Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘collegato’

La conciliazione e l’arbitrato in materia di lavoro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 ottobre 2010

È stato definitivamente approvato  dalla Camera, il 19 ottobre 2010, il disegno di legge collegato sul lavoro. Tra i contenuti del ddl, in corso di pubblicazione nella GU,  norme sulla conciliazione e l’arbitrato; In particolare, la conciliazione può (non deve, ciò significa che  il lavoratore la può avviare  anche con organismi di conciliazione iscritti nel Registro presso il ministero di giustizia) essere proposta tramite l’associazione sindacale a cui l’interessato aderisce; la richiesta di espletamento del tentativo di conciliazione interrompe la prescrizione e sospende, per la durata del tentativo di conciliazione e per i 20 giorni successivi alla sua conclusione, il decorso di ogni termine di decadenza. Quanto all’arbitrato, la nuova disciplina contempla anche altre forme oltre a quello che può instaurarsi durante il tentativo di conciliazione, per es., la possibilità per il lavoratore all’atto dell’assunzione di decidere se ricorrere all’arbitrato in caso di future controversie, con esclusione del licenziamento. A tal fine, il lavoratore sottoscrive una clausola compromissoria valida per ogni lite, escluso il licenziamento, per il quale resta obbligatorio ricorrere al giudice ordinario. Dunque, obbligo di formazione in materia di conciliazione e arbitrato  anche per i consulenti del lavoro? Penso proprio di sì – afferma il presidente dell’A.n.p.a.r. Pecoraro, non solo, ma potrebbero essere chiamati, (oltre che designati dal responsabile di un organismo di conciliazione) in qualità di ausiliari del conciliatore, come CTU, periti ecc.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I partiti e il collegato lavoro

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 ottobre 2010

“Il Pd, dunque, ha perso un’occasione” scrive Giuliano Cazzola nella sua rubrica settimanale su Libertiamo.it a proposito dell’approvazione definitiva, alla settima lettura, del cosiddetto “collegato lavoro”. Il Pd – scrive il vicepresidente della Commissione Lavoro della Camera –  non è stato capace neppure di attribuirsi le notevoli modifiche” introdotte dopo il rinvio alle camere del primo testo da parte del Presidente Napolitano. “E’ rimasto lì a girare a vuoto come un disco rotto, a ribadire stancamente le consuete osservazioni care alla Cgil”, in particolare sul tema dell’arbitrato “come se il lavoratore non fosse capace di assumersi la responsabilità di prendere una decisione e i padroni, in Italia, si ingegnassero a turlupinare i lavoratori con artifici ingannevoli per imporre loro un giudizio di fronte ad un collegio arbitrale terzo”.“Diversa – conclude Cazzola – è stata la linea di condotta dell’Udc in Commissione e in Aula, dove ha espresso voto favorevole”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Approvato il collegato lavoro nella P.A.

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 ottobre 2010

La Camera dei deputati ha approvato ieri in via definitiva il disegno di legge n. 1441 quater-f  in materia di lavoro pubblico e privato (collegato alla manovra di finanza pubblica per gli anni 2009-2013) che – nel modificare alcune disposizioni già approvate in sede parlamentare e oggetto, successivamente, del messaggio del Presidente della Repubblica del 31 marzo 2010 – contiene nuove e numerose norme di riforma della Pubblica Amministrazione. Ecco in sintesi le principali novità:
Rafforzamento della trasparenza nella P.A. (Art. 5) L’articolo contiene una serie di disposizioni di semplificazione degli adempimenti inerenti gli obblighi formali di informazione cui sono tenute le Pubbliche amministrazioni, ovvero la trasmissione per via telematica al Dipartimento della Funzione pubblica di tutti i dati relativi a retribuzioni annuali, curricula vitae, indirizzi di posta elettronica e numeri telefonici d’uso professionale dei dirigenti nonché i tassi di assenza e di maggiore presenza di tale personale. Tutti questi dati saranno pubblicati sul sito istituzionale del Dipartimento.
Mobilità e aspettativa del personale (Artt. 13 e 18) Viene ampliata la sfera di applicazione sia della “mobilità collettiva” che della “mobilità volontaria”. Nel primo caso saranno attivate tutte le procedure necessarie per ricollocare il personale in esubero; nel secondo, invece, si prevede la possibilità di utilizzare in assegnazione temporanea il personale proveniente da altre pubbliche amministrazioni per un periodo non superiore al triennio. I dipendenti pubblici, inoltre, potranno essere collocati in aspettativa non retribuita, per un massimo di dodici mesi, anche per avviare un’attività professionale o imprenditoriale autonoma. Durante  tale periodo non saranno quindi applicate le disposizioni che prevedono l’incompatibilità e il cumulo degli impieghi nei confronti del dipendente della Pubblica amministrazione.
Trattamento dei dati personali (Art. 14) L’articolo reca norme in materia di comunicazioni effettuate da soggetti pubblici. Sul punto viene modificato il “Codice della Privacy”  al fine di bilanciare le esigenze di trasparenza nello svolgimento delle funzioni pubbliche nella P.A. e la necessità di tutelare la riservatezza dei dati personali. Saranno oggetto di protezione soltanto le notizie concernenti la riservatezza dei dati strettamente personali, come ad esempio lo stato di salute o comunque atti a rivelare informazioni sensibili.
Pari opportunità e assenza di discriminazioni (Art. 21) E’ istituito il “Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavoro e contro le discriminazioni”, formato da rappresentanti dell’amministrazione e dalle rappresentanze sindacali, che dovrà garantire e vigilare sull’effettiva pari opportunità tra uomini e donne, nonché a contrastare fenomeni di ‘mobbing’.
Permessi, congedi e assistenza a familiari con handicap (Artt. 23-24) Le norme degli articoli 23 e 24 riguardano, in particolare, il riordino delle norme in materia di congedi, malattia e permessi (anche quelli volti a favorire l’assistenza dei portatori di handicap). Al riguardo, è prevista una delega al Governo (da attuare entro 6 mesi dall’entrata in vigore del provvedimento e senza oneri aggiuntivi a carico dello Stato) per il riordino della normativa in materia di congedi, aspettative e permessi spettanti ai lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato secondo i principi e i criteri espressamente richiamati.
Quanto ai permessi per l’assistenza ai portatori di handicap, con l’art. 24 viene modificata la Legge n.104 del 1992, limitandone il diritto in relazione al grado di parentela e riconoscendone la fruibilità in forma alternata a un solo lavoratore dipendente per volta per la stessa persona con handicap in situazione di gravità. La ratio della norma non è quella di colpire la valenza sociale della disciplina di tutela delle persone con handicap bensì -al contrario – quella di razionalizzarne i presupposti e l’utilizzo, contrastando con decisione ogni forma di abuso.
Trasmissione online all’Inps dei certificati di malattia (Art. 25) Il testo appena approvato prevede, all’articolo 25, che a decorrere dal gennaio 2010 siano estese anche al settore privato le norme in materia di rilascio e di trasmissione dell’attestazione di malattia, già previste per i dipendenti pubblici. Anche i medici privati saranno pertanto sottoposti alle norme in materia di rilascio e di trasmissione telematica dell’attestazione di malattia, così come già avviene per i medici di base. La certificazione dovrà essere trasmessa per via telematica direttamente all’Inps, che a sua volta la inoltrerà all’amministrazione di competenza, ai sensi dell’articolo 55-septies del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, come modificato dal decreto legislativo n. 150 del 2009 (“Riforma Brunetta della PA”).

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arbitrato lavoro e collegato

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 settembre 2010

Roma 28 settembre alle ore 15,00 nella Sala Nassirya del Senato della Repubblica, si terrà una conferenza stampa in cui verrà illustrata la posizione del Partito democratico sul Collegato lavoro e l’arbitrato.  Alla conferenza stampa parteciperanno Enrico Letta, vicesegretario del Pd, Anna Finocchiaro, presidente dei senatori del Pd, Tiziano Treu, vicepresidente della Commissione Lavoro, Stefano Fassina, responsabile del Dipartimento Economia e Lavoro del Pd, e i componenti del Pd delle commissioni Affari Costituzionali e Lavoro di Palazzo Madama.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collegato Lavoro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 settembre 2010

“Respingiamo al mittente l’appello di Stefano Fassina che invita la maggioranza a ritirare il “collegato lavoro” ora sottoposto al voto del Senato” lo afferma in una nota l’on. Giuliano Cazzola, Vice Presidente della Commissione Lavoro e relatore del provvedimento alla Camera. “Per noi si tratta di un provvedimento importante  – aggiunge Cazzola – nell’interesse del mondo del lavoro. Molti sono i contenuti innovativi: dalle tutele previdenziali per il lavoro usurante, alla riforma degli ammortizzatori sociali. In particolare, la maggioranza considera molto significative le norme riguardanti le forme stragiudiziali di risoluzione delle controversie di lavoro, peraltro condivise da quasi tutte le forze sociali, nella ridefinizione delle quali si e’ tenuto debitamente conto delle osservazioni contenute nel messaggio di rinvio alle Camere del presidente della Repubblica. Non e’ corretto – conclude Cazzola – che l’opposizione, al servizio della Cgil, continui a strumentalizzare la posizione del Capo dello Stato”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collegato Lavoro

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Mag 2010

“L’approvazione del <collegato lavoro> da parte della Camera costituisce  sicuramente un risultato positivo per la politica sociale del Governo” lo afferma con una dichiarazione Giuliano Cazzola, relatore del provvedimento, e presidente della consulta del lavoro del PDL. “Gli ostacoli che il provvedimento ha incontrato – aggiunge Cazzola precisando che quella di oggi è stata la  quinta lettura –  sono la prova, in fondo, di quanto sia complicato in Italia portare avanti idee nuove nel campo del lavoro. Le difficoltà hanno comunque consentito di mettere a punto delle norme che saranno più forti ed operative perchè più condivise. Il PdL esprime piena fiducia nel ruolo che le parti sociali sapranno svolgere nell’individuazione, nella contrattazione collettiva, di forme di risoluzione stragiudiziale delle controversie di lavoro in grado di modernizzare il nostro sistema di relazioni industriali e di rendere – conclude Cazzola – più rapida ed equa la stessa giustizia del lavoro”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contro il “collegato lavoro”

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 marzo 2010

Roma 22 marzo ore 10.30 presidio alla sede dell’OIL, Via Nazionale (Altezza Cinema Rialto) –Previste iniziative in tutta Italia. Il 3 marzo scorso il Parlamento ha definitivamente approvato il cosiddetto “collegato lavoro” che colpisce pesantemente il diritto del lavoro ed i diritti dei lavoratori. Proprio quando la crisi e le ristrutturazioni in corso stanno determinando riduzioni di salario e centinaia di migliaia di disoccupati e di precari senza più lavoro, la maggioranza, con una opposizione parlamentare silente da mesi e mesi su questo tema, ha varato un provvedimento di legge che complessivamente impedisce anche l’autodifesa legale del lavoratore attraverso gli strumenti sino ad oggi utilizzati e consente di “affidare” la legislazione del lavoro non più alla giustizia ed alla magistratura, ma al coinvolgimento di quei sindacati concertativi che più rispondono alle esigenze delle controparti aziendali. Nella stessa giornata del 22 i rappresentanti di RdB, SdL Intercategoriale e Snater parteciperanno alle assemblee indette dall’Associazione Giuristi Democratici, che si terranno a Roma e nelle maggiori città italiane, per denunciare la gravità del provvedimento legislativo. (In allegato elenco delle assemblee).

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Art.18 statuto lavoratori

Posted by fidest press agency su sabato, 20 marzo 2010

“E’ inaccettabile che, nonostante le smentite, si continui a coinvolgere il Presidente della Repubblica nell’assurda polemica sullo<aggiramento> dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori” lo afferma in una nota l’on. Giuliano Cazzola, Vice Presidente della Commissione Lavoro della Camera, che aggiunge “Il <collegato lavoro> è una legge complessa, composta da ben 50 articoli. Ha avuto quattro letture e, lungo il suo iter legislativo iniziato nell’autunno del 2008, si è caricata di norme non sempre omogenee. E’ comprensibile che gli Uffici della Presidenza della Repubblica esaminino con cura le disposizioni di un provvedimento tanto ampio. Al di là delle questioni poste dall’articolo 31 in tema di conciliazione e di arbitrato (la cui legittimità non pare essere in discussione) vi sono norme, ignorate dai media, assai più problematiche, in quanto intervengono su processi in corso con interpretazioni autentiche oppure tentano, doverosamente, di porre rimedio ad altre norme precedenti, sanzionate dalla Consulta. Si tratta comunque di situazioni delicate che spiegano l’attenzione del Quirinale>.  On. Giuliano Cazzola

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento: “Collegato lavoro”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2010

Dichiarazione di Fabrizio Tomaselli Coordinatore Nazionale SdL Intercategoriale Il “Collegato Lavoro” è legge e le conseguenze pesantissime di questo ennesimo attacco al diritto saranno come sempre pagate dai lavoratori. Tra l’altro uno degli aspetti peggiori di questa legge sta passando quasi sotto silenzio. Si tratta della norma relativa alla possibilità concreta di impugnare contratti a tempo determinato ritenuti illegittimi, sino a ieri possibile con la vecchia legge e di fatto da oggi impedita, consegnando ai lavoratori precari una forma di “precarietà a vita” che potrà essere interrotta esclusivamente dalla discrezionalità aziendale. In queste ore le forze politiche di opposizione presenti in parlamento hanno presentato 1200 emendamenti su una singola proposta di legge, preannunciando un vero e proprio ostruzionismo per impedire l’approvazione del cosiddetto “legittimo impedimento” che riguarda la giustizia, o comunque per far emergere ancor di più il problema tra l’opinione pubblica. A prescindere dal merito di questo evento, a questo punto non comprendiamo perché lo stesso atteggiamento non sia stato assunto dall’opposizione parlamentare per ciò che riguarda la discussione e l’approvazione del cosiddetto “Collegato Lavoro” che di fatto sta smontando il diritto del lavoro e condannando i lavoratori, primi fra tutti i precari, a condizioni sempre peggiori e sempre meno garantiste. Le forze politiche in parlamento – tutte – evidentemente non ritengono che il lavoro sia argomento appetibile dal punto di vista elettorale e preferiscono non alzare il velo che colpevolmente copre una delle più pericolose e pesanti sconfitte del mondo del lavoro di questi ultimi decenni. Un atteggiamento ipocrita seguito a ruota dalla Cgil, che nonostante il provvedimento sia in parlamento da due anni e sia stato criticato dal solo sindacalismo di base, sta facendo la “voce grossa” solo dopo che la legge è stata approvata. Non parliamo poi di Cisl, Uil e Ugl che sembrano aver accolto con favore questo provvedimento legislativo che consegna alla “concertazione” ed alla “collaborazione” anche gli ultimi barlumi di diritto del lavoro sino ad oggi in mano al lavoratore.”

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Donzelli oggetto dei desideri di Bersani

Posted by fidest press agency su domenica, 26 luglio 2009

Scrive Donzelli: “Ieri pomeriggio mi è arrivata una mail in cui mi si invia la mozione congressuale a sostegno della candidatura Bersani.” Annuncia Giovanni Donzelli, portavoce nazionale dei giovani del PDL, dirigente nazionale del Partito di Berlusconi e consigliere comunale a Firenze. “Non ho idea di come abbia avuto il mio indirizzo internet, lo ringrazio comunque per le parole usate. Testualmente mi ha scritto: -Nei prossimi mesi ci aspetta un lavoro da fare. Tutti assieme. Per costruire un radicamento popolare del nostro partito, per collegarci alle forze produttive del paese- Bellissime parole. Non so se Bersani abbia notte tempo cambiato Partito, ma il mio partito, il PDL, ha già un radicamento popolare ed è già ottimamente collegato alle forze produttive del paese. In più noi il leader lo abbiamo scelto e non abbiamo intenzione di cambiarlo: si chiama Silvio Berlusconi” (n.r. pensiamo si sia trattato di un lapsus freudiano. Secondo Freud, infatti, il fatto, non è casuale, ma rappresenta la manifestazione di un desiderio inconscio che affiora e trova così soddisfacimento. E per Bersani quale potrebbe essere il suo tallone d’Achille? Lasciamo a chi ci legge trarne le debite riflessioni.)

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »