Ustica on sunset

Image via Wikipedia

“Vogliamo sottolineare il grande valore della sentenza del tribunale civile di Palermo, che ha condannato lo Stato a risarcire per danni un gruppo di parenti delle vittime della strage di Ustica. Una sentenza estremamente importante, perché non si limita a condannare i ministeri della Difesa e dei Trasporti, ma lo fa evidenziando le responsabilità dovute alla sicurezza e mette in luce i comportamenti negativi e non collaborativi con l’autorità giudiziaria tenuti da parte di appartenenti ad organi dello Stato che, pur nelle diversità di personaggi e situazioni, sono state comuni alle indagini sulle altre stragi che hanno colpito il nostro Paese. A fronte di ciò appare ancora più colpevole l’atteggiamento assunto dal sottosegretario Carlo Giovanardi – evidentemente d’intesa con il Governo – che ha preannunciato ricorso contro di essa. L’unione stigmatizza il comportamento Governo, che:anziché farsi carico del buon esito delle rogatorie internazionali riguardanti la strage di Ustica;impegnarsi nel rendere operativa la nuova legge sul segreto di Stato, promulgata all’inizio del 2007 e tutt’ora priva dei decreti applicativi,sembra cercare in tutti i modi di fiaccare la volontà dei familiari delle vittime nella loro legittima ricerca della verità, Ne è prova: la mancata partecipazione alla manifestazione per il 31° anniversario della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980, la denuncia per vilipendio inviata dal coordinatore del PdL Fabio Garagnani al presidente dell’Unione familiari vittime per stragi Paolo Bolognesi, per la sua insistente richiesta di giustizia, chiedendo che con il segreto di Stato, non si coprano i mandanti delle stragi,la mancata applicazione della legge 206/04 “Nuove norme in favore delle vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice”, che costringe i familiari a defatiganti iter per farla applicare completamente. I morti delle stragi terroristiche e l’impunità delle stesse, reclamano ben altra attenzione da parte degli organi governativi. Inoltre, e nel caso specifico di Ustica, non vi sia il necessario impegno governativo nell’azione diplomatica che pretenda risposte alle rogatorie internazionali ancora inevase”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Appoggio alla segreteria Alfano

Posted by fidest press agency su sabato, 2 luglio 2011

Carnevali (pdl): Alfano saprà interpretare nel modo migliore i sogni e le speranze delle nuove generazioni “Alfano saprà interpretare nel modo migliore i sogni e le aspirazioni delle nuove generazioni portando avanti il più grande progetto politico della storia italiana: la realizzazione della costola italiana del Partito Popolare Europeo.” A dichiararlo Alessandro Carnevali Coordinatore Nazionale dei Giovani Popolari di Carlo Giovanardi che ieri ha incontrato lo stesso Alfano. (Alessandro carnevali)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dieci anni di servizio civile

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 aprile 2011

Roma  6 aprile ore 12.00 ore 12.00 Sala A Viale Mazzini, 14 (entrata via Pasubio, 7) – Presentazione degli eventi programmati in occasione dei Dieci anni di servizio civile Interverrà: Carlo Giovanardi – Sottosegretario di Stato della Presidenza del Consiglio dei Ministri  Segretariato Sociale Rai

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le “chicche” del cattolico Giovanardi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 settembre 2010

Carlo Giovanardi ha affermato, senza ovviamente uno straccio di prova, che nei Paesi dove sono consentite le adozioni gay “è esplosa la compravendita di bambini e bambine”, e, sempre senza uno straccio di prova, che affidare un bambino ad una coppia gay significa “fare una violenza sul bambino stesso. Si crea un diverso dagli altri, lo si candida all’infelicità”. I commenti sono superflui. Ma perché meravigliarsi delle uscite infelici del cattolico ministro? Ci siamo dimenticati delle precedenti? Il giorno 22 marzo 2006 partecipava alla trasmissione Ottoemezzo, dedicata ad un tema difficile e delicatissimo: l’eutanasia infantile. Il problema serio e grave riguardava la giustezza o meno di accelerare una morte certa ed inevitabile di un neonato affetto da malattia inguaribile ed in preda a dolori insopportabili. Bene, lui se ne uscì con questa frase: “Finché c’è vita c’è speranza”. Il 13 maggio 2006, poiché Follini e Tabacci,  contrariamente alle indicazione del partito avevano votato per l’elezione del Presidente della Repubblica, li definì “traditori e immorali”. Il 19 dicembre dello stesso anno, nella trasmissione di Bruno Vespa, affermò candidamente che un medico aveva il dovere di tenere in vita Welby, così come ogni medico aveva il dovere di salvare un suicida che si getta dalla finestra e resta vivo. Il 9 novenbre 2009, riguardo al povero Stefano Cucchi:  “E’ morto perché anoressico, drogato e sieropositivo”. Il 26 febbraio 2010, riguardo ad una trasmissione di Annozero: “Una Tv di Stato ha fatto la propaganda della droga. Sembrava una specie di fumeria d’oppio”. Perché qualcuno si stupisce ancora? (Miriam Della Croce)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »