Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘citazioni’

Rampelli ha ragione: vi sono sin troppe citazioni in lingua inglese

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2021

“Non so per chi lavori il deputato Marattin. Essendo di ‘Italia Viva’ dovrebbe battersi affinché anche la lingua italiana resti ‘viva’, il nostro stipendio è pagato dagli italiani, anche da coloro con la terza media che hanno il diritto di essere informati e di partecipare le decisioni prese dalle istituzioni pubbliche. Altrimenti può sempre proporre a Renzi di cambiare denominazione al suo partito chiamandolo ‘Italia Morta’ o ‘Great Britain live’.Oltretutto l’accessibilità anche agli ignoranti o ai meno fortunati o ai meno ricchi è un caposaldo della democrazia. Siamo tra gli Stati fondatori dell’Ue. Versiamo alle istituzioni europee fior di miliardi. Bruxelles assuma traduttori affinché i documenti, tutti, redatti nelle sedi europee siano scritti in italiano e in tutte le altre 26 lingue dell’Unione. Non esiste che organi costituzionali debbano preoccuparsi di tradurre nelle varie lingue ciò che di diritto deve arrivare nella propria. Rammento ai parlamentari, soprattutto del Pd ed ex Pd che fior di linguisti di sinistra hanno sempre confermato che l’accessibilità alla lingua costituisce il fondamento della democrazia. Lingua è potere. Se si vuole ampliare il diametro della consapevolezza degli atti delle istituzioni l’unico strumento è l’utilizzo del nostro idioma. La conoscenza della lingua inglese è auspicabile, non è un dovere di cittadinanza attiva, ma una scelta opzionale di ciascun individuo e non si possono ammettere discriminazioni in tal senso. Il sovranismo agitato dal presidente Marattin c’entra poco e comunque sarebbe ora che scattasse anche un po’ di amor proprio…”.
E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi, replicando al deputato di ‘Italia Viva’ Luigi Marattin. (n.r. Anche noi, nel nostro piccolo, siamo testimoni di quest’andazzo. Una signora mi ha scritto lamentandosi che si parli di lock-down come se non esitesse l’equivalente in italiano. Forse è anche colpa di noi giornalisti che riportiamo queste parole ma certi politici non sono da meno.)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le citazioni dei governatori regionali sui media

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 gennaio 2019

Nello Musumeci, presidente della Regione Siciliana, nell’ultimo mese (19 dicembre – 18 gennaio), è stato il governatore più citato sui media italiani (3554 menzioni) superando l’omologo del Lazio Nicola Zingaretti (3206) e il presidente della regione Veneto Luca Zaia (2147). A mettere in evidenza questi dati è il monitoraggio svolto su oltre 1.500 fonti d’informazione fra carta stampata (quotidiani nazionali, locali e periodici), siti di quotidiani, principali radio, tv e blog da Mediamonitor.it, che utilizza tecnologia e soluzioni sviluppate da Cedat 85, azienda attiva da 30 anni nella fornitura dei contenuti provenienti dal parlato.Al quarto posto della graduatoria elaborata da Mediamonitor.it c’è il presidente del Piemonte Sergio Chiamparino (2000 menzioni), che di recente è intervenuto spesso sui temi del TAV e del cosiddetto “Decreto Sicurezza”, dichiarando l’intenzione di impugnare innanzi alla Corte Costituzionale il provvedimento fortemente voluto da Salvini.Grazie anche ai suoi interventi sullo stop alle “trivelle nello Jonio”, Michele Emiliano, governatore della Puglia, si posiziona al quinto posto della classifica di Mediamonitor.it, superando con 1980 citazioni, il presidente della Toscana Enrico Rossi (1969) e i colleghi Attilio Fontana ( 1820), a capo della giunta regionale lombarda, e il ligure Giovanni Toti (1719 citazioni), che è intervenuto spesso per ribadire il suo ‘no’ alla nazionalizzazione di Banca Carige e a favore della realizzazione del progetto TAV. Al nono e decimo posto della classifica dei governatori più citati sui mezzi di informazione italiani si posizionano Stefano Bonaccini (1384), alla guida della Regione Emilia-Romagna, e il presidente della giunta calabrese Gerardo Mario Oliverio (1089 menzioni).Appena fuori dalla top ten stilata dalla società del gruppo Cedat 85 si posizionano il vulcanico Vincenzo De Luca (941), alla guida della Campania, il sardo Francesco Pagliaru (723) e l’umbra Catiuscia Marini (619). In coda alla classifica il molisano Donato Toma (137), il valdostano Antonio Fosson (178) e Marcello Pittella, presidente della Regione Basilicata (189).
Esaminando i dati di Mediamonitor.it sulle citazioni ottenute dai governatori delle regioni italiane unicamente sulle principali radio e tv nazionali e locali, emerge che il protagonista assoluto dell’ultimo mese è stato il pugliese Michele Emiliano (398 menzioni), che precede il candidato alla guida del PD Nicola Zingaretti (298) e il piemontese Chiamparino (292).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Periferie romane

Posted by fidest press agency su martedì, 7 ottobre 2014

periferie romaneRoma si svolgerà il 25 e 26 ottobre 2014 presso la sala consiliare del V Municipio in via G. Perlasca, 39, Roma una manifestazione culturale promossa dall’associazione Movimento Democratico, nata da un’intuizione della consigliera municipale Mariangela Saliola e realizzata grazie al supporto del Presidente del V Municipio Gianmarco Palmieri e del suo Assessore alla Cultura Nunzia Castello e con la partecipazione della poetessa Anita Nuzzi. Nell’immaginario collettivo, le periferie romane sono un luogo di marginalità, deserti culturali, da cui l’intellettuale di buone maniere e comuni letture si tiene ben lontano; se proprio è costretto ad averne a che fare, si tappa il naso, alza le spalle e si riempie la bocca di citazione pasoliniane.
Nella realtà concreta, invece, negli ultimi dieci anni, le periferie romane sono state laboratori di sperimentazione, in cui si sono confrontate culture e in cui sono nate avanguardie e nuovi linguaggi; un periodo caotico, vorticoso, a volte confusionario, da cui è necessario trarre conclusioni.
Questo è lo scopo ambizioso che si pone AMaRTE, e non solo per fare il punto sul passato, ma cercherà di ridefinire il futuro, dando voce alle istanze che nascono dalla strade e dai presunti non luoghi, e presentando proposte per rendere le periferie incubatori di creatività diffusa.
AMarRtE, per raggiungere tali ambizioso obiettivo, si articolerà nel seguente programma
Sabato 25 ottobre
Ore 10.00 Apertura dell’Evento, con saluti da parte delle istituzioni
Ore 10.30 Laboratorio “Esprimiamoci a colori”, dove l’artista Manuela Da Ponte incontrerà i bambini delle scuole, creando assieme a loro opere d’arte
Ore 13.00 Esposizione delle opere create durante il Laboratorio
Ore 14.00 Inaugurazione, presso la sala consiliare, della mostra di pittura, curata da Rodolfo Cubeta, a cui parteciperanno Andrea Cardia (pittura, performance pittoriche), Selvaggia Luna (pittura, digital work), Roslen Lenci (pittura), Cristiana Zamboni (pittura), Katia di Stefano in arte Madame Decadent  fa Action painting fra gli artisti (pittura, performance pittoriche), Daniele Brunetti (pittura), Rita Iszlai (fotografia), Rodolfo Cubeta (pittura, performance teatro, curatore)
Ore 16.00 Performance “Danza Pittura” di Katia Di Stefano in arte Madame Decadent, in cui si fonderanno in un’armonia superiore diversi linguaggi artistici, esorcizzando le paure che impediscono di godere con pienezza della propria esistenza
Ore 17.00 Proiezione del cortometraggio “Prigioni Invisibili” in cui si rifletterà sul rapporto tra Uomo e Spazio Urbano
Ore 18.00 Convegno “Arte in Periferia” moderato dal giornalista e scrittore Mauro Valentini, a cui parteciperanno rappresentanti istituzionali del Comune e del Municipio, professori universitari, scrittori, editori, curatori e artisti. Tra i nomi coinvolti, il giornalista Pino Nazio, il musicista Pino Capuano, il professor Fabrizio Natalini, docente in Cinema e Televisione presso l’Università Tor Vergata, l’artista e curatore David Vecchiato, ideatore del progetto Muro, il museo diffuso di street art nel Quadraro, gli editori Emmanuela Jonathan Pillia e Marco Limiti, gli scrittori Pier Luigi Manieri, Simone Ghelli, Laura Ranieri e Alessio Brugnoli, gli artisti Rodolfo Cubeta, Marco Fioramanti, l’etnomusicologo Filippo D’Ascola e molti, molti altri..
Ore 20.00 Chiusura del Convegno e Aperitivo
Domenica 26 Ottobre
Ore 10.00 Laboratorio “Musicando la Poesia” dove i poeti del gruppo Mangiaparole, assieme ai jazzisti Marco Abbondanzieri e Dario Fiori collaboreranno alla realizzazione di una performance condivisa tra versi e note, in cui si musicheranno testi inediti
Ore 14.00 Tavole rotonde, dedicate alla presentazione degli “esploratori culturali” delle periferie romane, dalle case editrici Kipple alla Deleyava, dall’esperienza delle Danze di Piazza Vittorio a quella del portale d’Arte Contemporanea Quaz Art, dalle Biblioteche di Frontiera all’Associazione Romana Studi Tolkeniani.
Ore 18.00 Rappresentazione Teatrale “E’ solo un gioco” scritta e prodotta dall’associazione culturale Clamaculz
Ore 19.00 Chiusura della manifestazione e ringraziamenti

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’importanza delle citazioni

Posted by fidest press agency su martedì, 17 novembre 2009

Lettera al direttore. Nell’editoriale dei lettori, su la Stampa del 16 novembre, l’autore, Alessandro Bovicelli, ricercatore in ginecologia, riguardo alla  pillola abortiva RU486, fa questa importante, direi grave affermazione (importante e grave soprattutto per le donne): “L’aborto farmacologico è probabilmente più difficile di quello chirurgico poiché la donna impiega tre giorni con dolori e emorragie. Infine secondo uno studio americano la mortalità è superiore e può addirittura provocare emorragie simili a quelle di un grave incidente”. Non sarebbe stato opportuno che il direttore del quotidiano, o il giornalista che cura la rubrica, prima di pubblicare, ed inviare quindi l’importante messaggio a tante  lettrici e lettori, esigesse dall’autore la citazione dello “studio americano”? Altrimenti simile affermazione lascia il tempo che trova. E non tutti lo sanno. Superfluo aggiungere che l’assunto non è degno di considerazione, qualora la fonte citata non sia autorevole. (Renato Pierri)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Sanità Puglia

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2009

Dichiarazione di Bruno Mellano (presidente di Radicali Italiani) e di Giulio Manfredi (vice-presidente Comitato nazionale di Radicali Italiani): “Abbiamo letto veementi dichiarazioni del governatore della Puglia, Nichi Vendola, esaltanti la questione morale, con le immancabili citazioni di Enrico Berlinguer. Noi prendiamo molto seriamente il tentativo di Vendola di fare pulizia nella sanità pugliese. Per questo gli chiediamo di essere conseguente e di approfondire i problemi. La nuova Giunta, che si appresta a formare, selezionerà i direttori generali delle aziende sanitarie e degli ospedali pugliesi – partendo magari da quello dell’ASL di Bari – con il vecchio manuale Cencelli della partitocrazia? Noi radicali abbiamo presentato – prima in Piemonte nel 2001 e poi in Parlamento (PDL “Mellano e altri” del 4 febbraio 2008, ripresentato dall’on. Farina Coscioni e altri, PDL 278 C.) – una proposta di legge che scardina completamente il meccanismo delle “nomine di partito”: la selezione dei manager delle aziende sanitarie viene affidata totalmente a una commissione costituita da cinque membri scelti fra i rappresentanti delle maggiori società di interesse nazionale nel campo del consultino manageriale, prese in considerazione in base alla media ponderata dei seguenti fattori: fatturato, numero delle sedi sul territorio, numero personale inquadrato e a progetto. La commissione suddetta stila una graduatoria in base alla quale sono assegnati i vari posti in palio, tenendo conto anche delle indicazioni dei candidati e delle valutazioni della commissione. Chiediamo al governatore Vendola di esprimersi sulla nostra proposta, concreta e fattibile. La Puglia e l’Italia intera hanno urgente bisogno di essere liberate dall’esercito di occupazione insediato negli ospedali come nelle aziende del latte; ma per farlo non bastano slogan e appelli al popolo, servono atti di governo concreti e puntuali riforme dei meccanismi, sfruttando nel migliore dei modi i nove mesi che restano prima della fine del suo mandato”.

Posted in Confronti/Your and my opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »