Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘cartelloni’

Kavalan Whisky entra nei cartelloni pubblicitari di Times Square a New York

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 agosto 2016

Kavalan-Times-Square

Kavalan-Times-Square

TAIPEI, Taiwan /PRNewswire/ — Nel corso dei prossimi cinque mesi, le circa 330.000 che ogni giorno visitano Times Square potranno vedere un insolito whisky che li osserverà dall’alto, non da uno, ma da ben 11 dei giganteschi cartelloni pubblicitari elettronici.L’importante distillatore di whisky di Taiwan, Kavan Distillery, si è aggiunto alle migliaia di marche iconiche americane e globali che nel secolo scorso si sono fatte pubblicità al cosiddetto “Incrocio del mondo”, uno dei crocevia commerciali più popolari.
Nell’ambito della spinta per penetrare il mercato statunitense, i premiati whisky Kavalan sono al momento proiettati nel Thomson Reuters Building al n. 3 di Times Square, central Manhattan.Il fondatore di Kavalan, YT Lee, ha affermato che spera che il mercato degli Stati Uniti diventerà uno dei mercati principali per l’etichetta. “Lo scopo dire a tutti che il whisky Kavalan è disponibile negli Stati Uniti. Siamo presenti e operativi qui”, ha dichiarato Lee.”Perché non assaggiare un whisky insolito da Taiwan che si è già aggiudicato riconoscimenti di rilievo, tra cui ‘World’s Best Single Malt’ e ‘World’s Best Single Cask Single Malt’ lo scorso anno e questo anno?”Il prestigioso World Whiskies Awards (WWA) ha nominato il Kavalan Solist Vinho Barrique il “World’s Best Single Malt Whisky” per il 2015 e Solist Amontillado Sherry Single Cask Strength il “World’s Best Single Cask Single Malt Whisky per il 2016.”Per permettere ai newyorkesi di assaggiare i Kavalan, i rivenditori Kavalan offriranno assaggi e promozioni speciali nei prossimi cinque mesi. Per maggior informazioni contattare l’importatore di Kavalan per gli Stati Uniti, Anchor Distilling http://www.anchordistilling.com.
Kavalan Distillery ha Taiwan si è dedicata all’arte del whisky single malt dal 2006 ed ha ricevuto oltre 190 premi oro. Nella propria distilleria, un team di Ricerca e Sviluppo di di alto livello, un maestro miscelatore formatosi in Gran Bretagna, un consulente internazionale di whisky sovrintendono alla produzione di 5 milioni di bottiglie all’anno dei migliori whisky al mondo, dal gusto eccezionale.Invecchiato in botti di quercia americana in ambiente con elevata umidità e caldo, Kavalan trae anche beneficio dalle brezze della montagna e marine e dall’acqua della sorgente della montagna Snow, tutti elementi che si uniscono per creare la tipica cremosità del whisky Kavalan. Il nome Kavalan deriva dal vecchio nome della Yilan County ed ha alle spalle 30 anni di lavoro nella produzione di bevande grazie alla società madre King Car Group. Disponibile in 40 nazioni. http://www.kavalanwhisky.com/en/. (foto: Kavalan-Times-Square)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: cartelloni abusivi

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 dicembre 2011

A.S. Roma

Image via Wikipedia

Il Sindaco Alemanno ha scelto ancora una volta la stampa per denunciare pubblicamente “cartellopoli” e quella che lui stesso ha definito la mafia delle affissioni abusive. Meglio tardi che mai, anche se sono anni che, nonostante i nostri appelli, dal governo capitolino sono arrivati solo spot. E’ chiaro che buona parte delle responsabilità sono da attribuire all’inerzia e all’incapacità dell’Assessore Bordoni ad affrontare con decisione una questione così spinosa che per anni a Roma ha penalizzato coloro che agiscono legalmente, che pagano puntualmente le tasse e rispettando le norme. Nonostante gli ampi poteri in materia affidati a Bordoni, è dovuto intervenire il Sindaco che, grazie anche all’indagine della Polizia Municipale, ha lanciato l’allarme. Ma era sufficiente ascoltare i colleghi dell’Aula Giulio Cesare, che da tempo segnalano che Roma è diventata una maxi bacheca per annunci pubblicitari. Se a questo aggiungiamo anche “tavolino selvaggio” e il dilagare dell’abusivismo commerciale, ci chiediamo per quale motivo Bordoni sia ancora titolare del commercio nella capitale e non abbia lasciato l’incarico. Chiediamo pertanto la convocazione urgente della Commissione preposta per affrontare una volta per tutte la spinosa questione ed individuare strategie nuove e mirate per sanare questa piaga che da troppi anni affligge Roma. (On. Gianfranco Zambelli)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I cartelloni a Roma e Firenze

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 aprile 2011

“Dopo la manifestazione di sabato scorso, organizzata dai gruppi consiliari di centrosinistra del XVII Municipio insieme a cittadini e associazioni, siamo pronti a votare oggi, in Consiglio, il parere contrario al piano regolatore degli impianti pubblicitari licenziato dalla Giunta Alemanno, come probabilmente avverrà in tutti i Municipi guidati dal centrosinistra. Tale piano regolatore è in controtendenza  rispetto alla regolamentazione adottata nelle altre grandi città europee dove, ad esempio, gli stessi concessionari degli spazi pubblicitari effettuano anche i controlli contro gli abusi e offrono dei servizi alla cittadinanza”  E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, esponente del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio. “Con il voto contrario –  continua Barbera – verranno espresse anche una serie di motivazioni tecniche, concordate con le associazioni che si battono contro la proliferazione di tali impianti,  che dimostrano tutta la ‘debolezza’ del piano di localizzazione deliberato dalla Giunta Comunale. Ad esempio, pochi sanno che tale piano rischia addirittura  di rappresentare una vera e propria sanatoria delle migliaia di cartelloni pubblicitari che sono stati già installati in questi due anni con la semplice autodenuncia e il pagamento della tassa pubblicitaria inopinatamente previsti dalla precedente deliberazione comunale approvata nel 2009 dalla maggioranza di centrodestra. Il piano, infatti, così come è formulato, non sembra prevedere specifiche misure finalizzate a risolvere il problema degli impianti già presenti nella città. “La Giunta Alemanno – conclude Barbera – dovrebbe prendere esempio da quella del Comune di Firenze  che, con lo slogan ‘Pubblicità ad impatto zero’ si appresta, proprio in questi giorni,  non solo a dimezzare gli spazi per l’affissione commerciale nel centro storico, ma anche a varare una clausola etica che vieterà le  pubblicità con immagini rappresentative di violenza fisica o morale, nonché lesive del decoro, offensive delle convinzioni morali, civili e/o religiose delle appartenenze di genere, culturali e nazionali della persona. Insomma una vera e propria rivoluzione in nome della civiltà su cui si dovrà esprimere il Consiglio comunale di Firenze”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: piano affissioni

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

“È molto importante che finalmente, dopo diciassette anni, il Comune di Roma arrivi a discutere di una bozza di piano regolatore per le affissioni, con tempi e regole certe, il lavoro dei comitati e delle associazioni viene così premiato, punendo i furbetti dei cartelloni per i quali la pacchia è finita -ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, intervenendo al tavolo sul tema convocato dall’Assessore Bordoni- Ci convince l’approccio che limita fortemente le aree dove si potranno posizionare i cartelloni, recependo norme di legge e integrandole con scelte più restrittive comunali. Rimaniamo ora in attesa di conoscere il testo che sarà approvato, che dovrà vedere il parallelo cammino della delibera di iniziativa popolare firmata dai cittadini, per analizzare approfonditamente il punto nodale del cosiddetto ‘indice di affollamento’, ossia quanti impianti e quanto grandi si potranno collocare nelle diverse aree della città”. “Altro punto dirimente saranno le norme di governo del processo, dal giorno di approvazione in Consiglio comunale del nuovo piano tutte le tipologie fuori norma dovranno automaticamente essere rimosse dai gestori -prosegue Parlati- se i più grandi saranno esclusi dalle aree più centrali da quella data sarà certo che dovranno scomparire. Quello sarà allora il momento nel quale Roma riguadagnerà la sua dignità e la sua bellezza deturpata da troppi cartelloni abusivi ma spesso anche regolari. I cittadini non possono però attendere il piano, nel frattempo alla prossima riunione del tavolo di confronto, chiederemo un nuovo monitoraggio della situazione seguito da nuovi interventi repressivi e demolizioni”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »