Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

Posts Tagged ‘cavalli’

Cavalli, costumi e dimore

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 dicembre 2019

Torino 19 dicembre 2019 – 13 aprile 2020 GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino Anteprima per la stampa: mercoledì 18 dicembre ore 12. La mostra, a cura di Virginia Bertone tratteggia la formazione di Carlo Pittara e gli anni della “Scuola di Rivara”, per concentrarsi sulla storia e la fortuna critica della Fiera di Saluzzo. Il riallestimento del dipinto è quindi un’occasione di riscoperta, studio e approfondimento, per cercare di ritrovare le motivazioni della grande raffigurazione. Nello stesso tempo l’esposizione del dipinto ha permesso di verificare le sue condizioni conservative, a tale scopo è stato realizzato un nuovo telaio in sostituzione di quello non più utilizzabile del 1981.La grande opera suscitò grande entusiasmo del pubblico che visitò l’Esposizione Nazionale, per l’originalità dell’invenzione, la resa realistica della ricostruzione dell’antica fiera, accanto alla dimensione a scala naturale della rappresentazione. Il risultato è sorprendente: una grande parata di cavalieri, personaggi in costume e moltissimi animali: dalle capre ai bovini, dai cavalli di razza a quelli da tiro, dagli animali da cortile ai cani, fino alla scimmietta ritratta sulla spalla di un giovane con lo scopo di attrarre l’attenzione sulla merce di un pittoresco venditore di chincaglieria. Una sorta di grande affresco, se non addirittura la premonizione di una visione da cinemascope.
Al dipinto è affiancato un grande grafico che permette di individuare gli edifici e le dimore saluzzesi, e apprezzare le diverse specie degli animali raffigurati. Per il riconoscimento e lo studio degli animali dipinti con grande competenza da Pittara, la mostra si avvale in particolare dell’apporto di alcuni Docenti ed ex Docenti del Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università di Torino, nell’ambito di una collaborazione in occasione delle celebrazioni per i 250 anni dalla fondazione della Scuola Veterinaria di Torino.A concludere il percorso è una sezione dedicata all’Esposizione Nazionale del 1880 che propone i diversi acquisti della Città di Torino per il Museo Civico, a partire da una delle tele premiate: La deposizione di Papa Silverio di Cesare Maccari, che riflette un’impressionante ricerca di verità nella rappresentazione delle figure, anche qui grandi al vero, ispirate all’età romana tardoantica. Alla rievocazione dei primi martiri è dedicato il marmo dell’Eulalia Cristiana di Emilio Franceschi, anch’esso premiato, mentre al gusto orientalista rispondeva la rappresentazione sensuale della Schiava di Giacomo Ginotti. L’indagine compiuta in occasione della mostra ha permesso di mettere in luce, all’interno della collezione della GAM, diverse altre opere che parteciparono a quella manifestazione e che furono donate al Museo in momenti successivi: è il caso di un soggetto non lontano da quello Pittara, come la Fiera di animali a Moncalieri di Felice Cerruti Bauduc, che fu però completamente oscurato dalla presenza della Fiera di Saluzzo, o ancora il singolare soggetto dell’ormai anziano Francesco Gonin, Il primo cavallo domato dall’uomo. Sono inoltre esposti gli splendidi Studi per le “Tentazioni di Sant’Antonio” di Domenico Morelli che permettono di rievocare la presenza del dipinto che l’artista presentò con successo all’Esposizione. Domenico Morelli veniva premiato in quell’occasione con un diploma d’onore, mentre Antonio Fontanesi, che si presentava con la sua ultima fatica Le nubi, veniva ignorato ed escluso dalle premiazioni.La mostra si avvale della collaborazione scientifica di Lea Antonioletti, Sonia Damiano e Alice Guido ed è accompagnata da un catalogo edito da Silvana Editoriale. Orari di apertura: da martedì a domenica: 10.00 – 18.00, lunedì chiuso. La biglietteria chiude un’ora prima. Biglietti: Intero 10,00€ Ridotto 8,00€ Ingresso gratuito Abbonamento Musei e Torino Card.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I cavalli di Gustavo Aceves arrivano a Arezzo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Arezzo I cavalli di Gustavo Aceves arrivano a Arezzo. Dal 16 giugno al 14 ottobre, la città toscana ospita Lapidarium: dalla parte dei vinti, una delle tappe fondamentali del suggestivo progetto itinerante e in continua evoluzione a cui l’artista lavora dal 2014. (Sedi espositive
San Francesco, Sala Sant’Ignazio, Sagrato del Duomo, Piazza Vasari, Fortezza Medicea) Una mostra imponente con oltre 200 opere realizzate in pietra, bronzo, resina, legno e altri materiali che verranno allestite in più luoghi del centro storico aretino (San Francesco, Sala Sant’Ignazio, Sagrato del Duomo, Piazza Vasari, Fortezza Medicea), sull’idea del viaggio, della migrazione.
Con questo progetto infatti, Aceves, uno dei massimi interpreti dell’arte contemporanea a livello mondiale, intende ricreare idealmente le peregrinazioni della “Quadriga di San Marco”, opera che l’artista messicano, appena ventenne ebbe modo di ammirare nella sua Città del Messico, restandone folgorato. Erano gli anni ’70 e prima di essere musealizzati, quegli antichissimi cavalli bronzei provenienti da Costantinopoli, percorrevano un ultimo giro attorno al mondo, che avrebbe messo fine alla serie di migrazioni delle quali, sin dal XIII secolo, erano stati protagonisti.Da lì, per Aceves, l’idea dare vita ad un opera che potesse ripercorrere lo stesso itinerario fatto dalla “Quadriga di San Marco”: il suo Lapidarium propone statue dedicate al cavallo, simbolo che evoca il movimento, lo spostamento.Come nei classici lapidari museali, dove sono conservati frammenti di opere antiche con cui ricostruire la storia, anche l’opera di Aceves è caratterizzata dal “frammento”, elemento attraverso il quale ciascuno può recuperare le radici della propria storia.
Il viaggio dei cavalli di Aceves è il viaggio dei popoli migranti, una tema di grande attualità, ma che in assoluto caratterizza ciclicamente l’intera storia dell’umanità. I suoi cavalli itineranti sono mutilati, scheletrici, sopravvissuti: una sorta di monumento equestre inverso, dedicato non ai vincitori ma ai vinti, agli antieroi di ieri, di oggi, di sempre.Non mancano poi i motivi per i quali Lapidarium: dalla parte dei vinti si sposa ad Arezzo, città il cui simbolo araldico è un cavallo e che ai cavalli affida la celebrazione della sua festa più importante: la Giostra del Saracino. Inoltre alla “Quadriga di San Marco” si legano due episodi importanti: nel 1364, fu l’aretino Francesco Petrarca, ospite d’onore ai festeggiamenti per la sottomissione di Candia alla Repubblica di Venezia, a dare annuncio dell’avvenuto trasferimento del gruppo equestre alla corte dei dogi veneziani. Infine la quadriga ha un rimando immediato a Costantino, figura importante per il percorso umano e intellettuale di Aceves la cui storia trova ad Arezzo la propria consacrazione racconto affrescato da Piero della Francesca.
Gustavo Aceves (1957, Città del Messico) attualmente vive e lavora a Pietrasanta in Italia. Ha iniziato come pittore autodidatta e in tempi più recenti si è accostato alla scultura. I suoi dipinti si sono focalizzati sulla figura umana e si sono caratterizzati per l’uso di colori forti tipici dei murales messicani. A partire dagli anni ’70 le sue opere sono state esposte in tutto il mondo dalla Biennale di Venezia alla Biennale di Pechino e figurano nelle più importanti collezioni private e permanenti, fra cui il museo della Memoria y Tolerancia di Città del Messico e i Musei Vaticani. E’ uno degli artisti proposti dalle aste di Christie’s e Sotheby.La mostra Lapidarium: dalla parte dei vinti è organizzata dalla Fondazione Guido d’Arezzo in collaborazione con il Comune di Arezzo. Orari: dalle ore 10.00 alle ore 19.00. Giorno di chiusura: lunedì. Ingresso: 3 euro. Accesso gratuito per i minori di 12 anni.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fieracavalli 2017, la passione equestre è di casa a Verona

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 ottobre 2017

Maurizio DaneseGiovanni MantovaniVerona. Tremila cavalli di 60 razze, 750 aziende del settore da 25 nazioni, oltre 160mila visitatori attesi in quattro giorni e 210 appuntamenti tra gare sportive, concorsi e show. Alla Fiera di Verona, dal 26 al 29 ottobre, torna Fieracavalli con l’edizione numero 119, presentata oggi a Milano.
Il cambio di data della più importante manifestazione in Europa dedicata al mondo equestre porta con sé anche novità nel programma, ad iniziare da quello sportivo. In primo piano, come sempre, le competizioni più prestigiose a livello nazionale e internazionale, con la 17ª edizione di Jumping Verona, l’unica tappa italiana della Longines FEI World CupTM che vede sfidarsi i binomi del top ranking del salto ostacoli mondiale.Al debutto assoluto a Fieracavalli, invece, la prima edizione del FEI Pony Jumping Trophy, ma anche il rientro a sorpresa, dopo vent’anni, per l’Horseball, lo spettacolare mix tra basket e rugby a cavallo, in scena a Verona con il 1° FIHB KEP Horseball Masters. Cavalieri e amazzoni sono poi impegnati nei CSI 1* e CSI 2, mentre tornano le KUR Dressage con la pluripremiata atleta olimpionica Valentina Truppa.
Non mancano le competizioni targate FISE (Federazione Italiana Sport Equestri), come il Gran Premio delle Regioni U21, la Coppa delle Regioni Pony, il Trofeo Pony, la Coppa dei Campioni Pony e la finale del Progetto Sport. Per respirare l’atmosfera a stelle e strisce, invece, l’appuntamento è con il Westernshow: due interi padiglioni dove assistere alle stock performance e agli speed event.
«Da mercato semestrale dei cavalli di fine ‘800 fino alla moderna Fieracavalli: per quasi 120 anni abbiamo accompagnato l’evoluzione del mondo equestre – commenta Maurizio Danese, presidente di Veronafiere –. Questo perché la rassegna riesce a rappresentare il settore nella sua globalità, promuovendone i comparti allevatoriale, turistico, sportivo e commerciale. Un valore aggiunto unico che conferma la fiera punto di riferimento indiscusso per appassionati, atleti, operatori, istituzioni, federazioni e associazioni».
Oltre che sullo sport, a Fieracavalli i riflettori sono puntati sull’equiturismo, fenomeno in crescita in tutta Europa e che nella sola Italia conta 120mila praticanti assidui, 1 milioni di appassionati stimati e un indotto che raggiunge i 900 milioni di euro. All’interno del padiglione riservato alle vacanze in sella è possibile scoprire itinerari dentro e fuori i confini del nostro Paese, ma anche incontrare maneggi, alberghi e strutture ricettive attrezzate. «Il turismo è una delle principali linee di sviluppo per il futuro del settore equestre – spiega Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere –. Come fiera stiamo investendo per far diventare il cavallo una ulteriore leva di marketing per i territori e proprio in Simone Perillooccasione di questa edizione vogliamo presentare il primo master interamente dedicato al turismo equestre, organizzato insieme a European Academy for Rural Territories Hospitality e Ciset-Cà Foscari Università di Venezia».In Fiera, spazio pure al business e al prodotto con le aree dedicate al b2c e al b2b, ma anche all’anima storica della manifestazione, il comparto allevatoriale. Si va dagli esemplari italiani promossi dal ministero delle Politiche agricole (Mipaaf) e dall’Associazione Italiana Allevatori (AIA), ai cavalli iberici e frisoni, fino agli appaloosa, paint e quarter dell’epopea western. Qui fa il grande ritorno anche il cavallo arabo con Anica, l’Associazione Nazionale Italiana del Cavallo Arabo. Via libera al divertimento nell’area dedicata ai bambini, ma anche durante le Notti di Fieracavalli, l’offerta di intrattenimento non stop dal giovedì al sabato, fino alle 23. Da non perdere il Gala d’Oro serale Magnifique, che vede come guest star, Lorenzo, “il cavaliere volante”.«Quella con Fieracavalli è una partnership strategica, fondamentale per la Federazione e per l’intera filiera equestre nazionale – sottolinea Simone Perillo, Segretario Generale della Fise –. Avere a Verona un momento di incontro che riunisce al contempo allevatori, sportivi e imprese, testimonia la forza e la vitalità del comparto». (foto: Maurizio Danese, Giovanni Mantovani, Simone Perillo)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Appuntamento con la mondanità all’Ippodromo Maia, per il Gran Premio Merano

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2015

modaIl Gran Premio Merano rappresenta per questa città oltre che una grande attrattiva per gli appassionati di cavalli provenienti da tutto il mondo, anche una manifestazione dal forte valore simbolico, un evento mondano. Ieri come oggi, hanno occupato il loro posto sugli spalti delle tribune dell’Ippodromo Maia personaggi famosi del mondo della musica, della politica e dello spettacolo, partecipando a questa festa universalmente riconosciuta come occasione di sport, divertimento e prestigio.
Il Gran Premio Merano è per molti anche un momento in cui esibire la propria immagine, creando sugli spalti una gara parallela a quella dei cavalli: una competizione di eleganza e di stile. In quest’occasione, infatti, le dame sfilano sfoggiando abiti molto eleganti e cappelli di ogni forma e misura, con stili classici o bizzarri, dai colori sgargianti o tenui, ma che di sicuro non passano inosservati. La kermesse ha avuto luogo sabato 26 e domenica 27 settembre (data in cui si è svolto il Gran Premio). Per questo evento non sono mancati gli ospiti internazionali mentre sabato 26, annunciata dal suo allenatore, vi è stata la presenza di un cavallo di fama mondiale, Hurricane Fly,  detentore del record mondiale di corse “gruppo 1” vinte e vincitore di premi per oltre 3 milioni di euro. Hurricane Fly, ritirato dalle competizioni quest’estate, ha onorato l’Ippodromo di Merano con la sua unica, per il momento, apparizione pubblica e, proprio come le dame presenti all’Ippodromo, ha sfilato nel pomeriggio di corse del Gran Premio. Sempre nel pomeriggio di domenica 27, tra una corsa e l’altra, sono piovuti dal cielo dei parapendio che sono atterrati all’Ippodromo facendo spettacolari evoluzioni. Infine, nel corso del fine settimana di ippica e di mondanità, nel parterre dell’Ippodromo, Merano WineFestival è stata presente con un’anteprima delle sue eccellenze del vino.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ippica: declino settore

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 gennaio 2012

Banker horses

Image via Wikipedia

Rendere più alta la percentuale destinata alle vincite dei giocatori, innalzare il livello qualitativo delle corse ippiche e riportare ad unità il sistema di totalizzazione delle scommesse. E’ la soluzione prospettata dal Ministero dell’Economia per il rilancio del settore, come si legge nella bozza di risposta ad una interrogazione parlamentare presentata dal deputato Giuseppe Marinello (Pdl), che verrà pubblicata nei prossimi giorni, e che Agipronews è in grado di anticipare. Nella risposta fornita a Marinello – che chiedeva un intervento diretto del Governo per salvare l’ippica italiana – si sottolinea come la situazione attuale è critica, ma ha radici lontane: già dal 1999 il settore mostrava segni di declino, sia in termini di raccolta gioco che di presenze negli ippodromi. Un declino che poco ha a che fare con la gestione delle scommesse dei Monopoli di Stato, che non possono decidere quali tipologie di scommessa ippica offrire, né garantire la qualità tecnico agonistica delle corse: entrambi gli aspetti sono di stretta ed esclusiva competenza dell’Unire, oggi Assi. Già dal 2005, peraltro, ricorda Agipronews, il ministero dell’Economia ha proposto modelli di finanziamento diversi dal presente, formulando proposte di disciplina dell’intero settore, nella logica di superare le situazioni critiche, senza però trovare la necessaria condivisione dell’Autorità tecnica preposta.La crisi deriva dal fatto che le corse dei cavali non sono, per la loro eccessiva numerosità e scarsa caratura tecnica, un evento ritenuto degno di scommessa, visto che garantiscono basse possibilità di vincita per i giocatori a causa della eccessiva onerosità della filiera. Gli stessi Monopoli in passato hanno proposto modelli alternativi di distribuzione del montepremi, con una rimodulazione del prelievo che – incidendo sulla quota per Assi e concessionari – potesse elevare le vincite dei giocatori. Proposte già presentate ai tempi del tavolo aperto dal ministro Zaia e successivamente portato avanti dagli altri responsabili pro-tempore del dicastero. Inoltre, si legge ancora, non c’è alcun privilegio concesso allo sviluppo di alcune tipologie di gioco, l’azione e le scelte dei Monopoli derivano da apposite e specifiche disposizioni di legge: non si comprende come l’Amministrazione da un lato sia efficiente ed assicuri standard elevati per altri settori del gioco e dall’altro operi contro quello ippico.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cavalli a Milano cala il sipario

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

Oltre 1.200 cavalli, più di 700 cavalieri, 6.000 bambini di cui 3.500 neopatentati al Battesimo della Sella, 105 mila gli ingressi dei visitatori, più di 200 i giornalisti presenti e 20 le emittenti televisive che hanno seguito l’evento, una forte presenza delle aziende di settore con oltre 300 stand espositivi, 8 campi gara rivestiti di 1.500 tonnellate di sabbia e oltre 100 mila i contatti del sito web solamente nell’ultima settimana. Questi i numeri della prima edizione di CAVALLIaMILANO.
Fra i visitatori di CAVALLIaMILANO anche l’Onorevole Paola Frassinetti, Vicepresidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati, che personalmente ha accompagnato le due bambine Alice e Viola nel Battesimo della Sella, dichiara: ‘Sono colpita dall’affluenza davvero numerosa di pubblico che ha contraddistinto tutti i giorni, nonché la capacità organizzativa e la qualità degli spettacoli, ulteriore dimostrazione di come Milano sia da sempre una città sensibile alla tematica del cavallo’. Significativa la presenza della Nazionale Italiana Horse Ball che si è distinta vincendo il Torneo Quattro Nazioni organizzato per la prima volta proprio qui a Milano.
CAVALLIaMILANO conferma l’appuntamento al 2011 dal 13 al 20 ottobre sempre nelle moderne strutture di fieramilano Rho. (gran premio, spettacolo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gheddafi: una visita che fa discutere

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 agosto 2010

In una Roma ancora assopita dalle ferie estive che volgono al termine, è andato in scena lo spettacolo semiserio della visita di Gheddafi. Non mancava nulla. Dal codazzo di amazzoni, alla portentosa auto bianca, la tenda, le centinaia di cavalli, il pubblico di sole donne, pagate per star lì ad ascoltare i vaneggiamenti di chi ieri ha davvero superato se stesso e ogni limite. “L’Islam deve diventare la religione di tutta l’Europa” ha avuto l’ardire di affermare nel cuore più vivo del cattolicesimo, scatenando le reazioni niente di meno che della stessa maggioranza di governo. Palazzo Chigi che si affrettava a minimizzare dicendo che “non c’è nessun oltraggio, è solo folklore e, soprattutto, che “le commesse che il governo ha concordato con i libici hanno aiutato le imprese italiane a fronteggiare la crisi”. Di fronte a ciò che l’accordo con la Libia rappresenta per il nostro paese, insomma, ogni cosa passa in secondo piano per il governo, addirittura quel rapporto con il Vaticano cui tanto tiene. Anche la Lega trova i propri buoni motivi per restare in silenzio, a parte poche, flebili, voci di dissenso che rimangono in secondo piano. Il Carroccio ha l’obbligo di restare zitto perché grazie ai libici è stato possibile bloccare gli sbarchi dei clandestini sulle coste italiane. E’ la solita coerenza del governo, quella cui questo esecutivo ci ha abituati, quella che funziona al contrario. Niente di cui stupirsi, dunque, nelle mancate reazioni allo sfoggio di onnipotenza fornito ieri da Gheddafi, anche nel parlare della libertà delle donne in Libia, con la stessa lunghezza d’onda con cui il cavaliere di casa nostra invoca l’amore che vince sempre sull’odio. Ora, posso capire che in un momento di crisi economica come quello attuale, un governo, spinto da doveroso spirito di responsabilità nazionale, debba tentare il tutto per tutto pur di aprire nuovi scenari alle imprese del proprio paese. Resta però un limite da rispettare, un livello etico oltre il quale un governo serio non dovrebbe andare e l’impressione è che quel limite ieri sia stato ampiamente oltrepassato. (massimo donadi)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Cento cavalli di Aligi Sassu”

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 luglio 2010

Il consiglio di amministrazione della Fondazione Paparella-Devlet, con il beneplacito della Fondazione Crocevia di Alfredo e Teresita Paglione e della vedova di Aligi Sassu, Maria Helenita Olivares, ha deciso di prorogare fino al 31 ottobre l’apertura della mostra.  alla Fondazione Paparella-Devlet Museo “Villa Urania” di Pescara «Abbiamo ritenuto importante non solo rendere fruibile ai turisti questa esposizione, che affianca quella permanente di maioliche appartenute ai fondatori del museo – spiega Augusto Di Luzio, presidente della Fondazione Paparella-Devlet – ma anche per dare l’opportunità alle scolaresche, da settembre, di venire a visitare questi cento elementi tra piatti, zuppiere, ciotole e sculture in maiolica o terracotta eseguite da Aligi Sassu tra il 1939 e il 1965, con la figura a lui più cara, quella del cavallo. In mostra è presente anche il celebre servizio da tavola del 1949 “I cavalli del mare” composto da 73 pezzi, nel quale l’artista si confronta direttamente con la tradizione ceramica ligure quattro-ottocentesca recuperando la tipica bicromia bianco e blu “vecchia Savona”» La mostra sarà  visitabile dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 21 ogni giorno tranne il lunedì. (piatto)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sport equestri

Posted by fidest press agency su sabato, 12 giugno 2010

Gorizia dal 25 al 27 giugno attesi da tutta Italia, dall’Austria e dalla Slovenia 150 binomi all’evento ippico internazionale, “Cavalli in città”, III° manifestazione ippica internazionale dell’amicizia-Città di Gorizia, che si terrà nel capoluogo isontino, allo stadio comunale Baiamonti,.  E’ la terza edizione di questo importantissimo evento, da sempre fortemente sostenuto da Lega Italiana Sport Equestri (CSEN) e splendidamente organizzato dall’associazione sportiva dilettantistica Global Equiteam in collaborazione con Lunicorno. Il programma è suddiviso in tre giornate, senza il warm up, e le competizioni si susseguiranno dalle 9 alle 13 e dalle 15,30 alle 18 in ciascuna giornata.  L’inaugurazione ufficiale, venerdì sera alle 19,30, sarà allietata dalla Fanfara del Comando della Brigata di cavalleria Pozzuolo del Friuli, che scandirà al trotto e al suono dei fiati anche la cerimonia di premiazione, prevista domenica sera. Seguirà quindi un ricco programma di intrattenimento e concerti.  Per gli appassionati d’equitazione o i semplici curiosi saranno presenti stand eno-gastronomici per tutta la durata dell’evento e tante iniziative collaterali, oltre a uno spazio riservato ai pony, dove i bambini potranno ricevere il “battesimo in sella” e un’area dedicata all’ippo e onoterapia. http://www.legaitalianasportequestri.it (cavalli in città)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fiera cavalli

Posted by fidest press agency su sabato, 31 ottobre 2009

fiera cavalliVerona dal 5 all’8 novembre 2009. Alla rassegna veronese ospite il campione dei campioni. Varenne, figlio di Waikiki Beach, il grande trottatore che con Gianpaolo Minnucci è entrato nella storia dell’ippica mondiale sarà presente a Fieracavalli. Il grande campione ormai in pensione ha attualmente intrapreso una carriera da riproduttore, il tasso da monta è di 15.000 euro. Il suo primogenito Icaro del Ronco è stato venduto all’asta di settore alla cifra record di 150.000 euro, circa dieci volte il valore di un comune puledro. La prima discendente di Varenne a scendere in pista è stata Ira del Rio, una femmina che si è subito piazzata al terzo posto. Il primo figlio in grado di vincere è stato Loggia che si è aggiudicato il primo posto in una corsa in America. Ogni anno circa 10 figli di Varenne competono in gare internazionali ottenendo ottimi risultati. Un dna vincente. (fiera cavalli)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »