Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘categoria’

Inthera premiata per la categoria “Business Products and Services”

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 luglio 2018

Inthera, la data marketing company nata da Cemit e di recente acquisita dal Gruppo HCI, è stata premiata per la categoria “Business Products and Services” nell’edizione 2018 dei DMA Awards, la prestigiosa competizione tenuta ieri a Milano da DMA Italia (Association for Direct and Data Driven Marketing) per celebrare le migliori campagne di marketing ispirate dai dati.
Il riconoscimento è stato ottenuto con il progetto di inbound marketing omnicanale realizzato per Assistenza Casa, società di home servicing che fa parte di due grandi Gruppi: Edison e HomeServe, leader mondiale nell’assistenza per la casa da oltre 20 anni. “Abbiamo premiato la capacità di raccontare un servizio complesso e completamente nuovo per il mercato italiano, con un approccio fondato su dati e guidato da insight.” – questo il commento della giuria al momento della consegna del premio.Questo progetto è una testimonianza importante della capacità di raccogliere e interpretare i dati per conoscere gli interessi dei consumatori e creare per loro occasioni di relazione significative con i valori e servizi del brand Assistenza Casa.Al centro dell’attività il nuovo blog https://blog.assistenzacasa.com, arricchito da una strategia editoriale “data driven” e dalla partnership con il brand CasaFacile. Nell’ambito della strategia studiata da Inthera, il dato assume un ruolo importante, nella consapevolezza che promuovere contenuti costruiti sugli interessi delle persone produce maggiori risultati e permette di ottimizzare il budget pubblicitario. Facebook, Instagram, Linkedin e Youtube diffondono con cadenza quotidiana i contenuti istituzionali, di infotainment ed educational, creati per alimentare i blog e far conoscere i servizi di Assistenza Casa. Per amplificare i contenuti del blog, parte integrante del progetto è costituita da un media mix di DEM, SEO onsite, Link building, paid search e social ads. Inthera è la marketing company del Gruppo HCI nata per valorizzare la capacità dei dati di generare conoscenza e relazioni tra Brand e persone in maniera rilevante, misurabile e continuativa.Con un team di 60 professionisti in Direct e Digital marketing, Contenuti originali e Social & Digital PR, Inthera è un’azienda partner IAB, DMA e DNA con sedi a Segrate, Torino e Sassari.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ordine medici di Roma: disagio della categoria

Posted by fidest press agency su martedì, 12 luglio 2011

Roma. Convocato oggi un Consiglio straordinario dell’Ordine provinciale dei Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Roma: dovrà esaminare il gravissimo stato di disagio in cui sono costretti a operare i medici, con la conseguenza di essere chiamati impropriamente a rispondere di disservizi ed errori a danno dei pazienti senza avere una responsabilità diretta. Il Consiglio dovrà adottare anche le necessarie decisioni per fronteggiare tale situazione, sempre più insostenibile. Troppo spesso, infatti, le vere responsabilità addebbitate dai cittadini ai camici bianchi, e al personale sanitario in genere, sono da ricercare prevalentemente nell’assetto organizzativo delle varie strutture sanitarie. Blocco del turn over, dilagare del precariato, anche nei dipartimenti di emergenza, turni di lavoro stressanti, spazi lavorativi insufficienti o disorganizzati, sovvrapposizione dei ruoli e delle funzioni: queste alcune delle cause che generano, sempre più frequentemente, carenze nell’assistenza e, a volte, persino errori di diagnosi o cura che poi spingono il paziente a ricorrere alla Magistratura.
Il Presidente dell’Ordine proporrà, tra l’altro, al Consiglio straordinario di domani di inviare un articolato esposto-denuncia alla Procura della Repubblica e di istituire unacommissione permanente con il compito di monitorare tutti i casi di presunta malasanità con chiamata in causa di medici, insieme alle segnalazioni di condizioni di lavoro inconciliabili con la qualità e la serenità della prestazione che il medico è tenuto a fornire. Nei casi in cui la Commissione dovesse ravvisare una responsabilità della gestione della struttura in cui si verificano disservizi e errori, l’Ordine si costituirà parte civile negli eventuali procedimenti nelle aule di Giustizia. “La Commissione vedrà la partecipazione non solo di esponenti dell’Ordine – annuncia Falconi – ma anche quella di alcuni esperti esterni, come magistrati, avvocati, docenti universitari, giornalisti. Inoltre, avrà tra i suoi componenti anche un rappresentante dell’IPASVI, il Collegio degli Infermieri. Così da assicurare un esame multidisciplinare delle varie situazioni a rischio, di quelle oggetto di denunce o semplicemente di ingiustificato allarme sui media”

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fiat: Preoccupante lettera Marchionne

Posted by fidest press agency su sabato, 2 luglio 2011

“Riteniamo preoccupanti sia la lettera inviata da Sergio Marchionne al Presidente Marcegaglia sia le comunicazioni di Fiat a Federmeccancia, dove si preannuncia un’uscita da Confindustria in assenza di opportune garanzie”. Lo dichiara Giovanni Centrella, segretario generale dell’Ugl, per il quale “l’accordo firmato il 28 giugno e i successivi passaggi intendevano anche trattenere all’interno del sistema Confindustria la più grande azienda manifatturiera d’Italia. Evidentemente le dure e prevedibili reazioni di un sindacato di categoria stanno nuovamente impedendo la serena riuscita di accordi che mirano al dialogo, alla concretezza e all’unità sindacale”. “A questo punto – conclude Centrella – diventa strategico e urgente, partendo dall’accordo del 28 giugno, arrivare alla stesura di un contratto nazionale del comparto Auto all’interno di Federmeccanica sia per garantire i livelli occupazionali del Gruppo sia dell’indotto. Una sfida a cui ci riteniamo assolutamente pronti”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I rischi del regime democratico

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 giugno 2011

Il clima di fiducia nei confronti dello Stato e delle sue diramazioni è, in Italia, molto basso. Secondo i più recenti dati dell’Itanes soltanto il 24% degli intervistati risponde che “ci si può fidare della maggior parte della gente”. Mentre addirittura il 74% afferma che “non si è mai abbastanza prudenti con la gente”. Inoltre emerge che soltanto il 18,7% degli italiani era iscritto ai sindacati, associazioni di categoria e movimenti, il 20,4% vi era stato iscritto in passato. Infine il 61% degli italiani non era mai stato iscritto né ai sindacati, né ad associazioni di categoria, né a partiti o movimenti. Già al suo tempo Tocqueville (La democrazia in America, Parigi 1895) aveva avvertito dei rischi di un regime democratico nella crisi di ogni nesso connettivo all’interno della società e tale da spingere verso l’individualismo affermando in proposito che “… un sentimento ponderato e pacifico, che dispone ogni cittadino ad isolarsi dalla massa dei suoi simili, a ritirarsi in disparte con la sua famiglia ed i suoi amici; così che dopo essersi creata una piccola società a proprio uso, abbandona volentieri la grande società a se stessa.” Ed aggiungeva Ibidem: “Se i cittadini continuano a chiudersi sempre più strettamente nella cerchia dei piccoli interessi familiari e ad agitarvisi dentro senza requie, c’è da temere che finiscano con il diventare come inaccessibili a quelle grandi e potenti emozioni, che travagliano i popoli, ma che pure li sviluppano e li rinnovano… si pensa che le società nuove cambino continuamente fisionomia; e, io, invece, temo che finiscano per rimanere troppo fisse nelle stesse istituzioni, negli stessi pregiudizi, nelle stesse abitudini, in modo tale che il genere umano si fermi e si limiti; che lo spirito di spieghi e si ripieghi eternamente su se stesso, senza produrre idee nuove; che l’uomo di esaurisca in piccoli moti solitari e sterili, e che, pur agitandosi senza posa, l’umanità non avanzi più.” Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Camici rosa” nel territorio della Capitale

Posted by fidest press agency su martedì, 24 maggio 2011

Roma il 31 maggio 2011, dalle ore 10.30 alle ore 12,30, presso la Sala Conferenze (Via A. Bosio, 19/A) dell’Ordine Provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri. Presentazione del Rapporto promosso e condotto dall’Ordine che con i suoi oltre 41mila iscritti rappresenta il 10% di tutta la categoria in Italia e che vede crescere esponenzialmente la sua componente femminile (14.415 medici-chirurghi e 880 odontoiatre). Lo studio si è avvalso del contributo della sezione romana dell’AIDM-Associazione Italiana delle Donne Medico. Le evidenze statistiche e sociologiche sono una fotografia attuale della vita reale quotidiana – lavorativa e personale – dei “camici rosa” nel territorio della Capitale. I risultati dell’indagine mostrano che le donne medico subiscono discriminazioni, molestie e persino violenze sul posto di lavoro che, in alcuni casi, si attestano su livelli significativamente superiori a quelli dell’universo femminile in generale, con una notevole variabilità legata a determinate fasce di età, allo stato civile e alla tipologia di occupazione, ove si concentrano maggiori caratteristiche di fragilità. Inoltre, vivono spesso un disagio legato alle basse prospettive di carriera e al sovraccarico di lavoro, unitamente a un disagio relazionale per le forti difficoltà di conciliare attività professionale e famiglia.
Il Rapporto sarà illustrato da Mario Falconi (Presidente dell’Ordine Provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri), Aldo Piperno (Ordinario di Sociologia Università di Napoli “Federico II”), Gabriella Nasi(Consigliere dell’Ordine Provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri).
Interverranno alla presentazione: Rosy Bindi (Vicepresidente Camera dei Deputati), Francesca Martini(Sottosegretario alla Salute), Ignazio Marino (Presidente Commissione di inchiesta sull’efficacia e l’efficienza del S.S.N. del Senato), Paola Binetti (Membro XII Commissione Affari Sociali Camera dei Deputati). Coordinerà gli interventi la giornalista Emanuela Falcetti.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Budapest i geologi italiani

Posted by fidest press agency su sabato, 21 maggio 2011

Budapest 21/5/2011. “A Budapest, in sede europea daremo un contributo all’affermazione della qualifica europea di geologo”. Lo ha annunciato oggi , Gian Vito Graziano, Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi a pochi minuti dal vertice europeo in programma da domani a Budapest e che vede la presenza di tutti i Consigli Nazionali dei Geologi di tutti i paesi europei . Graziano incontrerà i rispettivi Presidenti di tutti i Consigli e di tutte le Associazioni di categoria presenti in tutti gli Stati membri della Comunità Europea. Inoltre l’impegno del Consiglio Nazionale dei Geologi Italiani sarà anche su un altro fronte , quello riguardante principalmente la professione “Sarebbe un passo in avanti molto importante per la nostra professione – ha proseguito Graziano – che ai geologi italiani venga riconosciuta la propria qualifica fuori dai confini nazionali”. Inoltre l’impegno del Consiglio Nazionale dei Geologi Italiani sarà anche su un altro fronte, quello riguardante principalmente le fonti energetiche. “Abbiamo a cuore anche la questione dell’energia alternativa – ha concluso Gian Vito Graziano – considerati i grossi passi in avanti compiuti nel nostro Paese nel campo della geotermia e l’attenzione che la Comunità Europea rivolge a questo tema” Sul tavolo di Budapest, Graziano cercherà di portare anche un altro tema importante, quello della prevenzione dai rischi naturali, incontrando, tra gli altri, anche i colleghi spagnoli recentemente coinvolti da un evento sismico di rilevanti conseguenze e tentando di sviluppare specifici protocolli d’intesa.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premiazioni del Lavoro 2011

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 aprile 2011

Udine C’è tempo ancora fino al 14 aprile per inviare le domande di ammissione al bando per le Premiazioni del Lavoro e del Progresso economico, la cerimonia-evento che contraddistingue la Camera di Commercio di Udine e che giungerà quest’anno alla 58esima edizione. I premi sono riservati a tre categorie: le aziende, gli imprenditori e i lavoratori dipendenti che, con il loro impegno quotidiano, hanno saputo e sanno essere protagonisti della produttività del Friuli. La categoria “aziende” avrà 13 premi (più due per le cooperative); 5 premi sono riservati agli imprenditori, mentre 7 sono quelli dei lavoratori. Uno spazio è dedicato anche a uno studente iscritto al 4° o 5° anno di un istituto secondario superiore della provincia di Udine che si sia distinto per eccezionale merito scolastico e uno agli studenti universitari, con un riconoscimento per una tesi di laurea di particolare interesse per l’economia locale. http://www.ud.camcom.it.

Posted in Recensioni/Reviews, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agenti commercio colpiti dal caro benzina

Posted by fidest press agency su domenica, 27 marzo 2011

Già colpiti dalla crisi economica, e dal calo degli ordinativi, gli oltre 200 mila agenti e rappresentanti di commercio italiani vengono strozzati dal caro carburante dato che per questa categoria l’automobile rappresenta uno strumento di lavoro quotidiano. La Fnaarc/Confcommercio (la Federazione degli agenti di commercio largamente più rappresentativa) ha quindi chiesto a Governo e Parlamento l’adozione di urgenti provvedimenti di natura fiscale: a partire dalla possibilità – in via eccezionale – di portare, per Unico 2012, la detraibilità del costo del carburante al 100%. Il Presidente della Fnaarc, Adalberto Corsi, ha chiesto al ministro dell’Economia Giulio Tremonti, e ai Presidenti delle Commissioni Finanza del Senato e della Camera Mario Baldassarri e Gianfranco Conte, un intervento per porre rimedio a questa situazione di grave difficoltà. L’automobile è un vero e proprio ufficio mobile per gli agenti di commercio che con una percorrenza media di 160 chilometri per giorno lavorativo (ma c’è chi fa anche 300 km al giorno) hanno nell’automobile uno strumento essenziale per la propria attività. L’aumento dei costi del carburante, stimato in almeno 450 euro all’anno con punte fino a 900 euro, sta incidendo in modo significativo sui conti degli agenti, già alle prese con la difficile congiuntura economica che ha segnato per il 2010 una riduzione media dell’intermediato del 10%.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

11 marzo 2011 sciopero generale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 febbraio 2011

USB, Slai Cobas e CIB Unicobas, con la condivisione e l’adesione dello Snater, raccogliendo la forte richiesta emersa nelle mobilitazioni e negli scioperi di categoria attuati negli ultimi mesi, proclamano lo sciopero generale per l’intera giornata dell’11 marzo 2011. Nella stessa giornata si svolgerà una manifestazione nazionale a Roma. Lo sciopero è indetto: per difendere l’occupazione e il contratto nazionale e per lo sblocco dei contratti del pubblico impiego; contro la precarietà e la delocalizzazione degli impianti produttivi; contro il tentativo di imporre il modello Marchionne ed estenderlo a tutto il mondo del lavoro; per un reddito certo per tutti, per la difesa dei salari e delle pensioni pubbliche, per la tutela dei beni comuni, il diritto all’abitare ed il controllo delle tariffe; per un fisco più giusto, che faccia pagare le tasse agli evasori e riduca la pressione fiscale sui lavoratori dipendenti e sulle fasce più deboli della popolazione; per la difesa della scuola, dell’università, della ricerca pubblica, contro la riforma Gelmini e per il diritto al sapere; per la regolarizzazione generalizzata di tutti i migranti e per la rottura netta del legame tra permesso di soggiorno e contratto di lavoro; per la democrazia sui posti di lavoro ed una legge sulla rappresentanza sindacale, affinché siano i lavoratori e non le aziende a scegliere da chi farsi rappresentare; contro la realizzazione del nuovo Patto sociale tra Governo, Confindustria, Cisl, Uil e Cgil attraverso il quale si vuole favorire e rendere sempre più competitiva l’impresa peggiorando le condizioni ed il salario dei lavoratori. Le Organizzazioni che indicono lo sciopero rivolgono un appello a tutte le organizzazioni sindacali conflittuali ed indipendenti, alle associazioni ed ai movimenti che operano nel sociale, nella scuola e nelle lotte per l’abitare, ai precari, ai migranti, ai disoccupati, ai cassaintegrati, agli studenti, ai pensionati e a tutti i lavoratori pubblici e privati a fare propria questa giornata di lotta per dare un segnale forte di opposizione e dissenso a ciò che sta venendo avanti nel paese, sia in termini economici e sociali, sia rispetto alla ormai evidente mancanza di democrazia che avvolge ogni aspetto della vita del paese. Il servizio trasporti locali della Capitale ha sospeso lo spiopero vedasi p e seguito p

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo codice dell’ordinamento militare

Posted by fidest press agency su sabato, 5 febbraio 2011

Esiste un rapporto inverso tra il livello di democrazia e di civiltà raggiunto da uno Stato ed il numero dei suoi cittadini esclusi dalla partecipazione alla vita ed al dibattito politico.  Lo Stato che riuscirà ad assicurare a tutti i suoi residenti il pieno godimento dei diritti civili e politici avrà raggiunto il massimo grado di democrazia e di civiltà auspicabile. I suoi cittadini si sentiranno sovrani e sudditi allo stesso tempo. In quello Stato, la politica opererà alla luce del sole, senza temere il confronto con alcuna categoria di persone.  Al contrario, lo Stato assolutista tenderà ad accentrare il potere decisionale, negando, con diverse motivazioni, la partecipazione alla vita politica dei suoi cittadini, che considera tutti alla stregua di sudditi.
Nei mesi scorsi, veniva varato, con il D.Lgs 66/2010, il “Codice dell’Ordinamento Militare”, entrato poi in vigore il 9 ottobre 2010. Lo scopo dichiarato era quello di abrogare circa mille atti normativi (per un totale di circa 2.500 articoli di legge), emanati dal 2 aprile 1885 al 1°  gennaio 2010, al fine di semplificare l’intera materia, sopprimendo tutte le norme inutili. Tale fine è stato perseguito raggruppando in un solo corpo legislativo (il D.Lgs 66/2010) ben 2.272 articoli.  In realtà, si è semplificato solamente l’esercizio della memoria: prima del 9 ottobre 2010, era necessario ricordare sia la legge che i singoli articoli; da questa data in poi, è sufficiente ricordare (re-imparare) solo i singoli articoli della comune legge.Per esempio, l’art. 9 dell’abrogata legge 382/78, a mente del quale “I militari possono liberamente pubblicare loro scritti, tenere pubbliche conferenze e comunque manifestare pubblicamente il proprio pensiero, salvo che si tratti di argomenti a carattere riservato di interesse militare o di servizio per i quali deve essere ottenuta l’autorizzazione”, è stato accolto dall’art. 1472 del D.Lgs. 66/2010.  Nel procedimento di traslazione dalla L. 382/78 al D.Lgs. 66/10 il dispositivo è stato modificato con l’aggiunta di due semplici parole che, però, restringono inesorabilmente i diritti civili e le libertà democratiche dei militari. La nuova formulazione dell’art. 1472, infatti, recita testualmente: “I militari possono liberamente pubblicare loro scritti, tenere pubbliche conferenze e comunque manifestare pubblicamente il proprio pensiero, salvo che si tratti di argomenti a carattere riservato di interesse militare, di servizio O COLLEGATI AL SERVIZIO per i quali deve essere ottenuta l’autorizzazione”.   In merito allo strumento normativo utilizzato, quale fonte di produzione, sicuramente bisognerà approfondire se siano stati violati i limiti contenuti nella delega.  Il dubbio non è di poco conto: se si dovesse accertare la violazione di tali limiti, si dovrebbe ammettere che è stato approvato un atto legislativo apertamente in conflitto con i dettami della Costituzione. E’ notorio, infatti, che un atto emanato dal solo esecutivo non possa comprimere i diritti già riconosciuti e garantiti da una legge ordinaria, emanata dal Parlamento sovrano in un fecondo clima dialettico in cui trovano spazio anche le volontà delle minoranze e dell’opposizione. Non a caso il giudice costituzionale ha, a più riprese, sollecitato l’impiego di criteri direttivi il più possibile circoscritti, qualora la delega vada ad incidere sulle libertà costituzionali e sui diritti fondamentali (sentt. 250/1991; 53/1997; 49/1999; 427/2000; 251/2001; 212/2003). Di là di qualsiasi considerazione di carattere giuridico, riservata al mondo accademico, sembrerebbe che l’art. 1472 abbia riportato il nostro Paese indietro di almeno 280 anni, quando le forze armate erano concepite “per sorreggere il trono”. Concezione che ha trovato il suo migliore interprete nel Generale Pes di Villamarina, che fu ministro della guerra dal 1832 al 1847, secondo cui occorreva vietare “con rigore, non pure nelle caserme, ma nei privati domicili, al militare gregario e graduato, qualunque studio, qualunque lettura, anche di argomento militare, sì che un ufficiale scoperto autore di qualche scritto o perdeva il grado, o vedeva preclusa ogni via di avanzamento” (Cfr. “Forze armate e Costituzione”, pag. 101, F. Pinto, Marsilio editori). Per di più, la nuova formulazione della norma offre una grandissima discrezionalità alle autorità militari, che potendo ritenere ogni opinione espressa collegata lato sensu al servizio, possono impedire che trapeli all’esterno, nella società civile, qualsiasi problematica che agita ed inquieta il mondo militare. Inoltre, ad un precetto così vago ed indeterminato, come quello in esame, corrisponde una sanzione ben definita e, soprattutto, penalmente rilevante, circostanza che contrasta con l’art. 13 della Costituzione e con l’art. 1 del C.P.. Infatti, il punto 6) dell’art. 751 del DPR 90/10 dispone che la violazione dell’art. 1472 del D.Lgs. 66/10 è punita con la sanzione della consegna di rigore (arresti di rigore), che comporta l’obbligo di rimanere in un apposito spazio dell’ambiente militare o nel proprio alloggio per un massimo di 15 giorni.    Ritengo che il cittadino militare debba essere totalmente integrato nella vita democratica del nostro Paese. Le sue preoccupazioni e le sue istanze dovrebbero godere della massima visibilità; sostenere il contrario significherebbe guardare con nostalgia ad esperienze che, fortunatamente, la storia ha ormai archiviato e si auspica che non vengano mai più riproposte. Tali esperienze nel passato hanno trovato, proprio nella separazione del comparto militare dal resto della società civile, terreno fertile per il loro progressivo consolidamento e successiva degenerazione. Il tentativo di isolare il cittadino militare dal resto della società, perciò, appare una strada molto pericolosa, che lede proprio quella posizione di apoliticità delle FF.AA. e delle Forze di polizia militarmente organizzate, posta a presidio delle istituzioni democratiche.  Il miglior rimedio contro tali pericoli consiste in un ripensamento del ruolo del militare all’interno della società, egli deve poter vivere con coscienza la vita della nazione e tenere sempre nella più alta considerazione individuale la salvaguardia del sistema costituzionale.
Le riforme che comprimono i diritti costituzionali dei cittadini militari, fatte passare per difendere l’apoliticità degli stessi, il più delle volte nascondono una decisa scelta politica. Tale scelta si sostanzia nella necessità di avere cittadini militari subordinati, non tanto alla legge, quanto piuttosto alle esigenze perseguite, attraverso l’apparato esecutivo, dai gruppi più forti presenti nella realtà civile e sociale del paese.
L’apoliticità va pensata come una “strada a doppio senso di marcia”, il militare va garantito, oltre che dalle insidie provenienti dall’esterno, anche da quelle, eventualmente, provenienti dall’interno, “si rischiano incidenti” quando una delle due forme di garanzie viene sacrificata a vantaggio dell’altra. (Cleto Iafrate – FICIESSE associazione civica senza alcun fine di lucro).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: taxi troppo cari

Posted by fidest press agency su sabato, 22 gennaio 2011

Una dichiarazione di questi giorni ha scatenato non poche reazioni da parte della categoria dei tassisti romani, e non solo. A lasciarla è stato l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti che si è lamentato spiegando che arrivato nella capitale dopo un viaggio in treno da Rimini a Roma, ha dovuto attendere 45 minuti per un taxi alla stazione Termini. Moretti ha aggiunto poi che ha dovuto pagare la corsa il doppio di un viaggio in treno. Dura ed immediata la replica della categoria che lo invita a curarsi dei “suoi treni sporchi e lenti”. Sulla questione interviene il segretario romano dell’Italia dei Valori, Roberto Soldà, che si sofferma su quelli che sono i bisogni reali dei cittadini che viaggiano ogni giorno sul territorio capitolino. “Cosa penseranno tutti i viaggiatori e i pendolari che rappresentano l’unica categoria realmente danneggiata da un sistema oneroso e pieno di disservizi”. L’esponente del partito guidato da Antonio Di Pietro continua affermando: “Analogamente la situazione dei treni è estremamente disastrosa e la stato di forte disagio è sotto gli occhi di tutti. Si tratta solo di una polemica sterile ed inutile, sarebbe più utile per tutti non perdere tempo in queste chiacchiere e agire di più a favore di chi usufruisce di tali servizi ogni giorno”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Operazioni e concorsi a premio

Posted by fidest press agency su sabato, 15 gennaio 2011

Reggio Emilia 21 gennaio, Ore 14.30-18.30, (Aula Magna della Camera di Commercio. via Crispi n. 3) Seminario sul tema “Operazioni e concorsi a premio: il ‘Prema on line’ e gli adempimenti amministrativi e fiscali” organizzato dalla Camera di Commercio di Reggio Emilia e destinato agli organizzatori di operazioni e concorsi a premio, alle agenzie di promozione, ai professionisti e alle associazioni di categoria che desiderano approfondire la materia ? Il ruolo della Camera di Commercio, che negli ultimi anni ha già gestito più di 100 concorsi, è quello di assicurare la tutela del consumatore e della fede pubblica, garantendo un corretto andamento delle manifestazioni organizzate da produttori e/o rivenditori di beni e servizi che ricorrono sempre più spesso ai concorsi e alle operazioni a premio per stimolare gli acquisti, incrementare le vendite, promuovere l’immagine aziendale oltre che gratificare i consumatori fedeli ad un determinato marchio o prodotto ? Il nuovo decreto che disciplina le comunicazioni delle manifestazioni a premio stabilisce che la comunicazione al Ministero dello sviluppo economico deve essere data almeno 15 giorni prima del giorno d’inizio e con lo stesso anticipo devono essere comunicate eventuali modifiche di sostanza * La novità più rilevante, però, è la modalità di comunicazione che deve avvenire tramite il servizio “prema on line” con firma digitale attraverso il portale delle imprese: dal 25 gennaio 2011 “prema on line” sarà canale esclusivo per inviare le comunicazioni dovute * Questo con evidente risparmio per le aziende che dialogano con la pubblica amministrazione ? Il seminario è organizzato con il patrocinio e la partecipazione dell’Ordine dei Dottori Commercialisti * Relazioneranno, portando la loro diretta esperienza e competenza, anche un funzionario del Ministero dello Sviluppo Economico (che illustrerà gli aspetti normativi recenti e offrirà una dimostrazione della nuova gestione operativa) nonché l’Agenzia delle Entrate per illustrare gli aspetti fiscali che regolano la gestione e l’organizzazione delle manifestazioni a premio ? La partecipazione gratuita al seminario, è da confermare entro mercoledì 19 gennaio, tramite il form di prenotazione on line disponibile sul sito http://www.re.camcom.gov.it/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

NO al ricatto Marchionne

Posted by fidest press agency su martedì, 11 gennaio 2011

Torino 12 gennaio alle ore 14.30 C.so Vittorio Emanuele II, 23 nella Sala Valdese  si terrà a un Convegno-Dibattito organizzato dal Forum Diritti/Lavoro e da USB avente per titolo “Diritti e democrazia sindacale non sono abrogabili – NO al ricatto Marchionne”. L’appuntamento si svolgerà a poche ore dall’inizio del Referendum di Mirafiori e rappresenta quindi un importante confronto pubblico che si colloca in una fase delicata e molto difficile. USB ha organizzato insieme ai Cobas un Comitato per il NO al Referendum. USB ritiene che lo sciopero nazionale dei metalmeccanici del 28 gennaio rappresenti un momento importante per la categoria e per preparare uno Sciopero Generale di tutti i lavoratori pubblici e privati entro la metà del prossimo mese di marzo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le auto più sicure di ogni categoria

Posted by fidest press agency su sabato, 4 dicembre 2010

Svelati i nomi dei modelli vincitori del “SicurAUTO SafeBuy”, il primo premio all’automobile più sicura del mercato italiano. L’idea è di SicurAUTO.it, il sito dedicato in prevalenza alle tematiche legate alla sicurezza stradale,  che ha ottenuto la partecipazione tecnica di DEKRA, leader europeo per i servizi in ambito Automotive e Industriale. Prima nella categoria “utilitarie”, con 28 punti è risultata la Toyota IQ, seguita dalla Suzuki Swift con 27. Tra le “berline compatte” si è distinta l’Alfa Romeo Giulietta con 31 punti, seconda la Honda Insight con 30. Gli stessi punteggi sono stati meritati rispettivamente dalla Honda Accord e dalla Toyota Prius, 1a e 2a tra le “berline medie”. La BMW serie 5 ha guadagnato, con 36 punti, il 1° posto nella categoria “berline premium”, mentre di rincalzo troviamo la Mercedes classe E con 32 punti. La Volvo XC60 è arrivata prima tra le “Suv medio-piccole” con 32 punti, seguita dalla Hyundai ix35 che ha meritato 29 punti, mentre tra quelle “grandi” il premio è andato alla Infiniti FX con 33 punti seguita dalla Kia Sorento con 24 punti. Nell’ultima categoria, quella delle “monovolume”, ha prevalso con 29 punti la Toyota Verso, mentre alle sue spalle si sono piazzate a pari merito la Renault Grand Scénic e la Citroen C4 Picasso con 27. I dettagli del protocollo verranno resi pubblici il giorno 7 dicembre durante l’incontro con i giovani organizzato dall’ Osservatorio per la Sicurezza Stradale della regione Emilia Romagna.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

È nato “SicurAUTO SafeBuy”

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 dicembre 2010

E’ il primo premio italiano che verrà assegnato alle auto più sicure della loro categoria. L’ha creato SicurAUTO.it, il sito nato 10 anni fa con l’obiettivo di fare informazione a 360° sui temi della sicurezza stradale, con la partecipazione tecnica di DEKRA, leader europeo per i servizi in ambito Automotive e Industriale. Per la prima edizione del “SicurAUTO SafeBuy” le vetture sono state scelte tra quelle, rigorosamente in versione base, che hanno meritato le 5 stelle EuroNCAP nel biennio 2009-2010 (già con il nuovo protocollo EuroNCAP) sino alla data del 15 ottobre. Altro requisito fondamentale la presenza dell’ESP e degli airbag per la testa già dalla versione “entry level” di ciascun modello. La valutazione delle vetture ha puntato moltissimo sui contenuti di serie in fatto di sicurezza attiva. Sono stati assegnati dei punteggi in base alla presenza di: SBR anteriori e posteriori, airbag lato passeggero disinseribile (in ottica seggiolino per bambini), attacchi ISOFIX anteriori e posteriori, dispositivi bluetooth per il telefono cellulare, comandi radio al volante, comandi vocali, limitatori di velocità, sistemi avanzati, e così via. Molto spesso, infatti, accade che le auto premiate a livello europeo da EuroNCAP non corrispondano, in quanto a dotazione di serie, a quelle disponibili per il mercato italiano. Questo genera confusione nel consumatore che, acquistando il modello base di un determinato veicolo non si ritroverà la stessa dotazione, e quindi la stessa sicurezza, dell’esemplare provato in sede di crash test. Inoltre alcuni sistemi importanti per la sicurezza (per esempio, bluetooth, comandi al volante, etc.) non vengono adeguatamente considerati. Il premio “SicurAUTO SafeBuy” vuole pertanto stimolare le case automobilistiche presenti sul mercato italiano affinché, sin dal modello più economico, forniscano ai clienti la massima sicurezza possibile. Senza per questo sostituirsi all’importante valutazione EuroNCAP.
I modelli premiati e i dettagli del protocollo verranno resi pubblici durante il prossimo Motor Show di Bologna grazie anche all’ospitalità dell’Osservatorio per la Sicurezza Stradale della regione Emilia Romagna.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I giornalisti e il loro sindacato

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Sono orgogliosi di essere giornalisti e soddisfatti dell’azione svolta dal loro sindacato 4 su 5 iscritti all’Associazione lombarda. Lo rivela un’indagine che l’Alg ha commissionato all’Istituto Freni di Firenze, impegnato da oltre 27 anni nell’ambito di ricerche sociali particolarmente mirate alle associazioni di categoria e con importanti esperienze didattiche in ambito universitario. “Si tratta di una ricerca statisticamente significativa anche per il numero di giornalisti contattati, oltre 400, di cui 271 ha accettato di rispondere all’intero e complesso questionario” – ha spiegato Vincenzo Freni, responsabile dell’Istituto – “Per dare un’idea della vastità dell’indagine basti pensare che le regole statunitensi ritengono scientificamente valide 1200 risposte su circa 300 milioni di abitanti, e in Italia tale rapporto oscilla da 600 a 1200 risposte su 60 milioni di iscritti all’anagrafe. Ebbene il rapporto in questa indagine è di 400 interpellati su circa 7 mila iscritti al Sindacato in Lombardia. Questa ricerca non è costata un euro all’Associazione dei giornalisti. La considero un investimento e un’importante occasione professionale”. “E’ la prima indagine così vasta che il Sindacato ha sentito il dovere di commissionare proprio nel momento più difficile che l’editoria sta attraversando” – ha esordito Giovanni Negri, presidente della Lombarda – “Lo testimoniano gli oltre 60 stati di crisi che Cdr lombarda e Federazione hanno affrontato in questi ultimi mesi. Questa ricerca sul “vissuto” del Sindacato da parte dei giornalisti lombardi è quindi la fotografia esatta di una situazione che finora si poteva basare solo su impressioni e non su dati scientifici. E’ uno stimolo per rendere più efficace l’azione del sindacato”. Il campo d’intervento più apprezzato dai giornalisti che hanno partecipato all’indagine (sono stati arruolati col metodo della causalità, denominato in gergo “a palla di neve” perché incrementa il numero degli aderenti strada facendo) e quello dell’assistenza legale per problemi di lavoro che ha soddisfatto oltre l’80 per cento degli intervistati. “E’ un risultato straordinario”, ha commentato l’avvocato Mario Fezzi, “che testimonia il valore dei professionisti che assistono l’Associazione e i colleghi”.    Dall’indagine emerge anche soddisfazione per l’efficienza dell’ambulatorio medico, di Casagit e di Inpgi. Particolare attenzione è stata espressa dagli intervistati sulla situazione dei precari e dei freelance. La crisi del settore, soprattutto nell’editoria tradizionale, deve spingere il Sindacato, insieme con l’Ordine, a promuovere corsi di qualificazione professionale di alto profilo per mettere in grado precari e disoccupati di poter cogliere le opportunità che i nuovi media dell’informazione possono offrire.  Un altro aspetto messo in evidenza è il contatto con il sito dell’Alg, molto seguito, ma si segnala anche l’esigenza di migliorare la comunicazione.  Dall’indagine emergono spunti e suggerimenti che il Sindacato dovrà esaminare con particolare attenzione per poter dialogare meglio con i colleghi.   (La ricerca completa è pubblicata sul sito http://www.alg.it)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No del senato alle parafarmacie

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 ottobre 2010

“E’ notizia di recente la decisione presa dalla XII Commissione Sanità del Senato, relativa all’utilizzo del DDL 863 Gasparri/Tomassini, come testo base per il riordino del sistema farmaceutico”.Così l’On. Scilipoti (IDV), nel corso dell’incontro, presso P.zo Marini, con il Direttivo nazionale delle Parafarmacie. “Questa è una scelta gravissima, perché va contro le indicazioni dell’anti-trust e le posizioni di tutte le associazioni di categoria dei consumatori e dei rappresentanti le Parafarmacie. In questo modo – prosegue l’On. Scilipoti (IdV) – si annullerebbero tutti quegli effetti positivi della liberalizzazione di alcuni farmaci voluti dalla L. 248/2006 (Decreto Bersani) che ha permesso, a esercizi diversi dalle farmacie convenzionate, di vendere farmaci senza l’obbligo di prescrizione medica, creando una sana concorrenza di mercato e scalfendo, seppur minimamente, il monopolio da sempre detenuto dalle farmacie, costrette, per questa ragione, a ridurre il prezzo di alcuni farmaci. A difesa delle Parafarmacie, esprimo, inoltre, il mio rammarico – conclude Scilipoti (IDV) – per la risposta negativa avuta dalla segreteria del Presidente Sen. Tomassini, relativa ad una richiesta di audizione di alcuni rappresentanti di categoria.  Auspicando che tale diniego non sia legato a motivazioni politiche che, ormai, bloccano da decenni il sistema farmaceutico italiano, il direttivo nazionale delle Parafarmacie è pronto a collaborare con le Istituzioni per sostenere la propria proposta di revisione del sistema con la nascita della “Farmacia Non Convenzionata”. (Angelica Bianco)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Palermo: convegno contro il malaffare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 ottobre 2010

Palermo 13 Novembre alle ore 16:30 Hotel Casa Marconi in via Monfenera n° 140 Primo convegno contro il malaffare organizzato dall’associazione “Idea Legalità.” All’incontro parteciperanno associazioni rappresentanti la realtà sociale palermitana come “Muovi Palermo” rappresentato da Marcello Capetta, Movimento Per Palermo rappresentato dal Dr. Valenti e Telejato rappresentato dal giornalista Pino Maniaci, che relazioneranno sull’esperienza vissuta nel territorio, ma anche associazioni nazionali di categoria come AssoInterforze con il Dr. Frongia (Funzionario di Polizia) che tutela i diritti degli operatori della Sicurezza e della Difesa, il Dr.Nicotra vice Presidente il dell’associazione O.S.A.P.P. che parlerà del sovraffollamento delle carceri italiane. Ad essi si aggiungeranno Riccardo Alfonso, direttore del Centro Studi Fidest, il Prof. Domenico Scapati formatore e commercialista che si soffermerà sulla crisi economica e legalità, lo scrittore Alessio Puleo, ex carabiniere e che prestava servizio di vigilanza dinanzi l’appartamento del giudice Paolo Borsellino, da Caserta Francesco Marrocco responsabile dell’associazione “Idea Legalità”. E ancora l’On. Alessandro Arico. Modera il convegno Roberto Peretti, vice presidente dell’associazione le Pantere Verdi. Da Messina arriveranno gli Avvocati Rosario e Vanni Piccione, i fondatori dell’associazione Gaetano Mendola, il Dr. Giovanni Menni “presidente” e Girolamo Foti “Coordinatore nazionale”. Quest’ultimo dichiara: “Palermo è solo la prima tappa, i prossimi appuntamenti pubblici saranno a Roma, Messina, Caserta e Milano. E’ ora di svegliare le coscienze e di sostenere le nostre forze dell’ordine, i soldati e la magistratura contro malviventi, mafiosi e soprattutto i politici collusi con il malaffare. Troppi interessi legati al potere e al denaro ruotano all’interno dei palazzi romani e anche nella nostra regione. Bisogna iniziare a mandare a casa i sospettati di avere rapporti con la malavita organizzata e se candidati non votandoli. Il malaffare crea disoccupazione e malessere per molti”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Napoli: sospesa protesta farmacie

Posted by fidest press agency su sabato, 9 ottobre 2010

Federfarma sospende la protesta delle farmacie. Una decisione presa a maggioranza dai titolari delle farmacie napoletane – informa un comunicato – anche sulla base dell’intervento del senatore Raffaele Calabrò, in rappresentanza del presidente della giunta regionale Stefano Caldoro. Calabrò ha indicato la data del 13 ottobre – nella quale è fissato un incontro a Roma tra Giunta, Ministero della Salute, e Ministero dell’Economia – per lo sblocco di fondi alla Regione. Ciò renderebbe possibile il pagamento di arretrati alle farmacie entro fine ottobre Federfarma ha comunque confermato lo stato di agitazione della categoria per verificare il rispetto degli impegni che la giunta ha assicurato di garantire entro il 30 ottobre. Per novembre è stata fissata un’ulteriore assemblea straordinaria di verifica e l’individuazione di due o più giorni di serrata da effettuare a novembre «qualora le risposte del governo regionale non risultassero coerenti con le aspettative dei titolari di farmacia». «In questo mese di sciopero abbiamo pesato l’attività della giunta regionale – ha detto il presidente di Federfarma Napoli, Michele Di Iorio – che lascia intravedere un riscatto finanziario per la nostra Regione. Per questo abbiamo deciso di sospendere lo sciopero, ma l’assemblea mi ha dato preciso mandato di vigilare sulla concreta attuazione degli impegni assunti dalla giunta regionale. In caso contrario, nel mese di novembre, siamo pronti a una serrata delle farmacie per due o più giorni». Soddisfatto Calabrò «la decisione dell’assemblea dei farmacisti della Regione Campania di sospendere l’assistenza indiretta relativa alle 3 ASL della Provincia di Napoli, pur mantenendo lo stato di agitazione, denota una scelta responsabile che va apprezzata».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assistenza sanitaria agli immigrati

Posted by fidest press agency su domenica, 25 luglio 2010

E’ stato respinto dai giudici della Consulta il ricorso depositato dal Presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi a seguito dell’approvazione, il 9 giugno 2009, da parte del Consiglio Regionale della Toscana, della legge regionale che consente l’estensione dell’assistenza socio-sanitaria agli immigrati irregolari. Ne hanno dato notizia nel pomeriggio di ieri il Governatore della Toscana, Enrico Rossi, e l’assessore al welfare Salvatore Allocca. “Si tratta di una straordinaria vittoria dei Diritti Umani sull’intolleranza e sull’indifferenza nei confronti di una categoria di persone già discriminate e spesso perseguitate in Patria, che vedono nell’Italia una meta per ricostruirsi un futuro con le loro famiglie”. Lo afferma il co-presidente dell’ONG EveryOne Matteo Pegoraro, che vive a Firenze. “La Toscana ha dimostrato che la salvaguardia della dignità umana vince su tutto, anche sulla bieca intolleranza di correnti politiche integraliste e antieuropee,” aggiunge Pegoraro, “e ha lanciato a tutta l’Italia un messaggio di civiltà che speriamo venga accolto e imitato da altri enti locali. Ora ci aspettiamo che il presidente toscano Enrico Rossi non ceda alle pressioni del Ministero dell’Interno e che fermamente rimarchi l’opposizione della Toscana, che da sempre rivendica ideali di civiltà, uguaglianza e democrazia, alla costruzione entro l’anno di un Centro di Identificazione ed Espulsione nei pressi dell’aeroporto di Campi Bisenzio (Firenze), in un ex campo d’atterraggio dirigibili. I CIE sono veri e propri lager, dove sono stati documentati – dal nostro Gruppo e dalle principali ONG per i diritti umani – trattamenti inumani e degradanti, dalla mancata assistenza sanitaria a veri e propri pestaggi da parte delle forze dell’ordine, dai suicidi alle tragiche condizioni igieniche dei detenuti, privati di cibo e acqua per giorni.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »