Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘certificazione’

Certificazione B Corp per Euro Company

Posted by fidest press agency su sabato, 2 novembre 2019

Euro Company nel 2018 è diventata una Società Benefit e ora ha ottenuto una delle più importanti certificazioni internazionali che attesta i valori sociali e l’impegno ambientale che contraddistinguono l’azienda di Godo di Russi (RA), obiettivi al di fuori del solo profitto economico. Si tratta della Certificazione B Corporation (o B Corp), rilasciata dall’ente no-profit statunitense B Lab. Le B Corporation sono aziende che stanno riscrivendo il modo di fare impresa: questo perché la loro attività economica crea un impatto positivo su persone e ambiente, lavorando in maniera responsabile, sostenibile e trasparente e perseguendo uno scopo più alto del solo guadagno. La certificazione B Corp abbraccia l’intera azienda, coprendo quattro aree d’impatto: lavoratori, comunità, ambiente e clienti. Il processo di certificazione è rigoroso e richiede di dare evidenza delle proprie attività socialmente ed ecologicamente responsabili, tra cui forniture energetiche, spreco e uso dell’acqua, retribuzione dei lavoratori, paro opportunità e trasparenza aziendale.Euro Company già da diversi anni ha individuato cinque punti cardine per la propria attività: promuovere la cultura del benessere fisico e spirituale, attraverso una sana e corretta alimentazione; fondare le proprie relazioni commerciali sulla sostenibilità economica, sociale e ambientale; sostenere la comunità scientifica e le associazioni di volontariato; creare un ambiente di lavoro in cui crescere ed essere felici; diffondere e condividere tutto quanto possa portare un beneficio tangibile alle persone e al pianeta. Valori reali come testimoniato ora anche dalla certificazione B Corp.Euro Company fa ora parte di una comunità di oltre 2.600 aziende in tutto il mondo, solamente 500 in Europa e meno di 100 in Italia, che hanno ottenuto la certificazione B Corp. Aziende diverse per settore, assetto e dimensioni, tra cui Patagonia, Alpro, Triodos Bank, Alessi, Ecoalf e Innocent, per citarne solo alcune.
Nathan Gilbert, direttore esecutivo di B Lab Europe, afferma: «Siamo lieti di dare il benvenuto a Euro Company nella comunità B Corp. Questo è un movimento di aziende che si impegnano a cambiare il modo in cui opera il business, che credono che il business possa davvero essere una forza per il bene comune. Sappiamo che Euro Company sarà un’importante aggiunta alla community e fonte d’ispirazione per gli altri, contribuendo a diffondere l’idea che possiamo ridefinire il successo negli affari per essere in sintonia con le persone e il pianeta e allo stesso tempo generare profitto». Euro Company s.r.l. Società Benefit è l’azienda di riferimento in Italia nel settore della frutta secca e dei frutti disidratati. Ha sede a Godo di Russi (RA). http://www.eurocompany.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Sodexo Italia la certificazione Best Employer

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 dicembre 2018

Sodexo Italia, leader nel settore dei servizi che migliorano la qualità della vita, ha ottenuto per la terza volta consecutiva la certificazione “Best Employer” di Aon Hewitt, confermando il suo ruolo esemplare nella gestione delle risorse umane e posizionandosi tra i datori di lavoro più ambiti. Un grande riconoscimento per Sodexo, che ha ottenuto questo stesso premio, di validità biennale, anche nel 2014 e 2016. Il “Best Employer Program” di Aon Hewitt è un’iniziativa che mette a confronto aziende e organizzazioni per identificare quelle realtà che s’impegnano a creare un vantaggio competitivo per i clienti attraverso la valorizzazione dei propri collaboratori. Il programma riconosce, inoltre, le organizzazioni che spingono verso un alto coinvolgimento dei dipendenti, che dimostrano una leadership efficace e una cultura dalle alte prestazioni nonché una convincente strategia per accrescere e rafforzare la propria immagine quale datore di lavoro. Gli esiti dell’analisi di Aon, condotta sulla base di una banca dati creata in oltre 20 anni di esperienza, sono stati confermati dalle risposte emerse dall’indagine che ha coinvolto gli 11mila dipendenti Sodexo in Italia.“Siamo estremamente orgogliosi di aver ricevuto questo importante riconoscimento per la terza volta consecutiva – afferma Nadia Bertaggia, Direttore Risorse Umane e Organizzazione di Sodexo Italia – Riteniamo da sempre che i nostri collaboratori rappresentino il nostro bene più prezioso e che il loro grande impegno sia il fattore determinante dei grandi risultati ottenuti, sia a livello interno sia per i nostri clienti. Siamo convinti che la soddisfazione dei nostri collaboratori e il clima positivo che si respira in azienda giochino un ruolo fondamentale nel raggiungimento degli obiettivi ed è per questo che siamo costantemente all’ascolto dei nostri dipendenti”.
Ma non è tutto. Nel corso del 2018 Sodexo Italia si è resa protagonista di numerose iniziative finalizzate a sensibilizzare tematiche importanti come l’inclusione, la sostenibilità ambientale e la lotta alla violenza contro le donne. Si sono contraddistinte in particolar misura l’attivazione di oltre 30 tirocini dedicati a richiedenti asilo e protezione internazionale, in collaborazione con Croce Rossa Italiana Milano e A&I Onlus; l’adesione all’ambizioso progetto green in Nicaragua, un piano di riforestazione che si inserisce nel programma promosso da SeDiciAlberi al fine di dare un supporto all’economia locale; l’iniziativa “Bimbi in ufficio con mamma e papà”, giornata dedicata a riconoscere ed apprezzare gli sforzi di tutti i genitori che quotidianamente si impegnano nel conciliare famiglia e lavoro; la “Campagna del Nastro Bianco”, iniziativa che ha coinvolto i dipendenti dell’azienda i quali, indossando dei fiocchi bianchi in maniera simbolica, hanno confermato la loro opposizione ad ogni genere di sopruso verso le donne, condannando al tempo stesso chi non si fa scrupoli a compierne.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Incidenti in bicicletta

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 luglio 2017

italiani in biciclettaSono purtroppo diventati negli ultimi mesi tema di cronaca. L’Istat ha stimato che nel 2015 i ciclisti coinvolti in incidenti siano stati 45 al giorno e 252 le vittime, una ogni 35 ore. Tra le principali cause, oltre alle violazioni al codice della strada e alla mancanza di strutture idonee, lo stesso studio ha individuato il mancato uso di dispositivi di sicurezza, come il casco. CSI, società del gruppo IMQ, è uno degli organismi più autorevoli accreditati per la verifica della sicurezza dei caschi e la loro certificazione. Prima di poter essere commercializzati, i caschi devono essere sottoposti a numerosi test, secondo la norma EN 1078, per ottenere la marcatura CE.
Tra le principali prove eseguite citiamo quelle di assorbimento urti (a una velocità di 5,42 m/s e 4,57 m/s,) utile a verificare che, in caso di impatto dovuto ad una caduta, l’energia che si sviluppa sia assorbita dal casco e non trasmessa alla testa dell’utilizzatore; quelle sul sistema di ritenuta (cinturino) come la prova di scalzamento e resistenza, atte a verificare che il casco venga mantenuto in posizione adeguata durante un incidente.
CSI è l’unico organismo e laboratorio di prova accreditato in Italia per rilasciare certificati secondo lo schema NCS 8776 basato sulla nuova norma olandese NTA 8776 destinata ai caschi per S-EPAC, ma applicabile anche a tutti i caschi per bici.
Lo schema NCS 8776 prevede requisiti di sicurezza più stringenti rispetto alla normativa tradizionale, in considerazione della sua finalità, ovvero l’utilizzo del casco su di una bicicletta a pedalata assistita che può raggiungere i 45 km orari.
La bicicletta non solo è uno dei mezzi più utilizzati in Europa, ma rappresenta anche un’importante fonte di guadagno per i Paesi del Vecchio Continente. In Italia, che è il secondo esportatore di biciclette in Europa, l’economia delle due ruote ha prodotto nel 2015, 6.206.587 euro di fatturato. È stato stimato che l’utilizzo di biciclette, nel 2015, abbia portato benefici a livello sanitario per 1.054.059 euro e, in particolare, per 960.000 euro per quanto riguarda la salute dei bambini (Dati rapporto A Bi Ci di Legambiente), grazie a una maggiore attività fisica e sana all’aria aperta. Inoltre, il mercato delle e-bike ha subito un’impennata del 120% nel 2016 e le vendite in Italia sono aumentate con una crescita del 9,8%.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Università di Parma in prima fila nell’organizzazione della Certificazione di latino

Posted by fidest press agency su martedì, 16 Mag 2017

Parma ateneoParma Le prove per la certificazione si terranno il 6 giugno dalle 14 alle 18 nelle aule K3 e K6 del Plesso D’Azeglio-Kennedy. L’Università di Parma è tra i primi Atenei italiani coinvolti nella sperimentazione della Certificazione di latino, considerata al pari di quella delle lingue straniere e rilasciata agli studenti che dimostrino di avere le competenze linguistiche a vari livelli. L’iniziativa è stata resa possibile dalla firma di un protocollo d’intesa tra l’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna (USRER) e la Consulta Universitaria di Studi Latini (CUSL). L’Emilia-Romagna si è infatti recentemente unita alle altre regioni in cui è stata avviata la sperimentazione (Lombardia, Sicilia, Liguria, parte del Veneto e Provincia autonoma di Trento), che coinvolge anche gli Atenei emiliano-romagnoli di Bologna e Ferrara. L’obiettivo finale è quello di elaborare un modello unico di certificazione, che definisca in maniera univoca i livelli, le competenze richieste, le modalità di accertamento e verifica delle competenze richieste e le forme di spendibilità. La realizzazione di questo modello unico potrà portare alla definizione di un protocollo d’intesa nazionale con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), che stabilisca le modalità generali di svolgimento e conseguimento della certificazione. Le prove per la certificazione si svolgeranno nelle rispettive sedi universitarie. A Parma si terranno il 6 giugno dalle ore 14 alle ore 18 nelle aule K3 e K6 dell’Università di Parma (Plesso D’Azeglio-Kennedy). È ammesso un numero massimo di 140 studenti dei licei di Parma e provincia (ma auspicabilmente anche di Piacenza e Reggio Emilia). La commissione che si occupa dell’organizzazione e della correzione delle prove è costituita dalle responsabili prof.ssa Mariella Bonvicini e prof.ssa Stefania Voce, docenti del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma (Unità di Antichistica coordinata dal prof. Giuseppe Biondi), dalla prof.ssa Viviana Menoni, docente di Latino al Liceo Scientifico Marconi di Parma, e dal prof. Leonardo Ferrari, docente di Latino e greco al Liceo classico Romagnosi di Parma.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Senologia, attribuita la certificazione di qualità Eusoma

Posted by fidest press agency su martedì, 3 marzo 2015

cancro-al-senoLa Asl Lanciano Vasto Chieti ha il suo ”Breast Centre”. L’attesa si è conclusa, con un numero che si incastona, come una pietra preziosa, in una storia fatta di sacrificio e ricerca ostinata della qualità in tutte le declinazioni. “Certificato n. 1017”: è questo il numero attribuito al Breast Centre della Asl Lanciano Vasto Chieti, che ha ottenuto il prestigioso riconoscimento dalla Commissione per la Certificazione Eusoma per il percorso senologico, che vede in primo piano il Centro diretto da Ettore Cianchetti. Il documento, che reca la data del 25 febbraio, è giunto ieri alla Direzione Aziendale, e certifica l’aderenza agli standard fissati dall’European Society of Breast Cancer Specialist dell’offerta assistenziale garantita dalla Asl alle donne malate di tumore al seno. Il bollino blu di qualità attribuito all’intero percorso, strutturato con l’apporto di molte unità operative degli ospedali di Ortona, Chieti, Lanciano e Vasto ha una validità di tre anni, al termine dei quali procedure e strutture saranno sottoposte nuovamente a verifica.
«Finalmente è arrivato il giusto riconoscimento al lavoro di tanti anni del mio gruppo e delle figure professionali che nel tempo hanno dato vita al percorso senologico – dice a caldo Cianchetti -. Per tutti noi si tratta di un nuovo punto di partenza, uno stimolo a lavorare ancora su ambiti che possono essere migliorati. Doveroso il ringraziamento al manager Zavattaro che ha creduto in noi e creato le condizioni più agevoli per ottenere un’attestazione di qualita che ci colloca nella top ten della senologia in Italia».
La certificazione è stata attribuita a conclusione di una lunga istruttoria, durante la quale sono finiti sotto la lente della Commissione volumi di attività, professionisti, processi e tutte le figure coinvolte nell’assistenza alle pazienti: oncologo, radiologo, anatomopatologo, chirurgo, radioterapista, case manager, infermieri. E’ stata verificata l’aderenza a precisi standard di qualità dell’attività di ciascuno, al fine di misurare con l’utilizzo di una serie di indicatori, la qualità espressa dal percorso strutturato per la presa in carico delle donne con diagnosi di tumore al seno. Nello specifico, sono stati presi in esame la gestione della fase chirurgica, la diagnostica, l’istologia, la fisioterapia, il follow up, la formazione degli operatori, le informazioni date alle pazienti.
«Siamo stati caparbi e determinati nel puntare a un traguardo così ambizioso – sottolinea con giusta soddisfazione il Direttore generale della Asl, Francesco Zavattaro – che abbiamo raggiunto grazie a un grande lavoro di squadra. E’ stata questa la cifra di questa sfida, fare gruppo intorno all’obiettivo seno, per strutturare una vera rete in grado di prendere in carico la donna e accompagnarla in tutte le fasi di diagnosi e cura del tumore. Ugualmente grande importanza è stata attribuita all’approccio multidisciplinare che caratterizza la gestione di casi, studiati e trattati secondo il percorso scaturito dal confronto tra i diversi specialisti coinvolti nel Gruppo Interdisciplinare Cure Oncologiche. Abbiamo dimostrato che la sanità di qualità è un obiettivo possibile anche in una Regione in piano di rientro».
La Certificazione Eusoma, dunque, riconosce il percorso senologico, che fa capo all’ospedale di Ortona, come Breast Centre, in linea con la normativa europea che a partire dal 2016 impone di trattare i tumori del seno esclusivamente in strutture che abbiano acquisito l’European Cancer Care Certification. La finalità è concentrare i casi in pochi centri altamente specializzati, in modo che le esperienze non vengano disperse e il personale possa acquisire competenze prodotte da volumi elevati di prestazioni.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La prof.ssa Gillian Mansfield rieletta Presidente di CercleS

Posted by fidest press agency su martedì, 30 settembre 2014

La prof.ssa Gillian Mansfield,Duomo_e_Battistero_di_Parma docente di Lingua e traduzione inglese presso il Dipartimento di Antichistica, Lingue, Educazione e Filosofia (A.L.E.F) dell’Università di Parma, è stata rieletta Presidente di CercleS (European Confederation of Language Centres in Higher Education) durante il XIII Convegno Internazionale tenutosi dal 4 al 6 settembre presso la University of Fribourg in Svizzera.CercleS è una confederazione di associazioni indipendenti di 22 Stati europei fondata a Strasburgo nel 1991. Riunisce circa 330 Centri Linguistici, Dipartimenti, Istituti, Facoltà o Scuole di livello universitario, la cui responsabilità principale è l’insegnamento della lingua nell’istruzione superiore e il cui obiettivo è di assicurare, promuovere e tutelare alti standard qualitativi non solo nella formazione e nella ricerca linguistica, ma anche nella didattica delle lingue straniere.
Tra le attività principali, infatti, l’Associazione organizza conferenze, seminari e gruppi di ricerca su tematiche riguardanti l’insegnamento e l’apprendimento delle lingue straniere, la certificazione linguistica, la formazione del personale didattico, tecnico e amministrativo, gli scambi di docenti e studenti fra centri diversi, l’uso delle nuove tecnologie nella didattica delle lingue e il multilinguismo. Tale confederazione è rappresentata da 12 membri plenari (associazioni nazionali) e 25 membri associati, oltre ai circa 250.000 studenti che apprendono le principali lingue dei vari paesi del mondo.Inoltre, la prof.ssa Mansfield è anche Editor-in-chief della rivista accademica di CercleS, Language Learning in Higher Education, pubblicata dalla Casa Editrice De Gruyter Mouton, ed è attualmente coordinatrice didattica dell’Aula Multimedia presso il suo Dipartimento, dove svolge anche le sue ricerche sull’apprendimento autonomo e collaborativo delle lingue straniere per tutto l’arco della vita. Partecipa attivamente al Centro di Ricerca Interdipartimentale per la didattica e il supporto alle pubblicazioni digitali UniPR Co-Lab con la sperimentazione, all’interno dei suoi corsi di Lingua e traduzione inglese, dell’apprendimento linguistico collaborativo con il supporto della tecnologia. Inoltre ha contribuito alla Programmazione Triennale di Ateneo partecipando alla progettazione dell’Azione ENGpower all’interno del Progetto UNIPR E E-LEARNING, e fa parte del Comitato di progetto che monitorerà l’attuazione dello stesso.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Friend of the Earth certifica e promuove i prodotti da agricoltura e allevamento sostenibili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 giugno 2014

friend of the earthFriend of the Earth è un progetto non profit indipendente per la certificazione di prodotti agricoli sostenibili. Le verifiche sono svolte da enti di certificazione internazionali e solo i produttori conformi ai rigidi criteri di sostenibilità Friend of the Earth sono autorizzati ad apporre il logo di certificazione sui propri prodotti.L’obiettivo di Friend of the Earth è promuovere la conservazione dell’ambiente, segnalando al consumatore consapevole quei prodotti derivanti da pratiche di agricoltura e allevamento sostenibili.I requisiti per la certificazione Friend of the Earth fanno riferimento alle linee guida SAFA per l’agricoltura e l’allevamento sostenibili della FAO. I siti produttivi certificati non possono essere sviluppati su habitat critici e i produttori devono avere implementato un sistema di gestione sociale e ambientale, essere conformi alla normativa ambientale nazionale, mantenere gli ecosistemi esistenti, e ridurre l’impatto del loro operato a un livello sostenibile.
Friend of the Earth è un’iniziativa sviluppata sulla base della positiva esperienza del programma di certificazione Friend of the Sea per la pesca e l’acquacoltura sostenibili. I due schemi di certificazione nascono da un’idea italiana, ma alle loro verifiche si sono affidate oltre 400 aziende da 50 Paesi nel mondo.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Obbligo certificazione energetica degli edifici

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 agosto 2013

La conversione in legge del Dl 63/2013, avvenuta con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 3/8/2013 della Legge 90/2013, ha confermato la vigenza della nuova certificazione energetica degli edifici APE (attestato di prestazione energetica) che va a sostituire l’ACE (attestato di certificazione energetica).
Le nostre norme, fino all’intervento di questo decreto, non erano conformi ai dettami europei e per questo motivo siamo stati sanzionati.
E’ stata recepita la Direttiva 2010/31/UE, sanando diverse procedure di infrazione che la Comunita’ Europea aveva avviato contro l’Italia per errati o incompleti recepimenti di Direttive. Procedure che lo scorso giugno sono sfociate in una sentenza di condanna della Corte di giustizia europea. Essenzialmente per la mancanza dell’obbligo di consegnare l’attestato energetico in caso di vendita o locazione di un immobile: le nostre norme, pur prevedendo l’obbligo di indicare in contratto di aver ricevuto informazioni e documentazione energetica sull’immobile, prevedevano una deroga per le locazioni se questa documentazione mancasse al momento della firma del contratto. Non solo, ma in caso di edifici con rendimento energetico basso, il proprietario poteva ovviare all’obbligo consegnando un’auto-dichiarazione di appartenenza alla classe energetica piu’ bassa, la “G”.
Dallo scorso 6 giugno e’ quindi in vigore l’obbligo di allegare ai contratti di compravendita immobiliare e di locazione (quelli nuovi) la nuova attestazione energetica denominata APE, pena la nullità dei contratti stessi.
Il decreto prevede un regime di transizione: fino all’emanazione dei decreti ministeriali che fissano i criteri di calcolo dei nuovi parametri tecnici a cui riferirsi (emanazione che dovrebbe avvenire entro Gennaio 2014), si puo’ redigere il documento riferendosi alle precedenti istruzioni tecniche (inclusa la vecchia certificazione ACE in corso di validita’ -dieci anni). In merito, lo scorso 25 giugno, il ministero dello Sviluppo Economico ha emesso una circolare.
Tutto risolto? Sembra di no. In questi giorni infuria la polemica su questo obbligo, soprattutto nei contratti di locazione, e alcune associazioni di categoria hanno chiesto al Governo di toglierlo, e di farlo in fretta. Un “déjà vu”: nel 2008, con il DL 112/08 venne abrogato l’obbligo che il legislatore aveva introdotto nel 2006 con il D.lgs.311/2006 [6]. A chi rimane in mano il cerino? Al cittadino che si trova di fronte al caos, spesso alimentato anche dalla disinformazione. Non entriamo nel merito su quanto sia o meno giusto dover sborsare dei soldi per munirsi di una certificazione che alcuni ritengono inutile. La direttiva europea c’e’, la si puo’ ignorare, la si puo’ accogliere, ma saltare da un “si’” ad un “no” ci sembra pessimo, anche perche’ le multe che vengono inflitte all’Italia, oltre alla brutta figura che ci fanno fare, vengono comunque pagate coi soldi dei contribuenti… e tanto vale pagare e fare bella figura, e non il contrario. Poi, se qualcuno in sede comunitaria riuscira’ a far levare questo obbligo, convincendo gli altri partner comunitari della sua inutilita’, ci adegueremo. L’importante e’ che il singolo cittadino abbia certezza del diritto…. ma, ed è questa l’ennesima dimostrazione, nel nostro Paese questa è una chimera.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Certificazione forestale

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2011

palazzo lombardia

Image by Obliot via Flickr

Milano, 22 Novembre, nella nuova sede della Regione (Palazzo Lombardia, via Melchiorre Gioia 27). Una data non scelta a caso, perché sarà il giorno successivo alla Giornata nazionale dell’Albero, organizzata dal Ministero dell’Ambiente. – Tre eventi in uno. Un appuntamento per celebrare uno dei soggetti più importanti a livello nazionale nel settore della certificazione, per selezionare le aziende più innovative nel campo delle produzioni sostenibili per le foreste e per premiare le testate giornalistiche più attente a comunicare in modo preciso ed equilibrato le opportunità dello sviluppo sostenibile. L’occasione è offerta dalle celebrazioni del Decennale del Pefc Italia, la sezione nazionale dello schema di certificazione delle foreste gestite in modo sostenibile più diffuso al mondo. All’evento, oltre ai vertici del Pefc Council, prenderanno parte i rappresentanti del Ministero delle Politiche agricole, della Regione Lombardia, di Federlegno e di Assolegno. Un’occasione anche per fare il punto sulle importanti – e spesso poco conosciute – ricadute economiche e sociali degli investimenti mirati a valorizzare la filiera legno. A seguire, saranno conferiti i premi alle migliori aziende e realtà produttive impegnate a diffondere un modo diverso e più responsabile di utilizzo della materia prima legno. Saranno premiate quattro “best practice”: un premio per il settore “Foreste”; uno per la migliore “Catena di Custodia”; uno per la “Certificazione di progetto”; e un premio per la promozione e divulgazione. Tra le quattro realtà premiate sarà poi scelto il vincitore assoluto. Dopo le aziende, sarà la volta delle testate giornalistiche. Un compito, quello dei giornalisti ambientali, spesso sottovalutato dal mondo della comunicazione, nonostante proprio attraverso di loro passi la possibilità di spiegare all’opinione pubblica gli enormi vantaggi – economici, ambientali e collettivi – dell’uso corretto delle risorse naturali. Per questo il Pefc Italia ha deciso di premiare una testata per ogni mezzo di comunicazione: agenzie di stampa, quotidiani, periodici, tv e web.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Certificazione qualità imprese agricole

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 luglio 2011

“La certificazione è il documento di identità dei prodotti ed è l’unico strumento in grado di garantirne la qualità. Pertanto l’appello agli imprenditori è che non devono più considerarla come un costo, ma devono collocarla nel piano dei conti aziendali tra gli investimenti che incrementano la produttività nel lungo periodo. Le merci non conformi a norme di qualità e sicurezza sono dei boomerang, producono danni irreversibili e non solo per la singola azienda”.
Lo ha dichiarato Giuseppe Margiotta, presidente della Samer, l’azienda speciale della Camera di Commercio di Bari, che si occupa di analisi chimiche-merceologiche, all’indomani della convenzione stipulata con la Coldiretti Puglia, “un ennesimo passo – prosegue Margiotta – finalizzato ad intensificare il coinvolgimento delle categorie economiche nelle nostre attività e quindi anche in materia di rilascio di certificazioni di qualità. La Samer, con attrezzature all’avanguardia certifica la qualità e la conformità dei processi produttivi dei prodotti. Abbiamo ottenuto il riconoscimento dal ministero allo Sviluppo Economico di Laboratorio Pubblico; tutto questo ci pone come riferimento degli enti pubblici e delle aziende sul territorio anche attraverso le categorie economiche. Questa intesa raggiunta con la Coldiretti verrà presto condivisa anche dalla Cia e dalla Confagricoltura. Offriamo consulenza e assistenza sulle certificazioni di sistema e di Prodotto, HACCP, ambiente, etichettatura, commercializzazione, sulle normative tecniche nazionali ed internazionali. Nella nostra terra non mancano i fattori per competere, abbiamo i prodotti, la tecnologia, gli strumenti all’avanguardia, le intelligenze per fare ricerca. Bisogna solo utilizzarli al meglio e nell’interesse di tutti”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

GEFCO: certificazione ISO 14000

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 Mag 2011

Pregnana Milanese (MI). Quello di Pregnana Milanese è uno dei siti più importanti per GEFCO Italia, hub principale per le partenze nazionali ed internazionali. “Abbiamo deciso di cominciare con Pregnana Milanese – precisa Lorrain – perché è un sito strategico per i nostri servizi. Gli investimenti messi in campo sono stati significativi e necessari affinché gli impianti del sito rispondessero ai requisiti della certificazione. Siamo orgogliosi di poter affermare che l’impatto delle nostre attività logistiche sull’ambiente circostante si è ridotto notevolmente e continuerà a diminuire”. Numerosi sono stati gli interventi realizzati in questi mesi per ottenere la certificazione ISO 14000. Innanzitutto è stato messo a punto un sistema efficace di raccolta differenziata che permette un riciclo di più del 90% dei rifiuti prodotti dallo stabilimento. Per rifiuti si intendono quelli assimilabili agli urbani come la carta, la plastica, il vetro e l’umido e quelli di dimensioni più ingombranti, derivanti dagli imballi come il legno e il cellofan. Anche i consumi, ovviamente, sono finiti nella lente di ingrandimento, ed è stato avviato un controllo più attento per quel che riguarda l’utilizzo di elettricità, gas e acqua. Altro settore d’intervento è stato quello relativo all’attivazione di un monitoraggio costante dei chilometri percorsi da parte dei camion GEFCO per valutare con precisione le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera. In futuro l’impegno sarà quello di utilizzare veicoli almeno Euro 4. Sono stati inoltre realizzati alcuni lavori di ristrutturazione del sito, per esempio interventi di ottimizzazione sulla caldaia e sui servizi igienici.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lavorare nella Mediazione stragiudiziale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 marzo 2011

Roma  31 marzo 2011, dalle ore10.00 alle 13.00, presso la Sala Calasso della Facoltà di Giurisprudenza, si terrà il seminario “Lavorare nella Mediazione stragiudiziale. Una nuova prospettiva professionale”. Un’occasione importante per approfondire ed analizzare il profilo del mediatore al centro, oggi,  di un acceso dibattito. Dopo i saluti iniziali del Prof. Mario Caravale (Preside Facoltà Giurisprudenza – Sapienza), Prof. Giuseppe Santoro Passarelli (Presidente della Commissione per la mediazione civile e commerciale e per la certificazione in materia di lavoro) e del Prof. Pietro Lucisano (Delegato al diritto allo studio, orientamento e placement – Sapienza) interverranno: Prof. Gianfranco Palermo (Presidente Vicario della Commissione per la mediazione civile e commerciale e per la certificazione in materia di lavoro), Dott.ssa Anna Maria Colagiovanni(Membro della Commissione per la mediazione civile e commerciale e per la certificazione in materia di lavoro), Dott.ssa Silvana Paggiossi (Responsabile Settore I Affari Generali – Sapienza), Avv. Saveria Mobrici (Presidente dell’Associazione “Le Toghe”), Avv. Alessandra Bianco (Adr Concordia Italia S.r.l.), Dott.ssa Gabriella Pappadà (Direzione CERES -Centro di Ricerche Economiche e Sociali).L’incontro organizzato dalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università La Sapienza di Roma in collaborazione con SOUL – Sistema Orientamento Università Lavoro e CERES – Centro di Ricerche Economiche e Sociali è gratuito e aperto a tutti.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Certificazione Europea di qualità

Posted by fidest press agency su sabato, 22 gennaio 2011

Parma Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi. L’approvazione da parte di EAEVE permette al corso di laurea magistrale in Medicina Veterinaria e a tutta la Facoltà di Medicina Veterinaria di ottenere una certificazione a livello europeo sulla qualità non solo delle strutture, ma anche e soprattutto del percorso didattico offerto agli studenti, che sono e saranno sempre più al centro dei processi della Facoltà. La certificazione ottenuta, a cui la Facoltà di Veterinaria si è preparata con un lavoro che dura da anni, sia per quanto riguarda l’organizzazione didattica che le strutture, è assolutamente importante e decisiva per il futuro della Facoltà stessa. Infatti il Ministero dell’Università, con una deliberazione del 2010, ha deciso di utilizzare, a partire dal 2013, la certificazione EAEVE come parametro stringente di valutazione di tutte le Facoltà veterinarie italiane. Pertanto le Facoltà veterinarie che entro il 2013 non avranno superato questo “esame” non potranno più iscrivere nuovi studenti, e saranno destinate in breve alla chiusura. Nel corso della visita, la Commissione di esperti europei ha verificato in modo oggettivo le strutture della Facoltà, comprese quelle dell’Ospedale Veterinario, e tutte le attività didattiche e cliniche, attraverso una serie di incontri con docenti, personale tecnico amministrativo, dottorandi, assegnisti, borsisti e studenti. Gli studenti, in particolare, hanno espresso unanimemente grande soddisfazione ed hanno auspicato che la Facoltà continui ad esprimere questi alti standard di qualità.
La Commissione di esperti europei nell’ambito veterinario – EAEVE era formata da Gert Niebauer (Coordinatore – Università di Parigi), Maria Conceição Peleteiro (Presidente – Università di Lisbona), Fernando Forcada (Università di Saragozza), Iva Steinhauserova (Università di Brno), Riitta-Mari Tulamo (Università di Helsinki) e dagli “ufficiali di collegamento” Eugenio Scanziani (Università di Milano) e Ana Maria Bravo del Moral (Università di Santiago di Compostela). La Commissione, al termine della visita, ha espresso l’intenzione di verificare nuovamente entro un paio di anni alcuni elementi di secondaria importanza, attualmente non approvabili in quanto nati di recente.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Certificazione forestale sostenibile

Posted by fidest press agency su martedì, 14 dicembre 2010

Sono ben 12 le certificazioni forestali Pefc assegnate ad aziende del Friuli Vg, nell’ultimo quadrimestre del 2010. Sette operano nella provincia di Udine, 2 in quella di Pordenone e 3 nel goriziano. Udine è, a tutti gli effetti, la provincia leader per quanto riguarda la certificazione forestale sostenibile. Infatti, su 30 prodotti certificati complessivamente nelle aziende del Fvg, 20 sono trasformati nell’udinese, mentre i restanti 10 se li dividono equamente Gorizia e Pordenone. «L’Associazione regionale Pefc Fvg – precisa il presidente Enore Casanova – in accordo con quanto previsto dalla normativa regionale, oltre a sviluppare la cultura della Gestione Forestale Sostenibile, sta verificando la possibilità di valorizzare ulteriormente la filiera regionale legata al bosco con una specificazione che attesti l’origine locale del materiale legnoso certificato. Il marchio Pefc, infatti, potrebbe essere rafforzato attraverso l’aggiunta dell’indicazione sulla provenienza geografica dei prodotti prelevati dai nostri boschi».  In questi ultimi 4 mesi del 2010, l’attestato è stato attribuito per lo più a tondame da sega; tavolame; travi; produzione di carta; pannelli di compensato; legna da ardere; ante in mdf e legno massiccio. L’Ar Pefc (Programma per il mutuo riconoscimento degli schemi di certificazione forestale) del Friuli Vg è un’organizzazione riconosciuta dal Pefc Italia e rappresenta gli associati nei confronti delle diverse parti interessate al sistema Pefc Italia (di cui la dottoressa Cristina D’Orlando, è vicepresidente in rappresentanza della Regione Friuli Vg). Ha sede a Tolmezzo ed è composta da 50 associati tra proprietari pubblici (tra cui la Regione, il Consorzio Boschi Carnici e la gran parte dei Comuni della montagna friulana) e privati per una superficie totale certificata pari a 74.775 ettari (717.102 ettari in Italia; 225 milioni di ettari nel mondo). Scopo dell’Associazione è quello di promuovere la certificazione di sostenibilità ambientale nella gestione del patrimonio boschivo regionale, secondo i parametri stabiliti a livello mondiale dal Pefc, per garantire ora e in futuro le importanti funzioni ecologiche, economiche e sociali svolte dagli spazi forestali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tavolo italiano su agricoltura biologica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 settembre 2010

Bologna 8 settembre, alle ore 10.30 conferenza stampa alla Libreria Coop Ambasciatori (via Orefici, 19), alle ore 10.30. Parte da Bologna la mobilitazione dell’agricoltura biologica su i cambiamenti climatici. Per ridurre le emissioni che provocano il riscaldamento del pianeta, ma anche per valutare – dati alla mano – gli effetti che questo produrrà sulle attuali coltivazioni e sull’allevamento, per non farsi cogliere impreparati tra qualche anno.  Sono questi gli obiettivi di fondo del Tavolo italiano su agricoltura biologica e cambiamenti climatici, promosso dalla bolognese Icea (Istituto per la certificazione etica e ambientale). L’iniziativa – alla quale aderiscono tra gli altri Coop Italia e il CNR – sarà presentata domani a  L’idea che sta alla base della costituzione del Tavolo è che su questo tema non ci si può limitare ad attendere le decisioni degli Stati e dei summit internazionali, ma ognuno può e deve iniziare a fare la propria parte. Nello specifico l’agricoltura è sia uno dei settori potenzialmente più colpiti dai cambiamenti climatici, sia uno di quelli che più contribuire a contrastarli, riducendo la produzione dei gas responsabili del riscaldamento globale attraverso l’applicazione di tecniche di coltivazione a ridotto impatto ambientale, ma anche sottraendo quelli esistenti fissandoli mediante la fotosintesi nelle piante e, attraverso il parziale o totale interramento della biomassa, nel suolo. Obiettivo: contenere un riscaldamento già in atto e che nei prossimi anni obbligherà comunque il settore a fare i conti con cambiamenti anche importanti nelle coltivazioni e nell’allevamento.
Nel corso della conferenza stampa, alla quale parteciperà tra gli altri i presidenti di Icea Gaetano Paparella e di Federbio Paolo Carnemolla e alcuni ricercatori del Cnr e che sarà coordinata dal metereologo Luca Lombroso (già a Che tempo che fa), saranno illustrati adesioni, obiettivi e prime azioni del Tavolo e i dati dell’Unione Europea sui mutamenti climatici rilevanti per l’agricoltura che interesseranno la Pianura Padana nei prossimi anni.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Professioni qualificate e libero mercato

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2010

Roma 21 giugno 2010 – ore 14.30, Via della Mercede, 55 Sala della Mercede – Palazzo Marini. Le professioni hanno un ruolo fondamentale per il miglioramento della competitività, in quanto rappresentano un fattore chiave di valorizzazione per le imprese, per la qualità dei prodotti e dei processi, a vantaggio dei consumatori.  In Italia si è lasciata la possibilità di esercitare le professioni non regolamentate a chiunque, anche senza avere alcun requisito tecnico e di formazione, poiché manca un sistema che permetta di dichiarare e garantire – in modo non autoreferenziale – le prestazioni professionali fornite.  Alcune professioni non regolamentate hanno intrapreso, attraverso le associazioni di riferimento, un percorso di mappatura dei requisiti minimi per l’accesso all’esercizio dell‘attività e per la certificazione attraverso organismi di parte terza. L’Europa peraltro stimola tale modalità, richiedendo libertà di circolazione dei professionisti nel mercato europeo e quindi una riduzione drastica delle barriere nazionali.  Questo percorso permetterebbe al cittadino di distinguere il professionista competente e aggiornato dall’improvvisatore, qualificando e regolamentando il mercato pur nella libertà di esercizio.  Stimolare le professioni non regolamentate a partecipare alla normazione UNI è un momento di autodeterminazione del sapere tramite un meccanismo che coinvolge tutti gli operatori dei mercati di riferimento e tutte le parti sociali.  Il sistema professionale italiano ha così l’opportunità di aderire a un percorso normativo che può portare al riconoscimento de facto delle professioni non regolamentate in una logica di miglioramento continuo.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Certificazione online non piace a 90% medici

Posted by fidest press agency su domenica, 23 Mag 2010

È quanto afferma in una nota Francesco Pecora, responsabile nazionale comunicazione dello Snami (Sindacato nazionale autonomo medici italiani), che precisa di non avere «preclusioni per le nuove tecnologie», ma si oppone «alle innovazioni tecnologiche improvvisate che non funzionano e che rallentano addirittura il lavoro dei camici bianchi». «Lo Snami – spiega Pecora – non ha preclusioni verso il ministro Renato Brunetta, ma non apprezza la sua scelta di imporre per decreto ai medici compiti gravosi e non remunerati, affermando invece pubblicamente che i camici bianchi percepiscono favolose indennità per la spedizione online dei certificati di malattia. Ciò non corrisponde a verità». Nel mirino di Pecora anche le altre organizzazioni sindacali di categoria. «Lo Snami – sottolinea – non ha avversione nei confronti di altri o altro sindacato, ma contrasta con ogni mezzo quel sindacato che non chiede giusta remunerazione per i nuovi certificati di malattia, appare con il ministro in televisione e non difende i colleghi, fingendo di non rendersi conto che questo nuovo percorso, così come viene proposto, è sgradito al 90% dei medici tutti. Lo Snami – aggiunge – in ogni caso continuerà, anche con altre organizzazioni sindacali, la lotta contro le imposizioni della parte pubblica e contro le denigrazioni, le menzogne e gli atteggiamenti ostili di pochi. Questi – conclude Pecora – sono evidenti colpi di coda di quel sistema consociativo che mistifica una realtà sotto gli occhi di tutti e che negli anni ha portato la medicina generale nel baratro in cui si trova».(fonte doctor news)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Certificazione per i Laboratori di Medicina Legale

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2010

I Laboratori di Tossicologia e Genetica Forense dell’Università di Pavia hanno ottenuto la certificazione ISO 9001:2008. E’ il primo importante esito, che si inserisce nel “Piano generale di Progettazione e Sviluppo del Sistema di gestione per la Qualità dell’Ateneo”. La Direzione Amministrativa dell’Università degli Studi di Pavia ha infatti assunto, nel 2009, la decisione di creare una propria struttura organizzativa con lo scopo di favorire lo sviluppo della cultura della Qualità. La Certificazione del Sistema di Gestione per la qualità è un atto di attestazione svolto da parte di un Ente terzo ed indipendente. Nel caso dell’Ateneo, tale atto riguarda la  conformità dell’organizzazione dei Laboratori di Tossicologia e Genetica Forense, ai requisiti di uno standard internazionale (ISO 9001:2008).  Per ottenere la certificazione i laboratori hanno dimostrato di essere in grado (sistematicamente) di identificare le esigenze dei propri Utenti, di progettare, pianificare e attuare le metodiche per soddisfare tali esigenze, di adeguare continuamente le proprie risorse, mantenere sotto controllo l’erogazione dei propri servizi, misurare e verificare le prestazioni della propria organizzazione e dei propri processi migliorandoli continuamente. Tramite la certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità  i Laboratori di Tossicologia e Genetica Forense forniscono fiducia al mercato che ottiene l’assicurazione della loro attenzione alle esigenze degli utenti e della disponibilità di metodiche consapevoli e sistematiche. Il piano generale di Progettazione e Sviluppo del Sistema di gestione per la Qualità dell’Ateneo prevede  un insieme di attività strettamente integrate e coordinate: – La progettazione lo sviluppo di metodologie e ricerche innovative, inerenti il monitoraggio, l’autovalutazione e la misurazione statistica, al fine di conseguire continui miglioramenti della qualità dei servizi. Ciò anche mediante appropriate attività di formazione volte al trasferimento delle metodologie progettate. – Il conseguimento della conformità ai requisiti delle norme della serie UNI EN ISO 9000 e la certificazione dei Sistemi di Gestione per la Qualità di tutte le Unità Organizzative, – La diffusione a tutto il Personale della cultura della Qualità e delle metodologie idonee per conseguire il miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza  – La misurazione sistematica, tramite appropriati strumenti statistici e contabili, delle prestazioni dei processi e del loro miglioramento in termini di efficacia e di efficienza al fine ottenere la base di dati necessaria per assumere le opportune decisioni.- L’applicazione dei principi di gestione per la qualità (UNI EN ISO 9000:2005) per guidare l’organizzazione verso il miglioramento delle prestazioni e realizzare benefici economici e finanziari misurabili.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La certificazione professionale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 aprile 2010

Bari, 6 maggio 2010  Via E. Orabona 4 presso il Dipartimento di Informatica – Università degli Studi di Bari Aldo Moro APCO (Associazione Professionale Italiana di Direzione e Organizzazione) in collaborazione con Università di Bari, ICMCI, il Southern Italy Charter del Project Management Institute (PMI-SIC) e Daisy-Net, organizza il convegno “La certificazione professionale: opportunità o necessità?“  L’incontro, al quale parteciperanno eminenti esponenti del mondo accademico, del consultant  management, uomini di impresa e della Pubblica Amministrazione, sarà l’occasione per discutere e fare chiarezza sul significato dell’essere professionista oggi, sulle modalità di valutazione dei risultati raggiunti attraverso l’attività, sul ruolo che questa figura riveste all’interno di grandi e piccole organizzazioni.  Perchè certificarsi? E’ la certificazione una leva indispensabile che oggi il mercato della domanda deve richiedere come garanzia nel processo di acquisto dei servizi professionali?  Oppure, è essa una qualifica che il professionista stesso, spinto da una passione che gli è propria, ricerca, perseguendo volontariamente percorsi formativi seguiti da verifiche rigorose in termini di competenze e professionalità acquisita, approccio etico ed esperienza sul campo?   A queste e ad altre domande alcuni tra i protagonisti più qualificati nello scenario nazionale e internazionale, sia dal lato delle Istituzioni sia dal lato della domanda nel settore privato e nella Pubblica Amministrazione, cercheranno di dare una risposta concreta attraverso testimonianze e presentazioni di casi reali di successo. La presenza a questo evento ha anche un’importanza tangibile per la professione; infatti, il seminario dà diritto all’acquisizione di 2 PDU per il mantenimento delle Certificazioni CAPM o PMP.  Il convegno prosegue con una tavola rotonda sul valore della certificazione tra pubblico e privato alla quale saranno presenti operatori italiani e internazionali quali Anton Florijan Barisic – President IMC Croatia e International Organization Programmes Expert for Professional Competencies Development, Mario Collevecchio, Comitato Scientifico dell’Associazione Nazionale Direttori Generali Enti Locali (ANDIGEL) e Professore a contratto presso la Scuola di Specializzazione in Studi sull’Amministrazione Pubblica (SPISA) dell’Università di Bologna, Domenico Favuzzi – Presidente Terziario Innovativo e Comunicazione di Confindustria Bari, Presidente e Amministratore Delegato di Exprivia SpA, Francesco Saponaro – Presidente Innova Puglia e Andrea Volpe, PMP® – Responsabile dell’Unità Pianificazione e Controllo Grandi Interventi Acquedotto Pugliese Spa. La partecipazione all’evento è gratuita, previa iscrizione obbligatoria.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Con.Fu. conoscere i funghi

Posted by fidest press agency su sabato, 19 settembre 2009

Sovigliana di Vinci via Oberdan  Asl 11. Le  iscrizioni al corso di formazione “Con.Fu. Conoscere i funghi” scadono il prossimo 20 settembre. Il corso, che si svolgerà nei locali dell’Agenzia per la formazione   rilascerà agli iscritti valutati positivamente al termine dell’esame finale un attestato di frequenza necessario per il rilascio della certificazione di micologo da parte dell’ufficio regionale competente. Il micologo è un esperto qualificato in grado di riconoscere, studiare e classificare i funghi e che può svolgere attività lavorativa di consulenza, vigilanza e controllo per la raccolta e commercializzazione dei funghi in ambito pubblico (aziende sanitarie, Arpa, ispettorati micologici) e privato (servizi di consulenza e formazione, commercio). Il corso è aperto a 25 partecipanti fra tecnici della prevenzione e operatori del settore commercializzazione dei funghi. La domanda di iscrizione può essere scaricata dal sito http://www.usl11.toscana.it (spazio riservato all’Agenzia per la formazione, area igiene degli alimenti) o http://www.empolese-valdelsa.it e, corredata della documentazione richiesta, può essere presentata direttamente oppure inviata all’Agenzia per la formazione.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »