Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘centralità’

Fnopi: Dare centralità alle politiche per la salute

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 settembre 2019

“La crisi di Governo non è un fatto esclusivamente legato a maggioranze e minoranze parlamentari e alle capacità comunicative/decisionali dei partner di governo, ma coinvolge innanzitutto i cittadini e, soprattutto, può mettere a rischio l’esigibilità del loro diritto alla salute se non si darà continuità e centralità alle politiche per la salute”
Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche (FNOPI) lancia un appello perché con la crisi non si blocchi il processo di crescita, adeguamento e innovazione in atto dell’assistenza sociosanitaria.
Necessario chiudere velocemente il nuovo Patto per la Salute per blindare gli indispensabili 3,5 miliardi di aumento del Fondo sanitario nazionale previsto con l’ultima legge di bilancio e per portare a compimento le innovazioni in esso contenute a partire da: messa a sistema dell’infermiere di famiglia come da numerosi sondaggi richiede oltre l’85% dei cittadini, la valorizzazione delle competenze della professione Infermieristica e del Nuovo infermiere, innovazione dei modelli organizzativi per l’ottimale presa in carico delle vecchie e nuove fragilità, standard dell’assistenza sanitaria territoriale, revisione dei criteri di commissariamento delle Regioni che finora hanno prodotto risultati importanti dal punto di vista economico meno dal punto di vista della qualificazione dei servizi e del diritto alla salute. Un Patto che ha visto un confronto con tutti i protagonisti del Servizio sanitario nazionale (Ssn) attraverso la maratona di ascolto degli stakeholder promossa dal ministro Grillo. In ballo, da chiudere a stretto giro, anche molti altri importanti provvedimenti come l’accordo Stato-Regioni su ospedali di comunità che deve essere approvato subito. Anche in Parlamento serve procedere speditamente sui disegni di legge che introducono la figura dell’infermiere di famiglia e la possibilità per le professioni non mediche di esercitare attività intramoenia, che secondo FNOPI deve essere volta a garantire il principio della libera scelta del cittadino e non invece un modo per aggirare le inefficienze del canale istituzionale.
Come pure il disegno di legge sulla violenza nei confronti del personale sanitario, che ormai fermo in Parlamento da troppi mesi necessità di un’importante accelerazione per la sua definitiva approvazione.
E ancora. Non più rinviabili le azioni che possono incidere positivamente sull’effettività’ dei Livelli Essenziali di Assistenza in tutte le Regioni del Paese, garantendo così equità di accesso ai servizi. Su tutte dare risposte incisive al problema delle carenze del personale soprattutto alla luce degli effetti di Quota100: di infermieri ne mancano oltre 50mila che con Quota 100 rischiano di aumentare fino a 75mila e con i normali pensionamenti ancora di più. Senza nuove assunzioni si rischia il collasso. La norma sblocca assunzione prevista nel Decreto Calabria è un primo passo apprezzabile, ma serve molto di più.
Responsabilità, coraggio per innovare e cambiare davvero, tutti insieme, il SSN sulla base delle evidenze e in funzione dei nuovi bisogni delle comunità è l’unica strada per garantire alla future generazioni il Diritto alla Salute e la più grande opera pubblica realizzata nel nostro Paese: il Ssn.
Su questo gli infermieri, che ogni giorno, 24 ore su 24, sono accanto a chi soffre assistendo chi ne ha bisogno, sono pronti a collaborare con tutti: Associazioni di cittadini e pazienti, istituzioni, tutte le altre professioni, mondo scientifico e accademico. Ci aspettiamo dal Governo e dal ministro della Salute che verrà la nostra stessa volontà di collaborare e di coinvolgere tutti nei processi di formazione delle decisioni in sanità.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Centralità alla lettura nel futuro del Paese

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

“I primi segnali sui risultati dell’anno 2018 dell’industria editoriale libraria evidenziano una sostanziale tenuta del settore nel quadro di un generale rallentamento dell’economia ma questo non basta: occorrono misure forti per ridare centralità alla lettura nel futuro del Paese”. È l’appello lanciato dal presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Ricardo Franco Levi al Governo nel corso dell’incontro convocato dal Ministro Bonisoli con l’industria editoriale per discutere delle prospettive del settore.“Per questo – ha proseguito Levi – è fondamentale sostenere e allargare la domanda di cultura. I linguaggi ormai sono i più diversi: in molti di questi settori si è già intervenuti. Considerata l’importanza del libro è indispensabile una politica che rafforzi libro e lettura, a partire dalla conferma della 18app, che si è rivelata uno strumento prezioso, e dalla straordinaria iniziativa di promozione della lettura che, da quattro anni, è #ioleggoperché. Non chiediamo contributi per gli editori ma promozione della lettura, sostegno – anche fiscale – a librerie e biblioteche, investimenti per l’innovazione”.“Il libro – ha proseguito – è un elemento fondamento della società della conoscenza. É uno strumento di cittadinanza. Per questo va riaffermato il suo valore nell’istruzione e nella formazione lungo tutto l’arco della vita, per garantire democrazia e competenze necessarie per lo sviluppo nella società della conoscenza. E’una battaglia di civiltà in cui muoversi insieme e davvero con forza”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Centralità del pediatra di libera scelta nella cura del bambino e dell’adolescente

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 gennaio 2019

Si chiede: il prolungamento dell’assistenza sanitaria pediatrica sino alla maggiore età, vantaggi derivanti dall’impiego di personale di studio, applicazione e rispetto delle norme contenute negli accordi collettivi nazionali come segno di affidabilità della controparte amministrativa e politica. Sono questi i principali spunti, e allo stesso tempo le richieste messe sul tavolo dai pediatri di famiglia, emersi dal convegno “I pediatri e le sfide del nuovo millennio: denatalità e organizzazione sanitaria”, organizzato dalla sezione regionale Puglia di Simpef – Sindacato Medici Pediatri di Famiglia nel weekend a Bari.
Durante i lavori, che hanno affrontato il tema denatalità e le sue ripercussioni sul sistema delle cure pediatriche, il dibattito tra pediatri di libera scelta, clinici, esperti e decisori politici regionali e nazionali ha fatto emergere alcune proposte che Rinaldo Missaglia, Segretario nazionale Simpef illustra. “In primo luogo – premette il Segretario – è opportuno ricordare come da anni non si sottoscrivono convenzioni rinnovate, nel senso di un adeguamento alle radicalmente mutate condizioni sociali e sanitarie dell’infanzia e dell’adolescenza, ma non solo. Intere parti di sostanza degli Accordi collettivi nazionali vigenti non sono ancora applicate o sono unilateralmente ed improvvidamente disattese dalle amministrazioni regionali. Inoltre, l’ultimo accordo, siglato pochi mesi fa, è scaduto il 31 dicembre; siamo nuovamente in una situazione di vacatio. Ed è per questo che, con grande senso di responsabilità civile oltre che professionale, ci rivolgiamo al rinnovato Comitato di Settore Sanità perché si attivi per avviare le procedure per la riapertura del tavolo di discussione, indicando a SISAC – Struttura Interregionale Sanitari Convenzionati, nella sua eventualmente rinnovata composizione, di procedere alla relativa convocazione, quanto mai opportuna.”Venendo quindi alle proposte, Missaglia chiarisce: “È sotto gli occhi di tutti, la montante criticità della fase di vita adolescenziale, stretta tra un crescente complesso di inadeguatezza, ansia, ma anche de-responsabilizzazione delle figure adulte di riferimento, compresi i genitori, e stili e condizioni di vita inappropriati, dalla sedentarietà all’abuso di quanto le moderne tecnologie di comunicazione mettono a disposizione. In questa situazione, oggi il ragazzo è di fatto, assistenzialmente, ‘abbandonato a sé stesso’. Andrebbe accolta e perseguita la disponibilità dei pediatri di famiglia ad assicurare la propria competenza assistenziale a tutti gli assistibili, fino al compimento della maggiore età posta, sia scientificamente sia legalmente, al diciottesimo anno di vita. In questo modo si garantirebbero, in maniera appropriata, le cure necessarie in un’età socio-sanitariamente problematica.” Secondo il Segretario nazionale Simpef: “Sotto questo punto di vista, la figura e il ruolo del pediatra, considerato dalle famiglie un punto fermo nella cura e nell’assistenza, sono fondamentali e la nostra attività professionale dovrebbe essere sostenuta e ampliata. Occorrerebbe migliorare e rendere maggiormente efficiente la presa in carico dei piccoli assistibili, grazie soprattutto alla messa a loro disposizione di pediatri di libera scelta che possano avvalersi dell’opera di collaboratori di studio infermieristici ed amministrativi per lo svolgimento della propria attività professionale.” “Nel corso dell’incontro di Bari – conclude Missaglia – su questi temi sono stati sensibilizzati tanto rappresentanti della società civile, di authority a tutela dell’infanzia e adolescenza quanto autorevoli esponenti delle Istituzioni parlamentari, quali l’On. Francesca Galizia e il Sen. Ubaldo Pagano. Tutti hanno condiviso la necessità di approfondire queste problematiche al fine di ottenerne l’opportuna risoluzione. Ci auguriamo che alle parole seguano fatti concreti.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

HE come human energy, Experience indica la centralità dell’esperienza

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 dicembre 2016

energiaUna piattaforma HR focalizzata sulle persone e non solo sui processi. È HExperience, la nuova soluzione di Inaz, una delle più importanti società italiane di software e servizi per l’amministrazione e la gestione delle risorse umane. Da sempre orientata a fornire al mercato le soluzioni più avanzate per organizzare al meglio le persone e il lavoro nelle aziende, Inaz presenta uno strumento allo stesso tempo semplice da usare, collaborativo, intuitivo per tutti gli utenti – dipendenti, responsabili di funzione e direzione, ma anche tecnologico e potente. «Con HExperience abbiamo sintetizzato in una sola soluzione l’approccio di Inaz all’organizzazione aziendale –spiega l’amministratore delegato Linda Gilli–. HE sta per “human energy”, il nostro claim, perché sono le persone a mettere in moto l’energia delle imprese. Experience significa esperienza d’uso soddisfacente sotto ogni punto di vista, perché la piattaforma è pensata per le persone, accessibile da ogni device e dove ogni dato è unico ed esatto e che si adatta a ogni infrastruttura aziendale, con fase di startup rapida e consulenza e aggiornamento sempre garantiti da Inaz». La piattaforma HExperience è costituita da un database unico, che raccoglie tutte le informazioni in real time, e dove la qualità del dato è garantita, perché ogni dato è unico, esatto, convalidato. Senza bisogno di fogli di calcolo o processi non in linea, tutte le informazioni sulla forza lavoro sono subito disponibili.
Sul database si innestano i prodotti scelti da ogni cliente, a seconda delle sue esigenze: Risorse Umane per gestire le persone in modo strategico, favorendo comunicazione e flessibilità organizzativa: Presenze, Nota Spese, Portale per facilitare e promuovere la collaborazione e la condivisione delle informazioni all’interno dell’organizzazione.«Gli obiettivi che si possono raggiungere con HExperience sono molteplici –commenta sempre Gilli–. Cresce il coinvolgimento delle persone in azienda perché le funzioni self-service favoriscono operazioni HR veloci e facili. Sono i dipendenti stessi ad aggiornare i propri dati e comunicare con l’azienda e i propri responsabili, e anche la comunicazione da azienda a dipendente è semplice e immediata. Dal lato della direzione si ha una visione più completa di tutte le informazioni: si fa rete, si formano gruppi, si condividono le informazioni e gli obiettivi, si conoscono in modo immediato i talenti delle persone e se ne possono sfruttare le potenzialità».HExperience è una piattaforma che si adatta alle esigenze di ogni realtà aziendale, con qualsiasi modello di business e qualunque sia la struttura geografica ed organizzativa. «Uno strumento tecnologico e avanzato –conclude Gilli– per mettere a frutto tutta la “human energy” che c’è in azienda e prendere decisioni strategiche».
Inaz Srl è una delle più importanti realtà italiane nella produzione software ed erogazione servizi per l’amministrazione e la gestione delle risorse umane. Con una rete di agenzie e punti assistenza in tutta Italia, Inaz offre le sue soluzioni a più di 10mila installazioni fra aziende, pubblica amministrazione, studi professionali, consulenti del lavoro e associazioni di categoria. Inaz, con il suo Centro Studi, è anche punto di riferimento per imprese e professionisti in tema di aggiornamento, consulenza e formazione. La sede centrale è in Viale Monza 268 a Milano. http://www.inaz.it

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pazienti in dimissione

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 aprile 2012

Milano

Cernusco sul Naviglio (Italy) - Naviglio Marte...

Cernusco sul Naviglio (Italy) - Naviglio Martesana Italiano: Naviglio Martesana a Cernusco sul Naviglio (MI) (Photo credit: Wikipedia)

. Il Centro di riabilitazione psichiatrica Sant’Ambrogio Fatebenefratelli di Cernusco sul Naviglio (MI), a partire dal 16 aprile 2012 metterà a disposizione dei residenti della Regione Lombardia la nuova Comunità Riabilitativa ad Alta Assistenza – CRA “Fra Raimondo Fabello”, per l’accoglienza di 16 pazienti in dimissione dall’Ospedale Psichiatrico Giudiziario (OPG) di riferimento. Il servizio vuole essere di supporto al progetto di chiusura degli OPG, offrendo agli ospiti in dimissione l’accompagnamento al reinserimento territoriale nelle varie forme: in casa o in una struttura residenziale più “leggera” per la prosecuzione del programma riabilitativo. L’offerta riguarda persone che sono al termine del loro percorso istituzionale e devono affrontare la dimissione e il reinserimento nella società, momento molto critico e gravato da forte ambivalenza. Risponde inoltre al bisogno di sostanziare le nuove disposizioni legislative in materia con risposte pratiche, che consentano l’avvio effettivo di percorsi di reinserimento e graduale restituzione sociale per persone per cui non sussista più l’attualità di pericolosità sociale, ma necessitino ancora di un ambito riabilitativo sufficientemente assistito.Si tratta di persone che hanno spesso alle spalle situazioni familiari difficili o comunque non in grado di offrire sostegno e che non hanno una rete sociale che possa sostenerli in modo adeguato, cessato il contenimento, repressivo ma anche di supporto, che l’istituzione ha garantito loro, spesso per periodi molto protratti. Il programma riabilitativo si rivolgerà soprattutto alla dimensione dell’ “abitare” e delle attività della vita quotidiana a cui tutti gli Ospiti saranno chiamati a collaborare, nella misura delle loro capacità: verrà promossa la partecipazione e la condivisione in modo che tutti si sentano responsabili della vita nella comunità. La richiesta di ammissione da parte del DSM della sola Regione Lombardia va condivisa dalla Direzione dell’OPG di provenienza ed autorizzata dall’ASL di competenza.
Il Centro Sant’Ambrogio della Provincia Lombardo-Veneta Fatebenefratelli – Ordine di San Giovanni di Dio, presenza storica di Cernuasco sul Naviglio (MI) opera nell’assistenza psichiatrica dal 1939. In armonia con la missione dell’Ordine dei Fatebenefratelli, che consiste nell’attribuire piena centralità al valore della persona umana, il Centro è in grado di offrire percorsi curativi, riabilitativi e di reinserimento sociale differenziati secondo le diverse patologie in un ambiente che consenta l’autonomia delle persone, la loro capacità di apprendere dall’esperienza, che faciliti momenti di relazione con gli altri sviluppando una dimensione di domesticità.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Modifica art.1 costituzione

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 aprile 2011

Dichiarazione dei senatori Radicali Donatella Poretti e Marco Perduca La proposta presentata dal Popolo delle libertà, di modificare l’articolo 1 della Costituzione con la dizione “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro e sulla centralità del Parlamento quale titolare supremo della rappresentanza politica della volontà popolare espressa mediante procedimento elettorale”, rappresenta una scelta che denota una certa ipocrisia in quanto la formula è smentita dai fatti. Già vediamo come il ricorso alla fiducia è il mezzo più utilizzato dal Governo per farsi approvare i provvedimenti, in secondo luogo la maggioranza stessa ha ideato e sostiene la vigente legge elettorale che invece che rifarsi alla volontà popolare, rispetta solo quella delle segreterie dei partiti. Poteva invece essere l’occasione giusta per riformare l’art.1 introducendo i principi di Libertà e di Stato di Diritto come da noi auspicato e proposto anche con un disegno di legge depositato fin dall’inizio della legislatura, con il quale vorremmo stabilire che “La Repubblicaitaliana è uno Stato democratico di diritto fondato sulla libertà e sul rispetto della persona”. In questo, cosa che non è capitata invero spesso per altre iniziative, ci piace ricordare che anche il Presidente emerito Francesco Cossiga sosteneva il nostro pensiero.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tor Vergata: nuovo progetto mobilità

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2011

Capisco l’imbarazzo in cui si trovano gli esponenti del centrosinistra che devono giustificare il loro vecchio progetto di appena 2 km di metropolitana che avrebbe servito, con 3 stazioni, soltanto la centralità della Romanina al prezzo di 500 milioni di euro, senza convogli, depositi o parcheggi di scambio. Oggi, con la nuova ipotesi progettuale, noi abbiamo aumentato quel percorso di altri 5 km e di altre 7 fermate per collegare non soltanto la centralità della Romanina ma l’intera area di Tor Vergata e stabilire la connessione con la linea C, al costo di 350 milioni compresi deposito, convogli e parcheggi di scambio». Lo afferma Antonello Aurigemma, assessore alla Mobilità di Roma Capitale. «Questo a dimostrazione dell’impegno dell’Amministrazione Capitolina per risolvere l’annoso problema del trasporto che per troppi anni il centrosinistra ha abbandonato alla sola propaganda realizzando colate di cemento prive di ogni infrastruttura adeguata alla vita dei cittadini. In questo caso, è la prima volta che nella città di Roma si realizza un’infrastruttura prima di un’urbanizzazione della zona. Invito, quindi, il centrosinistra a smettere una buona volta con le sterili polemiche e a confrontarsi con le problematiche reali che i cittadini di Roma chiedono alla politica di risolvere».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per la centralità del paziente

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 febbraio 2011

Si è tenuto a Roma un incontro tra Fofi, Federazione Ordini Farmacisti Italiani, e Farmindustria, Associazione delle imprese del farmaco, per esaminare sia il recente accordo stipulato da quest’ultima con le Poste, sia il problema della carenza di alcuni farmaci sul territorio. Sul primo punto Fofi, a seguito dell’illustrazione da parte di Farmindustria dei termini dell’Accordo, ha preso atto che questo viene incontro a situazioni particolari, numericamente limitate, che presentano alta criticità e richiedono approcci appropriati. La Fofi, si è convenuto, svolgerà in questo ambito un ruolo di garanzia affinché il farmacista  continui a esercitare tutte le funzioni a lui affidate per competenza professionale nell’interesse del paziente all’atto della dispensazione del farmaco. Fofi insieme a Farmindustria conferma così, attraverso la garanzia della sorveglianza dei farmacisti, la propria cultura di servizio al cittadino che è, e rimane, centrale per entrambe le realtà. Per quanto riguarda invece la carenza di alcuni farmaci in talune aree del Paese, causate da esportazioni verso Paesi con prezzi sensibilmente più elevati, Fofi e Farmindustria hanno chiesto all’Aifa la convocazione in tempi brevi di un tavolo con tutti gli attori della filiera della farmaceutica. Un incontro dal quale devono emergere le soluzioni adeguate per risolvere il problema e rispondere alle esigenze di cura dei Pazienti in difficoltà.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La centralità della persona nello sviluppo

Posted by fidest press agency su martedì, 1 febbraio 2011

Triggiano 1 febbraio 2011 ore 20.30, Parrocchia San Francesco d’Assisi – via Dante 4 –  si terrà un incontro organizzato dall’Associazione GEA – Giovani Energie Alternative, presieduta da Giuseppe Lorusso, sul tema “La centralità della persona nello sviluppo”. Attraverso questa iniziativa i giovani di GEA (www.geatriggiano.it) affronteranno un tema di grande attualità.  Soltanto nella misura in cui la persona conosce sé stessa può garantire uno sviluppo coerente e armonioso, soprattutto fondato su principi etici che garantiscono il rispetto verso tutti.  Lo sviluppo, infatti, non può prescindere, né può essere anteposto all’uomo deve, invece, porsi a servizio esclusivo dello stesso. L’Associazione GEA costituita alla fine dello scorso anno, al fine di coinvolgere i giovani triggianesi con spirito di servizio, nel miglioramento e nella promozione dello sviluppo socio economico della nostra Terra (GEA significa Terra), ribadisce il proprio ruolo di laboratorio di idee e di confronto dialettico nel promuovere uno sviluppo che pone al centro la persona nella sua totalità. Interverranno: P. Giuseppe Benegiamo, Parroco Convento San Francesco d’Assisi, Giuseppe Lorusso, presidente GEA, Raffaello Bellino, esperto di Bio-Etica – Università degli Studi di Bari, Nicola Roselli, educatore, Ketty Affattato, responsabile Mensa dei Poveri – Triggiano.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Centralità mediterranea

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 ottobre 2010

I popoli rivieraschi del Mediterraneo, che hanno molto da imparare dal mondo Occidentale, ma che hanno anche  moltissimo da insegnargli, rifiutano gli eccessi del modernismo perchè scardina i valori che hanno tenuto insieme le civiltà. Il senso della storia, la proiezione retrospettiva, la memoria del passato, il culto delle proprie origini come tasselli indispensabili per comprendere il presente, sono prerogative attive e produttive sia  del mondo arabo che del mondo mediterraneo  in tutta la loro estensione.  Il solido legame con il retroterra ancestrale, ricco delle esperienze trascorse, consente il mantenimento in vita di quel cordone ombelicale  che arabi e mediterranei non abbiamo mai reciso e che abbiamo in comune..  E’ questa la nostra soggettività sociale e la nostra peculiarità, che ci rende vicini al mondo arabo, molto più di quanto non lo siamo con la Padania dei Celti. Il modernismo si affida al progresso della scienza e della tecnica, ma mentre scienza e tecnica progrediscono, l’etica regredisce.  E’ la ragione per cui  molti contenuti del modernismo occidentale vengono respinti dal mondo arabo, così come li respingiamo noi meridionali.  Si consuma  un  dramma esistenziale che non può trovare una soluzione se non si comprende la portata reale  di quella cultura così radicata nel passato. L’Occidente-America, modernista e tecnologico, non è in grado di comprendere tale dimensione culturale   per la sola ragione che non dispone di un proprio autonomo e antico passato, che possa  tracciare  l’itinerario verso il futuro.   Vige, nell’Occidente-America, la regola dell’improvvisazione e delle scelte estemporanee, dettate da esigenze immediate, prive di programmazione, perché prive di una storia che le supporti. Il nemico di ieri diventa l’alleato di oggi e viceversa, secondo le convenienze momentanee. Il Meridione d’Italia  deve convincere l’Occidente-Europa  a diventare un viatico verso un nuovo modello di reciproca comprensione; la storia, le tradizioni dell’Europa si mescolano con quelle del mondo arabo.  Ma l’Europa è, ancora, troppo distante per potere sperare in una integrazione con il mondo arabo senza la pretesa di volerlo europeizzare, ma nello stesso tempo è troppo vicina allo stesso mondo perché questi possa dimenticarsi dell’Europa e sviluppare un proprio modello di vita.  Per questo serve una politica estera in grado di restituire credibilità al dialogo tra l’Occidente Mediterraneo e i popoli arabi e musulmani; l’attuale politica ha favorito l’esasperarsi delle contraddizioni, per questo vince Hamas in Palestina, vince Ahmadinejad in Iran, vincono i “fratelli musulmani” in Egitto, vincono gli Sciiti in Iraq. Per questo scoppiano le rivolte antioccidentali in tutti i paesi musulmani; nessuno ha voluto chiarire che l’Occidente è l’Europa e il Meridione dell’Europa  è   il Centro del Mediterraneo. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Centralità del lavoro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 ottobre 2010

Montesilvano (PE) 14 ottobre XVII Congresso Nazionale della FALCRI-Confsal sul tema: Centralità del lavoro  stabilità, identità e dignità professionale” Numerose le presenze all’assise congressuale aperta dal saluto del Segretario Generale della Confsal prof. Marco Paolo Nigi, a cui sono seguiti gli interventi degli ospiti che si sono susseguiti sul palco in  rappresentanza dell’ABI, dei maggiori Gruppi bancari italiani dott. Gianni Rossi responsabile relazioni sindacali Banco Popolare, dott. Alfio Filosomi responsabile relazioni sindacali Intesa S. Paolo, dott. Mario Napoli responsabile relazioni sindacali UBI, Gianluigi Robaldo responsabile relazioni sindacali Unicredit), oltre a quelli delle principali Casse di Risparmio locali. Ha inviato gli auguri di buon lavoro l’amministratore delegato di Equitalia Polis. Il Congresso si svolge in “un momento molto particolare della vita del Paese, fortemente caratterizzato – come ha sottolineato il Segretario Generale Aleardo Pelacchi – da una difficile situazione economica conseguente all’onda lunga di una crisi, prima finanziaria e poi economica, che non sembra potersi dire archiviata”.
Una relazione, quella della Segreteria Nazionale, illustrata agli oltre 400 presenti ricca di temi di approfondimento legati alle problematiche del settore bancario attualmente sul tappeto, primi fra tutti le modifiche proposte dall’ABI al Fondo di Solidarietà di Settore, ammortizzatore sociale di sistema a costo zero per la collettività ed il rinnovo del CCNL in scadenza al 31 dicembre prossimo.  Le modifiche che la parte datoriale vorrebbe apportare al Fondo destano, almeno al momento, gravi preoccupazioni e potrebbero portare ad un aggravamento della situazione occupazionale del settore. Il Segretario Generale Aleardo Pelacchi ha sottolineato, inoltre, l’importanza di affrontare questi appuntamenti fondamentali con un lavoro comune di tutte le Organizzazioni Sindacali del settore. Una politica sindacale che metta al centro del suo operare il rispetto e la valorizzazione delle persone, l’importanza della partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori alla vita dell’impresa e l’opportunità di proporre un progetto politico di aggregazione delle Organizzazioni Sindacali minori e medie dell’area autonoma sono alcuni dei temi centrali che verranno sviluppati dalla Falcri-Confsal nei prossimi mesi.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Buon anno scolastico!

Posted by fidest press agency su sabato, 11 settembre 2010

I nostri figli tornano a scuola. Insieme a loro, anche noi genitori.  E, in qualche modo, l’intero Paese è coinvolto: tempi di lavoro, trasporti, mense, biblioteche, attività sportive, culturali, ricreative e formative. Intorno alla scuola, che resta istituzione fondamentale per una democrazia moderna, è intenso il ritmo di attività, incontri, impegno.  Come genitori vorremmo che a tutti fosse presente la centralità dell’educazione e della scuola.  Ci sono, non lo dimentichiamo, i problemi cronici (il precariato, l’ingente riduzione di risorse…) e le tensioni politiche, che si intrecciano con l’inevitabile disorientamento di fronte a tante novità nella scuola, alcune non condivise.   Vi sono temi ancora sospesi, da un Governo all’altro, fra i quali, come genitori, segnaliamo la riforma degli organismi di partecipazione scolastica e l’introduzione di un efficace sistema di valutazione delle scuole e degli insegnanti.  Ogni provvedimento richiede, nella scuola, un tempo di sedimentazione, la traduzione in una prassi didattica, l’adattamento al contesto ambientale: dopo anni di innovazioni (talora cancellate nei Governi successivi), dopo successive sperimentazioni, modifiche, regolamentazioni, proponiamo oggi una sorta di moratoria per la scuola, un tempo di pensiero e confronto, che ponga l’attenzione ai ragazzi e alle famiglie, superando le contrapposizioni e le polemiche.  Vorremmo che, per un certo periodo, tacendo un poco la produzione normativa, la scuola possa essere più comunità di ricerca e di relazioni.  L’A.Ge. – Associazione Italiana Genitori – continua a credere che la comunità scolastica, viva perché tessuta da relazioni fra insegnanti, alunni, genitori, realtà del territorio, sia un luogo speciale nel quale i ragazzi si pongano domande sul nostro tempo, sul futuro, sul senso delle cose. Un luogo nel quale ogni alunno scopra dentro di sé la passione per il sapere e la scoperta, maturando sensibilità per il mondo.  Ad inizio anno scolastico vorremmo estendere a tutta la scuola, particolarmente ai genitori impegnati in modo associato e solidale, un augurio particolare: se tutto parrebbe dire che bisogna correre per la carriera, il successo, l’efficienza e il risultato, noi siamo anche convinti che la sosta, la parola buona, il sorriso, il percorso condiviso, la passione educativa sono tesori da non perdere. (da un comunicato Age)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piano integrato di sviluppo urbano (PISU)

Posted by fidest press agency su martedì, 20 luglio 2010

Palermo Approvato dalla giunta comunale il Piano integrato di sviluppo urbano (PISU) presentato dall’assessore al piano strategico, Maurizio Carta, per un importo totale di 124 milioni, di cui 42 milioni di cofinanziamento privato. Il piano e’ stato predisposto dagli uffici del Piano strategico e delle Politiche Europee attraverso il coordinamento e l’integrazione di tutti gli altri uffici e ha trovato una forte sinergia tra tutti gli assessori coinvolti. Il piano verra’ presentato alla Regione Siciliana per l’utilizzo di una parte dei fondi dell’Asse VI del PO-FESR 2007-13.
I pilastri del piano sono la sostenibilità ambientale, le nuove centralità, l’attrattività, la riqualificazione urbana e l’innovazione, sui quali si concentreranno non solo le economie del PO 2007-13, ma anche ulteriori finanziamenti nazionali e comunitari. Gli interventi infrastrutturali deliberati e relativi alla città di Palermo riguardano: progetto definitivo per la riqualificazione della ex Chimica Arenella: stecca commerciale e “Fiera delle idee” (8 milioni); progetto definitivo di manutenzione straordinaria della scuola Ferrara in piazza Magione per erogare servizi territoriali (3 milioni); realizzazione di un impianto per la produzione di energia da biomassa (4 milioni); manutenzione straordinaria e adeguamento della casa di riposo ex Onpi (10,3 milioni); riqualificazione, ammodernamento ed innovazione degli immobili della Fiera del Mediterraneo (5 milioni); studio di fattibilita’ per un Polo interattivo delle Culture Mediterranee del Castello della Zisa (81 milioni, di cui 40 milioni di cofinanziamento). Gli interventi per servizi deliberati oggi sono: aggiornamento del Sistema informativo per le politiche urbane del nodo SITR comunale (77.000 euro); progetti per l’inclusione sociale e la soluzione delle situazioni di disagio e marginalita’ (12,5 milioni, di cui 1,3 di confinanziamento), articolati in: progetto “quartiere vivo” per la coesione sociale dello Zen; progetti per reti integrate di prevenzione rischio di marginalita’ sociale e miglioramento qualita’ della vita; progetti per centri unificati di informazione e accesso ai servizi; interventi per l’accoglienza per situazioni di grave disagio. (fonte economia sicilia.com)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

26° congresso medicina generale

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2009

Si è aperto a Firenze il 26° Congresso della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG) e il presidente Claudio Cricelli sottolinea l’importanza della ri-creazione della professione e della centralità del ruolo del medico di famiglia. “Dopo tanti anni di disegni e proposte astratte – spiega Cricelli -, si apre oggi, grazie alle linee di indirizzo del Viceministro della Salute Ferruccio Fazio, una nuova stagione, quella della progettualità. Non più disegni faraonici e irrealizzabili, ma obiettivi raggiungibili nell’immediato indicando alcuni chiari strumenti da cui iniziare”. I primi risultati pratici si cominciamo già a vedere, anche se ancora nella fase di avvio: l’integrazione delle cure primarie, l’assistenza sanitaria sul territorio 24 ore su 24, l’utilizzo degli strumenti informatici, la clinical governance. L’attuale processo di trasformazione del sistema sanitario è dettato da impulsi pratici. “Compito delle nostra associazione – continua Cricelli – è offrire soluzioni concrete. E lo abbiamo fatto. Grazie ai nostri sforzi la medicina generale è oggi la prima professione realmente valutabile della sanità italiana. Siamo infatti in grado di misurare l’impatto di ogni decisione diagnostica e terapeutica e il beneficio che il paziente ricava da ogni ‘euro’ investito dal sistema sanitario. Abbiamo infatti introdotto uno strumento di valutazione economica per comparare i costi delle cure erogate con i risultati. E per dimostrare che ogni unità di costo, farmaco prescritto, ricovero eseguito, richiesta di accertamento diagnostico è finalizzata a un risultato”. È l’ultimo tassello di un percorso iniziato dalla SIMG anni fa con l’introduzione di strumenti pratici, dotati di validazione scientifica, con cui effettuare la ricerca epidemiologica, la valutazione della qualità, la segnalazione dei rischi, degli effetti collaterali e di impatto delle malattie. Per citare solo due esempi: la rete Health Search per monitorare le terapie e quella dei medici sentinella per l’influenza. “Vogliamo offrire solidità scientifica e professionale a tutte le soluzioni che sviluppiamo –  sottolinea Cricelli -. Ciò significa che al di là dei modelli organizzativi, propri di ciascuna Regione, di ciascun distretto e realtà locale, è necessario praticare una buona medicina che non può derivare che da una buona pratica. Quest’ultima è legata all’osservazione scientifica, da cui dipende anche l’erogazione delle migliori cure possibili al cittadino”. La medicina generale oggi è chiamata ad assumere un ruolo da vera protagonista e a giocare una partita decisiva per rispondere alla trasformazione del sistema ed alla mutata domanda di salute dei cittadini. I cambiamenti che avverranno dovranno corrispondere un’impostazione metodologicamente corretta del processo di diagnosi e di cura specifico per “quel” paziente affetto da “quel” problema.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Appalto di servizi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 novembre 2009

Roma 5 novembre presso la sede del Cnel – Sala Biblioteca – Viale Davide Lubin, 2. verrà presentato un documento, redatto congiuntamente dalle organizzazioni che hanno promosso l’iniziativa, articolato in 4 punti: il significato dell’inedita alleanza tra le parti sociali, l’attuale fase di crisi economica e i suoi effetti sul settore dei servizi; l’importanza del comparto dei servizi non distributivi nel Paese, la sua centralità per l’economia nazionale, per l’efficacia dei servizi forniti alla utenza, per la tutela e valorizzazione del lavoro e per lo sviluppo imprenditoriale; i ritardi di pagamento, un gravissimo male italiano da correggere con urgenza e con misure adeguate a tutela delle aziende appaltatrici di servizi, soprattutto di quelle labour intensive; le proposte delle organizzazioni imprenditoriali e sindacali per un miglioramento delle modalità di effettuazione degli appalti.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

G20: Il nuovo ordine mondiale

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 aprile 2009

“Questo vertice del G20 concede una boccata d’ossigeno vitale ai paesi poveri che lottano per sopravvivere di fronte alla crisi economica. Ma c’è bisogno di molto di più per assicurare la ripresa  nel lungo periodo”, dichiara Duncan Green, portavoce di Oxfam. “Accogliamo con favore i 1.100 miliardi di dollari (815,7 miliardi di euro) stanziati per la ripresa dell’economia globale. Ma dobbiamo assicurare che i paesi poveri ricevano la loro parte e beneficino effettivamente di queste risorse”, continua Green. “Siamo profondamente preoccupati della centralità che il Fondo Monetario Internazionale ha assunto in questa crisi. Al FMI è stato dato un assegno in bianco, ma la sua riforma è ancora solo una promessa”. “Speriamo che il vecchio mondo, nel quale  i paesi in via di sviluppo erano invitati al G8 solo per la foto di gruppo, sia passato alla storia”, osserva Farida Bena di Oxfam International e Ucodep. “Chiediamo che i paesi in via di sviluppo abbiano un ruolo rilevante anche nel prossimo G8 de La  Maddalena, e che possano decidere insieme agli altri leader del G8 del loro destino”, conclude Bena.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »