Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘cassa integrazione’

Gruppo Alitalia e cassa integrazione dipendenti

Posted by fidest press agency su domenica, 4 novembre 2018

L’Unione Sindacale di Base non ha sottoscritto l’accordo di proroga della cassa integrazione straordinaria per il Gruppo Alitalia Sai in A.S., dopo aver espresso in ogni sede le proprie perplessità sul ricorso alla cigs in un momento tanto incerto per le sorti della compagnia aerea.Soltanto la dichiarazione arrivata nella tarda serata di mercoledì 31 ottobre da parte del ministro del Lavoro Luigi Di Maio, che ha ribadito gli impegni sul rilancio aziendale e sull’occupazione, ha indotto USB ad aggiornare la procedura a martedì 6 novembre.
USB aveva chiesto fin dalle prime battute della trattativa la sospensione della procedura in attesa del previsto – e più volte richiesto – incontro con il governo sulle prospettive future dell’azienda e dei suoi dipendenti, più che mai necessaria a valle dell’offerta presentata dal Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, aggiuntasi a quella di Easyjet e seguita dalla manifestazione d’interesse di Delta Airlines.
USB Lavoro Privato ribadisce per l’ennesima volta la richiesta di massima chiarezza e di tutti gli approfondimenti necessari sugli scenari futuri, sui quali conferma la richiesta di intervento pubblico per il rilancio di Alitalia a salvaguardia dell’industria e del futuro di migliaia di lavoratori.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sanità, Idi: La Regione Lazio taglia 10 milioni di Budget e la Fondazione mette in cassa integrazione 500 dipendenti

Posted by fidest press agency su sabato, 17 dicembre 2016

regione-lazioRoma Torna ancora una volta l’angoscia tra il lavoratori dell’IDI e di Villa Paola. Rischiano nuovamente il posto di lavoro la metà dei dipendenti. Oggi, l’assemblea dei lavoratori riunita presso l’istituto, ha rispedito al mittente la richiesta della Fondazione Luigi Maria Monti, proprietaria dell’ospedale. La proposta di un altro anno di cassa integrazione per 485 lavoratrici e lavoratori è irricevibile, uno schiaffo per chi da anni fa sacrifici e porta sulle proprie spalle il peso di un buco di bilancio che non ha certo prodotto. “Non può essere sempre e solo chi lavora a pagare” dichiarano in una nota unitaria, Marco Giobbi e Domenico Frezza, responsabili regionali di Cisl Fp e Uil Fpl, comunicano la ripresa della mobilitazione dei lavoratori dell’Istituto Dermopatico dell’Immacolata, da anni al centro di una vertenza partita nel 2012 con l’occupazione del tetto da parte dei delegati sindacali, quando la crisi iniziò con il mancato pagamento degli stipendi e la scoperta di un debito monstre.
“La situazione debitoria, sempre rimasta nell’incertezza, viene usata contro i lavoratori. È evidente che senza investimenti l’ospedale non può essere rilanciato. Metteremo in campo tutti gli strumenti per difendere la dignità di questi professionisti della salute – concludono i sindacalisti – e la salute dei cittadini a cui offrono, nonostante tutto e contro tutti, servizi di eccellenza”.
Infine chiediamo alla Regione Lazio in qualità di istituzione, che non ha soltanto la responsabilità del governo della Sanità, di tornare sulle sue decisioni riportando il budget dell’IDI, ormai tornato in piena operatività, a quello precedente alla procedura fallimentare senza imputare ulteriori oneri a carico dei dipendenti e dei cittadini derivanti dai costi della Cassa Integrazione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crisi, cassa integrazione

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2011

Sono cresciute le ore di cassa integrazione a maggio che, rispetto al mese di aprile, hanno registrato un andamento altalenante con un aumento del 12,1%, mentre, rispetto a maggio 2010, si segnala un calo dell’11,11% cosi’ come e’ ancora molto alto il numero di lavoratori coinvolti nei processi di cassa integrazione. Lo comunica l’Inps, rilevando che nel mese di maggio 2011 sono state autorizzate 103 milioni di ore di cassa integrazione, in calo rispetto a maggio 2010, quando le ore autorizzate furono 116 milioni, ma in aumento in confronto ad aprile 2011, quando le ore autorizzate sono state più di 92 milioni si tratta di un aumento del 12,1%. Complessivamente, nel periodo da gennaio a maggio 2011 si registra una diminuzione del 19,19% delle ore autorizzate, pari a 428 milioni, rispetto a quelle cumulate nello stesso periodo del 2010, quando furono 530 milioni. Secondo Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, la crisi, intanto, almeno sul versante dell’occupazione, non sembra voler finire ed i dati non lasciano spazio all’ottimismo: il calo dell’uso della cassa integrazione, rispetto al picco dell’anno scorso, in realtà non è il sintomo di un miglioramento della situazione ma, al contrario, del raggiungimento massimo. In sintesi il quadro che emerge dal rapporto sulla Cig conferma la prudenza delle imprese italiane che preferiscono metter da parte ore autorizzate di cassa integrazione anche in presenza di segnali di ripresa nella produzione. In ogni caso, una valutazione più approfondita potrà essere fatta solo quando si conosceranno i dati relativi al tiraggio, che dimostra le ore di cassa integrazione effettivamente utilizzate dalle imprese”. Analizzando i dati di maggio si rileva che, per quanto riguarda gli interventi ordinari (CIGO), le ore autorizzate sono sostanzialmente invariate, passando da 19,2 a 19,9 milioni. Deciso è invece il calo rispetto allo stesso mese dello scorso anno (-42,6%), quando le ore autorizzate furono 34,7 milioni. Il forte decremento della cassa integrazione ordinaria rispetto ad un anno fa si registra sia nell’industria (-42,6%) sia nell’edilizia (-17,3%). Il numero di ore di cassa integrazione straordinaria (CIGS), pari a 51,7 milioni nel mese di maggio appena trascorso, registra un aumento del 13,2% rispetto a maggio 2010, e del 22% nei confronti di aprile 2011, mese in cui le ore autorizzate sono state 42,3 milioni. Anche gli interventi in deroga (CIGD), per i quali sono state autorizzate 31,7 milioni di ore, sono lievemente aumentati rispetto al mese di aprile 2011 (3,8%). Consistente, invece, è stata la diminuzione rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (-11,46%). Analizzando i dati del periodo gennaio maggio, emerge che la flessione nelle richieste di cassa integrazione dei primi cinque mesi dell’anno è del 46,2% per la cigo, che scende da 185 a 99 milioni di ore autorizzate, del 10% per la cigs, che passa da 210 a 189 milioni di ore. Solo la cassa in deroga fa segnare un leggero aumento (+3,71%) passando da 134 a 139 milioni di ore autorizzate. In calo le domande di disoccupazione e mobilità, i cui dati sono riferiti ai primi quattro mesi dell’anno. Le domande di disoccupazione presentate nell’aprile del 2011 sono state 66 mila, contro le oltre 75 mila dello stesso mese del 2010 (-12,5%). Più accentuata ancora la diminuzione delle richieste di mobilità, passate dalle oltre novemila del 2010 alle poco più di seimila di quest’anno (-28%)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Biocarburanti e prospettive future

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 aprile 2011

Roma 14 aprile, ore 10.30, Sala Nassirya, Senato della Repubblica Nella lotta all’inquinamento del settore dei trasporti l’Italia è in grande ritardo avendo, a differenza di molti paesi Europei, disatteso gli obiettivi indicati dalla Commissione Europea  nel 2003 per il periodo 2005-2010. Quale è lo scenario attuale del settore della produzione dei Biocarburanti? Livelli bassissimi di produzione, impianti fermi e rischio cassa integrazione per gli addetti del settore. Perché tutto questo? Se ne parlerà giovedì 14 Aprile alle ore 10.30 presso Sala Nassirya del Senato della Repubblica nel confronto”Industria dei Biocarburanti…quali prospettive per il futuro?”. L’iniziativa è diretta tra istituzioni e rappresentanti del settore affinché venga assicurato un quadro normativo certo ed un mercato concorrenziale. Interverranno il sen. Cesare Cursi, presidente X Commissione Industria del Senato, ilsen. Filippo Bubbico, membro della 10ª Commissione permanente Industria del Senato, l’on. Stefano Saglia, sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Avellino: cassa integrazione in calo

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2011

In base ai dati dell’ultimo rapporto Uil, in provincia di Avellino, nel mese di febbraio 2011, la cassa integrazione è diminuita del 32,7% rispetto al mese precedente, e del 25% rispetto all’anno 2010. Anche se tale indagine mette in evidenza una timida ripresa del sistema produttivo nella provincia campana, lo stesso sindacato dei cittadini ha dichiarato che il calo delle ore richieste di cassa integrazione potrebbe essere attribuito ad una ridotta forza lavoro all’interno delle aziende interessate dagli ammortizzatori sociali, e quindi non ad una reale risalita del mercato. Da qui la domanda di definire una rapida intesa Governo-Regioni per l’estensione della Cig in deroga anche per il 2011, salvaguardando i posti di lavoro in attesa della fine della crisi. Il responsabile per la provincia di Avellino dell’Italia dei Diritti, Alfredo Sabbatino, si esprime così sulla questione: “La mia intenzione non è quella di analizzare il rapporto Uil, purtroppo i numeri non possono restituire il reale disagio sofferto da tutti i lavoratori avellinesi. Al centro del problema – continua con rammarico l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro –, non ci sono solo difficoltà pratiche di trovare lavoro e di mantenerlo, ma anche tutti quei meccanismi di frustrazione e di malessere psicologico che s’innescano quando non si ha un’occupazione, e che si ripercuotono anche sulle relazioni interpersonali”. “Purtroppo – conclude Sabbatino – il morale diffuso è decisamente basso e questo non fa altro che alimentare la sfiducia nei confronti delle varie istituzioni che sembrano voler chiudere gli occhi di fronte al problema della disoccupazione”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alitalia: ancora cassa integrazione

Posted by fidest press agency su sabato, 4 dicembre 2010

Dopo le recenti dichiarazioni dell’Amministratore Delegato di Alitalia-Cai, Rocco Sabelli, in cui si prefigura il ricorso ad ulteriore cassa integrazione per centinaia di lavoratori nonché ulteriori esternalizzazioni di attività di terra, USB Lavoro Privato ha inviato al Governo ed alle aziende coinvolte una richiesta d’incontro urgente con tutte le parti interessate. Le esternalizzazioni farebbero parte di un “progetto industriale” dagli obiettivi ambigui, sempre più simili ad un progressivo ridimensionamento per rendere Alitalia-Cai ancora più appetibile ad Air France. La nuova cassa integrazione verrebbe invece giustificata con il fatto di aver assunto più dei 12.500 lavoratori pattuiti negli accordi del settembre 2008. USB, organizzazione firmataria di quegli accordi, rileva come non sia mai stato possibile verificare il numero di assunzioni effettivamente avvenute, mentre, dai pochi dati a disposizione, risultano evidenti carenze di personale in molti settori.  Probabilmente l’Amministratore Delegato si confonde con il numero abnorme di precari, anche appena formati, che l’azienda ha utilizzato in questi mesi. Di contro, gli spazi lasciati liberi da circa 800 riduzioni derivanti dall’applicazione della solidarietà espansiva, a cui si aggiungeranno entro il 2011 circa 550 trasformazioni da full time a part-time, non saranno riempiti con certezza da conseguenti assunzioni di lavoratori sospesi in Cigs. Il tutto in contrasto con gli accordi sottoscritti nel 2008. In buona sostanza, si preannuncia nuova cassa integrazione mentre si stanno mantenendo in Cigs, a carico della collettività, migliaia di persone che potrebbero avere lo spazio ed il diritto di essere riavviate al lavoro: non solo un danno enorme per i singoli ma una dispersione di fondi pubblici, ancor più grave in un momento di crisi. USB chiede pertanto di avviare una serie di confronti con tutte le istituzioni e gli enti interessati sulla reale occupazione in CAI, sull’applicazione degli sgravi fiscali anche ai contratti part-time, sulla gestione mirata dei contratti a termine ai cassaintegrati ed ai precari con molta anzianità; sulla cessazione dei corsi di formazione di nuovo personale, sulla certezza di raggiungimento dei requisiti pensionistici per chi rischia di essere discriminato dalle riforme in evoluzione.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caso Fiat e scarsa considerazione delle PMI

Posted by fidest press agency su domenica, 25 luglio 2010

La notizia che la Fiat sposterà in Serbia la produzione della nuova monovolume ‘LO’, mi induce ad una seria riflessione su quanto sta succedendo nel nostro Paese ma principalmente su come la classe politica del Mezzogiorno stia alla finestra senza profferire alcuna dichiarazione come se quello che sta succedendo riguardasse chissà chi.  Nel mentre la Lega e qualche parlamentare di altri partiti, comunque solo ed esclusivamente del settentrione,  chiedono  al Governo  interventi concreti per scongiurare questa ipotesi, i nostri rappresentanti politici pensano altro. Eppure in tutti questi anni, tra incentivi per l’acquisto di auto, cassa integrazione varia, misure per assunzioni, finanziamenti per investimenti e crediti di imposta  a tutte le aziende del Gruppo Fiat, quanto è costata agli Italiani questa azienda e quanto hanno ricevuto, per esempio, nel concreto,  tra lungaggini e cavilli burocratici  vari,  le migliaia e migliaia di piccole imprese italiane  principalmente  del Sud? Una cifra che nessuno mai cì darà?  Non c’è  l’ho con l’amministratore della Fiat, anche se basta recarsi dai nostri vicini, in Sicilia, a Termini Imerese  e chiedere di Marchionne e ti risponderanno: “se lo conosci lo eviti!“ Tuttavia sembra che sia lui ad evitare, anzi ad eliminare del tutto qualunque iniziativa possa favorire le imprese del Mezzogiorno. Marchionne, fa il suo mestiere e per i suoi azionisti lo fa anche molto bene,  ma la nostra classe politica, quella che dice di pensare ai più bisognosi, ai senza lavoro, ai nostri giovani disoccupati, tanto per intenderci quella dei proclami  che fa? Segue un percorso all’insegna del “finchè la barca va, lasciala andare…”Almeno ci fosse un impegno ed iniziative importanti per il mondo della piccola impresa, purtroppo nemmeno questo avviene… (Salvatore Lucà segretario generale  confartigianato crotone – in sintesi)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Si pensa solo alle leggi per le liste elettorali

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2010

“La recessione non si arresta e si fanno i decreti per le liste elettorali. Mentre la crisi avanza e la fine, secondo recenti dichiarazioni sindacali, proseguirà fino al prossimo anno ci si arroventa la mente a risolvere altre emergenze di tipo elettoralistico”. Questo il primo amaro commento del responsabile per la Lombardia dell’Italia dei Diritti Giuseppe Criseo alla scioccante notizia dell’impennata di ricorsi alla cassa integrazione e ai licenziamenti a Milano e nel resto della Lombardia che nei primi due mesi del 2010 la relegano ad una delle regioni più disastrate del resto del Paese. Spiega con parole dense di preoccupazione l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro: “L’aumento della cassa integrazione nella nostra regione rispetto al 2009 è arrivato a un dato tremendo: più 241 solo per l’industria. Dalla cassa ordinaria si passa a quella straordinaria e poi alla mobilità, questa è la vera emergenza del Paese. Non basta  però pensare solo alla parte economica che tra l’altro è insufficiente  e non copre tutti i cittadini in difficoltà: occorre provvedere a riconvertire interi settori lavorativi investendo ad esempio sulle energie rinnovabili ma anche sul riciclo dei rifiuti che possono diventare una buona occasione di guadagno. Ci uniamo anche noi – conclude Criseo – all’appello del presidente delle piccole e medie imprese di Confapi Paolo Galassi perché se continuano a retrocedere le aziende di minori dimensioni che costituiscono l’ossatura del Paese, non ci saranno più vie d’uscita”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sevel nega cassa integrazione ad operai abruzzesi

Posted by fidest press agency su domenica, 28 febbraio 2010

“E’ assurdo che dopo quasi un anno si parla ancora di riedificazione, sono fermamente contraria alla politica del presidente della Regione Abruzzo Chiodi, ora anche nuovo Commissario Acta per la ricostruzione, perché fino ad ora è stato fatto troppo poco, si lavori per fornire soluzioni concrete e immediate per i problemi dei cittadini, soprattutto in tema di occupazione visto che secondo un’indagine della UIL l’Abruzzo è al secondo posto nella scala nazionale per la per perdita di posti di lavoro”. Queste le prime parole della viceresponsabile per l’Abruzzo dell’Italia dei Diritti Concetta Alfieri in merito alla critica situazione descritta dalla UIL nel terzo rapporto su ‘Il disagio occupazionale nel paese’. Spiega l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro: “Nell’azienda Sevel che produce furgoni Fiat ci sono molti cassaintegrati. La produzione sembra essere ricominciata ma ci sono state delle sospensioni in alcuni giorni e gli operai sono rimasti inattivi perché non arrivavano pezzi poiché pare che la Sevel sia insolvente verso alcuni fornitori. Ma la cosa più grave è che per queste interruzioni l’azienda non farà ricorso alla cassa integrazione: ai lavoratori verranno scalate le ore dai permessi mentre quelli che non ne hanno più a disposizione non verranno pagati. Ovviamente i dipendenti non ci stanno. La Sevel – conclude la Alfieri – dovrebbe garantire a tutti la cassa integrazione. Se le assenze e lo stop alla produzione non dipendono da loro non è giusto che ci rimettano i lavoratori. Tutto ciò non deriva né dagli operai, né dalla crisi, il governo regionale faccia qualcosa di concreto per risolvere questi problemi”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chieppa: “La Fiat ritiri la cassa integrazione”

Posted by fidest press agency su sabato, 30 gennaio 2010

Dichiarazione di Vincenzo Chieppa, Segretario Regionale e Consigliere Regionale dei Comunisti Italiani: “La cassa integrazione annunciata da Fiat è inaccettabile. Mentre da un lato Marchionne elargisce dividendi agli azionisti, contemporaneamente dall’altro colpisce ancora una volta i lavoratori che già vivono il dramma dei bassi salari, annunciando la cassa integrazione per tutti.  Chiediamo alla Presidente della Regione, Mercedes Bresso, che ha sempre dimostrato grande attenzione su questi temi, di richiedere immediatamente un incontro con i vertici Fiat finalizzato a sostenere con forza le ragioni dei lavoratori, uniche vere vittime di queste scelte, chiedendo all’azienda di ritirare l’annuncio della nuova ondata di cassa integrazione.  La gran parte della politica piemontese parla in questo momento solo di Tav, ma dei lavoratori in carne e ossa chi si preoccupa?”

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bcc Fvg: anticipi cassa integrazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 dicembre 2009

Regione, Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia e Parti Sociali hanno sottoscritto un protocollo d’intesa che, in presenza di palesi difficoltà dell’azienda interessata, garantirà la prosecuzione fino al 30 giugno 2010 dell’anticipazione del trattamento di cassa integrazione ai lavoratori aventi diritto. Il documento, presentato dall’assessore regionale al Lavoro, Alessia Rosolen, e dal presidente della Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia, Giuseppe Graffi Brunoro, contiene anche un’importante novità rispetto all’accordo dello scorso aprile, ovvero l’inserimento della cassa integrazione straordinaria (Cigs) in aggiunta a quella ordinaria (Cigo) tra le erogazioni di anticipi previste dalle Bcc. A fine novembre 2009, è  stato detto, le Bcc del Friuli Venezia Giulia hanno ricevuto e processato con esito positivo 69 richieste ammissibili, erogando complessivamente 101.101,60 euro di anticipi Cig. «Da domani – ha annunciato Graffi Brunoro – saremo operativi anche per la Cigs come lo siamo per la Cigo, ovvero pronti a vagliare le domande relative a casse integrazioni nuove o già in essere». Alle associazioni datoriali e a quelle dei lavoratori, ha spiegato Rosolen, è affidato il compito di promuovere questa opportunità a tutti gli interessati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cassa integrazione per immigrati

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2009

“L’emendamento proposto dalla Lega di dimezzare la cassa integrazione per i lavoratori extracomunitari che hanno perso il lavoro, oltre che incostituzionale, è contraria al buon senso e avrebbe solo come conseguenza quella di aumentare la clandestinità. E’ incredibile come un partito che fa della lotta all’immigrazione irregolare la sua bandiera partorisca proposte che vanno esattamente nel senso opposto”: così dichiara l’On. Luigi Bobba, Deputato PD e Vice Presidente Commissione Lavoro Camera dei Deputati. “Voglio ricordare che a luglio, insieme all’altro Vicepresidente della Commissione Lavoro, Giuliano Cazzola (esponente del PdL), presentammo un emendamento che prevedeva la possibilità di chiedere la proroga del permesso di soggiorno per lavoratori stranieri che usufruiscono di un trattamento di integrazione salariale, di disoccupazione e di mobilità, fino alla conclusione del periodo di assistenza loro riconosciuto”.  “La proposta era finalizzata a superare una grave contraddizione – continua l’On. Luigi Bobba – ovvero la situazione in cui si trovano quei lavoratori stranieri che in ragione della precedente situazione lavorativa vantano un diritto e una tutela, ma che non sono in condizione di esercitare questo diritto a causa della clandestinità in cui si ritrovano automaticamente non potendo rinnovare il permesso di soggiorno. Dunque una proposta ragionevole e bipartisan che voleva risolvere i problemi concreti, svuotando la cisterna di quella clandestinità che non è voluta da chi viene in Italia per delinquere ma è subita da chi invece desidera lavorare”.  “Se c’è una strada da percorrere – conclude l’On. Luigi BOBBA –  è proprio quella da noi indicata e non certo quella razzista della Lega, insostenibile anche alla luce dell’attuale normativa di tutela e protezione dei lavoratori”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cassa integrazione, è la Regione Toscana ad autorizzarla

Posted by fidest press agency su sabato, 16 maggio 2009

Firenze Cassa integrazione straordinaria in deroga, al via dopo i primi 10 milioni, anche la seconda tranche. Si tratta di 50 milioni assegnati dal governo alla Toscana, in attesa che si sblocchi l’intero pacchetto frutto dell’accordo Stato-Regioni, che possono cominciare ad essere utilizzati a partire dal 4 maggio. L’accordo fra Regione sindacati e associazioni di categoria è stato firmato dai rappresentanti delle parti sociali e dall’assessore all’istruzione, formazione e lavoro.  La principale novità è quella che vede affidate alla Regione le procedure per l’autorizzazione che prima erano di competenza dell’ufficio regionale del lavoro. Da lunedì prossimo quindi, le domande per la richiesta di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria in deroga, a favore di dipendenti di imprese operanti in Toscana, dovranno essere inviate alla Regione Toscana. I tempi per l’istruttoria delle pratiche saranno brevissimi: 7 giorni. E per garantire tanta rapidità la Regione ha già assunto una piccola task force di 4 dipendenti Le risorse assegnate permettono di dare risposta ai lavoratori delle aziende che non possono usufruire degli ammortizzatori sociali, investite da processi straordinari di crisi. L’accordo destina 46 milioni di euro al pagamento dell’integrazione salariale dei lavoratori di imprese che, in base alla normativa ordinaria, non hanno accesso all’integrazione salariale, quelle cioè sotto i 15 dipendenti. Altri 4 milioni di euro saranno destinati invece alle imprese (ad esempio Delphi di Livorno o Pecci di Prato) che hanno esaurito o che non possono più accedere agli ammortizzatori. Confermata anche l’estensione del sostegno a tutti i settori produttivi e l’ampliamento delle tipologie contrattuali che potranno accedere alla Cigs in deroga, quali apprendisti, soci lavoratori delle coop e altri. L’assessore si è detto soddisfatto dell’accordo, che consente di dare una risposta in tempi rapidi a un’emergenza che cresce di settimana in settimana. In marzo la cassa integrazione in Toscana complessivamente è cresciuta, rispetto a febbraio, del 14,7% e rispetto al marzo 2008 di oltre il 300%.  I 60 milioni (i 10 assegnati in precedenza e gli attuali 50) destinati per ora alla Toscana sono parte di una somma più consistente cui la Toscana, in base all’accordo firmato fra governo e Regioni, contribuisce con 105 milioni di euro e che vedrà, a regime, un cofinanziamento statale di circa 200 milioni di euro. Come ha sottolineato l’assessore regionale queste misure si inseriscono nella cornice di interventi decisa dalla Regione per affrontare la crisi e che hanno una duplice valenza: il sostegno alle imprese e all’innovazione e il varo di interventi di mitigazione degli effetti della crisi sui lavoratori e le famiglie. Questo intervento sulla cassa integrazione in deroga, insieme agli incentivi per i contratti di solidarietà e ai due bonus da 1650 euro ciascuno riguardanti coloro i quali hanno perso il lavoro e quanti, in cassa integrazione o senza lavoro, devono sostenere un mutuo, fanno parte della politica di sostegno ai lavoratori e alle famiglie.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Politiche per il reimpiego e la formazione

Posted by fidest press agency su sabato, 16 maggio 2009

In merito all’incontro che si è tenuto  tra le Rsu, i lavoratori della De Agostini e i dirigenti del PD di Novara, l’On. Cesare Damiano, Responsabile Nazionale Lavoro PD e Capogruppo alla Commissione Lavoro, ha dichiarato quanto segue:  “Condividiamo la preoccupazione dei lavoratori sul futuro dell’azienda e sulla politica industriale che la proprietà intende adottare. Siamo consapevoli delle grandi trasformazioni in atto e come PD ci interroghiamo come poter evitare che, una volta portata a termine questa nuova ristrutturazione, senza le scelte e gli investimenti opportuni possa ripresentarsi tra qualche tempo l’esigenza di un’ulteriore ristrutturazione.  Per quanto riguarda la difesa dell’occupazione, la novità è rappresentata dal fatto che questa volta soltanto un terzo dei 210 esuberi individuati (che dal 4 maggio sono in cassa integrazione a 0 ore) è pre-pensionabile: quindi si pone l’esigenza di chiedere al Governo di finanziare politiche per il reimpiego e la formazione della forza lavoro.  Infatti,  una semplice politica di tutele passive, come quella che ha sottratto alle Regioni le risorse destinate alla formazione e al ricollocamento, in casi come questo sono controproducenti.  Come parlamentari del PD, d’intesa con le rappresentanze sindacali, presenteremo alla Camera una mozione su queste problematiche”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le Bcc anticipano la Cassa integrazione

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 aprile 2009

Trieste 28 aprile Ore 10.30 Sala della giunta regionale (2° piano), piazza Unità d’Italia. Le Bcc anticipano la Cassa integrazione, andando incontro alle necessità di centinaia di lavoratori e delle loro famiglie attualmente in difficoltà, mettendoli cioè in condizione di percepirla immediatamente. Lo specifico protocollo d’intesa che sancisce le modalità con cui il Credito Cooperativo si fa promotore di questa iniziativa – a conferma, ancora una volta, della propensione al sostegno dell’economia e delle famiglie del territorio e per cui è stato previsto un plafond di 10 milioni di euro – sarà siglato martedì 28 aprile, alle 10.30, nella sala della giunta regionale (2° piano) di piazza Unità d’Italia, a Trieste. Oltre al presidente della Federazione delle Bcc Giuseppe Graffi Brunoro e all’assessore regionale al lavoro Alessia Rosolen, sottoscriveranno il documento anche i rappresentanti regionali delle categorie economiche e dei sindacati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Toscana, 50 milioni di euro per la Cassa integrazione

Posted by fidest press agency su sabato, 18 aprile 2009

E’ stato firmato a Roma lo scorso 16 aprile dall’assessore regionale all’istruzione, formazione e lavoro della regione Toscana e dal sottosegretario al welfare l’accordo attuativo che rende operativi il finanziamento della Cassa integrazione in deroga e gli altri interventi di politica attiva a sostegno dei lavoratori di aziende in crisi. Per la Toscana è stata confermata l’assegnazione, dopo l’anticipo di 10 milioni, di una seconda tranche di 50 milioni di euro. La Toscana, appena la Commissione Ue darà il via libera, contribuirà con 105 milioni di euro tratti dal suo programma operativo del Fondo Sociale europeo. L’ultimo passaggio è ora l’approfondimento tecnico con la Commissione europea. L’accordo specifica che la copertura integrale del sostegno al reddito è assicurata da fondi nazionali. Una novità dell’accordo salutata positivamente dall’assessore è l’affidamento alla Regione delle procedure per l’assegnazione della Cassa integrazione in deroga, fino a ieri affidate agli uffici del lavoro

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Toscana, 50 milioni di euro per la Cassa integrazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 aprile 2009

E’ stato firmato a Roma lo scorso 16 aprile dall’assessore regionale all’istruzione, formazione e lavoro della regione Toscana e dal sottosegretario al welfare l’accordo attuativo che rende operativi il finanziamento della Cassa integrazione in deroga e gli altri interventi di politica attiva a sostegno dei lavoratori di aziende in crisi. Per la Toscana è stata confermata l’assegnazione, dopo l’anticipo di 10 milioni, di una seconda tranche di 50 milioni di euro. La Toscana, appena la Commissione Ue darà il via libera, contribuirà con 105 milioni di euro tratti dal suo programma operativo del Fondo Sociale europeo. L’ultimo passaggio è ora l’approfondimento tecnico con la Commissione europea. L’accordo specifica che la copertura integrale del sostegno al reddito è assicurata da fondi nazionali. Una novità dell’accordo salutata positivamente dall’assessore è l’affidamento alla Regione delle procedure per l’assegnazione della Cassa integrazione in deroga, fino a ieri affidate agli uffici del lavoro

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bcc del FVG, anticipo cassa integrazione a tasso zero

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 aprile 2009

L’allungarsi e il dilatarsi della crisi economica che colpisce tangibilmente anche il tessuto produttivo e le famiglie della nostra regione, chiede azioni di contrasto a effetto immediato. È per questo che la Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia ha presentato una specifica proposta all’assessore regionale al lavoro, Alessia Rosolen, riguardante un intervento a favore dei lavoratori a cui si apre la porta della Cassa integrazione. Dopo un approfondito confronto, le categorie economiche e le sigle sindacali hanno condiviso la proposta di protocollo d’intesa messa a punto dalle Bcc, proprio per sostenere i lavoratori e le imprese nel difficile momento in cui scatta il ricorso alla cassa integrazione guadagni ordinaria (Cigo).  Qualora la tempistica di erogazione del trattamento ai lavoratori in Cigo creasse problemi ai bilanci familiari, spesso già poco equilibrati, le Bcc, vere e proprie banche del territorio, vogliono essere vicine alle persone in temporanea difficoltà. Perciò il credito cooperativo regionale si è reso disponibile a sostenere l’anticipo del trattamento di Cigo, entro un plafond complessivo iniziale di 10 milioni di euro, con un finanziamento individuale a tasso zero, senza necessità di garanzie, senza spese di gestione e senza commissioni a carico del richiedente.  L’assessore Rosolen, da parte sua, ha espresso apprezzamento per l’iniziativa e la disponibilità manifestata dalle Bcc, e si è impegnata a portare il protocollo all’attenzione della Giunta regionale, il 23 aprile prossimo. Le pratiche di apertura dei conti dei richiedenti saranno perfezionate in tempi brevi, e consentiranno al lavoratore in difficoltà di poter usufruire della liquidità mensile con le somme stabilite, fino alla corresponsione dell’indennità. Sarà sufficiente essere correntisti di una delle 16 Bcc regionali e avere i requisiti soggettivi per richiedere il finanziamento, che poi sarà estinto con il pagamento dell’indennità da parte dell’Inps.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi ammortizzatori sociali per le pmi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 aprile 2009

500 lavoratori occupati nelle PMI in provincia di Venezia sospesi nel primo trimestre 2009 e altrettante famiglie catapultate nei meandri della crisi economica. Con la prospettiva di non riuscire ad “arrivare alla fine del mese”. Questa la situazione per il settore dell’artigianato fino a due giorni fa: ora però, con la firma dell’accordo sulla CIGS (Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria) in Deroga per il 2009 da parte di Regione, organizzazioni datoriali e rappresentanze sindacali dei lavoratori, si aprono nuovi spiragli di ripresa. “La mancanza di fondi ha costretto 100 aziende artigiane a ricorrere all’ammortizzatore dei 90 giorni di sospensione con indennità di occupazione, e questo già nei primi tre mesi del 2009 – spiega il presidente di Confartigianato Provinciale di Venezia Giuseppe Molin -. Ecco perché lo strumento della Cassa Integrazione in Deroga per il 2009 riveste una grande importanza. Questo nuovo ammortizzatore infatti prevede lo stanziamento da parte del Governo, attraverso la Regione, di 10 milioni di euro per il rilancio dell’occupazione nelle aziende, 7,5 milioni dei quali destinati alle imprese artigiane e alle PMI. Inoltre, gli aiuti si estendono anche agli apprendisti e, per la prima volta, a tutti i settori dell’artigianato, nessuno escluso”. La CIGS in Deroga arriva dunque in una congiuntura molto difficile per l’artigianato in Provincia di Venezia: disaggregando i dati a livello territoriale, si evince che tra i 500 lavoratori sospesi tra gennaio e marzo 2009, oltre la metà appartengono a 47 aziende del territorio di Dolo. Al secondo posto Cavarzere, con 14 imprese che hanno “lasciato a casa” 125 lavoratori. Il terzo gradino del non invidiabile podio è occupato da Mirano, con 12 aziende che hanno sospeso per 90 giorni 80 lavoratori. Tra le altre, si evidenzia la situazione del comprensorio clodiense: solo 2 aziende sono ricorse all’ammortizzatore in atto prima della CIGS in Deroga, sospendendo però ben 26 dipendenti. “Adesso che è stata garantita un’adeguata copertura economica serve però che le pratiche vengano evase in tempi rapidi e che quindi ai dipendenti delle aziende i soldi arrivino realmente – rimarca Molin -. Noi saremo vigili affinché a fianco della CGIS in Deroga vengano attivati anche i fondi di rotazione, che permetterebbero uno snellimento dell’iter burocratico nella distribuzione del denaro. Le PMI stanno grattando il fondo del barile e non possono pescare dai propri fondi ancora a lungo”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cassa integrazione e contratti di solidarietà

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 marzo 2009

Un protocollo di intesa tra Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate e Associazione Artigiani Provincia di Varese – Confartigianato Imprese è stato sottoscritto questa mattina per anticipare, senza oneri e costi a carico di lavoratori e imprese, la cassa integrazione guadagni straordinaria e i contratti di solidarietà ai dipendenti delle imprese artigiane che non avendo la liquidità necessaria per anticipare ai lavoratori il trattamento di Cigs, ne chiedono il pagamento diretto da parte dell’Inps, oppure che ricorrono ai contratti di solidarietà. In questi casi l’erogazione del trattamento economico avviene dopo alcuni mesi, durante i quali i lavoratori non ricevono lo stipendio. Nel dettaglio, l’intesa sottoscritta prevede la costituzione da parte della Bcc di un fondo di solidarietà rotativo, valido per tutto il 2009, di un milione di euro. Ai lavoratori verrà anticipata, il 10 di ogni mese, la quota dovuta da parte degli Istituti, in proporzione alle ore di cassa integrazione effettuate nel mese precedente, fino ad un massimo mensile di 900,00 euro. Ogni dipendente potrà godere dell’agevolazione per un massimo di 7 mesi e, comunque, fino all’avvio del pagamento diretto da parte degli Istituti. E questo significa che, in caso di utilizzo complessivo del plafond, saranno tra 300 e 900 i lavoratori delle imprese artigiane che potranno accedere al sostegno, a seconda che l’aiuto venga erogato per i 7 mesi previsti o che il pagamento diretto arrivi in tre, quattro mesi. L’erogazione dell’anticipo sulla cassa integrazione avviene su un conto corrente dedicato, aperto da ogni lavoratore interessato, su base individuale e volontaria, presso una filiale della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. Unica richiesta per accedere al beneficio: la sottoscrizione di quanto necessario per l’accredito da parte degli Istituti del trattamento della Cigs su tale conto corrente. Il conto corrente sarà a spese zero ed a interessi zero per tutto il periodo in cui il dipendente sarà in cassa integrazione o farà ricorso al contratto di solidarietà e potrà essere chiuso, senza costo, in qualunque momento successivo all’accredito da parte dell’Inps dell’importo pari al corrispettivo anticipato dalla Bcc al lavoratore; anche l’imposta di bollo sarà a carico della Bcc. L’intesa è operativa da oggi per i dipendenti delle micro e piccole imprese con meno di 50 dipendenti, che operano nel territorio di competenza della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, aderenti a Confindustria Alto Milanese o a Confartigianato Alto Milanese, che non abbiano avviato procedure fallimentari o concorsuali, e che richiederanno l’ammissione all’istituto della Cigs, anche in deroga, con richiesta di pagamento diretto, nonché ai contratti di solidarietà per il comparto artigiano.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »