Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘cautela’

Camera: approvate 5 mozioni sugli invalidi civili

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 luglio 2011

Ieri la Camera ha votato alcune mozioni su iniziative per l’incremento dei controlli relativi alle pensioni di invalidità. L’Ordine del giorno ne ha raggruppate 5 (altre sono state ritirate o accorpate) con contenuti fra loro anche molto diversi.Alcune mozioni chiedevano l’intensificazione dei controlli, altre l’impegno del Governo a favorire convezioni fra INPS e ASL. Altre mozioni sollecitavano una maggiore attenzione e cautela nei confronti dei “veri invalidi” sottoposti comunque a verifica. In altri passaggi (mozione Reguzzoni, Cazzola e altri) si chiedeva al Governo di valutare “l’opportunità di procedere ad un riordino dei requisiti occorrenti per il riconoscimento delle prestazioni in materia di invalidità civile e indennità di accompagnamento”. Molte perplessità suscita la dichiarazione dell’Onorevole Bellotti, sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, che ha espresso alla Camera la posizione del Governo, dando parere favorevole alla mozione di Poli, di Reguzzoni e rimettendosi all’Aula per le altre, dopo aver rigettato gli emendamenti dell’Onorevole Farina Coscioni che puntavano a maggiori garanzie per le persone con disabilità. Bellotti ha chiesto di soprassedere all’intensificazione dei controlli (sono già mezzo milione fra il 2011 e il 2012) almeno fino al termine del piano di verifica. Ha poi tranquillizzato Cazzola e Reguzzoni, ricordando che il disegno di legge delega di riforma fiscale e assistenziale prevede il riordino dei criteri per la concessione delle prestazioni assistenziali compresa l’indennità di accompagnamento. E, da ultimo, ha sottolineato che maggiori competenze all’INPS sono già state delineate nella Manovra appena approvata che all’articolo 18, comma 22, prevede la possibilità per le Regioni di stipulare convenzioni con l’INPS anche per il primo accertamento. Infine ha tranquillizzato tutti circa la cautela con cui si effettuano i controlli, in particolare nei confronti delle persone affette da patologie ingravescenti o stabilizzate. Al termine la Camera ha approvato tutte e 5 le mozioni presentate, inclusa quella di Miotto e altri, presentata peraltro da un lucido intervento dell’Onorevole Murer, che ha davvero messo in evidenza molti lati oscuri dell’intera operazione di verifica sulle cosiddette “false invalidità” e sul comportamento dell’INPS. Fra l’altro la mozione Miotto chiede una relazione esaustiva (entro 30 giorni) sulla situazione attuale effettiva sia sui controlli che sulle nuove procedure di riconoscimento delle invalidità, su cui l’INPS ha dato finora risposte tutt’altro che esaurienti.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libia: lo scarica barile del cavaliere

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 marzo 2011

Da Il Messaggero del 1° marzo 2011: «Cautela sull’esilio di Gheddafi, decideremo con Usa e Ue» dichiara Berlusconi e Rosario Amico Roxas commenta: La solita sbruffonata del megalomane; deciderà  Obama e lui deve ubbidire senza nemmeno azzardarsi a commentare. Gli servono gli atteggiamenti concilianti nei confronti di Gheddafi, spera che giungano all’orecchio del suo grande amico e, in forza di tale atteggiamento, gli risparmi di informare la comunità mondiale degli intrallazzi che corrono tra i due compagni di merenda. Se azione militare dovesse essere ordinata dagli USA, non potrà che partire dalle basi in Italia, senza che il presidente del consiglio possa fare nulla per impedirlo se non avvertire in tempo utile per una  fuga precipitosa, per questo non sarà nemmeno informato, o lo sarà all’ultimo momento. Putin ha decretato la morte politica del tiranno di Tripoli, senza nemmeno concordare con Berlusconi la sua iniziativa, tanta è la considerazione che riserva al cavaliere. Ma chi convincerà Gheddafi che Berlusconi non è tenuto in considerazione da nessuno e che per le azioni che si ritroverà a subire il cavaliere non è stato nemmeno informato? Evidentemente  Gheddafi  dovrà difendersi e lo farà chiarendo al mondo intero gli intrallazzi che lo legano a molti capi di Stato e di governo, Italia in testa. Sarà la pagina più buia di questa oligarchia berlusconiana e non potrà essere attribuita alle toghe rosse. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Scilipoti invoca cautela e giustizia

Posted by fidest press agency su sabato, 18 dicembre 2010

Scrive l’on.le Scilipoti: “Se la qualità e la fondatezza della documentazione che si sta usando contro di me è della stessa fattura, della stessa qualità e della stessa fondatezza di quella che negli ultimi 18 anni  è stata utilizzata contro persone che se ne sono ammalate, o che sono state diffamate, o che si sono suicidate, siamo di fronte a persone o consorterie che, utilizzando una sequenza studiata di notizie parziali, incomplete, se non del tutto false, voluttuosamente inducono, attraverso un processo mediatico, il pubblico a trarre conclusioni fuorviate e distorte.” (n.r. ha ragione l’on.le Scilipoti dopo la campagna mediatica decisamente aggressiva, per non dire altro, nei suoi confronti. Pur non giustificandola dobbiamo aggiungervi una riflessione critica nei confronti dell’onorevole. Deve comprendere la sorpresa di quanti non si sarebbero lontanamente immaginato che dall’Idv, un partito che ha fatto la sua bandiera sull’antiberlusconismo, vi possa essere stato qualcuno, anche se non è la prima defezione, che passa nel campo avverso e motiva le sue ragioni in misura così debole anche se agli occhi dell’interessato sono rilevanti. Il gesto è stato compiuto all’ultimo momento, e se anche vi fosse stato un malessere avvertito in precedenza, non si era di certo appalesato e, guarda caso, proprio nel momento cruciale si rivela. Coerenza avrebbe voluto che vi fosse stato per lo meno un’astensione dal voto. Si può cambiare di certo “casacca” ma a nostro avviso è un modo di fare che se mette a posto la coscienza del parlamentare non impedisce ai suoi critici di ricamarci attorno.)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mai più donne velate in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 gennaio 2010

“È importante non urtare la sensibilità di nessuno. Non è una decisione che si può prendere dall’oggi al domani, è un percorso delicato che deve essere affrontato per gradi e a lungo andare, attraverso il dialogo e il rispetto delle convinzioni altrui. Credo che un provvedimento immediato e netto, che ripercorra la scia tracciata dall’esempio francese, possa avere in Italia una ripercussione non positiva”. Così Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti, commenta il sì alle norme anti burqa promesse dal ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna. Secondo il ministro, nell’ambito della legge sulla cittadinanza, compariranno predisposizioni che vieteranno alle donne di indossare il burqa e il niqab in luoghi pubblici. Si ipotizza anche l’eventualità di negare la cittadinanza a chi costringe la propria moglie a velarsi. “Non pensiamo che vietando il burqa si risolva un problema – fa notare l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro – certo le identificazioni saranno più immediate, tuttavia corriamo il serio rischio di intaccare un mondo di cui ancora non sappiamo abbastanza, per assurdo le donne potrebbero rifiutarsi di uscire di casa senza avere il proprio volto coperto. Per questo ribadisco, quanto già espresso, agiamo con cautela”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »