Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘cartografia’

Cartografia geologica e geomorfologica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2022

Palermo. “Frane sismoindotte”, più specificatamente frane che ti attivano in concomitanza o immediatamente dopo terremoti anche di modesta o media entità, è il focus del convegno che si è tenuto oggi a Palermo, presso il Dipartimento di Scienze della Terra e Del Mare, organizzato dal Consiglio Nazionale dei Geologi, dalla Fondazione Centro Studi del CNG, e dall’Ordine dei Geologi della Sicilia in collaborazione con lo stesso Dip. di Scienze della Terra e del Mare di UNIPA ed il Corso di Laurea in Scienze Geologiche, e con il patrocinio dell’ISPRA, dell’Autorità di Bacino e del Dipartimento Regionale di Protezione Civile. Accademici, professionisti e tecnici delle Istituzioni pubbliche, si sono incontrati per discutere sulle applicazioni geologiche che riguardano la pianificazione territoriale, la gestione dei rischi e lo sfruttamento delle risorse naturali, sulla base di un comune strumento di lavoro: la ‘‘Cartografia Geologica e Geomorfologica’’. A sostegno di tale necessità interviene il Prof. Attilio Sulli, Direttore del Dipartimento di Scienze della Terra e Del Mare, DiSTeM, secondo il quale ‘‘la carta geologica costituisce il prodotto della conoscenza aggiornata e scientifica di elevata qualità, uniforme su tutto il territorio e basata su tecniche scientifiche e rigorose, accompagnata da livelli informativi che permettono di gestire dati geologici e territoriali di varia natura’’.La cartografia geologica e geomorfologica, pertanto, contribuiscono ad ottenere informazioni cruciali anche e soprattutto in un’ottica di acquisizione di maggiore senso critico su uno o più aspetti legati al territorio, nel quale il ruolo del geologo risulta fondamentale, tant’è che, come giustamente evidenzia Sulli, “la professione del geologo non è assolutamente in crisi, i laureati in geologia trovano lavoro in tempi brevissimi”.Più geologi al territorio è il coro unanime degli autorevoli relatori, ma al tempo stesso più territorio sotto il controllo dei geologi, come sottolinea Salvo Cocina, Dirigente Generale del Dipartimento della Protezione Civile della Sicilia, secondo il quale “occorre rincorrere assolutamente una corretta pianificazione, istituendo presidi idrogeologici del territorio e responsabilizzando i professionisti”, citando anche casi in cui manufatti edificati negli anni 90 sono stati realizzati all’interno di aree esondabili e quindi ad elevato rischio.Si rafforza ancora di più l’attività del Consiglio Nazionale dei Geologi sul territorio italiano, in sinergia con gli Ordini territoriali e in collaborazione col mondo Accademico e della Ricerca: in quest’ottica si inquadra l’attività formativa nella sede del Dipartimento di Scienze della Terra e Mare (DiSTeM) con relatori impegnati da anni e all’avanguardia nelle tematiche affrontate dall’evento. By Domenico Angelone

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Napoleone e l’Europa attraverso la cartografia e la stampa antica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 settembre 2021

Dall’11 al 26 settembre Civitella del Lago ospiterà, presso la Sala Brizzi, la mostra di cartografia antica dal titolo “La cartografia italiana in età Napoleonica (1796 – 1815). Mappe, atlanti e manuali per il disegno del territorio”, la cui inaugurazione è in programma per il 10 settembre alle ore 18:00. Il tema portante della mostra e del catalogo relativo è la cartografia ma con uno sguardo generale alle problematiche della rappresentazione dello spazio in età napoleonica, e all’evoluzione della rappresentazione cartografia in quei concitati anni. Per tale motivo saranno esposti, oltre alle principali produzioni italiane di mappe e atlanti che mostrano il continuo mutare dello scenario politico in Italia, anche manuali di disegno topografico, di calligrafia, il famoso Mémorial Topographique del Dépôt de la guerre di Parigi 1803, con il quale nasce la moderna cartografia, volumi di geometria descrittiva da quello di Monge del 1799 alle edizione italiane pubblicate prima del 1815. Nel catalogo di oltre 250 pagine e 100 schede, vi è la dettagliata descrizione dei documenti originali esposti e alcuni saggi, sul Deposito della Guerra di Milano, sulle scuole militari in Italia, e sulle questioni della rappresentazione dello spazio. In occasione dell’esposizione cartografica, l’11 settembre alle ore 10:00, è in programma una conferenza che vedrà, come relatori alcuni dei soci dell'Associazione Roberto Almagià: Marco Asta, Simonetta Conti, Vito De Pinto, Emilio Moreschi Presidente dell’Associazione, Francesco Trippini, Vladimiro Valerio. La mostra è realizzata a cura dell’Associazione Roberto Almagià, Comune di Baschi e CivitellArte, con il patrocinio di Regione Umbria, Comitato per il Bicentenario Napoleonico 1821 – 2021, Provincia di Terni, Deputazione Storia Patria dell’Umbria. Dopo Civitella del Lago, la mostra “La cartografia italiana in età Napoleonica (1796 – 1815). Mappe, atlanti e manuali per il disegno del territorio” farà tappa a Casa Manzoni a Milano, dove sarà aperta al pubblico dall’11 ottobre al 20 dicembre 2021. A coronamento della mostra di Civitella del Lago, l’11 settembre alle ore 18:00 sarà inaugurata a Baschi, presso l’Antiquarium Comunale in Piazza del Comune, la mostra di stampe antiche, ritratti e battaglie “Fu vera gloria! Da Bonaparte a Napoleone”, visitabile fino al 26 settembre. Realizzata a cura dell’Associazione Roberto Almagià, Comune di Baschi e CivitellArte, con il patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Terni, Deputazione Storia Patria dell’Umbria, la mostra propone una serie di antiche stampe di straordinario valore storico e culturale, tra le quali una serie di ritratti che seguono l’ascesa di Napoleone: prima in qualità di giovane ufficiale, generale, primo console fino alla sua consacrazione come Imperatore, oltre a scene di celeberrime battaglie quali la battaglia di Lodi del 1796, battaglia di Arcole del 1796 e battaglia di Marengo del 1800. Entrambe le mostre saranno visitabili il sabato a la domenica con i seguenti orari: 11:00 – 13:00 (solo la mostra di Baschi) / 15:30 – 18:30. L’ingresso è gratuito consentito solo ai possessori di Green Pass Covid-19 in osservanza a tutte le norme di prevenzione.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra. “La Grande Guerra nella cartografia satirica europea”

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 aprile 2017

satira1Milano marittima sabato 29 aprile, alle ore 18,00 in via Gramsci Mostra. “La Grande Guerra nella cartografia satirica europea”. La mostra ha lo scopo di ricostruire, in chiave ironica, gli scenari storici, politici, sociali e letterari dell’Europa negli anni del conflitto.L’evento ha ottenuto il logo ufficiale per le celebrazioni della Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale – Presidenza del Consiglio dei Ministri e il patrocinio del Comune dell’Aquila.Si tratta di una raccolta preziosa di tavole geografiche del collezionista Gianni Brandozzi dell’Associazione culturale “Giovane Europa” di Ascoli Piceno, che consente di approfondire, attraverso le immagini, la storia comune dei popoli europei e le tensioni politiche esistenti tra i vari Paesi del Vecchio Continente, che hanno condotto alla deflagrazione del conflitto.L’offerta culturale è arricchita dall’applicazione “Satiricapp” che accompagnerà il visitatore lungo il percorso espositivo con un audio guida e schede di approfondimento delle opere.
satira2L’offerta culturale è arricchita dall’applicazione “Satiricapp” che accompagnerà il visitatore lungo il percorso espositivo con un audio guida e schede di approfondimento delle opere.
La mostra estende la visione su quanto accadeva in Europa nel 1870, l’anno della guerra franco-prussiana, che si potrebbe chiamare la prima delle tre guerre civili europee. A questo riguardo la mappa satirica francese ha cercato di sdrammatizzare le diverse tensioni, mostrando una carta antropomorfa d’Europa, dove ogni paese è stato rappresentato da una caricatura del suo ‘personaggio’ nazionale. La Prussia guarda come il suo ‘Cancelliere di ferro’ Otto von Bismarck si pone ai suoi vicini: in ginocchio sull’Austria che è un soldato addormentato e con la mano destra appoggiata che occupa l’’Olanda; la Francia, vestita satirada feroce soldato Zuavo, sta puntando una baionetta nel cuore dell’ ingombrante mostro militare prussiano. L’Inghilterra è una vecchia donna, alle prese con l’Irlanda, il suo cagnolino ribelle al guinzaglio (simile a un piccolo orso). La Spagna è una signorina che fuma mentre giace sulla schiena quasi schiacciando il piccolo soldato portoghese sotto di lei; L’Italia, realizzata come Garibaldi, sta cercando di allontanare la pressione dalla Prussia. La Danimarca è un piccolo spavaldo soldato che spera di recuperare Holstein, il territorio perso alla Prussia in una guerra di qualche anno prima.
Norvegia e Svezia stanno insieme trasformato un cane feroce. La Svizzera è un cottage chiuso. La Turchia in Europa è “un orientale schiacciato dalla pressione sovrastante degli altri paesi” mentre la Turchia in Asia è una ragazza che fumare il narghilè. La Russia è un viandante in un cappotto rattoppato, la Crimea è scritta sulla toppa cucita in basso.
(foto: Satira)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I De Agostini e la cartografia

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 gennaio 2010

Milano Inaugurazione: venerdì 26 febbraio 2010 ore 18.30 Politecnico di Milano – Campus Bovisa, Via Durando, 10 (27 febbraio – 27 marzo 2010) Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00 e il venerdì dalle 10.00 alle 20.00 Centoventi anni di cartografia in Italia.
Giovanni De Agostini (23 agosto 1863 – 21 novembre 1941) fu uno dei primi ad introdurre in Italia la tecnica cartografica e fu proprio lui a firmare importanti opere geografico-scientifiche a partire dal 1893, rendendo così famoso il suo cognome. Giovanni fu maestro nelle incisioni cartografiche su pietra e rame, riuscendo a far confluire nelle sue opere la sua grande capacità di sintesi tra cartografia, geografia e specializzazione. Il fratello Alberto Maria De Agostini (2 novembre 1883 – 25 dicembre 1960) lo affiancò in questo importante percorso, svolgendo notevoli lavori di ricerca nel campo cartografico e geografico con la produzione di svariate opere in diverse lingue sulla parte meridionale del Cile e dell’Argentina (Patagonia). La città di Milano ha premiato il lavoro della famiglia De Agostini, conferendogli importanti riconoscimenti. A Giovanni è stata dedicata una piazza della città; nel 1954 l’arcivescovo Montini consegna ad Alberto Maria la Madonnina del Duomo affinché venga posata sulla cima del monte Sarmiento (Patagonia); Federico, nel 1959, è cittadino benemerito della città di Milano.
L’esposizione comprende cinque parti tematiche: – La prima parte mostra esempi della cartografia di Tolomeo, di cartografia araba (Al Idrisi, ecc.), di cartografia tardo medioevale, del XV°- XVI° e XVII° secolo. – Nella seconda parte il visitatore incontra la produzione di Giovanni De Agostini con: L’Atlante Limnologico dei laghi Italiani (in esposizione il Lago Maggiore, Varese, Como, Iseo, Idro e Garda. – La terza parte è incentrata sulla produzione fotografica di Padre Alberto Maria De Agostini con foto delle Prealpi lombarde del 1910 e la Madonnina portata in vetta al Monte Sarmiento in Terra del Fuoco. Inoltre sono esposti poster dei film montati a Milano al ritorno dalle sue esplorazioni in Patagonia.- La quarta parte rappresenta il lavoro eseguito a Milano da Federico De Agostini nel settore enciclopedico, librario e cartografico (Enciclopedia Imago Mundi, Pinocchio, carta della Lombardia al 200.000, ecc.). In una bacheca sono esposti gli strumenti di lavoro usati negli anni ’50. – La quinta parte è dedicata alla cartografia del futuro con gps, lavorazione cartografica al PC, esemplificazione del sistema operativo e cartografia digitale. Saranno esposte Carte catastali di Milano, realizzate con programmi attualmente in uso e verranno proiettate immagini di Milano vista dal satellite.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Un tesoro ritrovato

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 novembre 2009

Roma 26 novembre 2009 ore 12.00, Complesso del Vittoriano Sala Zanardelli Ingresso Piazza Ara Coeli mostra: “Dal rilievo alla rappresentazione”. sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, promossa dalla Agenzia del Territorio e con il Patrocinio del Ministero dell’Economia e delle Finanze, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Comune di Roma, è a cura di Antonio Catizzone e Sabatino Di Filippo ed è organizzata e realizzata da Comunicare Organizzando di Alessandro Nicosia. L’esposizione vuole essere un viaggio affascinante alla scoperta dei diversi saperi, professionalità e competenze dell’Agenzia del Territorio  attraverso una narrazione che ripercorre le tappe della storia della cartografia e di quell’insieme di conoscenze scientifiche, tecniche e artistiche a essa connesse che hanno accompagnato, e anche spesso stimolato, l’evoluzione economica e il progresso tecnologico delle società umane. Saranno eccezionalmente esposti una ricca selezione di mappe che offrirà una corposa panoramica  della produzione degli ultimi tre secoli, cabrei, atlanti, strumenti scientifici per il rilievo e la rappresentazione cui si uniranno filmati, documenti, registri, atti notarili, fotografie patrimonio dell’Agenzia del Territorio.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antica Cartografia d’Europa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 giugno 2009

cartografia 1cartografia 2cartografia 3Roma  dal  18 Giugno  al  2 Luglio 2009 orario 10/18  complesso di Vicolo Valdina  Montecitorio , Sala del Refettorio  con chiusura il sabato e la domenica  La mostra cartografica “Antica Cartografia D’Europa dalle Radici Cristiane all’Europa Unita”  , presenta un’interessante collezione di antiche carte geografiche  d’Europa , dal XVI alla fine del XVIII secolo che segnarono  la cristianizzazione dell’Europa .  Le carte esposte sono una selezione tratta dalla Collezione Gianni Brandozzi di Ascoli Piceno , appassionato cultore della materia che ha raccolto in tutta Italia esemplari  molto rari. Il percorso parte delle affascinanti immagini delle prime carte, quasi irreali, con un Europa appena abbozzata, come un incunabolo cartografico. Ne sono un esempio le carte d’Italia tolemaiche del Munster (1541) e del Castaldo (1570>). Da questi spunti iconografici, parte però un grandissimo e graduale processo raffigurativo che porterà, nel giro di un secolo, ad immagini via via più perfette e rispettose della realtà. Un rincorrersi di incisioni su rame o su legno sgranano un “rosario” cartografico fatto di copiature , innovazioni fittizie, alla ricerca di mercati e di sponsor. All’interno della mostra sarà possibile ammirare le splendide carte del cartografo veneziano Coronelli, preziose rappresentazioni del ‘500 e ‘600 tra cui il Sylvanus del 1511, l’Italia figurata del Wischer e quella incisa su rame a Londra nel 1626 da j. Speed, rare carte dello Scherer, una “Rosa dei Venti” manoscritta del 1477 e un rarissimo atlante dell’Ortelio-Marchetti prima edizione italiana stampato a Brescia nel 1598.  La mostra “Antica Cartografia d’Europa  dalle Radici Cristiane  all’Europa Unita “ si presenta così un utile strumento di approfondimento in grado di pervader l’animo dei visitatori, alla ricerca delle proprie origini; un patrimonio culturale da custodire e salvaguardare con il preciso intento di mantenere sempre viva, oltre che la memoria storica, quella geografica topografica del territorio. (cartografia 1,2,3)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »