Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

Posts Tagged ‘carta stampata’

Giampiero Mughini presenta il suo ultimo libro “La Stanza dei libri”

Posted by fidest press agency su sabato, 10 dicembre 2016

amazon-libriRoma domenica 11 dicembre, ore 18.30 Palazzo Odescalchi piazza SS. Apostoli 80 Giampiero Mughini presenta il suo ultimo libro
“La Stanza dei libri” In un periodo storico difficile per la carta stampata, Giampiero Mughini ne La Stanza dei libri sottolinea il valore inestimabile dei testi a cui, nel corso della sua vita, si è affezionato. Già proclamatosi “bibliofolle”, l’autore nel libro che sarà presentato in occasione dell’Asta di Libri, Autografi e Stampe (in programma venerdì 16 dicembre con l’offerta di 742 lotti), racconta anche un mondo diverso, un mondo di lettori accaniti, di bibliofili e bibliomani.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Informazione tra web e carta stampata

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 settembre 2016

GiornalistiDimmi come ti informi e ti dirò quanti anni hai. Secondo una recente ricerca del Pew Research Center, ripresa e sintetizzata da NiemanLab, una delle differenze più evidenti tra giovani e meno giovani in America si trova nella modalità e nei mezzi scelti per informarsi. Il 54% dei giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni dichiara di preferire la ricerca di notizie sul digitale, una percentuale che si abbassa al crescere dell’età anagrafica, passando al 38% tra i 30-49enni e al 15% nella fascia 50-64enni.
Guardando all’uso del mobile, il solco diventa ancora più marcato. Mentre il 70% degli under 30 dichiara di informarsi solo usando dispositivi mobile, la quota scende al 53% per chi ha tra i 30 e i 59 anni, per poi restringersi ulteriormente, fino al 29%, tra gli adulti di età compresa tra i 50 e i 64 anni.Un gap generazionale che potrebbe rappresentare una brutta notizia per le tv. Il report ha infatti confermato quanto molti network televisivi hanno già notato analizzando i numeri delle loro audience, con il numero di spettatori giovani che si sta sempre più riducendo. Mentre il 72% delle persone tra i 50 e i 64 anni, e addirittura l’85% degli over 65, si informa attraverso la tv, solo il 29% degli under 30 fa lo stesso.Indipendentemente dall’età però la tv risulta essere il mezzo più scelta da chi si informa guardando video news, con una fetta pari all’80%. In questo caso il ruolo del web è marginale: chi lo utilizza per informarsi preferisce leggere piuttosto che guardare.Passando ai giornali, scende ancora del 27% rispetto a tre anni fa la quota di chi la sceglie la carta stampata. Una quota che rappresenta il 26% del totoale di chi si informa leggendo.
In generale il giudizio che le persone hanno dei media, conclude il report, non è particolarmente positivo, con solo il 20% degli americani che esprime fiducia verso di loro. La considerazione negativa è più marcato tra chi si informa principalmente online, rispetto a chi usa altre piattaforme. Solo il 67% degli utenti web guarda con occhio positivo ai media, contro l’81% di chi utilizza tv o giornali. (primaonline) (fonte: notiziario http://www.francoabruzzo.it)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Premio giornalistico Agnelli

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 ottobre 2011

Stefania Craxi

Image via Wikipedia

Il premio giornalistico “Umberto Agnelli” promosso dalla Fondazione Italia Giappone è stato consegnato a Kyoto a Pio d’Emilia (SKY TG24) e a Stefano Carrer (IL SOLE-24 ORE) nel corso della 23esima Assemblea Annuale dell’Italy-Japan Business Group dal presidente della Fondazione Umberto Vattani alla presenza del Sottosegretario agli esteri Stefania Craxi. Il riconoscimento ai due inviati uno della televisione, l’altro della carta stampata è stato assegnato “per aver raccontato dai luoghi stessi del disastro con professionalità, oggettività e grande passione gli eventi drammatici che hanno colpito il Giappone l’11 marzo 2011”. La Fondazione Italia Giappone è stata creata da Umberto Agnelli, che ha presieduto fin dalla sua costituzione nel 1989 anche l’Italy-Japan Business Group.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornalisti e discriminazione razziale

Posted by fidest press agency su domenica, 2 maggio 2010

L’Unione europea ha assegnato il premio “Sì alle diversità. No alle discriminazioni” al quotidiano tedesco Süddeutsche Zeitung per l’opera di sensibilizzazione in materia di discriminazione. Un giornalista ungherese ha vinto il secondo premio, mentre un articolo finlandese ha ottenuto un premio speciale per l’attenzione posta al legame tra povertà e discriminazione. Tutti e tre i vincitori riceveranno una borsa per un viaggio di studio in un Paese UE di loro scelta. La Commissione europea sta per lanciare anche l’edizione 2010 del premio “Sì alle diversità. No alle discriminazioni”intitolato “Premio giornalistico UE – Insieme contro le discriminazioni”. Il concorso è aperto ai giornalisti web e a quelli della carta stampata che si occupano di discriminazione e diversità. Gli articoli devono essere stati pubblicati tra il 1° settembre 2009 e il 17 settembre 2010.
I Vincitori del premio 2009:  Kathrin Löther, una giovane studentessa di giornalismo tedesca, ha vinto il primo premio per il suo articolo “Das Lieben der Anderen” (“L’amore degli altri”), pubblicato sulla Süddeutsche Zeitung. L’articolo vincitore tratta il tema dell’amore tra le persone disabili, contribuendo a sensibilizzare su questo argomento con calore e umanità.  István Balla si è conquistato il secondo premio per il suo articolo riguardante le condizioni di vita dei bambini Rom “Mit látnak Budapestből a cigány gyerekek?” (“Che cosa vedono di Budapest i bambini Rom?”), apparso sulla rivista ungherese on line Figyelőnet.  Infine, Hanna Nikkanen ha ricevuto un premio speciale per “Kerrosten välissä” (“Incastrato nel mezzo”). Il suo articolo, comparso sul mensile Voima, narra la storia di un immigrato che affronta la povertà in Finlandia. http://journalistaward.stop-discrimination.info/  Nel frattempo è possibile inviare candidature per l’edizione 2010 del premio giornalistico. Il concorso è aperto ai giornalisti web e a quelli della carta stampata che si occupano delle problematiche relative alle discriminazioni basate su razza, origine etnica, religione, età, disabilità e orientamento sessuale. Gli articoli devono essere apparsi tra il 1° settembre 2009 e il 17 settembre 2010 su una testata on line o della carta stampata che abbia la sede editoriale principale in uno dei 27 Stati membri dell’Unione europea. La data di scadenza per presentare gli articoli attraverso il sito ufficiale del premio è il 17 settembre 2010.
Il premio giornalistico fa parte delle attività di sensibilizzazione della campagna dell’UE “Sì alle diversità. No alle discriminazioni”. La European Youth Press, lo European Journalism Centre e la Association of European Journalists sono partner di questa edizione del premio. Gli articoli premiati sono stati selezionati tra più di 500 articoli inviati da tutti i 27 Stati membri tra il novembre 2008 e la fine di agosto 2009. La giuria ha lodato l’elevata qualità degli articoli presentati. I tre vincitori europei riceveranno una borsa per un viaggio di studio in un Paese UE di loro scelta.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La crisi dell’informazione

Posted by fidest press agency su domenica, 27 dicembre 2009

Ci lamentiamo spesso, guardando la televisione, dello scadimento dei programmi e ci sorprendiamo il giorno dopo dell’alta audience ad essa riservata, dati statistici alla mano, dal grosso pubblico. La meraviglia è ancora maggiore, se è possibile, pensando che nonostante il cospicuo numero dei canali televisivi la circostanza non ci permette, lo stesso, di operare delle scelte qualitative, dato che il loro livello medio resta molto basso. Alla fine, probabilmente, resta la rassegnazione e si finisce con il tenere acceso un canale televisivo mentre si sfaccenda in casa o si sonnecchia sul divano o si parla con i figli e si raccontano le novità del giorno in ufficio o sugli incontri casuali in metro o sul caro vita reduci dalla spesa al supermercato. La carta stampata non è da meno. Per farsi leggere cerca la nota scandalistica, la iperbole su fatti e circostanze che, se rappresentate per come sono, ci lascerebbero nella totale indifferenza. Ma a ben considerare non crediamo che la colpa sia da attribuire solo ai media. Il nostro prodotto informativo rispecchia, in un certo qual modo, i costumi del nostro tempo. Prendiamo ad esempio i quotidiani gratuiti che ci sono offerti alle stazioni metropolitane o ai capilinea degli autobus: sono strutturati in modo tale da farsi leggere al massimo in 20 minuti se non di meno. E diciamo pure 20 minuti di “flash d’agenzia” su notizie di ogni genere ma con prevalenza costruite per generare “curiosità” e, in misura minore, interesse. Gli altri quotidiani, quelli a pagamento diventano, a questo punto, degli optional da comprare sempre di meno. Al loro posto si preferiscono, semmai, i rotocalchi settimanali. Ed anche in questa circostanza il loro gradimento vale di più se include delle note scandalistiche e relega all’ultima pagina la rubrica culturale. Da questa, sia pur sommaria, riflessione emerge una considerazione di fondo: siamo, probabilmente, stanchi dall’essere bombardati da notizie, dal lavoro che ci assorbe, dalla fatica dei viaggi che quotidianamente intraprendiamo per fare la spola tra casa ed ufficio, dall’assillo di far quadrare il magro bilancio della famiglia a fronte di tante necessità che si richiedono quotidianamente, dai problemi che dobbiamo, in qualche modo, farci carico dei figli, del coniuge, degli anziani di casa e persino del parente che vive in un’altra città. Ci manca, alla fine, uno spazio per noi stessi, una ricerca del sapere che ci sollevi all’ansia del quotidiano, che ci restituisca la nostra dimensione umana nel cadenzare le giornate con il passo giusto e ponderato. Ed è questa la “dimensione” che ci manca, la riflessione che stiamo perdendo e la pausa che ci fa difetto davanti alla televisione o scorrendo le pagine di un giornale o di un periodico o di un libro. E la cultura politica, a questo punto, segue lo stesso passo tra attese speranzose e amare delusioni.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo canale TV commerciale in Turchia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 ottobre 2009

La rete di notizie di business globale Bloomberg Television(R) e Ciner Media, principale azienda turca per le aziende operanti nel settore della carta stampata e della diffusione in Turchia, hanno concordato il lancio di BloombergHT (Haberturk), un canale di business e notizie finanziarie in tempo reale operante 24 ore su 24, 7 giorni su 7, in lingua turca che trasmetterà via cavo e via satellite in Turchia e nelle repubbliche di lingua turca.  Si prevede che il lancio di BloombergHT abbia luogo nel corso di quest’anno. Ciner Media gestirà il canale, che replicherà in Turchia gli studi, le strutture di produzione e le attività di diffusione di BLOOMBERG TELEVISION, all’avanguardia della tecnologia, che sono presenti a New York, Londra e Hong Kong. Bloomberg manterrà il controllo editoriale sui contenuti di business del canale e fornirà a Ciner Media l’accesso al servizio globale Bloomberg News(R), comprendente i suoi 145 uffici in tutto il mondo. Un sito Web associato seguirà il lancio del canale.  Ciner Yayin Holdings A.S., il ramo multimediale di Ciner Group, possiede HaberTurk TV, il canale leader di notizie in Turchia, e Haberturk, il principale giornale della nazione. Ciner pubblica in Turchia riviste che battono i record di diffusione in tutto il mondo, tra cui Marie Claire, Newsweek Turkey, OK! e GEO.
La Turchia è la sesta economia per dimensioni in Europa, secondo la Panoramica economica mondiale del FMI ad aprile 2009. L’economia del Paese ha superato i 700 miliardi di USD nel 2008 e nel 2002-2008 il PNL annuo è cresciuto in media del 5,9%, rendendo la Turchia una delle economie dalla crescita più rapida in Europa. Nel corso del 2007 gli investimenti stranieri diretti hanno raggiunto una cifra record di 22 miliardi di USD, rispecchiando l’aumento dell’interessa da parte della comunità finanziaria mondiale, secondo i rapporti pubblicati dalla Banca Centrale della Repubblica di Turchia.
Bloomberg è la fonte di informazioni e strumenti critici con cui analizzarle, personalizzarle e utilizzarle. Il servizio Bloomberg Professional(R) e i servizi media di Bloomberg forniscono dati, notizie e analisi che creano trasparenza e consentono agli utenti di trasformare la conoscenza in successo.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata mondiale della libertà di stampa

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2009

San Marco Argentano (Cosenza) 3 maggio prossimo, alle ore 10,30, nel Teatro Urbano II di, con la partecipazione di prestigiosi giornalisti calabresi e di Annalisa Venditti, giornalista collaboratrice di programmi televisivi Rai e docente alla Pontificia Università Urbaniana di Roma, sarà celebrata con un incontro sul tema La libertà di stampa e la tutela della persona la Giornata mondiale della libertà di stampa. All’incontro, moderato da Silvio Rubens Vivone, interverranno, oltre alla Venditti, Filippo Veltri, responsabile ANSA Calabria; Arcangelo Badolati, caposervizio Gazzetta del Sud; Attilio Sabato, direttore Teleuropa e Giuseppe Soluri, presidente Ordine dei giornalisti della Calabria. Presiederà i lavori Adriano Ritacco, referente del Comitato Promotore Club UNESCO San Marco Argentano, che così illustra l’iniziativa <<In questa giornata della libertà di stampa 2009 noi esortiamo i decisori di ogni livello a fare tutto ciò che è in loro potere per vegliare affinché i giornalisti possano compiere il loro lavoro senza intralci né timori; noi domandiamo insistentemente ai giornalisti di osservare le regole della loro professione al più elevato livello, di rifiutare di prestare i loro talenti ai mercanti di odio e di rispettare in ogni circostanza il principio di imparzialità. Domandiamo insistentemente alla Comunità Internazionale nel suo insieme di difendere e proteggere questo diritto fondamentale della persona umana – il diritto di ricevere e comunicare l’informazione, lungi da ogni censura. Questo convegno – conclude Adriano Ritacco, referente del Comitato Promotore Club UNESCO San Marco Argentano – che vedrà la presenza di così illustri relatori vuole essere un altro pezzo di mosaico da inserire in questo grande puzzle della libertà di stampa>>.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »