Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘cartello’

Antitrust: sanzioni per cartello vendita auto tramite finanziamenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 gennaio 2019

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato per un totale complessivo di circa 678 milioni di euro i principali gruppi automobilistici operanti in Italia nel settore della vendita di autoveicoli mediante prodotti finanziari, nonché le relative associazioni di categoria, per un’intesa restrittiva della concorrenza.”Bene! Finalmente si fa un po’ di luce nei rapporti tra i gruppi automobilistici e le società finanziarie” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “E’ evidente da tempo la politica commerciale di cercare di imporre al consumatore la vendita di auto in abbinamento ad un finanziamento. Il coordinamento delle condizioni economiche e contrattuali applicate ai consumatori finali ha avuto come conseguenza l’applicazione di tassi di interesse più alti del dovuto. Per questo i consumatori andrebbero ora risarciti. Speriamo che la sanzione serva da deterrente anche in altri settori” conclude Dona.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polizia Stato: chiuso per cassata attività

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

“Ci scusiamo con i cittadini ma a causa dei tagli indiscriminati e lineari del Governo Berlusconi siamo costretti a interrompere ogni tipo di attività. Per denunce o simili rivolgersi direttamente al ministro Roberto Maroni presso gli uffici del Viminale”. Tra qualche giorno nelle Questure, nei Commissariati e in ogni Ufficio della Polizia di Stato, che è certezza di legalità e sicurezza per i cittadini, potrebbe comparire questo cartello, perché siamo arrivati allo stremo, al punto da non avere carta su cui scrivere nemmeno le denunce”. E’ sarcastico e amaro il commento di Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia, rispetto a quanto accaduto anche a Palermo dove un Commissariato di Polizia, il “Libertà” in pieno centro cittadino, non può più garantire neanche il minimo e cioè ricevere una denuncia perché manca la carta su cui scrivere. “Sarà un mantra il nostro – dice ancora Franco Maccari – ma questo è stato tra i peggiori Governi che questo Paese abbia avuto in termini di garanzia per la sicurezza del cittadino e la legalità nel Paese. La verità – continua il Segretario Generale del Coisp – è che, nella foga di millantare una politica di risanamento dei conti, l’Esecutivo invece di operare tagli mirati e ragionati alla spesa improduttiva ha operato la politica della mannaia tagliando tutto senza capire i danni che ne sarebbero derivati”. “La cosa peggiore è che la gente ancora non riesce a percepire che continuare a parlare di questi tagli – conclude Maccari – non significa portare avanti rivendicazioni di categoria, ma battersi per il bene di una comunità che oggi non trova la carta su cui scrivere anche le denunce, presto non avrà neanche la certezza che una nostra volante possa arrivare laddove c’è bisogno, per non parlare di un’attività investigativa che rischia la paralisi più totale. Qui prodest? Sempre e solo ad una malavita che viaggia a una velocità superiore rispetto a quella di chi è chiamato a contrastarla”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anniversario: Carlo Alberto Dalla Chiesa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 settembre 2010

Palermo, Venerdì 3 settembre 1982, ore 21.00 il nuovo prefetto di Palermo, il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, sta andando a cena con la giovane moglie Emanuela Setti Carraro, di scorta li segue un’Alfetta guidata dall’agente della polizia di Stato Domenico Russo. Giunti in Via Isidoro Carini sopraggiungono due motociclette e un’auto che affiancandosi all’A112 del generale aprono il fuoco a colpi di kalashnikov uccidendoli sul colpo. Sul luogo dell’eccidio, un anonimo cittadino lascia un cartello affisso al muro. Poche parole, una frase che in breve fa il giro del mondo: “Qui è morta la speranza dei siciliani onesti”.
Carlo Alberto Dalla Chiesa nacque a Saluzzo (Cuneo) nel 1920.  Nel 1942 divenne sottotenente dell’Arma dei Carabinieri, si laureò in giurisprudenza e fu uno dei capi della Resistenza nelle Marche. Nel 1946, a Firenze, sposò Dora Fabbo, che rimase compagna silenziosa e fedele del futuro generale per più di 30 anni. Nel 1948 fu inviato con il grado di colonnello in Sicilia dove ebbe le sue prime esperienze nella lotta contro la mafia, arrivando all’incriminazione di Luciano Liggio, e, fra il 1966 e il 1973, arrestò 76 capi mafiosi. Nel 1973 fu promosso generale di brigata e trasferito in Piemonte e nel ’77 gli fu affidata la coordinazione degli istituti di sicurezza e di pena. Nel 1978 venne promosso generale con poteri su tutto il territorio e una dipendenza diretta dal Ministero degli Interni fino al 1981 per far fronte alla minaccia del terrorismo.  In tre anni riuscì a distruggere l’organizzazione delle Brigate Rosse e grazie ad una serie di pentimenti oggi possiamo sapere la storia completa di tale gruppo eversivo. Nel 1981, quando il pericolo cessò, Dalla Chiesa fu mandato a Palermo dove la delinquenza persisteva, con l’incarico di prefetto antimafia, però i suoi poteri limitati gli impedirono di agire. Il 3 settembre del 1982, mentre tornava dal palazzo della Prefettura del capoluogo siciliano, fu assassinato da killer mafiosi, insieme alla giovane moglie Emanuela Setti Carraro di 31 anni, con la quale il generale era sposato da soli 54 giorni, e all’agente di scorta Domenico Russo.
L’Agente Scelto Domenico Russo nasce a S. Maria Capua Vetere (CE) il 27/12/1950. Quella sera Domenico seguiva con l’auto di servizio, un’Alfetta non blindata, come scorta alla A-112 del Generale e della sua compagna, che vennero trucidati in maniera vile da un commando della Mafia a colpi di Kalashinkov, in quella circostanza, l’auto con a bordo l’autista e l’Agente Russo, venne affiancata da una motocicletta guidata da Pino Greco detto “Scarpuzzedda”, che uccise l’autista e ferì in maniera gravissima il Russo, il quale morì dopo 13 giorni di agonia all’ospedale di Palermo. Domenico lasciava la moglie ed un figlio piccolo. L’Agente Russo per il suo atto di eroismo venne insignito della Medaglia d’oro al valor civile. Storia e Memoria – 03 Settembre 2010 (Thanks to: Wikipedia)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Acqua, rifiuti, trasporti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2010

Roma 10 marzo, via Galilei  57 – ore 16.00 Con l’approvazione del decreto Ronchi si sancisce definitivamente il concetto di privatizzazione delle società erogatrici di servizi pubblici, come l’acqua, i trasporti e i rifiuti, attualmente gestiti dai comuni e in affidamento diretto. La spinta alle privatizzazioni viene da lontano: dalla metà degli anni Novanta il nostro paese è stato infatti all’avanguardia di questi processi, a partire dalla privatizzazione della telefonia, delle ferrovie, delle banche, dell’industria pubblica. Aziende riconosciute in tutto il mondo sono state regalate ad imprenditori privati, i quali hanno scaricato sullo Stato i costi delle ristrutturazioni e hanno incamerato i profitti, instaurando nei fatti dei veri e propri monopoli privati, fatti di accordi di cartello. A rimetterci sono stati gli utenti-cittadini, con l’aumento delle tariffe e il peggioramento della qualità del servizio, ed i lavoratori, su cui si sono riversati tutti i contenimenti dei costi effettuati dalle aziende.  A fronte di quanto avvenuto è necessario costruire un ampio movimento che ponga le basi per invertire la rotta, riaffermando il carattere pubblico delle aziende e dei servizi, con una gestione che ponga al centro i lavoratori, e cittadini e tutela dell’ambiente. Ne discuteranno: Andrea Alzetta – Consigliere comunale Action Roma Andrea Cavola – Segretaria nazionale SdL TrasportiPaolo Di Vetta – Blocco proletario metropolitano Severo Lutrario – ATTAC Michela Mannozzi – ricercatrice ISPRA, coord. Usi/RdB Vincenzo Miliucci – Confederazione Cobas Luigi Nieri – Assessore al Bilancio Regione Lazio Fabio Nobile – Rete romana contro la crisi Corrado Oddi – Forum italiano dei movimenti dell’acqua Ivano Peduzzi – Capogruppo PRC Regione Lazio Giancarlo Ricci – Coordinatore Regionale RdB Energia

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pasta: non si può negare l’evidenza

Posted by fidest press agency su domenica, 24 gennaio 2010

“La sfacciataggine non manca all’associazione dei pastai che continua a negare il cartello sui listini”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori. “Un atteggiamento quello di Massimo Menna, presidente dell’UNIPI, che offende i consumatori, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e la magistratura amministrativa che ha già confermato la sussistenza di un accordo anticoncorrenziale tendente a tenere illegittimamente alto il livello dei prezzi della pasta nonostante la riduzione dei costi della materia prima”. “I consumatori sono alla mercé degli imprenditori che negano l’evidenza processuale con la compiacenza dei giornali amici -dichiara Dona- riferendosi ad una notizia apparsa ieri sul Sole 24 ore che faceva riferimento ad un «sospetto» cartello sui prezzi”. “La verità accertata fino ad oggi dall’Antitrust e confermata dal TAR -conclude Dona- non può essere bistrattata da chi si ostina a negare l’evidenza”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Saldi: non tutti i prodotti devono essere scontati

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 gennaio 2010

Durante i saldi, che sono imminenti, spesso sorgono discussioni con i consumatori in molti negozi perché non tutti i prodotti sono scontati. Premesso che ogni negoziante è libero di fare o non fare i saldi (ma, se li fa e mette il relativo cartello, deve rispettare le regole), l’Unione Nazionale Consumatori chiarisce a tale proposito che l’art. 15 del decreto legislativo n. 114/1998 ha stabilito che i saldi “riguardano i prodotti, di carattere stagionale o di moda, suscettibili di notevole deprezzamento se non vengono venduti entro un certo periodo di tempo”. Ciò significa, in pratica, che il negoziante può decidere di vendere a prezzo pieno una parte dei prodotti del negozio. Anche le vendite promozionali possono essere effettuate “per tutti o una parte dei prodotti merceologici”. Soltanto le vendite di liquidazione devono essere effettuate dal dettagliante al fine di vendere “tutte le proprie merci”, mentre le vendite sottocosto possono riguardare solo 50 prodotti.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cagliari: I sindacati polizia organizzano una assemblea

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 Mag 2009

Cagliari 5 maggio 2009, dalle ore 11.00 alle 13.00 Sala Conferenza sita al 3° piano della Questura il “cartello” dei Sindacati di Polizia hanno organizzano un assemblea generale straordinaria. La ragione si spiega in un comunicato reso agli organi d’informazione: “ Non possiamo tacere. Riproporre il disegno di legge sulle ronde è destabilizzante per il sistema sicurezza del Paese e pericoloso per i cittadini. Non può non rendersene conto il Governo! L’ubriacatura populista continua a mietere le vittime di una continua e sempre più incalzante erosione del sistema delle regole e dei diritti. Già!!! Perché per fare quello che hanno deciso di fare, cioè confondere il sistema delle Forze di Polizia democratiche nel nostro Paese, devono cambiare la Costituzione, devono cambiare la legge che da 30 anni assicura il delicato equilibrio delle Forze di Polizia. L’equilibrio! Dov’è l’equilibrio? Ce lo stiamo chiedendo da tempo e non ci sembra che le ronde abbiano a che fare con la sicurezza. Qualcuno ci spieghi che cosa dovrebbero fare di diverso le ronde da tutti gli altri cittadini che, senza bisogno di riunirsi in associazioni non armate, chiamano il 113 e “segnalano situazioni che possano arrecare danno alla sicurezza urbana ovvero situazioni di disagio sociale ”! … Qualcuno ce lo spieghi! Il problema in realtà, e nessuno lo dice, sta nel fatto che si autorizza un controllo del territorio illegittimamente sottratto, di fatto, alla competenza esclusiva delle Forze di Polizia che, ricordiamo e vale la pena di rammentarlo se qualcuno se lo fosse dimenticato, sono soltanto quelle stabilite per legge dall’art 16 della legge 121\81, che dice: (Forze di polizia) “Ai fini della tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, oltre alla Polizia di Stato sono Forze di Polizia fermi restando i rispettivi ordinamenti e dipendenze, ecc.”! L’art.24 della stessa legge non ammette interpretazioni, non ammette deroghe. Allora, qualcuno ci spieghi come mai hanno deciso nello stesso tempo di tagliare le risorse economiche per garantire la sicurezza dei cittadini e ridurre ad una condizione di mera sopravvivenza, anche economica, il personale delle Forze di Polizia! Nuovi poveri…! Lo eravamo già da tempo! Perché, scusate, a noi sembra la classica manovra a tenaglia! Vorremmo sapere che ne pensano i cittadini …ecco perché la nostra mobilitazione generale”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »