Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘collaborazione’

Baker Hughes annuncia una collaborazione con Borg CO2

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2021

HOUSTON, LONDRA e FREDRIKSTAD, Norvegia Baker Hughes, azienda di tecnologia al servizio dell’energia, e Borg CO2 AS, sviluppatore norvegese di cattura e stoccaggio di CO2 per siti industriali, hanno annunciato oggi la sigla di un protocollo di intesa per la collaborazione su un progetto CCUS che fungerà da hub per la decarbonizzazione di alcuni siti industriali in Norvegia, nella regione di Viken.Il progetto mira a catturare e stoccare fino al 90% delle emissioni di CO2 dai siti industriali coinvolti, giocando un ruolo importante nel contribuire agli obiettivi dell’Accordo di Parigi, agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e ai target di riduzione delle emissioni del Governo norvegese.Il progetto Borg CO2 vede la collaborazione di diversi partner industriali e del Porto di Borg, e ha l’obiettivo di catturare e stoccare le emissioni di diversi impianti industriali – situati nelle città di Fredrikstad, Sarpborg e Halden – responsabili di circa 700.000 tonnellate di emissioni di CO2 all’anno. Dopo essere stata catturata, l’anidride carbonica sarà trasformata allo stato liquido, trasferita e infine stoccata in depositi offshore al largo del Mare del Nord. Nell’aprile 2021, Borg CO2 ha annunciato la sigla di un protocollo d’intesa con Northern Lights JV, che si occuperà delle infrastrutture di trasferimento e stoccaggio per conto di Borg CO2.Dopo un primo studio di fattibilità, i partner del progetto stanno procedendo con uno studio di fattibilità esteso da completare entro la fine del 2021, che Baker Hughes sosterrà con il suo portafoglio di tecnologie CCUS e di ingegneria per lo studio e lo sviluppo dell’hub. Inoltre, Baker Hughes e Borg CO2 valuteranno congiuntamente la struttura ottimale per l’implementazione degli impianti di cattura della CO2 e perseguiranno opportunità di sovvenzioni e incentivi sia a livello nazionale che europeo. Il progetto rappresenta un’opportunità di primo livello per Baker Hughes per implementare il suo ampio portafoglio di tecnologie CCUS su diversi tipi di processi, tra cui le sue soluzioni Chilled Ammonia Process (CAP) e Compact Carbon Capture (CCC).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Siglato accordo di collaborazione scientifica tra Università di Sassari e CRS4

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 gennaio 2021

Cagliari.Il CRS4 – centro di ricerca del Parco scientifico e tecnologico della Sardegna coordinato da Sardegna Ricerche – e l’Università degli Studi di Sassari nei giorni scorsi hanno siglato un accordo quadro triennale per lo svolgimento di attività congiunte di ricerca scientifica, formazione e consulenza tecnico-scientifica nei settori della sanità animale e umana, delle scienze delle filiere agroalimentari e delle scienze umane. Ulteriori tematiche di interesse generale potranno essere di volta in volta individuate.I ricercatori del CRS4 e dell’ateneo di Sassari, nelle rispettive strutture, potranno contare su spazi di laboratorio, uffici e aree idonee alle attività da portare avanti in modo congiunto.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Costruirsi una carriera oggi. Le Soft Skills fanno la differenza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 gennaio 2021

Il mondo del lavoro è mutato. Le conseguenze dell’emergenza sanitaria globale sono innumerevoli e con queste anche le sfide che si pongono a quanti si stanno costruendo una carriera professionale in Italia o all’estero, sia tramite percorsi di crescita interni sia presso nuove entità aziendali. Quali saranno nel prossimo futuro i prerequisiti più richiesti e quali le abilità di cui dotarsi in azienda sono questioni a cui il British Council, l’ente ufficiale britannico di riferimento in Italia e nel mondo per la formazione linguistica e culturale, ha cercato di dare risposta in questo inizio 2021.Lo smart working e il remote working hanno fatto emergere con forza dirompente l’importanza della qualità e delle modalità relazionali, insieme a una serie di competenze trasversali. In un panorama di distanziamento sociale forzato, che si protrarrà ancora per qualche tempo purtroppo, le aziende richiederanno in misura crescente ai propri dipendenti e ai nuovi candidati di mostrarsi capaci di operare attingendo a competenze non meramente nozionistiche e cognitive: sapere risolvere problemi adottando il corretto approccio psicologico e funzionale, operare in ottica di gruppo verso un fine comune e condiviso nel rispetto di ogni singola specializzazione, sapere comunicare e trasferire informazioni con chiarezza espositiva e di codice linguistico con colleghi, partner e clienti sono alcuni esempi della direzione da intraprendere.In tutti i Paesi le aziende di ogni dimensione continueranno a investire nella formazione dei propri team per continuare a corrispondere agli standard qualitativi dei loro settori di riferimento e a farsi trovare pronte a superare le possibili asperità del quadro socio-economico del prossimo futuro. “Il British Council, attraverso la collaborazione di professionisti negli ambiti del learning and development, delle risorse umane e del business management, ha identificato le aree e le abilità maggiormente richieste ai professionisti di diversi ambiti lavorativi e ha pertanto creato dei percorsi di formazione su misura che possano portare risultati immediati e quantificabili” spiega la manager. Nel 2021 prevediamo che le aziende faranno un ulteriore e repentino passo evolutivo per riuscire a sostenere la ripresa economica e lavorativa. Sarà importante quindi farsi trovare preparati e pronti come lavoratori e come candidati a garantire la continuità e l’efficacia delle attività quotidiane con piena consapevolezza e sicurezza comunicativa e relazionale” precisa la Lambiase. Per saperne di più sui corsi Professional Skills del British Council: https://www.britishcouncil.it/inglese/formazione-su-misura/workshops

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Università di Parma e Fondazione Cariparma continuano la collaborazione a favore della ricerca

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 novembre 2020

Al primo finanziamento di 600mila euro concesso dalla Fondazione nel 2018 si aggiunge un nuovo accordo quadriennale, firmato recentemente, finalizzato proprio a sostenere un’attività strategica per l’Ateneo com’è quella di ricerca: un’attività nella quale l’Università di Parma ha raggiunto in questi anni risultati di straordinario livello che contribuiscono fortemente al buon posizionamento dell’Ateneo di Parma su scala nazionale e internazionale, oltre ad avere importanti ricadute applicative e sulla didattica.L’intesa e il progetto che la sostanzia sono stati illustrati oggi in conferenza stampa dal Rettore Paolo Andrei, dal Presidente della Fondazione Cariparma Franco Magnani e dal Pro Rettore alla Ricerca Roberto Fornari: un progetto complessivo da 1milione e 300mila euro, di cui 600mila messi a disposizione dalla Fondazione Cariparma, da utilizzare nel 2020 per l’incremento della competitività di tutte le aree di ricerca dell’Ateneo.Il progetto intende sostenere le iniziative di ricerca dell’Università concentrandosi essenzialmente su quattro filoni di attività: · Progetti di ricerca biennali di consolidamento o scouting · Progetti riservati a ricercatori a tempo determinato under 40 · Assegni di ricerca annuali o biennali per ambiti di ricerca non sperimentali · Progetti premiali a coordinatori di proposte presentate a bandi competitivi europei (ad esempio H2020, Justice, Third EU Health Program, PRIMA e ERC) che, seppur non finanziati, siano stati ritenuti scientificamente meritevoli e abbiano raggiunto una soglia elevata di giudizio.Il contributo della Fondazione Cariparma sarà su tutti i quattro filoni di attività. Le procedure di utilizzo dei fondi sono già state definite, così come i relativi bandi riservati ai docenti e ricercatori dell’Ateneo. Va inoltre segnalato che l’Università di Parma nel 2020 ha emesso anche un bando straordinario per progetti in ambito COVID e SARS-COV-2 (300mila Euro) e un bando per attrezzature scientifiche (800mila euro), e si appresta a far uscire un bando di sostegno alla ricerca individuale (1 milione di euro). Tutto ciò, unito al progetto da 1milione e 300mila euro con Fondazione Cariparma, porta il finanziamento complessivo alla ricerca nel 2020 a 3,4 milioni di euro: un grande sforzo dell’Ateneo, grazie anche all’aiuto di importanti partner territoriali come la Fondazione, per sostenere e rendere competitiva la ricerca “targata” Unipr. Da rimarcare, infine, anche il grande impegno che l’Università di Parma, congiuntamente a Fondazione Cariparma e ad altre realtà del territorio, ha prodotto per rendere possibile il finanziamento di numerose borse di studio per i partecipanti ai diversi corsi di Dottorato di Ricerca istituiti in Ateneo.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collaborazione italo – tedesca contro le frodi fiscali e il riciclaggio

Posted by fidest press agency su domenica, 21 giugno 2020

di Mario Lettieri già sottosegretario all’Economia e Paolo Raimondi economista. Un appello congiunto italo-tedesco, inizialmente lanciato da alcuni europarlamentari dei Verdi tedeschi e da altri, e indirizzato ai governi e alle istituzioni dell’Unione europea chiede tolleranza zero contro il riciclaggio di denaro, le frodi fiscali e il dumping fiscale in Europa. Per diversi aspetti è più che condivisibile. Si propone una tassazione comune con un’aliquota fiscale minima sul reddito delle imprese. L’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (Ocse) sta già lavorando per presentare una specifica proposta, ma, se non dovesse raggiungere un accordo entro la fine di quest’anno, l’Ue dovrebbe farlo direttamente. Le grandi imprese saranno anche tenute a rendere pubblici gli utili e le imposte pagate paese per paese, come richiesto dalla Commissione e dal Parlamento europeo.
Inoltre, sarà introdotta una tassazione digitale comune per garantire che i profitti del business digitale realizzati in Europa siano tassati nell’Ue. Si chiede che si realizzino le riforme dell’IVA nei vari paesi europei. Si calcola che la sola frode fiscale transfrontaliera sia di circa 50 miliardi di euro.Attualmente la concorrenza fiscale in Europa è di dimensioni intollerabili. Sta per estendersi dal reddito da capitale al reddito delle persone fisiche. Comportamenti truffaldini e “trucchi” di vario tipo, come certi trattamenti fiscali speciali di alcuni paesi, i porti franchi, i visti e le cittadinanze “d’oro” di altri indeboliscono la tassazione globale e progressiva del reddito negli Stati dell’Unione.La lotta al riciclaggio di denaro sporco è un obiettivo centrale. Secondo la Commissione Ue, la perdita di entrate pubbliche ammonta a 160 miliardi di euro l’anno. Secondo l’Europol, solo l’1% del denaro criminale è sottoposto a sequestro. E’ urgente, quindi, creare un’efficace autorità di vigilanza e di regolamento del riciclaggio di denaro. Bisognerebbe anche mettere in campo una guardia di finanza europea nell’ambito dell’Europol.
E’ positivo, secondo noi, che, in merito, nel documento si riconosca la bontà di certe leggi italiane che si vorrebbe estendere all’intero territorio europeo. L’appello, già firmato da oltre 2.000 cittadini e personalità italiani, tedeschi e di altri paesi, rileva che, siccome a causa della pandemia la crisi economica colpisce contemporaneamente tutti, bisognerebbe sostenerne insieme il peso. Perciò esprime un appoggio particolare per l’emissione degli eurobond per la sanità. Senza condivisione degli oneri, si metterebbero a rischio la ripresa economica, l’intero mercato interno e lo stesso progetto di unificazione dell’Europa.
I promotori hanno subito organizzato un colloquio internazionale via web con la partecipazione di alcune centinaia di politici ed esperti italiani e tedeschi. Tito Boeri, uno degli estensori dell’appello, ha correttamente caratterizzato la prima emissione di titoli di Stato comuni europei come il cosiddetto “momento di Hamilton”.
Infatti, Alexander Hamilton, il primo Segretario al Tesoro dopo la Rivoluzione americana e la Dichiarazione d’Indipendenza del 1776, divenne famoso per i suoi scritti e i suoi programmi sulla Banca nazionale e sulle Manifatture. Sotto la sua guida, la Banca emise crediti di lunga durata e garantiti dallo Stato per lo sviluppo economico, tecnologico e infrastrutturale degli Stati Uniti. Il lavoro, le imprese e gli investimenti reali erano al centro del programma.
Nella discussione, l’attuale commissario europeo per l’Economia, Paolo Gentiloni, ha sostenuto che, a differenza della Grande Crisi del 2008, quella odierna presenta delle enormi perdite di produzioni, posti di lavoro e di reddito e anche il rischio di una grande frantumazione in Europa. Perciò, la risposta deve essere centrata sull’emissione di crediti agevolati, già stanziati, e sull’emissione di bond del Recovery Fund da parte dell’Unione europea. Queste obbligazioni prevedono un periodo di ripagamento molto a lungo termine, dal 2028 al 2058. Per la prima volta nella sua storia, il bilancio dell’Ue non sarà composto soltanto dai contributi versati dai singoli governi. L’Ue si fornirà di risorse proprie attraverso l’accesso ai mercati finanziari. In altre parole, le obbligazioni congiunte saranno emesse e poi vendute agli investitori istituzionali e ai risparmiatori europei.
Gentiloni ha affermato che i contenuti dell’appello sono al centro delle attività dell’attuale Commissione, soprattutto quelli riguardanti la lotta alle frodi fiscali, al riciclaggio e alla concorrenza sleale sulla tassazione.
Sembra proprio che si sia sulla strada giusta. Occorre, però, ricordare che, mentre le misure per la trasparenza delle imprese e quelle contro il riciclaggio di denaro sporco sono decise a maggioranza, per la politica fiscale si richiede, invece, una decisione unanime da parte di tutti gli Stati membri dell’Ue. Di conseguenza i progressi verso la giustizia fiscale sono notoriamente lenti. Al riguardo, si starebbe considerando, per la prima volta, il ricorso all’articolo 106 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea (TFUE) che permette di bypassare l’obbligo dell’unanimità di voto qualora, a causa di comportamenti fiscali scorretti, la concorrenza nel mercato unico dovesse essere distorta. Come ovvio, si tratta di questioni di grande importanza e delicatezza.Del resto, è noto che parecchi paesi dell’Ue, tra cui il Lussemburgo, l’Olanda, l’Irlanda, Malta, Cipro, sono diventati dei veri e propri paradisi fiscali. Basta uno di loro per bloccare qualsiasi riforma fiscale comune più equa. Speriamo che si passi veramente dalle enunciazioni ai fatti.L’appello, oltre ai suoi validi contenuti, è importante perché sottoscritto da forze politiche e sociali tedesche e italiane, aperte a tutti gli europei, per degli obiettivi comuni. Questo rapporto e questa comunanza di intenti possono rafforzare l’amicizia e la collaborazione italo – tedesca e incidere positivamente per rispondere, come Europa, alle sfide globali e multilaterali che si presentano ai vari attori sui teatri internazionali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Intesa Sanpaolo ha siglato un nuovo accordo di collaborazione con Sanlorenzo

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 giugno 2020

E’ leader mondiale per numero di yacht di lunghezza superiore ai 30 metri, realizza yacht e superyacht di alta gamma realizzati “su misura”, personalizzati per ogni armatore e caratterizzati da un design distintivo e senza tempo. L’obiettivo è sostenere le piccole e medie imprese che compongono la rete di fornitura, che, grazie all’accordo, potranno accedere a una linea di credito di 50 milioni di euro messa a disposizione dalla Banca per anticipare i crediti commerciali vantati nei confronti di Sanlorenzo.
L’operazione si sostanzia in un programma di Supply Chain Finance, strutturato per rendere efficiente ed economicamente conveniente il finanziamento del capitale circolante, e si avvale dello strumento del reverse factoring, nella versione più innovativa e digitalizzata del confirming, con l’utilizzo di una piattaforma digitale che permette di ottimizzare la gestione del fabbisogno finanziario aziendale. Con questa soluzione il committente fidelizza e sostiene la propria filiera di fornitori, assicurando loro un migliore accesso al credito, e ha l’opportunità di razionalizzare e semplificare le procedure di pagamento nei confronti delle imprese fornitrici, conferendo alla Banca un mandato al regolamento alla scadenza delle fatture dei fornitori caricate sulla piattaforma.L’iniziativa si inserisce nel contesto più generale del Programma Filiere sviluppato da Intesa Sanpaolo per far crescere le filiere produttive di eccellenza del sistema imprenditoriale italiano. Un progetto con ricadute significative anche per il sistema industriale della Liguria, dove ad oggi sono stati sottoscritti 13 contratti di filiera, per un volume di affari di oltre 1 miliardo di euro.
Sanlorenzo, società quotata da dicembre 2019 sul segmento STAR di Borsa Italiana, con oltre 500 dipendenti, è leader a livello mondiale per numero di yacht di lunghezza superiore ai 30 metri. La produzione è dislocata nei quattro siti produttivi situati a La Spezia, Ameglia, Viareggio e Massa, all’interno del principale distretto della nautica in Europa, circoscritto tra le Alpi Apuane e il Mar Tirreno, riconosciuto in tutto il mondo per la profonda cultura nella nautica da diporto e per la presenza di manodopera locale altamente specializzata. In un raggio di 50 km tra il nord della costa toscana e la riviera ligure di Levante sono infatti storicamente presenti le oltre 1.500 imprese artigiane di eccellenza (specializzate nelle diverse fasi dalla laminazione, alla carpenteria, alla falegnameria) con cui Sanlorenzo collabora e che intervengono in ogni fase della produzione di uno yacht realizzato a mano e su misura secondo le specifiche richieste degli armatori.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rinnovata collaborazione fra l’Università di Parma e il Myanmar

Posted by fidest press agency su sabato, 9 maggio 2020

Parma. La videoconferenza è stata organizzata dal prof. Leopoldo Sarli del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma in collaborazione con la sen. Albertina Soliani dell’Associazione per l’Amicizia Italia-Birmania Giuseppe Malpeli, con il Centro per la Cooperazione Internazionale dell’Ateneo e con la Regione Emilia-Romagna ed è stata coordinata dalla dott.ssa Clelia D’Apice, allieva della Scuola di Dottorato in Scienze Medico-Chirurgiche Traslazionali dell’Ateneo di Parma.È stato un importante momento di confronto scientifico e scambio di buone pratiche con i medici della General Practitioners Society del Myanmar, con gli amministratori del sistema sanitario del Myanmar e con i docenti dell’Università di Medicina 1 di Yangon per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, oltre che un evento che ha consolidato l’amicizia tra i due Paesi.Nata con l’idea di mettere in contatto esperti sanitari di un paese che sta affrontando la diffusione del contagio da SARS-CoV-2 da circa due mesi e che ha quindi maturato esperienza sul tema, la conferenza ha visto anche la partecipazione della Deputy Minister del Ministero della Salute e dello Sport del Myanmar dr. Mya Lay Sein, del Sottosegretario di Stato alla Salute on. Sandra Zampa, dell’Ambasciatrice Italiana in Myanmar Alessandra Schiavo e dell’Ambasciatrice del Myanmar in Italia Hmway Hmway Khine, rafforzando così l’impegno istituzionale nella collaborazione tra Italia e Myanmar.Il Rettore prof. Paolo Andrei e la Pro Rettrice all’Internazionalizzazione prof.ssa Simonetta Anna Valenti hanno portato i saluti dell’Università di Parma, ribadendo l’interesse dell’Ateneo nel collaborare con il Myanmar. Questo interesse era già stato espresso durante il viaggio del Rettore Andrei e della Pro Rettrice Valenti in Myanmar nel giugno del 2019. Nel corso della videoconferenza, che ha visto la partecipazione di 30 persone, il dott. Sergio Venturi, Commissario Straordinario per l’Emergenza Covid della Regione Emilia-Romagna, ha illustrato le politiche sanitarie implementate dalla Regione per fronteggiare l’emergenza e il prof. Roberto Cauda, docente di Infettivologia dell’Università Cattolica di Roma, ha condiviso i successi, gli errori e le previsioni relativi alla gestione sanitaria della pandemia.Tutti i partecipanti hanno manifestato grande soddisfazione per il lavoro svolto e il prof. Sarli ha concluso la videoconferenza con la promessa di continuare questo importante percorso di condivisione e di aiuto reciproco con scambio di documenti, incontri telematici meno formali, videoregistrazioni.Gli organizzatori hanno attivato una pagina Facebook e un canale Youtube per rendere più agevole il proseguimento di questa collaborazione.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“La didattica a distanza richiede un più stretto patto di collaborazione tra insegnanti e genitori”

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 marzo 2020

In questo momento difficile, la scuola ha un ruolo di grande responsabilità e non soltanto per garantire la continuità didattica, ma per tenere vivi i legami sociali e dare regole di comportamento. “E’ nella mission del FAES, che significa appunto Famiglia e Scuola, essere vicini alle famiglie – conferma Sam Guinea, responsabile del Progetto Coding di Scuole FAES Milano – ora però cerchiamo di farlo ancora di più, con aiuti pratici, come procurare un pc a chi non ce l’ha, o spiegando ai ragazzi sui social perché vengono loro chieste certe rinunce, come limitare le uscite o avere disciplina nell’uso dei dispositivi elettronici, che dopo una certa ora vanno spenti”.“E d’altro canto – continua Guinea – senza il supporto dei genitori gli insegnanti non possono affrontare per lungo tempo, come si profila, la sfida della didattica a distanza, specialmente per quanto riguarda bambini e ragazzini della scuola primaria e secondaria di primo grado che non sono autonomi nell’uso di strumenti tecnologici. Serve che mamma o papà – pur oberati da cambi di abitudini e di orari, smark working, gestione dei figli a casa – ritaglino un po’ di tempo per aiutarci nel coordinamento delle attività da remoto”.
Scuole FAES Milano è una realtà di oltre 1100 studenti, dall’asilo nido ai licei, che ha grande dimestichezza con il digitale (il coding, cioè la programmazione, viene insegnato dalla seconda elementare e le abilità tecnico-informatiche sono promosse a tutti i livelli di istruzione) e tuttavia riconosce che fare a didattica a distanza non è solo una questione tecnologica: non si può improvvisare, non significa tenere cinque ore di lezione online come se si fosse tutti in aula, o dare più compiti come durante le vacanze, ma riprogettare completamente il modo di insegnare.“Abbiamo lavorato a lungo – spiega Guinea – per mettere a punto un sistema che speriamo sia efficace per la fascia 6-14 anni: registriamo video di 10-15 minuti sui vari argomenti e alleghiamo una comunicazione ai genitori che spiega quando è necessario il loro intervento (un altro video da scaricare, una ricerca da fare via internet), così che possano organizzarsi. Naturalmente lasciamo del tempo, perché non sappiamo quando lo studente vedrà la consegna – magari durante il giorno sta con i nonni che non hanno il pc, oppure usa quello di papà o mamma quando non fanno smart working – né quando il genitore potrà aiutarlo. Solo successivamente affrontiamo l’argomento online, in piccoli gruppi alla volta o tutti insieme, e in un secondo momento introdurremo le valutazioni, che sono necessarie”. Alla scuola primaria però è già stato fatto un primo tentativo di interrogazione: a gruppi di 3-4 connessi in videoconferenza, in base alla disponibilità a collegarsi dichiarata dai genitori, i bambini hanno affrontato delle brevi schede di lettura. E’ stata anche organizzata una “merenda col maestro”, un appuntamento live per tenere vivo l’aspetto relazionale.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

“Nuova collaborazione tra BNP Paribas e T.I.E.”

Posted by fidest press agency su sabato, 15 febbraio 2020

BNP Paribas e T.I.E. – The Intermonte Eye, il provider digitale di informazione professionale indipendente e autorevole di Intermonte – annunciano una nuova collaborazione dedicata a consulenti finanziari e private banker.Attraverso questa collaborazione, i due istituti finanziari mirano a mettere a fattor comune l’esperienza nell’analisi sui principali trend di mercato di Intermonte con la capacità di emettere e quotare soluzioni di investimento di BNP Paribas. L’obiettivo è quello di creare contenuti a valore aggiunto accessibili in modo semplice e gratuito. Nello specifico Intermonte sarà impegnata nella promozione di ricerche di mercato e trend di investimento traducendole poi in soluzioni di investimento accessibili attraverso gli strumenti finanziari che BNP Paribas mette a disposizione degli investitori sul mercato di Borsa Italiana. Il focus, in particolare, sarà sui certificati di investimento, asset class che nel 2019 si è contraddistinta per volumi e performance di mercato.La partnership si estende, inoltre, all’organizzazione di eventi e incontri dedicati ai professionisti della finanza, con l’obiettivo di analizzare le attuali tendenze di mercato e aumentare il livello di education per stimolare il dibattito sull’utilizzo dei certificati di investimento. In particolare, durante il mese di febbraio, BNP Paribas e T.I.E., The Intermonte Eye, hanno previsto due eventi dal titolo “MegaTrend 2020: la ricerca applicata alle soluzioni d’investimento”. Gli appuntamenti si terranno a Milano il 14 febbraio dalle ore 9:00 presso la Torre Diamante – Sede di BNP Paribas – in Piazza Lina Bo Bardi 3 e a Verona il 19 febbraio dalle ore 15:00 presso l’Hotel Leon D’Oro – Viale Piave, 5. L’agenda degli eventi comprende un primo intervento di Antonio Cesarano, Chief Global Strategist di Intermonte Sim, che si focalizzerà sui trend macroeconomici per il 2020. A seguire Matteo Battaglia, Head of T.I.E., presenterà i principali temi di investimento per i prossimi mesi e alcune soluzioni specifiche applicate ai certificati. Infine, Luca Comunian, Head of Marketing – Global Markets di BNP Paribas CIB e Francesco De Santis, Distribution Sales di BNP Paribas CIB, spiegheranno come sfruttare il potenziale dei certificati non solo per il trading, ma anche per coprire parzialmente o totalmente il proprio portafoglio dai rischi di mercato; affronteranno, inoltre, il tema degli investimenti sostenibili e presenteranno i prodotti sui quali BNP Paribas si concentrerà nel corso dell’anno.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Castelli, “Rinnovato clima di collaborazione istituzionale”

Posted by fidest press agency su martedì, 12 novembre 2019

Roma – “Con Comuni, Città Metropolitane e Province, nei mesi scorsi, abbiamo avviato un percorso importante per arrivare ad una revisione di struttura e funzioni di queste realtà. Un percorso che passa anche attraverso la riforma del Testo Unico degli Enti Locali, su cui continueremo a lavorare, con la Conferenza Stato-Città, in un rinnovato spirito di collaborazione istituzionale”.Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, alla riunione di insediamento della Conferenza Stato-Città, tenutasi al Viminale.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immediata collaborazione e disponibilità Anbi al nuovo governo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 settembre 2019

“Al riconfermato Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte ed al nuovo Governo auguriamo buon lavoro, mettendo come sempre, a disposizione del Paese, l’esperienza e la professionalità maturate dai Consorzi di bonifica in settori riconosciuti determinanti, quali la sicurezza idrogeologica, le infrastrutture irrigue, la tutela ambientale, lo sviluppo delle energie rinnovabili”: è questa la prima dichiarazione di Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI), dopo la formalizzazione degli incarichi nell’Esecutivo.Vincenzi esprime anche un saluto ed un ringraziamento all’ex Ministro Gian Marco Certinaio.
“Ai Ministri di nostro riferimento per le loro competenze, – prosegue il Presidente di ANBI – quali Teresa Bellanova alle Politiche Agricole Alimentari Forestali, Sergio Costa all’Ambiente, Paola De Micheli alle Infrastrutture, Roberto Gualtieri all’Economia, Dario Franceschini alla Cultura e Turismo, Giuseppe Provenzano al Sud, offriamo immediata disponibilità al confronto per contribuire alla costruzione di un Paese, capace di rispondere alla sfida epocale dei cambiamenti climatici, valorizzando le eccezionali risorse espresse dai territori, per la cui manutenzione quotidianamente operiamo.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Progetto di collaborazione commerciale fra Italia e Messico

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 aprile 2019

L’on. Nissoli è intervenuta alla conferenza stampa sui rapporti economici Italia Messico in cui sono state presentate le possibilità di investimento in Messico da parte delle imprese italiane. Un evento promosso da Patrizio Baroni, consigliere, nonché vicepresidente onorario con delega al turismo, commercio estero e relazioni pubbliche, della locale Camera di Commercio – la Canaco Servytur di Playa del Carmen. Patrizio Baroni ha avviato un progetto per agevolare le imprese italiane che vogliono entrare nel mercato messicano, anche in stretta collaborazione con la Segretaria dello Sviluppo Economico dello Stato del Quintana Roo, M.ta Rosa Lozano, che è coordinatrice di tutte le Segreterie di economia degli Stati del Sud-Sud/Est del Messico. Inoltre, sono intervenuti alla conferenza il Ministro Jorge Luis Hidalgo, addetto commerciale dell’Ambasciata del Messico, e l’Avv. Maria Grazia Galeotti, in rappresentanza della P&B Network.L’on. Nissoli, nel suo intervento, ha detto che: ”i nostri concittadini, residenti all’estero, possono rappresentare un valore aggiunto, se non la chiave di volta, per la costruzione di una rete, dinamica, di rappresentanza della nostra italianità, nel senso più ampio del termine, anche sotto gli aspetti commerciali. Mi domando spesso se l’evoluzione sociale e, con essa, quella economico-commerciale non si sviluppi, oggi, ad una velocità tanto elevata che la politica non riesce a sostenere. Questi Italiani, con la I maiuscola, hanno costruito fortune, realtà imprenditoriali ma, soprattutto, una rete di relazioni internazionali che, laddove le vogliamo condividere, sono indispensabili per il nostro “Sistema Paese”. Indispensabili per l’evoluzione dei mercati di cui parlavo poc’anzi, indispensabili per la conoscenza che questi concittadini hanno dei diversi Paesi, delle loro economie e delle realtà istituzionali. …… Abbiamo un’altra Italia, fuori dalla penisola, e sarebbe una follia non poter contare su questa rete. Questa è la mia visione. Non cittadini da aiutare, certo, talvolta è necessario anche quello, ma cittadini su cui contare! …. sono molti i cittadini italiani, residenti all’estero, che possono garantirci questo interfaccia, motivati dalla voglia di fare tutto ciò che è possibile perché l’Italia continui ad essere un grande Paese”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

E’ uscito il quaderno “Pro Europa”, realizzato dalla Fondazione Alexander Langer in collaborazione con Una città

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 aprile 2019

“L’abbiamo intitolato “Pro Europa” – scrivono i promotori – in ricordo dell’omonima associazione creata da Alexander Langer per sostenere le “buone ragioni” di una scelta europea. Daniel Cohn Bendit, a partire dalla sua biografia, ci parla di cosa l’Europa abbia significato per la sua generazione e del perché sia oggi giusto impegnarsi per la costruzione di una vera democrazia sovranazionale. Alyn Smith, Judith Sargentini e Roza Thun, europarlamentari, affrontano il problema del deficit democratico nel processo della Brexit, in particolare per la Scozia, e quello del rischio di un arretramento nel campo dei diritti civili nei paesi centro-orientali e non solo. Di un’Agenda per i diritti fondamentali in Europa ci parla Francesco Palermo.
Paolo Bergamaschi ci spiega i limiti di una politica estera e di sicurezza le cui competenze restano nelle mani degli stati nazionali, ma anche la forza di attrazione di quello che resta il più grande progetto di pace della storia dell’umanità.
Sulla sfida dell’immigrazione, su cui forse si gioca il futuro dell’Unione europea, Alessandro Cavalli ci spiega perché non si può ridurre tutto a un problema di buoni e di cattivi sentimenti, di generosa apertura e di chiusura egoistica; e dell’inevitabilità, forse, di porre delle soglie; mentre Ferruccio Pastore ci parla delle difficoltà dell’Europa alle prese con la “crisi dei rifugiati”.Giovanni Damiani ripercorre le tante e cruciali azioni messe in campo dall’Ue nel campo ambientale, mentre Françoise Bonnet approfondisce il tema specifico della gestione dei rifiuti. Giuseppe Bronzini ci spiega cos’è il Pilastro sociale europeo lanciato nel 2017 e Marco Cilento, del sindacato europeo, ci ricorda perché l’Europa è importante per i lavoratori, la loro libertà e i loro diritti.
Infine, Franco Praussello, nello spiegare come l’unione monetaria, in assenza di politiche fiscali, rischi di rimanere un processo incompiuto, auspica un progresso sulla via dell’integrazione politica all’insegna del motto “no taxation without representation”.
Nel quaderno poi si può leggere il programma redatto da Langer per le elezioni europee del 1994, ancora di grande attualità per i temi affrontati, assieme a un suo pezzo sull’antirazzismo e su “una vita semplice”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Siglato accordo di collaborazione tra INGV e ENAC

Posted by fidest press agency su martedì, 19 marzo 2019

Il Presidente dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC), Nicola Zaccheo, e il Presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), Carlo Doglioni, hanno sottoscritto un Accordo quadro tra i due Enti.Al fine di definire le modalità di gestione dell’intesa e le attività di comune interesse, tale Accordo prevede l’istituzione di un Comitato di Cooperazione cui parteciperanno il Direttore Generale INGV Maria Siclari e tre rappresentanti dell’Istituto e, per ENAC, altrettanti rappresentanti con il Vice Direttore Generale Alessandro Cardi. Oggetto dell’Accordo, lo scambio di conoscenze tecniche e scientifiche e la collaborazione nei settori strategici delle ceneri vulcaniche dello Space Weather e dell’utilizzo sperimentale di droni per gli scopi di ricerca e monitoraggio sismico, vulcanico e ambientale.
Viene così formalizzata la collaborazione istituzionale tra i due Enti già posta in essere fin dal 2006, finalizzata al mantenimento e al miglioramento degli standard di sicurezza della navigazione aerea nazionale ed internazionale attraverso il costante monitoraggio dell’attività dei vulcani italiani, la puntuale informazione per gli stakeholders aeronautici e l’applicazione delle procedure di contingenza per l’erogazione dei servizi di navigazione aerea sugli aeroporti italiani prossimali ai vulcani attivi, in aderenza a quanto previsto dagli standard normativi nazionali ed internazionali.In particolare sarà assicurato il supporto dell’INGV, con i suoi due Osservatori vulcanologici nazionali accreditati presso l’Organizzazione dell’Aviazione Civile Internazionale (ICAO – International Civil Aviation Organization), per le attività di competenza dell’ENAC relative alle esercitazioni ICAO VOLCEX. Tali esercitazioni riguardano l’osservazione e la previsione della dispersione delle nubi di cenere vulcanica, per l’applicazione delle procedure previste dall’EUR NAT Volcanic Ash Contingency Plan.Inoltre, in linea con le recenti determinazioni ICAO sull’obbligo di fornire i prodotti e i servizi di Space Weather per l’assistenza alla navigazione aerea internazionale, l’Accordo comprende le attività svolte dall’INGV, anche nell’ambito del Consorzio Europeo PECASUS, per l’osservazione dei fenomeni che avvengono nella ionosfera e nella magnetosfera e la previsione dei fenomeni di Space Weather.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Gruppo Poste Italiane amplia la collaborazione con Microsoft

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 gennaio 2019

Lo fa a supporto del proprio piano di Digital Transformation, sia in ambito Retail che Business, e adotta la piattaforma Cloud di Customer Relationship Management di Microsoft con l’obiettivo di far evolvere la Customer Experience. In linea con l’attenzione di Poste all’integrazione di canale fisico e digitale, il progetto punta sull’unificazione della piattaforma di CRM per le aree Enterprise, PMI e Retail e si sposa con il più ampio piano Deliver 2022 per massimizzare il valore della più grande rete distributiva italiana ai fini di una crescita sostenibile.Per consolidare il proprio posizionamento in un mercato sempre più competitivo e in costante evoluzione, Poste Italiane punta infatti a offrire un miglior servizio ai clienti, grazie a una gestione più integrata e personalizzata della relazione con gli stessi, a prescindere dal ramo di attività, che si tratti del recapito di corrispondenza e pacchi, dei servizi finanziari e assicurativi, dei sistemi di pagamento e della telefonia mobile. Poste Italiane ha sviluppato un ampio progetto di trasformazione digitale e grazie alla partnership strategica con Microsoft, che fa leva in primis sulla flessibilità della piattaforma cloud Dynamics 365, indirizzerà una visione completa e sempre aggiornata dei propri utenti e delle attività in corso, in modo da ottimizzare l’esperienza e offrire servizi sempre più integrati.Con la soluzione CRM Dynamics 365 Poste Italiane potrà, quindi, far leva su applicazioni di business avanzate e su report grafici intuitivi, il tutto con massime garanzie di sicurezza e privacy in linea con i più elevati standard internazionali e con il GDPR. Grazie a una maggiore intelligenza dei processi e capacità di trasformare le informazioni in insight strategici, il Gruppo punta, non solo a incrementare le opportunità di penetrazione e cross-selling, ma anche a ottimizzare l’organizzazione del lavoro, con l’obiettivo ultimo di migliorare la Customer Experience.Attenta a cavalcare le potenzialità del digitale, Poste Italiane sta guardando con interesse anche all’Intelligenza Artificiale e, in prospettiva, il progetto in collaborazione con Microsoft evolverà includendo lo sviluppo di un chatbot come ulteriore canale di comunicazione con la clientela, per rispondere alle richieste in modo più efficiente e puntuale. “Poste Italiane è parte integrante del tessuto sociale e produttivo del Paese e siamo orgogliosi di mettere la nostra expertise al servizio del loro percorso di trasformazione digitale. Si tratta del più grande progetto di adozione cloud di Customer Relationship Management su tecnologia Microsoft in Italia e siamo sicuri contribuirà all’efficienza e alla crescita sostenibile del Gruppo, con un impatto positivo sui 13 mila uffici postali, 134.000 dipendenti e 34 milioni di clienti sul territorio. Grazie alle nuove tecnologie sarà possibile migliorare l’organizzazione del lavoro, ottimizzare i processi e gestire la relazione con i clienti in modo efficace, per offrire, in ultima battuta, un servizio più a misura di cittadino. In futuro anche l’Intelligenza Artificiale giocherà un ruolo chiave in questo senso”, ha commentato Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La collaborazione tra Esperanto e Nazioni Unite

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 gennaio 2019

L’Associazione Mondiale per l’Esperanto, la cui sezione italiana è la Federazione Esperantista Italiana (www.esperanto.it), promuove l’impegno multilaterale del movimento esperantista per un mondo più pacifico, giusto e sostenibile. Per questo motivo da oltre 60 anni lavora con le Nazioni Unite (ONU) in molti settori. Il campo della collaborazione tra la più grande associazione che riunisce gli esperantofoni e la maggiore organizzazione di Stati è guidato con forza e attenzione dall’italiana Sara Spanò, con il sostegno del presidente Mark Fettes, degli altri membri del Consiglio Direttivo e del Direttore Generale.
Il movimento esperantista è una comunità diffusa in tutto il mondo che da oltre un secolo rappresenta un esempio di efficace di comunicazione interculturale. Nel 1954 L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) ha approvato una risoluzione in cui viene riconosciuto che i risultati ottenuti dall’esperanto in materia di scambi culturali coincidono con i propri scopi ed ideali. Un ulteriore riconoscimento ancora più esplicito, è giunto nel 1985 con la risoluzione di Sofia, con la quale si chiede “al Direttore Generale di seguire costantemente lo sviluppo dell’esperanto come strumento per una migliore comprensione fra nazioni e culture diverse”. La collaborazione con le Nazioni Unite in oltre 60 anni si è sviluppata in diversi settori. A New York, l’Associazione Mondiale per l’Esperanto è in contatto con il Dipartimento di informazione pubblica e il Consiglio economico e sociale (EKOSOK); a Parigi con l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO), ed a Ginevra e Vienna con i vari organi delle Nazioni Unite in materia di pace, i diritti umani, e le popolazioni indigene.
Dal marzo 2018, l’Associazione Mondiale per l’Esperanto è nel Consiglio Direttivo della Conferenza delle organizzazioni non governative. Tra le altre cose, l’Associazione Universale per l’Esperanto è stata l’autore principale del messaggio della Conferenza in occasione del 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo nel dicembre 2018. Nel frattempo, un membro della Gioventù Esperantista Mondiale partecipa al Consiglio Direttivo dell’Incontro Internazionale di Coordinamento delle Organizzazioni giovanili, e contribuisce attivamente a vari eventi delle Nazioni Unite come il Forum della gioventù EKOSOK (8-9 aprile). ( fonte: http://www.esperanto.it)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Air France-KLM e GOL rafforzano la loro collaborazione nel mercato italiano

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 dicembre 2018

A partire dal 1° Gennaio 2019, Air France-KLM rappresenterà in Italia la compagnia aerea brasiliana GOL, la più grande in termini di marketshare per i voli domestici in Brasile. Agenti di Viaggio e Aziende avranno un unico riferimento per tutti e tre i vettori che garantiranno non solo il supporto tecnico, ma anche un valido aiuto tutte le questioni relative a prodotti, servizi, contratti e qualsiasi tipo di esigenza commerciale. Nel 2018, Air France-KLM sta proseguendo con la propria strategia di sviluppo in Brasile che l’ha portata ad inaugurare, per la prima volta contemporaneamente, due nuove rotte tra Fortaleza e gli hub europei di Amsterdam-Schiphol e Parigi-Charles de Gaulle. Dal 3 maggio 2018, KLM Royal Dutch Airlines collega Amsterdam-Schiphol e Fortaleza con 3 voli settimanali operati con Airbus A330 dalla capacità di 268 posti e Air France attraverso Joon, l’esperienza di viaggio di nuova generazione, offre ai propri clienti 2 voli settimanali tra Parigi-Charles de Gaulle e Fortaleza e 3 voli settimanali a partire dalla stagione invernale 2018/19 operati con Airbus A340 della capacità di 278 posti.
In totale, durante la stagione invernale 2018, Air France-KLM offre 6 voli settimanali tra Europa e Fortaleza.Air France-KLM e il partner brasiliano GOL hanno, inoltre, lanciato un nuovo hub strategico a Fortaleza per semplificare la possibilità di coincidenze interne per i clienti di Air France, KLM, Joon e GOL che potranno così beneficiare di un unico check-in e un tempo di viaggio più breve dall’Europa verso 6 destinazioni nel Nord-Est del Brasile come Belém, Brasilia, Manaus, Natal, Recife e Salvador.In totale, i clienti di Air France-KLM e GOL beneficiano di un network ottimizzato con 104 destinazioni europee e 50 destinazioni in Brasile.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Repubblica Centrafricana punta sulla collaborazione con l’Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 ottobre 2018

La Repubblica centrafricana vorrebbe ancora più Europa in casa. «Venite a investire», ribadisce Sarandji, raccontando di aver incontrato imprese italiane dell’energia e della finanza. Quando gli si chiede se non ha paura che i Paesi occidentali depredino il suo Stato delle sue uniche risorse, il premier centrafricano dice: «Ci sono opportunità di investimento e di trasferire tecnologia, ci guadagniamo entrambi». E se gli si domanda un parere sulle politiche contro i migranti economici del governo risponde con la consueta calma: «Io non me la sento e non voglio giudicare quello che fanno le istituzioni italiane, di certo quello a cui aspiriamo non è che i nostri giovani partano, ma creare qui più lavoro per loro».

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Accordo di collaborazione istituzionale con l’Università del Cile

Posted by fidest press agency su domenica, 23 settembre 2018

Camerino Il Rettore Unicam prof. Claudio Pettinari ed il Rettore dell’Università del Cile prof. Ennio Vivaldi Véjar hanno firmato un accordo di collaborazione istituzionale con l’obiettivo di promuovere lo scambio e la cooperazione tra le due Università, di attuare azioni volte a sviluppare congiuntamente progetti di natura accademica, scientifica e culturale di reciproca utilità, nell’adempimento dei rispettivi scopi istituzionali, nella convinzione che l’istituzione di tali progetti permetterà di aumentare la qualità della ricerca e della didattica.L’accordo, coordinato dal prof. Emanuele Tondi per Unicam e dal prof. Eduardo Vera Sobrino per Uchile, prevede la possibilità per studenti Unicam di lavorare e sviluppare tematiche di ricerca insieme a docenti di fama mondiale, sia nel campo della geologia che dell’ingegneria e dell’architettura, come G. Rodolfo Saragoni Huerta e Daniela Andrea Diaz Fuentes. L’accordo sarà rivolto alla gestione sostenibile delle risorse naturali e alla riduzione dei rischi naturali, in collaborazione con il Programma per la riduzione dei rischi e dei disastri socio-naturali dell’Università del Cile (CITRID – https://citrid.uchile.cl), con sede a Santiago e diretto dal prof. Jaime Campos.La collaborazione tra i due Paesi, iniziata a Camerino con un incontro al quale ha partecipato il Secondo Segretario dell’Ambasciata del Cile con delega alle relazioni internazionali dott. Rodrigo Waghorn Gallegos, è proseguita con la visita del prof. Emanuele Tondi presso il Dipartimento di Geofisica dell’Università di Santiago del Cile, dove ha tenuto un corso relativo alla sequenza sismica in Italia centrale del 2016-2017, nel quadro della tettonica attiva e sismicità dell’Appennino centro-meridionale.La conoscenza diretta e approfondita delle due realtà geologiche così come il confronto degli strumenti che i due Paesi utilizzano per la riduzione dei rischi naturali rappresenterà sicuramente un passo in avanti per la loro mitigazione. Gli incontri scientifici che verranno organizzati nell’ambito dell’accordo saranno integrati con escursioni sul campo a cui sono invitati colleghi e studenti delle due Università in modo da stabilire una collaborazione attiva tra le due realtà scientifiche, anche mediante tesi di laurea e di dottorato da svolgere in collaborazione e nei due Paesi.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collaborazione tra Assistenti Sociali e Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati

Posted by fidest press agency su sabato, 14 luglio 2018

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali e l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) hanno siglato l’avvio di una collaborazione con lo scopo di contribuire alla qualificazione del sistema di tutela e integrazione per rifugiati e richiedenti asilo con particolare riguardo alle persone portatrici di esigenze specifiche, inclusi minori stranieri non accompagnati, persone vittime di tortura, persone con disagio mentale e altre.La collaborazione ha la finalità di favorire la sistematizzazione delle migliori prassi nell’accesso ai servizi di tutela offerti sul territorio, in funzionale raccordo con gli altri attori operanti nel sistema di asilo, nell’accoglienza e nel percorso di integrazione, nonchè con i servizi di assistenza sanitaria e sociale. L’accordo di collaborazione, siglato da Gianmario Gazzi, Presidente del Consiglio Nazionale degli Assistenti Sociali e da Felipe Camargo, Rappresentante Regionale dell’UNHCR per il Sud Europa, nasce dalla necessità di garantire effettiva protezione a rifugiati e richiedenti asilo attraverso sinergie e mutuo coinvolgimento nelle attività di comune interesse, con particolare attenzione alla promozione del loro ascolto e della loro partecipazione, veicolo indispensabile per l’esercizio dei loro diritti.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »