Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 30

Posts Tagged ‘cipe’

CIPE \ Castelli, “Approvati interventi per 99 milioni di euro in infrastrutture al Sud”

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 luglio 2019

“Sono molto soddisfatta per l’approvazione, da parte del CIPE, nell’ambito del piano operativo Infrastrutture, degli interventi per la messa in sicurezza del Porto di Palermo, con un investimento di 39 milioni, del Porto di Castellammare di Stabia, 35 milioni, e dei lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza dell’aeroporto di Reggio Calabria, 25 milioni. Si tratta di un’importante risultato utile a far ripartire gli investimenti nel sud del Paese, su cui abbiamo lavorato intensamente negli ultimi mesi”.Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, in merito alla delibera adottata dal CIPE in mattinata.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Per ricattare bisogna essere forti

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 giugno 2011

“Per questo puntiamo ad avere un buon risultato alle prossime elezioni politiche. Con una buona rappresentanza parlamentare saremo in grado di condizionare il governo. Esattamente come fa la Lega”. Questo uno dei passaggi dell’intervista a Gianfranco Miccichè, leader di Forza del Sud, pubblicata dal numero di luglio del mensile il Sud in edicola da venerdì prossimo. Il sottosegretario, con delega al Cipe, si sofferma anche sul ruolo dei Responsabili: “Che cosa sono? Non mi sembra siano un partito, penso non abbiano un futuro politico”. E sui rapporti con Pdl, Pd e Lega: “Non ci vogliono, fanno di tutto per metterci i bastoni tra le ruote” ha detto Micciché al giornalista Andrea Panozzo, prestigiosa firma del mensile che dal Nord guarda alle vicende della politica sudista.
Nello stesso servizio, Panozzo dialoga anche con il presidente Raffaele Lombardo dell’evoluzione del Mpa. Spazio anche ai movimenti meridionalisti di centrosinistra, ancora allo stato embrionale, con i commenti di Emanuele Macaluso, Giuseppe Galasso e Angelo Panebianco. Sempre per la politica il caso De Magistris e il caso Pollica, dopo l’omicidio del sindaco Vassallo e un focus sulle prospettive del Terzo Polo. E ancora un’inchiesta sulla gestione, quasi sempre ‘straordinaria’ di parchi e riserve e una intervista sul tema al ministro per l’Ambiente, Stefania Prestigiacomo e un approfondimento sulla scandalosa situazione dei forestali in Sicilia e in Calabria. Nel numero in edicola da venerdì 1 luglio, c’è anche un ampio servizio sui 150 anni di statistiche della Svimez che rivela i motivi del gap econnomico fra Nord e Sud; il caso Fincantieri, le rivalità tra Napoli e Salerno per il mercato delle crociere, il distretto aerospaziale del Sud, storie d’eccellenza imprenditoriale, personaggi, interviste, le rubriche di Matteo Collura e Pietrangelo Buttofuco, libri i viaggi e tanto altro ancora. http://www.sudmagazine.it

Posted in Recensioni/Reviews, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cipe per le opere pubbliche strategiche

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 novembre 2010

Il piano delle opere strategiche per il prossimo triennio, il cosiddetto allegato infrastrutture, dopo l’intesa raggiunta in conferenza unificata stato-regioni-città e autonomie locali, ha avuto il via libera anche dal Cipe, nella riunione tenuta a Palazzo Chigi il 18 novembre scorso. Il valore complessivo delle opere da realizzare ammonta a circa 233 miliardi di euro. Da subito disponibili 92 miliardi di euro destinati ad opere già pronte per essere cantierabili. I criteri utilizzati per identificare gli interventi ritenuti oggettivamente indispensabili da avviare entro il prossimo triennio sono quelli contenuti nella delibera Cipe 31 del 13 maggio 2010 e sono: il livello dell’avanzamento progettuale tale da consentire,l’immediata cantierizzazione dei lavori; la continuità funzionale di alcune opere;  l’utilizzo di fondi da legge obiettivo legati a scadenzetemporali obbligate; l’attrazione di capitali privati; il particolare livello di emergenza. Il restante elenco di opere, di intesa con le Regioni e con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, potrà trovare giusta collocazione o in un ambito programmatico di medio e lungo periodo o in strumenti programmatici come i POR, i PON, i PAR.  L’altro elemento innovativo dell’attuale Piano infrastruttture strategiche è l’indicazione di Atti di Indirizzo su cinque distinte aree che direttamente ed indirettamente costituiscono la base portante di ogni scenario che caratterizza il rapporto tra offerta e domanda di trasporto: la gestione aeroportuale, la gestione portuale, il trasporto collettivo, l’ottimizzazione delle risorse destinate al Mezzogiorno e il controllo del territorio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anbi su delibera Cipe

Posted by fidest press agency su sabato, 20 novembre 2010

L’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni esprime grande soddisfazione per la delibera del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, che destina circa 177 milioni di euro per interventi nel settore irriguo della Bonifica e dell’irrigazione nelle regioni meridionali del Paese.
“Ringraziamo, in particolare, il Ministro per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Giancarlo Galan, che ha mantenuto l’impegno assunto anche in occasione dell’Assemblea A.N.B.I. 2010, dimostrando di praticare quella “cultura del fare”, che è connaturata ai consorzi di bonifica. In questa logica richiamerò a piena responsabilità le strutture interessate, affinchè si risponda positivamente alle aspettative temporali, che ci vengono indicate. D’altronde le evenienze alluvionali, che hanno ripetutamente colpito anche le regioni del Sud Italia, dimostrano che non c’è tempo da perdere.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Franza: Positive le decisioni del Cipe

Posted by fidest press agency su sabato, 7 marzo 2009

“Le notizie di oggi sulla decisione del CIPE sono assolutamente positive”. Così Pietro Franza, amministratore delegato del Gruppo Franza, ha commentato lo stanziamento dei fondi per le grandi opere durante il Dibattito sulla crisi del sistema finanziario e il settore immobiliare quale possibile leva per la crescita del Paese promosso da Confindustria Palermo. “La decisione del CIPE  – afferma – consente non solo di dare avvio ad importanti lavori infrastrutturali come il Ponte sullo Stretto e il completamento della Salerno Reggio Calabria, ma anche, attraverso queste opere, di attirare in Sicilia gli investitori stranieri”. Pietro Franza auspica anche “lo sblocco in tempi brevi dei bandi per il POR Sicilia, fondamentale per l’avvio delle gare, un altro pilastro dell’attività imprenditoriale dell’isola”.“Il Sud – ha poi aggiunto Franza.- può rappresentare un’area di investimento e sviluppo particolarmente florida, soprattutto per il settore immobiliare turistico e commerciale, nonostante le incertezze e le attuali difficoltà che il mercato immobiliare italiano sta attraversando. Sebbene il meridione possa rappresentare una nuova frontiera di business development soprattutto per lo sviluppo di grandi progetti che valutino con attenzione le nuove esigenze del mercato ed in particolare l’impatto ambientale, la maggior parte degli investitori nazionali ed internazionali viene però spesso scoraggiata dalle lungaggini e dalle difficoltà burocratiche, che non consentono una rapida realizzazione delle opere”.Secondo Franza le soluzioni ai problemi organizzativi si individuano nel “fare massa critica, sia in termini di servizi offerti che in dimensione finanziaria” e portando avanti azioni di lobby sui temi più delicati. “Agire singolarmente – sostiene – non consente di affrontare, purtroppo, gli ostacoli citati in precedenza e, soprattutto, di mettere in campo azioni di lobby finalizzate a una risoluzione condivisa dei problemi” “Anche l’ultimo Rapporto Assoimmobiliare – afferma Franza – evidenzia come gli investitori continuino ad essere attratti dal settore della grande distribuzione, della logistica e del turismo, puntando l’attenzione all’aumento del numero dei progetti turistici di ampio respiro in fase di avviamento al Sud. Se solo si riuscisse ad avere una visione d’insieme,  puntando su partnership strategiche e internazionali, si potrebbero dare risposte efficaci a tutti i potenziali investitori che puntualmente mostrano interesse per un territorio dalle risorse ancora scarsamente messe a frutto”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »