Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 203

Posts Tagged ‘cavaliere’

Mattarella nomina Sami Modiano Cavaliere di Gran Croce, insultato sul web

Posted by fidest press agency su domenica, 26 luglio 2020

Sergio Mattarella conosce il dolore e lo strazio di una perdita vicina. Fu lui infatti che in quel tragico 6 gennaio 1980 si trovò tra le braccia il corpo del fratello Piersanti, presidente della regione Sicilia ucciso appena ucciso da un sicario.Un’esperienza che ha segnato la sua vita. Un’esperienza vissuta in prima persona, che il presidente della Repubblica non potrà mai scollarsi di dosso. Forse anche per questo, il Capo dello Stato ha sempre mostrano enorme vicinanza nei confronti di chi nella vita ha subito atroci sofferenze.Come Sami Modiano, sopravvissuto all’inferno di Auschwitz, appena nominato da Mattarella Cavaliere di Gran Croce.Una nomina che all’inquilino del Colle è costata una pioggia di insulti sul web. Addirittura c’è chi ha scritto: “Mattarella a quando la tua scomparsa?”. La verità è che non ci meritiamo un Presidente così rispettoso delle istituzioni, che durante la pandemia ha mostrato, ancora una volta, tutta la sua umanità, nel corso del fuorionda in cui rivendicava l’impossibilità di tagliarsi i capelli.Perché Sergio Mattarella non ha beneficiato della sua posizione per aggirare le disposizioni governative e andare dal barbiere, mostrandosi come uno dei tanti cittadini italiani alle prese con un problema collaterale al lockdown. Un piccolo particolare di enorme significato, in un paese dove pochi sembrano avere più diritti di molti.Forse l’italiano medio non è abituato a personalità di questo calibro. È abituato a chi insulta la Repubblica, ma se ne sta comodamente seduto in Parlamento a prenderne tutti gli agi.Siamo abituati a non ascoltare le parole di chi ha sofferto, come Sami Modiano, che una volta disse:“Quando mi chiedono, lei è un sopravvissuto? Rispondo di sì, ma in realtà sono ancora lì ad Auschwitz-Birkenau, non sono mai uscito di lì. Ero un ragazzo, come posso dimenticare quello che ho visto?” Parole che dovrebbe essere chiare e invece…

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il ritorno del “cavaliere”?

Posted by fidest press agency su domenica, 7 maggio 2017

berlusconi-di-spalle“Con la discesa in campo di Berlusconi, dopo che la Cedu gli ridarà l’onore, non c’è trippa per gatti. Già adesso il centrodestra unito supera tranquillamente il 30%, con Berlusconi riabilitato e in campo vinciamo. E in queste amministrative il centrodestra è unito, abbiamo candidati unitari praticamente ovunque. Allo stesso tempo il Pd dimezza i suoi partecipanti alle primarie. Il Pd e Renzi sono in stato comatoso”.Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo ad una manifestazione a Jesolo per sostenere Valerio Zoggia sindaco.
“Il centrodestra deve essere unito e tenersi pronto a governare. Dobbiamo vincere al centro, non si vince con il lepenismo o con il sovranismo. Abbiamo una grande occasione e un grande dovere. Il programma, l’unità, le personalità.Nel 2011 siamo stati oggetto di un colpo di Stato, ci hanno portato via la vittoria e il governo. Abbiamo il dovere di tornare a guidare questo Paese. Ne abbiamo viste troppe dal 2011 ad oggi. Monti, Letta, Renzi, Gentiloni, e adesso Renzi che vuol far fuori Gentiloni.Tocca a noi, no ad egoismi, no a personalismi, sì all’unità. Siamo qui, forti e coesi, il nucleo storico di Forza Italia e del centrodestra è ancora forte. Barra dritta: centrodestra unito di governo, con perno centrale Forza Italia. Ormai da mesi per tutti i sondaggi siamo il primo partito del centrodestra. Con Berlusconi in campo possiamo puntare al 20%, e con una Lega forte e con Fratelli d’Italia forte, più il civismo vincente, torniamo al governo. La mia teoria del quadrifoglio. Questo è il modello vincente. Abbiamo di fronte una grandissima occasione. Vinciamo ovunque si vota alle amministrative e con questa vittoria creiamo il sentiero per vincere le elezioni politiche. Centrodestra unito di governo”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cavaliere dell’ordine delle Arti e delle Lettere

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

reunion-des-musees-nationauxLa Fratelli Alinari comunica che il suo Presidente commendator Claudio de Polo Saibanti è stato insignito dalla Repubblica Francese – Ministero della Cultura e Comunicazione – Cavaliere dell’ordine delle Arti e delle Lettere.La cerimonia si è svolta lo scorso 10 novembre a Parigi al Musée de l’Armée, alla presenza del Direttore del museo Generale di Divisione Christian Baptiste e del Direttore aggiunto David Guillet.La prestigiosa onorificenza è stata consegnata dalla Direttrice dei musei di Francia Madame Marie-Christine Labourdette.
Si tratta di una delle più importanti cariche conferite dalla Repubblica francese quale riconoscimento per le numerose attività che la Fratelli Alinari ha realizzato oltralpe, sia come progetti espositivi ed editoriali (Vue d’Italie; Eloge du negatif; Europe des images; Napoleon III et l’Italie: naissance d’une nation 1848-1870; Caffè Greco; Gli Archivi Alinari e la sintassi del mondo. Omaggio a Italo Calvino; Cavour e la contessa di Castiglione), sia come progetti espositivi ed editoriali francesi in Italia (Picasso e la fotografia; Doisneau Le merveilleux quotidien; Brassai pour l’amour de Paris; Izis il poeta della fotografia; Bettina Rheims. Rose c’est Paris), sia come collaborazioni strategiche con i più importanti archivi fotografici ed agenzie fotografiche francesi (Réunion des Musées Nationaux, Parisienne de Photographie, Roger Viollet).

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lampedusa isola felice

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 maggio 2012

Beach oh Rabbit's Island in Lampedusa (Italy) ...

Beach oh Rabbit’s Island in Lampedusa (Italy) Italiano: Spiaggia dell’Isola dei Conigli a Lampedusa (Ag) (Photo credit: Wikipedia)

L’elezione a sindaco di Giusi Nicolini, aggiunge poco all’isola più fortunata degli arcipelaghi mediterranei. Ma ancor più fortunata la sindachessa appena eletta, infatti si ritrova a gestire un patrimonio di benefit voluti dall’ex premier.Giunto a Lampedusa, esordì: “Prima di partire per Lampedusaa ho dato uno sguardo su internet, ho visto una bellissima villa e…l’ho comprata”.
Tiè… crepi l’avarizia ! Quindi ha sciorinato i provvedimenti urgenti, grazie ai quali Lampedusa è l’unica isola al mondo insignita del premio Nobel, ed è anche zona franca, con grande gioia dei pescatori che comprano il carburante sottratto delle accise. Ora Lampedusa possiede un casinò che attira innanzitutto i principi arabi del petrolio, che scaricano nelle casse lampedusane milioni di petroldollari, mentre gli accompagnatori giocano a golf nel mega campo a 18 buche sempre voluto dall’ex premier. Il grande e nuovissimo porto turistico, in fase di completamento, accoglierà navi da crociera e cabinati, darà loro il benvenuto uno dei comandanti più famosi del mondo, nominato comandante del porto: Francesco Schettino. Ma basta la sola presenza del cavaliere nella sua 23° villa per far da calamita nei confronti dei miliardari dell’intero pianeta. Sembra che ardimentosi ingegneri stiano studiando i calcoli necessari per un ponte che unisca Lampedusa alla Costa Smeralda. Intanto, un commissario ad acta sta sta esaminando i conti lasciati dall’ex sindaco PdL e dal vice, leghista. non si sa mai!!! (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

…Ma i soldi dove li trovo?

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 giugno 2011

E’ il dilemma che assilla il cavaliere, più della riforma della giustizia, più della revisione fiscale, più del processo Ruby, più del processo Mills, più del processo Mediatrade. Ma non perché manchi la liquidità necessaria per far fronte ad una più che probabile condanna, ma perché si ritroverebbe nella condizione di dover far rientrare tale liquidità dai paradisi fiscali dove giacciono in barba alle norme, alle leggi, ai regolamenti. Devono spuntare perché altrimenti si ritroverebbe con una ingiunzione di pagamento con relativa confisca di tutto ciò che gli appartiene; ritorna lo spauracchio di una vendita all’incanto che farebbe crollare per intero il castello di sabbia costruito in tanti anni e puntellato con decisioni assunte dal governo presieduto dal medesimo. Potrebbe cominciare con il vendere le tante case che, ha dichiarato, di non conoscere neppure. Si tratta di 21 case, comprendendo l’ultimo acquisto di Lampedusa, strombazzato in TV. I terreni intorno alla villa La Certosa in Sardegna, dove progettava di costruire un mega centro turistico, con tanto di porto abusivo, costruito su terreno demaniale e coperto da segreto di Stato per eludere le indagini di abusivismo, non sono più utilizzabili, perché un pastore testardo ha vinto la causa facendo scucire alla finanziaria del premier 600.000 euro, ma mettendo in risalto il progetto di cementificazione che ha già allarmato gli ambientalisti. La villa di Pantelleria sarebbe un buon cespite; confina a Nord con il casinò che il premier ha fatto costruire; a Sud con il campo da golf realizzato in gran fretta: il porto è in piena attività grazie alla benzina gratuita che il presidente del consiglio ha fatto avere ai pescatori, mentre gli solani mostrano la loro gratitudine per essere stati premiati, grazie ai buoni uffici del cavaliere,con il premio Nobel per la pace, nonché l’applicazione delle leggi come “zona franca”. Basterebbe trattenere una sola di quelle “case”, che case non sono, ma castelli o mega ville, tra cui Arcore, quella che fu della giovane marchesina Casati Stampa (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un cavaliere galante e crudele

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2011

Lettera al direttore. Quei titoli su molti quotidiani, compresi Il Giornale e Il Tempo, sul Cavaliere “fidanzato”, sono sembrati una presa in giro. E c’è da augurarsi che sia solo una patetica bugia, altrimenti ad essere messa in ridicolo sarebbe soprattutto proprio la povera sventuratissima fidanzata. Si pensi a quanti bocconi amari avrà dovuto ingoiare ogni volta che il suo galante Cavaliere metteva gli occhi su una jeune fille en fleur, ogni volta che lo sentiva fare pubblicamente battute sulle donne. Un Cavaliere galante e crudele, oppure galante e bugiardello? (Veronica Tussi)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Amanti del violino

Posted by fidest press agency su sabato, 13 marzo 2010

Lettera al direttore. Alle volte mi chiedo che cosa possa spingere uomini politici, giornalisti, scrittori, ecc., ormai affermati e che non hanno certo bisogno di favori, a continuare a suonare il violino per i potenti, facendo anche stecche madornali, con conseguenti figure tapine. Durante la trasmissione Ottoemezzo (11 marzo) Carlo Rossella, riguardo alla frase del presidente Napolitano a Tor Vergata: «Qui si è respirata una bella aria, altrove c’è la bolgia», ha detto: “Io non so a che cosa si riferisse. Probabilmente al chiasso che gli studenti fanno fuori dell’Università”. Lo stesso giornalista, quando morì la mamma di Silvio Berlusconi, scriveva su La Stampa del 4 febbraio 2008: “Dietro un grande uomo c’è sempre una grande mamma”, dando per scontato che il suo Cavaliere sia un grande uomo. Lo stesso giornalista, l’anno scorso, descriveva l’incontro del Premier con la signora Michelle Obama, così: “Ci voleva un italiano molto intelligente, molto simpatico e molto ammaliatore per sciogliere Michelle. La First Lady non è solita andare incontro all’ospite. Sorride, certo, ma si tiene. Invece questa volta, quelle braccia alzate e quell’espressione del premier hanno rotto il ghiaccio”. Mentre tutti i giornali commentavano: “Michelle Obama dà la mano a Berlusconi, ma niente bacio…”. (Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La “pasta” del cavaliere

Posted by fidest press agency su domenica, 11 ottobre 2009

Lettera al direttore. Caro direttore, finalmente dopo tante brutte notizie, una buona: il Cavaliere ha detto che farà vedere agli italiani di che pasta è fatto. Era ora! E diciamo che ha cominciato già a farlo durante la trasmissione Porta a Porta, quando ha detto con grazia ed eleganza raffinata a Rosy Bindi che è più bella che intelligente. Ma converrà al Cavaliere bello e intelligente in egual misura, mostrare agli italiani il suo vero volto? Non rischierà di perdere consensi? (Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Politica: I galli del pollaio

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 agosto 2009

Questa vacanza agostana e la lenta ripresa settembrina è destinata ad attenuare i toni delle contese politiche dove, dalle note che ci pervengono sembra che dal centro-destra l’ordine di scuderia è quello di far risaltare l’unità e l’armonia della coalizione mentre sull’altro versante non solo si avvertono i contrasti ma sembra che è diventato uno sport nazionale beccarsi l’un l’altro tanto che nemmeno la prospettiva d’avere un “avversario comune” impersonato per l’occasione dal nostro presidente del consiglio, può distogliergli da questa innata vocazione. Casini dell’Udc sembra voler fare l’uomo del buon senso che punta ai fatti concreti e non bada ai pettegolezzi. Antonio di Pietro passa per l’essere l’avversario “viscerale” del cavaliere: sempre pronto a criticarlo, sempre pronto a tallonarlo da vicino nel pubblico e nel privato tanto da far dire all’attuale leader pro tempore Franceschini, tanto pro tempore insidiato com’è da Bersani per la lotta alla poltrona di segretario del partito per vox populi, che alla fine fa il gioco del Presidente alla continua e assillante ricerca di essere e restare al centro dell’attenzione nazionale e internazionale. Poi vi sono i radicali di Pannella e compagni che affrontano il tema della coabitazione con il Pd entrando e uscendovi a piacimento. Sulla stessa falsariga si muovono i Verdi della Francescato. Un capitolo a parte andrebbe poi riservato alla sinistra che da Bertinotti a Diliberto, Ferrero e altri compagni hanno avuto il demerito di aver sprecato il voto del loro elettorato che se non fosse stato diviso dalle logiche partitiche avrebbe potuto contare per lo meno su cinque parlamentari europei e invece si sono ridotti come i pifferi di montagna che andarono per suonare e furono suonati. Cosa ci insegna tutto questo? Che la democrazia non si misura con il numero dei leader ma nella capacità di esprimere una leadership unitaria come ci ha dimostrato Berlusconi. Anche lui, ovviamente, ha avuto ed avrà i suoi grattacapi con Fini, Bossi e i loro scalpitanti luogotenenti, ma alla fine hanno appreso almeno una lezione: gli italiani ne hanno abbastanza di leader litigiosi, di bastian contrari. Vogliono essere governati sebbene ciò comporti, come asseriva il buon Montanelli, il turarsi il naso e di restarvi a lungo in apnea. Purtroppo anche le rose hanno le loro spine e pungono. Eccome. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »