Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 55

Posts Tagged ‘clandestina’

Legge contro immigrazione clandestina

Posted by fidest press agency su martedì, 5 giugno 2018

“Indegne le parole di Soros contro l’Italia. Siamo stanchi di questi sciacalli della speculazione che, non appagati dal controllo che hanno sulla nostra finanzia, ora vogliono controllare anche la nostra democrazia. Fratelli d’Italia sta lavorando ad una proposta di legge per fermare l’ingerenza di Soros e dei suoi compari nella nostra Nazione, sul modello di quanto già fatto coraggiosamente in Ungheria da Orban. Vogliamo perseguire come illecito penale ogni forma di favoreggiamento all’immigrazione clandestina, compresa quella fatta fin ora alla luce del sole dalle Ong. Inoltre intendiamo regolare per legge i flussi migratori regolari, bloccando l’ingresso alle nazionalità che, in base ai dati statistici del Viminale, hanno dimostrato di creare problemi di integrazione e di sicurezza. Stop alle Ong che favoriscono l’immigrazione clandestina e porte chiuse in Italia a chi non rispetta le nostre leggi, la nostra cultura e la nostra identità. È questo ciò che intendiamo fare con la nostra proposta di legge anti Soros”.E’ quanto dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ong e immigrazione clandestina

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 agosto 2017

meloni«Con Fratelli d’Italia siamo stai i primi a porre il tema delle Ong e di un qualcosa che, fingendo di essere un lavoro umanitario, rischia di diventare fiancheggiamento dell’immigrazione clandestina e dunque un reato. Da tempo chiediamo al Governo di sequestrare le navi delle Ong che entrano in porto cariche di migranti e dopo essere stati tacciati di xenofobia ora l’Esecutivo è dovuto arrivare alle nostre stesse conclusioni e a quelle di molti procuratori della Repubblica che stanno indagando.
Fare luce su questo problema è giusto: non devono esserci zone franche e nessuno è esente dal rispetto delle regole nazionali. E c’è qualcosa che non va se verso il 5 per mille ad una Ong per aiutare e curare un bambino africano malnutrito nel suo villaggio e poi quella stessa Ong spende centinaia di migliaia di euro per le navi che portano in italia i clandestini Lo ha detto nel corso di Coffee break su la 7 il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. «FdI tra i primi a chiedere il blocco navale? Un governo di patrioti, ovvero come io immagino un’alleanza di centrodestra, prevederebbe nel suo programma un blocco navale al largo delle coste libiche, la richiesta da parte del governo italiano di una missione europea per un blocco navale, il confronto con i governi libici, l’apertura degli hotspot in Africa e da lì distribuzione equa solo dei rifugiati nei 27 Paesi della Ue. Questa è da sempre l’unica cosa seria da fare in tema di immigrazione: è quello che voglio fare io, che FdI farebbe al governo e quello su cui sfidiamo tutti gli altri interlocutori», ha continuano Meloni.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia cronaca nera: sei morti in due giorni

Posted by fidest press agency su domenica, 28 febbraio 2010

“Da una parte abbiamo una recrudescenza criminale senza precedenti, tra l’altro aggravata pesantemente dalla problematica dell’immigrazione clandestina completamente fuori controllo, che, solo per fare un esempio, in tre giorni ha fatto registrare ben sei omicidi in Lombardia (due morti ammazzati al giorno tra Milano, Varese, Brescia, Como e Monza).  Dall’altra parte abbiamo una dichiarazione assolutamente rivelatrice del nostro stimabile Ministro della Difesa, Ignazio La Russa, che ci ha illuminati spiegando come ‘a Milano le forze dell’ordine sono state integrate con dei militari che fanno pattugliamento anche a piedi nelle zone a rischio: dal punto di vista dei cittadini la copertura è effettiva. Il numero degli addetti alla sicurezza è esattamente quello che era stato richiesto: non importa se sono carabinieri, agenti della polizia o militari’. Mi pare che, dopo questo accostamento, ci sia ben poco da aggiungere”. E’ l’indignata analisi di Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato indipendente di Polizia, a proposito di una situazione che “vede il comparto sicurezza – aggiunge – sempre più abbandonato sul piano degli interventi seri ed efficienti, e sempre più in balìa di trovate clownesche che insultano l’intelligenza degli operatori delle Forze dell’Ordine, e la buona fede ed il sacrosanto diritto dei cittadini ad essere tutelati”. “Come può il Ministro ignorare gli appelli che provengono dagli amministratori radicati sui territori, cosa farà? Dirà anche a loro che sono pazzi visionari, o che inventano esigenze che non sono reali, come fa puntualmente con i Sindacati? A ben vedere, è proprio questo che ha fatto. Ha tranquillizzato tutti spiegando che il problema è risolto con i militari che pattugliano a piedi le zone a rischio. Peccato che non abbia spiegato che i militari, preziosi e valorosi nello svolgimento dei compiti che gli sono propri e per i quali sono addestrati e preparati, hanno invece veramente ben poco da fare per le strade del Milanese e dell’Italia in generale. Non ha spiegato che essi non hanno la possibilità di esercitare neppure le più banali attività che sono proprie degli Operatori delle Forze dell’Ordine che, invece di fare (ci si passi il termine colorito) da ‘balia’ ai militari, dovrebbero essere messi in condizione di operare, con una risposta adeguata alle gravissime carenze di uomini e mezzi che li affliggono. Mi domando, chi ci governa quanto pensa che potranno ancora sopportare i cittadini?

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »