Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 279

Posts Tagged ‘caserta’

Petrenga (FdI): riattivare Ospedale militare di Caserta

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 marzo 2020

“Riattivare l’Ospedale militare posto tra i Comuni di Caserta e Casagiove, per ospitarvi qualsiasi tipo di attività sanitaria direttamente o indirettamente legata all’epidemia Covid-19”.A lanciare la proposta è la senatrice di Fratelli d’Italia, Giovanna Petrenga, che nel frattempo ha già informato telefonicamente il vicepresidente della giunta Fulvio Bonavitacola e il sindaco di Caserta Carlo Marino.
“Si tratta di un’ottima occasione, a portata di mano, perchè l’Ospedale militare si trova in buone condizioni visto che è stato dismesso da poco, mentre il laboratorio interno è ancora in funzione. Questo significa che in una settimana, massimo dieci giorni, lì potrebbero essere dislocate altri reparti di terapia intensiva oppure ospitati anche i convalescenti e quelle persone in attesa di sottoporsi al tampone. Spendere altri soldi con gare d’appalto per improbabili ospedali da campo già pubblicate sul sito So.Re.Sa., sarebbe uno spreco di risorse che invece potrebbero essere meglio utilizzate”.“Ora spetta alla giunta, e in particolare al presidente De Luca, valutare questa opportunità, perché questa epidemia non si combatte soltanto con le ordinanze e gli appelli ad aumentare i presidi militari, ma anche attraverso la creazione di una rete di sicurezza capace di prevenire e gestire l’emergenza”, conclude la senatrice Petrenga.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istituire museo militare nella Reggia di Caserta

Posted by fidest press agency su sabato, 10 agosto 2019

Istituire un nuovo Museo militare all’interno della Reggia di Caserta. A proporlo il gruppo di Fratelli d’Italia al Senato attraverso un’interrogazione presentata dalla senatrice Giovanna Petrenga, già direttrice della Reggia di Caserta e sovrintendente ai Beni Culturali Architettonici e Ambientali di Caserta e Benevento, ai ministri della Cultura e della Difesa e sottoscritta da tutto il gruppo di FdI Senato.Come si spiega nell’interrogazione sarebbe un’iniziativa volta a “promuovere lo sviluppo della memoria della storia patria e militare” e la scelta della Reggia di Caserta sarebbe legata alla “riconosciuta eccellenza e capacità di fungere da polo di attrazione e catalizzatore di identità nazionale e di stimolo alle attività di promozione e sviluppo della memoria della storia patria e militare”; ma anche perchè “nella provincia di Caserta sono presenti elementi più che favorevoli atti a promuovere i valori e le espressioni di identità storica della Nazione che i Musei militari comunicano e si riscontra una considerevole presenza di risorse pubbliche e private, materiali ed immateriali”. Una richiesta, quella del gruppo di FdI al Senato, che si pone nel solco dell’Accordo quadro per la valorizzazione e la promozione turistica del patrimonio museale militare italiano firmato dai ministri Franceschini e Pinotti nel luglio del 2016 e che prevedeva appunto “la promozione della cultura dei Musei militari italiani, sostenendo attività di tutela e valorizzazione dei beni culturali in essi conservati”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Uto Ughi: la magia del violino

Posted by fidest press agency su martedì, 10 luglio 2018

Caserta sabato 14 luglio ore 21 Concerto all’APERIA della REGGIA DI CASERTA Precedentemente previsto nel gioiello del Palazzo Reale, la Cappella Palatina, in pochissimi giorni ha registrato il sold out, tanto da spingere il Maestro e gli organizzatori a spostare il concerto nella più capiente Aperia, altra location della rassegna, per non deludere tutti coloro che erano rimasti senza posto. Ci sono pertanto ancora biglietti disponibili per un concerto che si annuncia speciale e magico grazie alla fusione tra la suggestione del luogo ed il meraviglioso virtuosismo del maestro Ughi.
Uto Ughi,che raramente nella sua carriera ha suonato all’aperto, sarà accompagnato al pianoforte da Bruno Canino e interpreterà musiche di Ludwig van Beethoven, Fritz Kreisler, Camille Saint – Saens, Pablo de Sarasate. Erede della tradizione che ha visto nascere e fiorire in Italia le prime grandi scuole violinistiche, Uto Ughi incarna alla perfezione l’archetipo del violinista per antonomasia. Il suo timbro è privo di spigoli; nelle sue esibizioni più del virtuosismo sfrenato, dell’agilità perfettamente calibrata e dello slancio lirico, a lasciare a bocca aperta è la magia di un suono che è diverso da tutti, che sembra provenire da un luogo misterioso e luminoso e porta pace nell’animo di chi lo ascolta.
Un’Estate da Re. La grande musica alla Reggia di Caserta e al Belvedere di San Leucio” è promossa dalla Regione Campania, organizzata dalla Scabec Spa in collaborazione con la Reggia di Caserta e il Comune di Caserta, sotto la direzione artistica di Antonio Marzullo, con la partecipazione artistica del Teatro di San Carlo di Napoli e il Teatro Verdi di Salerno.
Prima di ogni spettacolo è possibile effettuare una visita guidata al Giardino inglese e all’Aperia. L’Aperia si puo’ raggiungere dall’ingresso principale della Reggia dove è in funzione un servizio navetta a ciclo continuo (ultima partenza 20.15) che accompagna gli spettatori o dal cancello sito in prossimità della fontana di Diana ed Atteone a cui si accede da via Maria Cristina di Savoia a San Leucio con possibilità di parcheggio (a pagamento) messo a disposizione dall’adiacente ristorante. Il programma e le informazioni sono disponibili sul sito http://www.unestatedare.it I biglietti sono acquistabili su http://www.etes.it e nei relativi punti vendita del circuito.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra “Marco Lodola – Giovanna Fra. Tempus – Time”

Posted by fidest press agency su sabato, 26 maggio 2018

Caserta. E’ a cura di Luca Beatrice e la mostra sarà esposta presso la Reggia di Caserta dal 14 giugno al 15 settembre. L’esposizione, organizzata da Mary Farina, anche ideatrice del progetto, e da Augusto Ozzella, con la collaborazione della galleria Deodato Arte, gode del patrocinio del Comune di Caserta, del Madre – fondazione donnaregina per le arti contemporanee e di Confindustria Caserta.Il titolo della mostra è un voluto riferimento al trait d’union che Marco Lodola e Giovanna Fra, grazie alle loro opere, creano fra il Tempus, la dimensione temporale legata all’antichità, al classico, alla storica sede espositiva e il Time, sintesi del mondo contemporaneo.
La Reggia di Caserta, la residenza reale più grande del mondo, accoglie il percorso espositivo composto da una selezione di opere dei due artisti, che dall’ingresso si snoda negli spazi interni, nel parco reale, fino ad arrivare agli appartamenti del piano nobile. L’immenso parco della sontuosa villa, nel raggio di un chilometro, è punteggiato da oltre venti monumentali sculture luminose di Marco Lodola che rappresentano alcuni dei suoi soggetti tipici, uomini e donne, ballerini, danzatrici, animali, figure reali e immaginarie, che metaforicamente partecipano a una festa di corte. Questi lavori, oltre al forte impatto creato grazie alla loro imponenza e alla vivacità dei colori, si caratterizzano per la loro peculiarità: l’emanare luce, che genera dinamismo, potenza, vitalità; qualità che non riguardano solamente le opere in sé, ma che vengono trasmesse anche all’ambiente circostante.
Le installazioni di Lodola appaiono in grande sintonia con le tele di Giovanna Fra che accolgono il visitatore negli appartamenti reali e, caratterizzate da un forte cromatismo, incarnano perfettamente quell’arte contemporanea in cui la contaminazione di tecniche e la sperimentazione sono elementi imprescindibili. L’artista si misura con lo spazio interno e l’architettura vanvitelliana, reinterpretando nelle sue opere i motivi decorativi settecenteschi, arazzi, carte da parati, arredi Barocchi e Neoclassici, attraverso il linguaggio segnico, costituito da tracce di colore dalle forme imprevedibili e uniche, da textures astratte che si intrecciano con le trame del supporto digitale. I suoi lavori di matrice informale abbandonano infatti i mezzi tradizionali e, partendo da frame fotografici stampati su tela, Giovanna Fra arriva al risultato finale, percorrendo un cammino a ritroso, che la conduce a terminare l’opera con delle pennellate tradizionali, un’ulteriore dimostrazione del legame fra tempus e time e nel caso specifico del “passaggio da time a tempus”.Seppure provenienti da formazioni diverse i lavori di Marco Lodola e Giovanna Fra creano un profondo dialogo e si completano vicendevolmente, ma soprattutto instaurano un forte legame con il luogo che li ospita, come afferma Luca Beatrice nel testo dedicato alla mostra: “Dialogare con stucchi, decorazioni, pitture di genere e, soprattutto, con un’architettura di inestimabile pregio può costituire infatti una sfida ardua eppure affascinante per gli artisti contemporanei, a partire dall’utilizzo di materiali anomali che solo da poco sono entrati nel novero appunto dell’artisticità. Senza contare volumi, cubature e l’immensità di un parco che farebbe spaventare chiunque. […] Realizzare un cortocircuito visivo tra il tempus e il time, ovvero il passato e il presente, è rischio che l’arte di oggi sente di correre con sempre maggior frequenza. Ora, in particolare, tra pittura, elaborazione digitale, plastica e luce”.La mostra è accompagnata da un catalogo edito da Skira, con un vasto repertorio di immagini, il testo del curatore Luca Beatrice e numerosi interventi fra cui quelli di Renzo Arbore, Aldo Busi, Lorenzo “Jovanotti” Cherubini, Piero Chiambretti, Roberto D’Agostino, Salvatore Esposito, Ciro Ferrara, Antonio Stash Fiordispino, Enzo Iacchetti, Max Pezzali, Andrea Pezzi, Red Ronnie e di critici illustri quali Achille Bonito Oliva, Philippe Daverio, Gillo Dorfles, Martina Corgnati, Vittorio Sgarbi. Catalogo Skira.Ingresso mostra compreso nel biglietto della ReggiaAppartamenti storici, Parco e Giardino Inglese € 12,00 intero – € 6,00 ridotto
Solo Appartamenti Storici (acquistabile quando il parco è chiuso) € 9,00 intero – € 4,50 ridotto
La prima domenica di ogni mese. Orari Appartamenti storici: tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso ore 19 – uscita dal museo 19.25) – Parco: dalle 8.30 alle 19 (ultimo ingresso ore 18) – Giardino Inglese: dalle 8.30 alle 18 (ultimo ingresso ore 17) – Martedì chiusura settimanale.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caserta con Ezio Bosso

Posted by fidest press agency su domenica, 16 luglio 2017

casertaezio bossoCaserta alla Reggia il 18 luglio, alle ore 21.00, Ezio Bosso con il suo “The Venice Concert” un concerto che propone insieme – nello stile inconfondibile dell’artista – grandi classici e composizioni originali. Il programma prevede infatti l’esecuzione del Concerto Brandeburghese numero 3 di J.S.Bach e della Sinfonia numero 4 di Felix Mendelssohn Bartholdy insieme alle composizioni di Ezio Bosso “Split, postcards from far away” e “Rain, in your black eyes”. Ad accompagnare l’esibizione di Ezio Bosso l’Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli.Compositore, direttore d’orchestra e – come ama lui stesso definirsi – pianista all’occorrenza Bosso è uno straordinario artista con migliaia di fan, soprattutto giovani e giovanissimi, che lo seguono nel suo tour.
Per questo motivo la Scabec promuove la campagna “under 30”: 100 biglietti di poltrona a soli 10 euro per chi non ha ancora compiuto trent’anni. Un’occasione da non perdere per partecipare ad un concerto sorprendente in ogni passaggio.La rassegna “Un’Estate da Re” è voluta e finanziata dalla Regione Campania. L’organizzazione è della Scabec con la collaborazione artistica del Teatro di San Carlo Napoli e del Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno ed il contributo della Direzione Reggia di Caserta, Comune e Camera di Commercio di Caserta. La direzione della rassegna e’ del Marstro Antonio Marzullo. (caserta, ezio bosso)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Personale dell’artista madrileno José Molina

Posted by fidest press agency su domenica, 30 aprile 2017

Jose Molina1Jose MolinaCaserta. La Reggia di Caserta ospita dal 4 maggio al 3 giugno la grande personale dell’artista madrileno José Molina “Paesaggio dopo la battaglia” curata da Lorenzo Canova. La mostra, organizzata da Deodato Arte di Milano, coordinata da Augusto Ozzella, condivisa e ospitata dalla Reggia di Caserta, si avvale del patrocinio dell’Ambasciata di Spagna in Italia e dell’Instituto Cervantes di Napoli.L’esposizione offre al visitatore un corpus di 30 opere – dipinti, disegni e sculture -, che descrive minuziosamente i linguaggi e i temi cari all’artista e comprende un nucleo di lavori inediti, il ciclo Paesaggio dopo la battaglia, da cui la mostra prende il titolo.Il soggetto della serie è l’uomo con il bagaglio di sentimenti, tensioni, inquietudini che lo caratterizzano e in ogni opera assume sembianze diverse, divenendo la personificazione di uno stato d’animo o di un particolare momento della vita. Una narrazione trasparente, dove convivono ed emerge un senso di speranza e di rinascita, come si osserva nelle opere Il Grande Fratello e La bontà è una caramella dalla quale tutti vogliono strapparne un pezzo, due ritratti in cui le espressività dei visi deformi descrivono i moti interiori rintracciabili non solo nella totalità dell’opera, ma anche nei dettagli degli occhi, delle rughe, nella luce che illumina i volti.
Molina, estremamente attento alla ricerca psicologica e antropologica, sonda l’inconscio e attraverso un personalissimo codice simbolico traduce le pulsioni, gli istinti e compie un viaggio senza tempo che connette passato e presente. I suoi lavori popolati da uomini, demoni, animali, personaggi mitici ed eroi svelano l’identità dell’uomo, ciò che si tende a mostrare e ciò che si è spinti a nascondere. Viene ricomposto un universo fatto da frammenti enigmatici e contrastanti, da soggetti mostruosi e talvolta grotteschi, che ritraggono le innumerevoli sfaccettature dell’umanità.Afferma il curatore della mostra Lorenzo Canova: “L’artista, come un grande romanziere lavora componendo grandi cicli con una lunga e paziente azione che sembra voler costruire una nuova grande ‘Commedia Umana’ composta da capitoli serrati e analitici che attraversano la metamorfica e sfaccettata natura dell’animo umano, i suoi vizi e le sue virtù, in bilico perenne tra peccato e redenzione, tra misericordia e crudeltà”.Lo si evince nelle opere inedite, così come nei cicli storici Predatores, Los Olvidados, Peccati e Virtù, esposti in mostra. In essi la stretta connessione con l’attualità, la politica e il potere sono un passaggio obbligato, rappresentato da un linguaggio metaforico molto forte, come nell’opera Le Formiche II (serie Predatores), dove un uomo saldamente ancorato alla terra con i denti vuole sopravvivere dominando i deboli, o nella tela intitolata Senza cuore, senza occhi (Los Olvidados), in cui un volto senza occhi, trasmette indifferenza, privato della capacità di essere empatico. La serie Los Olvidados si sofferma su figure sconosciute, dimenticate, esseri umani sconfitti, vinti e messi a tacere, inseriti in un contesto dove si privilegiano i peggiori anziché i meritevoli.
Nello sguardo di Molina sul genere umano non manca l’analisi dei peccati e delle virtù, rivisitati in chiave personale e attuale, con esasperazioni di gesti o elementi allegorici che riconducono ai vizi capitali. Così l’Ira è un volto aggrottato con due braccia alzate a pugni chiusi, la Gola diviene il ritratto di un uomo nell’atto di divorare un arto e la Lussuria è rappresentata da numerose lingue che lambiscono il corpo di una donna sdoppiata e coperta da veli leggeri.
Ad essi, nella serie Peccati e Virtù, si aggiungono “nuovi vizi” legati alla società contemporanea fra cui l’indifferenza nei confronti delle responsabilità ben riprodotta nel volto di Un altro giorno in paradiso, e l’avidità di potere ritratta in Il guardiano delle chiavi attraverso una figura dalle sembianze mostruose che sfoggia un’aggressività estrema nel difendere i propri privilegi.L’opera Jose Molina2Pelle fredda ritrae invece chi subisce il peccato e non colui che lo compie, l’uomo rappresentato ha perso tutte le forze e di conseguenza la testa crolla all’indietro in uno stato di totale abbandono.
Un ulteriore approfondimento di queste tematiche è ripreso nelle sculture, realizzate in resina e legno acidificati. Nella serie Morsi l’artista si sofferma nuovamente sul potere inteso come manipolazione e oppressione, in contrapposizione al dialogo e alla comunicazione, quindi bocche, denti e mandibole assumono un ruolo centrale e di forte impatto visivo, ne sono esempio Bunker, Bucefalo e Il Sopravvissuto. Nel gruppo di sculture inedite I feel, caratterizzata da lavori simili a grandi tazze labirintiche con una caratterizzazione umana all’esterno e a spirale all’interno, Molina dona tridimensionalità tattile alle emozioni e agli stati d’animo. Nella scultura Io dubito, che unisce elementi della tradizione egizia, greco-latina e buddista, l’artista mette in luce la possibilità di trovare sempre una via d’uscita anche in situazioni complesse in cui il dubbio pone davanti molteplici scelte.La mostra è accompagnata da un catalogo, in italiano e inglese, edito da Areablu Edizioni. Ingresso mostra compreso nel biglietto della Reggia Appartamenti storici, Parco e Giardino Inglese € 12,00 intero – € 6,00 ridotto Solo Appartamenti Storici (acquistabile quando il parco è chiuso) € 9,00 intero – € 4,50 ridotto La prima domenica di ogni mese Appartamenti storici gratuito Parco della Reggia € 5,00 intero – € 2,50 ridotto – gratis fino a 18 anni. (foto: Jose Molina)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Linea verde va in città

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 aprile 2012

Caserta 13 aprile Ore 12.00 Sala del Consiglio Camera del Commercio Industria Agricoltura e Artigianato di Caserta Via Roma, 75 Conferenza stampa per la presentazione di LINEA VERDE VA IN CITTA’: CASERTA Interverranno:
Pio Del Gaudio – Sindaco di Caserta
Domenico Zinzi – Presidente della Provincia di Caserta
Tommaso De Simone – Presidente CCIAA di Caserta
Pasquale Russo – Presidente SINTESI/CCIAA di Caserta
Giovanna Pensabene – Capo Progetto “Linea Verde”
Carlo Raspollini – Autore “Linea Verde”
Eleonora Daniele – Conduttrice “Linea Verde”
In onda su Rai 1, domenica 15 aprile ore 12,20

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dalla fisica del cioccolato all’influenza del colore nella scelta dei cibi

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2012

La Sapienza - Engineering faculty at Via Eudos...

Image via Wikipedia

Roma 23 febbraio 2012 ore 9.00 aula Capozzi – dipartimento di Scienze odontostomatologiche via Caserta 6, Roma Esperti e studiosi delle maggiori università italiane e istituti di ricerca si danno appuntamento giovedì 23 febbraio alla Sapienza per parlare di alimentazione a 360 gradi, in un percorso culturale e scientifico che abbraccia diversi ambiti disciplinari: dalla biochimica all’igiene degli alimenti, dalla sociologia all’epidemiologia, dalla psicologia alla fisica. Al centro dell’incontro anche temi più curiosi come l’applicazione della fisica alla gastronomia per produrre per esempio un buon gelato al cioccolato o sviluppare nuovi prodotti, l’influenza del colore nelle scelte alimentari, il rapporto tra cibo e comunicazione. Il convegno è dedicato alla figura di Carlo Cannella, docente di Scienza dell’alimentazione alla Sapienza a un anno dalla scomparsa. L’iniziativa è promossa dal dipartimento di Medicina sperimentale in collaborazione con il Ciiscam – Centro interuniversitario di ricerca sulle culture alimentari mediterranee. L’incontro è l’occasione per ricordare, alla presenza di numerosi allievi e colleghi, il rigore scientifico e l’efficace attività di divulgazione di Carlo Cannella.
I lavori della giornata sono articolati in tre sessioni: la prima è dedicata a nutrizione e alimentazione con particolare attenzione alle nuove scienze come la nutrigenomica che indaga come combinare il profilo genetico individuale con i cibi, per definire un’alimentazione protettiva o addirittura terapeutica.
La seconda sessione verte su Psicobiologia e sicurezza alimentare nella ristorazione collettiva. Infine la terza sessione fa il punto sul futuro dell’alimentazione tra ricerca e tradizione con uno sguardo sulle abitudini alimentari degli italiani e sul rapporto tra scienza e industria.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Questione policlinico Caserta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 febbraio 2011

“Come da accordi presi in occasione del question time sulla questione Policlinico di Caserta, oggi ho avuto un incontro col Ministro alla salute Fazio in merito alla questione del costruendo policlinico” lo dichiara in una nota l’on. Americo Porfidia di Noi Sud “Ringrazio il Ministro – aggiunge Porfidia – per la grande sensibilità ed attenzione dimostrata nei confronti della problematica del Policlinico di Caserta, i cui lavori sono ormai bloccati da anni. Ha ribadito la sua piena volontà di operarsi, senza venir meno alle proprie responsabilità, al fine di sbrogliare la situazione e riprendere i lavori: l’opera in cantiere – si è convenuto nell’incontro – è cosa troppo importante e di elevato interesse pubblico che merita una soluzione virtuosa. In particolare – rende noto Porfidia – il Ministro mi ha comunicato di avere sollecitato la stazione appaltante, ossia la Seconda università di Napoli nella persona del rettore Prof. Rossi a convocare la conferenza dei servizi o ad appaltare la ripresa dei lavori.” L’on. Porfidia si impegna nei confronti dei cittadini della provincia di Caserta a continuare l’attività di sensibilizzazione presso gli enti della conferenza dei servizi, perché “non è possibile che la città di Caserta debba essere sfigurata da un mostro di cemento armato senz’anima.” “Altro mio obiettivo – conclude il deputato campano – è che la zona interessata dalla struttura in costruzione sia liberata quanto prima da siti inquinati o inquinanti per rendere possibile lo svolgimento delle future attività sanitarie e didattiche in un ambiente salubre e non nocivo”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lavori policlinico di Caserta

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 novembre 2010

“A più di dieci anni di distanza dall’accordo di programma per la costruzione del Policlinico di Caserta l’opera è incompiuta e non sappiamo quale ne sarà il destino. Chiediamo ai Ministri competenti di fare luce sulla situazione attuale e prospettive future” lo rende noto l’on. Americo Porfidia di Noi Sud “L’accordo di programma – aggiunge il deputato campano – risale al marzo del 1999 e la prima pietra è stata depositata tra il giubilo delle autorità locali nel febbraio 2005. La data presunta di fine lavori era stata indicata nel 28 dicembre 2008. Ricordiamo che l’opera è di primaria importanza per la programmazione sanitaria ed universitaria della provincia di Caserta, permettendo altresì la delocalizzazione di centinaia di posti letto dal centro storico di Napoli. In particolare l’area interessata è di 250.965 metri quadri, dei quali più di 45mila di superficie coperta e 205mila di spazi liberi per circa 1900 posti auto, per un costo complessivo di 206,5 milioni di euro, finanziati per due terzi dalla Regione Campania e dal Ministero della Salute e per un terzo da quello dell’Università e della Ricerca scientifica. Nell’Aprile del 2009 la Immobilgi Federici Stirling, la ditta vincitrice dell’appalto, è stata colpita da un’interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura di Napoli, un provvedimento a seguito del quale la Sun ha revocato l’appalto. I lavori si sono bloccati e non sono stati più ripresi da alcuno. Ai Ministri interrogati – conclude Porfidia – chiediamo se siano a conoscenza della situazione complessiva e se non ritengano opportuno assumere iniziative, per quanto di competenza, al fine di trovare una soluzione alle problematiche segnalate, anche in considerazione delle notevoli risorse economiche già impegnate dallo Stato ed, in particolare, dai Ministeri della salute e dell’istruzione, dell’università e della ricerca, e dell’attuale commissariamento della sanità campana.” (foto policlinico di caserta)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »