Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘cnel’

Allarme Cnel: metà degli uffici pubblici non usa internet e il 58% degli italiani non ha competenze digitali

Posted by fidest press agency su domenica, 4 aprile 2021

C’è un evidente disallineamento tra l’ancora modesto livello di tecnologie digitali utilizzate dalle amministrazioni pubbliche e l’uso generalizzato della rete internet e dei social che la pandemia ha imposto. Ma si tratta di un utilizzo spesso improvvisato, non supportato da competenze adeguate. Sono alcune delle conclusioni contenute nella “Relazione annuale 2020 del Cnel consegnata al Parlamento e al Governo sui livelli e la qualità dei servizi offerti dalle Amministrazioni pubbliche centrali e locali alle imprese e i cittadini, realizzata ai sensi dell’art. 10-bis della legge 936/1986 con il contributo di 30 istituzioni. Dallo studio nazionale emerge che “meno di una istituzione su due (41,9%) dichiara di utilizzare Internet e solo gli organi di governo centrale, nelle Università pubbliche e nelle Regioni vanno di pari passo alla diffusione del web. Nonostante ciò, i social costituiscono quasi ovunque la seconda tecnologia più utilizzata dopo internet. Sulla copertura VHCN, l’Italia ha accelerato il ritmo di diffusione della fibra ma resta ancora indietro rispetto alla media UE del 44%”. Nel contempo, “solo il 42% degli italiani tra i 16 e i 74 anni possiede competenze digitali di base e solo il 22% dispone di competenze digitali superiori a quelle di base. Inoltre, la percentuale di specialisti ICT in Italia è ancora al di sotto della media UE, così come la quota di laureati nel settore ICT, che registra un valore pari all’1% contro una media europea di 3,6%”. Il leader dell’Anief, Marcello Pacifico, si sofferma sulla mancanza di competenze e l’uso eccessivo delle nuove tecnologie: “l’utilizzo ad esempio esclusivo e prolungato della dad porta problemi relazionali a lungo termine i cui effetti non sono prevedibili. Per questo dobbiamo fare uno sforzo di riorganizzazione, così da prevedere anche delle scelte di prevenzione ai disagi”. Diventa allora fondamentale dare seguito al Patto per l’Innovazione del Lavoro pubblico e la Coesione sociale, sottoscritto nei giorni scorsi anche dalla Cisal, che ha l’intento di modernizzare il “sistema Italia” e l’incremento della coesione sociale, grazie all’opportunità offerta dal Pnrr, potenziando la PA con la semplificazione dei processi, un massiccio investimento nel capitale umano e l’avvio di una nuova stagione di relazioni sindacali che porti pure al rinnovo contrattuale. L’accordo avrà effetti di rinnovo e adeguamento su molti punti: assunzioni straordinarie, stipendi inadeguati, lavoro agile, formazione, aggiornamento, nuove professionalità, Università, Afam, formazione a distanza e lavoro agile, ricerca. Il sindacato ha presentato ai parlamentari un documento dettagliato che associa le nuove tecnologie ai diversi segmenti scolastici, dalla scuola dell’infanzia fino ai centri per adulti. Pacifico ha anche ricordato che “sugli studenti l’impatto delle dad è stato devastante, è necessario dare supporto a insegnanti e alunni. Bisogna tornare alla didattica in presenza ma bisogna capire come operare con le scuole aperte, perché non ci sono ancora gli strumenti adeguati e il prossimo anno non ci sarà nemmeno l’organico Covid; dobbiamo fare i conti ancora con le classi pollaio. Dobbiamo riflettere su come sono aperte queste scuole”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

CNEL: accolta la richiesta dell’Anief di aumentare gli organici per rispondere alle sfide dell’Istruzione

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 febbraio 2020

Daniela Rosano, delegata Confedir della segreteria nazionale Anief, ha seguito il dibattito sulle questioni emergenti del mondo dell’istruzione, finalizzato alla stesura di un documento unitario elaborato sulla base delle posizioni delle parti sociali presenti. Il lavoro intende rispondere alle nuove sfide per l’istruzione e in particolare alle questioni dell’orientamento, dell’inclusione, della formazione permanente. L’inclusione è stata esaminata in termini di dispersione scolastica: occorre affrontarla prevenendo la condizione di drop out e quindi fenomeni di Early School Leavers e NEET anche con piani straordinari per il Mezzogiorno. Accolta e inserita tra le proposte da suggerire al ministro la richiesta dell’Anief di aumentare stabilmente gli organici di docenti e personale ATA per un sostegno alla didattica in generale. “Da tempo sosteniamo la necessità di incrementare gli organici – sottolinea Marcello Pacifico, presidente nazionale di Anief – in base alle necessità del territorio, alla dislocazione, alla rete di collegamento con le stesse istituzioni scolastiche nelle piccole isole o comunità montane, all’ubicazione in luoghi a rischio, ad alto tasso di dispersione scolastica, migratorio”.
È necessario prevedere azioni integrate tra la scuola e l’extra scuola, intervenendo sia sulla condizione di svantaggio di partenza che sull’offerta educativa di qualità, mediante opportune azioni formative nella scuola, pur nel rispetto dell’autonomia scolastica.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Lavoro e sicurezza: aspetti normativi, tecnici, formativi e innovativi”

Posted by fidest press agency su sabato, 6 aprile 2019

Roma 11 Aprile 2019, ore 9,30-13,30 Parlamentino del CNEL, viale David Lubin 2.Il convegno è organizzato dal Dipartimento salute e sicurezza nei luoghi di lavoro della Confsal. Storicamente esisteva il medico di fabbrica, poi diventato l’attuale medico competente specialista in Medicina del lavoro. Per molto tempo la funzione del medico del lavoro è stata identificata nella sorveglianza sanitaria periodica finalizzata alla prevenzione delle malattie professionali. Oggi è necessaria, invece, una visione olistica della salute e della sicurezza di chi lavora.Le nuove dimensioni dell’economia impongono nuovi sistemi di tutela della salute e della sicurezza in ambito lavorativo, confortati da illuminati orientamenti giurisprudenziali che, in non pochi casi, ispirano innovazioni normative sul tema. Purtroppo si tratta spesso di misure non esaustive, non efficienti e bisognose di continue rivisitazioni, anche e soprattutto alla luce dell’evoluzione industriale e dei repentini e nuovi rischi emergenti in campo lavorativo. Inoltre, non sono rari i casi in cui pratiche illegali ed elusive della norma nascondono realtà criminose e di lavoro nero.
Occorre quindi arginare tali condotte “malate” partendo dal fulcro dell’expertise, e cioè dalla formazione e dalla diffusione della cultura della sicurezza facendo leva, non solo sulla mera sensibilizzazione e informazione dei lavoratori, ma anche su dinamiche innovative e capillari, quali l’innovazione e l’addestramento virtuale certificato.Il convegno sarà aperto e coordinato da Michele de Nuntiis, Responsabile Confsal Dipartimento salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Seguiranno i saluti del Presidente del Cnel, Tiziano Treu e del Responsabile Ufficio studi Confsal, Mario Bozzo. Le relazioni saranno a cura di: Raffaele Guariniello Magistrato Emerito; Salvatore Dovere, Consigliere Corte di Cassazione; Andrea Magrini, Direttore della Scuola di Specializzazione di Medicina del Lavoro Università di Roma “Tor Vergata”; Giuseppe Piegari, Dirigente INL (Ispettorato Nazionale del Lavoro); Antonio Terracina, Dirigente Inail; Angelone Sara, Medico del lavoro e criminologa; Lucia Massa, Responsabile Confsal Dipartimento Formazione; Oliviero Casale, Marketing and Training Manager MTIC Group; Andrea Bor.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La funzione strategica del Cnel nell’architettura costituzionale

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 luglio 2018

“Dopo aver superato il processo di demonizzazione referendaria, oggi il Cnel deve sottrarsi alla nuova furia ideologica che rischia di ricondurlo, come in tutte le epoche rivoluzionarie, in prossimità della ‘ghigliottina. Il Cnel ha nell’architettura costituzionale una funzione strategica, compito delle forze vive della Nazione, Parlamento in testa, è adoperarsi per farlo correre al passo con i tempi, migliorarne l’efficienza, consentirgli il necessario aggiornamento di prospettiva, renderlo funzionale ai bisogni della nostra comunità, fornire gli strumenti per ottenere risultati all’altezza delle delicate funzioni che esercita. Occorre a mio giudizio serietà, non propaganda, né giacobinismo. Ricordo che la nostra Costituzione all’art.46 recita: ‘Alla fine della elevazione economica e sociale del lavoro e in armonia con le esigenze della produzione, la Repubblica riconosce il diritto dei lavoratori a collaborare, nei modi e nei limiti stabiliti dalle leggi, alla gestione delle aziende’. È essenziale la ridefinizione e il rilancio delle parti sociali, tutte, nessuna esclusa. L’articolo 99 della nostra Carta attribuisce al Cnel un doppio mandato: quello di rappresentare le categorie produttive; e quello di organo ausiliario di consulenza legislativa delle Camere e del Governo nelle materie di economia e sul lavoro. Si tratta di due aspetti di assoluta centralità soprattutto oggi in cui è evidente il pericolo di disarticolazione del rapporto tra Stato e corpi intermedi, e assistiamo, contestualmente, a una crisi della dell’istituto della legge. Non sono stati efficaci gli appelli degli ultimi venti anni ad accelerare il processo di semplificazione legislativa e delegificazione. La misura della qualità di un Parlamento è spesso conferita, bizzarramente, al numero delle leggi che approva. Non si lavora senza che nessuno abbia più il coraggio e l’ambizione di lavorare sul loro taglio, sui testi unici, sulla chiarezza del dettato normativo”. È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli nell’indirizzo di saluto alla presentazione del Rapporto sui servizi pubblici, presentato alla Camera, presso la sala della Regina.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dove collocare il Comitato nazionale per la produttività

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 luglio 2018

Il presidente del CNEL, Tiziano Treu, ha espresso oggi al Ministro degli Affari Europeo, Paolo Savona, l’auspicio che il Comitato nazionale per la produttività – previsto dalla raccomandazione del Consiglio UE – venga realizzato all’interno del Cnel, seguendo l’esempio di altri Paesi.
“La produttività di un Paese è un fattore essenziale per la sua competitività nello scenario economico internazionale – ha sottolineato il presidente Treu – e richiede un’attenta analisi per indirizzare al meglio gli investimenti e per definire le riforme strutturali. Come già avviene in molti Paesi, il board potrebbe essere istituito all’interno del CNEL con l’ulteriore vantaggio che sarebbe così in contatto con tutti gli altri membri del CESE, il Comitato Economico e Sociale Europeo”.
Il comitato nazionale per la produttività dovrebbe essere istituito in attuazione della Raccomandazione del Consiglio dell’Unione Europea del 20 settembre 2016 (2016/C 349/01), pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 24 settembre 2016, che richiede ai singoli Stati membri di costituire al proprio interno, entro il 20 marzo 2018, un “National Productivity Board” del Consiglio dell’Unione Europea del 20 settembre 2016 (2016/C 349/ 01) pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europa del 24 settembre 2016. Al Ministro per gli Affari Europei, Paolo Savona – presente oggi al CNEL per il Debriefing del Consiglio UE del 28 e 29 giugno alle parti sociali – è stato segnalato come molti Paesi abbiano già provveduto ad istituire il Comitato e la maggioranza di questi lo abbia collocato proprio presso il Comitato Economico e Sociale (Danimarca, Lussemburgo, Irlanda) o presso un Organismo pubblico di analisi economica (Olanda, Slovenia, Portogallo, Ungheria, Romania, Grecia). Soltanto Francia e Lituania, contravvenendo le raccomandazioni UE, hanno istituito il Comitato presso la Presidenza del Consiglio o il Ministero dell’Economia. “Con la creazione del Comitato presso il CNEL si riuscirebbe a garantire un approccio sistemico, l’indipendenza e l’esercizio a costo zero del Comitato. Il Governo avrebbe poi l’ulteriore vantaggio – ha concluso Treu – di ricevere analisi, pareri, progetti o proposte già discusse e condivise dalle parti sociali rappresentate presso il CNEL”

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentato il volume Atlante di Pedagogia del Lavoro

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 marzo 2018

Roma 21 marzo 2018 alle ore 16, nel Parlamentino del CNEL a Roma, in via Davide Lubin 2, verrà presentato il volume Atlante di Pedagogia del Lavoro, curato da Giuditta Alessandrini, Professore ordinario all’Università degli Studi di Roma Tre, ed edito dalla Casa Editrice Franco Angeli nella collana Pedagogia del Lavoro. I lavori saranno aperti dall’indirizzo di saluto del Dottor Pasquale Basilicata, Direttore Generale dell’Università di Roma Tre e introdotti dal Senatore Tiziano Treu, Presidente CNEL. Interverranno il Professor Umberto Margiotta, Presidente SIREF e ordinario di Pedagogia Generale, il Dottor Federico Cinquepalmi, Dirigente MIUR (Coordinamento della ricerca in ambito internazionale) e il Professor Massimiliano Costa, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, membro del consiglio direttivo SIPED con delega ai temi di Educazione, Formazione e Lavoro.
Parteciperanno poi alla tavola rotonda, coordinata dal giornalista e docente dell’Università di Roma “La Sapienza”, Romano Benini, il Professor Massimiliano Fiorucci, Direttore del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Roma Tre e consigliere SIPED e il Dottor Maurizio Drezzadore, consulente del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Interverrà l’Autrice e saranno presenti alcuni Coautori. L’Atlante di Pedagogia del Lavoro disegna alcuni percorsi narrativi proposti da una rosa di Autori, tra i più rappresentativi della disciplina in ambito accademico a livello nazionale ed internazionale (Ocse, Cedefop, Vetnet, EERA). Le “narrazioni” si traducono in approcci di ricerca e raccomandazioni per le policies sociali. Il lettore può trovare risposte sulle questioni più rilevanti oggi e nel prossimo futuro sul rapporto tra formazione e lavoro. Il volume è destinato agli studenti e ai dottorandi dei Dipartimenti di Scienze dell’Educazione, ai formatori, agli studiosi delle discipline relative al lavoro, agli insegnanti e ai dirigenti impegnati nell’innovazione scolastica e professionale.Il volume contiene scritti di Giuditta Alessandrini, Giuseppe Bertagna, Massimiliano Costa, Fabrizio d’Aniello, Daniela Dato, Piergiuseppe Ellerani, Michael Gessler, Pierluigi Malavasi, Valerio Massimo Marcone, Umberto Margiotta, Emanuele Massagli, Alessandro Mele, Daniele Morselli, Martin Mulder, Paolo Nardi, Claudio Pignalberi, Andrea Potestio, Konstantinos Pouliakas, Henning Salling Olesen, Fabio Roma, Alessandra Vischi, Giuseppe Zago.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stati generali creatività urbana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 luglio 2011

Roma 21/7/2011 alle 10 nella Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Via Santa Maria in Via 37) si apriranno i lavori su gli Stati Generali della Creatività Urbana organizzati dal Ministro della Gioventù. La giornata si aprirà con i saluti del vice capo di Gabinetto del Dipartimento della Gioventù Giuseppe Carlino e del consigliere del CNEL Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro Paolo Galimberti, i quali sanciranno la nascita del primo Tavolo tecnico sulla creatività urbana. Seguiranno le proposte operative per il futuro, da parte dei presidenti delle ACU Associazioni per la Creatività Urbana, e i resoconti dei ricercatori universitari che animano il primo Centro Studi sul tema.
Alle 15 e 30 il Ministro Giorgia Meloni presenterà i risultati di due anni di lavoro del Ministero della Gioventù sulla creatività urbana. Seguirà poi la tavola rotonda “Privato, pubblico e terzo settore per la creatività urbana” a cui prenderanno parte, tra gli altri, il responsabile politiche giovanili ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani Roberto Pella che nel corso dell’evento lancerà il portale nazionale Italian Graffiti, il vicepresidente nazionale e presidente della Piccola Industria di Confindustria Vincenzo Boccia,il presidente Fondazione Vodafone Italia Antonio Bernardi ed ilpresidente di Smemoranda Nico Colonna.
Una discussione che incalza da quarant’anni e che ha trovato nel “modello italiano” la versione più innovativa e positiva di trattamento e di comunicazione del fenomeno, con la partecipazione di centinaia di realtà variegate su tutto il territorio italiano, il principio di una fortissima sinergia nazionale e una particolare attenzione collaborativa dall’estero. L’idea è che gli Stati Generali lavorino, di qui ad un anno, al primo mese nazionale della creatività urbana, dal 21 giugno al 21 luglio 2012, che avrà la forma di un evento diffuso in tutta Italia.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

in ricordo di Massimo Roccella

Posted by fidest press agency su martedì, 14 giugno 2011

Roma, 14 giugno, ore 9.30-18.00 Parlamentino CNEL, Viale David Lubin 2 Partecipano
• Clara Albani, Giuliano Amato, Amos Andreoni, Giuseppe Bronzini, Susanna Camusso, Remo Caponi, Umberto Carabelli, ,
• Walter Cerfeda, Virgilio Dastoli, Alfonso Gianni, Stefano Giubboni,
• Donata Gottardi, Fausta Guarriello, Bob Hepple, Vito Leccese,
• Lucio Levi, Elena Paciotti, Laura Pennacchi, Felice Roberto Pizzuti,
• Paolo Ponzano, Stefano Rodotà, Silvana Sciarra, Bernadette Segol, Tiziano Treu, Ugo Villani
Il 14 giugno a Roma, presso il CNEL, si terrà un Convegno europeo su “I diritti sociali fondamentali dopo il Trattato di Lisbona”, promosso dalla CGIL, dalla Rivista giuridica del lavoro e della previdenza sociale, dalla Fondazione Lelio e Lisli Basso Issoco e dal Gruppo Fasana. Nell’occasione verrà ricordata la figura di Massimo Roccella, autorevole studioso del diritto sociale europeo, scomparso improvvisamente alcuni mesi fa. Il Convegno è stato pensato innanzitutto per riflettere sul significato istituzionale e pratico della «costituzionalizzazione» dei diritti sociali fondamentali in ambito comunitario, posto che i diritti della Carta hanno oggi “lo stesso valore giuridico dei Trattati” (art. 6 TUE).
L’appuntamento cade in un momento difficilissimo di passaggio e di transizione nelle istituzioni europee: dopo la controversa conclusione della fase di razionalizzazione dei Trattati (avviata nel 2001) con l’approvazione nel 2007 del Trattato di Lisbona, la crisi economica internazionale, prima, e la specifica crisi dell’Euro, poi, hanno avviato l’Unione verso un’ulteriore fase di modificazioni istituzionali, di cui proprio in queste settimane si dovrebbero definire contorni più precisi, e che riapre la discussione sulle finalità e gli obiettivi dello stesso processo di integrazione.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aboliamo il Cnel

Posted by fidest press agency su domenica, 24 ottobre 2010

Il CNEL (Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro) è un organo di rilevanza costituzionale, retaggio del corporativismo fascista (assomiglia al Consiglio Nazionale delle Corporazioni voluto da Mussolini nel 1926), che secondo l’art. 99 della Costituzione “….. è composto, nei modi stabiliti dalla legge, di esperti e di rappresentanti delle categorie produttive, in misura che tenga conto della loro importanza numerica e qualitativa.  È organo di consulenza delle Camere e del Governo per le materie e secondo le funzioni che gli sono attribuite dalla legge. Ha l’iniziativa legislativa e può contribuire alla elaborazione della legislazione economica e sociale secondo i principi ed entro i limiti stabiliti dalla legge.” Praticamente è un centro studi, ma in realtà è anche uno degli enti più inutili che ci sia ed è diventato semplicemente una sorta di cimitero degli elefanti per politici più o meno trombati, sindacalisti, rappresentanti delle associazioni dei datori di lavoro. E costa, costa un sacco di denaro ai contribuenti. Non meno di 20 milioni di euro, per produrre qualche rapporto, che qualunque centro studi, degno di tale nome, potrebbe realizzare per qualche decina di migliaia di euro. Ma sazia parzialmente gli appetiti di tanta gente che gravita attorno alla politica e che da essa trae alimento per vivere o per arrotondare le proprie entrate senza fatica. Attualmente è presieduto da Antonio MARZANO, ex ministro berlusconiano delle Attività Produttive, ma in passato tale carica è stata spesso appannaggio dei leader sindacali. E’ composto da 121 consiglieri (erano 88 all’atto della sua  istituzione). Ne fanno parte, tra gli altri, Raffaele Bonanni (Segretario generale Cisl), Guglielmo Epifani (Segretario generale Cgil), Luigi Angeletti (Segretario generale Uil), Carlo SANGALLI (Presidente Confcommercio), Emma Marcegaglia (Presidente Confindustria), Paolo Scaroni (Presidente ENI), Fabio Cerchiai (Presidente Ania –assicurazioni).
A molti dei consiglieri fa gola la retribuzione mensile di circa 1.500 euro netti, all’unica condizione di partecipare alle assemblee che si tengono una volta al mese: se non si partecipa, pazienza, si incassano solo 1.275 euro. Poi ci sono le trasferte ed i rimborsi spese: il Cnel spende ogni anno per le missioni in Italia (85mi1a euro), all’estero (220mi1a euro), e rimborsi spese per 1,2 milioni di euro. Per l’indennità del presidente, i vicepresidenti e i consiglieri lo Stato eroga annualmente 3,6 milioni di euro. I circa 70 dipendenti costano 7 milioni di euro (in media 100.000 euro a testa). Italia dei valori fin dalla scorsa legislatura ne ha proposta l’eliminazione. Anche in questa il 13 maggio 2008 è stata depositata, a mia prima firma, la proposta di legge costituzionale n. 968 che prevede la soppressione del Cnel. Analoga proposta è stata inserita nella contromanovra economica presentata da Idv nel mese di giugno (http://www.antonioborghesi.it/index.php?option=com_content&task=view&id=277&Itemid=1)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XLII Giornata del credito

Posted by fidest press agency su domenica, 20 giugno 2010

Roma 22 Giugno 2010 ore 9.00-13.00 Abi – Palazzo Altieri Piazza del Gesù, 49  ore 9.00 apertura: Ercole P. Pellicanò, Presidente ANSPC – ore 10.00 – relazione di base del Dott. Stefano Mieli, Direttore Centrale Area Vigilanza Bancaria e Finanziaria della Banca d’Italia; Relazione dei presidenti delle Confederazioni: • Dott. Giorgio N. Guerrini, Presidente Confartigianato • Dott.ssa Emma Marcegaglia, Presidente Confindustria* • Dott. Carlo Sangalli, Presidente Confcommercio • Dott. Federico Vecchioni, Presidente Confagricoltura – Relazione del Dott. Marco Jacobini, Amministratore Delegato della Banca Popolare di Bari; – ore 13.00 – conclusioni: Antonio Marzano, Presidente CNEL

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »