Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘cittadinanzattiva’

“My pain feels like…”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 ottobre 2014

BruxellesIl Progetto “My pain feels like…” è stato presentato oggi in una conferenza presso lo European Economic and Social Committee, con il patrocinio della Presidenza Italiana a Bruxelles. Active Citizenship Network, la rete internazionale di Cittadinanzattiva, ha organizzato la conferenza per presentare le buone pratiche europee nella gestione del dolore cronico, e “My pain feels like…” è stata selezionata come uno degli esempi virtuosi, in questo campo, a livello continentale. Il progetto “My pain feels like…” è stato presentato da uno dei suoi sviluppatori, il dottor Roberto Casale, del Dipartimento di Neurofisiologia Clinica e responsabile dell’Unità di riabilitazione del dolore dell’Ircss di Montescano (Pavia). L’iniziativa “My pain feels like…” è stata sviluppata in collaborazione con Grünenthal – azienda farmaceutica costantemente impegnata nella ricerca di soluzioni innovative per il trattamento dei pazienti con dolore, ma anche nello sviluppo di progetti destinati a favorire la corretta comunicazione fra medico e paziente. Elemento chiave del Progetto presentato a Bruxelles è il questionario “My pain feels like…”, che aiuta i pazienti a descrivere in modo dettagliato il proprio dolore. La miglior comprensione dei sintomi da parte dei medici, infatti, può favorire una diagnosi ottimale e il trattamento più efficace.
«Il questionario “My pain feels like…” ha aiutato i miei pazienti a descrivere meglio I tratti salienti del proprio dolore. – ha dichiarato il dottor Roberto Casale –. Personalmente, trovo che sia molto utile per favorire la corretta diagnosi e scegliere il trattamento più appropriato, ha concluso Casale.
Sul sito http://www.mypainfeelslike.com, i pazienti possono trovare maggiori informazioni sul dolore del quale stanno soffrendo, leggere le esperienze di altri pazienti e scaricare il questionario che li aiuterà a comunicare con i propri medici curanti.
Oltre 26 milioni di persone in tutto il mondo soffrono di dolore neuropatico1. Circa il 60% di tutti questi casi può essere definito “dolore neuropatico localizzato” (LNP), in quanto riguarda un’area del corpo circoscritta2. Solo il 40-60% dei pazienti che soffrono di dolore neuropatico localizzato ottengono un sollievo adeguato3. Spesso questi pazienti sono sottoposti a terapie che procedono per tentativi (c.d. “trial and error treatments”) o sono costretti a sopportare cure insufficienti, adeguate gradualmente ma in un lasso di tempo che può raggiungere mesi e persino anni3. Sono pazienti la cui sofferenza non è quindi soltanto fisica, ma anche emotiva, psicologica e sociale. Una corretta e tempestiva diagnosi è fondamentale per individuare il trattamento appropriato. Nell’80% dei casi i medici sovrastimano o sottostimano il livello di inabilità dei propri pazienti correlata al dolore4. Per questo è importante che i pazienti siano messi nelle condizioni di descrivere in modo dettagliato, ai medici, i propri sintomi dolorosi. Se medici e pazienti si formano un’idea comune e un’idea realistica dell’impatto e del tipo di dolore accusato dal paziente, il trattamento può iniziare prima, consentendo terapie caratterizzate da più elevati tassi di successo.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rischi mutui a tassi variabili

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2011

Cittadinanzattiva apprezza l’apertura dimostrata in data odierna dall’ABI in tema di rischi legati a mutui a tassi variabili e contenimento dei costi sul prelievo allo sportello del denaro, e conferma la propria disponibilità ad un confronto costruttivo con l’Associazione bancaria. “Nelle dichiarazioni del Presidente Mussari” dichiara Antonio Gaudioso, vicesegretario generale di Cittadinanzattiva, “cogliamo quel necessario senso di responsabilità proprio di chi non può far pesare le esigenze di salvaguardia dei ricavi delle banche sulle spalle dei cittadini. La vera sfida è ora tradurre in fatti concreti da parte dei singoli istituti di credito la raccomandazione del comitato esecutivo dell’ABI, specie per quanto riguarda la volontà di mantenere a disposizione della clientela almeno una tipologia di conto corrente senza commissioni di prelievo allo sportello”. “Il coinvolgimento delle Associazioni dei Consumatori ad un tavolo di lavoro con l’ABI” conclude Gaudioso, “non può prescindere da una comune volontà di contenere al massimo i costi sopportati dai risparmiatori, ponendo come possibile obiettivo condiviso  la lotta al contante ed un uso responsabile della moneta elettronica”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cittadinanzattiva su tagli alla giustizia

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

“La decisione del Governo di destinare meno fondi al sistema giustizia tra le altre cose non farà che allungare la già eccessiva durata dei procedimenti, rendendo di fatto ancora più salato il conto che il nostro Paese paga in termini di sanzioni comminate dalla Corte Europea dei diritti dell’uomo, e di rimborsi ex Legge Pinto”. Il risultato è che viene sempre più messo a rischio un servizio universale di fondamentale importanza per la cittadinanza”. Nelle parole di Mimma Modica Alberti la posizione di Giustizia per i diritti-Cittadinanzattiva in merito ai tagli previsti dalla finanziaria 2011 sul versante del servizio giustizia. “In questa vicenda” continua Mimma Modica Alberti “sorprende l’immobilismo del Ministero della Giustizia. Piuttosto che avallare silenziosamente simili circoli viziosi, sarebbe il caso che avvii una radicale opera di razionalizzazione ed eliminazione degli sprechi. Dal nostro punto di vista, appare urgente una revisione delle circoscrizioni giudiziarie e una verifica sulla utilità per i cittadini degli uffici giudiziari italiani a partire da quelli i cui organici risultano al di sotto delle 10 unità. Allo stesso tempo andrebbero chiusi o accorpati almeno 100 Uffici dei Giudici di Pace, provvedendo a verificarne sia l’effettiva utilità che il numero dei casi trattati e il bacino di utenza di riferimento. Caro Ministro Alfano, è chiedere troppo?”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Usura e illegalità diffusa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 settembre 2010

Usura come ennesima faccia di una illegalità diffusa, fenomeno sul quale è necessario squarciare quel velo di omertà che da tempo lo avvolge. Con questa motivazione, Cittadinanzattiva partecipa all’odierno “No usura Day”, promosso da Confesercenti e Sos Impresa.
“Ogni cittadino, sia esso commerciante, imprenditore o capofamiglia che cade nel vortice dell’usura rappresenta una sconfitta per lo Stato e l’intera società civile” commenta Antonio Gaudioso, vice segretario generale di Cittadinanzattiva “per gli inevitabili risvolti socio-economici oltre che di legalità”. “La giornata odierna chiama in causa il rapporto tra i cittadini e l’accesso al credito da un lato, e l’efficienza del servizio giustizia dall’altro. Al riguardo” continua Gaudioso “una giustizia efficiente rappresenterebbe il miglior deterrente per la lotta al racket e all’usura. Per questo, resta prioritario rafforzare la capacità investigativa del sistema giustizia per evitare che simili reati possano cadere in prescrizione”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cittadinanzattiva e il 5 per mille

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2009

Un deciso passo indietro in tema di conquiste sociali oltre che un freno allo sviluppo di attività svolte nell’interesse generale del nostro Paese. Questi i rischi ai quali si andrebbe incontro nell’ipotesi che il 5 per mille non venisse riconfermato in sede di Legge Finanziaria.  Con una lettera inviata ai Presidenti di Camera e Senato, Cittadinanzattiva manifesta tutta la sua perplessità in merito ai tentativi in atto al Senato di avallare una decisione che non farebbe altro che danneggiare proprio quegli attori della società civile che godono della più alta fiducia e considerazioni da parte dei cittadini.“Di sicuro” commenta il vice segretario generale di Cittadinanzattiva Antonio Gaudioso, “la soppressione del 5 per mille dalla proposta di legge Finanziaria attualmente in discussione al Senato rappresenta un segnale preoccupante che conferma la distanza tra la politica ufficiale e i cittadini, oltre che un indicatore della scarsa considerazione che la società civile gode in seno alle Istituzioni. Si conferma il paradosso tutto italiano per cui le organizzazioni della società civile godono della massima fiducia da parte dei cittadini ma contano poco nelle grandi scelte politiche”.Ad oggi, il 5 per mille consente ai cittadini di indirizzare le proprie risorse a scopi di grande valore etico e sociale e, di fatto, rappresenta una modalità concreta grazie alla quale si può contribuire a realizzare quel principio di sussidiarietà orizzontale che è scritto anche nell’art.118, u.c., della Costituzione italiana che recita: “Stato, regioni, province, città metropolitane, comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio della sussidiarietà”. La scelta di sopprimere questa misura ci pare particolarmente contraddittoria con le linee di sviluppo della politica dei governi succedutisi in questi anni che, almeno a parole, hanno in qualche modo investito sulla sussidiarietà.Per queste ragioni, Cittadinanzattiva chiede che la misura del 5 per mille venga riconfermata e che ne venga assicurata la copertura finanziaria per i prossimi anni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

IX Rapporto Cittadinanzattiva sui servizi di pubblica utilità

Posted by fidest press agency su domenica, 17 maggio 2009

Roma, 21 maggio, presso il Centro Congressi Roma Eventi (via Alibert n.5 dalle ore 9:30 alle 13.00), l presentazione del IX Rapporto Pit Servizi-Cittadinanzattiva in tema di servizi di pubblica utilità dal titolo: “I consumatori pagano il conto. Tutela dei diritti e potere d’acquisto in tempi di crisi”. I principali problemi e le possibili soluzioni per risolverli saranno analizzati attraverso il punto di vista dei cittadini che quotidianamente si misurano con i servizi pubblici offerti in Italia.  Il Rapporto è frutto della analisi delle segnalazioni che i cittadini hanno rivolto nell’ultimo anno al Pit Servizi, il servizio di Cittadinanzattiva che fornisce gratuitamente ai cittadini informazione, consulenza ed intervento per la tutela dei loro diritti in materia di servizi di pubblica utilità: dai trasporti alle telecomunicazioni, dai servizi bancari a quelli postali e assicurativi, dalle utenze domestiche (acqua, luce e gas) alla Pubblica Amministrazione e ai servizi pubblici locali. Programma: Saluti: Renato Brunetta, Ministro per l’Amministrazione Pubblica e l’Innovazione  Introduzione: Teresa Petrangolini, Segretario generale, Cittadinanzattiva Relazioni: Isabella Mori, Direttore di Pit Servizi-Cittadinanzattiva e Tonino D’Angelo, Coordinatore Rete dei Procuratori dei cittadini, Cittadinanzattiva Interventi programmati: Guido Stazi, Capo Gabinetto AGCOM  Alberto Grossi, Responsabile Direzione Consumatori e qualità AEEG  Linda Lanzillotta, Responsabile Dipartimento PA del Partito Democratico Ore 11.00 Tavola rotonda: costi e trasparenza dei servizi bancari e finanziari. Il punto di vista dei cittadini durante la crisi Modera: Riccardo Quintili, Direttore responsabile del Salvagente Parteciperanno i seguenti esponenti del mondo politico-istituzionale, del settore bancario e assicurativo e delle organizzazioni dei cittadini: Valeria Amendola Comitato per le valutazioni economiche AGCM  Giulia Clarizio, Consiglio Nazionale Notariato  Filippo Cavazzuti, Presidente consorzio Patti Chiari  Gregorio Gitti, Università di Milano, Fondazione etica  Mauro Lorenzoni, Relazioni Esterne Consob  Umberto Filotto, Segretario Generale  Assofin  Massimo Costantino Macchitella, Responsabile Gestione Commerciale di UniCredit Banca di Roma Antonio Gaudioso, vice segretario Cittadinanzattiva.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »