Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘catania’

Terremoto in provincia di Catania del 6 ottobre 2018

Posted by fidest press agency su domenica, 7 ottobre 2018

terremoto cataniaL’evento avvenuto alle ore 02:34 italiane del 6 ottobre 2018 (ore 00:34 UTC) di magnitudo ML 4.8 (Mw 4.6) si colloca nell’area etnea, a circa 15 km a SSW della parte sommitale del vulcano, a circa 1 km da Biancavilla (CT), 5 km da Adrano (CT), 6 km da Paternò (CT), e 10 km da Belpasso (CT), 23 km a NW di Catania. Il terremoto è stato rilocalizzato nelle ore successive: l’epicentro è pressoché invariato rispetto a quello calcolato nei minuti immediatamente successivi all’evento, mentre è cambiata la profondità, che è pari a circa 6 km. Fino a questo momento (ore 16.00), dopo il terremoto di questa notte, sono stati localizzati 8 eventi sismici e solo 2 hanno superato magnitudo 2.0: quello di magnitudo 2.5 delle ore 2:29 italiane e quello di magnitudo 2.3 delle ore 12:21 italiane. (fonte: sito web: http://www.ingv.it e copyright foto)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Catania, secondo risolutivo intervento grazie al Taser ma senza azionarlo

Posted by fidest press agency su martedì, 11 settembre 2018

Fsp: “Primi buoni frutti della sperimentazione. E’ uno strumento utile ed efficace a tutela di tutti, anche con le ristrette regole e la complessa procedura di utilizzo”. Dopo quello di Milano, è avvenuto a Catania il secondo risolutivo intervento portato a termine grazie al taser sperimentato dagli uomini della Squadra Volante. Nel pomeriggio di ieri, infatti, un extracomunitario irregolare e senza fisa dimora, che assieme a un altro soggetto stava molestando i passanti mettendo anche le mani addosso ad alcune donne, è finito in manette dopo un rocambolesco inseguimento quando, dopo averlo fermato, gli agenti lo hanno invitato a desistere dalla sua violenta resistenza estraendo e mostrandogli la pistola a impulsi elettrici. Erano le 16.30 circa quando la Volane è stata allertata per via della presenza di due uomini, in pieno centro città, che molestavano i passanti, bloccandoli e chiedendo loro insistentemente dei soldi. Giunti sul posto i poliziotti hanno raccolto le dichiarazioni di quattro donne che, come altri cittadini, erano state insidiate dai due, i quali avevano anche tentato di bloccarle fisicamente, e che hanno fornito agli agenti la descrizione per identificare i molestatori, riuscendo poi a indicarne uno in lontananza. Appena l’uomo si è accorto della presenza della polizia, però, ha tentato di allontanarsi. Ne è nato un lungo inseguimento a piedi, per le strade della città, fino a che l’equipaggio della Volante è riuscito a bloccare il fuggitivo che ha subito reagito con violenza tentando di scagliarsi contro uno degli agenti. E’ stato a quel punto che uno dei poliziotti ha estratto il taser mostrandolo all’uomo, che ha subito smesso di dimenarsi e scalciare consentendo di portare a termine il suo arresto, dopo il quale è stato possibile accertare che si tratta di un immigrato irregolare, che parrebbe essere stato ospite del Cara di Mineo avendo con sé il badge della struttura rilasciato nel maggio scorso.
“A due giorni dall’avvio della sperimentazione dei taser giungono puntuali i primi buoni frutti di questa importante dotazione – commenta Valter Mazzetti, Segretario Generale Fsp Polizia, Federazione Sindacale di Polizia -. Uno strumento utile ed efficace, che consentirà di tutelare in maniera più calibrata la sicurezza di tutti, pur se, va ribadito a beneficio dei facili detrattori degli strumenti operativi per le Forze dell’ordine, le regole e la procedura per il suo utilizzo sono estremamente restrittive e complesse, più di quanto si possa immaginare. Si conferma in poche ore l’assoluta infondatezza dei dubbi e delle polemiche sollevate da qualcuno che, per partito preso, ama additare gli operatori della sicurezza come pericolosi soggetti pronti a nuocere ai cittadini, sorvolando allegramente sui danni gravissimi che essi subiscono nell’espletamento del proprio dovere. L’adeguatezza delle dotazioni di servizio, unita alla grandissima professionalità che contraddistingue da sempre le Forze dell’ordine italiane, sono il solo e unico modo per dimostrare con i fatti la credibilità e l’autorevolezza dello Stato che rappresentiamo con pesanti oneri e massimo onore”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Appello all’Europa: Accogliere i migranti provenienti dalla nave Diciotti

Posted by fidest press agency su sabato, 25 agosto 2018

Catania L’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, chiede agli Stati membri dell’Unione Europea di offrire urgentemente posti di ricollocamento a circa 150 persone soccorse in mare che sono tuttora a bordo della nave della guardia costiera italiana “Diciotti”. Nel frattempo, l’UNHCR esorta le autorità italiane a consentire lo sbarco immediato di coloro che sono a bordo. La barca è ormeggiata in Italia nel porto siciliano di Catania dal 20 agosto – la maggior parte delle persone a bordo proviene da paesi produttori di rifugiati.
“Nel corso della storia, l’Europa ha riconosciuto il fondamentale obbligo morale e legale di venire in aiuto alle persone in fuga dalla guerra, dalla violenza e dalle persecuzioni”, ha dichiarato l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati Filippo Grandi. “È giunto il momento di porre fine al botta e risposta che ha visto i paesi competere in una corsa al ribasso su chi può assumersi la responsabilità minore per le persone soccorse in mare. È pericoloso e immorale mettere a rischio la vita dei rifugiati e dei richiedenti asilo, mentre gli Stati sono impegnati in un braccio di ferro politico per soluzioni a lungo termine”. L’UNHCR elogia gli Stati europei che si sono fatti avanti per accogliere le persone salvate dal Mar Mediterraneo, evidenza dei vantaggi di un approccio collaborativo. Tuttavia siamo preoccupati per le potenziali conseguenze di un continuo approccio “ad hoc”. A giugno, una conclusione del vertice del Consiglio europeo era: “Sul territorio dell’UE, coloro che sono salvati, secondo la legge internazionale, dovrebbero essere presi in carico, sulla base di uno sforzo condiviso”. L’UNHCR continua pertanto a incoraggiare fortemente accordi stabiliti e prevedibili nella regione mediterranea per lo sbarco delle persone soccorse in mare e sollecita gli Stati ad accelerare rapidamente gli sforzi per mettere in atto un tale accordo per affrontare questo tipo di situazioni.Molte vite sono in pericolo. Già nel 2018, più di 1600 persone hanno perso la vita nel tentativo di raggiungere le coste europee, nonostante il numero di coloro che tentano la traversata sia significamente ridotto rispetto agli anni precedenti.”In seguito agli orrori della seconda guerra mondiale, gli europei sono stati tra i principali artefici della Convenzione sui rifugiati del 1951, che ha sancito nel diritto internazionale il diritto umano fondamentale di chiedere asilo”, ha affermato Grandi. “I principi della Convenzione, che condividono i valori europei di solidarietà e diritti umani, hanno resistito alla prova del tempo, poiché abbiamo raccolto i benefici successivi dell’unità, della buona volontà e della prosperità. Esorto gli Stati europei a rispettare questi principi, a fare la cosa giusta e a offrire luoghi di asilo per le persone salvate dal Mar Mediterraneo nel momento del bisogno”. Mentre queste discussioni continuano, persone spaventate che potrebbero aver bisogno di protezione internazionale non dovrebbero essere intrappolate nel vortice della politica. Meritano di essere trattati con dignità. L’UNHCR è pronta a sostenere gli Stati a sviluppare un approccio che ha come priorità il salvataggio di vite in mare e nell’affrontare le cause profonde che guidano le migrazione forzate.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La città di Catania avrà il “Dado della Pace”

Posted by fidest press agency su sabato, 5 maggio 2018

Catania Lunedì 7 maggio al Parco Gioeni di Catania, alla presenza della autorità cittadine, verrà installato un grande “Dado della Pace” nell’ambito della manifestazione “Costruiamo la Pace/Let’s Build Peace”, promosso delle associazioni internazionali “Living Peace International” e “Elephants for Peace” e da diverse scuole della città di Catania, con il contributo di scuole nazionali, europee e di altri continenti. La manifestazione è patrocinata dal Comune di Catania.
Il percorso di educazione alla pace, che diverse scuole catanesi hanno accolto con interesse, è stato ideato dall’insegnante uruguaiano Carlos Palma che ha vissuto in Medio Oriente da più di 25 anni il dramma delle continue guerre. «Un forte desiderio di cambiare il modo di educare e di dialogare tra tutti ha trasformato letteralmente la scuola” – afferma Carlos Palma – “e oggi più che mai, è necessario affermare la cultura della pace, l’unica che possa rispettare e rispondere alle domande più vere e profonde, nell’impervio cammino verso la fraternità universale». Da questa convinzione è nato il progetto, che ben presto si è diffuso in tutto il mondo e che si sta sviluppando e ampliando sempre più, grazie all’apporto creativo di tutti coloro che, con la propria adesione, ne divengono protagonisti. La rete di “Living Peace” è in costante crescita grazie alla condivisione di esperienze individuali e collettive, attività, fotografie, filmati, progetti.Il metodo didattico proposto è un dado: semplice, giocoso ed efficace in quanto stimola cambiamenti personali e comunitari, mettendo in moto le migliori risorse di ciascuno.Il tema dominante dell’opera che verrà inaugurata il 7 maggio è un cubo sulle cui facce sono riportate frasi corrispondenti a valori universali di pace, illustrate da due personaggi del fumetto creati da Walter Kostner Gibì e Doppiaw, che aiutano a comprenderne meglio il significato.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Air France riapre i voli da Catania a Parigi dopo 27 anni

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 marzo 2018

Dopo ben 27 anni Air France riapre i collegamenti da Catania a Parigi. Dal prossimo 27 marzo la compagnia aerea francese collegherà l’aeroporto Fontanarossa a Charles de Gaulle tre volte alla settimana, il martedì, il giovedì e il sabato. Il nuovo collegamento è previsto anche per la stagione invernale 2018-2019.I voli Air France Catania-Parigi, inaugurati per la prima volta nel 1987 e interrotti il 31 marzo 1991, saranno operati con aeromobili Airbus A319 e A320.
I nuovi voli si aggiungeranno a quelli del sabato e della domenica di KLM per Amsterdam, permettendo ai passeggeri in partenza da Catania di approfittare di comode coincidenze, entro le due ore di transito all’aeroporto di Parigi o Amsterdam, verso più di 100 destinazioni in Europa e 14 nel mondo.Orario voli Air France da Catania:
Catania (16h50) – Parigi CDG (19h35) martedì, giovedì e sabato
Parigi CDG (13h30) – Catania (16h05) martedì, giovedì e sabato
Orario voli KLM da Catania:
Catania (16h20) – Amsterdam (19h25) sabato e domenica
Amsterdam (12h40) – Catania (15h30) sabato e domenica
Il nuovo volo Air France non è l’unica novità del Gruppo Air France-KLM da Catania: la compagnia low cost del Gruppo, Transavia, che già vola tutti i giorni per Parigi-Orly e Amsterdam, aprirà due nuove rotte bisettimanali (il lunedì e il venerdì): per Lione, dal 6 aprile, e per Nantes, dal 1 giugno.“Il volo Air France per Parigi si affianca al recente volo KLM per Amsterdam, andando a rafforzare le possibilità di collegamento dalla Sicilia al resto del mondo. Dopo il successo del volo per Amsterdam, siamo orgogliosi di riportare Air France a Catania dopo 27 anni” dichiara Jerome Salemi, Direttore Generale Air France-KLM East Mediterranean.
“Bentornata Air France a Catania – commentano Daniela Baglieri e Nico Torrisi, Presidente e AD di SAC, società di gestione dello scalo etneo – siamo compiaciuti per questa importante novità che, grazie al prestigio della compagnia aerea e dell’intero gruppo, aggiunge valore all’esperienza di viaggio di chi transita dall’aeroporto di Catania. La rotta su Parigi (Charles de Gaulle), hub collegato con il network mondiale di Air France-KLM, offre decine di coincidenze con scali intercontinentali: una ulteriore opportunità per incentivare e diversificare i flussi turistici in entrata e in uscita dalla Sicilia”.Prima, durante e dopo il viaggio, i clienti Air France possono beneficiare di diverse App gratuite sul proprio smartphone e tablet
– L’app Air France: indispensabile compagno di viaggio per organizzare il proprio itinerario in pochi clic. Tramite l’App si può acquistare il biglietto, ricevere la carta d’imbarco e gestire il proprio volo, accedere al conto Flying Blue e consultare gli orari di tutti i voli Air France.
– L’app Air France Music: relax e piacere. L’arte del viaggio secondo Air France è anche un invito a rilassarsi mentre si viaggia. Offre una vasta selezione musicale di artisti da tutto il mondo, sia noti che emergenti, da ascoltare durante il viaggio.
– L’app Air France Play: l’avventura ha inizio. Prima del volo, è possibile scaricare giornali e riviste, video e podcast musicali sullo smartphone o tablet senza costi aggiuntivi. Da 30 ore prima della partenza, si può accedere all’App tramite l’account Air France, l’account Flying Blue o il codice di prenotazione, e creare il proprio programma di intrattenimento personalizzato.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Toulouse Lautrec: La Belle Époque

Posted by fidest press agency su domenica, 24 dicembre 2017

Henri de Toulouse-LautrecCatania 3 febbraio – 3 giugno 2018 Palazzo della Cultura.Parigi, fine Ottocento: la vita bohémienne, gli artisti di Montmartre, il Moulin Rouge, i postriboli, i teatri, le prostitute. Questa è la realtà che vive e rappresenta Henri de Toulouse-Lautrec (1864-1901), diventandone il più noto interprete.
Curata da Stefano Zuffi, dal 3 febbraio una grande mostra al Palazzo della Cultura di Catania celebra il percorso artistico di Toulouse-Lautrec con 170 opere provenienti dall’Herakleidon Museum di Atene.
Manifesti, litografie, disegni, illustrazioni, acquerelli, insieme a video, fotografie e arredi dell’epoca riscostruiscono uno spaccato della Parigi bohémienne, riportando i visitatori indietro nel tempo. Tra le opere più celebri presenti in mostra litografie a colori (come Jane Avril, 1893), manifesti pubblicitari (come La passeggera della cabina 54 del 1895 e Aristide Bruant nel suo cabaret del 1893), disegni a matita e a penna, grafiche promozionali e illustrazioni per giornali (come in La Revue blanche del 1895) diventati emblema di un’epoca indissolubilmente legata alle immagini dell’aristocratico visconte Henri de Toulouse-Lautrec. (foto: Henri de Toulouse-Lautrec)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Catania ricorda don Oreste Benzi

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

oreste benzi1Catania. Sabato 4 novembre, alle ore 16:00, presso il Seminario Arcivescovile di Catania, in via Braille, si terrà il seminario “Dignità della Persona: tutte le volte che cadrai ti solleverò”, organizzato dalla Comunità Papa Giovanni XXIII (Apg23). Interverranno Mons. Salvatore Gristina, Arcivescovo di Catania e Presidente della Conferenza Episcopale Siciliana, Giovanni Paolo Ramonda, Presidente di Apg23 e don Aristide Raimondi. L’evento, il primo di una serie che si terranno tra la Sicilia e la Calabria, fa parte delle numerose celebrazioni che si stanno tenendo in tutta Italia per il parroco riminese.
Chi era Don Oreste Benzi? Nato nel 1925, è stato un presbitero. Fondatore della Comunità Papa Giovanni XXIII, ha speso tutta la sua vita a favore degli ultimi. Giovane sacerdote nell’Italia martoriata del dopoguerra, si impegnò da subito a favore dei giovani, cui propone «un incontro simpatico con Cristo». Nel 1968 con un gruppetto di giovani e alcuni altri sacerdoti dà vita all’Associazione Papa Giovanni XXIII (Apg23) a sostegno di coloro che nella vita non riuscirebbero a cavarsela da sole. Don Benzi guida l’apertura della prima Casa Famiglia a Coriano, sulle colline riminesi, il 3 luglio 1972. Da allora la Comunità Papa Giovanni XXIII è crescita ed ora conta oltre 400 case famiglia in Italia e all’estero. Oggi Apg23, in provincia di Catania, opera sia con una cooperativa sociale, “Rò La Formichina”, sia con 8 case famiglia. Don Benzi è stato il primo in Italia a lottare contro la cultura della prostituzione e a denunciare la tratta delle donne. Con la lunga tonaca scura ed il rosario in mano, alle donne vittime del racket della prostituzione proponeva la liberazione immediata e la speranza di una nuova vita. Quella che ancora cercano i tanti poveri lungo le strade delle nostre città.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Catania: convegno di oncologia

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 ottobre 2017

Humanitas Centro Catanese di Oncologia

Humanitas Centro Catanese di Oncologia

Acicastello (Ct) 13 Ottobre Hotel Baia Verde Via Angelo Musco 8/10 Inizio ore 8.30 convegno su Tumori epato-bilio-pancreatici: diagnosi e cure sempre più innovative per la salute dei pazienti Diagnostica avanzata, nuovi farmaci e chirurgia ancora più accurata per contrastare la malattia. Le neoplasie gastrointestinali rappresentano una tra le forme più comuni di cancro, soprattutto nei paesi occidentali. La prevenzione e la diagnosi precoce rappresentano sempre gli alleati migliori per evitare qualsiasi forma di malattia. Tra gli strumenti di prevenzione, oltre ad un corretto stile di vita privo di fumo e comprensivo di regolare attività fisica, assume un ruolo significativo l’alimentazione, che deve basarsi su pochi grassi, ridotte dosi di carne e, viceversa, molte fibre, vegetali e frutta. I progressi medici rappresentano un’arma importantissima per gli sviluppi futuri volti a contrastare la malattia in tutte le sue fasi. La diagnosi precoce, un preciso quadro di imaging, le nuove terapie farmacologiche e la chirurgia sono fondamentali per affrontare le neoplasie nel modo più completo e dunque migliore per ogni paziente.Questi e altri argomenti verranno trattati venerdì 13 Ottobre al convegno organizzato da Humanitas Centro Catanese di Oncologia, presieduto dal dott. Maurizio Chiarenza, oncologo; dalla dott.ssa Salumeh Goudarzi, radiologa; e dal dott. Sebastiano Mongiovì chirurgo. Durante i lavori, collegamento video con la sala operatoria di Humanitas Centro Catanese di Oncologia per seguire le fasi più importanti di un intervento di chirurgia epatica o pancreatica.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrati un business lucroso

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 maggio 2017

senato“Dall’audizione del Procuratore della Repubblica di Catania Zuccaro nella Commissione Difesa del Senato abbiamo avuto diverse conferme: alcune ONG vanno a prelevare gli immigrati clandestini varcando le acque territoriali libiche, a pochi chilometri dalla costa chiamate direttamente dagli scafisti; conseguentemente le imbarcazioni scelte dai trafficanti di uomini sono diventate meno sicure e più economiche in modo da poter incrementare i profitti; per la stessa ragione di incremento del guadagno sono stati sostituiti gli scafisti con alcuni tra gli immigrati imbarcati, contando sul fatto che entro pochi minuti saranno intercettati dalle navi ONG; la mafia è entrata nel ‘business immigrati’ a causa dell’ingente quantità di soldi che girano in questo circuito; l’Italia non è nelle condizioni di assistere gli immigrati economici (milioni di cittadini africani) anche a causa della crisi economica; molti immigrati non pagano in soldi ma in natura, trasferendosi in Italia per inserirsi nel circuito della prostituzione. La novità non è il contenuto ma la provenienza di queste dichiarazioni, ascoltate negli ultimi anni – fino nei dettagli – dalla voce di Giorgia Meloni e di FDI. Stavolta è un magistrato a gettare in faccia al PD la cruda realtà”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli. E Giorgia Meloni soggiunge: «Il procuratore di Catania Zuccaro dipinge oggi un quadro allarmante: Ong con soldi che arrivano da finanziatori oscuri, navi che battono bandiera di paradisi fiscali, fondi per l’accoglienza agli immigrati intercettati dalla mafia. Non si può far finta di nulla: il Governo sostenga il lavoro del procuratore Zuccaro, denunci i sospetti e sequestri le loro navi finché non si chiarirà se sono coinvolte nella tratta di esseri umani del terzo millennio. Se non lo farà dimostrerà ancora una volta di essere complice di questo disegno».

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Escher approda a Catania

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 marzo 2017

EscherCatania Dal 19 marzo oltre 140 opere del genio olandese, amatissimo dal grande pubblico, saranno in mostra a Palazzo della Cultura. Mano con sfera riflettente (1935), Vincolo d’unione (1956), Metamorfosi II (1939) e Giorno e notte (1938) sono solo alcune delle opere iconiche del grande genio olandese Maurits Cornelis Escher (1898-1972) presentate a Catania, città in cui l’artista giunse – l’ultima volta – nel maggio del 1936 nel suo ideale Grand Tour nella penisola.
Per l’occasione, alle opere emblematiche e ormai presenti nell’immaginario collettivo, è affiancata un’inedita selezione di opere prodotte da Escher durante i vari soggiorni in Sicilia avvenuti tra il 1928 e il 1936.Proprio nel Sud Italia e nell’isola in particolare, l’artista maturò buona parte di quelle idee e suggestioni che caratterizzano, nel segno della sintesi tra scienza e arte, la sua matura produzione e gli studi sulle forme che lo hanno reso celebre.
Sull’isola Escher produsse numerose opere grafiche ritraendo città e paesi noti, ma ciò che fortemente lo appassionava era la ricerca di luoghi ‘eccentrici’, solitari e sperduti, scorci e suggestioni che, prima fissate nei disegni, poi si trasformavano in incisioni, soprattutto xilografie e litografie: così disegna le colonne e i prospetti degli antichi templi greci della Sicilia occidentale (Tempio di Segesta, Sicilia, 1932); “cartoline” di litorali come in Catania (1936) dove la città è vista dal porto con barche a vela appena ormeggiate in un pomeriggio al tramonto, col Duomo dedicato a Sant’Agata a fare da quinta e, sullo sfondo, fra la foschia di nuvole basse, si erge la grande mole dell’Etna fumante; i chiostri delle più ricche Basiliche (come nel vero e proprio virtuosismo incisorio del Chiostro di Monreale, Sicilia, 1932); vedute aeree (Cattedrale di Cefalù, 1938) e studia al contempo l’irrompere del disordine della natura realizzando una serie di litografie che hanno per soggetto l’Etna (Colata di lava del 1928 dal monte Etna, 1933) che ritrae da diverse angolature e da visuali di paesi vicini che lo circondano come in Castel Mola (con monte Etna) del 1932.Nei disegni siciliani Escher, con un sapiente senso della prospettiva e una sicura abilità compositiva, inizia la ricerca e la riflessione sui rapporti tra l’ordine e il caos e sulla possibilità di un’armonizzazione dei due opposti.Grazie all’audioguida concessa gratuitamente a tutti i visitatori, la mostra offre la possibilità di esplorare mondi simultanei costruiti con elementi percettivi bidimensionali e tridimensionali, assemblati da leggi matematiche e geometriche caratteristiche della sua arte. Diverse le metodologie di fruizione come esperimenti scientifici o supporti didattici che accompagnano i visitatori di ogni età aiutandoli a comprendere la dimensione artistica di un artista poliedrico e geniale che ha sempre goduto di enorme popolarità.La mostra Escher è promossa dal Comune di Catania, prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia in collaborazione con la M.C. Escher Foundation ed è curata da Marco Bussagli e Federico Giudiceandrea.
La mostra vede come sponsor Generali italia, special partner Ricola, sponsor tecnico Trenitalia e media partner RMC – Radio Monte Carlo.L’evento è consigliato da Sky Arte HD.Il catalogo è edito da Maurits. (foto: Escher)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Liberalizzazioni nel Paese in cui bisogna arrangiarsi per vivere

Posted by fidest press agency su domenica, 22 gennaio 2017

cataniaA Catania sono state individuate due ambulanze, con relativi infermieri, che clandestinamente svolgevano il loro servizio presso l’ospedale Garibaldi della citta’: senza autorizzazione e senza i requisiti igienici del caso. Eravamo abituati ai parcheggiatori abusivi, ma evidentemente la fantasia umana e delinquenziale non ha limiti. Certo siamo il Paese che il famoso attore Toto’ aveva bene delineato in un film in cui ci faceva vedere come si vende la fontana di Trevi a Roma. Di episodi del genere ce ne sono a iosa, non ultimi quei disgraziati di ragazzi che vengono a bussare alle nostre case per rifilarci contratti di energia o telefonia, carpendo la nostra fiducia, perche’ ci vendono sempre qualcosa che e’ piu’ costoso di quanto ci avevano prospettato oppure ci vendono anche quando non lo abbiamo esplicitamente chiesto. E non crediamo che vicende del genere finiranno domani.Ma perche’ questo accade? Perche’ siamo fatti cosi’ male, da diventare anche delle sorte di macchiette quando queste vicende vanno oltre le cronache locali e travalicano i confini nazionali? E’ l’arte di arrangiarsi per cercare di supplire alle deficienze delle opportunita’ che ci vengono offerte dal contesto legale. Sembrava che a questa arte dovesse essere posto un rimedio grazie alle liberalizzazioni economiche, ma e’ un miraggio; a parte alcuni limitati settori merceologici, decidere di svolgere un’attivita’ e’ sempre difficile: le normative a cui far fronte, e le corporazioni professionali giocano in questo un ruolo fondamentale.E’ di questi giorni l’approvazione da parte della Camera dei deputati del cosiddetto “home restaurant” per “valorizzare e favorire la cultura del cibo tradizionale e di qualita’”: massimo 500 coperti l’anno con un ricavo non superiore a 5 mila euro l’anno, e tutto tracciato: prenotazioni, pagamento, offerte, etc.. Sostanzialmente, un invito al lavoro in nero.
Potremmo scrivere pagine e pagine di esempi, e alla fine si termina sempre li’: le buone idee che potrebbero consentire a molte persone di avviare un’attivita’ economica non vengono mai foraggiate. Si preferisce regalare dei bonus, per esempio, agli studenti -bonus che poi gli stessi beneficiari mettono sul mercato nero- piuttosto che far si’ che un giovane possa svolgere lavoretti saltuari senza che l’imprenditore che glielo consente sia scoraggiato a farlo dagli aspetti fiscali e normativi: quanti “car wash” che vediamo in tanti film americani ci sono in Italia come opportunita’ per farsi qualche soldino da usare in una vacanza? Zero! Dopo le ambulanze di Catania, chissa’ cosa c’e’ dietro l’angolo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

13° edizione di Sposami

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 gennaio 2017

sposami.jpgCatania dal 14 al 22 gennaio salone del Matrimonio e della Casa de Le Ciminiere di Catania. Come le più maestose wedding cake il Salone ha ampliato i propri spazi, aggiungendo un piano all’esposizione: oltre al PIANO TERRA e al PRIMO PIANO con tutti i fornitori e i professionisti per l’organizzazione del matrimonio, dalle aziende di arredamento con gli ‪‎architetti e i progettisti a disposizione per immaginare il focolare domestico dove far crescere la famiglia. Nasce il SECONDO PIANO con nuovi ed elegantissimi stand: l’Area dei giochi a premio e degli spettacoli, show, sfilate, proiezioni, degustazioni.
La nuova AREA EVENTI sarà il luogo perfetto per quelle coppie alla ricerca di ispirazione per l’arredo casa e l’organizzazione delle nozze. Più grande, suggestiva, tecnologica, nella passerella di Sposami le coppie potranno concretamente ammirare, sotto forma di show, tutte le anteprime dal settore wedding e del design. E soprattutto le sfilate! Sul palco le collezioni sposa, sposo e cerimonia 2017/2018. Smartphone alla mano, l’imperativo è godersi le “fashion week” siciliane a Sposami.
Il “Wedding taste” è una delle grandi novità del Salone della Sposa organizzato dalla Expo di Barbara Mirabella. E’ il primo “meeting in fiera” dedicato alle eccellenze del gusto e alla cultura del cibo di qualità dove uditori privilegiati saranno le coppie ma anche il sempre più vasto e appassionato pubblico dei wedding foodies alla ricerca crescente di qualità ed unicità. Un viaggio attraverso i sensi e sposami1.jpgle idee, alla scoperta delle tante e spesso nuove modalità in cui oggi si esprime e si sperimenta il banchetto di nozze: tra tradizione e innovazione, tendenze e scuole di pensiero, attrezzature e tecniche professionali, food & kitchen design. Nato dalla collaborazione di Expo con Blu Lab Academy, il Wedding Taste andrà in scena in una tecnologica sala degustazione attrezzata per l’occasione presso la nuova area eventi del Salone, al 2° piano, con uno spazio speciale al termine del percorso dove fermarsi a chiacchierare con lo chef cominciando a delineare le prime idee di menù. Questi e altri gli ingredienti di Sposami che, come sempre viaggerà in parallelo tra i Social Network e in diretta streaming. Chicche, curiosità, aggiornamenti in tempo reale dalla Fiera, possibilità di scaricare l’invito omaggio per entrare gratis … tutto tramite il sito http://www.sposamiexpo.it.
La Fiera si potrà visitare tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 16.00 alle 21.00 e sabato e domenica dalle ore 10.00 alle 22.00. Inaugurazione Sabato 14 Gennaio ore 16.30. Ingresso da piazzale Rocco Chinnici (già piazzale Asia.) (foto: sposami)

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Michele Miglionico a The Look Of The Year 2016

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 ottobre 2016

michele-maglionicoCatania sabato 22 ottobre 2016 alle ore 20.30 al Teatro Metropolitan di Catania presentata dalla conduttrice televisiva Jo Squillo ospite della serata è lo stilista Michele Miglionico, già vincitore del “The Look Of The Year Fashion Award 2015”, esponente dell’Alta Moda Italiana, che presenterà un’antologia delle sue collezioni total red con una performance che vedrà coinvolgere anche modelli in quanto quest’anno torna “The Look Of The Year Man”.
Oltre allo stilista Michele Miglionico si alterneranno sulla passerella altri nomi internazionali dell’Alta Moda: Raffaella Curiel, Ettore Bilotta e Luca Litrico.L’evento coinvolge modelle, agenzie, operatori del settore, tv, radio, giornalisti, fashion blogger, fotografi, case di moda, aziende del settore (make up, prodotti di bellezza, abbigliamento, moda, etc), nonché notissimi personaggi del mondo dello spettacolo e della moda.Tv Moda Media Partner, sarà trasmesso sul canale 180 di Sky a copertura mondiale, è l’unico canale televisivo italiano che unisce moda, lusso e intrattenimento. Speciali e servizi andranno in onda sul programma “Modamania”, trasmesso sui canali Mediaset, La 5 e Rete 4; TGCOM e The Beach Channel, canale televisivo di Miami che trasmette su Atlantic – Channel 5. La direzione artistica dell’evento è affidata al direttore di moda, Antonella Ferrari già direttrice del magazine “Freetime Excellence Lifestyle”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto Giulia Catuogno il 5 giugno allo Zo di Catania

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 giugno 2016

giulia catuognoCatania domenica 5 giugno alle 21,30 allo Zo centro culture contemporanee di piazzale Asia 6 ospiterà la cantante palermitana, dando spazio al suo “Pianopianotour”, ovvero lo show live figlio naturale del disco scritto e interpretato dalla stessa Giulia Catuogno e intitolato “Pianopiano”. Sotto l’Etna si potranno ascoltare i brani “Vivi, c’hai la vita, deficiente”, “Tutta colpa di Vecchioni”, “A mia madre”, “Maledetto” e naturalmente, “Destinatario inesistente”, il cui video è online su Youtube: http://www.youtube.com/watch?v=PeyW-XrtNS8. Testi scritti, arrangiati e suonati al pianoforte da Giulia, che da sempre cura i contenuti e le musiche di tutti i propri lavori. Un concerto di carattere intimistico, di quelli che vogliono creare moti nell’animo umano, dei sentimenti e delle emozioni, in tutte le loro delicate e sottili sfumature. Le parole, accompagnate dai suoni, giocano un ruolo fondamentale. La voce di Giulia, complice il pianoforte, setaccia e tocca il lato più profondo dell’anima di chi ascolta, coinvolgendola in un unico, puro e positivo sentimento d’arte.La giovane voce di Giulia allieterà inoltre la serata con riarrangiamenti di brani d’autore, da De Andrè a Dalla, da Vecchioni a Carmen Consoli. Testi classici e non, sconvolti dal suono della Catuogno, con una qualità che è rara a vedersi e ad ascoltarsi. Particolare il suo stile nell’esecuzione. Seduta davanti al pianoforte Giulia Catuogno batte i tasti bianchi e neri utilizzando due dita come Count Basie e Renzo Arbore, sfiorandoli, quasi come se fossero bollenti. In più contemporaneamente canta, con una voce che invade l’animo più profondo di chi ascolta, che si sente così coinvolto in un unico e positivo sentimento d’arte.
Giulia Catuogno sarà accompagnata alla chitarra da Vittorio Di Matteo, che è anche produttore del suo disco. Ingresso 7 euro. (foto: giulia catuogno)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rischio clinico

Posted by fidest press agency su sabato, 24 ottobre 2015

cataniaCatania. Un manuale per prevenire i possibili errori di terapia e per dare ai farmacisti ospedalieri le ‘regole d’oro’ per gestire nel modo corretto i farmaci ad alto rischio (FAR). Ma allo stesso tempo un testo che per la prima volta sia d’aiuto per districarsi tra simboli e sigle presenti nelle prescrizioni, perchè capita spesso che i farmacisti ospedalieri, oltre che con calligrafie illeggibili, si trovino a fare i conti con acronimi e abbreviazioni latine di dubbia interpretazione. L’idea è di SIFO, la Società dei farmacisti ospedalieri e dei servizi territoriali, che attraverso la propria Area rischio clinico ha realizzato questo manuale e ha deciso di presentarlo e distribuirlo in questi giorni a Catania, dove si sta svolgendo il XXXVI congresso nazionale SIFO. Ne verranno distribuite un migliaio di copie, poi il testo in futuro verrà pubblicato anche sul sito SIFO.Di errori ne esistono di ogni tipo, da quelli di dosaggio a quelli di miscelazione, da quelli di prescrizione non appropriata a quelli di interpretazione, fino all’errore di somministrazione. Il manuale li affronta tutti, proponendo comportamenti e strategie che aiutino a prevenirli. Il testo, un’ottantina di pagine, si compone di due parti: nella prima si affrontano i principali rischi legati ai farmaci ad alto rischio (in tutte le fasi, dalla preparazione alla distribuzione alla somministrazione), mentre nella seconda parte del volume si tratta la questione di acronimi e sigle, una ‘giungla’ che ancora troppo spesso costella le prescrizioni dei medici e può indurre in errore. Secondo alcuni studi, proprio dall’utilizzo di queste abbreviazioni dipende un’importante percentuale di errori, nonostante siano state vietate a livello internazionale da JCI, Joint Commission International, da oltre dieci anni.Il problema degli acronimi, già preso in considerazione negli anni dal ministero della Salute, finora non era stato però affrontato in modo così specifico e mirato. E il lavoro di SIFO non è passato inosservato: arriverà presto, infatti, una raccomandazione del ministero della Salute (la numero 18) proprio sul tema degli acronimi. Sarà elaborata dagli esperti del ministero in collaborazione con SIFO e con le Regioni prendendo spunto dal manuale messo a punto dai farmacisti ospedalieri. Sul tema degli errori esistono già raccomandazione numero 7, e poi a seguire la 12 e la 14 (che si sono focalizzate sui farmaci Lasa e antineoplastici), oltre alle linee di indirizzo diffuse dal ministero, che ha inserito la problematica anche tra le verifiche LEA. Ora arriverà anche la raccomandazione numero 18, sul tema della prevenzione degli errori in corso di terapia farmacologica dovuti all’uso di acronimi, per elaborare la quale il ministero si avvarrà della collaborazione di SIFO, già consulente del ministero anche per le precedenti.
Ma cosa sono questi acronimi? Si va da QD (quam die, cioè una volta al giorno) a BID (due volte al giorno), da TID (tre volte al giorno) a QID (quattro volte al giorno). Di sigle, poi, ne esistono molte altre, così come esistono molte altre diciture che possono risultare poco comprensibili o generare errori. Abusare della ‘U’ per indicare ‘unità’, ad esempio, può portare a fraintedimenti gravi, perchè ‘6U’ può facilmente ‘diventare’ 60. Ma anche i numeri romani, le sigle e le frazioni possono essere lette in modo equivoco. “L’uso di abbreviazioni e acronimi nel settore sanitario è diventato un problema preoccupante per la sicurezza dei pazienti”, afferma Piera Polidori, direttore scientifico SIFO e coordinatrice del Comitato scientifico SIFO. “I problemi più comuni sono causati da sigle ambigue, poco conosciute e simili tra loro, abbreviazioni e acronimi che conducono ad interpretazioni errate e ad errori medici. L’utilizzo di abbreviazioni, poi, simboli e acronimi- prosegue Polidori-, s eppur consolidati nella pratica clinica, aumentano il rischio di confusione tra farmaci con nomi o pronuncia simili o il rischio di confusione tra unità di misura e dosaggi”.Per quanto riguarda invece i farmaci ad alto rischio, nel manuale SIFO c’è l’elenco dei principali medicinali così catalogati, i rischi presenti in letteratura e un focus sulle principali categorie di pazienti (pediatrici, geriatrici, oncologici o diabetici) nei confronti dei quali più spesso si verificano gli “eventi avversi”. Tra i consigli di SIFO c’è quello di standardizzare e semplificare il processo di gestione del farmaco nelle aree a maggior rischio, produrre e condividere una lista dei farmaci FAR e monitorarne l’uso; monitorare la risposta dei pazienti a tali farmaci e prevedere sistemi di doppi controllo, oltre che lavorare alla formazione continua del personale.“Il problema degli errori in terapia è di eccezionale rilevanza da un punto di vista clinico ed economico. Molta strada è stata fatta nella prevenzione, soprattutto nei paesi anglosassoni, ma molta strada rimane da fare in Italia, dove, a parte alcune situazioni sporadiche, i sistemi di prescrizione e distribuzione sono assolutamente inadeguati ed è necessario che tutte le parti in causa (direzioni aziendali, medici, farmacisti, infermieri e tecnici) si confrontino per costruire insieme un nuovo modello compatibile con le realtà locali e nazionali”, afferma Polidori. L’auspicio è che “tutte le realtà ospedaliere possano, in tempi ragionevolmente brevi, predisporre una propria procedura per la corretta gestione dei farmaci, con particolare attenzione per quelli considerati ad alto rischio, tenendo conto delle risorse economiche disponibili, delle prestazioni erogate e del livello di efficienza a cui mira la propria organizzazione”, conclude il direttore scientifico SIFO.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eurodeputati nella valle dell’Etna

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

valle etna“Se la Sicilia usa bene i finanziamenti provenienti dalla politica di coesione, a guadagnarne non è solo l’isola stessa ma tutta l’Europa”. A dirlo l’eurodeputato socialista francese Younous Omarjee, presidente di una delegazione di dodici rappresentanti della commissione Sviluppo Regionale del Parlamento Europeo in visita fino a domani, 25 settembre, nel distretto della Sicilia orientale per valutare l’uso dei fondi strutturali. “La Sicilia – ha aggiunto Omarjee – ha molte difficoltà ma anche molte potenzialità. I fondi di coesione sono un’opportunità che l’isola non può mancare di sfruttare appieno. In questi giorni abbiamo visitato progetti di eccellenza e abbiamo visto come, quando i finanziamenti europei vengono utilizzati bene, si possono fare cose meravigliose legate alla produzione di energia pulita, all’innovazione tecnologica e allo sfruttamento delle risorse naturali rispettando l’ambiente”.Riguardo i recenti scandali legati al cattivo o mancato utilizzo dei fondi strutturali nel Mezzogiorno, Omarjee ha spiegato: “Sono quattrocento milioni all’anno le malversazioni e le frodi riguardanti i fondi europei, e non riguardano solo i paesi del sud ma molti degli Stati membri dell’UE, quindi non ha senso puntare il dito solo sulla Sicilia”.Gli eurodeputati, nella mattinata di oggi, hanno visitato il Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia e lo stabilimento della 3Sun (all’avanguardia nella produzione di pannelli fotovoltaici). Nel pomeriggio, poi, la delegazione si trasferisce a Modica, dove visiterà il castello restaurato anche grazie ai fondi europei e incontrerà le piccole e medie imprese e i rappresentanti dei produttori di cioccolato. Domani poi il trasferimento a Enna e a Piazza Armerina per visitare altri progetti di eccellenza finanziati anche grazie ai fondi comunitari.Enzo Bianco, sindaco di Catania, incontrando gli europarlamentari in Comune, ha dichiarato: “All’Unione europea, oltre a un maggior aiuto nel gestire l’emergenza immigrazione, chiediamo tre cose: la reintroduzione di meccanismi quali il credito di imposta per le imprese, per premiare quegli investimenti che hanno successo, in altre parole per premiare le imprese che producono realmente. In secondo luogo chiediamo un accesso più diretto ai fondi comunitari da parte dei comuni, con meno intermediazioni e burocrazia possibile. Infine, rompere il circolo vizioso per cui mancano i soldi per la progettazione, e senza progettazione non si può partecipare ai bandi europei e quindi non si accede ai fondi comunitari. La nostra isola, e in particolare il distretto della valle dell’Etna, hanno bisogno di un sistema di trasporti più efficiente e meglio integrato con il resto dell’Italia, di infrastrutture più moderne e di un alleggerimento della burocrazia. Se vinciamo queste sfide, la Sicilia potrà crescere a livelli che anche le regioni del nord Italia non potranno raggiungere nei prossimi anni”, ha dichiarato Bianco.L’eurodeputato popolare sloveno Franc Bogovic ha dichiarato: “I fondi strutturali rappresentano, in alcune circostanze, fino all’80% degli strumenti di sviluppo a disposizione delle regioni. Sono la vera dimostrazione pratica di cosa vuol dire solidarietà a livello europeo, e per questo sono così importanti. La cooperazione fra istituzioni e progetti come quelli che abbiamo visitato oggi è l’unica maniera di fare in modo che i giovani restino in Sicilia”, ha aggiunto Bogovic, sottolineando l’importanza della creazione di una macroregione adriatico jonica, attualmente in discussione al Parlamento Europeo.Derek Vaugham, europarlamentare socialista del Regno Unito, ha sottolineato: “Dobbiamo diminuire la burocrazia legata all’utilizzo dei fondi strutturali. Non dobbiamo inoltre esagerare l’importanza che diamo alla corruzione nell’utilizzo di tali fondi, perché rappresenta solo lo 0,2% del totale. I fondi regionali possono essere utili anche per la gestione dell’attuale emergenza immigrazione, e per questo invito le autorità siciliane ad avviare discussioni in materia con la Commissione Europea”.
Il conservatore britannico Andrew Lewer, ha sottolineato invece la necessità di finanziare solo quei progetti che veramente hanno dato risultati. “In questi giorni – ha detto Lewer -stiamo visitando le eccellenze della Sicilia orientale. Mi piacerebbe però anche sapere di più su quei fondi strutturali utilizzati per progetti che hanno funzionato male o che non hanno funzionato affatto”.
Monika Wana, eurodeputata austriaca dei verdi, ha sottolineato come le politiche di coesione possano essere utili per finanziare progetti che favoriscano l’integrazione, la lotta alle disuguaglianze e la creazione di posti di lavoro rispettando l’ambiente. Questa visita in Sicilia rafforza la mia convinzione che la creazione di più occupazione deve passare sempre per un maggior dialogo con le parti sociali e con la società civile. Solo così i finanziamenti per le politiche di coesione possono funzionare appieno”.Nell’incontro con le autorità regionali, e in particolare con Giovanni Ardizzone, presidente del Parlamento siciliano, gli eurodeputati sono stati informati sul programma di lavoro 2014-2020 per il fondo di sviluppo regionale per la Sicilia, con oltre 4,5 miliardi destinati all’isola nei prossimi anni.L’eurodeputata del PD Michela Giuffrida, che ha voluto fortemente la visita della delegazione nella Sicilia orientale, ha dichiarato: “Sono convinta che ogni deputato europeo abbia un preciso mandato, rappresentare nella volontà popolare il proprio territorio e fare di tutto perchè il divario che alcune regioni devono colmare venga sempre tenuto in considerazione nel lavoro di tutti i giorni. Per questo tengo in maniera particolare a questa visita, perché gli eurodeputati potessero vedere le eccellenze di questa terra ma anche conoscere le autorità regionali e nazionali per tornare poi a Bruxelles con strumenti utili per lavorare a migliorare le politiche di coesione dell’Unione Europea”.La delegazione ha avuto anche un incontro in video conferenza col sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, che ha assicurato che entro il 2015 il governo utilizzerà tutti i fondi strutturali per la programmazione 2007-2013 e che i cinquanta programmi fra regionali e nazionali della programmazione 2014-2020 saranno approvati entro metà ottobre (46 di questi sono già stati approvati e alcuni, ad esempio il programma cultura, sono già operativi).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Grande soirèe de la danse

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 luglio 2011

Catania chiostro di Palazzo Minoriti, 10 luglio, all’interno del meraviglioso stabile settecentesco, una serie di balletti di repertorio classico, come “Morte del Cigno”, “Ave Maria”, “Corsaro” e soprattutto nella Cavalleria Rusticana del grande Pietro Mascagni. Il melodramma in 1 atto di G. Targioni-Tozzetti e G. Menasci,verrà presentato in una chiave rivista e rivisitata, estremamente minimalista, in un mix emozionante tra sacro e profano.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza candidati Alleanza universitaria

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2011

Catania 11 aprile ore 9.30, presso la facoltà di lettere e lingue dei Benedettini di Catania  – si terrà la conferenza stampa di presentazione del programma elettorale dei candidati di Alleanza Universitaria – per le elezioni per il rinnovo del Consiglio di Facoltà del prossimo 13- 14 aprile. Tra i punti principali alla base del programma che sarà presentato dai candidati di AU, associazione da sempre vicina alle esigenze e ai diritti degli studenti:
• Assicurare il completamento del corso di studi, a Catania,  a tutti gli immatricolati nei corsi di studio di Lingue e Culture Europee e di Scienze per la Comunicazione Internazionale.
• Garantire che il titolo di studi conseguito nella facoltà di lingue sia mantenuto tale e non diventi un semplice indirizzo di studi della facoltà di lettere.
• Miglioramento del laboratorio linguistico per l’ascolto e per la consultazione del materiale didattico on-line.
• Servizio di vigilanza per garantire la sicurezza e l’ordine all’interno e in prossimità del monastero. Contestualmente alla conferenza stampa, sarà inaugurata una mostra dal tema “ I 150 ANNI DI UNITA’ D’ITALIA, per celebrare ancora una volta, uno dei traguardi più importanti e significativi della nostra storia

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival dell’editoria indipendente a Catania

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 ottobre 2010

Catania dal 4 al 6 novembre. Dopo il successo ottenuto nel 2009 con la ”edizione zero” torna a Catania “DeScritto”, il Festivalndell’editoria indipendente con il suo slogan la “Cultura è il futuro”. Liux Edizioni decide di parteciparvi e di affiancarvi lo slogan “Un giovane passato per un futuro intraprendente”.  Il presidente della Liux Edizioni, Marco Cecchinelli, da sempre proiettato al futuro, si è sentito particolarmente coinvolto dallo slogan del festival e afferma: “Ogni giorno lavoro duramente per cercare di immettere nel mercato editoriale opere di elevata qualità e di estrema attualitàche possano migliorare l’attuale panorama editoriale italiano.”
La Liux Edizioni considera “DeScritto” un evento dallo spiccato interesse culturale che mira alla valorizzazione della piccola e media editoria e una preziosa vetrina per i suoi autori. Tra le opere pubblicate, la casa editrice sarà presente con:
• CON OCCHI DIVERSI di Matteo Filippelli. È la storia di un ragazzo dalla vita segnata, marchiata da qualcosa che nessuno potrà cancellare.
• ACCAIO CALDO di Luigi Panceri. Con un ritmo incalzante di riflessioni, di spaccati di vita quotidiana, di tuffi nel passato, l’autore racconta, con un leggero sottofondo erotico, una storia dei nostri tempi.
• IL POTERE DEL CUORE di Andrea Toigo. Il Potere del Cuore è un diario di viaggio.
• NEL CUORE DI UNA FATA di Lina di Raimo. Fatina, la fata dei sogni e dei desideri, sarà la protagonista di un lungo viaggio alla ricerca del suo io, della sua essenza divina, tra creature fantastiche e luoghi incantati.
• RAGAZZI DI STRADA di Mario Bitetti. Erano dei selvatici, come le bestie. Avevano lo stesso odore agre, la stessa diffidenza verso la vita, lo stesso pudore, lo stesso scetticismo verso il futuro.
• LIBERTA’ APPARENTE di Lucia Picca. Un libro scottante per un argomento attuale, a volte violento, a volte erotico.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le mostre a Catania

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

Catania, 19/12/2009 alle 17 nella Chiesa di San Francesco Borgia in via Crociferi con “Pulcherrima Res. Preziosi ornamenti del passato” (19 dicembre – 21 gennaio) dove, custoditi da teche di cristallo, si potranno ammirare ben otto millenni di gioielli e ornamenti femminili, dai monili mesolitici fino a quelli d’età bizantina, in gran parte trovati in Sicilia. Ideata e curata da Lucina Gandolfo selezionando pezzi delle straordinarie raccolte del Medagliere del Museo Archeologico palermitano Antonio Salinas, giunge a Catania dopo l’esordio di Palermo (2005) e la tappa di Siena (2007). La narrazione di Pulcherrima Res – 460 preziosi reperti in oro, argento, bronzo, vetro e gemme intagliate – comincia con i primi monili preistorici per giungere ai sontuosi gioielli di età bizantina, sofisticate opere d’arte in cui si esprime tutta l’abilità creativa degli orafi del periodo.. Il costo del biglietto d’ingresso è di 4 euro.
Alle 18, in piazza San Cristoforo 18, nella sede dell’Ex Manifattura Tabacchi, taglio del nastro per “Wunderkammer. I tesori di Palazzo Abatellis” (19 dicembre – 9 febbraio), una cinquantina di straordinari oggetti d’arte del Seicento e del Settecento provenienti dalla Galleria Regionale di Palazzo Abatellis a Palermo e in parte lì già esposti nel 2001 che costituivano le “stanze delle meraviglie”, prototipi degli attuali musei, di famiglie aristocratiche e colti monaci siciliani. Curatore scientifico dell’esposizione di Catania è Giulia Davì, attuale direttore di Palazzo Abatellis. L’ingresso è gratuito.
Catania 20/12/2009 alle 10, in Piazza Federico di Svevia, il Castello Ursino aprirà le sue porte alla città con una nuova e straordinaria esposizione curata da Luisa Paladino che porterà alla luce moltissimi dipinti inediti della Collezione Finocchiaro, la raccolta fondante del Museo Civico di Catania e dunque patrimonio della città di Catania e dei suoi cittadini. La quadreria Finocchiaro è confluita nel Museo Civico nel 1874 dopo la donazione fatta nel 1826 alla sua città natale da Giovan Battista Finocchiaro, primo presidente della Gran Corte di Giustizia del Regno di Sicilia, che nel corso del suo soggiorno palermitano da gran collezionista qual era aveva acquistato centinaia di preziosi dipinti realizzati tra il Cinquecento e il Settecento. In mostra opere di Polidoro da Caravaggio, Simone de Wobreck, Matthias Stomer, Pietro Novelli, Giacomo Lo Verde, Mattia Preti, Gaspare Serenario, Giuseppe Patania. La “Collezione Finocchiaro” sarà visitabile fino al 21 marzo 2010. L’ingresso è gratuito. (cf, wk)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »