Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 318

Posts Tagged ‘cinema’

Venezia 75: premio al cinema fair play

Posted by fidest press agency su domenica, 2 settembre 2018

Al via la seconda edizione del premio cinema Fair Play dedicato da Vivere da Sportivi, insieme ad Amova, al film in concorso che meglio tratta temi di attualità in chiave etico sportivo. Una giuria di esperti selezionerà la rosa dei film più Fair play.
Una Venezia 75 all’insegna del fair play non solo come valore educativo dello sport, ma come stile di vita rappresentato anche dalla forza empatica del cinema.Il riconoscimento Fair Play al cinema di Vivere da sportivi 2018, inserito nella sezione collaterale dei premi della 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, verrà assegnato dalle due Associazioni, da sempre attive con iniziative, campagne e un video-festival, a sollecitare le giovani generazioni sull’importanza di trasferire i principi cardine dello sport in tutti i campi della vita, privata e collettiva.
“A sottolineare la potenza comunicativa che lega Sport e Cinema, un fil rouge sottile ma in grado di raggiungere i confini del mondo – dichiara Monica Promontorio, presidente di Vivere da sportivi (VDS), saranno i numerosi testimonial olimpici e gli eventi organizzati al Lido nei dieci giorni di kermesse festivaliera. Nell’attesa, buon fair play al cinema”.
VDS (Vivere da sportivi: a scuola di fair play), presieduta da Monica Promontorio, è un’associazione senza scopo di lucro; nasce nel dicembre 2013 per promuovere i valori etici dello sport con campagne di comunicazione, eventi e un video Festival annuale rivolto ai ragazzi degli istituti superiori italiani. L’associazione si avvale della testimonianza fair play di atleti e campioni olimpici per rafforzare comportamenti di rispetto, impegno, legalità, lotta alla discriminazione, integrazione, inclusione, fratellanza. http://www.viveredasportivi.it
A.M.O.V.A. presieduta da Michele Maffei è l’Associazione Medaglie d’Oro al Valore Atletico, benemerita del CONI, che racchiude e rappresenta a livello mondiale, i più grandi atleti nonché i massimi protagonisti dello Sport italiano. Oltre 2.000 campioni Olimpici con primati e medaglie mondiali. L’eccellenza atletica dei campioni è spesso usata per sensibilizzare i giovani. http://www.associazionemedagliedoro.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cinema: Federico Fellini in 35 mm

Posted by fidest press agency su domenica, 19 agosto 2018

Dal 20 agosto al 23 settembre 2018 Fondazione Cineteca Italiana presso Cinema Spazio Oberdan di Milano presenta Federico Fellini in 35 mm.
A 25 anni dalla scomparsa (31 ottobre 1993) torniamo a rendere omaggio a Fellini, uno dei massimi registi della storia del cinema, punto di riferimento imprescindibile per l’evoluzione della settima arte, che con lui raggiunse vette inesplorate prima.Questa rassegna, che vede in programma 13 lungometraggi e due mediometraggi da film collettivi, intende essere occasione di ripensare e far scoprire agli spettatori più giovani un’opera che infatti, come accade solo ai classici, è davvero senza tempo. Con il passare degli anni i film di Fellini miscela visionaria ed esplosiva di realtà e immaginazione, non hanno perso un grammo del loro spesso immenso valore. Anzi, accade di rimanere ancor più stupefatti nel verificare come Fellini, eccelso esempio della modernità cinematografica, risulti oggi ancor più attuale di tanti anche importanti autori contemporanei.
Si parte dall’esordio come aiuto regista di Alberto Lattuata per Luci del varietà (1950) e dal primo lungometraggio con Alberto Sordi, Lo sceicco bianco (1952). Con l’attore si rinnova la collaborazione col grande successo dell’anno successivo, I vitelloni (1953). Del 1954 è il primo premio Oscar del regista, La strada, premio ottenuto anche con Le notti di Cabiria (1957). Nella rassegna immancabile anche La dolce vita (1960), Palma d’oro a Cannes e Oscar per i miglior costumi. Seguono poi Le tentazioni del dottor Antonio, episodio di Boccaccio ’70 (1962); il capolavoro 8 1/2 (1963), considerata una delle migliori pellicole cinematografiche di tutti i tempi; Toby Dammit, episodio del film Tre passi nel delirio (1968) e ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe. Ancora, potrete vedere Fellini Satyricon (1969) ispirato all’omonima opera di Petronio; Roma (1972), presentato fuori concorso al 25° Festival di Cannes; il grandioso Amarcord (1973), presentato a Cannes e ritenuto uno dei 100 film italiani da salvare. Riferimenti letterari si trovano poi ne Il Casanova di Federico Fellini, mentre mostreremo anche La città delle donne (1980) che, presentato al Festival di Cannes, suscitò molte polemiche. La rassegna si conclude con l’ultimo film del regista, La voce della luna (1990), presentato anch’esso a Cannes.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il cinema di ZHANG YIMOU

Posted by fidest press agency su domenica, 19 agosto 2018

Milano Dal 20 agosto al 9 settembre 2018 Fondazione Cineteca Italiana presso Cinema Spazio Oberdan di Milano presenta Il cinema di ZHANG YIMOU.
In 15 titoli, una retrospettiva dedicata al grande cinema di uno dei maggiori esponenti della “Quinta generazione”, che comprende quei registi cinesi raccoltisi intorno agli studi Xi’an fautori di un cinema animato dall’esigenza di libertà e di critica di un sistema politico totalitario fondato sulla repressione. Un cinema in cui la coraggiosa volontà di rinnovamento, descrizione e denuncia di una realtà schiava di tradizioni e precetti si fondono con la drammaticità, spesso sotto traccia ma sempre ben presente, del rapporto fra il singolo individuo e il potere. Il tutto in nome di un rigore estetico senza concessioni, improntato a una ricchezza cromatica mai gratuita in grado di catturare quasi magicamente lo sguardo e di comporre affreschi di folgorante densità umana.Il programma spazia nella filmografia del regista, mostrando sia le opere più acerbe che le più recenti. Partiamo da Sorgo rosso (1987), secondo lungometraggio del regista che ha vinto l’Orso d’oro al Festival del Cinema di Berlino nel 1988, per passare a Ju Dou (1990), presentato a Cannes. Del 1991 il film che lo ha consacrato Maestro del cinema, Lanterne rosse. Ancora, in programma i premiayi La storia di Qiu Ju (1992), Leone d’Oro al Festival del Cinema di Venezia e Vivere! (1994), Gran prix della giuria al Festival di Cannes; Keep Cool (1997); Non uno di meno (1999), Leone d’oro a Venezia e, dello stesso anno, La strada verso casa. La rassegna prosegue con le opere del XXI secolo, da La locanda della felicità (2001) e Hero (2002), passando per La foresta dei pugnali volanti (2004) e Mille miglia… lontano (2005), arrivando a pellicole più recenti come La città proibita (2006), Sangue facile (2007) – remake giapponese di Blood Simple dei fratelli Coen – e Lettere di uno sconosciuto (2014).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima giornata della Mostra del Cinema di Venezia

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

Venezia 29 agosto prossimo, “Lexus Opening After party Venezia 75” nella prima giornata della Mostra del Cinema di Venezia, a partire dalle ore 23.30 Al termine della tradizionale cena di gala offerta dalla Biennale di Venezia, i riflettori saranno infatti puntati sull’elegante location messa a disposizione dal brand di lusso di casa Toyota, main sponsor della Manifestazione, dove star del cinema, personalità e VIP si susseguiranno in quello che si preannuncia il party più esclusivo della manifestazione. Rigorosamente su invito .Sarà un ricevimento all’insegna dell’Omotenashi – l’ospitalità tipica della cultura giapponese che si distingue per l’attenzione al dettaglio e per creare esperienze uniche e distintive – che promette di regalare ai fortunati ospiti un’experience unica e memorabile.La Lexus Lounge infatti, uno spazio di 200 mq costruito sulla terrazza di fronte al Casinò e al Red Carpet, si ispira ai principi di Omotenashi e Takumi (filosofia artigianale del saper «fare») e offre agli ospiti un ambiente ispirato alla tradizione giapponese, con pareti divisorie in carta di riso rivisitate in chiave moderna.Per questa 75a edizione sono attesi alla Lounge Lexus ospiti del calibro di Juliette Binoche, Lady Gaga, Riccardo Scamarcio, Valeria Golino.Ad accompagnare ospiti e attori una flotta di 40 vetture Self Charging Hybrid Lexus che offrirà un esclusivo servizio di courtesy car e accompagnerà sul red carpet le celebrità della Mostra per tutta la durata della manifestazione.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival Internazionale di Cinema Brasiliano

Posted by fidest press agency su martedì, 3 luglio 2018

Dal 17 al 29 luglio, in diversi luoghi di Milano, ci si potrà tuffare nella multiculturalità della più grande nazione del Sudamerica attraverso cinema, arte contemporanea, musica, danza, letteratura, racconti. L’evento – che grazie alla sua intensa e ricercata programmazione si conferma come il più importante sul Brasile in Italia – è realizzato in collaborazione con la Fondazione Cineteca Italiana e il Padiglione d’Arte Contemporanea (PAC) – Comune di Milano, con il contributo del Ministero della Cultura del Brasile e del Consolato-Generale del Brasile a Milano, e con il patrocinio dell’Ambasciata del Brasile a Roma.Si parte dalla rassegna cinematografica che occuperà la Cineteca – Spazio Oberdan con 16 lungometraggi, di cui 14 in competizione, dal 17 al 22 luglio. Per i cinefili, l’offerta è ricca di pellicole che rappresentano la forza del cinema contemporaneo brasiliano, tra fiction e documentari che saranno giudicati da specialisti del cinema ed esperti del mondo culturale lusofono. Nella gara, distinta tra queste due sezioni, si spazierà da ritratti di personaggi famosi al racconto in cui la lingua portoghese fa da protagonista, dal dramma alla commedia, dal thriller al road movie, passando per il realismo fantastico.
Apre il festival martedì 17 luglio alle ore 20 un brindisi inaugurale, seguito alle 21 dal premiatissimo e fuori concorso “Como Nossos Pais”, di Lais Bodanzky. La storia di una donna che, come tante della vita reale, cerca di essere perfetta in tutti i ruoli (dal professionale al personale) e riceve da sua madre una notizia che sconvolgerà la sua vita. L’opera è stata scelta come miglior film al Festival del Cinema Brasiliano di Parigi 2017 oltre ad aver ricevuto molti premi in Brasile.La musica – una delle eccellenze brasiliane più apprezzate nel mondo – sarà una delle grandi attrazioni della selezione cinematografica. Nel programma di mercoledì 18 luglio due film che gravitano intorno a questo tema. Alle 17.30, “Karingana – Licença Para Contar”, diretto da Monica Monteiro, con la partecipazione della popolare cantante Maria Bethânia, un documentario sullo sviluppo della letteratura di lingua portoghese in Brasile e Africa. Alle 19, ci sarà l’osannato docufiction “Legalize Já”, di Johnny Araújo e Gustavo Bonafé, che racconta la nascita e l’ascesa della band rap rock Planet Hemp (una delle più famose in Brasile negli anni 90) a partire dell’incontro di Skunk – giovane musicista indignato dalle oppressioni e dai preconcetti subiti dalle comunità a basso reddito – e Marcelo, in arte D2, all’epoca venditore di magliette di gruppi heavy metal. La pellicola è stata pluripremiata nei festival brasiliani. L’ultima proiezione della sera, alle 21.15, sarà “Pela Janela”, di Caroline Leone, premiato al Festival di Rotterdam 2017, film su un’operaia di 65 anni che perde il lavoro ed è trascinata dal fratello in un viaggio fino a Buenos Aires che cambierà il modo in cui percepisce il mondo.
Il giovedì 19 luglio si parte alle 17 con “Nunca me Sonharam”, di Cacau Rhoden. Eletto miglior documentario al LABRFF 2017 di Los Angeles, tratta delle sfide del presente, le aspettative per il futuro e i sogni di chi vive la realtà dell’insegnamento nelle scuole pubbliche brasiliane. Segue, alle 19, “Deserto”, opera prima di Guilherme Weber, che si focalizza su un gruppo di artisti viaggiatori che fonda una comunità in un villaggio abbandonato dove verranno fuori i peggiori vizi della vita civile. Anche questo vincitore di diversi premi in patria. Tante risate promette la sessione delle 21.15 con “Todo Clichê do Amor”, di Rafael Primot, una commedia dalle storie interconnesse: una spogliarellista decide di diventare madre; un fattorino compie un omicidio come prova d’amore verso una cameriera fidanzata con un altro; una matrigna che al funerale del marito ha l’ultima chance di conquistare l’affetto della sua figliastra.
Si rinnova la partnership di successo con il FESTin di Lisbona che propone una selezione di cortometraggi dal Brasile, Portogallo e São Tomé, per il venerdì 20 luglio alle 17.15. Di seguito, alle 19, la produzione che ha ricevuto il premio della critica nell’edizione 2018 dello stesso festival portoghese: “Açúcar”, di Renata Pinheiro e Sérgio Oliveira, che ricorre al realismo fantastico per affrontare il tema della schiavitù moderna in una storia che si svolge in un zuccherificio. E alle 21.15 un altro pluripremiato nei festival internazionali. Trattasi di “Praça Paris”, di Lucia Murat, basato sul rapporto tra una psicanalista e una donna che abita nella favela e che mostra tutta la violenza della città di Rio de Janeiro.Un’altra giornata di stili variegati quella di sabato 21 luglio. Alle 17, il documentario “A Vida Extra-ordinariária de Tarso de Castro”, diretto da Leo Garcia e Zeca Brito, è il ritratto dell’ideatore del giornale satirico Pasquim – un tipo bohémien, provocatore, seduttore e rivoluzionario – negli anni della dittatura in Brasile. Gli amanti della suspense non possono perdere, alle 19, “Berenice Procura”, di Allan Fiterman, su una tassista che investiga la morte di una transgender sulla spiaggia di Copacabana. Tra gli interpreti della pellicola, Valentina Sampaio, la prima modella trans a diventare copertina di Vogue Paris e testimonial del marchio L’Oréal. “Antes Que Eu Me Esqueça”, di Thiago Arakilian, alle 21.15, è la storia piena di humour di un ottantenne che decide di stravolgere la sua stabile vita da giudice pensionato e diventa socio di un nightclub, scontrandosi con la famiglia.Nell’ultimo giorno di proiezioni, domenica 22 luglio, si darà spazio alle ore 15 a “Cidades Fantasmas”, di Tyrell Spencer, un documentario che viaggia per il deserto cileno, l’Amazzonia brasiliana, le Ande colombiane e le Pampas argentine per parlare di località abbandonate attraverso la memoria di chi ci ha abitato e non vuole dimenticare. E’ stato eletto miglior documentario al Festival É TudoVerdade 2017. Torna il filone musicale, alle 17, con “Eu, Meu Pai e Os Cariocas – 70 anos de Música no Brasil”: Lúcia Veríssimo, figlia del Maestro Severino Filho, fondatore del gruppo vocale Os Cariocas, è ideatrice, regista e narratrice del documentario che mostra la storia della musica brasiliana, partendo dalla famosa Rádio Nacional e passando per Bossa Nova, Tropicália, Samba e MPB. E’ stato premiato come miglior film al In-Edit Film Festival di São Paolo e Barcellona e al MUVi di Lisbona. Alle 19, “A Luta Do Século”, di Sérgio Machado, sul percorso vero dei pugili Reginaldo Holyfield e Luciano Todo Duro, che trovarono nella boxe un mezzo per fuggire dalla miseria, diventando due dei più grandi idoli di questo sport nel nordest del Brasile. Dopo 20 anni di scontri, e a più di 50 anni di età, i due nemici decidono di affrontarsi per l’ultima volta. Il film ha ricevuto il premio di miglior documentario al Festival do Rio 2016. Infine, alle 21, ci sarà la cerimonia di premiazione con l’assegnazione dei riconoscimenti della giuria e del pubblico. Fuori concorso e a chiudere la rassegna, “Bingo, o rei das manhãs”, regia di Daniel Rezende. Basato su una storia vera, racconta l’uomo che c’è dietro la maschera, la ricerca del successo e il decadimento di un clown che animava le mattine televisive brasiliane negli anni 80. Riconosciuto come miglior film al Festival del Cinema Brasiliano di Parigi 2018, ha ricevuto anche il premio per il miglior attore dall’Associação Paulista de Críticos de Artes (APCA).Ma il festival non finisce qui. Dal 23 al 29 luglio, seguiranno attività organizzate insieme al Padiglione d’Arte Contemporanea (PAC) come programmazione complementare alla mostra “Brasile. Il coltello nella carne” che il museo accoglierà dal 3 luglio al 9 settembre. Tra queste, visite guidate speciali: martedì 24 alle 19, Roberto Francavilla, professore dell’Università di Genova, richiama l’attenzione alla letteratura brasiliana; giovedì 26 alle 19 visita guidata più lezione di capoeira; domenica 29 alle 16, la scrittrice di libri per l’infanzia Claudia Souza conduce le Favole Favolose su racconti tipici della tradizione orale, per bambini e adulti. Dettaglio importante: chi conserva il biglietto di una proiezione e lo presenta al museo avrà diritto all’ingresso ridotto per l’esposizione. Invece presentando allo Spazio Oberdan l’ingresso della mostra del PAC, il biglietto per Agenda Brasil è scontato. Per info e dettagli http://www.pacmilano.it
In più, durante il periodo del festival, in altri indirizzi milanesi, non mancheranno appuntamenti di vario genere, come la lezione gratuita di samba con Toni Julio, al Recicli, il 25 luglio alle 19.30; il concerto di Patrizia di Malta e Luiz Meira in omaggio a Elis Regina, al Joy Bar il 26 alle ore 20.30; e ancora il percorso performativo sonoro (in)Movement nei dintorni del giardino Indro Montanelli, a cura di Paula Carrara, il 19 luglio alle 15, il 22 alle 11, il 23 e il 27 alle 19. Il 28 luglio ci sarà l’aperitivo di chiusura dell’evento al Bar Canonica, alle 19.Un’altra promozione da tenere conto: chi si iscrive alla newsletter dell’Associazione Vagaluna (www.vagaluna.it) avrà diritto ad uno sconto del 15% per l’ingresso al concerto di Caetano Veloso venerdì 13 luglio, alle ore 21.15 alla Corte del Castello Visconteo, a Pavia.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cinema Intelligence Announces Signing of Leading Scandinavian Entertainment Company Nordisk Film

Posted by fidest press agency su domenica, 17 giugno 2018

Cinema Intelligence, a Vista Group company (NZX & ASX: VGL) specializing in business intelligence solutions for cinema exhibitors, is delighted to announce the signing of its first Scandinavian customer, leading entertainment company Nordisk Film.The agreement covers both Denmark and Norway territories where Nordisk operates a total of 43 cinemas. The signing followed negotiations that saw Nordisk Film impressed by the integrated approach to optimizing forecasting, booking and scheduling of movies and events that Cinema Intelligence offers and that is proven to increase revenues. Having already deployed Vista Cinema software across its territories, Nordisk’s decision to invest in Cinema Intelligence was boosted by integration with Vista Cinema’s Film Programming that now includes Film Manager. Film Manager is Vista’s new cloud-based product that transforms the working day of Film Programmers.
Nordisk’s two film programming teams will use Cinema Intelligence to make major improvements to business operations, including centralizing showtime scheduling across its territories. It will also benefit from the new Analytics module that provides a full overview of business performance, complementing past performance indicators with future-view forecasting to enable actionable insights that benefit the business.Claudiu Tanasescu, CEO, Cinema Intelligence, says he’s excited to welcome Nordisk Film cinemas to the Cinema Intelligence family, “I was very impressed with the professionalism of the Nordisk team and I believe that Cinema Intelligence will be a great addition to their business intelligence solutions. With the help of Cinema Intelligence, Nordisk Film is truly realising a data-driven vision across the organization using our Machine Learning algorithms and powerful analytics solutions.”Jan Petersen, CTO, Nordisk, says, “At Nordisk we have monitored the progress of Cinema Intelligence and have always been impressed with the drive and motivation that Claudiu and his team are bringing to the cinema industry. Cinema Intelligence will help Nordisk with improved insights into our circuit performance and use the sophisticated algorithms to optimize our business for the future. I believe Cinema Intelligence is bringing our company closer together because we’re all looking at the same data in real time – all of the time.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Diplomi honoris causa ad artisti del cinema italiano ed internazionale

Posted by fidest press agency su sabato, 9 giugno 2018

Roma. I diplomi saranno consegnati nei giardini del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, presso il Parco archeologico di Santa Croce in Gerusalemme a Roma, nell’ambito della manifestazione “Per il cinema italiano” promossa dalla Direzione generale Cinema del Mibact e organizzata dal Centro Sperimentale, in programma dal 30 giugno al 21 luglio. Quest’anno la manifestazione si svolge nell’arco di tre settimane: la prima (coordinata da Enrico Magrelli) sui film italiani dell’ultima stagione, la seconda dedicata ai grandi restauri della Cineteca Nazionale, la terza con un omaggio ai fratelli Taviani (curato da Franco Mariotti).
Per la prima volta uno di questi riconoscimenti va ad un grande artista straniero. Il 7 luglio il diploma honoris causa verrà consegnato a Michael Nyman, il musicista britannico famoso soprattutto per la colonna sonora di Lezioni di piano (di Jane Campion, Palma d’oro a Cannes nel 1993) e per la lunga collaborazione con il regista inglese Peter Greenaway.
Il 13 luglio, in occasione della cerimonia di consegna dei diplomi agli studenti del triennio 2016-2018, verranno invece conferiti tre diplomi honoris causa al regista Matteo Garrone, all’attore Fabrizio Gifuni e all’attrice e cantante Lina Sastri. I premiati:
Il musicista britannico Michael Nyman è autore di celebri colonne sonore. È diplomato alla Royal Academy of Music e al King’s College di Londra e ha iniziato la sua carriera facendo il critico musicale.
Matteo Garrone, romano, è uno dei nostri cineasti più noti in ambito internazionale. Ha vinto due Grand Prix du Jury al festival di Cannes con Gomorra e con Reality, e sempre a Cannes ha portato l’attore Marcello Fonte al premio come migliore attore nel recente Dogman. È un uomo di cinema a tutto tondo: sui suoi set è anche operatore alla macchina, come produttore ha ottenuto grande successo con Pranzo di Ferragosto diretto da Gianni Di Gregorio.
Fabrizio Gifuni, romano, ha vinto il David di Donatello per il film Il capitale umano, nel quale interpreta con grande talento mimetico un imprenditore milanese. Tra i suoi film ricordiamo Così ridevano, L’amore probabilmente, La meglio gioventù, La ragazza del lago, Noi 4, Fai bei sogni. In tv ha interpretato importanti personaggi storici come Alcide De Gasperi (De Gasperi, l’uomo della speranza), Papa Paolo VI (Paolo VI – Il Papa nella tempesta), Franco Basaglia (C’era una volta la città dei matti…) e Giuseppe Fava (nel recentissimo Prima che la notte). In teatro ha collaborato spesso con la moglie Sonia Bergamasco e con il regista Giuseppe Bertolucci, lavorando in diverse occasioni su testi di Pier Paolo Pasolini, ed è stato uno degli interpreti dello spettacolo Lehman Trilogy di Stefano Massini, per la regia di Luca Ronconi.
Lina Sastri, napoletana, è un’attrice e una cantante di grande talento vincitrice di tre David di Donatello per Mi manda Picone, Segreti segreti e L’inchiesta. Ha interpretato ruoli memorabili in Ecce bombo, in Vite strozzate, in Napoli velata. Ha avuto l’onore di dare il volto ad Anna Magnani in Celluloide, il film di Carlo Lizzani sulla lavorazione di Roma città aperta. È anche un’importante autrice teatrale e una raffinata interprete della tradizione della canzone napoletana.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il mito di Rodolfo Valentino torna sullo schermo

Posted by fidest press agency su domenica, 29 aprile 2018

Dal 24 maggio 2018 il film sul divo dei divi. “Il mio Rudy rappresenta tutti i giovani che hanno un sogno da realizzare e, nonostante l’amore per la propria terra, sono costretti a lasciarla. Rodolfo Valentino con grande sacrificio, partendo da un piccolo paese della Puglia, riuscì in poco tempo a diventare la star più brillante di Hollywood, testimonial dello stile e dell’eleganza italiana”. Nel cast del film, oltre ai due protagonisti Pietro Masotti e Tatiana Luter, anche Claudia Cardinale, Nicola Nocella, Luca Cirasola, Rosaria Russo, Celeste Casciaro, Mauro Leuce, Giorgio Consoli, Lucio Montanaro, Dino Paradiso e la partecipazione di Alessandro Haber.Girato interamente a Castellaneta, il film è prodotto da Bunker Lab in associazione con Mediterranea Film e realizzato con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e di Apulia Film Commission, con il patrocinio del Comune di Castellaneta, in associazione con BCC San Marzano di San Giuseppe e in collaborazione con la Regione Puglia – Assessorato al Turismo e Prodotti di Qualità Puglia. Il film è scritto da Nico Cirasola, Lucia Diroma, Luigi Sardiello.www.rudyvalentinofilm.com

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

WAJIB: Invito al matrimonio, al cinema dal 19 aprile

Posted by fidest press agency su domenica, 8 aprile 2018

Firenze. Vincitore al Festival Internazionale del Cinema di Dubai come Miglior Film e del premio come Miglior Attore ex aequo per Mohammed e Saleh Bakri, aprirà il Middle East Now Festival di Firenze il 10 aprile, Wajib – Invito al matrimonio. Ambientato nella comunità cristiana di Nazareth, in Palestina, il film – diretto dalla pluripremiata regista palestinese di When I saw you, Annemarie Jacir, e interpretato da due straordinari attori, Mohammed e Saleh Bakri, padre e figlio sullo schermo e nella vita – evidenzia le criticità e le difficoltà del vivere in una terra martoriata, in cui pragmatismo e idealismo non sempre riescono a convivere. Il titolo Wajib, che tradotto in italiano significa “dovere”, fa riferimento alla tradizione palestinese secondo la quale il padre e i fratelli della sposa hanno il dovere sociale di consegnare personalmente gli inviti di matrimonio. Un gesto solenne e culturalmente importante che dà vita a un road-movie profondo ed emozionante, che esplora la complessità del rapporto padre-figlio nel confronto tra liberà e dovere, modernità e tradizione.Il film, che ha ottenuto anche il Premio ISPEC (Istituto di Storia e Filosofia del Pensiero Contemporaneo) al Festival di Locarno 2017, sarà distribuito da Satine Film a partire dal 19 aprile 2018.
Abu Shadi ha 65 anni e vive a Nazareth, in Palestina. Di professione insegnante, molto stimato, Abu Shadi ha cresciuto da solo i due figli dopo l’abbandono della moglie e la sua fuga in America con un altro uomo, e ora si appresta a vivere quello che è forse il giorno più bello della sua vita: il matrimonio della figlia Amal. Per l’occasione e per aiutarlo nei preparativi, è tornato nella città natale anche Shadi, l’altro figlio che ormai da tempo vive in Italia, dove lavora come architetto. Pur essendo ormai avvezzo agli usi occidentali e molto critico verso quanto accade nella regione, Shadi non si è sottratto al rispetto della locale consuetudine palestinese che prevede il “Wajib”, il “dovere” da parte dei familiari, di consegnare personalmente le partecipazioni di nozze, come forma di rispetto verso gli invitati. Di casa in casa, con visite a familiari, amici o anche semplicemente vicini, Shadi e Abu Shadi si apprestano a trascorrere insieme un’intensa giornata on the road dedicata a incontri e consegne così come vuole la tradizione. Le porte di cristiani, mulsulmani e anche atei si aprono al loro arrivo. Ma se al cospetto degli invitati padre e figlio riescono a calarsi nel ruolo che tutti da loro si aspettano, nei momenti in cui sono soli, la diversa visione della vita e dei valori che ormai ampiamente li separa affiora man mano in superficie costringendoli a un inevitabile confronto.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’ultimo capolavoro di Kim Ki-duk arriva al cinema

Posted by fidest press agency su domenica, 1 aprile 2018

Il 12 aprile sarà distribuito dalla friulana Tucker Film. Lontano dalle tinte forti dell’Isola o di Moebius, Il prigioniero coreano (The Net) vede Kim Ki-duk raccontare – senza filtri – il presente. Un presente che non riesce a liberarsi del passato: quello della Corea del Nord e della Corea del Sud. Un potentissimo thriller dell’anima che la Tucker Film porterà nei cinema italiani il 12 aprile e che trova nell’interpretazione di Ryoo Seung-bum (The Berlin File) tutta la potenza espressiva di cui ha bisogno.
«Fai attenzione: oggi la corrente va verso Sud», lo avvisa una sentinella, ma a fare attenzione, a farne sempre molta, il pescatore Nam Chul-woo ci è abituato. Del resto, non puoi permetterti distrazioni quando abiti in un villaggio della Corea del Nord e ti muovi ogni giorno sulla linea di confine. Confine d’acqua, nel caso di Nam, ed è proprio l’acqua a tradirlo: una delle reti, infatti, si aggroviglia attorno all’elica della sua piccola barca, il motore si blocca e la corrente che «va verso Sud» trascina lentamente il povero Nam in zona nemica… Riuscirà il prigioniero, dopo pressanti interrogatori, a convincere le forze di sicurezza sudcoreane di non essere una spia? Ma soprattutto: riuscirà Nam, dopo il proprio faticoso rilascio, a convincere il potere nordcoreano della propria integrità? È rimasto ancora quello che era, cioè un bravo cittadino devoto, o l’infezione del capitalismo («Più forte è la luce, più grande è l’ombra») lo ha contaminato per sempre? «Con Il prigioniero coreano – spiega Kim Ki-duk – ho voluto mostrare un paradosso: guardate come sono simili Nord e Sud. “Là” c’è la dittatura, “qui” la violenza ideologica. E non si tollera che un povero pescatore del Nord, finito per caso fuor d’acqua, voglia semplicemente ritornarsene a casa. Non si può demonizzare un intero popolo. Il Nord non è solo la Dinastia dei Kim: la gente viene prima!».

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

WAjib – Invito al matrimonio, al cinema dal 19 aprile

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 marzo 2018

Vincitore al Festival Internazionale del cinema di Dubai come Miglior Film e del premio come Miglior Attore ex aequo per Mohammed e Saleh Bakri, aprirà il Middle East Now Festival di Firenze il 10 aprile, Wajib – Invito al matrimonio. Ambientato nella comunità cristiana di Nazareth, in Palestina, il film – diretto dalla pluripremiata regista palestinese di When I saw you, Annemarie Jacir e interpretato da due splendidi attori, Mohammed e Saleh Bakri padre e figlio sullo schermo e nella vita, – evidenzia le criticità e le difficoltà del vivere in una terra martoriata, in cui pragmatismo e idealismo non sempre riescono a convivere. Il titolo Wajib, che tradotto in italiano significa “dovere”, fa riferimento alla tradizione palestinese secondo la quale il padre e i fratelli della sposa hanno il dovere sociale di consegnare personalmente gli inviti di matrimonio. Un gesto solenne e culturalmente importante che dà vita a un road-movie profondo ed emozionante, che esplora la complessità del rapporto padre-figlio nel confronto tra liberà e dovere, modernità e tradizione.Il film, che ha ottenuto anche il Premio ISPEC (Istituto di Storia e Filosofia del Pensiero Contemporaneo) al Festival di Locarno 2017, sarà distribuito da Satine Film a partire dal 19 aprile 2018.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento

Posted by fidest press agency su sabato, 24 marzo 2018

Sorrento 18 – 22 aprile 2018. 18 – 22 aprile 2018. Sarà Rupert Everett l’ospite d’onore della 40esima edizione degli Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento, la manifestazione promossa dal Comune di Sorrento, organizzata da Cineventi, con la direzione artistica di Remigio Truocchio, con il sostegno della Regione Campania e in collaborazione con la Film Commission Regione Campania. Con Rupert Everett gli Incontri celebrano la loro lunga storia che ha visto passare da Sorrento i più grandi nomi della cinematografia internazionale.
Sabato 21 aprile il celebre attore e regista britannico sarà il protagonista della giornata con una proiezione speciale – all’interno della sezione Incontri UK dedicata al Regno Unito – del suo ultimo film The Happy Prince – L’ultimo ritratto di Oscar Wilde, nelle sale con Vision Distribution dal 12 aprile.
Rupert Everett, nella duplice veste di regista e protagonista, porta sul grande schermo gli ultimi giorni di vita di un autore da lui molto amato, Oscar Wilde. THE HAPPY PRINCE – L’ultimo ritratto di Oscar Wilde è un inedito ritratto del lato più intimo di un genio che visse e morì per amore.L’edizione 2018 degli Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento sarà dedicata al genere “drama” con un focus sul Regno Unito, che con la sezione Incontri UK porterà nella cittadina costiera altri ospiti per presentare una panoramica sulla cinematografia inglese contemporanea.In programma anche la la retrospettiva “Women in Film” realizzata in collaborazione con il British Council, con le proiezioni di Suffragette di Sarah Gavron, Lady Macbeth di William Oldroyd, We Want Sex di Nigel Cole, Amy di Asif Kapadia e Queens of Sirya di Yasmin Fedda.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cinema: Visages, Villages

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Roma dal 15 marzo nelle sale italiane un film di Agnès Varda e JR. Un furgone si aggira per la Francia. È quello di uno degli street artist più famosi del mondo: JR. E cosa porta per le campagne francesi? Una enorme macchina fotografica e… una stella della Nouvelle Vague. O, se preferite, la prima regista donna a ricevere l’Oscar alla carriera (nell’intera storia dell’Academy). Comunque, è sempre lei: Agnès Varda. Un incontro impensabile, sulla carta, quello tra un artista di 34 anni e una colonna del cinema mondiale che a maggio ne compirà 90: un incontro inedito tra due artisti che non si conoscevano, ma che amavano reciprocamente le loro creazioni. “Non ci siamo conosciuti per strada. Non ci siamo conosciuti alla fermata dell’autobus. Non ci siamo conosciuti al panificio o in discoteca. Sono stato io a cercare lei”, racconta JR. Così inizia l’avventura di Visages, Villages, il film nato dall’incontro tra Agnès Varda e JR, un road-movie del tutto particolare, un viaggio tra visi e villaggi (appunto), alla ricerca di persone autentiche e di luoghi la cui poesia dimenticata sta nei dettagli. Accolto trionfalmente al Festival di Cannes, candidato all’Oscar come miglior documentario (ma, in attesa del verdetto di Los Angeles del 4 marzo, possiamo già festeggiare l’Oscar alla carriera ricevuto a novembre da Agnès Varda), Visages, Villages arriva nelle sale italiane, distribuito dalla Cineteca di Bologna, da tempo impegnata con il suo laboratorio L’Immagine Ritrovata nel restauro dei film di Agnès Varda, a partire proprio dal suo esordio, nel 1955, La Pointe courte. JR, “ritrattista” contemporaneo che lavora su pareti grandi, a volte immense, è sempre alla ricerca di volti, e questa volta lo fa attraversando alcuni splendidi paesaggi francesi, raggiungendo luoghi oggi, nell’epoca dell’urbanizzazione estrema, sempre più remoti. Ma Visage, Villages non è un dietro le quinte che svela il lavoro di JR: perché ad accompagnarlo c’è Agnès Varda, grazie alla quale l’arte di JR si trasforma in un film, un racconto per immagini, nel quale il processo creativo di JR diventa un esercizio maieutico per tirar fuori voce e pensieri delle persone incontrate lungo il viaggio. “Occhi e sguardo sono importanti nel tuo lavoro”, ha detto Agnès Varda rivolta a JR. “E sono importanti nel film. Tu ci vedi molto bene, a compensare la mia vista sfocata, e paradossalmente i tuoi occhi sono sempre nascosti dietro un paio di occhiali neri. Ci sorprendiamo a vicenda. Spero che sorprenderemo soprattutto gli spettatori, con il nostro rapporto e con le incredibili testimonianze che abbiamo raccolto. Ci sono parole che non dimenticherò mai”.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Casa del Cinema rende omaggio alla diva Audrey Hepburn

Posted by fidest press agency su sabato, 20 gennaio 2018

audrey hepburnRoma 20 gennaio 2018 Casa del cinema Largo Marcello Mastroianni, 1 Ore 16.30 Sala Deluxe | Cenerentola a Parigi (Funny Face), S. Donen, USA, 1957, 103’, v.o.sott.ita seguire (ore 18.00 circa) presentazione del libro Audrey Hepburn. Immagini di un’attrice di Margherita Lamesta Krebel
Oltre all’autrice presenzieranno all’incontro Marco Solfanelli (editore Tabula Fati), Maria Barresi (giornalista Rai TG1), Enrico Magrelli (critico cinematografico Hollywood Party), Roberto Mostarda (giornalista Wall Street International, già conduttore Giornale Radio Rai), Andrea Minuz (docente di Storia del Cinema presso La Sapienza Università di Roma) e Stefano Dominella (presidente Maison Gattinoni). La figura della Hepburn ancora oggi riecheggia in modo potente e trasversale. Tutti conoscono la sua straordinaria influenza nel mondo della moda, divenuta simbolo universale di bellezza e stile, ma poche volte sono stati messi in risalto il suo talento e le sue eccezionali capacità interpretative. Un originale animale scenico che l’American Film Institute ha definito “la terza più grande attrice di sempre”. Premio Oscar al debutto come protagonista in Vacanze Romane, è stata un esempio davvero singolare di carriera, in cui il numero dei film girati è pari al numero dei suoi film di successo.
Attraverso il fil rouge di quattro passaggi – innocenza, metamorfosi, moda e maturità – l’autrice ha voluto testimoniare la meravigliosa avventura cinematografica dell’interprete, focalizzando l’analisi sull’acting, senza trascurare la sua allure da diva iconica, capace di affascinare anche al di là della sua bravura. Arricchito dall’uso insolito di tavole-disegno, il libro presenta due inediti: una chiacchierata con il Prof. Andrea Dotti, secondo marito di Audrey Hepburn, e un’intervista a Giancarlo Berardi, ideatore di Julia, fumetto del 1998 con protagonista una detective di successo ispirata, nei lineamenti del volto, alla diva Audrey.
L’ottica saggistica del testo – favorita dalla formazione trasversale dell’autrice, che abbraccia cine-ma, moda e recitazione – dialoga con l’approccio passionale dell’autrice, per regalare a tutti la possibilità di apprezzare l’avventura artistica e umana di questa magnifica star.Margherita Lamesta Krebel, giornalista-pubblicista, scrive di cinema, teatro, arte e moda. Laureata in Lettere presso La Sapienza, ha seguito seminari sulla scrittura cinematografica con Vincenzo Cerami, Suso Cecchi D’Amico e Furio Scarpelli, a cura del prof. Orio Caldiron. Giorgio Strehler, Bruce Myers, Greta Seacat, Peter Brook, Michael Margotta, Arnaldo Ninchi, Carl Anderson, Riccardo Biseo, Cathy Marchand, Terry Taylor sono stati i suoi principali maestri nell’approccio alla performance recitativa.(foto: audrey hepburn)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Omaggio a Lina Wertmüller

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 dicembre 2017

Lina WertmüllerRoma martedì 19 dicembre dalle ore 16.30 la Casa del cinema ha scelto di passare le feste di Natale in compagnia di Lina Wertmüller e del suo cinema con una programmazione a lei dedicata e una giornata inaugurale. Dopo la proiezione del documentario di Valerio Ruiz Dietro gli occhiali bianchi, la regista darà il via alle celebrazioni in suo onore davanti al pubblico della Casa del Cinema, insieme agli amici più cari, ai colleghi e ai collaboratori che l’hanno affiancata nel corso degli anni. A seguire la proiezione dell’opera prima della regista: I basilischi (1963). L’intera rassegna è realizzata in collaborazione con Cineteca Nazionale e Rai Teche, ma si ringraziano tutti i produttori che hanno generosamente messo a disposizione i film.
Dal 26 dicembre al 7 gennaio prenderà forma la rassegna vera e propria con l’integrale proposta del suo lavoro per il cinema e una serie di incursioni nella sua produzione televisiva. Una carriera che, oltre a regalare degli autentici capolavori in ambito cinematografico, ha saputo illuminare il racconto televisivo e si è contraddistinta per la rara capacità di spaziare in tutti i generi più popolari arrivando ad appassionare i pubblici più diversi.“Da qualche anno – dice Giorgio Gosetti – abbiamo scelto di dedicare la nostra programmazione da Natale all’Epifania a storie, personaggi, momenti che hanno reso grande il cinema italiano senza per questo restare prigionieri nella gabbia della memoria; avvicinando invece un pubblico giovane e spensierato al grande cinema popolare. Per questo Lina Wertmüller è perfetta con il suo stile personale e irriverente, la sua femminilità indossata come una corazza smagliante e raffinata”.Dopo I basilischi, la sua opera d’esordio del 1963 che verrà presentata nella serata speciale del 19 dicembre insieme al ritratto di Valerio Ruiz (Dietro gli occhiali bianchi), il programma prenderà il via il 26 dicembre con Rita la zanzara (1966) e la prima, spettacolare puntata del Giornalino di Gian Burrasca (entrambi con Rita Pavone), per concludersi il 7 gennaio con Peperoni ripieni e pesci in faccia (2004). In mezzo ci saranno i film più noti, da Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto a Pasqualino sette bellezze, le incursioni nel varietà con Antonello Falqui (Studio Uno), i film per la tv e l’indimenticabile Io speriamo che me la cavo con Paolo Villaggio.
Nata il 14 agosto e battezzata Arcangela Felice Assunta Wertmüller von Elgg Spanol von Braueich, con ascendenze lucane e svizzere ma cresciuta a Roma, Lina è stata allieva dell’Accademia Teatrale di Pietro Sharoff, animatrice di spettacoli di burattini, autrice e regista alla radio e in televisione, aiuto regista di Federico Fellini, regista acclamata e invidiata, prima donna ad ottenere la candidatura all’Oscar per la regia, insignita del Golden Globe nel 2009 e del David di Donatello nel 2010, cittadina onoraria di Napoli. Ha diviso tutta la vita con lo scenografo Enrico Job in un felice sodalizio umano e artistico. (foto:Lina Wertmüller)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In Facoltà: per Sport e Cinema

Posted by fidest press agency su martedì, 12 dicembre 2017

Roma Mercoledì 13 Dicembre 2017, ore 11:00 Libreria Moby Dick Via Edgardo Ferrati 3 L’Ufficio Iniziative Sportive dell’Università degli Studi Roma Tre riprende il progetto sportivo/culturale “In Facoltà, per Sport”, con l’organizzazione del convegno sul tema “Sport in Cinema”. Attraverso scene di film si narra la costante presenza della realtà sportiva nel racconto di vicende umane più o meno note.
L’evento si terrà presso la Biblioteca ed Hub culturale “Moby Dick” (Via Edgardo Ferrati 3 – 00154 Roma) mercoledì 13 dicembre 2017 alle ore 11. Interverranno alla discussione il Vito Zagarrio (Prof. Ordinario al DAMS dell’Università degli Studi Roma Tre), Andrea Barbetti (professore al Liceo Statale Montale), Valerio Bianchini (allenatore di pallacanestro, tre volte campione di Italia). A completamento della manifestazione, l’Ufficio Iniziative Sportive consegnerà in prestito i libri di argomento sportivo alla Biblioteca Moby Dick al fine di renderli utilizzabili nel territorio. La partecipazione all’evento è aperta a tutti gli studenti, professori, personale TAB dell’Ateneo e all’associazionismo sportivo.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival del cinema spagnolo a Reggio Calabria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 dicembre 2017

reggio-calabriaReggio Calabria Ospite d’onore per la serata d’inaugurazione, martedì 12 dicembre (Cinema Aurora ore 20:30), è Silvia Pérez Cruz che presenta “Cerca de tu casa (Accanto a casa tua)” di Eduard Cortés, dove veste i panni della protagonista. Il film, vincitore del Premio Goya per la Miglior Colonna Sonora composta proprio dalla celebre musicista, mescola la magia della celebre cantante di flamenco con la più scottante attualità della recente crisi immobiliare in Spagna.
Assieme ai direttori artistici della manifestazione, Iris Martín Peralta e Federico Sartori, saranno presenti alla serata, Il Consigliere Culturale dell’Ambasciata di Spagna in Italia, il Sign. Ion de la Riva, e rappresentanti ed esponenti di tutte le istituzioni partner, come l’Assessorato alla Cultura del Comune di Reggio Calabria, l’Università per Stranieri Dante Alighieri, la Fondazione con il Sud, la Calabria Film Commission, l’Osservatorio antimafia Antigone, il circolo culturale Zavattini.
I titoli in programma riflettono al meglio modelli produttivi totalmente diversi tra loro, uniti da un preciso filo rosso, fatto di libertà espressiva al servizio della storia, spaziando dalla commedia al noir, passando per il road movie e il musical. Ecco allora che da mercoledì 13 a venerdì 15, al Cinema Metropolitano DLF sarà la sede dei seguenti film: “A cambio de nada” di Daniel Guzmán, pellicola rivelazione 2016 che ha vinto tra gli altri premi il Goya come Miglior Opera Prima e quello per il Miglior Attore esordiente; “La noche que mi madre mató a mi padre – La notte che mia madre ammazzò mio padre” di Inés París, esilarante black comedy campione d’incassi in patria; “La mano invisible”, opera prima di David Macián, fresca uscita italiana, film amato dalla critica e già definito “indispensabile” da FilmTV e “il Tempi Moderni dei nostri giorni” da El Pais.
Tutte le proiezioni, in alta definizione, sono sempre in versione originale sottotitolata in italiano.
Fondato 10 anni fa da EXIT med!a, il festival riceve il sostegno delle massime istituzioni spagnole, e in questa tappa reggina riceve il patrocinio del Comune della città di Reggio Calabria.
Il Festival del cinema spagnolo, dopo aver celebrato a Roma la sua decima edizione, si trasforma in rassegna itinerante, e arriva per la sua ultima tappa 2017 al Cinema Aurora e al Metropolitano DLF di Reggio Calabria, con una selezione dei film più amati e premiati della stagione cinematografica spagnola.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cinema e identità italiana. Cultura visuale e immaginario nazionale fra tradizione e contemporaneità

Posted by fidest press agency su domenica, 26 novembre 2017

cultura di cinemaRoma Martedì 28 Novembre 2017, ore 9:30 / 29 Novembre 2017 DAMS, Polo Aule Via Ostiense 139 si svolgerà la XXIII edizione del convegno internazionale di studi promosso dal Dipartimento Filosofia Comunicazione e Spettacolo, in collaborazione con il Centro Produzione Audiovisivi – Università Roma Tre, curato da Stefania Parigi, Christian Uva e Vito Zagarrio. Il tema proposto, Cinema e identità italiana. Cultura visuale e immaginario nazionale fra tradizione e contemporaneità, pone al centro il profilo e il carattere di una nazione così come sono stati interpretati e restituiti dal cinema, dai media e dalla cultura visuale.Interverranno numerosi studiosi e ricercatori provenienti da diverse università italiane e internazionali: keynote speaker saranno Roberto De Gaetano (Università della Calabria) e Suzanne Stewart-Steinberg (Brown University). Sono inoltre in programma due grandi eventi che si svolgeranno al Teatro Palladium (piazza Bartolomeo Romano, 8):
– martedì 28 novembre alle 21 verrà proiettata la copia restaurata di Maciste all’inferno (Guido Brignone, 1926), con musica dal vivo eseguita dall’Orchestra dell’Università di Parma, sonorizzazione e direzione a cura di Luca Aversano (Università Roma Tre). La serata sarà introdotta da Denis Lotti (Università di Padova) e Stefania Parigi (Università Roma Tre);
– mercoledì 29 novembre, sempre alle 21, incontro con i Manetti Bros. coordinato da Christian Uva (Università Roma Tre) e Vito Zagarrio (Università Roma Tre).

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Master Cinema del reale. ‘Fuoricampo’ in concorso in tre festival

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 novembre 2017

università roma treRoma Venerdì 24 Novembre 2017, ore 17:30 / 6 Dicembre 2017 Sedi varie “Fuoricampo” in concorso al RIFF, ARCIPELAGO e CINEFOOT (Brasile) “Fuoricampo” il film realizzato dal collettivo Melkanaa, costituito dagli allievi del Master “Cinema del reale”, prodotto dal CPA sarà presentato in tre festival nelle prossime settimane.
Al CINEFOOT – Festival de Cine de Footbal di Rio De Janeiro, sarà proiettato il 24 novembre. http://www.cinefoot.org/
Al RIFF – 16° Rome Independent Film Festival, inserito nel Concorso Documentari Italiani, sarà proiettato alla Casa del Cinema il 2 dicembre alle 17:30. https://www.riff.it/fuori-campo-the-away-game/
Ad ARCIPELAGO – 24° Festival Internazionale di Cortometraggi e Nuove Immagini, inserito in una speciale matinée con le scuole, sarà proiettato al Teatro Palladium il 6 dicembre alle ore 10. http://www.arcipelagofilmfestival.org/
Documentario Formato: HD, colore Durata: 72′ Anno: 2017 Paese: Italia Produzione: Dipartimento Comunicazione e Spettacolo Università degli Studi RomaTre
La Liberi Nantes Football Club è una squadra di calcio composta da rifugiati e richiedenti asilo, che partecipa al campionato di terza categoria senza poter concorrere al titolo. Alla maggior parte dei giocatori, infatti, mancano ancora i documenti richiesti dalla Federazione per poter competere a tutti gli effetti. L’esclusione della squadra dalla classifica riflette l’impossibilità dei migranti di “mettersi in gioco” in un paese straniero. Il campo di calcio è il pretesto per addentrarci nella pluralità delle vite che lo calcano. Note Questo progetto nasce all’interno di un Master in Cinema del Reale e ha come prima peculiarità quella di contenere diversi punti di vista che raccontano diverse storie. La genesi del film è infatti corale per eccellenza, sia nell’individuazione del bacino di narrazione (ci accomunava l’urgenza di esplorare temi legati all’immigrazione oggi in Italia), che nello sviluppo del racconto del reale. Un gruppo di autori/allievi coadiuvato da professionisti affermati, si è suddiviso in piccoli nuclei ed ha accompagnato la vita dei personaggi per un’intera stagione, creando un’intensa relazione umana e dando vita a tre episodi.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quando il cinema diventa Eco

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 ottobre 2017

cultura di cinemaRoma, 29 ottobre 2017 h 17.30 Spazio RLFC Auditoririum Arte – Auditorium Parco della Musica via Piero De Coubertin, 30 Pentapolis Onlus promuove l’incontro “Quando il cinema fa Eco”. Saranno presenti, insieme a Massimiliano Pontillo, Presidente dell’associazione, anche Cristina Priarone, Direttore Generale Roma Lazio Film Commission, Andrea Minuz, Sapienza Università di Roma, il regista del film “Resina” Renzo Carbonera, Annalisa Corrado di Azzeroco2, Gaetano Capizzi, Direttore artistico del festival CinemAmbiente di Torino, Chiara Bellini, Regista del documentario “Gli anni verdi”, il critico cinematografico Enzo Lavagnini e Marino Midena, Direttore artistico Green Movie Film Fest. Nel corso dell’appuntamento sarà proiettato un breve back stage sul green set del film “Resina”, una clip del documentario “Gli anni verdi” e verrà consegnata la seconda edizione del premio Green Movie Award (GMA), un riconoscimento assegnato a un’opera che ben rappresenta i valori legati alla sostenibilità volendo sensibilizzare il pubblico cinematografico sui temi ambientali e coinvolgere la filiera produttiva, filmakers, produttori e distributori, in pratiche a impatto zero. Negli ultimi due decenni si assiste ad un’imponente crescita di manifestazioni e festival cinematografici sul tema dell’ecologia che si affiancano a un eco-filone cinematografico sempre più ricco, e alla nascita di un’industria cinematografica protesa alla sostenibilità, al risparmio energetico, sensibile all’uso delle risorse rinnovabili e alla riduzione delle emissioni di CO2.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »