Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘ciclo’

Secondo appuntamento del ciclo “Incontriamoci in Marciana”

Posted by fidest press agency su martedì, 26 marzo 2019

Venezia Giovedì 28 marzo 2019, ore 17 Conferenza di Valentina Petaros Jeromela Libreria Sansoviniana, Venezia, Piazzetta San Marco 13/a. Nell’ambito del ciclo “Incontriamoci in Marciana” la Biblioteca Nazionale Marciana giovedì 28 marzo 2019, alle ore 17, come secondo appuntamento propone la conferenza di Valentina Petaros Jeromela dal titolo Ordo Salis. Produzione, commercio e contrabbando del sale all’epoca della Serenissima Repubblica di Venezia. Nell’occasione sarà anche presentato l’omonimo volume da lei curato (Udine, Circolo Culturale Il Colle di San Daniele, 2013). Durante l’incontro è prevista la proiezione di due filmati: la sintesi del documentario e il cortometraggio “Oro bianco” vincitore di Istria Nobilissima 2018 di Rebeka Legović, RTV Capodistria. Saluto di Stefano Campagnolo, direttore della Biblioteca Nazionale Marciana. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili: Piazzetta San Marco 13/a, Venezia (Libreria Sansoviniana, sede storica della Biblioteca).
Valentina Petaros Jeromela ricercatrice scientifica in campo storico di Capodistria, è l’autrice di un saggio dedicato al contrabbando del sale, un commercio sommerso ed alternativo al normale commercio che era sottoposto da parte della Serenissima a fortissime imposizioni fiscali. Nel corso della conferenza parlerà della ricerca operata negli archivi veneziani e racconterà come la Serenissima avesse messo in atto una serie di norme ed espedienti sia per mantenere il controllo del commercio sia per sconfiggere il temuto contrabbando del cosiddetto ’oro bianco’. L’autrice darà sintesi nel corso dell’incontro raccontando le vicissitudini del sale di Pirano e delle altre saline dell’Alto Adriatico, vicissitudini che molto hanno in comune con quelle delle saline di Cervia. Nella pubblicazione che sarà presentata sono contenuti anche un saggio dello storico del sale Jean Claude Hoquet dal titolo I Sali nel Friuli e il saggio di Marino Vocci Sale e saline dell’alto Adriatico.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Prosegue il ciclo dedicato al grande Wolfgang Amadeus dal Quartetto di Cremona

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 gennaio 2019

Roma Sabato 26 gennaio 2019 alle 17.30 presso l’Aula Magna della Sapienza (Piazzale Aldo Moro 5) prosegue il ciclo di concerti della IUC intitolato “Esplorando Mozart” e affidato al Quartetto di Cremona, erede spirituale del mitico Quartetto Italiano ed orgoglio della musica italiana nel mondo.Il Quartetto di Cremona prende il nome dalla città dei più grandi liutai di ogni tempo, perché questi quattro musicisti suonano alcuni strumenti fabbricati secoli fa proprio a Cremona. I violinisti Cristiano Gualco e Paolo Andreoli suonano rispettivamente un Guadagnini del 1776 e un Testore del 1750 circa, il violista Simone Gramaglia un Torazzi del 1680 circa e il violoncellista Giovanni Scaglione un Amati del 1712: questi preziosi strumenti nati a Cremona (tranne il violino Testore) sono stati messi a disposizione del Quartetto di Cremona dal Peter Eckes Kulturfond, in considerazione del valore di questo gruppo.Il secondo concerto del ciclo “Esplorando Mozart” è dedicato agli ultimi Quartetti del musicista salisburghese. Dopo i precedenti sei Quartetti dedicati a Haydn, scritti con una “lunga e laboriosa fatica” per impossessarsi dello stile del più anziano maestro, Mozart tornò in questi Quartetti a quella sua perfezione raggiunta con assurda facilità, che sembrerebbe prerogativa di una divinità più che di un essere umano. Tutto scorre miracolosamente privo di peso e straordinariamente luminoso. Secondo Bernhard Paumgartner, “l’approfondimento passionale e soggettivo cede qui alla folgorante chiarezza, all’estrema eleganza del porgere, alla sublime raffinatezza espressiva del canto e dell’armonizzazione”. Si ascolteranno tre di quei quattro ultimi Quartetti: Il Quartetto n. 20 in re maggiore K 499, il Quartetto n. 22 in si bemolle maggiore K 589 e il Quartetto n. 23 in fa maggiore K 590, l’ultimo in assoluto di Mozart, composto nel 1790, un anno prima della sua precocissima morte.Fin dalla propria fondazione, il Quartetto di Cremona si è affermato come una delle realtà cameristiche più interessanti a livello internazionale ed è regolarmente invitato ad esibirsi nei principali festival e rassegne musicali in Europa, Sudamerica, Stati Uniti ed Estremo Oriente, riscuotendo unanimi consensi di pubblico e critica. Tra i suoi più recenti debutti internazionali sono da ricordare Amburgo, Vancouver, Zurigo, Stoccolma, Ginevra, Madrid, Washington, Valencia e Cartagena.Il Quartetto di Cremona è titolare della cattedra del “Corso di Alto Perfezionamento per Quartetto d’Archi” presso l’Accademia Walter Stauffer di Cremona, ed è regolarmente invitato a tenere masterclass in Europa, USA e Sud America. È testimonial del progetto internazionale “Friends of Stradivari”. Nel novembre 2015 è stato insignito della cittadinanza onoraria della Città di Cremona.In campo discografico ha inciso l’integrale dei Quartetti di Beethoven (eseguiti anche in una lunga tournée internazionale, che ha incluso la IUC) cui sono stati assegnati importanti riconoscimenti, come il Supersonic Award, l’Echo Klassik e il premio ICMA. Nello scorso settembre ha inciso un nuovo cd dedicato a Schubert.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Domande e risposte: ciclo del credito e tassi d’interesse”

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

a cura Alasdair Ross, Responsabile credito investment grade, EMEA di Columbia Threadneedle Investments. In genere, quando si parla di ciclo del credito, si pensa alla facilità con cui i mutuatari possono accedere ai prestiti e alla disponibilità dei prestatori a concedere finanziamenti. Dieci anni fa la stretta creditizia ha messo in discussione la solvibilità dei mutuatari, e i prestatori non hanno più potuto o voluto concedere finanziamenti. I bilanci aziendali erano eccessivamente appesantiti e il sistema bancario era sovracapitalizzato. Da allora le aziende hanno impiegato i cash flow generati dagli utili per ridurre l’indebitamento e rafforzare i bilanci. Di conseguenza, la qualità creditizia delle società è gradualmente migliorata e i prestatori sono divenuti più disponibili a concedere finanziamenti, alimentando così la crescita degli utili e dell’attività economica. Siamo così entrati in una fase di ripresa in cui il credito ha cominciato a fluire più liberamente, la crescita economica ha registrato un’accelerazione e la redditività è migliorata. Quello in cui ci troviamo attualmente è l’ultimo stadio del ciclo, la fase di espansione: gli utili sono particolarmente solidi, ma vengono trasferiti agli azionisti sotto forma di dividendi, riacquisti di azioni e operazioni di fusione e acquisizione, e quindi l’indebitamento nei bilanci societari registra alcun miglioramento. Dopo di che, la dinamica degli utili dovrebbe subire un’inversione, e i prestatori diverranno nuovamente riluttanti a concedere finanziamenti.
SIAMO QUINDI VICINI ALLA FINE DEL CICLO?
Questo è il grande dibattito che infiamma le piazze obbligazionarie e l’insieme dei mercati. Siamo fermamente convinti di trovarci nella fase finale del ciclo, alla luce di una serie di segnali tipici di questo stadio: riacquisti di azioni, attività di fusione e acquisizione, sovraperformance dei mercati azionari rispetto ai mercati del credito, e cash flow impiegati per remunerare gli azionisti. È stato un ciclo lungo, principalmente perché la politica monetaria straordinariamente accomodante ne ha alimentato l’espansione, e negli Stati Uniti il recente stimolo fiscale ne ha favorito l’ulteriore prolungamento.Naturalmente è difficile prevedere esattamente quando il ciclo si concluderà. Riteniamo che la prossima tappa importante sarà il passaggio alla fase di contrazione, che generalmente non coincide con un periodo molto favorevole per gli attivi rischiosi; il prossimo passo sarà quindi al ribasso, e per gli investitori non sarà certo il momento di adottare un posizionamento aggressivo sul rischio di credito nei portafogli.
QUALI SVILUPPI SI ASPETTA SUL FRONTE DEI TASSI D’INTERESSE, IN PARTICOLARE NEL REGNO UNITO, E QUALI SONO LE IMPLICAZIONI PER I MERCATI OBBLIGAZIONARI?
Nei mercati obbligazionari i prezzi dei titoli sono inversamente correlati al livello dei tassi d’interesse; quindi se i tassi aumentano, i prezzi diminuiscono. Sul Regno Unito incombe la grande nube della Brexit, che resta al centro dell’attenzione della Bank of England e di Mark Carney. Indipendentemente dall’esito atteso dei negoziati sulla Brexit, l’incertezza rende la BoE più prudente riguardo a un rialzo troppo aggressivo dei tassi d’interesse prima del 29 marzo 2019 o successivamente a tale data. Il mercato sconta una probabilità di circa il 50% che il prossimo aumento dei tassi britannici avvenga ad agosto 2019, in netto contrasto con lo scenario negli Stati Uniti, dove prevediamo un nuovo rialzo a dicembre dopo quello effettuato a settembre. In assenza di un reale decollo delle retribuzioni, mi aspetto che la BoE rimanga prudente, in attesa di maggiore chiarezza sugli sviluppi futuri.
QUINDI LE SUE ASPET TATIVE PER IL FUTURO SONO PIUT TOSTO MODERATE?
Assolutamente. Uno degli aspetti sorprendenti della ripresa successiva al 2009 è la diminuzione della disoccupazione, che specialmente in economie come il Regno Unito e gli Stati Uniti è generalmente accompagnata da una decisa accelerazione della crescita dei salari. Negli ultimi anni si sono registrati aumenti occasionali, ai quali però ha sempre fatto seguito una diminuzione.Prevediamo che la disoccupazione continuerà a calare e che l’inflazione aumenterà, ma quest’ultima continua ad essere frenata da quattro importanti tendenze strutturali emerse nel corso dell’attuale ciclo: la globalizzazione, l’impatto della tecnologia, l’invecchiamento della popolazione e livelli di indebitamento persistentemente elevati in economie come il Regno Unito e gli Stati Uniti. Tutti questi fattori inibiscono l’inflazione.
NEGLI STATI UNITI IN PARTICOLARE, QUALE POTREBBE ESSERE L’IMPAT TO SUI MERCATI OBBLIGAZIONARI DI UNA CONCLUSIONE ANTICIPATA DEL MANDATO DI TRUMP?
Negli Stati Uniti il mercato obbligazionario sembra considerare gli sgravi fiscali e la solida crescita degli utili e del PIL come un’occasionale sferzata di energia, mentre le aspettative d’inflazione a lungo termine, che si situano attorno al 2%, sono rimaste invariate. Quindi, se Donald Trump uscisse di scena, lasciando il campo a un Partito Repubblicano più tradizionale e conservatore sul fronte fiscale, le prospettive a lungo termine per il mercato obbligazionario realmente non cambierebbero in termini di aspettative d’inflazione a lungo termine o di profilo di crescita reale dell’economia statunitense.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Con “Bravo Amadeus!” riprende il ciclo Musica Pourparler alla IUC

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Roma Martedì 27 novembre alle 11 nell’Aula Magna della Sapienza ad aprire il nuovo ciclo di Musica Pourparler sarà l’Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta da Giancarlo De Lorenzo, con la partecipazione del soprano armeno Maria Sardaryan. Introduzione all’ascolto di Gianluca Sulli.Quest’incontro è intitolato “Bravo Amadeus!” e Mozart ne è il protagonista assoluto. Sono infatti sue tutte le musiche in programma. Si ascolteranno ouverture e arie dalle sue opere più famose, dalla prima, La finta semplice composta a tredici anni, all’ultima, Il flauto magico, finita poche settimane prima della morte a soli trentacinque anni: di quest’ultima opera naturalmente non può mancare l’aria famosissima della Regina della Notte. E in mezzo Il ratto dal serraglio, Le nozze di Figaro, Don Giovanni, Così fan tutte. Tra le arie, quella famosissima di Susanna di Susanna “Deh vieni non tardar” dalle Nozze di Figaro e quella ancora più famosa della Regina della Notte dal Flauto magico.Il direttore Giancarlo De Lorenzo, che collabora abitualmente con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, dirige nelle più importanti sale in Italia (Teatro alla Scala di Milano, Parco della Musica di Roma, Teatro Carlo Felice di Genova e altre) e in Germania, Spagna, Portogallo, Gran Bretagna, Finlandia, Polonia, Serbia, Ucraina, Russia, Turchia, Corea del Sud, USA (tra l’altro alla Carnegie Hall di New York), Canada, Messico, Venezuela, Brasile.
Il soprano Maria Sardaryan ha studiato n Armenia e si è perfezionata in Italia. In seguito alla vittoria del concorso Aslico nel 2017 è stata invitata a cantare la Regina della Notte del Flauto magico in vari teatri italiani. Ha cantato in opere e concerti in Armenia, Francia, Italia, Russia, Germania, Austria, Polonia, Belgio, Lituania, Libia, Slovenia, Svizzera, Cina, USA.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Epatite C Zero: parte il ciclo di incontri aperti al pubblico

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 giugno 2018

Torino. L’obiettivo eliminazione dell’epatite C è sempre più vicino, grazie alla disponibilità di terapie antivirali efficaci e ben tollerate, che ha rivoluzionato l’approccio all’HCV, e all’apertura dei criteri di accesso da parte di AIFA che di fatto permetterebbe di trattare quasi tutti i pazienti. Tuttavia, resta ancora molto da fare per raggiungere questo traguardo, previsto per il 2030.
La strada per eliminare l’epatite C passa anche attraverso l’informazione: per questo la campagna educazionale Epatite C Zero, promossa da MSD Italia in collaborazione con EpaC Onlus e la supervisione scientifica di FIRE – Fondazione Italiana per la Ricerca in Epatologia, riparte con una serie di incontri aperti al pubblico che toccherà diverse città italiane per promuovere l’awareness su prevenzione e diagnosi dell’epatite C, sulle opportunità terapeutiche e sull’importanza di trattare ogni paziente con la terapia più appropriata.
La prima città ad ospitare la campagna è Torino, dove oggi medici specialisti, rappresentanti dei pazienti e delle istituzioni locali si confrontano tra loro e con i cittadini/pazienti per fare chiarezza sull’epatite C, fornire informazioni pratiche e fare il punto sull’obiettivo ‘zero epatite C’ sul territorio regionale. Le prossime ‘tappe’ a settembre e ottobre saranno Padova e Napoli.
Ai partecipanti agli incontri viene sottoposto un breve questionario a risposta multipla che valuta la loro conoscenza sulla malattia, dalle cause ai sintomi, da cosa fare in caso di diagnosi a chi rivolgersi per reperire informazioni: l’obiettivo primario è quello di promuovere la consapevolezza e far emergere il sommerso.
Fulcro della campagna è la web serie Epatite C Zero: 5 episodi, proiettati durante l’incontro, che raccontano l’epatite C dal punto di vista dei pazienti, attraverso la metafora del viaggio, a bordo di un van che attraversa l’Italia, dall’Adriatico al Tirreno. Fino a poco tempo fa infatti, l’epatite C era considerata un tunnel con poche vie d’uscita; oggi lo scenario è cambiato e la malattia può essere paragonata ad un viaggio con un inizio e con un finale positivo nella maggior parte dei casi, perché il virus HCV può essere eliminato.
L’obiettivo ‘zero epatite C’ non è così lontano, anche se c’è ancora molto da fare per diffondere al massimo la cultura della prevenzione e della diagnosi attraverso il test; la disponibilità di nuove terapie antivirali, efficaci per diverse categorie di pazienti, fa sì che questa prospettiva sia finalmente possibile. Per informazioni sulla campagna e sugli incontri e per vedere gli episodi della web serie: http://www.epatiteczero.it

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ciclo di concerti “Nuova Generazione”

Posted by fidest press agency su martedì, 24 aprile 2018

Lugano (Svizzera) Mercoledì 25 aprile prenderà inizio il ciclo di concerti “Nuova Generazione” che LuganoMusica dedica a giovani talenti emergenti. Per la stagione 2018, l’attenzione è tutta rivolta agli strumenti ad arco.
Protagonista del primo concerto nel Teatro Studio del LAC alle ore 20.30 sarà il violinista ventiseienne Marc Bouchkov, vincitore del premio Regina Elisabetta di Bruxelles, mentre i due successivi concerti vedranno sul palco due violoncellisti: Christophe Croisé (16 maggio), che a ventiquattro anni ha già calcato palcoscenici come la Carnegie Hall e la Tonhalle di Zurigo, e Harriet Krijgh (23 maggio), ventisei anni, apprezzata come solista con orchestre quali la London Philharmonic e la storica Academy of Saint Martin in the Fields.
Il violinista ventiseienne Marc Bouchkov, protagonista del primo concerto, il 25 aprile, è nato nel 1991 in una famiglia di musicisti, suo maestro e mentore è stato Boris Garlizky. Bouchkov è risultato vincitore del prestigioso premio Regina Elisabetta di Bruxelles e del concorso internazionale di Montréal; nel 2014, su invito di Mariss Jansons, ha debuttato al Concertgebouw di Amsterdam, mentre nel 2016 ha calcato per la prima volta il prestigioso palcoscenico della Wigmore Hall di Londra. Convinto dell’importanza di stabilire un forte contatto emotivo con il pubblico durante le esecuzioni dal vivo, Bouchkov sa trovare un mirabile equilibrio fra le esigenze di rispetto della partitura e di autenticità dell’interpretazione, che si nutrono della conoscenza del contesto storico in cui una pagina musicale è nata, e la forza pura dell’espressione, affidata alle corde e all’arco del suo violino, un prezioso Vuillaume del 1865.
Al LAC il giovane violinista sarà accompagnato dal pianista Christopher Park in un programma che si snoda su tre secoli. Il classicismo viennese sarà rappresentato dalla Sonata n. 17 in do maggiore di Mozart e dalla Sonata n. 7 in do minore op. 30 n. 2 di Beethoven; la grande stagione romantica tedesca dalla Sonata n. 1 “Regensonate” di Brahms. Non mancherà un capolavoro del Novecento, la Sonata in sol minore di Claude Debussy, estrema testimonianza del lavoro del grande maestro francese, già minato dal cancro e tormentato dalla divampante prima guerra mondiale. Biglietti: Fr. 22.- / 13.20.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Esami di Stato primo ciclo: nelle private siamo alla farsa

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 marzo 2018

Dopo i tentativi di eliminare il valore legale del diploma di maturità, adottati a più riprese e da più Governi di vari colori, di ridurre a quattro anni il percorso della scuola superiore senza però toccare l’obbligo scolastico né anticiparne l’avvio e di introdurre l’accesso alle prove d’Esame anche senza avere la sufficienza in tutte le materie, stavolta la spallata arriva per il primo ciclo: attraverso i decreti attuativi specifici della Legge 107/2015, infatti, si è introdotta una norma che delega le funzioni di Presidente della commissione d’esame di primo grado d’istruzione delle scuole private al “coordinatore delle attività educative e didattiche”. Spodestando, di fatto, il dirigente scolastico da tale ruolo. Ad introdurre la novità è il comma 5 dell’articolo 4 del Decreto Ministeriale 741 del 3 ottobre scorso, che si rifà ad un decreto Miur del 2008 in base al quale si stabilisce che per il primo ciclo a prendere le veci del preside saranno dei docenti anche non laureati.Marcello Pacifico (presidente Udir): Ciò significa che da giugno a fungere da responsabile per il rilascio del titolo di Stato di questi istituti sarà a tutti gli effetti un dipendente di chi gestisce la scuola privata. E non più il preside di un istituto pubblico che per il suo ruolo super partes offriva ampie garanzie sulle modalità di svolgimento delle prove, delle valutazioni e del rilascio del titolo di studio. Ciò varrà sia in Italia che all’estero. È chiaro che come sindacato faremo le nostre rimostranze per tornare a dare solo ai presidi le funzioni di Presidente della commissione degli istituti privati. È un passo sbagliato che indirizza il rilascio dei diplomi verso una riduzione della loro portata e spendibilità. Inoltre, sgancia ulteriormente la professione del dirigente scolastico dalla sua funzione prima, quella di operare per il buon andamento organizzativo e didattico della Scuola, per ingolfarlo invece sempre più di compiti e responsabilità di carattere burocratico e amministrativo. Il tutto, in cambio di stipendi da impiegato e progressioni addirittura al contrario, visto che i compensi dei presidi di alcune regioni sono destinati addirittura a diminuire.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inaugurazione del ciclo di conferenze ‘Dialoghi sulla Riforma 1517-2017’

Posted by fidest press agency su martedì, 9 maggio 2017

raggiRoma L’evento inaugurale del ciclo di incontri Dialoghi sulla Riforma 1517-2017, si terrà mercoledì 10 maggio alle ore 10 nella Sala della Protomoteca, Palazzo del Campidoglio, Roma. Alla luce della positiva esperienza della serie di incontri Dialoghi sulla Sostenibilità – Roma 2016, il Comitato Regionale di Coordinamento delle Università del Lazio (Crul) organizza un ciclo di convegni in occasione del quinto centenario dall’affissione delle 95 tesi di Lutero e dell’avvio della Riforma protestante in Europa. Programma:
Saluto istituzionale Virginia Raggi – Sindaca di Roma Capitale
Intervento introduttivo La Riforma a Roma. I luoghi di culto protestante nella Capitale Mario Panizza – Presidente Crul, Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre
Lectio Magistralis La Riforma, ieri e oggi Emidio Campi – Università di Zurigo, Istituto di Storia della Riforma Svizzera. Modera: Paolo Ruffini – Direttore TV2000
Gli eventi successivi si terranno:
Roma 17 maggio 2017 – Ethos e conoscenza, Lumsa (in collaborazione con Tor Vergata, Sapienza, Campus Bio-Medico e Università Cattolica)
Roma 6 giugno 2017 – I linguaggi della Riforma: architettura, letteratura, rappresentazione, Roma Tre (in collaborazione con Sapienza e Tor Vergata)
Roma 10 ottobre 2017 – Riforma e costruzione europea, Tor Vergata (in collaborazione con Roma Tre e Università Europea)
Roma 31 ottobre 2017 – Economia e società. Una mappa degli effetti della Riforma Protestante, Sapienza (in collaborazione con Roma Tre, Foro Italico, Unint e Luiss)
Roma 10 novembre 2017 – Dinanzi a Lutero: ripercussioni e reazioni nella cultura artistica italiana, Tuscia (in collaborazione con Sapienza, Roma Tre, Tor Vergata, Cassino)
Roma 5 dicembre 2017 – Chiese e confessioni in Europa, Cassino (in collaborazione con Tor Vergata).

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Endometrio e disordini del ciclo mestruale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 febbraio 2017

bolognaBologna dal 23 al 25 febbraio Palazzo Re Enzo, Piazza del Nettuno 1/C, si svolge il congresso dal titolo “Endometrium – From physiology to pathologies”, organizzato dal DIMEC-Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università di Bologna e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini. «Le patologie dell’endometrio e i disordini del ciclo mestruale sono tra le principali cause di malattie nelle donne» spiega Renato Seracchioli. Professore associato al DIEMC-Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche di Bologna. «Il trattamento di queste condizioni rappresenta una grossa sfida, anche perché le stesse terapie utilizzate potrebbero esse stesse determinare complicanze mestruali e ormonali nelle donne trattate. Lo scopo di questo congresso è quello di condividere tra medici le attuali conoscenze sulla fisiologia, la patofisiologia, la diagnosi e il trattamento dei disordini dell’endometrio. Si tratta si un appuntamento non soltanto relativo alla teoria medica, ma anche agli aspetti pratici nella gestione di patologie cliniche. Esperti internazionali porteranno i loro contributi scientifici da condividere con ginecologi, endocrinologi, oncologi e colleghi di altre specializzazioni».
The endometrium is at the heart of the female genital system. The menstrual flow, distinctive to the primates, has timed the daily lives of humanity for centuries. The unique cyclic change of human endometrial cells are controlled by the harmonious interaction between hypothalamus, pituitary gland and ovaries, thus making the endometrium proliferate, differentiate, exfoliate and then reproduce. Since the sixties, our knowledge on endometrial physiology coupled to biochemical discoveries has allowed the opportunity to modulate and control endometrial changes. Disorders of human endometrium and menstrual cycle are major causes of morbidity in women. In addition, the treatment of such conditions presents an enormous clinical challenge, especially since some of the treatments used can themselves result in
further menstrual and hormonal complications. The aim of this congress is provide in-depth review of current knowledge of the endometrial physiology pathophysiology, investigations, and treatment of endometrial disorders. The emphasis of this particular scientific meeting is not only on the theoretical, but also on the practical aspects in the management of these common clinical conditions. World-leading experts will outline menstruation from physiological and pathological perspectives, wishing to improve knowledge of gynecologists and family practitioners of this utmost important gynecological key player. Bologna is a town with a historical cultural tradition of hospitality and openness to people. The University of Bologna is the oldest of the Western World and one of the largest in Italy. We hope that our guests will benefit from scientific content of the meeting, and have a chance to enjoy Bologna culture.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Endometrio e disordini del ciclo mestruale, un congresso a Bologna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

bolognaBologna dal 23 al 25 febbraio Palazzo Re Enzo, Piazza del Nettuno 1/C, congresso dal titolo “Endometrium – From physiology to pathologies”, organizzato dal DIMEC-Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università di Bologna e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini. «Le patologie dell’endometrio e i disordini del ciclo mestruale sono tra le principali cause di malattie nelle donne» spiega Renato Seracchioli. Professore associato al DIEMC-Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche di Bologna. «Il trattamento di queste condizioni rappresenta una grossa sfida, anche perché le stesse terapie utilizzate potrebbero esse stesse determinare complicanze mestruali e ormonali nelle donne trattate. Lo scopo di questo congresso è quello di condividere tra medici le attuali conoscenze sulla fisiologia, la patofisiologia, la diagnosi e il trattamento dei disordini dell’endometrio. Si tratta si un appuntamento non soltanto relativo alla teoria medica, ma anche agli aspetti pratici nella gestione di patologie cliniche. Esperti internazionali porteranno i loro contributi scientifici da condividere con ginecologi, endocrinologi, oncologi e colleghi di altre specializzazioni».
http://www.fondazione-menarini.it

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Con Prégradien in Winterresise si chiude il ciclo Schubert alla Iuc

Posted by fidest press agency su martedì, 29 novembre 2016

pregardien-gees-cr-herRoma sabato 3 dicembre alle 17.30 nell’Aula Magna della Sapienza il tenore tedesco Cristoph Prégardien, eseguirà Winterreise (Viaggio d’inverno) con l’accompagnamento al pianoforte di Michael Gees.Winterreise è un ciclo di 24 Lieder per voce e pianoforte su versi di Wilhelm Müller, poeta romantico tedesco coetaneo di Schubert e da lui molto amato. Le poesie scelte da Schubert raffigurano la vita umana come un viaggio d’inverno in un mondo freddo, insensibile e indifferente. Quando mise in musica queste liriche nel 1827, un anno prima della sua precoce morte, il compositore austriaco, che aveva appena trent’anni ed era consapevole di avere una malattia che non gli lasciava scampo, non poteva non pensare alla sua vita così avara di gioie e di soddisfazioni. Ma ebbe la forza di andare oltre i risvolti autobiografici e di realizzare una rappresentazione potentemente tragica della condizone umana, creando uno dei capolavori assoluti del periodo romantico. Ne sarà interprete ideale il tenore tedesco Christoph Prégardien, una delle voci più apprezzate in sala da concerto, in un repertorio che va da Bach e Mozart al Lied romantico. Le qualità che gli vengono universalmente riconosciute sono il totale e preciso controllo della voce, la dizione chiara, l’intelligenza musicale e la capacità di arrivare al cuore di ciò che canta. Proprio con le sue incisioni di Schubert e degli altri romantici ha vinto importanti premi discografici internazionali, tra cui l’Orfeo d’Oro dell’Accademia del disco francese e il Premio Edison. L’affiatamento tra i due interpreti è essenziale in questo genere di musica in cui la fusione tra voce e strumento è totale e Prégardien ha raggiunto un affiatamento perfetto con il pianista Michael Gees, suo partner da molti anni nelle sale da concerto e negli studi di registrazione. FOTO: Pregardien & Gees

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ciclo de cine Caravaggio y los pintores del norte

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 agosto 2016

caravaggioMadrid Museo Thyssen-Bornemisza Paseo del Prado, 8, 13 y 20 de agosto a las 19.30h. Sábado, 13 de agosto a las 19.30h: Mamma Roma, dirigido por Pier Paolo Pasolini. Sábado, 20 de agosto a las 19.30h: Caravaggio, l’ultimo tempo, dirigido por Mario Martone. Entrada gratuita hasta completar el aforo. Más información: http://www.museothyssen.org (foto Caravaggio)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ciclo “Suono Italiano Madrid”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2015

trío EstrioMiércoles, 9 de diciembre. Ciclo “Suono Italiano Madrid” Tras las espléndidas demostraciones del trío Estrio (compuesto por Laura Gorna, violinista, Cecilia Radic, violonchelista y Laura Manzini, pianista), que abrió el ciclo el pasado 5 de noviembre, la programación de la nueva edición del ciclo “Suono Italiano Madrid” del Instituto Italiano de Cultura continuará el próximo 9 de diciembre con el magnífico dúo Cicchese-Panzarella que propondrá la transcripción de dos de las sonatas para violonchelo y piano de las más apreciadas por los músicos contemporáneos: Sonata L. 23 K. 380 en la tonalidad de Mi mayor y la Sonata L. 465 K. 96 en la tonalidad de Re Mayor de Domenico Scarlatti. Asimismo, Cicchese y Panzarella interpretarán la Sonata para violonchelo y piano Op. 36 de Edvard Grieg (1843-1907) y la Sonata para violonchelo y piano en Re mayor Op. 58 n.2 de Felix Bartholdy Mendelssohn 1809-1847).
Una velada de música que sin duda será para recordar y que tendrá lugar en el Palacio de Abrantes (sede del Instituto Italiano de Cultura en la calle Mayor, 86) a las 20,00 horas. El acceso será libre y los aficionados podrán retirar las entradas -dos por persona- desde una hora antes de la actuación.La nueva edición de “Suono Italiano Madrid” ofrecerá otros seis magníficos conciertos de artistas italianos de reconocido prestigio internacional: Giuseppe Andaloro (14 de enero); Globeduo (16 de febrero); Roberto Giordano (17 de marzo); Tiziano Palladino (14 de abril); Duo Palermo Carbonara (17 de mayo) y Alberto Mesirca (16 de junio).
Amedeo Cicchese, nació en 1988 en Campobasso y se diplomó con tan solo 17 años, con las más altas calificaciones y cum laude, en el curso de Michele Chiapperino y, a continuación, en la Accademia di Santa Cecilia de Roma, en Música de Cámara y Violonchelo bajo la dirección, respectivamente, de Rocco Filippini y Giovanni Sollima. Fundador, junto al vilonchelista Paolo Bonomini, del Duo Janigro, único dúo de violonchelo italiano, se enorgullece de colaboraciones con artistas como Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Monika Leskovar y Giovanni Sollima. Ha sido galardonado con el prestigioso “Premio Giuseppe Sinopoli”, que le fue entregado personalmente por el Presidente de la República Giorgio Napolitano. Graba para los sellos Brilliant Classics, Alfamusic, SonicView y Azzurra Music. En septiembre de 2014, Amedeo ha resultado ganador del Concurso convocado por la Orchestra Sinfonica Abruzzese, en calidad de Primer Violonchelo. Toca un violonchelo Carlo Colombo Bruno, Turín 1902.
Barbara Panzarella, nacida en 1990, encaminada al estudio del piano a los cinco años por su madre, se titula en 2008, con las más altas calificaciones y cum laude y la mención de honor, bajo la dirección de Carlo Grante en el Conservatorio “F. Torrefranca” de Vibo Valentia, y en 2012, finaliza el bienio de especialización en Música de Cámara, también con las calificaciones más altas y cum laude, en el conservatorio S. Cecilia de Roma, en el curso de Roberto Galletto. Ha estudiado en el Hochschule für Musik “Carl Maria von Weber” en Dresde, en los cursos de los Maestros Arkadi Zenzi per y Winfgrid Apel para piano, Stephan Rety, Annet Unger, Gunther Anger, para la música de cámara, en la Scuola di Musica de Fiesole, con el Trio di Parma, Natlia Gutman, Andrea Lucchesini, Bruno Canino y Pavel Vernikov y actualmente asiste al curso de Música de Cámara del Maestro Fabiano en la Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Ha obtenido además el Diploma de cuarto año de Composición, bajo la dirección de Francesco Antonioni. (foto: trío Estrio)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ciclo di convegni dal titolo “Costruire salute una nascita alla volta”

Posted by fidest press agency su sabato, 17 ottobre 2015

vitranoCiclo di convegni a Mestre (VE), Verona e Rende (CS) nei giorni 23 e 24 ottobre 2015 e 13 novembre 2015 organizzati dal MIPPE, Movimento Italiano Psicologia Perinatale. Al convegno parteciperanno relatori di eccellenza quali Carlos González, Pediatra spagnolo, fondatore dell’Associazione Catalana per l’Allattamento Materno e autore, fra gli altri, del libro “Bèsame Mucho”, Alessandra Bortolotti, Psicologa, Presidente del MIPPE e autrice del best seller italiano “E se poi prende il vizio?”.
Il 23 ottobre 2015, a Mestre (VE) presso l’Università dei Salesiani, Aula Magna del Campus IUSVE, Via dei Salesiani 15, il convegno “Costruire salute una relazione alla volta”.
Il 24 ottobre, con il patrocinio del Comune di Verona e dell’AOUI, Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, organizza aVerona, presso l’Aula Magna G.De Sandre, Lente Didattica Policlinico Borgo Roma, P.le L.A. Scuro 10, il convegno “Costruire salute una nascita alla volta”.
Il 13 novembre 2015, in collaborazione con l’Associazione Mammachemamme di Cosenza, organizza presso l’Ariha Hotel di Rende (CS) il convegno “Costruire salute una nascita alla volta”.
Nel considerare il periodo che va dal concepimento ai primi anni di vita come fondamentale nella costruzione della salute fisica, psichica ed emotiva dell’essere umano, verranno affrontati alcuni temi legati alla nascita fra i quali il bisogno di contatto del neonato, l’allattamento, il sonno e lo sviluppo del legame di attaccamento alla figura di accudimento. Inoltre, sarà dato ampio spazio all’approfondimento della fisiologia, la cui conoscenza permette di proteggere, promuovere e sostenere la salute perinatale.
Il convegno, organizzato in un’ottica interdisciplinare, è rivolto sia agli operatori che ruotano attorno alla nascita sia ai genitori. (foto: vitrano)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova crisi in Medioriente

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 ottobre 2015

unicefDichiarazione del Direttore generale dell’UNICEF Anthony Lake.“Chiunque abbia a cuore il migliore interesse della popolazione palestinese e israeliano deve essere sempre più allarmato per l’escalation di violenza nell’area”.”Allarmato in primo luogo per le vite distrutte o spezzate. La violenza attuale ha lasciato almeno otto morti e dozzine di feriti, tra cui uno studente palestinese colpito da uno sparo e ucciso e un bambino israeliano accoltellato e ferito” (dato aggiornato a ieri, ndr).“E allarmato anche perché il ciclo di escalation di violenza sembra essere fuori controllo, minacciando la vita o il futuro di molti bambini e famiglie innocenti”.”L’abbiamo già visto accadere prima. L’ultima Intifada palestinese scoppiata nel 2000 è continuata per anni, causando migliaia di morti, feriti e giovani vite segnate dall’odio e dalla paura. Questa esperienza rende ancora più urgente per tutte le parti di fare un passo indietro e dare prova di moderazione, per prevenire ulteriori attacchi e contrattacchi e per tenere i bambini lontano dai pericoli”.”In caso contrario, al di là delle nuove tragedie individuali, vedremo un’altra generazione crescere con la convinzione che tale violenza sia in qualche modo normale e che rappresenti una soluzione ai loro problemi. Loro stessi perpetreranno più facilmente tali violenze. Un ciclo intergenerazionale di distruzione che non aiuta nessuno e danneggia tutti”. “Per il bene dei bambini la cui vita e il futuro sono in gioco, questo ciclo non deve ripetersi. Per il bene di tutti noi”.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federal reserve: “Un effimero effetto ricchezza”

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

La decisione della Federal Reserve, più tattica che frutto di timori per l’attuale scenario, ha sostanzialmente confermato le attese degli analisti e comportato una prevedibile volatilità. La governatrice della banca centrale americana ha dichiarato che la situazione economica internazionale resta delicata, per via della Cina, dell’inflazione bassa, della debolezza sull’area emergente e delle materie prime: la forza dimostrata dall’economia americana in questi anni, con milioni di posti di lavoro generati, utili delle aziende sui massimi storici, fiducia di imprese e consumatori su buoni livelli, non sembra ancora condizione sufficiente per un rialzo dei tassi di interesse.I titoli di stato dei Paesi sviluppati trattano su rendimenti bassi: ulteriori stimoli monetari possono generare profitti marginali limitati, a fronte di un maggiore rischio di perdite in conto capitale quando, anche nel lontano futuro, dovesse ripartire una fase di rialzo dei tassi.Sui titoli azionari dei Paesi sviluppati se da un alto non si può parlare di bolla speculativa, dall’altro neppure di buon prezzo: lo Standard&Poors500 tratta a 17 volte gli utili correnti, contro una media a dieci anni di circa 15. Si tratta però del livello di utili più alto della storia dell’indice, pertanto in assenza di aspettative positive su ulteriore crescita, il potenziale è limitato. La situazione appare invece migliore sui mercati azionari europei e asiatici.Per quanto riguarda il mondo dei mercati emergenti, viene da anni di performances negative è ma conserva certamente nicchie di valore (sebbene alcuni segmenti presentino gli stessi problemi dei mercati sviluppati).
Il debito estero dei Paesi emergenti ad esempio, emesso in dollari o euro, è esposto oltre che al rischio emergente anche alle dinamiche del mercato obbligazionario americano (tassi bassi e quindi rischio elevato di perdite in conto capitale se il ciclo dei tassi dovesse cambiare).Altri mercati locali non sono cari, ma sono esposti a flussi di investimento in entrata e uscita, strettamente legati all’umore degli investitori nei Paesi sviluppati.Le materie prime infine, sono al momento l’asset class su cui il consenso, per via di eccesso di offerta, bassa domanda e altri fattori, è meno solido.Pur in presenza di qualche segmento che tratta a livelli interessanti, i principali mercati globali sono quindi quasi tutti vicini ai massimi storici in un momento in cui la stessa banca centrale americana non sa far altro che tenere i tassi a zero ad oltranza, strategia che ha contribuito a far apprezzare gli stessi mercati dalla crisi in poi.A partire dagli anni ’90 si è parlato di “effetto ricchezza”: in momenti di crisi, l’azione di stimolo delle banche centrali sui mercati avrebbe aiutato una salita delle quotazioni, creando un circolo virtuoso dai mercati all’economia. Questa strategia va a scontrarsi con l’idea opposta secondo cui i mercati, indipendentemente, dovrebbero esprimere un giudizio sull’andamento dell’economia, giudizio che quindi dovrebbe essere un derivato dell’andamento dell’economia, non una causa dello stesso.Di certo l’effetto ricchezza ha contribuito a tranquillizzare gli animi di consumatori e investitori nei momenti più acuti della crisi finanziaria, premiando il ruolo attivo delle banche centrali.Ma aver beneficiato di valutazioni in salita sui mercati, con il dubbio che il sottostante (bilanci aziendali, dei governi e dei privati) resti fragile nonostante tutto, ha portato all’attuale situazione di incertezza. Chi avrà poca pazienza rischierà di scontrarsi con la realtà di performances modeste ed elevata volatilità. (fonte: da MoneyFarm.com)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gestione sostenibile del ciclo dei rifiuti urbani

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

 

Sapienza University of Rome

Image by javaczuk via Flickr

Roma 13 gennaio 2012 ore 9.30 aula magna del Rettorato piazzale Aldo Moro 5 si svolgerà l’incontro Gestione sostenibile del ciclo dei rifiuti urbani. Gli scenari strategici per Roma e per la Regione Lazio, promosso dalla Sapienza con la finalità di riunire tutti gli attori coinvolti nella questione dello smaltimento dei rifiuti sul territorio regionale e di concertare una possibile via di uscita dalla attuale situazione. Al seminario parteciperanno esperti del settore e rappresentanti delle istituzioni, del mondo accademico, delle imprese e dei comitati dei cittadini. In apertura sono previsti i saluti del rettore Luigi Frati, della presidente della Regione Lazio Renata Polverini, del presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti e del sindaco di Roma Capitale Gianni Alemanno e a seguire gli interventi di Teodoro Valente, direttore del dipartimento di Ingegneria chimica, materiali, ambiente della Sapienza e Luigi Toro, delegato del Rettore per il fund-raising. A seguire si terrà una tavola rotonda, coordinata dal prorettore alle Politiche per la ricerca Giancarlo Ruocco, alla quale prenderanno parte Urbano Barberini, coordinatore del movimento Salviamo Villa Adriana, Giorgio Coppola, del Coordinamento Riano no discarica, Roberto De Santis, presidente del Conai-Consorzio nazionale imballaggi, Livio De Santoli, delegato del Rettore per i Rapporti con gli enti locali, per l’energia e l’ambiente della Sapienza, Bruno Landi, presidente di Federlazio Ambiente, Nicolas Liuzzi, studente della Sapienza, Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio. Concluderà i lavori il giornalista Lorenzo Pinna, autore del programma televisivo SuperQuark.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: Giorgio Griffa

Posted by fidest press agency su domenica, 19 giugno 2011

Roma Dal 22 giugno al 20 luglio 2011 Dalle 15 alle 20 – domenica e lunedì su appuntamento Galleria Marino Salita di San Sebastianello 16b (Piazza di Spagna) Inaugurazione mercoledì 22 giugno ore 18.30 Saranno esposte, tra le altre, alcune opere del ciclo Sezione Aurea, che guarda a quel numero irrazionale senza fine (1,618033988… ) formalizzato per la prima volta da Euclide nel IV secolo a.C. per indicare il calcolo in base al quale dividendo un segmento in due parti, l’intero sta al maggiore come il maggiore sta al minore. Il risultato di questo rapporto è indice di armonia, equilibrio ma anche ignoto e meraviglia fin dai tempi antichi. Griffa accosta a queste cifre linee verticali, orizzontali, curve, oblique.
Nel 2009 la Galleria Marino, di Giuseppe Marino, ha esposto le opere di Griffa in una personale. Nel 2010 ha curato le seguenti mostre di Griffa: Museum of Baotou, Inner Monglia; Beijing Gehua Art Gallery; Taiwan Baguashan Art Gallery. Dal 25 giugno al 30 ottobre 2011 le opere di Giorgio Griffa appartenenti alla Collezione del MACRO di Roma saranno esposte nella nuova ala degli spazi del MACRO.
Giorgio Griffa è nato nel 1936 a Torino, dove vive. (griffa)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La cognizione del “dolore”

Posted by fidest press agency su martedì, 8 febbraio 2011

Parma Università. La serie di incontri si apre, venerdì 11 febbraio alle 18 in Rettorato: i professori Fabrizio Benedetti e Fiorenzo Conti terranno, per presentare il tema, due conversazioni, la prima delle quali cercherà di rispondere alla domanda cruciale “Che cos’è il dolore?” (Fiorenzo Conti); mentre la seconda illustra “Il dolore tra fisiologia e psicologia: l’effetto placebo” (Fabrizio Benedetti).
Il ciclo prosegue il venerdì successivo, 25 febbraio, stessa ora e stessa sede, con Leandro Provinciali del Dipartimento di Neuroscienze di Univpm, e con Claudio Caputi che spiegheranno da due approcci differenti come “Curare il dolore”.
Una mostra verrà inaugurata lo stesso 11 febbraio alle 17 (fino al 25 febbraio; orario: 16-19,30) nella Sala espositiva del Rettorato, con le opere di Roberta Basile e Luca Morici che rappresentano artisticamente il dolore e la sofferenza, cui sono affiancate immagini scientifiche ottenute in laboratorio, sulla base delle quali la scienza registra e poi interpreta i meccanismi biologici del dolore, certamente con meno impatto emotivo dal punto di vista visivo, ma nella prospettiva di compiere passi fondamentali per trovare gli strumenti per combatterlo.
Il dolore è una delle più complesse, eterogenee e diffuse esperienze umane e rappresenta ancora uno dei principali problemi che la medicina deve affrontare, sia sul piano della ricerca di base sia su quelli fisiopatologico, clinico e sociale. Il dolore è anche una finestra sulla mente e come tale ha rappresentato l’oggetto di notevole interesse filosofico ed è stato, praticamente da sempre, un soggetto di notevole ispirazione per l’arte. In linea con questi presupposti, e con la convinzione che ogni sforzo deve essere fatto per superare i ponti tra approcci diversi, è stata ideata una serie di lezioni divulgative su alcuni dei principali aspetti del dolore e una mostra nella quale vengono presentate opere artistiche di due giovani pittori e immagini scientifiche ottenute in laboratorio.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bernhard Waldenfels a Torino

Posted by fidest press agency su martedì, 23 novembre 2010

Torino 25 novembre alle ore 18 (via Bogino 9) presso il Circolo dei Lettori di Torino, il filosofo tedesco Bernhard Waldenfels – una delle figure internazionalmente più note della fenomenologia insieme a Jean-Luc Marion –, ospite dal 22 al 26 novembre della Scuola di Alta Formazione Filosofica (SdAFF), terrà una lezione magistrale in lingua italiana intitolata Prestare attenzione all’estraneo. Con lui saranno presenti Ugo Perone ed Enrico Guglielminetti. Settimo docente a tenere un ciclo di seminari presso la Scuola di Alta Formazione Filosofica di Torino, oltre che all’ambito strettamente filosofico Waldenfels si interessa a discipline che vanno dalla politica al diritto e alla bioetica, dalla linguistica alla psicologia, alla sociologia e all’etnologia senza dimenticare l’architettura, l’arte e la letteratura, con una passione per Italo Calvino.  Allievo di Merleau-Ponty, Waldenfels dedicherà il suo ciclo di incontri seminariali presso la Scuola di Alta Formazione Filosofica, intitolato Fenomenologia responsiva, alle tematiche dell’alterità e dell’estraneità – intese come caratteri costitutivi dell’esperienza –, della necessità di prestare attenzione e dare risposta all’altro, l’estraneo, a noi sempre irriducibile, che con la sua sola esistenza ci sollecita e ci spiazza, nonché ai temi della rappresentazione che ce ne facciamo, dell’interculturalità e della multiculturalità, a quelli legati all’immigrazione, in un discorso che invece di parlare dell’estraneo intende prendere le mosse dall’estraneo, senza tralasciare la rappresentanza, il corpo, il tempo e lo spazio così come gli ordinamenti sociali, culturali e istituzionali.
La Scuola di Alta Formazione Filosofica – fondata e diretta da Ugo Perone, ordinario di Filosofia Morale e direttore del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università del Piemonte Orientale, organizzata dal Centro Studi Filosofico-religiosi “Luigi Pareyson” con il sostegno della Compagnia di San Paolo, la collaborazione della Società Filosofica Italiana, il patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Torino e Città di Torino – si pone come luogo d’incontro tra le grandi figure della filosofia mondiale invitate di volta in volta e un gruppo di giovani studiosi italiani e stranieri selezionati mediante bando e chiamati a mettersi in gioco, con il sostegno del direttore del ciclo e di alcuni tutor, all’interno dei seminari settimanali intensivi di 5 ore giornaliere a loro riservati. Ai precedenti cicli seminariali sono stati invitati il fenomenologo francese Jean-Luc Marion, il filosofo tedesco Dieter Henrich, gli americani Charles Larmore e John R. Searle, l’ungherese Ágnes Heller ed Emanuele Severino, uno dei più illustri filosofi italiani.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »