Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘centro studi’

Il sociale nei centri studi Fidest

Posted by fidest press agency su martedì, 18 agosto 2020

Abbiamo più volte richiamato l’attenzione, di chi ci onora leggerci, sulla necessità, in via prioritaria, che si ponesse mano alle riforme della previdenza e dell’assistenza. Più volte ci siamo soffermati sul progetto da noi elaborato e ci siamo persino addentrati su alcune possibili varianti, ma non diciamo che la nostra proposta è valida al 100% ma che, pur essendo perfettibile, sia capace di migliorare la nostra esistenza e di ridurre le tensioni generazionali e i conflitti di genere.
Pensiamo alla previdenza. Abbiamo subito avanzato un’indicazione che a taluni è parsa provocatoria allorché abbiamo detto “aboliamo le pensioni”. In effetti, con l’allungamento della vita, con la ricerca medico-scientifica che tende a renderla migliore, noi possiamo fare un passo avanti importante. E lo abbiamo spiegato. Se, infatti, accantoniamo l’idea della previdenza e passiamo a quella dell’assicurazione possiamo garantire per ogni dieci anni di lavoro una rendita pari al 20% della media delle retribuzioni erogate e il discorso vale sia per i lavoratori dipendenti sia per gli autonomi. Non solo. Possiamo nell’arco della nostra esistenza calibrare le nostre forze in rapporto al lavoro che si svolge. In proposito abbiamo fatto un esempio tipico che è quello del giocatore di calcio professionista.
Di solito tra i trentacinque e i quaranta anni tende ad appendere gli scarpini al chiodo ma non per questo si considera un pensionato. Tutt’altro. Si cercherà un’altra attività e lo stesso dovrebbe verificarsi per tutti noi ricercando una scala graduata di lavori in rapporto al “peso degli anni”. Dopo di tutto che senso ha risparmiare per fare un gruzzoletto da servire come “assicurazione” per gli anni di magra quando sarebbe possibile concentrare le proprie risorse per avere con cadenza decennale una rendita che in cinquanta anni di attività potrebbe raggiungere il 100% della media delle retribuzioni percepite in tale periodo? L’assistenza non dovrebbe essere da meno assicurando non una “assistenza universale” ma una “prevenzione universale”. E si sa che prevenire e sempre meglio che curare e non solo in senso economico, ma soprattutto per individuare in tempo i mali e porvi riparo al minor costo e per sollevarsi da quelle che potrebbero essere delle sofferenze inevitabili. Si può, quindi, costruire un modello di società diverso con un impegno economico che si premia da solo. Se è facile proporre non è altrettanto agevole la realizzazione perché vi interferiscono gli egoismi personali, la consapevolezza che si possano ridurre gli arricchimenti individuali e che si possa arrivare ad una società dove si “rischia” di far scomparire le logiche del consumismo e il suo figlio degenere che è il profitto, ad ogni costo, a scapito dei più deboli. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo sito web del Centro Studi e Ricerche IDOS

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 Maggio 2019

Da oggi è possibile accedere su internet al nuovo sito web del Centro Studi e Ricerche IDOS, completamente rinnovato nella grafica, nei contenuti e nelle funzionalità. Il sito è stato realizzato grazie al supporto tecnico di Lai-momo, che da anni collabora con IDOS per la realizzazione e la promozione del Dossier Statistico Immigrazione e di altre pubblicazioni e iniziative. Nel nuovo sito (www.dossierimmigrazione.it) è possibile trovare non solo informazioni dettagliate circa tutte le iniziative che IDOS promuove o in cui viene chiamato a intervenire (convegni, conferenze, seminari, docenze, incontri, interviste e altri eventi di formazione e/o sensibilizzazione), ma anche notizie e aggiornamenti utili a operatori e studiosi, reportage esclusivi curati dalla rete dei referenti territoriali, e ancora comunicati stampa, schede socio-statistiche, video e infografiche (tutti scaricabili
o stampabili) riguardanti le ricerche e le pubblicazioni che il Centro Studi realizza durante l’anno. La novità assoluta consiste nel fatto che per la prima volta è possibile acquistare online, in formato cartaceo o – a un prezzo ridotto – elettronico (pdf), tutte le pubblicazioni di IDOS, attraverso un rapido, facile e sicuro sistema di pagamento e fatturazione online. In particolare, delle principali pubblicazioni (Dossier Statistico Immigrazione, Osservatorio Romano sulle Migrazioni, Rapporto Immigrazione e Imprenditoria ecc.) sono disponibili, per le diverse annualità, sia la versione integrale sia – nel solo formato elettronico – i singoli capitoli tematici o le appendici di tavole statistiche, acquistabili separatamente. A questo ricco repertorio storico di rapporti annuali, si aggiungono le pubblicazioni monografiche curate periodicamente dal Centro Studi e realizzate in collaborazione o per conto di enti privati o istituzionali, come ad esempio – per restare alle più recenti – la ricerca L’Europa dei talenti.
Immigrazione sarà on-line anche in lingua inglese, rendendo così fruibile a un pubblico internazionale i contenuti salienti del più noto e diffuso rapporto socio-statistico sull’immigrazione in Italia.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La democrazia in termini ideali e reali

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 aprile 2019

movimento onLa storia ci insegna che l’umanità spesso ha attraversato momenti difficili nel gestire i suoi spazi di democrazia, di libertà e di giustizia. Oggi il tema si ripropone e il timore avvertito è che il principio di legittimità possa restare un involucro svuotato di sostanza e nella sostanza. Questo scenario già lo avvertiva nella sua puntuale analisi Giovanni Sartori sul Corriere della Sera del 5 ottobre del 2004. Dietro questa riflessione vi sono studiosi come Ralf Dahrendorf che “hanno espresso più volte idee non certo più incoraggianti a partire dal fatto che la concezione della democrazia è diventata così nebulosa che ciascuno può facilmente adattarla ai propri interessi.”
Lo stesso Norberto Bobbio paventava l’insorgenza di un nuovo problema nella crisi di identità delle democrazie che può preludere ad una crisi più generale delle istituzioni democratiche.
Ma cos’è la democrazia che noi vogliamo come sistema politico inteso come un insieme di regole, primarie e fondamentali, che stabiliscono chi è autorizzato a prendere le decisioni collettive vincolanti e con quali procedure se non la forza capace di rendere tutti i cittadini uguali di fronte alle leggi, al suo sistema di governo, alla tutela degli interessi generali e attraverso una “democrazia deliberativa” che possa per John Rawls rappresentare una via d’uscita dalla confusione e dall’incertezza. Ma come si può raggiungere, e soprattutto consolidare, una siffatta democrazia al cospetto dell’assoluto predominio del mercato e il fatto che la politica non è più in grado di assicurare quel controllo e quella regolazione dei processi economici che possono garantire libertà ed eguaglianza? Se non vi poniamo riparo per tempo avremo un deficit di democrazia che ridurrà la funzione delle istituzioni a gusci vuoti con una logica dell’economia che non conosce la democrazia alla base della quale sta il principio del limite. In altri termini la pretesa della democrazia del mercato sembra sconfinare nella democrazia come mercato e questo crea le premesse di una possibile crisi dei sistemi democratici. Dobbiamo forse arguire che siamo alla fine dei sistemi democratici di governo, di libertà e di pluralismo e alla negazione dell’agire creativo in una molteplicità di campi? (Riccardo Alfonso direttore del Centro studi culturali e politici della Fidest)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Microcitemie: “Assemblea Capitolina vota mozione a unanimità per riattivare al più presto Centro Studi”

Posted by fidest press agency su domenica, 25 giugno 2017

regione-lazioRoma. L’Assemblea Capitolina ha approvato all’unanimità la mozione – di cui ero il primo firmatario – in merito alla riattivazione dei servizi di prevenzione e assistenza del Centro Studi Microcitemie di Roma. Purtroppo dal mese di maggio 2015 la Regione Lazio targata Pd ha chiuso il Centro Studi Microcitemie della Capitale, un’eccellenza italiana nel campo della diagnostica e della prevenzione dell’Anemia Mediterranea e delle emoglobinopatie. Il mancato finanziamento della struttura – con i relativi contributi regionali – ha causato l’inevitabile arresto dei servizi offerti dal Centro, con gravissime ripercussioni sulla salute di centinaia di pazienti e per le migliaia di utenti che ogni anno potevano usufruire gratuitamente dei servizi di diagnostica emoglobinica e delle indagini di biologia molecolare per la prevenzione, nei propri figli, di patologie insidiose e devastanti come le Talassemie. Con la chiusura del Centro Studi Microcitemie si è inoltre disperso il patrimonio di esperienza scientifica rappresentato dal team di medici, biologi e tecnici che, insieme al personale ausiliario, hanno assicurato per 40 anni gli screening scolastici e la diagnostica ambulatoriale per le anemie rare nella nostra Regione. Penso che a questa grave ingiustizia deve essere posto rimedio nel più breve tempo possibile. Per questo motivo faremo di tutto per identificare, con urgenza, una struttura pubblica disponibile a ospitare i servizi ambulatoriali e diagnostici relativi alla prevenzione e all’assistenza alle patologie emoglobiniche. Bisogna riattivare, in collaborazione con la Asl competente, il Centro Studi Microcitemie di Roma per garantire il diritto alla prevenzione, oggi scaricato sulla coscienza individuale, dei circa 70.000 pazienti di Roma e del Lazio”. Lo dichiara in una nota il consigliere capitolino del M5S Fabio Tranchina.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Les precieuses ridicules al Centro di Studi italo-francesi

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 giugno 2017

Roma Lunedì 5 Giugno 2017, ore 18:30 Centro di Ateneo di Studi Italo-francesi , Sala Capizucchi Piazza di Campitelli 3. La Compagnia di Teatro in lingua francese Les jeunes filles en fleur presenta Les precieuses ridicules di Molière Regia: Cristiano Arsì Aiuto regia: Flavia Angelucci Coordinatore e referente del progetto.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sir annuncia il potenziamento del centro studi

Posted by fidest press agency su martedì, 29 novembre 2016

Promuovere la ricerca in reumatologia, proponendo, supportando, eseguendo e diffondendo progetti di ricerca no-profit di interesse nazionale e internazionale sulla base delle priorità scientifiche identificate dal Consiglio Direttivo SIR. Questo il ruolo del Centro Studi della Società Italiana di Reumatologia, nato nel 2011, che sarà ampliato e potenziato.Le principali attività includono: sviluppo di studi di popolazione (studi di prevalenza, incidenza, mortalità); conduzione di studi osservazionali multicentrici e di farmaco-epidemiologia; assistenza metodologica ai Soci (disegno dello studio, gestione e analisi dei dati); formazione in metodologia della ricerca; assistenza nello sviluppo di raccomandazioni evidence-based.Il Dr. Carlo Alberto Sciré, reumatologo con formazione in biostatistica ed epidemiologia, coordinatore del Centro, ne ripercorre la storia: “Inizialmente si è trattato di un piccolo gruppo pilota che operava all’interno di SIR supportandone la ricerca, in linea con le tematiche prioritarie per la Società. Nel corso degli anni c’è stata una notevole crescita dell’attività e al momento il Centro gestisce più di 10 studi in contemporanea, che coinvolgono mediamente dai 30 ai 50 centri sul territorio italiano. Inoltre, sono all’attivo collaborazioni internazionali importanti nell’ambito della ricerca in reumatologia”.In particolare, il Centro segue anche i Progetti Strategici SIR 2015-2019 – studi multicentrici finalizzati alla diagnosi e trattamento precoce delle malattie reumatiche, guidati da sperimentatori di riferimento del panorama reumatologico nazionale (studi ATTACk, ESORT, MITRA, LIRE, SPRING) , attraverso un supporto tecnico (definizione protocollo, monitoraggio dei dati, sintesi dei risultati), oltre che sviluppare direttamente studi di tipo epidemiologico (es. Studio RECORD e studio KING), o dare supporto a Gruppi di Studio (es. Studio STARTER, studio UPSTREAM e studio Early LES). “C’è inoltre un nuovo studio, lo Studio RAFTING, per il quale SIR ha ricevuto un significativo finanziamento da AIFA. Un grande segnale per la ricerca in ambito reumatologico in Italia, che segna così un importante riconoscimento della rilevanza istituzionale di questi lavori, oltre che una sfida per la Società stessa – prosegue Sciré – Si tratta di uno studio clinico randomizzato, controllato in aperto, promosso in collaborazione con l’Istituto Mario Negri di Milano e che sarà coordinato dal centro di reumatologia del Policlinico di Siena. Lo studio ha l’intento di valutare l’efficacia della terapia biologica di seconda linea, in pazienti con artrite reumatoide che abbiano avuto una risposta inadeguata al trattamento con anti-TNF”.Tra gli obiettivi futuri del Centro Studi c’è dunque quello di ampliamento e potenziamento, con un maggiore coinvolgimento che possa dare sempre più supporto sia in termini di studi clinici sia in termini di elaborazione di raccomandazioni e linee guida. Un ruolo di supporto strategico e statistico-epidemiologico di grande rilevanza. “Il Centro rappresenta un fiore all’occhiello per il panorama della ricerca Italiana in reumatologia – afferma il Prof. Mauro Galeazzi, Presidente Eletto SIR – Un ampliamento e potenziamento del Centro sono dunque previsti nell’ottica di poter fornire evidenze, in modo scientificamente rilevante, non solo a SIR ma anche a enti regolatori o al Ministero, che sempre più richiedono la collaborazione delle Società Scientifiche come partner strategici nella definizione delle best practice.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Unimpresa: Banche ed economia reale

Posted by fidest press agency su domenica, 21 settembre 2014

banca europeaIn tre anni il credito bancario alle imprese ha subito una contrazione pesantissima da quasi 70 miliardi di euro, mentre le famiglie hanno visto ridursi i finanziamenti di 14 miliardi. Da luglio 2011 a luglio 2014, i prestiti al settore privato da parte delle banche è diminuito complessivamente di 83,1 miliardi (-5,49%) passando da 1.513 miliardi a 1.430 miliardi. Questi i dati principali di un’analisi realizzata dal Centro studi di Unimpresa a pochi giorni dalla prima operazione mirata di rifinanziamento a più lungo termine (TLTRO, Targeted Longer Term Refinancing Operations) condotta dalla Banca centrale europea. “Con questi dati, intendiamo rispondere ai banchieri che, per giustificare la stretta ai rubinetti del credito, puntano il dito contro le aziende, sostenendo che è colpa del cavallo che non beve: la realtà è diversa e racconta di una sistematica azione volta a ridurre drasticamente l’offerta di liquidità allo sportello” commenta il presidente di Unimpresa, Paolo Longobardi. “E il mezzo fallimento dell’asta Bce – aggiunge Longobardi – conferma che da parte degli istituti di credito non c’è alcuna intenzione di finanziare l’economia reale”.
Quanto all’indagine Unimpresa, emerge che nei tre anni sotto esame (luglio 2011 – luglio 2014) i prestiti alle famiglie sono scesi di 14,04 miliardi (-2,29%) passando da 612,9 miliardi a 598,8 miliardi. Nel dettaglio, il credito al consumo si è ridotto di 5,6 miliardi (-8,78%) passando da 63,8 miliardi a 58,2 miliardi; i mutui per l’acquisto di abitazioni sono calati di 3,8 miliardi (-1,05%) scendendo da 363,5 miliardi a 359,7 miliardi; i prestiti personali sono diminuiti di 4,6 miliardi (-2,51%) da 185,5 miliardi a 180,9 miliardi.
Per le aziende il quadro è ancor più grave: da luglio 2011 a luglio 2014 gli impieghi in questo comparto sono scesi di 69,08 miliardi (-7,67%) da 900,2 miliardi a 831,1 miliardi. Nel dettaglio, i finanziamenti di breve periodo (fino a 1 anno) si sono ridotti di 39,02 miliardi (-11,29%) passando da 345,7 miliardi a 306,t miliardi; i prestiti di medio periodo (fino a 5 anni) sono calati di 12,2 miliardi (-8,71%) scendendo da 140,1 miliardi a 127,9 miliardi; i prestiti di lungo periodo (oltre 5 anni) sono diminuiti di 17,8 miliardi (-4,31%) da 414,3 miliardi a 396,5 miliardi. In totale i finanziamenti alle famiglie e alle imprese (il settore privato) si sono contratti per un ammontare pari a 83,1 miliardi (-5,49%) scendendo da 1.513.1 miliardi a 1.430,02 miliardi.
“La situazione è gravissima e per dare una svolta servono importanti misure da parte del governo sul versante delle garanzie, che richiedono un massiccio investimento di danaro pubblico. Alle attuali condizioni di mercato – spiega ancora il presidente di Unimpresa – ottenere un finanziamento è un miracolo”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Attività “Centro studi di cultura politica”

Posted by fidest press agency su domenica, 29 agosto 2010

La Fidest ha inteso dare una nuova veste, con un logo, al suo impegno di studi e di ricerche sui temi della politica e dei rapporti sociali e civili che ne derivano. Vuole farlo con un impulso fattivo attraverso un rapporto privilegiato di una componente politica denominata “Movimenti popoli del Sud” che si sta preparando ad affrontare il difficile cammino di una rimonta culturale e politica del Meridione del Paese e per una presenza che sappia contemperare due fondamentali esigenze: la ricerca di una piattaforma comune sulla quale ritrovare le diverse anime dei movimenti, che già sono presenti, e taluni vi operano con responsabilità sia pure in un’area limitata, e su un progetto che consenta il risveglio delle coscienze e l’idea che si può superare il disagio attuale facendo nascere la forza dalla voglia di stare insieme, e di farlo con uomini e donne disponibili, ma non legati al giogo partitico o clientelare o lobbistico che sia. Non è facile, ovviamente, non tanto definire un programma quanto superare la naturale ritrosia di quanti, in passato, sono rimasti delusi da una politica degli annunci, delle promesse che non hanno trovato e continuano a tutt’oggi, a disattendere le realizzazioni. E’ il tempo, oramai, non più del dire ma del fare. E la politica in questo frangente deve sapersi riscattare con una proposta che sappia suscitare nuovi interessi, nuovi stimoli, nuove iniziative e tradursi in uomini e donne che sappiano esserne all’altezza, non tanto per censo, ma per la volontà d’agire e d’operare in concreto.
E il Centro studi, in questo frangente, cercherà di fare la sua parte raccogliendo il guanto della sfida sulla piattaforma delle idee e degli stimoli culturali e con il supporto di quel bagaglio culturale che ci accomuna e ci unisce nella nostra realtà di Nazione e di Patria. Ma senza ignorare le ombre che l’hanno attraversata e le ambiguità odierne di una classe politica dalla quale, a volte, ci sentiamo estranei e fortemente critici. (Riccardo Alfonso direttore dei Centri studi della Fidest)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accademia polacca: presentazione volumi

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 gennaio 2010

Roma 12 gennaio 2010, alle ore 18.00 presso la Biblioteca del Centro di Studi dell’Accademia Polacca delle Scienze,  vicolo Doria 2 (Piazza Venezia) incontro con Marina Ciccarini Professore dell’Università di Roma Tor Vergata e alla presentazione dei volumi: “Ultimi roghi. Fede e tolleranza alla fine del Seicento: il caso di Andrej Christoforovič Belobockij”  [Ostatnie stosy. Wiara i tolerancja przy końcu XVII wieku: przypadek Andreja Christoforowicza Biełobockiego], Armando Editore, Roma 2008, pp. 196 „Żart, inność, zbawienie. Studia z literatury i kultury polskiej” [Facezie, alterità, salvezza. Saggi di letteratura e cultura polacca], Wydawnictwo Neriton, Warszawa 2008, pp. 302 (tom XI serii wydawniczej: Nauka o literaturze polskiej za granicą). Interverranno: Prof. Giovanna Brogi Bercoff (Università di Milano) Prof. Luigi Marinelli (Università di Roma “Sapienza”) Nel primo dei due volumi viene pubblicato il testo polacco di Wyznanie wiary (Confessione di fede) di Jan Białobocki (Andriej Christoforowicz Biełobocki), redatto in Russia dall’erudito e nobile polacco per difendersi dall’accusa di eresia che gli era stata mossa dalle alte gerarchie della Chiesa moscovita nel 1681. Le idee e l’attività di Białobocki sono presentate nel vasto panorama dell’epoca, nel contesto delle complesse relazioni polacco-russe, alla vigilia della grande opera di ammodernamento e occidentalizzazione intrapresa da Pietro I. Il secondo volume contiene una raccolta di tredici studi di carattere storico-letterario che abbracciano il periodo fra il XVI e XX secolo. I saggi affrontano problemi e momenti diversi delle relazioni culturali fra Polonia ed Europa, e analizzano in chiave comparatistica alcuni temi  significativi che attraversano  le culture polacca, italiana, francese e russa, sullo sfondo degli eventi storici che le accompagnano.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lo sguardo di Pasolini

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2009

pasoliniBologna fino al 28/11/2009 Cinema Lumie’re – Sala Officinema/Mastroianni (via Azzo Gardino, 65/b) La Cineteca di Bologna, l’Associazione ‘Fondo Pier Paolo Pasolini’ e il Dipartimento di Italianistica della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna, con la preziosa collaborazione del Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa, del FAI e di Teche Rai, organizzano un ciclo di iniziative (proiezioni, incontri, convegni) dal titolo Lo sguardo di Pasolini. Italia, Poesia, Arte, televisione, dove verranno messe a confronto molte voci e testimonianze sull’opera del poeta-regista e verranno proposti alcuni documenti audiovisivi, rari e inediti, di Pasolini.  La critica della modernità di Pier Paolo Pasolini, la sua visione di una società omologata dal consumismo, continua ad essere sempre più drammaticamente attuale. La televisione, secondo Pasolini, ‘non e’ soltanto un luogo attraverso cui passano i messaggi, ma e’ un centro elaboratore di messaggi. È il luogo dove si fa concreta una mentalità che altrimenti non si saprebbe dove collocare. È attraverso lo spirito della televisione che si manifesta in concreto lo spirito del nuovo potere’.  Nel corso degli incontri e delle proiezioni si evidenzierà anche che Pasolini non rifiuto’ mai aprioristicamente la televisione, anzi immagino’ e realizzo’ alcuni film destinati proprio ai teleschermi e partecipo’ a vari programmi televisivi. Fra le utopie pasoliniane esisteva infatti l’idea di una televisione diversa, perche’, come affermo’ egli stesso, ‘non sostengo affatto che tali mezzi siano in se’ negativi: sono anzi d’accordo che potrebbero costituire un grande strumento di progresso culturale; ma finora sono stati, cosi’ come li hanno usati, un mezzo di spaventoso regresso, di sviluppo appunto senza progresso, di genocidio culturale per due terzi almeno degli italiani’. (pasolini)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inaugurazione anno accademico 2009 – 2010

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 ottobre 2009

Roma 22 ottobre 2009, alle ore 10,30, Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (via degli Aldobrandeschi 190) si terrà l’inaugurazione dell’anno accademico 2009 – 2010. La cerimonia inizierà con la relazione inaugurale di Padre Pedro Barrajón, L.C., Rettore dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, seguita dai saluti di un docente e di uno studente. Alle 11,00 il Cardinale Ennio Antonelli, Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, terrà una Lectio Magistralis sul tema “La famiglia e il bene della società”. La cerimonia si concluderà alle 12,00 con il Coro del Centro Studi Superiori dei Legionari di Cristo. L’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, diretto dai Legionari di Cristo, è stato canonicamente eretto dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica il 15 settembre 1993. Può contenere fino a quattromila studenti ed è dotato di un centro di teleconferenza che permette ai professori di impartire lezioni a studenti in sede e allo stesso tempo di collegarsi con altri centri accademici in diverse parti del mondo. Attualmente l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum ha tre facoltà: Teologia, Filosofia e Bioetica. A queste facoltà si aggiungono altre iniziative accademiche, come il Centro per formatori nei seminari, che organizza corsi estivi per la formazione e l’aggiornamento degli educatori nei seminari diocesani, l’Istituto di Studi Superiori sulla Donna, l’Istituto Sacerdos, che si occupa della formazione permanente di sacerdoti, diaconi e seminaristi, e l’Istituto Superiore di Scienze Religiose, che ha lo scopo di preparare gli insegnanti di religione e di approfondire la formazione teologica e pedagogica delle religiose e dei religiosi.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seconda Edizione del Premio culturale

Posted by fidest press agency su domenica, 8 marzo 2009

Roma fino al 3 aprile 2009″Centro Studi Cappella Orsini” in via di Grottapinta 21 (Campo de’ Fiori). Seconda Edizione del Premio culturale centro storico 2008. A chiusura dell’anno Europeo dell’interculturalità, il I Municipio e il Centro Studi Cappella Orsini propongono una mostra-concorso dal titolo Oltre le mura: le mura aureliane da struttura di difesa a luogo di soglia virtuale e di abbraccio lungo 12 km tra culture diverse e diverse forme espressive. La mostra si pone l’obbiettivo di registrare il rapporto con la città nelle molteplici visioni e nelle molteplici ricerche artistiche.  Il concorso, finalizzato alla promozione delle arti visive a Roma come veicolo interculturale e di promozione del dialogo,  prevede la realizzazione di un evento espositivo, di un catalogo e l’assegnazione di 4 premi del valore complessivo di 4.000 euro. Verrà premiato un artista per ciascuna delle 4 sezioni partecipanti al concorso: PITTURA, GRAFICA, UNDER 35 (rivolto ai giovani di età entro i 35 anni) e ACCADEMIA (rivolto agli studenti dell’Accademia di Belle Arti).   La partecipazione degli artisti è stata sorprendente, ne sono stati selezionati oltre 90. Le loro opere saranno tutte esposte nella sede del centro studi Cappella Orsini dal 5 marzo al 3 aprile 2009.   La Commissione giudicatrice ha selezionato le opere in mostra e ha scelto le 4 opere che verranno premiate nella serata conclusiva della mostra.  Hanno fatto parte della Commissione di esperti, come richiesto nell’Avviso Pubblico: uno storico dell’arte, prof. Claudio Strinati, Soprintendente al Polo Museale romano,  un critico d’arte, prof. Fabio Benzi, Ordinario di Arte Contemporanea  all’Università di Chieti; un rappresentante delle Istituzioni Culturali Pubbliche, dott.ssa Paola Virgili, Responsabile Servizio III – Mura Aureliane e aree archeologiche del suburbio; due artisti, Renato Mambor e Roberto Lucifero.  Gli artisti selezionati: Alfelf (Adriano Manciocchi), Nicole Auè, Rossana Bartolozzi, Silvia Bellini Trinchi, Maria Pina Bentivenga, Franco Bianchi, Paolo Bielli, Guido Bonacci, Francesca Bonanni, Corrado Bonicatti, Bonuel (Elena Bonuglia), Doretta Bottos, Gennaro Branca, Enrica Capone, Calò (Calogero Carbone), Sabrina Carletti, Lilli Carmellini, Silvia Castaldo, Massimo Catalani, Sergio Ceccotti, Roberta Cervelli, Alessandra Cesselon, Elvira Chiodino, Cobell (Cosimo Bellanova),Teresa Coratella, Francesco Correra, Publia Cruciani, Raffaella Curti, Enea Defedilta, Arianna De Nicola,  Ornella De Vito, Gregory Di Carlo, Massimo Di Clemente, Alessandro Di Mattei, Roberto Dionisi, Paolo Di Stefano, Antonella Duranti, Stefania Eucalipti, Carolina Ferrara, Alessandra Giacinti, Massimo Greco, Luigi Inches, Isabeau, Mario Liccardo, Daniel Lifschitz, Leopoldina Lopez y Royo, Tommaso Magliocchetti, Maldarte (Ettore Maldera), Fernanda Mancini, Elvezio Manciocchi, Ilaria Marcellini, Andrea Marcoccia, Andrea Martinucci, Daniele Meli, Daniela Meroni, Roberta Micocci, Valerio Musocco, Aurora Napoli, Chiara Novelli, Giuseppe Nubila, Augusto Orestini, Fayez Osman, Alessio Paiano, Sabrina Palmerone, Antonio Pascuzzi, Rodolfo Pegan, Antonio Petronzi, Cristiano Petrucci, Veronica Piraccini, Elisabetta Pizzichetti, Carla Pomponi, Susanne B. Portmann, Agnese Prati, Maria Pia Rella, Riccardo Sabbadini, Tina Saletnich, Anna Salvati, Nunzio Scibilia, Maghi Spani, Valeria Spirli, Giovanni Pietro Stella, Cristiano Tarantino, Ivano Tomat, Tramaafona, Patrizia Trevisi, Eleonora Valeri, Riekie Van Velzen, Cristiana Vignatelli Bruni, Silvia Vitale, Paolo Viterbini, Enrico Zacchia, Manlio Zacchia.   Parteciperanno all’inaugurazione la stilista romana Silva Bruschini con gli eccentrici cappelli di sua invenzione e il Ponentino Trio, musicisti “di strada” tra Porta Portese e Trastevere.  Silva Bruschini, poliedrica artista e costumista per produzioni cinematografiche, televisive e teatrali, collabora da anni con i grandi nomi di “Alta Moda, Alta Roma”. Insegna Disegno professionale e Storia della moda e del costume.  Il Ponentino Trio nasce durante la “Festa de Noantri” 2004. Nel corso di questi anni ha preso parte a numerosi festival in Italia e all’estero, riuscendo ad incontrare l’entusiasmo e la partecipazione del pubblico con un repertorio sempre vivo della cultura romana.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »