Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘classico’

Classico Vizzini: nuovo indirizzo scientifico

Posted by fidest press agency su sabato, 11 febbraio 2012

Vizzini.(catania) Si è chiusa con un “lieto fine” la vicenda della possibile chiusura del liceo classico B. Secusio di Vizzini. L’istituto, a rischio chiusura per il numero troppo esiguo di iscrizioni annuali, è stato “salvato” dall’approvazione del nuovo indirizzo scientifico che si aggiungerà a quello classico già esistente, deliberato ieri pomeriggio dalla giunta Provinciale. Un’importante conquista per le famiglie vizzinesi, della quale è orgoglioso anche il responsabile del Circolo Avanguardia-Giovane Italia di Vizzini Gaetano Agosta: «Si tratta di un’importante riconoscimento, ottenuto anche grazie all’interessamento del Presidente Giuseppe Castiglione e degli Assessori Francesco Nicodemo e Salvo Licciardello, titolare della delega alle Politiche Scolastiche. Grazie a questa misura la città di Vizzini potrà mantenere una fondamentale risorsa culturale, sociale ed anche economica, permettendo ai giovani vizzinesi di continuare ad andare a scuola nel proprio paese, ed evitando alle loro famiglie ingiusti aggravi di spese causati da eventuali spostamenti in altre sedi scolastiche. Con questo provvedimento è stato fatto un altro importante passo nella direzione del diritto allo studio dal quale, sono certo, si avranno altre rilevanti ricadute positive sul tessuto cittadino».

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parma: Il classico nel moderno

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2011

Parma 16 febbraio, a partire dalle ore 10, presso l’Aula B del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell’Ateneo, si terrà la giornata di studi “Il classico nel moderno”, organizzata dal Dottorato in Filologia Greca e Latina e Letterature Moderne dell’Università di Parma in collaborazione con la Delegazione di Parma dell’AICC- Associazione Italiana di Cultura Classica. Dopo i saluti di apertura di Roberto Greci, Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia, l’incontro sarà articolato in due momenti, presieduti rispettivamente da Gabriele Burzacchini, docente presso il Dipartimento di Filologia Classica e Medievale, e da Giovanna Silvani, già docente dell’Ateneo.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Abitare il Tempo

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 settembre 2010

Verona, 16-20 settembre 2010 che quest’anno compie 25 anni. L’appuntamento dedicato al design e all’arredo di qualità propone il meglio del Made in Italy con le tendenze più innovative del mercato dell’arredamento sia classico che contemporaneo. Il contesto dinamico ed internazionale è valorizzato da una serie di eventi e mostre, curate da affermati architetti e designer, tra cui: Claudio La Viola, Alessandro Mendini, Aldo Cibic, Roberto Semprini, Luca Scacchetti, Walter Vallini, Simone Micheli, Nathalie Du Pasquier, Anna Gili e Maria Christina Hamel. “Il premio Abitare il Tempo 2010” quest’anno sarà assegnato ad Alberto Alessi. Allego qualche immagine in bassa definizione; informazioni dettagliate, loghi e una varietà di immagini in alta definizione sono scaricabili dal sito http://www.abitareiltempo.it (alla voce Press) da cui è possibile anche accedere ai servizi e reportage di Abitare il Tempo TV.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XXIX edizione del Corsanico Festival

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 luglio 2010

Corsanico 7 luglio alle ore 21,15 nella suggestiva Pieve di San Michele Arcangelo direttamente dall’Australia il concerto di inaugurazione della XXIX edizione del  Corsanico Festival 2010. rassegna internazionale di musica classica, che quest’anno vanta il patrocinio del Senato della Repubblica. Questa volta ospita, nella sezione riservata ai cori e alle orchestre giovanili,  il St Margaret’s Anglican Girls School Choir “Encorah”. Vincitore nel 2006 del Premio Kathaumixw Choral Festival in Canada e tra i finalisti per il titolo Choir of the World, il coro diretto dalla bravissima Catherine Baillie, intratterrà il pubblico con un repertorio classico e sacro eseguito   prevalentemente a cappella e arricchito da eleganti coreografie.  “Encorah”, che si propone di creare un suono corale australiano, unico nel suo genere, rispettoso della tradizione e, allo stesso tempo, contemporaneo, promette un’esibizione di grande qualità vocale in cui tecnica, creatività, espressività artistica raggiungono un equilibrio di altissimo livello.  L’importante rassegna, organizzata dall’associazione Amici della Musica d’Organo “Vincenzo Colonna” presieduta da Graziano Barsotti, propone una serie di prestigiosi concerti fino al 28 agosto.
L’ingresso è libero.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In libreria un classico della letteratura garibaldina

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 Maggio 2010

In occasione del 150mo anniversario della Spedizione dei Mille, Mursia riporta in libreria un classico della letteratura garibaldina, La camicia rossa di Alberto Mario (Mursia 2010, pagg. 222, euro 17,00). Pubblicato per la prima volta in Inghilterra nel 1865, ristampato decine di volte, La camicia Rossa è un documento  in presa diretta della spedizione dal quale affiorano illusioni e disillusioni di un garibaldino repubblicano e federalista quale era Mario. Al momento dei Mille,  Mario ha toccato i trentacinque e da un dozzina di anni è un esiliato dalla nativa Lendinara. Nel 1848, studente in Legge a Padova, si è compromesso con i manifestanti anti-Vienna. Ricercato dalle autorità austriache anche in quanto disertore dall’imperialregio esercito, durante il biennio rivoluzionario conosce Mazzini e Garibaldi e, a sconfitta avvenuta, ripara a Genova dove matura opinioni radicali. Nel ’59  è a Milano ma anche in Svizzera. E’ accanto a Mazzini, ma anche a Garibaldi. Nel frattempo stringe un rapporto piuttosto ravvicinato con Carlo Cattaneo, esule nel Canton Ticino. Diviso fra le varie sfumature del filone rivoluzionario, è tenuto lontano dalle piazze che scottano, cioè Genova, dagli sbirri piemontesi che ne temono l’influenza negativa sul Generale.  Mario che ha sposato l’inglese Jessie White, l’unica donna della spedizione,  riesce a unirsi alla spedizione siciliana guidata da Giacomo Medici e si riunisce a Garibaldi in una Palermo festante oltre ogni immaginazione. La camicia rossa testimonia perciò di un travaglio politico, accanto alla rivelazione di un universo sconosciuto e radicalmente altro rispetto a quello, del profondo Nord, a cui era abituato Mario. I Mille erano una compagine decisamente eterogenea per provenienza, ceto sociale e motivazione: numerosi erano gli esuli siciliani; moltissimi i ragazzi lombardi, toscani, veneti, partiti per «liberare il Sud».  Il libro narra le storie di molti di loro. Secondo un garibaldino c’erano, tra i mille, «il patriota sfuggito alle galere, il siciliano in cerca della patria, il poeta in cerca d’un romanzo, l’innamorato in cerca dell’oblìo, il miserabile in cerca d’un pane, l’infelice in cerca della morte». Per una gran parte della diplomazia europea i mille erano “una banda di filibustieri”. Anche Cavour, il grande tessitore del Regno del Nord  aveva definito “folle” l’avventura di Garibaldi che ancora oggi, passato il periodo del mito storico, è oggetto di polemiche da parte di intellettuali e politici nostalgici del Regno del Sud.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giorgio de Chirico: La suggestione del Classico

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 marzo 2010

Pavia fino al 2/6/2010 Viale XI Febbraio, 35 Scuderie del Castello Visconteo A cura di Victoria Noel-Johnson, Sabina D’Angelosante, Matilde Romito  La suggestione del Classico, promossa dal Comune di Pavia e dalla Provincia di Pavia, prodotta e organizzata da Alef – cultural project management, in linea con il progetto di valorizzazione delle Scuderie del Castello Visconteo, condotto attraverso una costante programmazione di elevato profilo culturale.  La mostra presenterà 40 opere di de Chirico – tra dipinti e sculture realizzati tra gli anni Trenta e gli anni Settanta del Novecento – selezionate da Victoria Noel-Johnson e Sabina D’Angelosante per la Fondazione Giorgio e Isa de Chirico di Roma, da cui provengono tutti i lavori. A questo nucleo si affiancherà una serie di reperti provenienti dai Musei Archeologici della Provincia di Salerno, selezionati da Matilde Romito, che evidenziano la suggestione esercitata dal classico nell’arte del maestro della Metafisica.  http://www.fondazionedechirico.org

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giorgio de Chirico: La suggestione del Classico

Posted by fidest press agency su sabato, 24 ottobre 2009

vasoCava de’ Tirreni (SA) fino al 14/2/2010 Piazza San Francesco, 1 Galleria Civica d’Arte a cura di Matilde Romito, Victoria Noel-Johnson e Sabina D’Angelosante.  Un progetto e una proposta espositiva inedita per valorizzare le ricche collezioni dei Musei Archeologici e illustrare uno dei motivi centrali della pittura dell’artista che testimonia la sua propensione all’antico, al mondo ellenico e ai valori plastici della scultura classica che ne fanno un artista colto e raffinato con una memoria del mondo antico sorprendente e fertile. Gli elementi di quel mondo arcaico occupano, infatti, già dalla prima decade del Novecento gli scenari delle sue opere in modo prepotente, grazie ad un linguaggio che articola sapientemente evocazione e invenzione e che conducono di li’ a poco a quel processo di pietrificazione dello spazio e del tempo caratteristici della pittura metafisica.  L’anima, le forme, i personaggi del mito ellenico, la quieta grandezza della statuaria classica, gli assolati silenzi del paesaggio meridionale sono poi sempre rimasti gli spunti basilari della sua ispirazione: de Chirico si riappropriava dell’arte greca antica nelle teste marmoree, nelle anfore, e nelle statue conservate dai piu’ importanti musei archeologici italiani.
Giorgio de Chirico nasce il 10 luglio del 1888 a Volos, capitale della Tessaglia (Grecia) da Evaristo, ingegnere, e da Gemma Cervetto, nobildonna di origini genovesi.  Nel marzo 1910 si trasferisce con il fratello a Firenze ove dipinge il suo primo quadro metafisico: Énigme d’un apre’s-midi d’automne. Li’ subisce l’influenza di Giotto e della pittura primitiva toscana, indirizzandosi verso una pittura ricca di impianti prospettici e di costruzioni a forma di arcate.
La Fondazione Giorgio e Isa de Chirico nasce nel 1986 per volontà di Isabella Far de Chirico, vedova del celebre pittore e di Claudio Bruni Sakraischik, curatore del Catalogo Generale, per tutelare la personalità intellettuale e artistica di Giorgio de Chirico. Nel 1987 Isabella Far de Chirico dona allo Stato italiano le 24 opere dell’artista che sono entrate a far parte delle collezioni della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma.  Nel novembre 1998, a vent’anni dalla scomparsa di Giorgio de Chirico, la Fondazione ha aperto al pubblico la sua abitazione romana in Piazza di Spagna, nel seicentesco Palazzetto dei Borgognoni, come Casa-Museo. Dal 2000, la Fondazione pubblica -Metafisica. Quaderni della Fondazione Giorgio e Isa de Chirico-, un periodico bilingue (italiano e inglese) che pubblica documenti, inediti e/o scritti poco conosciuti di Giorgio de Chirico, nonche’ materiale d’archivio. articoli e saggi critici. Per ulteriori informazioni, clicca su http://www.fondazionedechirico.org
Il primo Museo Provinciale e’ quello di Salerno, che nel 1964 approda nel prestigioso complesso conventuale di San Benedetto, restaurato alla fine degli anni Cinquanta da Ezio De Felice. Negli anni Cinquanta si acquisisce l’area archeologica di Fratte di Salerno; nascono il Museo Archeologico della Lucania Occidentale nella Certosa di Padula (1957) e il Museo Archeologico dell’Agro Nocerino nel Convento di S. Antonio a Nocera Inferiore (1964); si acquista il Castello medievale di Salerno (1960); nel parco della donata Villa Guariglia a Raito di Vietri sul Mare (siamo nel 1972) la Torretta Belvedere ospiterà il Museo della Ceramica dal 1981.
Nel 1990, con l’annessione al Castello della Bastiglia, la Provincia e’ proprietaria della intera fortificazione sulla collina Bonadies. Nel 2004 nasce il Museo Archeologico dell’Alta Valle del Sele nel Castello di Oliveto Citra, quale sezione distaccata del Museo di Salerno. Nel marzo del 2001 decolla la Pinacoteca Provinciale nello storico Palazzo Pinto a Salerno (ancora una proprietà provinciale) dove sono stati esposti circa 150 dipinti, in parte raccolti fin dagli anni Venti.  Nel 2009 nella restaurata Villa De Ruggiero di Nocera Superore viene realizzata la -Raccolta delle Arti Applicate- del territorio Salernitano. I reperti esposti in Mostra consistono in vasi a figure nere con scene di battaglia, elementi di decorazione architettonica, come antifisse, gronde, teste fittili soprattutto femminili, gruppi scultorei (figure panneggiate), appendici di lucerne, elmi e cuspidi di lancia. Catalogo: Silvana editoriale http://www.alefcultural.com (vaso)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Gérard Garouste. Le Classique et l’Indien

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 settembre 2009

gerardRoma Viale Trinità dei Monti, 1 Académie de France à Rome – Villa Medici Vernissage Martedì 13 ottobre 2009 ore 18.30 Apertura al pubblico Da mercoledì 14 ottobre a domenica 3 gennaio 2010 La mostra si snoda attorno a settanta opere tra quadri e sculture. Punto di partenza del percorso sono una serie di ritratti, commissionati anonimamente, da persone note o vicine all’artista, che costituiscono un ritorno al classico, alla tradizione pittorica: un confronto con il realismo e con la somiglianza rispetto ai modelli. È poi la volta delle opere raffiguranti le varie tematiche affrontate dall’artista per un periodo di oltre vent’anni, quali i testi classici, da Rabelais (la Diva Bacbuc), a Dante (La Divina Commedia) e Cervantes (Dom Quijote), come anche la rappresentazione della propria vicenda personale. Sculture, dipinti a olio e indiane (grandi panni di tela, sospesi alla maniera degli arazzi) completano la mostra.  Nell’Atelier del Bosco, nei giardini di Villa Medici, la retrospettiva si chiude su alcuni lavori che rievocano Tal la Rosée, una storia ispirata al Pentateuco. In questa occasione, sarà pubblicato da Electa, in collaborazione con l’Accademia di Francia a Roma, un catalogo che vedrà riunite tutte le opere presenti in mostra, con una prefazione di Frédéric Mitterrand, una introduzione di Éric de Chassey, direttore dell’Académie de France à Rome – Villa Medici, con una intervista a Gérard Garouste a cura di Robert Fleck e dei testi descrittivi delle opere a cura di Hortense Lyon.
Nato a Parigi nel 1946, Gérard Garouste vive e lavora a Marcilly-sur-Eure. Pittore e scultore, attento lettore della Bibbia, egli ha anche una passione per la mitologia, le religioni e l’iconografia religiosa, come anche per le fiabe e le leggende. Affrontando il concetto di “soggetto” nella pittura, egli indaga il mistero delle origini e della trasmissione. Spesso definito come “pittore post moderno”, Gérard Garouste si situa in realtà ai margini delle correnti e delle mode dell’arte. Strenuo sostenitore del ritorno al figurativo, egli non si fa scrupoli nel citare grandi maestri, quali il Tintoretto o il Greco. Le sue tele, spesso di dimensioni importanti, raffigurano personaggi dai corpi spezzati all’interno di composizioni enigmatiche estremamente elaborate.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »