Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘cir’

Looking Beyond the Borders

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 aprile 2018

Il Consiglio Italiano per i Rifugiati (CIR) lancia la campagna Looking Beyond the Borders per promuovere una sostanziale modifica delle attuali strategie europee e nazionali relative al Sistema Dublino e alle pratiche adottate negli hotspot, al fine di garantire e rafforzare la tutela dei diritti fondamentali dei richiedenti asilo e rifugiati in Italia.La campagna – realizzata nell’ambito dell’omonimo progetto finanziato da Open Society Foundations – intende sostenere la proposta di riforma del Regolamento Dublino III attualmente al vaglio del Consiglio europeo e mira, inoltre, ad un radicale cambiamento delle prassi relative agli hotspot. Il sito dedicato alla campagna, oltre a fornire approfondimenti, dati e infografiche, offre la possibilità alle associazioni di settore, agli operatori, ai volontari e ai richiedenti asilo di segnalare casi, storie e testimonianze perché possano essere rese note e difese dal CIR.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

CIR sul discorso di Juncker: la faccia umana dell’Europa – ma come ci si arriva?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2015

parlamento europeoIl CIR apprezza con convinzione l’affermazione del Presidente della Commissione Euopea Juncker che di fronte alla crisi dei rifugiati tutti gli interventi politici devono partire dai principi di umanità, dignità della persona e giustizia storica europea. Il discorso di Juncker marca un ri-orientamento fondmentale in quanto all’assunzione delle responsabilità comunitarie al dettame etico di accogliere i rifugiati, all’obbligo di tutti gli Stati membri, senza eccezioni, di aprire loro le porte. Con la proposta di ricollocare complessivamente 160.000 richiedenti asilo dall’Italia, dalla Grecia e dall’Ungheria in altri Stati membri si intraprende la strada giusta e opposta a quella del “Sistema Dublino”, che così viene di fatto superato.Non saranno più solo gli Stati della frontiera esterna dell’Unione ad essere responsabili di garantire il diritto di asilo a chi approda da fuori dell’Unione sul loro territorio. “Tuttavia”, sottolinea Christopher Hein, portavoce del CIR, “è da vedere come funzionerà nella prassi questa distribuzione. È un Piano destinato a fallire se i legami dei richiedenti asilo con un determinato paese non saranno presi in considerazione, se avverranno trasferimenti decisi freddamente a tavolino senza includere le persone come soggetti del Piano e del proprio destino”.Nel discorso aperto e coraggioso di Juncker, il CIR si meraviglia comunque del fatto che nessuna menzione sia stata fatta sulle vie di accesso dei richiedenti asilo alla nuova Europa solidale e alla protezione. “I richiedenti asilo e i rifugiati devono continuare a pagare i trafficanti di persone, a rischiare la vita nel mare o nei TIR perché nessun paese fornisce loro un visto di ingresso?” chiede Hein.
Juncker ha parlato di canali legali per migranti, al fine di soddisfare esigenze del mercato del lavoro e di contrastare l’invecchiamento della popolazione. “Bene”, conclude Hein, “ma il primo atto per ridurre il numero di vittime nel tragitto verso l’Europa deve essere quello di aprire canali protetti e legali per le persone in fuga, per richiedenti asilo e rifugiati”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vergogna d’Italia: nuova norma ad personam

Posted by fidest press agency su martedì, 5 luglio 2011

Berlusconi-comizio

Image via Wikipedia

Vergogna d’Italia! Con una norma ad aziendam, inserita nella Manovra Finanziaria al vaglio del Quirinale, Berlusconi si autocondona 750 milioni di euro. Può il Parlamento della Repubblica accettare una cosa del genere? Serve indignazione nazionale per bloccare questa nuova porcheria berlusconiana! Ecco la norma ad aziendam che consente a Berlusconi di non pagare i 750 milioni di euro alla Cir di De Benedetti, per come risulta inserita nella Manovra finanziaria al vaglio del Capo dello Stato. “23. Al codice di procedura civile sono apportate le seguenti modificazioni:
a) all’articolo 283, dopo il primo comma è inserito il seguente: “La sospensione prevista dal comma che precede è in ogni caso concessa per condanne di ammontare superiore a dieci milioni di euro se la parte istante presta idonea cauzione”;
b) all’articolo 373, al primo comma, dopo il secondo periodo è inserito il seguente: “La sospensione prevista dal presente comma è in ogni caso concessa per condanne di ammontare superiore a venti milioni di euro se la parte istante presta idonea cauzione.”
Ci troviamo davvero davanti ad un nuovo scandalo, ad una norma costruita ad arte per evitare a Berlusconi di pagare i 750 milioni di euro alla Cir, per come previsto dal giudice. Una vergogna nazionale davanti alla quale il parlamento e il Paese si devono indignare con tutta la forza possibile.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cir: Savino Pezzotta rieletto presidente

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2011

Il Comitato direttivo del Consiglio Italiano per i Rifugiati, riunitosi ieri, ha confermato Savino Pezzotta Presidente e Mario Lana Vicepresidente dell’organizzazione. Il Comitato direttivo ha anche approvato un documento strategico che identifica come priorità dell’azione del CIR l’accesso alla protezione e al territorio in modo sicuro; l’integrazione di chi ottiene il riconoscimento della protezione internazionale; attività di protezione e assistenza in paesi dell’area mediterranea – prima di tutto nel Nord Africa; infine uno sforzo comune per migliorare il contesto culturale nel quale si svolge la vita di chi si trova in esilio. Su ognuno di questi quattro temi saranno istituite delle Commissioni del CIR per permettere le sinergie di tutti gli Enti aderenti, maggiori espressioni della società civile italiana, e per sviluppare azioni congiunte di forte impatto.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immigrati: no respingimenti indiscriminati

Posted by fidest press agency su martedì, 12 aprile 2011

Il Consiglio Italiano per i Rifugiati – CIR è molto preoccupato per la ripresa di una politica dei respingimenti che sembrava definitivamente superata. “La legge in vigore deve essere rispettata” dichiara Christopher Hein, direttore del CIR “il Regolamento al Testo Unico Immigrazione stabilisce che l’atto di respingimento deve essere comunicato allo straniero mediante consegna a mani proprie o attraverso la notificazione del provvedimento scritto e motivato e, peraltro, deve indicare la possibilità di ricorso. Anche se la maggior parte dei tunisini possono essere migranti economici non si può certamente escludere che tra di loro ci siano anche dei rifugiati. Quindi bisogna in ogni modo individuare le persone e dare loro l’effettiva possibilità di chiedere asilo.” Il CIR ha apprezzato l’applicazione della protezione temporanea per motivi umanitari in favore dei cittadini nordafricani arrivati in Italia, un atto peraltro richiesto dal CIR già da due mesi. Non è però accettabile che sia stabilita una rigida limitazione di tempo facendo una distinzione del tutto artificiale tra chi è arrivato prima o dopo dell’entrata in vigore del decreto del governo. “La protezione temporanea non è e non deve essere una sanatoria” aggiunge Hein “O esiste una rilevante esigenza umanitaria, e solo così secondo il Testo Unico Immigrazione si può applicare questa protezione, o non esiste. Ma certamente le esigenze umanitarie non possono cessare da un minuto all’altro, come il decreto vuole far credere”. Il CIR quindi chiede che vengano subito sospesi i respingimenti di massa che in ogni modo siano  rispettate scrupolosamente le norme vigenti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I° maggio a Rosarno

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2010

Savino Pezzotta: “Come Presidente del CIR apprezzo veramente molto che quest’anno la manifestazione della CGIL, CISL e UIL si terrà a Rosarno. E’ una iniziativa dal forte valore simbolico che mette al centro gli stranieri e i rifugiati, i lavoratori più deboli. E non sempre in Europa il movimento sindacale attribuisce a questo tema la giusta importanza” dichiara Savino Pezzotta presidente del Consiglio Italiano per i Rifugiati. Il CIR ricorda che nella violenza di stampo razzista scoppiata 4 mesi fa nella Piana di Gioia Tauro circa il 70% di cittadini africani erano richiedenti asilo e rifugiati provenienti dalla Somalia, Eritrea e dall’Africa Occidentale. Non erano affatto “clandestini”, avevano regolari permessi di soggiorno, ma erano privi di accoglienza e di prospettive di lavoro regolare. A causa della crisi e della disoccupazione molti di loro erano stati licenziati da imprese del Nord Italia dove precedentemente avevano lavorato, anche regolarmente. Sono stati costretti ad accettare condizioni di lavoro e di alloggio al di sotto di ogni dignità umana, in situazioni descritte come di vero e proprio schiavismo. L’iniziativa sindacale non solo darà un forte impulso a combattere finalmente lo sfruttamento estremo della manodopera straniera, ma dovrà anche spianare la strada verso misure di integrazione. Il CIR considera un gesto importante che ad alcune vittime della violenza a Rosarno sia stata concessa la “protezione sociale” prevista dalla normativa sull’immigrazione in favore delle vittime non solo della tratta, ma anche dello schiavismo. Il 1° maggio è l’occasione giusta per ricordare che i diritti dei lavoratori sono uguali per tutti, indipendentemente dalla nazionalità e dalla appartenenza etnica.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »