Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘cinema’

China, Hong Kong & Taiwan Cinema Industry 2013-2018 & 2019-2023

Posted by fidest press agency su sabato, 8 giugno 2019

The “Cinema Industry Research China, Hong Kong & Taiwan” report has been added to ResearchAndMarkets.com’s offering.The fast growing Chinese market has dominated the global exhibition sector for the past decade, with film distributors and equipment suppliers equally chasing the bonanza represented by rapidly rising ticket sales and breakneck theatre construction. Although growth is now slowing Chinese box office remains on schedule to overtake the United States by 2022 or 2023, an event which will change the international film market forever.This report slices through the opaque structure of this market to examine some of the main players and the all-important role of official intervention. Also considered are the other Chinese language markets of Hong Kong and Taiwan. As well as comprehensive historical data, there are five year forecasts of screen numbers, admissions and box office for all three territories.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prima edizione de Il Cinema in Tasca

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 giugno 2019

Roma. Giovedì 6 giugno dalle ore 20.00, la Scuola Regina Margherita di Roma Via Madonna dell’Orto – Trastevere ospiterà l’appuntamento conclusivo della prima edizione de Il Cinema in Tasca, progetto-laboratorio a cura dell’Associazione Offf, finanziato dal Miur e dal Mibact, rivolto agli studenti delle medie, per un uso consapevole e creativo dello smartphone attraverso la creazione di brevi video, con il coordinamento artistico del regista Andrea Jublin.Tutti i lavori montati in successione, verranno proiettati in una performance collettiva fruibile sullo schermo del cinema della scuola. L’iniziativa, non a caso, ha trovato casa nell’istituto scolastico di Trastevere, poiché l’edificio, prima scuola pubblica dell’Unità d’Italia, agli inizi del ‘900 è stato anche il primo ad avere una sala di cinema interna, da poco ristrutturata. Grazie alla sensibilità ed alla volontà della dirigente Pasqualina Mirarchi e della docente Cinzia Russo, la scuola ha tra i tanti fiori all’occhiello, quello di aver proposto sezioni legate all’arte, tra cui quella specifica ad indirizzo cinematografico.
Ambasciatore del Cinema in Tasca è Ivan Cotroneo, scrittore, sceneggiatore e regista, che col suo ultimo film “Un Bacio”, ha incontrato più di 30.000 ragazzi nelle scuole di tutta Italia, per sensibilizzare i giovani su temi quali l’amicizia, la diversità, il dialogo e soprattutto la lotta al bullismo. Da segnalare, tra i docenti del progetto, un altro nome importante come quello di Pippo Delbono.
L’idea del laboratorio nasce da una semplice riflessione. L’utilizzo dello smartphone “a fini didattici” è sdoganato purché opportunamente guidato, ma l’uso che i ragazzi ne fanno in privato rimane escluso dagli obiettivi educativi scolastici e spesso sottovalutato dall’educazione familiare. Eppure, l’età della scuola media è quella dove più frequente è l’insorgenza del bullismo, che da fisico diventa spesso digitale. Ma è anche l’età in cui si forma la consapevolezza della propria immagine, in cui si anticipa l’ingresso nel mondo dei social, in cui ci si avvicina a una narrazione della quotidianità non solo soggettiva, ma anche legata alla società e agli eventi.
Il progetto partito a febbraio, ha compreso la visione di alcuni grandi classici come E.T. e Stand by me, seguita da una sperimentazione individuale, seppur guidata, in cui è stato chiesto ai ragazzi di pensare, scrivere, girare, recitare e montare filmati, utilizzando le conoscenze acquisite nel corso. Il piano di lavoro ha avuto diverse fasi di realizzazione attraverso un percorso formativo composto dai seguenti moduli: GUARDARE, analisi di grandi film a confronto; RACCONTARE, da dove nasce una storia, come si sviluppa e in che modo finisce; RECITARE, GIRARE e MONTARE, i diversi mestieri del cinema; UN PERCORSO ALTERNATIVO: LA VIDEOARTE, espressione artistica che ha indagato le potenzialità espressive dei nuovi mezzi. La seconda edizione del laboratorio partirà a settembre 2019, con la riapertura della scuola, e si concluderà a dicembre 2019 replicando un nuovo evento con proiezione di nuovi video.
Regista, attore e sceneggiatore, Andrea Jublin è diplomato alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova. In seguito, ha studiato al corso di sceneggiatura Rai, a Roma. Da diversi anni insegna Narrazione Cinematografica alla Scuola Holden di Torino.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo Cinema Ebraico e Israeliano: XII edizione

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 maggio 2019

Dal 4 al 9 maggio 2019 si terrà allo Spazio Oberdan di Milano la 12a edizione della rassegna del NUOVO CINEMA EBRAICO E ISRAELIANO, organizzata dalla Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea – CDEC in collaborazione con Fondazione Cineteca Italiana, e dedicata alla cinematografia israeliana ed ebraica, curata da Nanette Hayon e Anna Saralvo con la consulenza artistica di Ariela Piattelli e Lirit Mash.Basata in buona parte sulla selezione operata da Ariela Piattelli e Lirit Mash, direttrici artistiche del Pitigliani Kolno’a Festival, la manifestazione “cattura” le opere più significative e che hanno riscosso maggior successo nei vari festival internazionali negli ultimi mesi.Gli argomenti attorno a cui ruotano le storie narrate nelle pellicole scelte per questa edizione ricalcano le peculiarità della produzione internazionale: l’identità di genere, il mondo delle persone con deficit motori o cognitivi e il multiculturalismo. Temi che i registi israeliani affrontano con realismo e ironia. Per il secondo anno consecutivo ci sarà uno spazio dedicato alla produzione artistica giovanile.
Durante la manifestazione verranno organizzati incontri con personalità della cultura e dello spettacolo per un approfondimento, insieme al pubblico, delle principali tematiche affrontate nelle pellicole. Segnaliamo sin d’ora la presenza di Karl Haim Farkash, testimone diretto della vicenda della nave Pentcho che verrà presentata in un documentario. Il nostro ospite arriverà direttamente da Israele per raccontare episodi che arricchiranno la proiezione.I film e i documentari vengono proposti in lingua originale, sottotitolati in italiano. La rassegna NUOVO CINEMA EBRAICO E ISRAELIANO si realizza grazie al fondamentale contributo di AcomeA (www.acomea.it).
Inoltre si ringrazia per la collaborazione “Il Pitigliani – Centro Ebraico Italiano”. La manifestazione gode del patrocinio di “Regione Lombardia”, “Comune di Milano”, “Ufficio culturale dell’Ambasciata di Israele a Roma”, “Comunità Ebraica di Milano” e “Associazione Amici del CDEC”.Tra i lungometraggi in programma:
Laces, di Jacob Goldwasser, basato sulla storia vera di un adulto-bambino con un leggero ritardo cognitivo. Il ruolo del padre è interpretato magistralmente dall’attore Dov Glickman che ha vinto, per questa interpretazione, il Premio Miglior attore non protagonista agli Ophir Awards israeliani.
Red Cow di Tsivia Barkai. Ambientato a Gerusalemme Est nei giorni precedenti l’assassinio di Rabin, parla di Benny, 16 anni, una ragazza ortodossa che vive sola col padre: una figura che suscita al contempo grande rispetto, ma anche grande scetticismo a causa del suo nazionalismo religioso e utopistico. Un film colmo di immagini potenti che descrivono al meglio le burrascose pulsioni della sua eroina. Premiato quale Miglior Film al 35° Jerusalem Film Festival.
Across the Line di Nadav Shlomo Giladi. Hananel, un giovane ebreo religioso, sta tornando a casa in fretta per l’avvicinarsi del sabato, il giorno di riposo. Un incontro inaspettato con un autostoppista palestinese, lo porta incontro a una serie di comiche peripezie che alla fine gli insegneranno amicizia, amore ed empatia.
The Other Story di Avi Nesher. Come nei suoi precedenti capolavori, il regista, esplora con ironia e passione uno dei noccioli della questione israeliana: una testarda giovane donna, interpretata dalla bravissima Joy Rieger, decide improvvisamente di sposare un ebreo ortodosso. Il nonno e i genitori, divorziati e laici, mettono in atto un piano per contrastare l’imminente matrimonio.
The Cakemaker di Ofir Raul Grazier. Thomas, un giovane pasticciere tedesco, ha una relazione clandestina con Oren, un israeliano sposato che viaggia spesso in Germania per lavoro. Quando Oren muore in un incidente stradale, Thomas parte per Gerusalemme in cerca di risposte sulla sua morte conoscendo così sua moglie Anat. Thomas decide di iniziare a lavorare nella caffetteria della vedova, ritrovandosi coinvolto in modo molto più profondo di quanto avesse mai potuto immaginare. La pellicola è stata selezionata per rappresentare Israele, nella sezione Miglior film in lingua straniera, ai Premi Oscar 2019.
Broken Mirrors di Aviad Givon e Imri Matalon. E’ la storia di una ragazza, una straordinaria Shira Haas, in un crescendo di insofferenza e ribellione nei confronti di un padre, ufficiale dell’esercito, che controlla ogni suo movimento e che la punisce ogni qualvolta commette uno sbaglio. Un terribile incidente le causa un insostenibile senso di colpa e, abituata a pagare duramente ogni suo sbaglio, deciderà di partire lontano, mettendosi sulla strada di una drammatica autopunizione.
Anche in questa edizione abbiamo inserito una selezione di interessanti documentari ai quali seguiranno approfondimenti e dibattiti:
Pentcho di Stefano Cattini. Il 18 maggio 1940, il Pentcho, un vecchio rimorchiatore, lascia il porto di Bratislava per arrivare a Sulina, sul Mar Nero. A bordo vi sono 520 ebrei in fuga – cechi, slovacchi, polacchi – protagonisti di una terribile odissea.
Etgar Keret. Based On a True Story di Stephane Kaas. Il regista olandese ha scritto la sceneggiatura con il suo vecchio compagno di scuola Rutger Lemm. Entrambi amano le novelle di Etgar Keret e 15 anni dopo decidono di realizzare un documentario sul celebre scrittore israeliano. Il risultato finale è un mix di documentario, fiction e animazione. Tra i molti premi: un Emmy Award nella categoria “Best Programming”, due premi al Master di Art-Festival in Bulgaria, due premi al Prix Italia a Capri e il premio come Miglior Documentario al Jewish Film Festival a Varsavia.
The Museum, di Ran Tal. È un elegante documentario sul Museo di Israele che, ospitando una delle più grandi collezioni di arte e antichità al mondo, rivela il suo ruolo centrale nella complicata storia della nazione.
Edoardo Volterra. La vita come dovere, lo studio come passione, di Andreina Di Bruno e Marco Visalberghi. La storia del Rettore che ha ricostruito l’Ateneo di Bologna Alma Mater Studiorum dopo la seconda guerra mondiale e dato lustro alla Facoltà Giuridica romana nella seconda metà del Novecento.
Una donna. Poco più di un nome, di Ornella Grassi. Un docufilm che racconta la storia della grande scienziata ebrea, Enrica Calabresi. La pellicola è montata in parte come una fiction, in parte da documenti visivi sulla vita in guerra, sulle leggi razziali, con testimonianze di persone che hanno vissuto quel periodo.
Cheese!, film realizzato dal giovane regista Nathan De Pas Habib, racconta il viaggio a Roma di ospiti e operatori della Comunità Psichiatrica Mizar di Milano avvenuto in occasione della II edizione della Dream World Cup, mondiale di calcio a 5, per persone con disabilità mentali.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cinema: I fratelli Sisters

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Dal 2 maggio 2019 arriva nelle sale italiane un film di Jacques Audiard con John C. Reilly, Joaquin Phoenix e Jake Gyllenhaal. Tratto dall’omonimo romanzo di Patrick deWitt
Far West, 1851. Tra le illustri dimore di Oregon City svetta la grande villa di un uomo potente dai tanti intrallazzi e dalle altrettante preoccupazioni. È noto come il Commodore poiché nessuno conosce il suo vero nome e, nella sua augusta dimora, dispensa le istruzioni per i «lavoretti» dei suoi sicari prediletti: Charlie ed Eli Sister, fratelli di sangue e di crimine. L’ultimo «lavoretto» riguarda un tipo bislacco, un cercatore d’oro chiamato Hermann Kermit Warm. Calvo, barba rossa incolta, il ventre strabordante di una donna incinta, Warm passa ore e ore nei saloon di San Francisco, pagando il whisky con polvere d’oro zecchino e dilettandosi con la stramba lettura di libri di scienza e di matematica.
Il compito dei fratelli Sister è chiaro: trovare Warm e accopparlo, a mo’ di monito per chiunque si azzardi a fare quello che Warm ha osato: derubare un uomo potente.
Irruento, attaccato alla bottiglia di whisky, duro di cuore, Charlie Sister non vede l’ora di mettere le mani sulla pellaccia del cercatore d’oro, anche perché accoppare qualcuno è una faccenda che non gli dispiace affatto. Scettico sui reali scopi del Commodore, sensibile come può esserlo un killer che non si diverte piú di tanto a far fuori il prossimo, Eli accetta, invece, il «lavoretto» a malincuore.
Anche perché l’incarico questa volta non è dei piú facili. Warm sarà pure un tipo bizzarro, ma gira armato di una piccola Colt appesa a una fascia legata in vita e ha tutta l’aria di voler difendere a tutti i costi il suo soggiorno in questo mondo. La strada per Sacramento, poi, dove il cercatore ha la sua miniera, è lunga e per niente agevole.
Avverando i timori di Eli, il viaggio dei Sister si rivela una vera e propria odissea. Lungo il sentiero per la California i due fratelli passano da una peripezia all’altra incontrando, tra gli altri, un sedicente dentista che cava denti dopo aver fallito negli affari sporchi e in quelli puliti, nell’amicizia e nell’amore; una strega; un grizzly; una tisica tenutaria di saloon di cui Eli si innamora perdutamente e una quantità di altri personaggi tra i piú folli del vasto campionario delle terre di frontiera.
Finalista al Booker Prize 2011, «saga di frontiera entusiasmante, comica e, inaspettatamente, commovente» (Publishers Weekly), I fratelli Sisters ha riscosso l’entusiasmo della critica e dei lettori inglesi e americani e ha rivelato sulla scena letteraria internazionale il talento di Patrick deWitt.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il cinema nelle scuole italiane

Posted by fidest press agency su martedì, 9 aprile 2019

“Finalmente, dopo tanti anni, entra dalla porta principale il cinema nelle scuole italiane di ogni ordine e grado. Un ritardo inspiegabile per una realtà culturale e cinematografica italiana che ha segnato e contaminato scuole e culture di ogni angolo del mondo. Come diceva un bravo docente nei primi anni di vita della televisione italiana, quando insegnava l’italiano agli spettatori, ‘non è mai troppo tardi’. Le sollecitazioni sono andate a buon fine ed eccoci, finalmente pronti per una nuova grande avventura che coinvolgerà milioni di studenti e docenti. Senza aspettare questo intervento recente del MIBAC e del MIUR, Giffoni Experience fin dal primo giorno di vita è entrato nelle classi e nelle scuole. Anzi, mi piace dire che è nato in una scuola di Giffoni. Tantissimi sono stati e sono i programmi riservati al mondo della formazione. Basti pensare solo agli ormai famosi Giffoni MOVIE DAYS, le giornate di cinema per la scuola ideate e promosse da Giffoni Experience, che hanno coinvolto nei cinema oltre 500mila studenti e 60mila docenti a Giffoni durante gli ultimi 24 anni.”Questa la forte dichiarazione del Direttore di Giffoni Experience Claudio Gubitosi, nel corso del suo intervento a Roma per la “Giornata Nazionale Cinema a Scuola”, ospitata nell’IPSEEOA “Gioberti”. Un incontro intenso – a cui hanno partecipato dirigenti scolastici, docenti e studenti – consapevoli anche della responsabilità di esserne il capofila.Giffoni Experience, appunto, è al primo posto con il suo progetto “School Experience”, festival itinerante realizzato nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola e promosso da MIUR e MIBAC che inizia quest’anno e coinvolgerà quattro regioni: Veneto, Calabria, Sardegna e Sicilia. Nato con lo scopo di sensibilizzare e formare studentesse e studenti di diverse fasce scolastiche (primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado) attraverso l’utilizzo del linguaggio cinematografico e audiovisivo, ecco gli appuntamenti in programma sul territorio nazionale: dal 21 al 25 ottobre a San Donà di Piave, dal 4 all’8 novembre a Cittanova, dal 18 al 22 novembre a Nuoro e dal 9 al 13 dicembre a Palermo, dove si concluderà con un evento finale di grande intensità e contenuti. Le iscrizioni termineranno alle ore 18:00 del 30 agosto 2019, ed entro il 5 settembre School Experience Festival pubblicherà l’elenco dei film selezionati che saranno proposti nel corso della rassegna. È POSSIBILE ISCRIVERE IL TUO FILM SULLA PIATTAFORMA:
https://filmfreeway.com/SchoolExperienceFestival

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Film: Ma cosa ci dice il cervello

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 aprile 2019

E’ un film di Riccardo Milano in programmazione dal 18 aprile nelle sale italiane con Stefano Fresi, Tomas Arana, Teco Celio, Remo Girone, Vinicio Marchioni, Lucia Mascino, Ricky Memphis, Paola Minaccioni, Giampaolo Morelli, Claudia Pandolfi,Alessandro Roia, Carla Signoris
Nella tram del film Giovanna (Paola Cortellesi) è una donna dimessa, addirittura noiosa, che si divide tra il lavoro al Ministero e gli impegni scolastici di sua figlia Martina. Dietro questa scialba facciata, Giovanna in realtà è un agente segreto, impegnato in pericolosissime missioni internazionali. In occasione di una rimpatriata tra vecchi compagni di liceo, i gloriosi “Fantastici 5” (Stefano Fresi, Vinicio Marchioni, Lucia Mascino, Claudia Pandolfi), tra ricordi e risate, Giovanna ascolta le storie di ognuno e realizza che tutti, proprio come lei, sono costretti a subire quotidianamente piccole e grandi angherie al limite dell’assurdo. Con tutti i mezzi a sua disposizione e grazie ai più stravaganti travestimenti, darà vita a situazioni esilaranti che serviranno a riportare ordine nella sua vita e in quella delle persone a cui vuole bene.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il cinema svizzero contemporaneo a Milano

Posted by fidest press agency su domenica, 24 marzo 2019

Milano Dal 26 al 31 marzo, (orario con ingresso libero: Da martedì a giovedì dalle 15.00 alle 19.00 Venerdì dalle 15 alle 21 Sabato e domenica dalle 15.00 alle 19.00) presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema,Viale Fulvio Testi 121, Fondazione Cineteca Italiana, con il sostegno del Consolato generale di Svizzera a Milano e in collaborazione con Istituto Svizzero e Cinema Svizzero a Venezia, presenta Il cinema svizzero contemporaneo a Milano
Film in anteprima per Milano (Fortuna di Germinal Roaux, Amur senza Fin di Christoph Schaub, Cercando Camille di Bindu De Stoppani e Chris the Swiss di Anja Kofmel); documentari appassionanti (Non ho l’età di Olmo Cerri e Calabria di Pierre-Francois Sauter); capolavori restaurati (Visages d’enfants di Jacques Feyder e La merlettaia di Claude Goretta) e un focus su Ursula Meier: questi gli ingredienti di una settimana dedicata al cinema svizzero contemporaneo capace di sorprenderci e di affascinarci con storie inaspettate.
Da segnalare l’incontro speciale con il regista di Non ho l’età, Olmo Cerri, che sarà presente in sala martedì 26 marzo alle ore 18.30, e quello con Lionel Baier, venerdì 29 marzo alle ore 19, in occasione della proiezione del suo film Prénom: Mathieu, che fa parte della quadrilogia Ondes De Choc.
Inoltre, da non perdere la proiezione del capolavoro restaurato ambientato sulle Alpi svizzere, Visages d’enfants, accompagnato dal vivo dal pianista Antonio Zambrini e dai suoi formidabili partners danesi, Jesper Bodilsen e Martin Andersen. Si ringrazia la Cinémathèque Suisse per il prestito della copia.Per questa iniziativa, si ringrazia Castellinaria, Festival internazionale del cinema giovane Bellinzona.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

E se invece dei Lumière fosse stato un italiano a ‘inventare’ il cinema?

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

È uscito in questi giorni in home video il film documentario “Le origini della cinematografia”, prodotto dalla Delta Star Pictures e distribuito da Istituto Luce Cinecittà. L’opera introduce subito alle prime invenzioni che hanno contribuito all’evoluzione del cinema per poi raccontare anche degli uomini precursori di quest’arte. Diverse le sue preziosità, che vengono raccontate con un linguaggio limpido e coinvolgente da diversi esperti, studiosi e docenti universitari (tra cui Gianni Canova, Fabrizio Natalini, Alberto Manodori Sagredo, Kujtim Çashku, Carlo Alberto Zotti Minici). Fra le varie curiosità e chicche dell’opera, che tra l’altro ha vinto di recente in USA come Miglior Documentario 2018 al Nevada International Film Festival, ci si imbatte nella figura del cineasta Filoteo Alberini. Nato il 14 marzo 1867 in un piccolo comune del viterbese, a pochi chilometri da Roma, Alberini prima di dirigere alcuni storici film è stato in qualche modo il vero ‘inventore’ del cinematografo, molto prima che i vicini francesi Lumière proiettassero per la prima volta il loro film al pubblico. L’apparecchio per la ripresa e la proiezione inventato da Alberini ebbe infatti un intoppo burocratico (tipico del nostro paese, è il caso di dirlo) al Ministero dell’Industria e Commercio che concesse così il brevetto in ritardo.Molto interessanti sono anche le spiegazioni circa il funzionamento dei primi modelli di antenati del cinema, raccontati da Carlo Alberto Zotti Minici, direttore del Museo del Precinema di Padova.Il documentario “Le origini della cinematografia”, diretto dal regista Jordan River, tratta anche altri e numerosi aspetti, come per esempio la crescita di Hollywood e la nascita a Roma di Cinecittà, dove grandi registi come Federico Fellini, Alberto Sordi, Sergio Leone, Luchino Visconti, Ettore Scola, Roberto Benigni, Vittorio De Sica, Martin Scorsese e tantissimi altri hanno realizzato le proprie opere. Nel DVD vi sono poi alcuni contenuti speciali nella sezione Extra con un’interessane intervista a Gianni Canova (professore ordinario di Storia del cinema e Filmologia e membro del Consiglio Superiore per il cinema e gli audiovisivi istituito presso il MiBAC), il quale ripercorre brevemente i momenti d’oro del neorealismo italiano, nonché accenni sulla grammatica e sulla sintassi del linguaggio cinematografico. Nelle prossime settimane è infatti prevista presentazione anche in ambito accademico, in varie Università, a partire da quella di Padova, per poi proseguire con Roma, Milano, Cosenza, Tirana, Parigi, Los Angeles.Un’opera quindi davvero preziosa per tutti gli appassionati di cinema, ma anche per gli addetti ai lavori, che vedendola potranno ri-scoprire il fascino e la magia del cinema, che ancora oggi ci sorprende e ci fa apprezzare l’arte di raccontare emozioni e universi apparentemente impossibili, ma al contempo vicini alla vita di ogni giorno.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Le giornate di cinema per la scuola realizzate da Giffoni Experience

Posted by fidest press agency su domenica, 17 febbraio 2019

Non sono mai state così coinvolgenti, intense ed emozionanti: i Movie Days arrivano alla 24esima edizione, e si preparano, a partire dal 18 febbraio 2019, a coinvolgere con 12 moduli dedicati migliaia di studenti, per la prima volta non solo nella Sala Truffaut della Cittadella del Cinema ma anche negli spazi all’avanguardia, inaugurati lo scorso luglio, della Multimedia Valley, tra le poche realtà italiane che possono vantare le straordinarie tecnologie Dolby Atmos e 4k. Nel corso degli anni i Movie Days hanno ospitato oltre 453.956 studenti e circa 40mila docenti, raggiungendo non solo tutte le province della Regione Campania, ma anche istituti scolastici provenienti da basso Lazio, Molise, Calabria, Basilicata e Puglia.
Continuano, infatti, le attività di Giffoni Experience per la scuola anche a seguito del Protocollo d’Intesa siglato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con il Giffoni Film Festival: l’obiettivo è quello di portare avanti iniziative – tra cui i Movie Days – volte a promuovere il cinema quale strumento di conoscenza, apprendimento e crescita individuale.
“Abbiamo messo in relazione cinema e letteratura per ragazzi – ha spiegato il direttore Gubitosi – tenendo conto dei progetti dedicati alla continuità e all’orientamento e della necessità di non dimenticare la storia dell’Europa. E c’è anche un nuovo programma per l’infanzia e uno di carattere tecnico per la secondaria di secondo grado. Siamo certi che dirigenti scolastici e docenti troveranno tra le diverse proposte il programma su misura per la propria scuola, che potrà conquistare tutti gli studenti e divenire punto di partenza per nuovi percorsi didattici. Vogliamo che Giffoni Experience, infatti, possa essere un prolungamento dell’esperienza scolastica quotidiana, un luogo non solo fisico in cui studenti e professori possano sentirsi accolti, attesi e valorizzati”.
Gli incontri, dedicati agli studenti provenienti da istituti scolastici di ogni ordine e grado, proporranno grandi film, stimolanti dibattiti con ospiti esperti del mondo dell’infanzia e dell’adolescenza, approfondimenti, laboratori interattivi e momenti di puro divertimento. Un’opportunità unica per vivere la magia del Giffoni Film Festival non solo nel mese di luglio, che offrirà a bambini, adolescenti e ragazzi l’occasione di vestire i panni di giudici e critici dei film proposti, intervistando gli ospiti e realizzando foto, video e testi della giornata, come dei veri reporter. Ma non è tutto: ogni giorno, infatti, 2 studenti partecipanti verranno selezionati per far parte della giuria della 49esima edizione del Giffoni Film Festival.
Per la prima volta, inoltre, partner dell’evento Libraccio.it: durante ogni appuntamento la classe che avrà interagito di più e che si sarà distinta nei dibattiti riceverà in regalo un buono spesa del valore di 100€, che potrà utilizzare per acquistare testi, manuali, volumi didattici o film da proiettare in classe.
Filo conduttore degli incontri i temi dei 12 moduli (“Il cinema dei bambini e delle bambine”, “A scuola con i grandi”, “Un pianeta da salvare”, “Io sono speciale, e tu?”, “Classic”, “La grande storia tra cinema e letteratura”, “Percorsi di crescita”, “Io non ho paura”, “Movie Days Lab”, “Tutti nella stessa rete”), perfettamente in linea con i POF e le iniziative scolastiche relative allo sviluppo delle competenze sociali e civiche, o – come previsto anche nella nuova raccomandazione del Consiglio d’Europa – delle competenze personali, sociali e in materia di cittadinanza: amicizia, bullismo, percorsi di crescita, adolescenza, guerra, olocausto e ambiente. E molto altro ancora, come musica, teatro, storia dell’Europa e letteratura.
Una programmazione cinematografica, quella dei 24esimi Movie Days, ricca di straordinari titoli. Per i più piccini tematiche care all’infanzia con “Molly Monster” e “Rabbit School – I guardiani dell’uovo d’oro”.Spazio a storie di ecologia, inclusione e diversità per le scuole primarie, con titoli di animazione d’autore come “Zanna Bianca” – diretto dal regista premio Oscar Alexander Espigares – fino alle meravigliose immagini del documentario in 4k di “Earth – Un giorno straordinario”. E ancora sentimenti, riflessione e divertimento con “Ploey – You never fly alone”, “Little Miss Doolittle”, “Luis e gli alieni” e “Wonder”.Dedicati alle scuole secondarie di primo grado “Un sacchetto di biglie”, “Planet Heart” e “Ötzi e il mistero del tempo”, in cui si affrontano i temi della letteratura, della grande storia e dell’ecologia. Incentrate su percorsi di crescita e bullismo, invece, le proposte “La melodie” e “Rincoman”. Spazio anche a laboratori cinematografici con “La stanza delle meraviglie” e “Conta su di me”, mentre con “Tuo, Simon”, “Manuel”, e “Il maestro di violino” si analizzano cyberbullismo e storie profonde di crescita.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corso di alta formazione in “Cinema documentario e sperimentale”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 febbraio 2019

Parma. Sta per prendere il via a Parma la terza edizione del corso di alta formazione in “Cinema documentario e sperimentale”, promosso dalla Cineteca di Bologna e dall’Università di Parma (CAPAS – Centro per le Attività e le Professioni delle Arti e dello Spettacolo) con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e del Fondo Sociale Europeo, in collaborazione con il Comune di Parma.Dopo gli ottimi riscontri del 2017 e del 2018 via dunque all’edizione 2019, per la quale le iscrizioni sono aperte fino al 5 marzo. 18 i posti disponibili.
Importante attività del Distretto del Cinema, inaugurato nel 2017 dal Comune di Parma per far crescere la cultura delle arti audio visive e le professioni a esse collegate, il corso di alta formazione in “Cinema documentario e sperimentale” vede nello specifico la collaborazione del Centro per le Attività e le Professioni delle Arti e dello Spettacolo (CAPAS) dell’Università, e fa parte dell’ampio ventaglio di proposte formative della Cineteca di Bologna realizzate grazie al sostegno della Regione Emilia-Romagna e del Fondo sociale Europeo. La Cineteca di Bologna offre infatti agli interessati una serie diversificata di corsi per sviluppare le proprie competenze professionali: dall’archivistica alla valorizzazione del patrimonio, dalla fotografia al restauro delle opere filmiche.
Il corso è pensato per un numero massimo di 18 studenti, che saranno selezionati sulla base di specifici requisiti minimi richiesti dal bando attraverso la valutazione dei documenti inviati, di un successivo test scritto di cultura generale audiovisiva e di un colloquio orale. Grazie al finanziamento regionale, i partecipanti potranno frequentare il corso gratuitamente. È indirizzato a persone residenti o domiciliate in Emilia-Romagna in possesso di diploma di scuola secondaria o di laurea triennale in qualsiasi ambito, con competenze in storia della tecnica del cinema e dell’audiovisivo.Si privilegerà la formazione tecnico-professionale degli studenti, senza trascurare le competenze produttive e distributive e la consapevolezza storico-teorica necessaria a garantire una piena autonomia d’azione.
Sono previste 730 ore di didattica (di cui 300 di lezioni frontali e 430 di project work), articolate in 9 moduli. Per partecipare alla selezione è necessario presentare la domanda d’iscrizione pubblicata sul sito della Cineteca di Bologna (www.cinetecadibologna.it/formazione)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cinema: Il professore e il pazzo

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 febbraio 2019

Il professore e il pazzo sarà distribuito in Italia da Eagle Pictures a partire dal 21 marzo 2019. Tratto dall’acclamato best-seller di Simon Winchester, unisce sullo schermo per la prima volta due pesi massimi del cinema mondiale: i premi Oscar Mel Gibson e Sean Penn. La storia, rimasta segreta fino a pochi anni fa, è quella di un’incredibile ed inaspettata amicizia tra il professor James Murray, filologo britannico a cui venne affidato l’incarico di redigere l’Oxford English Dictionary, e un colto e visionario assassino rinchiuso in un manicomio criminale londinese. Una storia leggendaria con due protagonisti straordinari, che intraprendono una collaborazione folle per la realizzazione di un’opera mai vista prima.
Nel cast anche Natalie Dormer (Hunger Games, I Tudors), Jeremy Irvine (Mamma Mia! Ci risiamo, Stonewall) e Steve Coogan(Philomena).
Il film è la storia vera del Professor James Murray (Mel Gibson) al quale viene affidata la redazione del primo dizionario al mondo che racchiuda tutte le parole di lingua inglese. Per far ciò il Professore avrà l’idea di coinvolgere la gente comune invitandola a mandare via posta il maggior numero di parole possibili. Arrivato però ad un punto morto, riceve la lettera di William Chester (Sean Penn) un ex professore ricoverato in un manicomio perché giudicato malato di mente. Le migliaia di parole che il Dr. Chester sta mandando via posta sono talmente fondamentali per la compilazione del dizionario che i due formeranno un’insolita alleanza che si trasformerà in una splendida amicizia.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’inedito: cinema Kosovaro

Posted by fidest press agency su domenica, 16 dicembre 2018

Milano Mercoledì 19 dicembre ore 17 MIC – Museo Interattivo del Cinema Viale Fulvio Testi 121 incontro organizzato in collaborazione con Consolato Generale della Repubblica del Kosovo a Milano, Consolato Generale della Repubblica d’Albania a Milano e Fondazione Ibrahim Kodra Swiss Foundation. Presenti in sala il Console Generale della Repubblica del Kosovo a Milano Adrian Andreja, il Console Generale Albanese Sig.ra Anila Pojani e la direttrice della Fondazione Kodra Sig.ra Maria Pacolli. Dopo un incontro in cui gli invitati rifletteranno sul cinema Kosovaro, si terrà la proiezione del cortometraggio Shok (2015) di Jamie Donoughue, candidato al Premio Oscar 2015 come Miglior Cortometraggio e tratto da una storia vera, la profonda amicizia fra due ragazzini che vivono il dramma della guerra in Kosovo mentre il loro paese è occupato dalla Serbia. Seguirà la proiezione di Vergine giurata (2015) di Laura Bispuri, liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Elvira Dones, che racconta la storia di Hana, orfana albanese, che si trova a dover fare i conti con la cultura arcaica del luogo e a dover compiere una scelta drastica. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornate del Cinema Portoghese

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 novembre 2018

Torino Sabato 3 Novembre ore 18,00 Cinema Massimo, Via Verdi 18, ingresso 4,00 Euro, ridotto 3,00 Euro In occasione di “Lusitania. Giornate del Cinema Portoghese”, l’Archivio Superottimisti organizza un appuntamento dedicato al formato ridotto e il Portogallo, attraverso la presentazione di due film che in maniera creativa reinterpretano il cinema di famiglia: Motu Maeva di Maureen Fazendeiro (Francia 2014, 42′) e Redemption di Miguel Gomes (P/F/I 2013, 27′), insieme a una selezione di materiali di famiglia dedicati al Portogallo selezionati dall’Archivio.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Venezia 75: premio al cinema fair play

Posted by fidest press agency su domenica, 2 settembre 2018

Al via la seconda edizione del premio cinema Fair Play dedicato da Vivere da Sportivi, insieme ad Amova, al film in concorso che meglio tratta temi di attualità in chiave etico sportivo. Una giuria di esperti selezionerà la rosa dei film più Fair play.
Una Venezia 75 all’insegna del fair play non solo come valore educativo dello sport, ma come stile di vita rappresentato anche dalla forza empatica del cinema.Il riconoscimento Fair Play al cinema di Vivere da sportivi 2018, inserito nella sezione collaterale dei premi della 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, verrà assegnato dalle due Associazioni, da sempre attive con iniziative, campagne e un video-festival, a sollecitare le giovani generazioni sull’importanza di trasferire i principi cardine dello sport in tutti i campi della vita, privata e collettiva.
“A sottolineare la potenza comunicativa che lega Sport e Cinema, un fil rouge sottile ma in grado di raggiungere i confini del mondo – dichiara Monica Promontorio, presidente di Vivere da sportivi (VDS), saranno i numerosi testimonial olimpici e gli eventi organizzati al Lido nei dieci giorni di kermesse festivaliera. Nell’attesa, buon fair play al cinema”.
VDS (Vivere da sportivi: a scuola di fair play), presieduta da Monica Promontorio, è un’associazione senza scopo di lucro; nasce nel dicembre 2013 per promuovere i valori etici dello sport con campagne di comunicazione, eventi e un video Festival annuale rivolto ai ragazzi degli istituti superiori italiani. L’associazione si avvale della testimonianza fair play di atleti e campioni olimpici per rafforzare comportamenti di rispetto, impegno, legalità, lotta alla discriminazione, integrazione, inclusione, fratellanza. http://www.viveredasportivi.it
A.M.O.V.A. presieduta da Michele Maffei è l’Associazione Medaglie d’Oro al Valore Atletico, benemerita del CONI, che racchiude e rappresenta a livello mondiale, i più grandi atleti nonché i massimi protagonisti dello Sport italiano. Oltre 2.000 campioni Olimpici con primati e medaglie mondiali. L’eccellenza atletica dei campioni è spesso usata per sensibilizzare i giovani. http://www.associazionemedagliedoro.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cinema: Federico Fellini in 35 mm

Posted by fidest press agency su domenica, 19 agosto 2018

Dal 20 agosto al 23 settembre 2018 Fondazione Cineteca Italiana presso Cinema Spazio Oberdan di Milano presenta Federico Fellini in 35 mm.
A 25 anni dalla scomparsa (31 ottobre 1993) torniamo a rendere omaggio a Fellini, uno dei massimi registi della storia del cinema, punto di riferimento imprescindibile per l’evoluzione della settima arte, che con lui raggiunse vette inesplorate prima.Questa rassegna, che vede in programma 13 lungometraggi e due mediometraggi da film collettivi, intende essere occasione di ripensare e far scoprire agli spettatori più giovani un’opera che infatti, come accade solo ai classici, è davvero senza tempo. Con il passare degli anni i film di Fellini miscela visionaria ed esplosiva di realtà e immaginazione, non hanno perso un grammo del loro spesso immenso valore. Anzi, accade di rimanere ancor più stupefatti nel verificare come Fellini, eccelso esempio della modernità cinematografica, risulti oggi ancor più attuale di tanti anche importanti autori contemporanei.
Si parte dall’esordio come aiuto regista di Alberto Lattuata per Luci del varietà (1950) e dal primo lungometraggio con Alberto Sordi, Lo sceicco bianco (1952). Con l’attore si rinnova la collaborazione col grande successo dell’anno successivo, I vitelloni (1953). Del 1954 è il primo premio Oscar del regista, La strada, premio ottenuto anche con Le notti di Cabiria (1957). Nella rassegna immancabile anche La dolce vita (1960), Palma d’oro a Cannes e Oscar per i miglior costumi. Seguono poi Le tentazioni del dottor Antonio, episodio di Boccaccio ’70 (1962); il capolavoro 8 1/2 (1963), considerata una delle migliori pellicole cinematografiche di tutti i tempi; Toby Dammit, episodio del film Tre passi nel delirio (1968) e ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe. Ancora, potrete vedere Fellini Satyricon (1969) ispirato all’omonima opera di Petronio; Roma (1972), presentato fuori concorso al 25° Festival di Cannes; il grandioso Amarcord (1973), presentato a Cannes e ritenuto uno dei 100 film italiani da salvare. Riferimenti letterari si trovano poi ne Il Casanova di Federico Fellini, mentre mostreremo anche La città delle donne (1980) che, presentato al Festival di Cannes, suscitò molte polemiche. La rassegna si conclude con l’ultimo film del regista, La voce della luna (1990), presentato anch’esso a Cannes.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il cinema di ZHANG YIMOU

Posted by fidest press agency su domenica, 19 agosto 2018

Milano Dal 20 agosto al 9 settembre 2018 Fondazione Cineteca Italiana presso Cinema Spazio Oberdan di Milano presenta Il cinema di ZHANG YIMOU.
In 15 titoli, una retrospettiva dedicata al grande cinema di uno dei maggiori esponenti della “Quinta generazione”, che comprende quei registi cinesi raccoltisi intorno agli studi Xi’an fautori di un cinema animato dall’esigenza di libertà e di critica di un sistema politico totalitario fondato sulla repressione. Un cinema in cui la coraggiosa volontà di rinnovamento, descrizione e denuncia di una realtà schiava di tradizioni e precetti si fondono con la drammaticità, spesso sotto traccia ma sempre ben presente, del rapporto fra il singolo individuo e il potere. Il tutto in nome di un rigore estetico senza concessioni, improntato a una ricchezza cromatica mai gratuita in grado di catturare quasi magicamente lo sguardo e di comporre affreschi di folgorante densità umana.Il programma spazia nella filmografia del regista, mostrando sia le opere più acerbe che le più recenti. Partiamo da Sorgo rosso (1987), secondo lungometraggio del regista che ha vinto l’Orso d’oro al Festival del Cinema di Berlino nel 1988, per passare a Ju Dou (1990), presentato a Cannes. Del 1991 il film che lo ha consacrato Maestro del cinema, Lanterne rosse. Ancora, in programma i premiayi La storia di Qiu Ju (1992), Leone d’Oro al Festival del Cinema di Venezia e Vivere! (1994), Gran prix della giuria al Festival di Cannes; Keep Cool (1997); Non uno di meno (1999), Leone d’oro a Venezia e, dello stesso anno, La strada verso casa. La rassegna prosegue con le opere del XXI secolo, da La locanda della felicità (2001) e Hero (2002), passando per La foresta dei pugnali volanti (2004) e Mille miglia… lontano (2005), arrivando a pellicole più recenti come La città proibita (2006), Sangue facile (2007) – remake giapponese di Blood Simple dei fratelli Coen – e Lettere di uno sconosciuto (2014).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima giornata della Mostra del Cinema di Venezia

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

Venezia 29 agosto prossimo, “Lexus Opening After party Venezia 75” nella prima giornata della Mostra del Cinema di Venezia, a partire dalle ore 23.30 Al termine della tradizionale cena di gala offerta dalla Biennale di Venezia, i riflettori saranno infatti puntati sull’elegante location messa a disposizione dal brand di lusso di casa Toyota, main sponsor della Manifestazione, dove star del cinema, personalità e VIP si susseguiranno in quello che si preannuncia il party più esclusivo della manifestazione. Rigorosamente su invito .Sarà un ricevimento all’insegna dell’Omotenashi – l’ospitalità tipica della cultura giapponese che si distingue per l’attenzione al dettaglio e per creare esperienze uniche e distintive – che promette di regalare ai fortunati ospiti un’experience unica e memorabile.La Lexus Lounge infatti, uno spazio di 200 mq costruito sulla terrazza di fronte al Casinò e al Red Carpet, si ispira ai principi di Omotenashi e Takumi (filosofia artigianale del saper «fare») e offre agli ospiti un ambiente ispirato alla tradizione giapponese, con pareti divisorie in carta di riso rivisitate in chiave moderna.Per questa 75a edizione sono attesi alla Lounge Lexus ospiti del calibro di Juliette Binoche, Lady Gaga, Riccardo Scamarcio, Valeria Golino.Ad accompagnare ospiti e attori una flotta di 40 vetture Self Charging Hybrid Lexus che offrirà un esclusivo servizio di courtesy car e accompagnerà sul red carpet le celebrità della Mostra per tutta la durata della manifestazione.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival Internazionale di Cinema Brasiliano

Posted by fidest press agency su martedì, 3 luglio 2018

Dal 17 al 29 luglio, in diversi luoghi di Milano, ci si potrà tuffare nella multiculturalità della più grande nazione del Sudamerica attraverso cinema, arte contemporanea, musica, danza, letteratura, racconti. L’evento – che grazie alla sua intensa e ricercata programmazione si conferma come il più importante sul Brasile in Italia – è realizzato in collaborazione con la Fondazione Cineteca Italiana e il Padiglione d’Arte Contemporanea (PAC) – Comune di Milano, con il contributo del Ministero della Cultura del Brasile e del Consolato-Generale del Brasile a Milano, e con il patrocinio dell’Ambasciata del Brasile a Roma.Si parte dalla rassegna cinematografica che occuperà la Cineteca – Spazio Oberdan con 16 lungometraggi, di cui 14 in competizione, dal 17 al 22 luglio. Per i cinefili, l’offerta è ricca di pellicole che rappresentano la forza del cinema contemporaneo brasiliano, tra fiction e documentari che saranno giudicati da specialisti del cinema ed esperti del mondo culturale lusofono. Nella gara, distinta tra queste due sezioni, si spazierà da ritratti di personaggi famosi al racconto in cui la lingua portoghese fa da protagonista, dal dramma alla commedia, dal thriller al road movie, passando per il realismo fantastico.
Apre il festival martedì 17 luglio alle ore 20 un brindisi inaugurale, seguito alle 21 dal premiatissimo e fuori concorso “Como Nossos Pais”, di Lais Bodanzky. La storia di una donna che, come tante della vita reale, cerca di essere perfetta in tutti i ruoli (dal professionale al personale) e riceve da sua madre una notizia che sconvolgerà la sua vita. L’opera è stata scelta come miglior film al Festival del Cinema Brasiliano di Parigi 2017 oltre ad aver ricevuto molti premi in Brasile.La musica – una delle eccellenze brasiliane più apprezzate nel mondo – sarà una delle grandi attrazioni della selezione cinematografica. Nel programma di mercoledì 18 luglio due film che gravitano intorno a questo tema. Alle 17.30, “Karingana – Licença Para Contar”, diretto da Monica Monteiro, con la partecipazione della popolare cantante Maria Bethânia, un documentario sullo sviluppo della letteratura di lingua portoghese in Brasile e Africa. Alle 19, ci sarà l’osannato docufiction “Legalize Já”, di Johnny Araújo e Gustavo Bonafé, che racconta la nascita e l’ascesa della band rap rock Planet Hemp (una delle più famose in Brasile negli anni 90) a partire dell’incontro di Skunk – giovane musicista indignato dalle oppressioni e dai preconcetti subiti dalle comunità a basso reddito – e Marcelo, in arte D2, all’epoca venditore di magliette di gruppi heavy metal. La pellicola è stata pluripremiata nei festival brasiliani. L’ultima proiezione della sera, alle 21.15, sarà “Pela Janela”, di Caroline Leone, premiato al Festival di Rotterdam 2017, film su un’operaia di 65 anni che perde il lavoro ed è trascinata dal fratello in un viaggio fino a Buenos Aires che cambierà il modo in cui percepisce il mondo.
Il giovedì 19 luglio si parte alle 17 con “Nunca me Sonharam”, di Cacau Rhoden. Eletto miglior documentario al LABRFF 2017 di Los Angeles, tratta delle sfide del presente, le aspettative per il futuro e i sogni di chi vive la realtà dell’insegnamento nelle scuole pubbliche brasiliane. Segue, alle 19, “Deserto”, opera prima di Guilherme Weber, che si focalizza su un gruppo di artisti viaggiatori che fonda una comunità in un villaggio abbandonato dove verranno fuori i peggiori vizi della vita civile. Anche questo vincitore di diversi premi in patria. Tante risate promette la sessione delle 21.15 con “Todo Clichê do Amor”, di Rafael Primot, una commedia dalle storie interconnesse: una spogliarellista decide di diventare madre; un fattorino compie un omicidio come prova d’amore verso una cameriera fidanzata con un altro; una matrigna che al funerale del marito ha l’ultima chance di conquistare l’affetto della sua figliastra.
Si rinnova la partnership di successo con il FESTin di Lisbona che propone una selezione di cortometraggi dal Brasile, Portogallo e São Tomé, per il venerdì 20 luglio alle 17.15. Di seguito, alle 19, la produzione che ha ricevuto il premio della critica nell’edizione 2018 dello stesso festival portoghese: “Açúcar”, di Renata Pinheiro e Sérgio Oliveira, che ricorre al realismo fantastico per affrontare il tema della schiavitù moderna in una storia che si svolge in un zuccherificio. E alle 21.15 un altro pluripremiato nei festival internazionali. Trattasi di “Praça Paris”, di Lucia Murat, basato sul rapporto tra una psicanalista e una donna che abita nella favela e che mostra tutta la violenza della città di Rio de Janeiro.Un’altra giornata di stili variegati quella di sabato 21 luglio. Alle 17, il documentario “A Vida Extra-ordinariária de Tarso de Castro”, diretto da Leo Garcia e Zeca Brito, è il ritratto dell’ideatore del giornale satirico Pasquim – un tipo bohémien, provocatore, seduttore e rivoluzionario – negli anni della dittatura in Brasile. Gli amanti della suspense non possono perdere, alle 19, “Berenice Procura”, di Allan Fiterman, su una tassista che investiga la morte di una transgender sulla spiaggia di Copacabana. Tra gli interpreti della pellicola, Valentina Sampaio, la prima modella trans a diventare copertina di Vogue Paris e testimonial del marchio L’Oréal. “Antes Que Eu Me Esqueça”, di Thiago Arakilian, alle 21.15, è la storia piena di humour di un ottantenne che decide di stravolgere la sua stabile vita da giudice pensionato e diventa socio di un nightclub, scontrandosi con la famiglia.Nell’ultimo giorno di proiezioni, domenica 22 luglio, si darà spazio alle ore 15 a “Cidades Fantasmas”, di Tyrell Spencer, un documentario che viaggia per il deserto cileno, l’Amazzonia brasiliana, le Ande colombiane e le Pampas argentine per parlare di località abbandonate attraverso la memoria di chi ci ha abitato e non vuole dimenticare. E’ stato eletto miglior documentario al Festival É TudoVerdade 2017. Torna il filone musicale, alle 17, con “Eu, Meu Pai e Os Cariocas – 70 anos de Música no Brasil”: Lúcia Veríssimo, figlia del Maestro Severino Filho, fondatore del gruppo vocale Os Cariocas, è ideatrice, regista e narratrice del documentario che mostra la storia della musica brasiliana, partendo dalla famosa Rádio Nacional e passando per Bossa Nova, Tropicália, Samba e MPB. E’ stato premiato come miglior film al In-Edit Film Festival di São Paolo e Barcellona e al MUVi di Lisbona. Alle 19, “A Luta Do Século”, di Sérgio Machado, sul percorso vero dei pugili Reginaldo Holyfield e Luciano Todo Duro, che trovarono nella boxe un mezzo per fuggire dalla miseria, diventando due dei più grandi idoli di questo sport nel nordest del Brasile. Dopo 20 anni di scontri, e a più di 50 anni di età, i due nemici decidono di affrontarsi per l’ultima volta. Il film ha ricevuto il premio di miglior documentario al Festival do Rio 2016. Infine, alle 21, ci sarà la cerimonia di premiazione con l’assegnazione dei riconoscimenti della giuria e del pubblico. Fuori concorso e a chiudere la rassegna, “Bingo, o rei das manhãs”, regia di Daniel Rezende. Basato su una storia vera, racconta l’uomo che c’è dietro la maschera, la ricerca del successo e il decadimento di un clown che animava le mattine televisive brasiliane negli anni 80. Riconosciuto come miglior film al Festival del Cinema Brasiliano di Parigi 2018, ha ricevuto anche il premio per il miglior attore dall’Associação Paulista de Críticos de Artes (APCA).Ma il festival non finisce qui. Dal 23 al 29 luglio, seguiranno attività organizzate insieme al Padiglione d’Arte Contemporanea (PAC) come programmazione complementare alla mostra “Brasile. Il coltello nella carne” che il museo accoglierà dal 3 luglio al 9 settembre. Tra queste, visite guidate speciali: martedì 24 alle 19, Roberto Francavilla, professore dell’Università di Genova, richiama l’attenzione alla letteratura brasiliana; giovedì 26 alle 19 visita guidata più lezione di capoeira; domenica 29 alle 16, la scrittrice di libri per l’infanzia Claudia Souza conduce le Favole Favolose su racconti tipici della tradizione orale, per bambini e adulti. Dettaglio importante: chi conserva il biglietto di una proiezione e lo presenta al museo avrà diritto all’ingresso ridotto per l’esposizione. Invece presentando allo Spazio Oberdan l’ingresso della mostra del PAC, il biglietto per Agenda Brasil è scontato. Per info e dettagli http://www.pacmilano.it
In più, durante il periodo del festival, in altri indirizzi milanesi, non mancheranno appuntamenti di vario genere, come la lezione gratuita di samba con Toni Julio, al Recicli, il 25 luglio alle 19.30; il concerto di Patrizia di Malta e Luiz Meira in omaggio a Elis Regina, al Joy Bar il 26 alle ore 20.30; e ancora il percorso performativo sonoro (in)Movement nei dintorni del giardino Indro Montanelli, a cura di Paula Carrara, il 19 luglio alle 15, il 22 alle 11, il 23 e il 27 alle 19. Il 28 luglio ci sarà l’aperitivo di chiusura dell’evento al Bar Canonica, alle 19.Un’altra promozione da tenere conto: chi si iscrive alla newsletter dell’Associazione Vagaluna (www.vagaluna.it) avrà diritto ad uno sconto del 15% per l’ingresso al concerto di Caetano Veloso venerdì 13 luglio, alle ore 21.15 alla Corte del Castello Visconteo, a Pavia.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cinema Intelligence Announces Signing of Leading Scandinavian Entertainment Company Nordisk Film

Posted by fidest press agency su domenica, 17 giugno 2018

Cinema Intelligence, a Vista Group company (NZX & ASX: VGL) specializing in business intelligence solutions for cinema exhibitors, is delighted to announce the signing of its first Scandinavian customer, leading entertainment company Nordisk Film.The agreement covers both Denmark and Norway territories where Nordisk operates a total of 43 cinemas. The signing followed negotiations that saw Nordisk Film impressed by the integrated approach to optimizing forecasting, booking and scheduling of movies and events that Cinema Intelligence offers and that is proven to increase revenues. Having already deployed Vista Cinema software across its territories, Nordisk’s decision to invest in Cinema Intelligence was boosted by integration with Vista Cinema’s Film Programming that now includes Film Manager. Film Manager is Vista’s new cloud-based product that transforms the working day of Film Programmers.
Nordisk’s two film programming teams will use Cinema Intelligence to make major improvements to business operations, including centralizing showtime scheduling across its territories. It will also benefit from the new Analytics module that provides a full overview of business performance, complementing past performance indicators with future-view forecasting to enable actionable insights that benefit the business.Claudiu Tanasescu, CEO, Cinema Intelligence, says he’s excited to welcome Nordisk Film cinemas to the Cinema Intelligence family, “I was very impressed with the professionalism of the Nordisk team and I believe that Cinema Intelligence will be a great addition to their business intelligence solutions. With the help of Cinema Intelligence, Nordisk Film is truly realising a data-driven vision across the organization using our Machine Learning algorithms and powerful analytics solutions.”Jan Petersen, CTO, Nordisk, says, “At Nordisk we have monitored the progress of Cinema Intelligence and have always been impressed with the drive and motivation that Claudiu and his team are bringing to the cinema industry. Cinema Intelligence will help Nordisk with improved insights into our circuit performance and use the sophisticated algorithms to optimize our business for the future. I believe Cinema Intelligence is bringing our company closer together because we’re all looking at the same data in real time – all of the time.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Diplomi honoris causa ad artisti del cinema italiano ed internazionale

Posted by fidest press agency su sabato, 9 giugno 2018

Roma. I diplomi saranno consegnati nei giardini del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, presso il Parco archeologico di Santa Croce in Gerusalemme a Roma, nell’ambito della manifestazione “Per il cinema italiano” promossa dalla Direzione generale Cinema del Mibact e organizzata dal Centro Sperimentale, in programma dal 30 giugno al 21 luglio. Quest’anno la manifestazione si svolge nell’arco di tre settimane: la prima (coordinata da Enrico Magrelli) sui film italiani dell’ultima stagione, la seconda dedicata ai grandi restauri della Cineteca Nazionale, la terza con un omaggio ai fratelli Taviani (curato da Franco Mariotti).
Per la prima volta uno di questi riconoscimenti va ad un grande artista straniero. Il 7 luglio il diploma honoris causa verrà consegnato a Michael Nyman, il musicista britannico famoso soprattutto per la colonna sonora di Lezioni di piano (di Jane Campion, Palma d’oro a Cannes nel 1993) e per la lunga collaborazione con il regista inglese Peter Greenaway.
Il 13 luglio, in occasione della cerimonia di consegna dei diplomi agli studenti del triennio 2016-2018, verranno invece conferiti tre diplomi honoris causa al regista Matteo Garrone, all’attore Fabrizio Gifuni e all’attrice e cantante Lina Sastri. I premiati:
Il musicista britannico Michael Nyman è autore di celebri colonne sonore. È diplomato alla Royal Academy of Music e al King’s College di Londra e ha iniziato la sua carriera facendo il critico musicale.
Matteo Garrone, romano, è uno dei nostri cineasti più noti in ambito internazionale. Ha vinto due Grand Prix du Jury al festival di Cannes con Gomorra e con Reality, e sempre a Cannes ha portato l’attore Marcello Fonte al premio come migliore attore nel recente Dogman. È un uomo di cinema a tutto tondo: sui suoi set è anche operatore alla macchina, come produttore ha ottenuto grande successo con Pranzo di Ferragosto diretto da Gianni Di Gregorio.
Fabrizio Gifuni, romano, ha vinto il David di Donatello per il film Il capitale umano, nel quale interpreta con grande talento mimetico un imprenditore milanese. Tra i suoi film ricordiamo Così ridevano, L’amore probabilmente, La meglio gioventù, La ragazza del lago, Noi 4, Fai bei sogni. In tv ha interpretato importanti personaggi storici come Alcide De Gasperi (De Gasperi, l’uomo della speranza), Papa Paolo VI (Paolo VI – Il Papa nella tempesta), Franco Basaglia (C’era una volta la città dei matti…) e Giuseppe Fava (nel recentissimo Prima che la notte). In teatro ha collaborato spesso con la moglie Sonia Bergamasco e con il regista Giuseppe Bertolucci, lavorando in diverse occasioni su testi di Pier Paolo Pasolini, ed è stato uno degli interpreti dello spettacolo Lehman Trilogy di Stefano Massini, per la regia di Luca Ronconi.
Lina Sastri, napoletana, è un’attrice e una cantante di grande talento vincitrice di tre David di Donatello per Mi manda Picone, Segreti segreti e L’inchiesta. Ha interpretato ruoli memorabili in Ecce bombo, in Vite strozzate, in Napoli velata. Ha avuto l’onore di dare il volto ad Anna Magnani in Celluloide, il film di Carlo Lizzani sulla lavorazione di Roma città aperta. È anche un’importante autrice teatrale e una raffinata interprete della tradizione della canzone napoletana.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »