Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘celebrazione’

Celebrazioni per il centenario dell’Armistizio della prima guerra mondiale

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 novembre 2018

Parigi. Il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, parteciperà domani e domenica (10-11 novembre) alle celebrazioni organizzate dal governo francese, a Parigi, in occasione del centenario (1918-2018) della firma dell’Armistizio che pose fine al primo conflitto mondiale.
Il Presidente francese, Emmanuel Macron, riceverà Tajani domani sera al Musée d’Orsay, dove si terrà una cena ufficiale con cinquanta capi di Stato e di governo, nonché degli alti rappresentanti delle principali organizzazioni internazionali.Domenica mattina (11 novembre), al termine di un incontro all’Eliseo, Tajani prenderà parte alle 11.00 alla solenne cerimonia militare all’Arco di Trionfo, insieme alle delegazioni dei capi di Stato e di governo, in memoria dei caduti della “Grande guerra”.Nel pomeriggio, Tajani interverrà al Forum della Pace, in programma a partire dalle 15:30 alla Grande Halle de la Villette.A conclusione dei lavori, Tajani depositerà presso il Fondo librario della Biblioteca della Pace – insieme agli altri leader – un libro di sua scelta, preso a simbolo del primo conflitto mondiale. Tajani ha scelto di donare “La guerra dei nostri nonni (1915-1918): storie di uomini, donne, famiglie” scritto da Aldo Cazzullo, giornalista del “Corriere della Sera”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In Algeria la celebrazione dei 50 anni dei Focolari in Nord Africa e Medio Oriente

Posted by fidest press agency su sabato, 29 ottobre 2016

tlemcenIl 16 ottobre 1966 arrivava a Tlemcen, città dell’Algeria, una Citroën 2 CV. A bordo tre focolarini: Salvatore Strippoli e Ulisse Caglioni, italiani, e Pierre Le Vaslot, francese. È l’inizio di un’avventura che in questi giorni festeggia 50 anni di presenza e di vita, e che dall’Algeria si è diffusa un po’ dappertutto in Nord Africa e Medio Oriente.
Racconta Mourad, medico: «Eravamo un gruppo di giovani che non sapevano esattamente cosa volessero fare; un niente ci faceva ridere. Un giorno abbiamo incontrato Gérard che ci ha invitati a prendere un tè a casa sua, il focolare. Varie volte siamo tornati, abbiamo parlato, cantato delle canzoni, erano belle canzoni che dicevano tante cose sulla vita. Si conosceva sempre più un ideale che ci ha riempiti, ci ha insegnato a vivere. Questo cinquant’anni fa. Ora ho 67 anni e continuo a vivere questo ideale, sono contento di viverlo; è un ideale che ci insegna a vivere l’amore tra le persone».
E Samira, studentessa: «Ho 21 anni. Sono molto colpita, riconoscente e incoraggiata dalle sane idee dei Focolari. Soprattutto dalla determinazione nel voler costruire ponti fra gli uomini e nel trasmettere valori morali e umani, per riunirci tra fratelli di tutti gli orizzonti e soprattutto ad Allah, nostro Signore, che è uno».
Omar, infermiere di sala operatoria: «La Pace sia con voi. Il Movimento dei Focolari mi ha insegnato a conoscere l’altro, anche se diverso, a saper apprezzarci, anzi ad arricchirci reciprocamente e ad andare al di là dei pregiudizi, talvolta secolari. Ho imparato a fare il primo passo verso l’altro, ad avvicinarlo come un fratello, con un amore disinteressato che è la chiave della fraternità».
E Mons. Henri Teissier, arcivescovo emerito di Algeri: «La Chiesa d’Algeria non è che un piccolo numero di cristiani, per il quale è importante essere inserito nella società algerina. Il Focolare ha puntato proprio sulla relazione, sul dialogo, senza nascondere la propria identità, ma lasciando agli amici algerini che si avvicinavano il compito di tradurlo nella propria cultura. Penso che il Focolare, così facendo, abbia risposto all’attesa della Chiesa. Evidentemente, questo li ha un po’ tagliati fuori dalla comunità cristiana radunata, ma indubbiamente il nostro obiettivo non è la comunità radunata, ma una comunità che cerca gli altri per ritrovarsi in una realtà che ci supera».
Il centro dei Focolari “Dar es Salam” di Tlemcen accoglie i due eventi che segnano la tappa di questo cinquantesimo:
– il secondo Congresso Internazionale dei Musulmani del Movimento dei Focolari (28-30 ottobre 2016), con partecipanti da tutta l’Algeria, dal bacino mediterraneo (Libano, Egitto, Giordania, Italia, Francia, Svizzera) e dal Canada;
– la Festa dei 50 anni del Movimento dei Focolari in Algeria (1-2 novembre 2016) con partecipanti dalle varie comunità e alcuni dei primi testimoni di quest’avventura, presente anche il copresidente dei Focolari Jesús Morán.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Celebrazione della canzone italiana con i “Dimmi di sì”

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

Palermo-Panorama-bjs-2Palermo: Sabato 26 settembre alle 21,30 sul palco del Dorian in piazza Don Bosco 11 a Palermo sarà una serata all’insegna della celebrazione della canzone italiana con i “Dimmi di sì”. Daniele Davì, Francesco Vannini e Daniele Zimmardi ci faranno immergere in una esibizione all’insegna della canzone italiana. In scaletta “Disperato erotico stomp” di Lucio Dalla, “Je so pazz” di Pino Daniele, “Vivere” di Vasco Rossi, “Il mio corpo che cambia” dei Litfiba, “Balliamo sul mondo di Ligabue, “Dieci ragazze” di Lucio Battisti.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inaugurazione cappella di Santa Brigida

Posted by fidest press agency su martedì, 19 luglio 2011

Bologna 20 luglio 2011 nella Basilica di San Petronio verrà inaugurata la Cappella di Santa Brigida recentemente restaurata L’inaugurazione prevede: alle ore 17.00 la celebrazione della Santa Messa; al termine presentazione dei lavori di restauro a cura dell’Arch. Silvio Vianelli e di Camilla Roversi-Monaco e Barbara Lavorini del Laboratorio degli Angeli S.r.l., con le ditte Leonardo srl e Camillo Tarozzi. Figura molto significativa del XIV secolo, sposa e madre di otto figli, consigliera di papi e re, venne in Italia, fermandosi anche a Bologna, per il giubileo del 1350. La Cappella di S. Brigida, fino al 1451 dedicata a S. Tecla, apparteneva alla famiglia Pepoli che la ebbe nel 1568. Durante il restauro generale del 1904 venne rifatta la cancellata a similitudine di quella antica della cappella di S. Michele (IX), venne riaperto il finestrone e sull’altare fu posto il polittico, dipinto su tavola da Tommaso Garelli nel 1477, su commissione dei sedici Riformatori dello Stato di Liberta per la loro cappella (X di S. Barbara). Esso rappresenta la Madonna con il Bambino, il Cristo in pietà, numerosi santi tra i quali, nella predella, S. Petronio con gli stemmi del Comune di Bologna ai lati. Nello stesso 1904 venne eseguito il sovrastante busto di S. Brigida in cotto policromo, opera di Giovanni Romagnoli. Molto interessanti sono pure i dipinti votivi che ornano le pareti laterali della cappella, eseguiti nel Quattrocento da autori diversi tra cui di Michele di Matteo, Giovanni da Modena (?), Francesco Lola, Luca da Perugia. Le condizioni generali della Cappella di Santa Brigida, prima del restauro che verrà inaugurato mercoledì prossimo, presentavano tipologie di degrado derivanti da vecchie infiltrazioni d’acqua dal manto di copertura e dalle pareti esterne, che avevano provocato, macchie, sbiancamenti, aloni, efflorescenze saline e significativi distacchi di materiale, sugli intonaci e i costoloni di parte della volta a crociera, nonché su buona parte degli intonaci decorati e affrescati. (tommaso garelli, luca da perugia)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Celebrazione della diversità

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 giugno 2011

Bergamo, a partire da venerdì 1 luglio la città di Bergamo presso la sede del Patronato, ubicato in Via M.Gavazzeni 3, e fino alla sua chiusura, l’11 settembre 2011. si vestirà di diversi colori in occasione del Primo Festival delle Culture Etniche e Tradizioni “Il Giardino dei Popoli”. Nel giardino del Patronato San Vincenzo si riuniranno i rappresentanti di diversi paesi dell’ Africa, Asia e America Latina che vivono nel Nord Italia, in particolare della Lombardia, per condividere il loro patrimonio sociale e culturale in quella che diventerà una vera celebrazione della diversità. Arte, musica, danza, tradizione, cibi internazionali, sport e attività accademiche fanno parte della programmazione del “Giardino dei Popoli”.
Il Giardino dei Popoli vedrà, sin dall’inizio, la nutrita partecipazione di artisti provenienti dai 3 continenti. L’apertura del Festival sarà a carico del gruppo AfroSoundAlafia, dell’artista camerunense Nathan Francesco, della banda tradizionale boliviana “Incontro” e dei ragazzi dell’Hip-Hop Live show. Per tutti i weekend estivi i bergamaschi possono incontrarsi e godere del meglio della cucina internazionale. Il buffet inaugurale della serata sarà un aperitivo che racchiuderà i diversi sapori e aromi del mondo. I partecipanti saranno deliziati con il miglior cibo del Brasile, Colombia, Bolivia, Cuba, Perù, India, Filippine, Nigeria, Camerun, Senegal, Congo e tanti altri. Pogramma inaugurale:
• Ore 18.00: Accoglienza ospiti con spettacolo fatto da bambini di oltre 15 nazionalità diverse.
• Ore 18:30 Taglio del nastro da parte di un rappresentante della curia di Bergamo e altre autorità. Preghiera e avvio del Festival.
• Ore 18:45 Spettacolo musicale del gruppo AfroSoundAlafia
• Ore 19:10 Discorso inaugurale e primo intervento dei servizi sociali educativi attivi sul territorio, referente sig.ra Dell’Orto.
• Ore 19:30 Buffet per gli ospiti
• Ore 20:00 Spettacolo di Francis Nathan, artista camerunense.
• Ore 20:40 Secondo intervento Dott. Alfio Tornello
• Ore 20:40 Esibizione gruppo etnico “ENCUENTRO” (musicisti boliviani)
• Ore 21:30 Interviste
• Ore 21:40 Spettacolo musicale gruppo AfroSoundAlafia
• Ore 22:30 Esibizione finale
• Ore 23:00 Live hip hop
• Ore 23:40 Chiusura

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La moneta elettronica

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 giugno 2011

“Prima o poi anche nel nostro Paese la moneta elettronica dovrà sostituire l’uso delle banconote, uniformandosi a ciò che accade già da tempo negli altri Paesi della Comunità Europea dove la circolazione del danaro contante è solo una ridotta percentuale dei flussi monetari”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), commentando la celebrazione del “no cash day”. “La gestione del contante -spiega Dona- è estremamente onerosa per gli aspetti legati alle risorse umane coinvolte, ai furti, alle perdite, alle apparecchiature, ai trasporti, alla sicurezza, alla conservazione, alla vigilanza e all’assicurazione: tutti costi che l’intero sistema e le banche fanno ricadere sui consumatori. Inoltre -prosegue il Segretario generale dell’UNC- la libera circolazione del contante incide sull’economia sommersa, sul ‘nero’ e, quindi, sull’evasione fiscale, per la mancata tracciabilità che lo contraddistingue”. “Ma le iniziative messe in atto dalle banche per scoraggiare l’uso delle banconote, come ad esempio la recente ‘trovata’ di applicare una commissione per i prelievi in contante allo sportello -spiega Massimiliano Dona- non fanno altro che penalizzare le fasce di clientela più deboli”. “Piuttosto, sarebbero auspicabili iniziative di informazione, costi di tenuta di carte e bancomat più contenuti e premi per i clienti virtuosi che prediligono l’utilizzo delle carte elettroniche. Un simile intervento economico -conclude Dona- sarebbe certamente stimolante e a lungo termine più redditizio”. (fonte Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In bicicletta Bari-Torino per i 150 anni di Unità d’Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2011

Bari 4 giugno alle 8,30 nella sala Giunta sarà l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Bari, Elio Sannicandro, su delega del Sindaco Michele Emiliano, a ricevere, un gruppo di ciclisti della FIAB che percorrerà l’intero tragitto di 1.200 Km fino a Torino in bicicletta nell’ambito del progetto “La strada giusta” (www.stradagiusta.it), ideato per celebrare i 150 anni di Unità d’Italia dal Comune di Chiaravalle (An) in collaborazione con la Federazione Italiana Amici della Bicicletta. Nel corso della cerimonia l’Assessore Sannicandro apporrà firma e sigillo del Comune di Bari su una pergamena, una sorta di lasciapassare dell’iniziativa, che riporta un estratto dell’art. 5 della Costituzione: “l’Unità d’Italia è un vincolo fondamentale della nostra carta costituzione”. Alla manifestazione, che non ha carattere agonistico e che verrà svolta senza mezzi motorizzati al seguito, parteciperanno Lello Sforza, Elio Cassano, Salvatore Scarasciulli, Giovanna Papeo di Bari; i fratelli Francesco e Angelo Venezia di Matera; Massimo Cerioni di Chiaravalle (consigliere nazionale FIAB e co-promotore dell’iniziativa insieme alla sua Amministrazione comunale); Patrizia Marani di Correggio (Re). Lungo il percorso si aggregheranno decine di partecipanti in bicicletta che pedaleranno per una o più tappe. Lungo il percorso annullo della pergamena riportante un estratto dell’art. 5 della Costituzione nei Comuni di Bari, Foggia, Vasto, Alba Ariatica, San Benedetto del Tronto, Numana, Sirolo, Ancona, Chiaravalle, Senigallia, Cesena, Imola, Bologna, Reggio Emilia.
L’arrivo a S. Mauro Torinese, alle porte di Torino, è previsto il 15 giugno per fare ingresso il giorno successivo insieme ad altri ciclisti arrivati pure in bici da altre città italiane fino in Piazza Carlo Alberto. La destinazione finale non è casuale. Torino, prima capitale del Regno d’Italia, sarà anche la città che ospiterà dal 16 al 19 giugno prossimi il 24° Cicloraduno nazionale della Federazione Italiana Amici della Bicicletta http://www.cicloraduno.it/, pure organizzato per rendere omaggio ai 150 anni di Unità d’Italia. Lo slogan del Cicloraduno è: “Bici 150. La Bicicletta Unisce l’Italia”.
Il progetto “La strada giusta”, che oltre al Bari-Torino prevede i seguenti itinerari:
1) Marsala-Firenze,
2) Trieste-Milano,
3) Olbia-Cagliari-Genova,
4) Aosta-Torino,
5) Faletto-Torino,
Ma che strada faranno i ciclisti in partenza da Bari? Tutta la via Adriatica fino a Rimini (corrispondente all’itinerario n. 6 della Rete CicItaliawww.bicitalia.org ), quindi la via Emilia passando per Bologna e per Reggio, sede del tricolore. Quindi, una volta arrivati sul Po la pattuglia ciclistica proseguirà lungo l’argine destro, tutto ciclabile, fino a Torino.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Esce let them talk

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 Mag 2011

Il 10 maggio uscirà su etichetta Warner Music LET THEM TALK, il primo album di Hugh Laurie. Meglio conosciuto come Dr House, dal ruolo che interpreta da anni nell’omonima serie televisiva americana, Hugh Laurie ha firmato il contratto con la Warner Bros Records nel 2010.
LET THEM TALK è stato prodotto da Joe Henry e registrato tra Los Angeles e New Orleans, l’album è una celebrazione del blues di New Orleans, un genere da sempre molto vicino all’anima musicale di Hugh Laurie, studente di pianoforte sin da bambino:”Lasciate che quest’album vi mostri quello che sono: un bianco della classe media inglese che sconfina apertamente nella musica e nei miti del sud americano”. Hugh Laurie, che ha basato l’intero album su pianoforte e voce, è stato raggiunto in studio dalla “regina di New Orleans” in persona: Irma Thomas. Insieme a lei, sono arrivati a dar manforte anche Alain Toussaint, supremo pianista blues, Sir Tom Jones e la sua leggendaria voce e l’idolo di Hugh da sempre Dr.John, che ha messo il suo tocco speciale in “After you’ve gone”. Spiritualmente ispirato da album dello stesso genere, come ad esempio “Buena Vista Social Club” di Ry Cooder e la colonna sonora di “Fratello, dove sei?” di T-Bone Burnett, LET THEM TALK di Hugh Laurie mette insieme una straordinaria selezione di canzoni appartenenti al patrimonio culturale americano, celebri musicisti e vere leggende del canto per sostenere questo repertorio troppo spesso trascurato:“non ho mai potuto sopportare di vedere questa musica confinata in una vetrinetta con la dicitura: “Cultura: da maneggiare solo se vecchi e di colore”. “Amo questa musica, nel modo più autentico che posso, e spero che anche voi l’amiate” (img3360)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo segretario provinciale D.C.Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 marzo 2011

L’avv. Claudio Mignone è il nuovo segretario provinciale di Roma della D.C. L’incarico gli permetterà di far parte di diritto del Consiglio nazionale della Democrazia Cristiana. A lui è affidatala riorganizzazione della presenza politica della Democrazia Cristiana nella provincia di Roma, nel provvedere alle operazioni di iscrizione alla D.C. per l’anno 2011 e nel procedere alla ricostituzione degli organismi politici direttivi previsti dallo Statuto del partito.  Il tutto finalizzato anche alla celebrazione del XXII Congresso nazionale della Democrazia Cristiana che prevediamo possa essere celebrato entro la fine del 2011.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concistoro: l’Arcivescovo di Palermo creato Cardinale

Posted by fidest press agency su sabato, 20 novembre 2010

L’Arcivescovo di Palermo Paolo Romeo, creato cardinale di santa romana Chiesa sotto il Titolo di Santa Maria Odigitria dei Siciliani. La celebrazione si è svolta stamani nella Basilica di San Pietro a Roma. “Avere ricevuto lo stesso titolo del Cardinale Salvatore Pappalardo – dichiara il neo cardinale di Palermo, Paolo Romeo – significa che siamo legati a questa terra di Sicilia, una terra che cammina e assumere una eredità importante che abbiamo sempre cercato di portare avanti. E’ questa la Chiesa in cui brillano tanti santi del passato da Santa Lucia a Santa Rosalia, come dei tempi più moderni, come il Beato Giacomo Cusmano, il Beato Francesco Spoto, il servo di Dio Pino Puglisi e San Benedetto il moro che proprio in questa terra ha conosciuto Cristo”. Significativo il fragoroso applauso nel momento in cui Benedetto XVI ha imposto la berretta cardinalizia a Romeo, allorquando si è levata una ovazione sia all’interno della Basilica di San Pietro a Roma, sia nella piazza dove un migliaio di fedeli giunti dalla Sicilia con ogni mezzo sono rimasti stoicamente sotto la pioggia battente pur di assistere alla liturgia dai maxi schermi. “La porpora significa accelerare il passo verso al santità e assumere un maggiore impegno nel servizio generoso e più radicale – ha aggiunto il cardinale Romeo – nel colore c’è il dare la vita che abbiamo ricevuto nel giorno del Battesimo e che ora diamo in un altro modo”. In mattinata il prologo della giornata si era svolto presso la chiesa di Santa Maria in Traspontina, dove il cardinale Romeo aveva celebrato l’Eucaristia, insieme ad altri vescovi, tra i quali l’Ausiliare mons. Carmelo Cuttitta, mons. Mimmo Mogavero, vescovo di Mazara del Vallo, mons. Michele Pennisi, Vescovo di Piazza Armerina. Alla celebrazione erano pure presenti una quarantina di sacerdoti, diaconi e gli assessori regionali Caterina Chinnici e Gaetano  Armao e il presidente della provincia regionale di Palermo Giovanni Avanti. A San Pietro invece era presente anche il sindaco di Palermo Diego Cammarata ed altri esponenti politici venuti dalla Sicilia. “Esprimo la mia gratitudine a quanti sono intervenuti alla celebrazione e che mi hanno espresso il loro affetto – ha detto l’Arcivescovo – questo è il segno del vincolo di unione con il loro Pastore”.
Nel pomeriggio il cardinale ha ricevuto in sala Paolo VI, in Vaticano, almeno 500 persone intervenute, per quella che un tempo si chiamava la “visita di calore” e che adesso, molto più semplicemente viene denominata “visita di cortesia”. Tra coloro che hanno reso omaggio al neo Cardinale anche l’Arcivescovo di Firenze mons. Giuseppe Betori ed altri prelati della Curia romana.
Domenica 21 novembre, Solennità di Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’Universo, alle ore 9.30 nella Basilica di San Pietro, avrà luogo la solenne Concelebrazione della Santa Messa con i nuovi Cardinali e la consegna dell’Anello cardinalizio. Dopo la cerimonia il Collegio Cardinalizio conterà 203 Membri, dei quali 121 Elettori, suddivisi nei cinque continenti come segue: Europa: 111, America del Nord: 21, America Latina: 31, Africa: 17; Asia: 19 e Oceania: 4. In qualità di Consiglieri del Santo Padre, i Cardinali operano collegialmente con il Papa nei Concistori convocati e presieduti dal Romano Pontefice. I Concistori possono essere Ordinari e Straordinari. Nel Concistoro Ordinario si riuniscono i Cardinali presenti a Roma, con Vescovi, Sacerdoti ed invitati speciali. Il Papa convoca i Concistori Ordinari per esaminare importanti questioni e per conferire speciale solennità ad alcune celebrazioni. Con il Concistoro Straordinario il Papa convoca tutti i Cardinali per esaminare alcune urgenze particolari della Chiesa o affari di grande gravità.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Agenda assessori Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 ottobre 2010

Roma 29/10/2010 Vicesindaco Cutrufo ore 12: Musei Capitolini, Sala Pietro da Cortona, piazza del Campidoglio 1 Il vicesindaco, Mauro CUTRUFO, interviene alla presentazione della manifestazione “La Corsa dei Santi”.
Ore 17: Complesso monumentale del Vittoriano, Museo Centrale del Risorgimento, Sala Unità d’Italia, via San Pietro in Carcere Il vicesindaco, Mauro CUTRUFO, partecipa alla celebrazione per il 40° Anniversario del Primo Statuto della Regione Lazio. Assessore Croppi Ore 11: Casina della Civette – Villa Torlonia, via Nomentana 70 L’assessore alle Politiche Culturali  e della Comunicazione, Umberto CROPPI, partecipa alla inaugurazione della mostra “In nome della rosa – La rosa tra liberty e déco, simbolismi e geometrie nelle arti applicate del primo novecento”.
Ore 19.30: Macro Testaccio – La Pelanda, piazza Orazio Giustiniani 4 L’assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione, Umberto CROPPI, partecipa alla inaugurazione della mostra “LABIRINTO FELLINI – Invenzioni di Dante Ferretti e Francesca Loschiavo/Mostra La Grande Parata”. L’esposizione, promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione di Roma Capitale in occasione del Festival Internazionale del Film di Roma, nel cinquantesimo anniversario de “La Dolce Vita” e a novant’anni dalla nascita di Federico Fellini, è ideata da Camilla Morabito e prodotta dalla Cineteca di Bologna.
Assessore De Lillo Ore 10: Sala del Carroccio, Campidoglio L’assessore all’Ambiente, Fabio DE LILLO, presenta il progetto di sterilizzazione gratuita dei cani e gatti randagi in collaborazione con l’associazione Asta (Associazione per la salute e la tutela degli animali). Partecipa Federico COCCIA, consulente tecnico-veterinario.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vecchietta: 600 anni ma non li dimostra

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2010

Castiglione d’Orcia (Siena), 10 agosto dalle ore 18.00 cerimonia di celebrazione del sesto centenario della nascita di Lorenzo di Pietro detto il Vecchietta.
Il Vecchietta nacque a Siena il 10 agosto 1410 da una famiglia originaria di Castiglione, lo splendido centro della Valdorcia che a lui ha voluto dedicare la sua piazza principale e che nella Sala d’Arte San Giovanni conserva una bella Madonna col Bambino dovuta alla mano del maestro.
L’iniziativa curata da Gabriele Fattorini, sostenuta dalla Fondazione Musei Senesi e prodotta dal Comune di Castiglion d’Orcia, si terrà proprio presso la Sala d’Arte San Giovanni che per oltre due mesi accoglierà un capolavoro segreto da una prestigiosa collezione privata: la scultura lignea dipinta raffigurante il San Giacomo minore attribuita al Vecchietta da Giovanni Previtali. L’opera datata agli anni 1440-1445, può essere considerata come la più antica figura scolpita dal Vecchietta e fu esposta l’ultima volta al pubblico nella mostra senese Scultura dipinta del 1987. Una figura di notevole forza e impatto, capace di preannunciare le grandi sculture della maturità ancora conservate a Siena: dai Santi Pietro e Paolo scolpiti in marmo tra il 1458 e il 1462 per la Loggia della Mercanzia, ai bronzi destinati alla chiesa dell’ospedale di Santa Maria della Scala (il colossale ciborio completato nel 1472 e traslato fin dal 1506 sull’altare maggiore del duomo; l’espressivo Cristo risorto ultimato nel 1476 e rimasto invece in loco).
L’Assessore alla Cultura del Comune di Castiglione d’Orcia, Andrea Valenti, farà gli onori di casa nella cerimonia di apertura nella Sala Consiliare del Palazzo Comunale di Castiglione d’Orcia  dove interverranno parte Marco Saletti (Assessore alla Cultura della Provincia di Siena), Gianni Resti (Presidente della Fondazione Musei Senesi), Gabriele Fattorini (Direttore della Sala d’Arte San Giovanni), Alberto Olivetti (Ordinario di Estetica nell’Università degli Studi di Siena) e l’autore di Algol Adalberto Mecarelli.Una volta presentato al pubblico il San Giacomo minore nella Sala d’Arte San Giovanni, la serata proseguirà con “Calici di stelle” finché, all’imbrunire, sulla Rocca di Tentennano, prenderà forma la figura di Algol. (vecchietta, detail)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Giornata della donna

Posted by fidest press agency su domenica, 7 marzo 2010

Il Presidente del Parlamento europeo, Jerzy Buzek, aprirà lunedì la sessione plenaria con una dichiarazione per commemorare la celebrazione della novantanovesima Giornata internazionale della donna.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Padre Lombardi nel 30° della morte

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 dicembre 2009

Roma 13 dicembre, alle ore 18,30, una solenne celebrazione Eucaristica nella Parrocchia di Santa Maria in Traspontina (Via della Conciliazione, 12), presideduta da mons. Josef Clemens, Segretario del Pontificio Consiglio per i Laici,  preceduta alle 17,00 da una conferenza del giornalista Giancarlo Zizola sul tema “La riforma della Chiesa e la sfida del Regno nella ricerca di Padre Riccardo Lombardi: attualità di un presagio”.  Trent’anni fa, il 14 dicembre 1979. Rocca di Papa, moriva Padre Riccardo Lombardi protagonista di una delle pagine più dense della storia della Chiesa (e non solo) della seconda metà del XX secolo.  L’avvenimento sarà ricordato in tutto il mondo con una serie di celebrazioni eucaristiche promosse dal Servizio di Animazione Comunitaria per un Mondo Migliore che dalla sua morte porta avanti il progetto iniziato dal sacerdote gesuita.
Nato a Napoli il 28 marzo 1908 da famiglia piemontese, P. Lombardi entra da giovanissimo nella Compagnia di Gesù e viene assegnato, dopo il periodo di formazione, al Collegio degli Scrittori della Civiltà Cattolica. Nel 1938 il suo momento di svolta con l’impegno a predicare prima nelle università e poi nelle piazze italiane invitando tutti alla conversione personale e collettiva e trovando, ovunque, vasti consensi. Il momento più visibile della sua predicazione si svolge per tutta l’Italia, anche via radio, in un momento particolarmente critico per il nostro Paese: il periodo tra le elezioni della Costituente nel 1946, e quelle politiche del 1948. Lo scenario era dominato dallo scontro diretto tra la Democrazia Cristiana (DC) e il Partito Comunista Italiano (PCI). La posta in gioco era la leadership politica e morale della repubblica nascente. In mezzo a queste lotte, nel ’48 prese forma la serie più famosa di predicazioni di Lombardi, la così detta “Crociata della Bontà”, in cui veniva annunciato, ad un’Italia messa in ginocchio dalla guerra e profondamente dilaniata e divisa, il bisogno di amore e riconciliazione come presupposto per voltare pagina e costruire una nuova civiltà, centrata su Gesù e non su regimi totalitari e sanguinari.  L’impegno e l’attività del gesuita era seguito attentamente da Papa Pio XII che, nel febbraio del 1952, pronunzia il famoso proclama per “un mondo migliore”.  La sua attività per l’annuncio del Vangelo porta Padre Lombardi a  formare un gruppo di animazione comunitaria presente oggi in Italia ed in una trentina di paesi del mondo con molti membri tra vescovi, sacerdoti diocesani, religiosi, diaconi permanenti, religiose, e laici che promuovono varie forme di animazione tra cui i progetti pastorali che coinvolgono milioni di persone in circa cento diocesi del mondo. I suoi membri  sono espressione delle diverse vocazioni presenti nella Chiesa ed ognuno di loro conserva l’appartenenza alla propria condizione e comunità di origine la cui vocazione è chiamato ad esprimere nel gruppo. L’idea di fondo che guidò padre Lombardi e che oggi guida i suoi seguaci era quella di recuperare una visione di Chiesa che fosse coerente con la dottrina del Vaticano II.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: “Più libri più liberi”

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 dicembre 2009

Roma 5 dicembre, ore 16.00 “Più libri più liberi” Palazzo dei Congressi, Piazzale Kennedy,  Sala Diamante Fiera nazionale della piccola e media editoria. Incontro con gli scrittori invitati: José Pablo Feinmann (Argentina), Claudio Naranjo (Cile), Martha Robles (Messico) Coordinatori: Omero Ciai e Paolo Migliavacca Interventi di: Patricia Rivadeneira, Segretario Culturale IILA e di Giuliano Compagno, Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma. L’evento si collega con la seconda edizione di “América Latina Tierra de Libros”: Bicentenario del Verbo América”, che inaugurerà le celebrazioni in Italia del Bicentenario dell’Indipendenza dei Paesi dell’America Latina. Il Bicentenario commemora la nascita di una comunità di stati sovrani che hanno trasformato in maniera sostanziale l’assetto del mondo contemporaneo e la loro indipendenza che ha permesso di integrare e unificare gli interessi del Continente in un’ottica internazionale futura. Indipendenza iniziata nel 1808 con il trasferimento della Corte Portoghese in Brasile e proseguita nel 1809-1811 con i moti libertari del primo ciclo delle indipendenze in Bolivia ed Ecuador (1809); Argentina, Cile, Colombia e Messico (1810); Paraguay, Uruguay e Venezuela (1811). L’occasione consente ad alcuni dei più importanti esponenti del pensiero critico latinoamericano di partecipare ad una serie di incontri per riflettere sull’identità dei loro Paesi e sul significato dell’indipendenza e dell’emancipazione americana rispetto alle potenze europee: il teologo colombiano Guillermo León Escobar Herrán, il filosofo e accademico argentino José Pablo Feinmann, lo psichiatra e antropologo cileno Claudio Naranjo, la scrittrice e giornalista messicana Martha Robles.  L’IILA presenterà per l’occasione la nuova collana “Narramérica”, ideata dall’Istituto e pubblicata insieme alla casa editrice Fahrenheit. Il primo volume della collana, diretta dal Segretario Culturale dell’IILA Patricia Rivadeneira, dal titolo “L’immaginazione eccentrica: 15 racconti e 2 leggende del Centro America ” è curato da Héctor Febles. L’IILA sarà presente all’interno di “Più libri più liberi” con uno stand con il meglio dell’editoria latinoamericana, allo scopo di promuovere la narrativa, la poesia e la saggistica, e per incrementare lo scambio editoriale e di cooperazione con gli operatori italiani del settore. Saranno presenti per la prima volta gli editori Emiliano De Bin, Ediciones Colihue S.r.l. (Argentina); Cassiano Machado, Editorial CosacNaifi (Brasile); Lucas Telles, Editora Rocco Ltda (Brasile) e, grazie alla collaborazione dell’Istituto Cervantes di Roma, lo spagnolo Alfredo Landman, Gedisa editorial.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anno pastorale nel nome di padre Puglisi

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 settembre 2009

Palermo. Come consuetudine, ormai da qualche anno, domani 15 settembre, memoria della Beata Vergine Maria Addolorata, in occasione del XVI anniversario del martirio del Servo di Dio, padre Pino Puglisi, si apre l’anno pastorale nell’Arcidiocesi di Palermo. L’appuntamento è in Cattedrale alle 18, dove l’Arcivescovo mons. Paolo Romeo presiederà una solenne celebrazione Eucaristica.  “Ciascuno si impegni a far vibrare in tutta la diocesi quel cuore che ha tanto amato Dio, la Chiesa, gli uomini – dice l’Arcivescovo – solo così il suo ministero tragicamente interrotto da una mano assassina, potrà continuare a esistere”. Alla celebrazione sono stati invitati presbiteri, diaconi, religiosi, membri dei consigli pastorali diocesani e parrocchiali, ministri istituiti e straordinari della Comunione, membri delle aggregazioni laicali, delle confraternite, delle associazioni e dei movimenti ecclesiali. Intanto l’Arcivescovo venerdì scorso, in occasione della conferenza stampa durante la quale sono state presentate le celebrazioni per ricordare padre Puglisi ha ricordato che è tuttora in corso la causa per il riconoscimento del martirio del sacerdote. “La Congregazione per le cause dei santi, dopo l’esame della “positivo”’, ha chiesto un approfondimento ulteriore. In pratica si vuole stabilire se padre Puglisi sia stato ucciso in “odium fidei”, ossia in avversione nei confronti della fede, e se, quindi, possa essere considerato un martire”. Nell’ambito delle celebrazioni in onore di 3P, in serata alle ore 21 al Centro Polivalente Sportivo saranno organizzati momenti di musicalità con Lello Analfino e Lino Costa dei Tinturia. Interverranno Sasà Salvaggio e Massimo Minutella. Nell’occasione sarà presentata la canzone “L’aquila maestra”, dedicata a padre Pino Puglisi, composta dai volontari del Centro Padre Nostro, Marco Ferrigno e Antonella Pantaleo, cantata dai ragazzi di Brancaccio.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Flower Power” per l’anniversario di Woodstock

Posted by fidest press agency su martedì, 11 agosto 2009

New York presso l’ormai famoso terreno agricolo della famiglia Yasgur localizzata a Bethel, nello stato di New York, a 45 miglia dalla città di Woodstock. Sir Ivan, blasonato pacifista, musicista e fondatore della The Peaceman Foundation – che combatte i crimini dettati dall’odio e promuove l’assistenza a coloro che soffrono di disturbi da stress post traumatico (PTSD) – ha annunciato in data odierna che l’unico evento di beneficenza organizzato dalla sua Fondazione per quest’anno è Castlestock, celebrazione del quarantesimo anniversario di Woodstock. Tale evento avrà luogo sabato 22 agosto 2009, a 40 anni di distanza dal Festival di Woodstock. Con Castlestock si intende evocare l’atmosfera e lo spirito con cui fu organizzato Woodstock e raccogliere fondi per la suddetta Fondazione. L’evento di raccolta fondi si svolgerà presso il castello di Sir Ivan: un maniero in stile medievale di tre piani con 20 stanze per complessivi 15.000 piedi quadrati, situato in una curatissima proprietà di cinque acri.  Sir Ivan, che ha di recente completato il suo album di debutto ispirato agli anni Sessanta, “I Am Peaceman”, eseguirà il primo singolo estratto da tale album – “Kumbaya – Give them Love” – durante l’evento Castlestock per un selezionato gruppo di spettatori. Sir Ivan ha fondato The Peaceman Foundation ispirandosi soprattutto alla propria storia familiare. Il padre, il defunto Siggi B. Wilzig, era un sopravvissuto dell’Olocausto imprigionato per due anni nei campi di concentramento di Auschwitz e Mauthausen e duramente provato dall’uccisione di 59 parenti ad opera dei nazisti. Partendo dal nulla, Siggi Wilzig era riuscito poi a costruire un impero bancario multimiliardario. È stato inoltre un filantropo di fama mondiale che ha fondato il Wilzig Hospital presso Jersey City, nello stato del New Jersey e che su richiesta dell’allora presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter ha fatto parte della Commissione Presidenziale sull’Olocausto assieme al premio nobel per la pace Elie Wiesel.
The Peaceman Foundation è un ente no-profit costituito secondo le leggi dello stato di New York ed esente da alcune imposte secondo la norma federale 501(c)(3). Parte del ricavato dei biglietti sarà devoluta in beneficenza ed è deducibile dalle tasse nei termini fissati dalla legge. Verrà rilasciata una ricevuta in cui sarà precisato l’ammontare dell’importo devoluto in beneficenza. Copia dell’ultimo rendiconto annuale della The Peaceman Foundation può essere richiesta presso il Vista Tax Group, 120 Columbia Turnpike, Florham Park, New Jersey 10932 o presso il Charities Bureau del procuratore generale di stato de New York – FOIL Officer, 120 Broadway, New York, New York 10271.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convegno pastorale diocesano

Posted by fidest press agency su sabato, 1 agosto 2009

Pianazze 4 – 5 settembre 2009 Villa Regina Mundi Diocesi Piacenza-Bobbio  I primi passi della Missione Popolare Diocesana Venerdì  4 Settembre Ore 17,00  Preghiera d’inizio e introduzione al Convegno  Ore 17,30 Gesù e i discepoli nel Vangelo di Luca. L’inizio della missione  don Roberto Vignolo, biblista, Facoltà teologica interregionale, Milano-Lodi   Ore   21.00 “Laudato si’, mi’ Signore” Veglia ecumenica di preghiera  Sabato 5 Settembre Ore  8,00  Celebrazione delle Lodi  Ore  9,00 Presentazione della Lettera Pastorale S.E. mons. Gianni Ambrosio  Ore  10,30 La Chiesa della missione  S. E. mons. Franco Giulio Brambilla, Vescovo Ausiliare di Milano,  Preside della  Facoltà Teologica interregionale ore 12.00  Celebrazione eucaristica. Ore  15,00 La Missione di tutti. Stile e compiti dei missionari Introduce don Giuseppe Busani  La chiesa della missione e’..  Laboratori  Ore 17.30 Conclusioni

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Arma dei Carabinieri ha celebrato il 195° di Fondazione

Posted by fidest press agency su domenica, 7 giugno 2009

A Roma, il 5 giugno, si è celebrata con una solenne cerimonia a Piazza di Siena, alla presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano accompagnato dal ministro della Difesa, on. Avv. Ignazio La Russa, dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Vincenzo Camporini, e dal Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Gianfrancesco Siazzu, con lo schieramento di tre Reggimenti di formazione rappresentativi di tutte le componenti dell’Arma. Nella tribuna d’onore, erano anche il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, il presidente della Camera Gianfranco Fini, il ministro degli Interni Roberto Maroni. (fonte http://www.cybernaua.it con reportages e servizio fotografico)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »