Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Posts Tagged ‘cinema’

Arriva al cinema “Siberia”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2020

E’ il nuovo film di Abel Ferrara con Willem Dafoe.Descriveil viaggio di un uomo nei sogni, nella memoria e nell’immaginazione alla ricerca della sua vera natura una produzione Vivo film con Rai Cinema, maze pictures e Piano. Arriva al cinema, dal 20 agosto SIBERIA,alla 70. Berlinale, l’ultimo film di Abel Ferrara – una produzione Vivo film con Rai Cinema, maze pictures e Piano – che segna una nuova collaborazione tra il regista di Il cattivo tenente e Fratelli, da oltre quarant’anni tra le voci più originali e riconosciute del cinema contemporaneo, e Willem Dafoe, dopo New Rose Hotel, Go Go Tales, 4:44 Last Day on Earth, Pasolini, Tommaso. Un film onirico e coraggioso che è anche un’indagine profonda e pericolosa nell’inconscio del suo protagonista.
SIBERIA è un viaggio visionario che ci conduce nella vita di Clint, un uomo tormentato che si è ritirato in una baracca isolata tra i ghiacci, nella speranza di ritrovare la serenità. Clint gestisce un piccolo locale, frequentato dai rari viaggiatori di passaggio e dai pochi abitanti della zona. Ma neanche in questo isolamento riesce a trovare pace. Una sera, con la sua slitta e i suoi cani, si mette in viaggio verso il mondo che un tempo conosceva, nel tentativo di affrontare se stesso. Un viaggio nei sogni, nella memoria e nell’immaginazione, alla ricerca della sua vera natura. SIBERIA è distribuito in esclusiva per l’Italia da Nexo Digital con il media partner MYMovies.it.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Chianciano, le Terme nella magia del cinema di Fellini”

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 luglio 2020

Chianciano Terme – Siena. Il 31 luglio si inaugura la mostra fotografica in collaborazione con Ansa e prende il via un intenso programma di spettacoli, cinema all’aperto, ballo, sport e musica nel Parco Acqua Santa, ricordando il centenario della nascita dell’inventore della Dolce Vita. Ospiti Sandra Milo e Sebastiano Somma.
Una estate intera dedicata a Federico Fellini nel centenario della sua nascita: Chianciano Terme ricorda così l’inventore della Dolce Vita che ambientò “8 e 1/2” nel parco termale Acqua Santa, inaugurando il 31 luglio alle ore 18,30 la mostra fotografica realizzata con Toscana Promozione e diffusa nella grande location verde dal titolo “Chianciano, le Terme nella magia del cinema di Fellini”, Mostra realizzata in collaborazione con Ansa.In agosto e settembre il Parco Acqua Santa sarà il centro nevralgico di Chianciano Terme ed ospiterà, oltre alla mostra, un intenso programma di spettacoli ed animazione quotidiana per gli ospiti termali ed i visitatori di ogni età.Il lockdown non ha fermato il desiderio di celebrare i 100 anni dalla nascita di Federico Fellini, il regista della Dolce Vita, profondamente legato alla cittadina ed ospite abituale dei suoi parchi termali che lui amava frequentare con la moglie Giulietta Masina per vacanza e cura.Il filo che lega le Terme di Chianciano al cinema non si è mai interrotto tanto che in questi giorni fino al due agosto, sono in corso nel Parco Acqua Santa le riprese del film “La sconosciuta”, tratto dal libro dell’autore e regista Fabrizio Guarducci, una storia ambientata nel corso del recente lockdown, quando la vita una piccola città viene vivacizzata dall’arrivo di una affascinante sconosciuta. Il barista del paese è il noto attore Sebastiano Somma.E Sandra Milo, l’attrice fra le preferite del maestro riminese, sarà ospite il 3 settembre 2020 del concorso “Miss Reginetta d’Italia”, giunto alla decima edizione e del Concorso “Miss Reginetta Over” che punta sulle donne dai 30 ai 60 anni suddivise in tre categorie: Junior, Lady e Senior.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torino Città del Cinema 2020’

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 luglio 2020

Torino fino al 20 luglio, giorno del ventesimo anniversario dell’apertura del Museo Nazionale del Cinema alla Mole Antonelliana e della nascita di Film Commission Torino Piemonte, tutti i canali Rai trasmetteranno lo spot promozionale di ‘Torino Città del Cinema 2020’. Lo spot – realizzato dalla Direzione Creativa della Rai – propone un viaggio immaginario in piano sequenza nella città di Torino e si conclude con la suggestiva immagine della Mole Antonelliana immersa nella notte. Durante tutto il percorso lo spettatore è accompagnato da alcuni interventi tratti dai film che hanno fatto la storia del cinema italiano. Il video termina con una battuta sull’immortalità dell’arte cinematografica.
‘Torino Città del Cinema 2020’ è un progetto di Città di Torino, Museo Nazionale del Cinema e Film Commission Torino Piemonte, realizzato con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, in collaborazione con Regione Piemonte e Fondazione per la Cultura Torino.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Crescendo” al cinema dal 27 agosto

Posted by fidest press agency su martedì, 7 luglio 2020

Dal 27 agosto nelle sale italiane arriva Crescendo – #makemusicnotwar, l’attesissimo film del regista israeliano Dror Zahavi, in cui un famoso direttore d’orchestra, Eduard Sporck, viene incaricato di formare un’orchestra composta da musicisti israeliani e palestinesi che dovrà esibirsi in un concerto in occasione dei negoziati di pace tra i due paesi.Il film è liberamente ispirato alla storia della West -Eastern Divan Orchestra, fondata nel 1999 dal grande Maestro e direttore d’orchestra Daniel Barenboim e dallo studioso Edward Said, concepita, non solo come spazio creativo in cui musicisti provenienti da paesi in lotta tra loro potessero incontrarsi per dar vita alla musica nella sua forma più pura ed eterna ma anche come luogo di confronto tra persone spesso divise da un odio insanabile.Zahavi costruisce un dramma sul pregiudizio, sull’accettazione dell’altro e sul potere riconciliante della musica vista come uno degli strumenti possibili per creare dei ponti tra popoli culturalmente lontani.Crescendo – #makemusicnotwar, distribuito in Italia da Satine Film, ha il merito di veicolare un importante messaggio di comprensione e umanità che lo fanno rientrare di diritto tra le opere che contribuiscono agli sforzi mondiali per il raggiungimento della pace nella tormentata terra palestinese.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Dialoghi con il mondo del cinema

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2020

E’ la nuova rubrica della Consulta Universitaria del Cinema (CUC), l’associazione italiana dei docenti e dei ricercatori universitari di cinema, fotografia, televisione e media audiovisivi.La rubrica dedicata al confronto con il mondo delle istituzioni e dei diversi operatori coinvolti nella produzione e nella promozione culturale del cinema. Direttori di festival, registi, sceneggiatori, attori ed esponenti dell’ambito produttivo, film commission, esercenti, responsabili di archivi e istituzioni cinetecarie, critici cinematografici e referenti ministeriali interverranno in dialogo con la Consulta.«L’urgenza di una riflessione intorno alle conseguenze della pandemia sul settore dello spettacolo, e del cinema in particolare – spiega Giulia Carluccio, presidente CUC – è stata espressa con forza, attraverso mozioni e interventi di associazioni di categoria, e discussa in diverse sedi istituzionali, oltreché ampiamente segnalata dai media. Una riflessione che necessariamente deve accompagnarsi (e si è accompagnata) a una nuova progettualità, all’elaborazione di risposte e modalità inedite che devono poter trovare adeguate forme di sostegno, unitamente alla difesa e al recupero di quanto l’emergenza Covid-19 ha messo fortemente in crisi».
MAKING ØF intende intervenire nel vivo di questa riflessione e di questa progettualità, mettendo in dialogo la Consulta Universitaria del Cinema con i diversi interlocutori del mondo politico e culturale del cinema. I primi tre appuntamenti sono in programma a luglio 2020 e riguarderanno i festival, le cineteche e la critica. Si comincia lunedì 6 luglio con Alberto Barbera, direttore artistico della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, e Stefano Francia di Celle, direttore del Torino Film Festival. Si prosegue lunedì 13 luglio con Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna e co-direttore del festival Il Cinema Ritrovato. Si conclude prima della pausa estiva lunedì 20 luglio con Steve della Casa, critico cinematografico e conduttore del programma radiofonico “Hollywood Party”. Fanno parte della redazione di MAKING ØF Giulia Carluccio (Università di Torino), Emiliano Morreale (Sapienza Università di Roma), Andrea Minuz (Sapienza Università di Roma), Vito Zagarrio (Università Roma Tre) e Giovanna Maina, membri della Consulta Universitaria del Cinema.I soci e le socie CUC potranno partecipare attivamente agli incontri accedendo alla piattaforma Zoom alle ore 18.30. Per tutto il pubblico gli incontri verranno trasmessi anche in live streaming sulla pagina Facebook http://www.facebook.com/consultacinema.
http://www.consultacinema.org/makingof

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Una retrospettiva dedicata al cinema del grande regista russo Andrej Tarkovskij

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 luglio 2020

Torino Museo Nazionale del Cinema via Montebello 22. A seguito del grande successo del documentario Andrej Tarkovskij. Il Cinema come preghiera realizzato dal figlio Andrej, il Museo Nazionale del Cinema propone al Cinema Massimo una retrospettiva dei film del grande regista russo, che ha esordito nel lungometraggio nel 1962 con L’infanzia di Ivan, ottenendo il Leone d’Oro alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e rivelando lo sguardo insolito di un regista che si pone, con tutta la sua profonda spiritualità, in controtendenza rispetto al cinema russo di quegli anni. Seguiranno altri premi prestigiosi come il Premio Speciale della Giuria a Cannes vinto con Solaris e Sacrificio.Ingresso euro 6.00/4.00. Lo specchio (Zerkalo) (Urss 1974, 105’, 35mm, b/n e col., v.o. sott. it.)”Il protagonista è un uomo sui quarant’anni che si sforza di fare un bilancio della sua vita passata… Sullo schermo vanno avanti di pari passo tre storie: la prima è costituita dai ricordi dell’infanzia; la seconda è composta delle cronache di avvenimenti storici vissuti e colti sotto un’angolazione prettamente individuale; la terza è formata da ragionamenti psicologici che sono un po’ la sintesi di tutto il discorso” (A. Tarkovskij).
Ven 3 luglio, h. 18.30/Sab 11 luglio, h. 18.30 L’infanzia di Ivan (Ivanovo detstvo) (Urss 1962, 95’, 35mm, b/n, v.o. sott. it.) Solo al mondo, dopo che i tedeschi gli hanno sterminato la famiglia, il dodicenne Ivan fa la staffetta e l’esploratore per i partigiani russi, lacerato tra l’odio per il nemico e il bisogno di tenerezza e protezione. La guerra ingoia anche lui. Questo tragico racconto sull’infanzia rappresenta l’esordio di Tarkovskij, e già affiorano i temi che saranno a lui cari.
Ven 3 luglio, h. 21.00/Sab 11 luglio, h. 16.00 Solaris (Soljaris)(Urss 1972, 165’, 35mm, b/n e col., v.o. sott. it.) A uno scienziato viene chiesto di indagare su una base spaziale che orbita attorno a un misterioso pianeta. L’equipaggio è travolto da eventi inspiegabili. Scoprirà che uno strano influsso è capace di materializzare i ricordi degli astronauti. Tratto da un romanzo dello scrittore polacco Stanislav Lem. Sab 4 luglio, h. 16.00/Ven 10 luglio, h. 20.00
Stalker(Urss/Germania 1979, 161’, 35mm, b/n e col., v.o. sott. it.)Al centro di una regione industriale c’è una misteriosa Zona, proibita dalle autorità, pervasa da una potenza magica capace di esaudire i desideri. Guidati da uno “stalker”, uno scrittore e uno scienziato raggiungono la zona, ma rinunciano a entrare nella Stanza dei Desideri. Quinto film di Tarkovskij e ultimo girato in Unione Sovietica.
Sab 4 luglio, h. 20.00/Ven 10 luglio, h. 16.00Andrej Rublëv (Urss 1963, 185’, 35mm, b/n e col., v.o. sott. It.) Biografia del pittore di icone Andrej Rublëv ma anche storia della Russia all’indomani dell’invasione tartara. Andrej è un giovane monaco che affresca chiese nella Russia del 1400. È convinto che nel suo mondo ci sia posto solo per l’arte e per il sentimento religioso. Intanto la città dove vive viene saccheggiata e tutto cambia. Epilogo a colori con un breve documentario sulla pittura di Rublëv: l’autore scompare, rimane l’opera.
Dom 5 luglio, h. 16.00/Mer 15 luglio, h. 16.00 Sacrificio (Offret) (Svezia/Gran Bretagna/Francia 1986, 149’, Hd, col., v.o. sott. it.)Nella sua casa su un’isola svedese l’anziano intellettuale Alexander festeggia con i familiari il suo compleanno. La notizia di una catastrofe misteriosa, però, lo getta nel panico e, ritrovate le parole del Padre Nostro, Alexander lo invoca, offrendogli tutto quel che ha pur che tutto ritorni come prima. Film in forma di preghiera, parabola mistica sull’assenza di spiritualità.
Dom 5 luglio, h. 20.00/Dom 12 luglio, h. 16.00 Nostalghia (Urss/Italia/Francia 1983, 125’, Hd, col., v.o. sott. it.)Un critico musicale russo, in Italia per ricostruire un episodio della vita del musicista Pavel Sasnowskj, incontra a Bagno Vignoni, un singolare personaggio, chiamato “il matto”, che afferma che per pacificare il mondo è necessario attraversare con una candela accesa la piscina di Santa Caterina. Ancora un film sul tema del sacrificio necessario per raggiungere la pace.
Mer 8 luglio, h. 16.00/Sab 11 luglio, h. 21.00 Il rullo compressore e il violino (Katok i skripka(Urss 1960, 55’, 35mm, col., v.o. sott. it.)Saggio di regia con cui il ventottenne Tarkovskij si diplomò al VGIK di Mosca sotto la guida di Mikhail Romm. Il piccolo Sasha, 7 anni, studia il violino diventa amico di Sergej, giovane e generoso operaio che lavora su un rullo compressore per la pavimentazione stradale. Andrej Koncalovskij coautore della sceneggiatura. Mer 8 luglio, h. 18.30/Dom 12 luglio, h. 20.00

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un cinema a cielo aperto

Posted by fidest press agency su martedì, 23 giugno 2020

Torino dal 24 giugno al 20 luglio 2020 la Mole Antonelliana diventa per la prima volta un cinema a cielo aperto, grazie a uno spettacolo di videomapping altamente innovativo, rivolto al grande pubblico e di livello internazionale. Tutti i giorni, dalle 21:00 alle 23:30, i quattro lati della cupola della Mole si animano contemporaneamente con uno spettacolo, della durata di 20 minuti, che non ha eguali; un omaggio alla Torino cinematografica, al cinema italiano e alle grandi star internazionali di tutti i tempi, in un montaggio serrato e visionario realizzato da Donato Sansone grazie al supporto tecnico di Iren, sponsor dell’evento.
Entrano così nel vivo i festeggiamenti per celebrare i 20 anni del Museo Nazionale del Cinema alla Mole Antonelliana e di Film Commission Torino Piemonte, un doppio compleanno che ribadisce la vocazione cinematografica di Torino, culla degli albori della Settima arte, solidamente ancorata alla propria vocazione ma da sempre aperta alla sperimentazione dei nuovi linguaggi audiovisivi. “Con questo evento la Mole Antonelliana diventa il tempio del cinema sia all’interno, con il suo spettacolare museo, che all’esterno, con il videomapping visibile da tutta la città – afferma Enzo Ghigo, presidente del Museo Nazionale del Cinema.”
Il videomapping è realizzato dal Museo Nazionale del Cinema in collaborazione con Film Commission Torino Piemonte e si avvale della regia e del genio creativo di Donato Sansone. Sponsor dell’evento è Iren.Le proiezioni alternano diversi elementi e vari materiali, molti dei quali appartenenti alle ricche e prestigiose collezioni del Museo Nazionale del Cinema: foto, manifesti e oggetti si avvicendano a sequenze e elementi di computer grafica, in un crescendo emozionale che coinvolge fino all’ultimo frame.Si parte dall’omaggio al cinema torinese e italiano, per poi arrivare alle grandi star. Le fotografie animate dei volti bellissimi delle attrici e degli attori noti al grande pubblico – da Sophia Loren a Marcello Mastroianni, da Claudia Cardinale a Vittorio Gassman, da Massimo Troisi a Ornella Muti, da Ugo Tognazzi a Monica Bellucci – si incontrano con i manifesti che hanno scandito la storia del cinema italiano: la bellezza dei loro sguardi si interseca con il tributo al regista italiano più visionario, Federico Fellini, nell’anno del centenario della sua nascita.A questi si aggiungono memorabili sequenze di film girati a Torino, da Cabiria a The Italian Job, fino alla sezione dedicata alle icone cinematografiche internazionali: da King Kong a Spiderman, dall’agente 007 a Indiana Jones, da Vito Corleone al perfido Darth Vader.Un altro omaggio a Torino viene raccontato dagli elementi chiave che la connotano: l’acqua che riempie la Mole trasformandola in acquario è un omaggio al fiume Po, in cui nuotano personaggi ironici e legati all’immaginario infantile, le automobili che si inseguono in maniera rocambolesca attorno alla Mole e infine il volo con le sequenze più vertiginose che contraddistinguono i film d’avventura.Non poteva mancare l’amore romantico, con i più bei baci della storia del cinema, e i momenti di festa, in omaggio al doppio compleanno, con proiezione di fuochi d’artificio.Si tratta di uno spettacolo tecnologicamente avanzato, che prevede l’utilizzo di 8 videoproiettori a led posizionati sui palazzi adiacenti che proiettano simultaneamente sui 4 lati della cupola; la sincronizzazione delle immagini che partono dalle quattro postazioni avviene con dei trasmettitori wireless che dalla Mole Antonelliana diffondono il segnale via radio e, grazie alla mappatura architettonica dell’edificio – mai fatta prima –, sarà possibile assistere a inediti giochi di luci e colori.Sono stati installati, inoltre, 4 media player Dataton, ossia 4 server in grado di fornire multi-uscite video per permettere la riproduzione sincronizzata dei contenuti multimediali e una regia workstation posizionata all’interno della Mole. Infine, la sincronizzazione effettiva avverrà tramite l’utilizzo di 4 router LTE che, mediante una connessione a bassa latenza che permette una velocità di comunicazione superiore allo standard e un controllo in diretta dei 4 proiettori, farà comunicare tutte le macchine all’interno dello stesso network, per poter lavorare in modo sincronizzato.L’iniziativa fa parte di ‘Torino Città del Cinema 2020’, un progetto di Città di Torino, Museo Nazionale del Cinema e Film Commission Torino Piemonte, con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, in collaborazione con Regione Piemonte, Fondazione per la Cultura Torino, partner Intesa Sanpaolo, media partner Rai.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giancarlo Giannini ottiene la stella sulla Walk of Fame di Hollywood

Posted by fidest press agency su sabato, 20 giugno 2020

Il Festival Filming Italy Los Angeles, promotore del più prestigioso riconoscimento del mondo del Cinema di Hollywood, è lieto di comunicare l’assegnazione della Walk Of Fame nella categoria Motion Pictures al grandissimo attore, orgoglio del Cinema Italiano, Giancarlo Giannini. La celebrazione avverrà durante la 60a edizione della Walk Of Fame.Da anni Filming Italy Los Angeles collabora con la Hollywood Chamber of Commerce che dal 1953 promuove e sostiene la Walk Of Fame: la famosa strada dedicata al cinema nata per mantenere la gloria, il cui nome significa fascino ed emozione nei quattro angoli del mondo.
Tiziana Rocca, direttore del Filming Italy Los Angeles, ha così commentato questo straordinario evento: “Una grande soddisfazione essere stata la promotrice col mio festival Filming Italy Los Angeles della stella che verrà dedicata al nostro grande Giancarlo Giannini sulla Walk of Fame di Hollywood. Pochi se la meritano più di lui. Viva il cinema italiano!”.Giancarlo Giannini, che ringrazia il Filming Italy Los Angeles per il risultato ottenuto ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Felicissimo per questo importante riconoscimento e dedico questa preziosa stella a Franco Zeffirelli e Lina Wertmuller”.
Il Ministro Dario Franceschini: “Giancarlo Giannini e Luciano Pavarotti: due nuove stelle italiane brillano da oggi nella celebre Walk of Fame sulla Hollywood Boulevard di Los Angeles, andando ad aggiungersi alle altre quattordici stelle tricolori che già ornano la celebre camminata. Artiste e artisti del mondo italiano della musica e del cinema che spiccano sulla famosissima promenade”. Così il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, all’annuncio della Walk of Fame Class 2021 da parte della Hollywood Chamber of Commerce”
Già nel 2018 il Filming Italy Los Angeles aveva ottenuto il massimo riconoscimento per l’attrice italiana famosa in tutto il mondo Gina Lollobrigida. In quella occasione, durante il Filming Italy Los Angeles, era stata organizzata una vera e propria celebrazione in onore di Gina Lollobrigida, alla quale venne conferita la stella numero 2628 della Walk Of Fame di Hollywood, la 14esima stella consegnata ad una star italiana.Il Filming Italy Los Angeles è una rassegna cinematografica creata con la finalità di incentivare lo sviluppo internazionale dell’audiovisivo italiano, con la capacità di aumentare il livello di visibilità delle produzioni cinematografiche e audiovisive italiane all’estero e soprattutto con l’intenzione di promuovere nel mondo gli attori del Cinema Italiano.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Insieme per non fermare la creatività del cinema

Posted by fidest press agency su sabato, 25 aprile 2020

In un momento così difficile per il Paese e per l’industria cinematografica, che come molti settori soffre dello stallo causato dalla diffusione del coronavirus, l’antidoto è guardare al futuro, porre le basi per una ripresa più forte e di qualità quando l’emergenza sarà passata.È in quest’ottica che il Centro Sperimentale di Cinematografia e Lucky Red hanno deciso di unire le forze.La più antica e prestigiosa scuola di cinema, di fama e prestigio mondiali, punto di riferimento per l’insegnamento, la ricerca e la sperimentazione nei settori legati allo sviluppo e alla creazione cinematografica, e un’importante società indipendente, attiva da oltre trent’anni nella produzione e nella distribuzione di film di qualità, con grandi successi nazionali e internazionali, hanno deciso di avviare uno studio in comune per la creazione di nuovi progetti cinematografici.L’idea è quella di dare agli studenti della Scuola Nazionale di Cinema un accesso privilegiato alla produzione iniziando un percorso creativo attraverso la proposta di soggetti e sceneggiature alla società. Un canale diretto che possa mettere alla prova gli studenti della scuola, dando loro la possibilità di confrontarsi in modo concreto con il mondo della produzione attraverso una delle società più attive sul mercato.
“Creare film è sempre andare oltre l’esistente, immaginare un mondo possibile, trasfigurare la realtà per costruirne un’altra che diventi più vera del vero. A maggior ragione – secondo il Presidente del CSC Felice Laudadio – lo è adesso che è necessario dare un senso a questo momento molto difficile e pensare al dopo. Negli anni che seguirono la seconda guerra mondiale, il nostro cinema seppe esprimere l’anima profonda del paese, attraverso un nuovo linguaggio e nuove storie, che affondavano le radici nella vita di tutti, storie in buona parte pensate quando ancora il paese era attraversato dal conflitto. Anche quando questa emergenza sarà finita nulla sarà come prima. E possiamo già da ora costruire il cinema del futuro creando le storie che verranno girate appena sarà possibile riaprire i set”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Al cinema: Delitto Mattarella

Posted by fidest press agency su sabato, 22 febbraio 2020

6 gennaio 1980. Il Presidente della Regione Siciliana Piersanti Mattarella si sta recando a Messa con la sua famiglia. Un giovane si avvicina al finestrino dell’auto e spara a sangue freddo a Piersanti e lo uccide. Pur nel disorientamento del momento con una serie di depistaggi verso il terrorismo di sinistra, il delitto apparve anomalo per le sue modalità. Il giovane Sostituto Procuratore di turno, quel giorno dell’Epifania, sarà Pietro Grasso, futuro Procuratore Antimafia e Presidente del Senato. Le indagini saranno proseguite dal Giudice Istruttore Giovanni Falcone, che scoverà pericolose relazioni tra Mafia, Politica, Nar e neofascisti, banda della Magliana, Gladio e Servizi Segreti. Il film ricostruisce il clima politico che ha preceduto l’omicidio: protetto a Roma dal Segretario della DC e dal Presidente della Repubblica Pertini, Mattarella è totalmente avversato dai capicorrente siciliani del suo partito. Mattarella non disturbava solo gli equilibri in essere nella DC ma entrava a gamba tesa sugli affari e gli accordi tra politica e mafia, la quale, per l’omicidio Mattarella, si allea con l’estrema destra romana neofascista in cambio dell’evasione dal carcere Ucciardone del leader Concutelli. Ma l’omicidio Mattarella è anche la storia di una famiglia, di esseri umani, di valori e ideali perseguiti con sincero spirito di servizio e afflato solidale: aspetti che nel film hanno un ruolo centrale. Aurelio Grimaldi ripercorre quei tragici giorni con occhio attento e sensibile. Un film di Aurelio Grimaldi conAntonio Alveario, Claudio Castrogiovanni, Nicasio Catanese, David Coco, Francesco Di Leva, Donatella Finocchiaro, Lollo Franco, Sergio Friscia, Ivan Giambirtone, Leo Gullotta, Guia Jelo, Francesco La Mantia, Tuccio Musumeci, Tony Sperandeo, Andrea Tidona, Vittorio Magazzù.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Altre visioni: Il grande cinema raccontato dai suoi protagonisti”

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 gennaio 2020

Roma giovedì 30 gennaio 2020 Ore 19.00 incontro/aperitivo con Marco Bellocchio Ore 20.30 proiezione del film Via Contardo Ferrini 83 – Cinecittà Ingresso libero. La rassegna con cui torna ad accendersi il grande schermo dell’Accademia Popolare dell’Antimafia e dei Diritti. Organizzata da Associazione daSud, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale e con il Mibact, la manifestazione prevede un fitto programma di proiezioni con incontri ed eventi speciali fino a maggio.Situato all’interno dell’istituto scolastico “Enzo Ferrari” di Via Contardo Ferrini 83, poco distante dalla sede del Centro Sperimentale in via Tuscolana, CinemÀP con la rassegna “Altre visioni” mette al centro grandi tematiche civili, sociali e politiche: dalla lotta contro le mafie alle problematiche del territorio urbano e dalla tossicodipendenza alla violenza sulle donne. Quale film migliore, per cominciare, di Il traditore di Marco Bellocchio?Passato in concorso nel 2019 al festival di Cannes, il film ha finora vinto 7 Nastri d’argento e 2 Globi d’oro. È interpretato da Pierfrancesco Favino (diplomato honoris causa del CSC) nel ruolo del pentito di mafia Tommaso Buscetta, e si avvale di altre grandi prove attoriali come quelle di Luigi Lo Cascio, Fabrizio Ferracane, Fausto Russo Alesi, Nicola Calì e Maria Fernanda Candido. Tra i contributi tecnici si ricordano, inoltre, la fotografia di Vladan Radovic (diplomato al CSC), il montaggio di Francesca Calvelli (diplomata e insegnante di montaggio al CSC), le musiche di Nicola Piovani (diplomato honoris causa del CSC) e la sceneggiatura di Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo, Francesco La Licata e dello stesso Bellocchio.Marco Bellocchio sarà così protagonista del primo appuntamento di “Altre visioni”, dove incontrerà il pubblico prima della proiezione del suo film. Saranno con lui il sottosegretario per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, on. Anna Laura Orrico, e il segretario generale del Mibact, Salvatore Nastasi.La rassegna proseguirà, a cadenza settimanale o quindicinale, con i seguenti film: Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni (alla presenza di Giuliano Montaldo, premiato con il David come miglior attore non protagonista); Il grande salto di Giorgio Tirabassi (alla presenza del regista-interprete); La terra dell’abbastanza di Fabio e Damiano D’Innocenzo (alla presenza dei due registi e dell’interprete Max Tortora); Caterina va in città di Paolo Virzì (alla presenza del regista); Sole cuore amore di Daniele Vicari (alla presenza del regista e dell’attrice Isabella Ragonese); Profondo rosso di Dario Argento (copia restaurata a cura della Cineteca Nazionale); Ultrà di Ricky Tognazzi; Un giorno perfetto di Ferzan Ozpetek; Fortunata di Sergio Castellitto; Pasqualino Settebellezze di Lina Wertmuller (copia restaurata a cura della Cineteca Nazionale). Altri ospiti verranno comunicati in seguito.www.apaccademia.it/cinemap

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al cinema Lupin III

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 dicembre 2019

Diretto da Takashi Yamazaki (Doraemon – Il film, Dragon Guest: Your Story), LUPIN III – The First arriverà nelle sale italiane dal 27 febbraio distribuito da Anime Factory, etichetta di proprietà di Koch Media. Lupin III ritorna in una colossale rapina in giro per il mondo per rubare il misterioso Diario di Bresson: l’unico oggetto che suo nonno non è stato in grado di trafugare. Il Diario racchiuderebbe oscuri segreti di grandissimo interesse anche per una malvagia organizzazione contro cui Lupin, Jigen, Goemon, Fujiko e perfino Zenigata, dovranno scontrarsi per impossessarsi delle enigmatiche memorie di Bresson. Da Parigi al Brasile, Lupin e la sua banda, insieme alla loro nuova complice Laetitia, una giovane aspirante archeologa, vivranno un’epica avventura mai vista prima!

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

School experience: cinema per la scuola

Posted by fidest press agency su domenica, 8 dicembre 2019

Dal 10 al 13 dicembre l’evento – che ha coinvolto più di 8mila persone tra studenti e docenti in Veneto (San Donà di Piave), Calabria (Cittanova) e Sardegna (Nuoro) – sarà in Sicilia (Palermo) per una finale intensa e ricca di contenuti. Ad ospitare l’iniziativa saranno l’ex Officine Ducrot, gli attuali Cantieri della Zisa. Un luogo evocativo al cui interno sorgono una quarantina di capannoni industriali con una naturale vocazione a diventare una cittadella della cultura. Lo spazio è stato infatti recuperato dall’amministrazione comunale dando vita a sale espositive, teatrali e cinematografiche. La manifestazione è realizzata in partnership con il Comune di Palermo – Assessorato alla Scuola e con Inventare Insieme (onlus) – Centro Tau. Grandissimo l’interesse dimostrato da registi emergenti italiani e internazionali: 2000 le opere in preselezione, di cui 35 (tra lungometraggi e cortometraggi) sono state proposte alle giurie composte da studenti dai 6 ai 18 anni. A Palermo toccherà proprio ai vincitori (decretati nelle prime tre tappe) presentare i propri lavori al pubblico. In Veneto, secondo l’opinione degli spettatori degli istituti primari, per la sezione Feature Experience (destinata ai lungometraggi) ha trionfato IL PICCOLO YETI di Jill Culton. Short Experience (dedicata ai cortometraggi proposti da registi italiani e internazionali) ha visto invece la vittoria di BELLY FLOP di Jeremy Collins. Per la sezione Your Experience (dedicata alle opere prodotte dalle scuole) la scelta dei giffoners è andata su ARIA di Mirko Vigiliotti e Giancarlo Vasta. In Calabria, gli studenti degli istituti secondari di I grado hanno voluto premiare, per la sezione Feature Experience, MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI di Stefano Cipani. Per Short Experience il podio è andato a TWEET TWEET di Zhanna Bekmambetova. Infine, per Your Experience, la scelta dei giffoners è caduta su IL PASSATO CHE RESTA dell’associazione Zuccherarte, regia di Marco Di Gerlando e Ludovica Gibelli. In Sardegna l’evento ha visto il coinvolgimento degli istituti secondari di II grado alle prese con temi quali l’integrazione, il coraggio, la determinazione per perseguire i propri sogni, fino alla tutela del pianeta Terra. Secondo l’opinione dei giurati, per la sezione Feature Experience, ha trionfato IL CORAGGIO DELLA VERITÀ di George Tillman Jr. Short Experience ha visto invece la premiazione di THE BOX di Dusan Kastelic. Infine, per Your Experience, i ragazzi hanno scelto SOLO UN GIOCATTOLO dell’I.I.S. Niccolò Machiavelli – I.C. Iqbal Masih – I.I.S. Schiapparelli/Gramsci – I.C. Mattei Di Vittorio, per la regia di Lorena Costanzo.
Ad accompagnare l’evento sarà anche il truck della Polizia Postale nell’ambito della campagna educativa itinerante realizzata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per il progetto Safer Internet Centre – Generazioni Connesse. In programma anche due laboratori: il primo, DIGITAL PROF, si pone nell’ambito delle attività che Giffoni propone per la formazione dei docenti. L’obiettivo è quello di guidare in un’esperienza di apprendimento utile al consolidamento delle competenze digitali. MOVIE LAB, invece, è articolato come una lezione di cinema interattiva per permettere ai ragazzi di comprendere il linguaggio audiovisivo. L’ultima tappa di School Experience si chiuderà venerdì 13 dicembre, alle ore 21:00, presso il Cinema De Seta (Cantieri Culturali della Zisa) alla presenza dell’intera cittadinanza, della comunità studentesca e delle istituzioni. Durante l’evento saranno premiati i registi e le scuole vincitrici della prima edizione del Festival itinerante.

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via il corso-concorso gratuito “Cinema e culture” sull’organizzazione di eventi in ambito cinematografico

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 ottobre 2019

Milano Sabato 26 ottobre 2019, ore 10.00- 13.00 Fondazione ISMU, via Galvani 16. Fondazione ISMU è lieta di segnalare che Associazione COE offre ad associazioni e comunità straniere la possibilità di partecipare al corso gratuito “Cinema e Culture” a cui seguirà un concorso per selezionare e finanziare 3 iniziative che saranno inserite nel programma del 30° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (21-29 marzo 2020).La proposta rientra nell’ambito di “Nuovi pubblici dalla A alla Zebra”, progetto finanziato da Fondazione Cariplo e promosso da Associazione COE in partnership con Fondazione ISMU.L’obiettivo è quello di diffondere l’offerta culturale del Festival ad un pubblico sempre più ampio.
L’incontro di formazione avrà luogo sabato 26 ottobre dalle 10 alle 13 presso Fondazione ISMU, in via Galvani 16, Milano. Lo scopo è quello di invitare le comunità straniere a partecipare attivamente all’organizzazione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina e di fornire gli strumenti necessari per organizzare un evento nell’ambito di festival cinematografici.Durante l’incontro di formazione verrà presentato il Festival, la sua storia, la sua cinematografia e i legami con l’attualità, saranno condivisi gli strumenti e le procedure necessarie per organizzare un evento pertinente al Festival.
I partecipanti avranno inoltre l’occasione di acquisire conoscenze che permetteranno alle associazioni di prendere parte ad altre attività culturali e cinematografiche a Milano con una maggiore consapevolezza.Per le iscrizioni c’è tempo fino al 21 ottobre,basta compilare il form on-line al link http://www.ismu.org/corso-cinema-e-culture-iscrizione/www.coeweb.orghttp://www.ismu.org

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra del cinema iberoamericano

Posted by fidest press agency su martedì, 1 ottobre 2019

Roma giovedì 3 a domenica 6 ottobre alla Casa del Cinema, Largo Marcello Mastroianni 1 (Villa Borghese), l’ottava edizione di SCOPRIR, mostra del cinema iberoamericano di Roma, a cura di Gianfranco Zicarelli, José Cantos e Laura Cid. Organizzata dall’Instituto Cervantes, in collaborazione con le ambasciate in Italia di Cile, Colombia, Costa Rica, Ecuador, Guatemala, Honduras, Messico, Nicaragua, Portogallo, Perú, Repubblica Dominicana, Uruguay e l’Istituto Italolatinoamericano, la rassegna quest’anno allarga i suoi confini raggiungendo per la prima volta anche Napoli (15-19 ottobre) e Palermo (8 ottobre – 6 novembre). Un’edizione itinerante che coinvolgerà tre città italiane in un percorso audiovisivo alla scoperta delle produzioni più recenti che hanno saputo raccontare la gran varietà culturale e artistica dell’America Latina e della Penisola Iberica.Alla rassegna romana saranno presentate 22 opere in lingua originale con sottotitoli in Italiano, in rappresentanza di 13 paesi, suddivise in tre sezioni. Accanto a quella ufficiale alla Sala Deluxe, infatti, ci saranno altre 2 sezioni specifiche, tutte al femminile: ZonaZine Documental dedicata ai documentari diretti da donne, presentati nell’edizione 2018 del Festival de Málaga – Cine en Español e Óperas Primeras, realizzata in collaborazione con la Fundación SGAE e dedicata ai lavori di registe spagnole.
Tra gli ospiti di SCOPRIR 2019, la regista e cineasta galiziana Diana Toucedo (col suo “Trinta lumes” è stata applaudita al festival di Berlino), il regista e attore guatemalteco Rodolfo Espinosa, la regista e produttrice uruguayana Marcela Matta, il produttore e regista honduregno Alejandro Irías e il regista ecuadoriano José María Avilés.Tra prime assolute, incontri con gli autori, proiezioni inedite e momenti di approfondimento, Roma diventa per 4 giorni la dimora delle culture cinematografiche iberoamericane, offrendo al pubblico una visione ampia e originale di una scena in costante crescita. Capace di offrire nell’ultimo quinquennio novità tra le più interessanti in termini di tematiche, tecniche narrative e scelte stilistiche. http://www.roma.cervantes.es

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Reading International Announces State-of-the-Art Cinema for Millers Junction

Posted by fidest press agency su sabato, 28 settembre 2019

Reading International, Inc. (NASDAQ: RDI) (“Reading”) today announced that it will open a state-of-the-art cinema as part of the Millers Junction retail development in Melbourne, Australia in mid-2020.Reading Cinemas Millers Junction will showcase the highest quality in Australian cinema as Western Melbourne’s first premium TITAN LUXE auditorium with convenient reserved seating, the newest Dolby Atmos immersive sound and enhanced food and beverage offerings. The new cinema will also feature reclining seats in all auditoriums to ensure maximum comfort for guests.
The new six-screen Reading Cinemas will be positioned within the well-established retail precinct, on Millers Road, Altona North. “We are excited to partner with Charter Hall to bring such an advanced cinema to the inner western region of Melbourne,” said Mark Douglas, Reading Cinemas Australia’s Managing Director. “Altona North is a thriving area and we look forward to providing a theatrical experience for our new guests that is of a world class standard.”Works are nearing completion on the $70 million Millers Junction redevelopment which commenced late in 2018 and will open its first stage later this year. This follows the successful completion of Stage 1 of Millers Junction Business which opened in late 2018, and Stage 2 which will complete in early in 2020.Charter Hall’s Head of Diversified Development, Ben Dodwell, said “The deal with Reading Cinemas will see us welcoming this global brand to our mix at Millers Junction. Reading Cinemas have been a market leader in leisure and entertainment innovation; especially making the cinema experience accessible in Australia. Reading Cinemas, together with other local institutions such as the Jolly Miller Cafe, will complement the Millers Junction offer and pitch to local people who will soon be entertained and have a better range of shops and businesses in their local community.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Cinema come ponte tra due Isole: Cuba e Isola Tiberina

Posted by fidest press agency su sabato, 17 agosto 2019

Roma. Dal 18 al 21 Agosto 2019 Isola Tiberina.Organizzata dall’Ambasciata di Cuba in Italia e da Joana Ginori, curatrice della sezione Isola Mondo, la mostra di cinema cubano avrà luogo all’Isola Tiberina, in collaborazione con l’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico (AAMOD). La rassegna si svolgerà tra due sale, Cinelab e Schermo Tevere, dal 18 al 21 agosto, proponendo alcuni classici imprescindibili, come il documentario breve Now di Santiago Álvarez e Fragola e Cioccolato di Tomás Gutiérrez Alea e Juan Carlos Tabío. Tutte le proiezioni saranno ad ingresso gratuito.
Si inizia il 18 agosto con un doppio appuntamento al Cinelab: alle ore 21.15 con il documentario di Octavio Cortàzar, Por la primera vez, che racconta l’esperienza di una comunità rurale delle montagne orientali di Cuba, dove arriva “per la prima volta” il cinema, grazie ai cinema itineranti creati a tale scopo dalla Rivoluzione Cubana. Attraverso il ricorso al metacinema, lo spettatore viene coinvolto nelle emozioni che il pubblico di campagna riceve dalla visione del primo film della loro vita: “Tempi Moderni” di Charlie Chaplin; segue, alle ore 21.30, Lucia di Humberto Solas che narra tre episodi differenti della storia cubana: la guerra di Cuba per l’indipendenza dalla Spagna, la decade del 1930 e la decade del 1960, attraverso gli occhi di tre donne che hanno in comune solo il nome, Lucia.
La stessa sera, il 18 agosto, alle ore 21.45, presso lo Schermo Tevere la rassegna propone La bella del Alhambra di Enrique Pineda Barnet, tratto dal romanzo “Canzone di Rachel” di Miguel Barnet, ricostruisce la Cuba degli anni ’20. Rachel sogna di diventare una vera artista, ma fa la corista ed è costretta a prostituirsi. Il suo traguardo sarà il teatro Alhambra, dove sta nascendo un’espressione teatrale critica e picaresca. Rachel, divisa tra amore e fama, diventerà la bella dell’Alhambra.
Il 19 agosto, ore 21.30, al Cinelab, Fresa Y Chocolate di Tomás Gutiérrez Alea e Juan Carlos Tabío è la storia di un omosessuale, colto ed emarginato, che conosce un giovane studente universitario, tra i due si instaura un rapporto di amicizia che fa crollare incomprensioni, pregiudizi e intolleranze.
Sempre il 19 agosto, ore 21.15, allo Schermo Tevere, El Benny è un film di genere biografico, musicale del 2006, diretto da Jorge Luis Sánchez, sulla vita di uno dei più importanti musicisti cubani del XX secolo: Bartolomé Maximiliano Moré Benitez detto ‘Benny Morè, El barbaro del ritmo’. Accanto alla ricostruzione degli eventi della sua vita privata e alla composizione della sua musica, vengono mostrati i momenti dolorosi che portarono alla fine della Repubblica cubana.
Il 20 agosto, ore 21.30, al Cinelab José Martí El Ojo Del Canario, definito dal regista, il maestro Fernando Pérez, più che una biografia, un percorso spirituale, compiuto da Josè Martì (Eroe nazionale di Cuba), tra i 9 e i 17 anni, quando conobbe da vicino la sua patria, imparando ad amarla e comprenderla, per realizzare la magna opera che ha occupato il resto della sua vita.
Il 20 agosto allo Schermo Tevere sono in programma due proiezioni: alle ore 21.45 Oslo, il cortometraggio di Luis Ernesto Doñas racconta l’ossessione di Amanda di conoscere la neve, che la porta ad assurdi tentativi, fino a spingere suo marito a portare l’inverno in casa; alle ore 22.00 sarà invece la volta di Suite Habana, altra opera firmata Fernando Pérez, che si apre con l’alba e narra di una semplice giornata di dieci abitanti comuni, attraverso immagini, suoni e musica esprime il quotidiano di una realtà così unica.Il 21 agosto, ore 21.15, al Cinelab, il documentario Now di Santiago Álvarez, considerato il primo videoclip della storia, è ambientato negli anni ’60 e affronta il tema della lotta contro la discriminazione razziale del Nord America, accompagnato dalla canzone Now.
Seguirà alle ore 21.30, sempre al Cinelab, Memorias de Subdesarrollo, diretto da Tomas Gutierrez Alea, che dimostra come le contraddizioni di un intellettuale borghese riflettano quelle della società, durante la Rivoluzione Cubana. Sergio, un aspirante scrittore, decide di trascorrere un periodo di tempo a Cuba. Sergio inizia ad analizzare i cambiamenti di Cuba dal periodo della Rivoluzione di Castro, fino alla crisi missilistica, il modo di vivere in un’isola sottosviluppata e le sue relazioni amorose con le sue fidanzate, Elena e Hanna.Si conclude così l’edizione 2019 di Isola Mondo, la sezione dedicata all’incontro con la cinematografia internazionale, che in questo ultimo appuntamento propone un ciclo corposo, ricco e interessante offrendo il meglio della cinematografia cubana.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Van Gogh e il Giappone

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 luglio 2019

I prossimi 16, 17, 18 settembre (elenco sale a breve su http://www.nexodigital.it) la nuova stagione della Grande Arte al Cinema di Nexo Digital. Diretto da David Bickerstaff, il docufilm propone un viaggio tra le bellezze della Provenza, l’enigma del Giappone e le sale della mostra ospitata nel 2018 al Van Gogh Museum di Amsterdam.Grazie alle lettere dell’artista e alle testimonianze dei suoi contemporanei, questo commovente docufilm rivela l’affascinante storia del profondo, intenso legame tra Van Gogh e l’arte giapponese e il ruolo che l’arte di questo paese, mai visitato dall’artista, ebbe sul suo lavoro. Oltre a indagare la tendenza del japonisme, Van Gogh e il Giappone ci guiderà attraverso l’arte del calligrafo Tomoko Kawao e dell’artista performativo Tatsumi Orimoto per comprendere appieno lo spirito e le caratteristiche dell’arte del Sol Levante. Quando il periodo Edo terminò, nel 1868, e il Giappone si aprì all’Occidente, Parigi venne infatti inondata di tutto ciò che era giapponese sotto forma di oggetti decorativi e stampe colorate impresse con matrici di legno chiamate ‘ukiyo-e’ (letteralmente “immagini del mondo fluttuante”). Van Gogh rimase affascinato da tutti gli elementi di questa straordinaria cultura visiva e dal modo in cui potevano essere adattati alla ricerca di un nuovo modo di vedere. Lesse le descrizioni del Giappone, acquistò stampe per tappezzare la sua stanza e studiò attentamente le opere giapponesi soffermandosi sulle figure femminili nei giardini o sui bagnasciuga, su fiori, alberi e rami contorti: apprezzava di quei lavori linee e purezza compositiva tanto da farne una fonte d’ispirazione imprescindibile per la sua pittura.Nel 1888, del resto, Parigi era diventata per Vincent una città troppo frenetica. Per questo il pittore decise di partire per il sud della Francia, alla ricerca di nuovi spunti e di una vita a più stretto contatto con la natura. In Provenza, Van Gogh scoprì un paesaggio magnifico, una luce potente, una popolazione dai costumi tradizionali e per certi versi “esotici”, capaci di dialogare con la sua visione idealizzata del Giappone e con il suo “sogno” giapponese. Quelli che seguirono furono per lui anni prolifici, ma anche estremamente travagliati, che diedero linfa vitale ad alcune delle opere più iconiche della sua intera produzione, come I Girasoli e i suoi celebri ritratti.
Spiega il regista David Bickerstaff: “La cosa stupefacente nel lavorare a un film su Van Gogh è la ricchezza delle intuizioni che emergono dalle sue lettere o anche solo osservando da vicino le sue opere. Pensi di conoscerle, perché sono famosissime, ma ogni “visione” rivela qualcosa di nuovo. L’intensità del sentire di Van Gogh mentre lotta con la sua arte è messa a nudo con ogni segno che marca sulle tele. È la ricerca di una semplicità potente che ha attratto Vincent van Gogh verso l’arte del Giappone”.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

5° edizione di “Uno Sguardo Raro”

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 luglio 2019

È online sul sito di “Uno sguardo Raro” (www.unosguardoraro.org) il bando per partecipare alla 5a edizione di “Uno Sguardo Raro” – the Rare Disease International Film Festival, il festival di cinema internazionale sul tema delle malattie rare 2020. Il 30 novembre 2019 è la scadenza entro la quale sarà possibile caricare le opere sulla piattaforma FilmFreeway (https://bit.ly/2ltPIMv).Nato per raccontare cosa significhi vivere con una malattia rara o con abilità diverse e per stimolare, attraverso la narrazione cinematografica, una riflessione su come sia possibile affrontare questi temi con registri di comunicazione innovativi e ad alto impatto emotivo, il Festival rappresenta la sfida – raccolta da giovani filmaker di tutto il mondo, da malati rari, da associazioni pazienti e da chi vive con loro – di raccontare questa realtà da un punto di vista diverso, con “Uno Sguardo Raro”. L’appuntamento con il Festival è a Roma dal 9 al 15 marzo 2020, in diverse sedi.
Come sempre, uno degli obiettivi più importanti di Uno Sguardo Raro è quello di coinvolgere sempre più giovani, studenti universitari e allievi delle scuole di cinema, arte e comunicazione, per interessare le nuove generazioni al tema delle malattie rare con l’auspicio che queste possano non solo raccontarlo al pubblico attraverso il proprio lavoro, ma stimolare anche una maggiore inclusione sociale per questa comunità. Saranno selezionate le migliori opere video sul tema delle malattie rare, video di sensibilizzazione e sull’importanza dell’inclusione sociale, ma anche opere che parlano di disabilità, empatia, resilienza, o della capacità di superare i propri limiti, questo per celebrare le qualità che le persone con limitazioni di qualunque tipo mettono in campo per vivere appieno la loro vita. Uno Sguardo raro vuole creare un punto d’incontro solidale tra il mondo del cinema e questa realtà ricca di spunti narrativi intensi ed emozionanti con la speranza di aumentare la consapevolezza dell’opinione pubblica su questi temi e sull’impatto che le malattie rare e la disabilità hanno sulla vita quotidiana delle famiglie. I lavori saranno giudicati e premiati una Giuria di Qualità composta da professionisti del cinema, della comunicazione, del mondo scientifico e della comunità dei rari. A questi viene affiancata anche una Menzione Speciale Giuria Popolare decretata dalle votazioni del pubblico. Uno Sguardo Raro è felice di annunciare che quest’anno i vincitori riceveranno un premio di € 500,00 per 4 categorie in concorso: Miglior Cortometraggio Italiano, Miglior Cortometraggio Internazionale, Miglior Corto di Animazione, Miglior Documentario. In tema di novità, quest’anno il Premio Comunicazione realizzato con FERPI entra ufficialmente nelle categorie in concorso ed è aperto sia ad Associazioni Pazienti che ad Aziende Farmaceutiche che possono presentare video di sensibilizzazione o che incoraggino un cambiamento di comportamento. Anche il Corto/Spot di Comunicazione in Sanità e relativa campagna social in collaborazione con PA SOCIAL è parte delle categorie in concorso ed è aperto a Ospedali, ASL, Associazioni pazienti che operano in ospedale che possono partecipare con prodotti video di servizio rivolti sia al pubblico che al personale interno. Questa è una novità assoluta per il nostro Festival.
Conferma per il Premio HEYOKA, un fuori concorso nato dall’incontro di Uno Sguardo Raro con la Community di Heyoka Empath, progetto di Ability Channel, storica testata on line dedicata alla disabilità “positiva”. Heyoka Empath stimola le persone a “Spezzare le catene, andare oltre i propri limiti, essere d’esempio”. Tra tutte le opere ricevute da Uno Sguardo Raro, la giuria del Premio HEYOKA selezionerà opere che rispondono al tema dell’empatia e dell’inclusione e le farà votare dalla propria community.
Si definisce RARA una malattia che colpisce meno di 5 persone su 10.000. Le patologie rarissime ne colpiscono meno di una su un milione. Ma sono rare le malattie, non i pazienti. Infatti, secondo la rete Orphanet, i malati sarebbero oltre il milione e mezzo in Italia e EURORDIS, la rete delle alleanze europee delle MR, stima in 30 milioni i pazienti in EUROPA.
Macchina organizzativa del Festival l’associazione “Nove Produzioni”, libera associazione di fatto, apartitica e apolitica e senza scopo di lucro, fondata dalla Presidente Claudia Crisafio nel 2017 con il sostegno di soci appartenenti al mondo del cinema e alla comunità dei malati rari, per organizzare la manifestazione cinematografica Uno Sguardo Raro.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tre giorni alla scoperta dell’Australia

Posted by fidest press agency su martedì, 9 luglio 2019

Roma 9 luglio 2019 dalle ore 18 alle ore 02 Isola Tiberina (Piazza San Bartolomeo all’Isola). Si inizia martedì 9 luglio, con una serata evento a inviti e la proiezione del film, tratto dal libro The Women in Black di Madeleine St John, LADIES IN BLACK, la commedia diretta dal regista di A spasso con Daisy, Bruce Beresford, uno dei maggiori registi australiani, che sarà presente in sala. Alle ore 21,30 presso l’Arena Groupama verrà presentata in anteprima una storia di donne e immigrazione, sullo sfondo delle trasformazioni sociali e culturali dell’Australia. La vicenda è ambientata nell’estate del 1959, quando Lisa, che vorrebbe frequentare l’Università di Sydney, decide di cimentarsi in un lavoro estivo presso un grande magazzino. Qui lavora fianco a fianco con un gruppo di commesse che le permetteranno di formarsi, crescere e aprire gli occhi su un mondo che va molto al di là della sua esistenza protetta.
Mercoledì 10 luglio, sempre alle ore 21,30 all’Arena Groupama, si rimane sempre in Australia con l’anteprima internazionale di una commedia romantica TOP END WEDDING di Wayne Blair. Lauren e Ned sono fidanzati e innamorati, ma prima di coronare il loro sogno d’amore devono per ritrovare la madre di lei, scomparsa da qualche parte nel remoto nord dell’Australia, e hanno solo dieci giorni di tempo per riunire i genitori di Lauren e celebrare finalmente il loro matrimonio.
Giovedì 11 luglio il viaggio in Australia termina in bellezza con il famoso, irriverente ed esilarante THE ADVENTURES OF PRISCILLA, QUEEN OF THE DESERT di Stephan Elliot, vincitore di un Premio Oscar per i costumi, sempre all’Arena Groupama alle ore 21,30, con ingresso gratuito. Gli eccentrici Felicia, Mitzi e Bernadette, nomi d’arte di Ralph, Tick e Adam, sono in viaggio, nel mezzo del deserto australiano, per andare ad esibirsi in un cabaret. Felicia e Mitzi sono due travestiti, Bernadette è transessuale. Il viaggio con un vecchio e appariscente torpedone rosa shocking di nome Priscilla è il pretesto per una esibizione del kitsch e di molti calcolati isterismi, con parentesi di umanità, tra disavventure, ricordi d’infanzia, confidenze, solitudini e legami indissolubili. Il film è stato d’ispirazione anche per un musical teatrale che è andato in tournée internazionale.
Le sale dedicate alle proiezioni, agli incontri e agli eventi collaterali sono cinque.
Nella sala Arena e Cinelab si accede con un biglietto a pagamento. La sala Schermo Tevere e la Sala dell’Assunta sono spazi gratuiti. Biglietti: La Biglietteria per le sale Arena e Cinelab è UNICA, si trova presso la Sala Arena ed è aperta tutti i giorni dalle ore 20.00 alle ore 22.30. Il costo dei biglietti è di 6 euro (Arena) e 4 euro (Cinelab)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »