Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘collettiva’

Mostra Collettiva d’arte moderna

Posted by fidest press agency su martedì, 3 settembre 2019

Conversano. 6 settembre 2019 alle ore 17:00 (Esposizione dal 6 all’8 settembre 2019 tutti i giorni ore 17 – 22) presso il Monastero di San Benedetto a Conversano la mostra collettiva promossa dall’Associazione Cuturale Neoartgallery di Roma. La mostra, inserita nella rassegna “Mandorle e Sapori a Corte” vede coinvolti 3 diversi artisti: Niko D’Accolti, Nicola Morea e Jagi. La mostra è a cura di Alessandra Trapanà. In questa occasione, è previsto il Live Painting dell’artista Niko D’Accolti per tutte e tre le serate (ore 19:30).Niko D’Accolti è un’artista poliedrico nato a Conversano (BA) nel 1990.
Consegue la laurea triennale in Grafica d’arte presso l’Accademia di Belle Arti di Bari a pieni voti e con lode. Spazia dal tatuaggio customizzato ai dipinti ad olio e a tempera miscelata a supporti di varia natura, dall’acquerello al tratteggio, dalla figurazione plastica e scultorea a quella onirica e surreale, configurando la sua immagine di artista come completa e illimitata nella capacità di utilizzo dei mezzi e dei linguaggi. Per quanto guardi sempre alle nuove forme e dinamiche dell’arte, il focus più di ispirazione è posto sul passato, dai grandi maestri della figurazione del Rinascimento alla sintesi in campiture e contorni dell’arte giapponese, quasi come Parrasio cerca nella linea le profondità.Da Hieronymus Bosch a Crana e Piranesi fino ai surrealisti in un percorso esaustivo delle possibilità di “far dell’idea materia” come suggeriva già il Da Vinci.
Nicola Morea pittore e grafico professionista,nato a Bari il 16 agosto 1943, risiede ed ha il suo studio a Mola di Bari,eredita la vena artistica da sua madre, creatrice di moda, si forma in pittura alla scuola del pittore italo-venezuelano ‘Don Pedro’. Inizia la sua attività espositiva con una personale a Gioia del Colle nel 1976. Per la grafica si avvale degli insegnamenti di Maria Bellomo, docente di incisione alla Accademia di Belle Arti di Bari, e Marisa Salomone, presso le cui stamperie dal 1980 ad oggi ha eseguito oltre quaranta titoli tra acqueforti, acquetinte, serigrafie e linoleografie.
Al suo attivo ha oltre 50 personali in Italia e all’estero e partecipazioni a concorsi di livello nazionale e internazionali con riconoscimenti significativi. Le sue opere figurano in collezioni pubbliche e private.Nel 2011 è stato invitato alla 54^ Biennale di Venezia.
Jagi, nato in provincia di Foggia nel 1965, opera tra la Puglia e l’Abruzzo.
Ha conseguito la laurea in disciplina delle arti visive dello spettacolo, del “Corso di Pittura” presso l’Accademia di Belle Arti dell’Aquila.
L’amore e la passione per l’arte in genere partono da un desiderio inconscio e recondito, da un impulso, da un luccichio della coscienza che desidera affacciarsi alla realtà.
Realtà che in qualche modo si desidera imprimere con una traccia, come fosse il fondo di una tela o di un supporto su cui dipingere, in cui si cerca di lasciare un segno tangibile ed inequivocabile del nostro vissuto.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Be Different una mostra collettiva con opere di 24 artisti

Posted by fidest press agency su domenica, 9 giugno 2019

Roma Via Raffaele Cadorna 28, Opening: 13 giugno dalle 14 alle 18 13 – 30 giugno 4 2019 Rossocinabro è lieta di presentare Be Different una mostra collettiva con opere di 24 artisti. Roma è una città tra le più impegnate nell’arte contemporanea. L’interesse in questo settore è cresciuto negli ultimi anni soprattutto nella Capitale. Pubblico, privato, musei, spazi espositivi di ogni genere, antico e moderno, stratificazioni, ogni formula è sperimentata per creare interesse e porre l’attenzione ai nuovi linguaggi del contemporaneo. Nell’esposizione è evidente questa versatilità, stili e linguaggi diversi, che passano per le categorie della pittura, mixed media, fotografia, design e installazioni. L’attenzione ai diversi linguaggi, la conoscenza e lo scambio con gli altri trovano modalità concrete e canali privilegiati di realizzazione proprio nei linguaggi artistici ed espressivi. Aspirare ad avviare e a promuovere, passo dopo passo, la ricerca di una ragione comune, può infatti rendere conto di nuove possibilità di confronto e di crescita culturale. A cura di Cristina Madini.
Questa mostra riunisce artisti provenienti da Europa, Stati Uniti, Canada, Giappone, Corea del Sud, Australia e Russia, i cui scopi e pratiche artistiche, sebbene piuttosto diverse, condividono ampi interessi.
In mostra: Marco Azario, Claracarat, Juan Emilio Checa Quevedo, Woon Hyoung Choi, Wendy Cohen, Benny De Grove, Cees Dert, Robert Doesburg, Onno Dröge, Juliet James, Danny Johananoff, Marta Kisiliczyk, Erich Kovar, Kinga Lapot-Dzierwa, Rosana Largo Rodríguez, Noreen Larinde, Menno Vos, Elvio Miressi, Simone Monney, Makotu Nakagawa, Irena Procházková, Irina Volova, Anna Wode, Geek Zwetsloot Img guida: ‘Stolen’ acrilico e olio su tela 90 x 60 cm 2018 – Woon Hyoung Choi
Rossocinabro is pleased to present Be-Different, a group exhibition featuring the works of 24 artists. Rome is one of the busiest cities in Contemporary Art. The interest in this sector has grown in recent years, especially in the Capital. Public, private, museums, exhibition spaces of all kinds, ancient and modern, stratifications, each formula is experimented to create interest and focus attention on the new languages of the Contemporary. The versatility, different styles and languages that go through the categories of painting, mixed media, and photography are many evident in the exhibition. The attention to different languages, the knowledge and the exchange with others find concrete ways and privileged channels to realization precisely in artistic and expressive languages. Aspiring to start and to promote step by step the search for a common reason, can, sure enough, give new possibilities for comparison and cultural growth
This exhibit brings together artists from the Europe, USA, Canada, Japan, South Korea, Australia and Russia whose artistic aims and practices, although quite diverse, share some very broad concerns.
Artists: Marco Azario, Claracarat, Juan Emilio Checa Quevedo, Woon Hyoung Choi, Wendy Cohen, Benny De Grove, Cees Dert, Robert Doesburg, Onno Dröge, Juliet James, Danny Johananoff, Marta Kisiliczyk, Erich Kovar, Kinga Lapot-Dzierwa, Rosana Largo Rodríguez, Noreen Larinde, Menno Vos, Elvio Miressi, Simone Monney, Makotu Nakagawa, Irena Procházková, Irina Volova, Anna Wode, Geek Zwetsloot Curated by Cristina Madini

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collettiva di 18 artisti informali e realisti spagnoli

Posted by fidest press agency su martedì, 25 settembre 2018

Roma dal 26 settembre 2018 al 12 gennaio 2019, per la prima volta in Italia, viene esposta alla Sala Dalí dell’Instituto Cervantes (piazza Navona, 91 Roma) la collettiva che comprende le opere di 18 artisti informali e realisti spagnoli, tra cui Antonio López, Amalia Avia, María Moreno, Manuel Millares, Juana Francés, Antonio Saura, Rafael Canogar, Manuel Rivera e Martín Chirino.
La mostra a cura di María Toral si compone di 34 opere tra dipinti, rilievi, sculture e disegni, riunendo insieme due generazioni di artisti ispanici che hanno dedicato la loro vita all’arte d’avanguardia, in un contesto difficile caratterizzato dall’isolamento politico e culturale del paese.Il desiderio di rinnovare l’arte contemporanea a Madrid negli anni del dopoguerra, tra le difficoltà imposte dalla dittatura franchista, è il comune denominatore di questa mostra che, per la prima volta, riunisce le migliori opere di astrazione e figurazione spagnole di quell’epoca. In particolare sono esposti i lavori dei componenti dei due movimenti d’arte moderna più rappresentative di quegli anni: “El Paso” che ha sperimentato con l’arte informale e “Realistas de Madrid”, orientati all’arte figurativa.Sebbene l’astrazione e la figurazione possono sembrare opposte, ci sono molti punti in comune e influenze simili tra i due gruppi, che vanno oltre la tecnica e il concetto. La collettiva, infatti, propone uno sguardo lucido verso una delle più grandi generazioni della modernità spagnola, focalizzandosi nello scenario madrileno e mettendo faccia a faccia il lavoro degli artisti dell’informale di El Paso (1957-1960) e quello di coloro che seguono il realismo quotidiano. A fare da ponte tra i due gruppi evocati nella mostra è l’arte informale di Lucio Muñoz.Questa mostra – visitabile gratuitamente dal mercoledì al sabato dalle 16 alle 20 – è una testimonianza unica che ci rivela le avanguardie di quegli anni come non si sono mai viste prima. Due stili, due gruppi, ma una lotta comune contro la mancanza di riconoscimento della cultura in un clima oscuro. Ogni artista protagonista di questa mostra ci permette di conoscere dal linguaggio espressivo quello che succedeva in un’epoca chiave per lo sviluppo in Spagna. Senza dimenticare che i loro percorsi artistici condizionano in larga misura le tendenze attuali e che sono parte imprescindibile della memoria spagnola.Al vernissage della mostra, in programma mercoledì 26 settembre alle ore 18.30, interverranno l’artista Rafael Canogar, la curatrice Maria Toral, il direttore dell’Instituto Cervantes di Roma, Juan Carlos Reche e l’ambasciatore di Spagna in Italia, Alfonso María Dastis Quecedo.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra collettiva Immerso

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 giugno 2018

Milano dall’8 al 27 giugno presso il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci mostra collettiva Immerso. L’allestimento che si presenterà ai visitatori non sarà una semplice mostra fotografica ma un caleidoscopico viaggio che dallo Spazio porterà ad esplorare le profondità marine passando per grotte gelate ed architetture urbane. Attraverso gli scatti che i numerosi fotografi hanno realizzato con le loro fotocamere Nikon, sarà possibile ammirare le innumerevoli sfaccettature del mondo che solitamente sono celate alla vista. Dalla macrofotografia alla fotografia astronomica, si potranno ammirare colori mai visti, particolari inaspettati e visioni stupefacenti. Immerso è una mostra dedicata al potere della fotografia, che ha la capacità di catturare l’osservatore per fargli conoscere nuovi mondi possibili.
Per avvicinare il pubblico all’affascinante universo fotografico di Nikon, nell’ambito della mostra verranno proposti due talk gratuiti ed un workshop. Di seguito il programma:
– 13 giugno, ore 17.00: Alessandro Barteletti parlerà della sua esperienza a fianco dell’astronauta Paolo Nespoli.
Il fotografo racconterà il dietro le quinte del suo progetto che ha avuto come protagonista l’astronauta Paolo Nespoli: nel corso di un intero anno ne ha seguito e fotografato l’addestramento in vista della sua terza missione nello spazio. Affiancare Nespoli ha significato vivere la quotidianità dei centri di addestramento di Colonia in Germania (ESA), Houston negli Stati Uniti (NASA) e Star City in Russia (Roscosmos) per scoprire come un uomo “rinasce” astronauta. Storie, aneddoti, organizzazione e imprevisti di un lavoro esclusivo per National Geographic Italia.
– 20 giugno, ore 17.00: Damiano Andreotti racconterà “Il volto riflesso dell’anima”
Damiano Andreotti, poliedrico artista dell’immagine, presenta il progetto “Il volto riflesso dell’anima”: una collezione di ritratti di persone illustri che vengono affiancati a perfetti sconosciuti, donne e uomini scelti per il loro volto e, soprattutto, per il loro essere, per la storia che Damiano sapientemente ferma in uno scatto, forte del suo carattere semplice ed al contempo estremamente complesso e sofisticato.
– 23 giugno, ore 10.00: workshop “La fotografia d’interno spiegata e raccontata da Saverio Lombardi Vallauri”
Saverio Lombardi Vallauri è una delle firme più prestigiose nel settore della fotografia di architettura: ha fotografato elementi architettonici ovunque nel mondo e pubblicato le sue immagini su riviste di livello internazionale. Grazie alla sua esperienza sarà possibile imparare la scelta del corretto punto di vista per il controllo della dinamica prospettica, la giusta posizione del sensore per il controllo delle linee cadenti, il calcolo dell’esposizione ed il bracketing, le scelte per il corretto bilanciamento del bianco e l’uso degli obiettivi tilt/shift.www.nikonschool.it/eventi/mostra-immerso/

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima collettiva dal titolo Empatia

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 aprile 2018

Roma Via delle Fosse di Castello 2 (Castel Sant’Angelo/ San Pietro) galleria Triphè Orario 10.00 – 13.00 16.00 – 19.00 dal Martedì al Sabato prima collettiva dal titolo Empatia a cura di Maria laura Perilli. Con le opere in esposizione si vuole tentare una lettura dell’arte distaccata da aspetti talvolta autoreferenziali e narcisisti,per approdare ad uno scambio e ad una condivisione emozionale sia sul piano figurativo che concettuale. Sono due realtà queste che,fondendosi,potrebbero fornirci una lettura diversa dell’operato artistico. L’arte prova a proporsi come strumento teso a scardinare quella dimensione nella quale stiamo approdando sempre più:esageratamente distaccata,virtuale ed espressione di relazioni umane superficiali nonchè permeate da uno stato di liquidità. La scelta artistica di questa esposizione aspira a stimolare interrogativi che, al di là della immediatezza della figurazione,sondano celati messaggi concettuali.L’arte , infatti,che da sempre è un qualcosa che si tocca e si sente,comporta necessariamente,um coinvolgimento sia dell’intelligenza razionale che della emotività;proprio questa fusione,potrebbe portare ad uma lettura più esaustiva dell’opera. Gli artisti coinvolti sono: Salvatore Alessi,Roberta Coni,Moreno Bondi,Adriano Fida,Enrique Moya,Sara Lovari,Franco Giletta,Antonio Finelli,Giuseppe Barilaro,Marco Stefanucci,Veronica Montanino,Francesco Bancheri,Elena Uliana,Re,Davide Dall’Osso,Ma Lin,Claudio Magrassi,Li Zi,Alessio Deli,Roberta Maola,Benjie Basili Morris,Teresa Merolla,Salvatore Pellegrino,Kristina Milakovic,Arteinacciaio Cavalieri,Lorenzo Santinelli,Gianluca Sità, Salvatore Cammilleri. L’empatia intesa come capacità di coinvolgere emotivamente il fruitore con un messaggio in cui lo stesso è portato ad immedesimarsi,sottolinea la presa di coscienza e la consapevolezza di un sentire che può rigenerarsi,anche,in un particolare modo di percepire l’arte. Ecco ,dunque , l’intento della collettiva:cercare di sottolineare che l’empatia può intercorrere non solo tra persone ma anche tra persone e cose.Un quadro,una scultura,possono aiutare a rigenerare un sentire più completo, fatto sì della percezione immediata dell’immagine ma anche dell’individuazione del messaggio nascosto posto alla base del profilo concettuale dell’opera stessa. La figurazione concettuale può essere, quindi,la strada dak percorrere per una rieducazione delle emozioni. L’osservatore non guarderà,quindi,l’opera con un atteggiamento permeato da puro sentimentalismo o da stupore per l’immagine,ma anche con un background del sentire più analitico e quindi utile a stimolare maggiori riflessioni. Ben venga tutto ciò perchè possa,poi,come una eco trasferirsi a tutte le sfere del sentire.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra collettiva Il paradigma di Kuhn

Posted by fidest press agency su sabato, 20 gennaio 2018

paradigma di KuhnSiena galleria FuoriCampo, opening sabato 20 gennaio, ore 19:00 21 gennaio – 31 marzo 2018 Cremona StudioO2, opening sabato 27 gennaio, ore 18:00 28 gennaio – 28 febbraio 2018. La mostra collettiva Il paradigma di Kuhn riunisce le opere di 19 artisti, dilatandosi in due sedi e in due momenti diversi: la galleria FuoriCampo di Siena ospiterà infatti dal 20 gennaio al 31 marzo una serie di piccoli lavori – uno per ogni artista – che anticipano, senza svelare, l’allestimento delle opere nello spazio museale. Fu l’epistemologo Thomas S. Kuhn nel suo libro più famoso La struttura delle rivoluzioni scientifiche a indicare che la scoperta comincia con la presa di coscienza di un’anomalia rispetto alle aspettative, che viene esplorata finché la teoria paradigmatica non viene riadattata, e ciò che era anomalo si trasforma in normalità. Esiste dunque un legame di continuità fra scienza e rivoluzione, nel senso che lo scienziato opera sempre all’interno di una cornice di riferimento riconosciuta e apparentemente solida, fino ad individuare il limite e a superarlo con un adattamento teorico, alimentando dunque il seme del cambiamento verso una nuova rivoluzione.
Seguendo il pensiero di Kuhn, anche il mondo dell’arte può dirsi scandito da brevi momenti di rivoluzione, Manifesti o Secessioni, a cui si alternano lunghi periodi di “accademismo”, che, riproducendo certi principi compositivi o teorici, stimolano a loro volta un cosiddetto “punto di svolta” sul piano culturale.
Le opere presenti in mostra sono accumulate perciò da un pensiero anti-passatista, inteso non tanto come rifiuto del passato quanto piuttosto come rilettura obiettiva della storia, lontano da riferimenti ideologici pretestuosi, per proiettare la prassi artistica su tematiche più universalistiche attinenti il mutamento e la trasformazione, componenti ultimi e soluzione del reale.
Molti degli artisti invitati lavorano proprio sull’idea di costruzione e adattamento, su equilibri formali e rapporti di forze, in un’incessante analisi del proprio presente e di un’eventuale soluzione per il futuro. Un atteggiamento che forse deriva da un sistema dell’arte nazionale sempre più chiuso su se stesso che offre poche possibilità agli artisti italiani, ancora schiacciati da due paradigmi tanto ingombranti e resilienti – l’Arte Povera e la Transavanguardia – da apparire perfino dogmatici e inibire lo sviluppo di un nuovo corso per l’arte.La mostra di trasforma dunque in una sorta di “spazio critico” sulle attuali “capacità” dell’arte contemporanea, sottoponendo alla verifica sperimentale alcuni principi artistici ed espositivi, grazie alle opere di artisti considerati come marcatori, sensibili indicatori di un’anomalia riconducibile all’esaurirsi della capacità esplicativa del paradigma.
Gli artisti sono Marco Basta, Thomas Berra, Alessandro Biggio, Andrea Bocca, Pamela Diamante, Tony Fiorentino, Mafalda Galessi, Corinna Gosmaro, Helena Hladilovà, Vincenzo Napolitano, Dario Pecoraro, Alessandro Polo, Gianni Politi, Agne Raceviciute, Stefano Serretta, Namsal Siedlecki, Luca Trevisani, Serena Vestrucci, Mauro Vignando. (foto: paradigma di Kuhn)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Collettiva “Young & Forever Young”

Posted by fidest press agency su martedì, 4 luglio 2017

Bramante, GerusalemmeRoma Mercoledì 5 luglio alle ore 18,30 nella galleria Anna Marra Contemporanea in Via di S. Angelo in Pescheria, 32 sarà inaugurata la collettiva “Young & Forever Young”. La mostra, nata da un’idea di Davide Bramante, ospiterà le installazioni di Michele Ciacciofera e Paolo Scirpa, le tele di Romina Bassu e Giulio Zanet, e le fotografie di Turi Rapisarda e dello stesso ideatore e curatore.Si tratta di un percorso di fratellanza, ma soprattutto di un confronto tra linguaggi artistici e generazioni differenti. «In questa mostra», spiega Bramante, «c’è la reale intenzione di unire l’estro e la creatività di artisti che stimo e con cui condivido valori essenziali come l’amicizia». Così l’affetto e l’ammirazione diventano veicoli per riunire nomi di grande spessore tramite il fil rouge dell’ “essere giovane” e del rimanere tale attraverso l’immortalità del pensiero creativo. In altre parole: l’arte non ha tempo perché è pura vitalità. L’esposizione rende perfettamente l’idea sincronica e diacronica dell’indagine umana sul tempo e sulle sue distorsioni, illusioni e profonde riflessioni di artisti, che in una comunanza di intenti, risultano giovani e per sempre giovani.
Ecco un breve portfolio degli autori in mostra, genaration by generation. Romina Bassu, romana, classe 1982, ricerca nell’estetica immaginifica delle prime pubblicità degli anni Cinquanta i volti Ciaccioferainanimati dell’apparenza, talvolta utilizzando un tono sarcastico per deridere la massificazione e le forsennate cure estetiche dell’universo femminile. Giulio Zanet, di poco più giovane e milanese d’adozione, adotta un percorso sintetico, geometrico ma pur sempre dinamico, attraverso la magnifica complessità dei pattern utilizzati e dei giochi di colore.A un passo generazionale si accostano Davide Bramante e Michele Ciacciofera. Il primo, fotografo internazionale e cosmopolita, di origine siracusana, traccia nelle sue opere fotografiche visioni simultanee di spazio e tempo per cogliere il frangente in cui la memoria avviene e si proietta nel futuro. L’altro, artista poliedrico e di chiara fama, che vive a Parigi ma abbraccia origini sarde e siciliane, abbina fossili e materiali naturali alle incisioni nelle ceramiche di segni rupestri tipici delle civiltà neolitiche.All’ultima tappa generazionale appartengono: Turi Rapisarda, catanese d’origine e torinese d’adozione, fotografo anarchico e sperimentatore di ritratti che espongono stati mentali di individui colti nella loro massima espressione liberatoria, al di là di ogni regola e giudizio dello spettatore; Paolo Scirpa, artista siciliano dal curriculum intenso ed esperenziale, negli anni Ottanta definito dal critico d’arte Pierre Restany «calligrafo della luce elettrica», recupera il linguaggio delle sue prime denunce consumistiche proponendo geniali percorsi prospettici di spazi-luce, che lo rendono più che mai attuale nell’epoca della simulazione visiva e della ricerca dei rapporti della luce con l’infinito.
La mostra resterà aperta al pubblico fino al 28 luglio e osserverà i seguenti orari: da lunedì a venerdì, dalle 15,30 alle 19,30. (foto: Bramante, Gerusalemme, Ciacciofera)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Artists against MUOS, a Laveronica Arte Contemporanea una collettiva d’impegno civile

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 dicembre 2016

maddalena-miglioreModica (RG) Giovedì 29 dicembre alle ore 19.00 nei locali della Galleria Laveronica Arte Contemporanea in Via Grimaldi 93 sarà inaugurata la collettiva “Artists against MUOS”. Esporranno Antenne 46, Francesco D’Amore, Francesca Dimanuele, Giuseppe Firrincieli, Guglielmo Manenti, Maddalena Migliore, Matilde Politi, Irene Puglisi, Maria Domenica Rapicavoli. In mostra pezzi d’archivio – giornali, pizzini, volantini, comunicati – ma anche video, fotografie, incisioni, vignette e libri d’artista, tra reportage e denuncia, tra satira e impegno civile.Da anni a Niscemi la comunità locale e migliaia di attivisti da tutta Italia protestano contro il MUOS, Mobile User Objective System, una rete di comunicazioni satellitari in grado di pilotare i droni per la guerra a distanza, costruita dagli Stati Uniti d’America nel mezzo di una riserva naturale. C’è il timore che le emissioni ad alta frequenza delle sofisticate apparecchiature possano causare gravi danni alla salute degli abitanti e all’ambiente nel raggio di decine di chilometri. Senza contare gli scenari legati alla disponibilità di un’arma che dovrà ripagarsi con guerre future. In questa vicenda le istituzioni italiane hanno usato il guanto di velluto con il potente alleato e il pugno di ferro con i cittadini inermi. Il primo, dopo vari rinvii, ha acceso le antenne. Sugli altri, invece, sono piovute denunce e querele. I processi si celebreranno a gennaio.“Dall’incontro con gli uomini e le donne del movimento – spiegano Corrado Gugliotta e Sveva D’Antonio, titolari de Laveronica Arte Contemporanea – è nata l’esigenza di raccontare l’esperienza di vita e di lotta in una mostra. In primo luogo, per far conoscere la vicenda del MUOS a un pubblico più vasto e far sì che gli attivisti ricevano la solidarietà dell’opinione pubblica. Secondariamente, per promuovere un’arte politica, scomoda, capace di saltare fuori dagli schemi, di scegliere da che parte stare. Artists Against MUOS vuole rendere omaggio, alla vigilia di un momento non facile, a chi in questi anni ha lottato dal basso contro poteri invisibili e invincibili, usando talvolta la creatività per vincere il silenzio della stampa, per ribaltare un’argomentazione, per scuotere le coscienze sopite degli indifferenti, per smascherare la corruzione degli apparati di potere”. La mostra resterà aperta fino al 25 marzo. Visite: dal martedì al sabato, ore 10.00-13.00 e 16.00-20.00. (foto: Maddalena Migliore)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra collettiva

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 settembre 2016

telaCervia.  Dal 21 settembre al 2 ottobre, all’interno del Magazzino del Sale Torre in via Nazario Sauro a Cervia sarà allestita una mostra di pittura collettiva d i artisti romagnoli dal titolo “IMPRONTE D’ARTE”.L’inaugurazione della mostra avrà luogo mercoledi 21 settembre alle ore 18. Sarà presentata dal dott. Cesare Melandri, Funzionario emerito dell’Ufficio alla Cultura del Comune di Cervia e dal prof. Francesco Martani , Presidente del MUSEO CA’ la GHIRONDA – Zola Pedrosa , Bologna.
I quattro pittori si sono formati al Liceo Artistico o all’Accademia di Belle Arti di Ravenna, dove hanno avuto in comune gli stessi insegnanti di figura, ornato, pittura e storia dell’arte ; e sono già noti al pubblico cervese avendo esposto nell’agosto del 2013 presso la Sala Rubicone.Ciascun artista, con la propria sensibilità creativa, trae ispirazione dai medesimi luoghi e paesaggi , interpretandoli con tecniche ed espressività personalissime:
Paolo Ancarani trova ispirazione dalla marina, dall’infinito, perenne movimento del mare, dall’instabilità del territorio ove le acque hanno, a volte, il sopravvento sulle terre; dai TRABACCOLI, antiche imbarcazioni con vele al terzo che evocano faticosi lavori di marinai.
Giovanni Fabbri: “pittore contadino” nel vero senso della parola, attinge la sua creatività artistica dalla TERRA. Nei suoi quadri sono riportate le tenui cromie verdi dei campi di erba medica, le infinite sfumature ocra dei campi di grano, le terre di Siena dei campi appena arati, i rossi dell’autunno ed i grigi perlacei dei campi gelati dell’inverno.
Onorio Bravi: creativo e poetico autore di un mondo fantasioso elabora i suoi quadri con vivaci ed accesi colori. I paesaggi e le figure che popolano le sue opere ricordano le favole raccontate dai nonni,ove poi, nei sogni , la fantasia fa sbocciare enormi fiori e paesaggi esotici, antichi, dove si muovono leggere, cromatissime figure umane.
Guerrino Siroli: è aria e terra; pittore dalle doti gentili e delicate è dotato di una grande fantasia creativa. La sua cromia è fondata su pochi e semplici toni,ottenuti dalle terre d’ombra, dal bitume, dalle calci che spalma con grande abilità e padronanza tecnica su supporti inconsueti, come il tessuto – non tessuto.
Quattro pittori ROMAGNOLI provenienti dalla stessa formazione artistica ma che col tempo hanno elaborato impronte d’arte personalissime che si ispirano al grande libro della natura e che possono essere ricondotte alla definizione di naturalismo astratto. (foto. tela)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Food, primi riscontri positivi dalla missione in Giappone

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 marzo 2016

FoodexTokyo L’Italia è il Paese più rappresentato al Foodex Giappone, la fiera dedicata alle imprese dell’agroalimentare che è punto di riferimento per il settore in tutta l’area Asia-Pacifico. E all’interno della collettiva tricolore di ben 2000 metriquadri, con 153 imprese italiane, 13 sono quelle del Friuli Venezia Giulia, di cui otto insieme nella collettiva coordinata dalla Camera di Commercio di Udine. «C’è soddisfazione tanto per l’afflusso quanto per qualità dei contatti che le nostre imprese stanno registrando», ha Foodex1commentato da Tokyo il presidente Cciaa Giovanni Da Pozzo, che accompagna le aziende e in parallelo porta avanti una serie di incontri istituzionali e di promozione dell’economia del Fvg nella capitale nipponica. «Anche al seminario e alla conferenza stampa di presentazione del nostro sistema produttivo c’è stata grande partecipazione e interesse. La missione sta dunque andando bene sia per imprese sia per l’esplorazione del mercato. E anche le altre tre imprese in missione con noi, della meccanica e dell’arredo, impegnate in b2b in città, hanno già realizzato decine di incontri e molti altri ne hanno in scaletta fino a giovedì». A Tokyo, il presidente Da Pozzo ha anche incontrato il giovane presidente del Fogolâr Furlan Flavio Parisi, da 11 anni in Giappone, dove nel 2013 ha fondato il Fogolâr. Per quanto riguarda Foodex Japan, la collettiva regionale sta presentando un vero e proprio assaggio dei migliori prodotti di qualità della nostra terra, come vini, gubane, prosciutti, trote e altri prodotti ittici. La Cciaa ha proposto uno spazio più ampio da condividere tra più imprese, permettendo maggiore visibilità ma nel contempo un ulteriore contenimento dell’investimento da parte della singola impresa. Le aziende del food sono Dall’Ava, Friultrota, EatFriuli, Vogrig, mentre le imprese del vino, rappresentative dello spaccato friulano con i pregiati vini bianchi e rossi, ma anche i dolci, sono Antonutti, Ciani, Gori e La Viarte. Le altre tre aziende impegnate in B2b con l’Italia Trade Agency sono invece Chairs and More, Tiemmeset Fornasarig e Besser Vacuum. (foto: Foodex)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Collettiva: Pet passion 3

Posted by fidest press agency su domenica, 10 Mag 2015

pet passionRoma Mercoledi 13 maggio ore 18.00 Galleria Stefano Simmi via dei Soldati 27 si inaugura la collettiva d’arte PET PASSION 3 mostra dedicata al mondo dei pets. Saranno esposte 30 opere tra sculture, pastelli,e olio di diversi artisti provenienti da tutte le parti del mondo … Un modo per ringraziare i nostri amici a 4 zampe per il loro amore incondizionato che ci donano per tutta la loro vita …un modo per renderli immortali … splendidi sguardi umidi pieni di amore, che sembrano seguirci. E come si suole dice in Inghilterra quando piove …. che piovono cani e gatti …
Gli artisti: Katya Andreeva-Giorgio Bartoli-Anita Bezrukova-Luana Celli-Antonio Diana-Daniela Del Basso-Gordon Faggetter-Marco Garatti-Barbara Genesi-Claudio Giuli-Franco Morelli-Stefania Nicolini-Marina Novelli-Maria Grazia Spinetti-Leonardo Tizi- (foto: pet passion)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra collettiva d’arte per il 150°

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 marzo 2011

Catanzaro 22 marzo (fino a venerdì 25 marzo 2011), la Biblioteca della Caserma Pepe ospita la Mostracollettiva d’arte per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Opere di: Beatrice Basile, Nicola Bevacqua, Concetta Caroleo, Annalisa Cavarretta, Marta Cerminara, Maria  Rosaria Cozza, Eugenio Falbo, Maurizio Fulginiti, Elda Longo, Benedetta  Macrì,  Elvira Malysheva,Sergio Perri, Antonella Rocca, Simona Severino, Valentina Trifoglio, Romano Vagnato L’esposizione, nata da una collaborazione tra il Comando Militare Esercito “Calabria” e l’Accademia di Belle Arti del capoluogo calabrese, propone in un percorso unico e suggestivo un cospicuo nucleo di opere, di diversa tecnica e formato, realizzate dagli iscritti ai corsi dell’Istituzione di Alta Formazione Artistica, del Liceo Artistico e di artisti locali. Il Bel Paese, tra luci e ombre, vizi e virtù, passato e futuro è al centro delle riflessioni per immagini condotte da Beatrice Basile, Nicola Bevacqua, Concetta Caroleo, Annalisa Cavarretta, Marta Cerminara, Maria Rosaria Cozza, Eugenio Falbo, Maurizio Fulginiti, Elda Longo, Benedetta Macrì,  Elvira Malysheva,Sergio Perri, Antonella Rocca, Simona Severino, Valentina Trifoglio, Romano Vagnato. Apertura al pubblico: dal martedì al venerdì. Dalle 09,00 alle 12,00 Apertura pomeridiana: mercoledì dalle 15,00 alle 16.30.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prima Collettiva a Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 8 febbraio 2011

Roma 8 febbraio 2011 ore 19.30 Caffè Letterario viale Ostiense 95,  con il Patrocinio della Regione Lazio in collaborazione con il  CSF ADAMS – Centro Sperimentale di Fotografia, la Galleria Gallerati di Roma e la partecipazione di Vircillo e Succurro immagine e comunicazione, presentano la prima edizione di CAMERA OSCURA, progetto finalizzato alla promozione di giovani talenti che, a ritmo di scatti fotografici, avranno la possibilità di poter avviare o consolidare la propria carriera artistica. Tre contest, nove finalisti, una giuria tecnica e un solo vincitore al quale verrà data la possibilità di accedere gratuitamente ad uno dei corsi promossi e finanziati dal Centro Sperimentale di Fotografia, oltre alla permanenza in mostra dell’opera vincitrice presso gli spazi della Galleria Gallerati di Roma. Il contest, a cura di Alessandra Fina e Claudia Pettinari, propone al pubblico e agli addetti ai lavori, una selezione di nuove proposte fotografiche, originali ed interessanti, in cui trovano espressione fantasia e realtà, emozione e ragione, valori e ideali. Una rassegna realizzata per dare spazio a tutti gli appassionati di fotografia e non solo, un progetto destinato a creare un nuovo sistema di esposizione che, a cadenza periodica, possa offrire uno sguardo contemporaneo al panorama dell’arte fotografica e della sua evoluzione.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra collettiva: Figur-Azione

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 febbraio 2011

Roma (zona Colosseo) Inaugurazione: sabato 5 febbraio ore 18.30 (dal 5 al 18 febbraio 2011) Vista Arte e Comunicazione, Via Ostilia 41, (dal lunedì al venerdì 14.30/19.30 sabato 17.00-19.30) Curatrice: Marina Zatta Collaborazioni: Gloria Ceschin, Michela Melis, Yasmin Mohamed Samir, Alessandra Parrella. esposizione collettiva degli artisti: Valeria Boscariol, Emiliano Busnè, Gianluca Coner, Ilaria Cortonesi, Generoso D’Alessandro, Roberta Griffi, Alessandra Lampiasi, Marisa Mantovani, Marianna Mendozza, Nadia Misci Conter, Clelia Scimone, Oriana Vertucci, Maurizio Yorck.
L’esposizione indaga le ricerche che ruotano intorno alla narrazione figurativa. Negli anni lo stile figurativo ha avuto alti e bassi nella storia artistica moderna. A volte considerato come l’unico modo di raccontare il mondo, a volte considerato come antiquato e obsoleto, il figurativo ondeggia da cento anni a questa parte tra le stelle e le stalle del discorso artistico.
“Vista” è un centro dedicato all’arte ed alla comunicazione che nasce dall’esperienza di alcuni giornalisti da sempre impegnati nell’organizzazione di eventi d’arte e cultura. Una project gallery che si rivolge ai giovani talenti esordienti, ma accoglie anche esperienze confermate all’ombra della splendida cornice del Colosseo.  http://www.soqquadro.eu

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Astr–Azione: Mostra collettiva

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 gennaio 2011

Roma dall’8 al 21 gennaio 2011  inaugurazione: sabato 8 gennaio 18.30 (dal lunedì al venerdì 14.00-19.30, sabato 17.00-19.30)  VISTA Arte e Comunicazione, Via Ostilia 41, (zona Colosseo) : Mara Valente e Marina Zatta Info: tel. 06.45449756, cell. 333.7330045, 349.6309004 http://www.soqquadro.eu
“Vista” è uno spazio espositivo che si rivolge ai giovani talenti esordienti ma accoglie anche esperienze confermate all’ombra della splendida cornice del Colosseo.  Con questa mostra Soqquadro vuole indagare le ultime ricerche nel campo dell’Arte Astratta ed Informale. Gli artisti partecipanti, pur seguendo tutti il filo conduttore dell’espressione  artistica non figurativa, elaborano in modo molto diverso tra loro, con diversi stilemi e tecniche, le loro opere.  Benché l’arte astratta abbia ormai un secolo di vita, molte persone faticano ad avere un confronto con questo stile artistico.  Contrapposta spesso all’arte figurativa, l’astrazione non è in realtà un modo di descrivere il mondo tendente ad annullare la figurazione, ma semmai è complementare a essa, svolgendo il ruolo di rappresentare ciò che attraverso la riconoscibilità del soggetto diviene difficile illustrare.
Lo scopo della mostra è aprire uno squarcio su questo genere artistico che coinvolge le ricerche di tantissimi artisti, offrendo una panoramica delle diverse possibilità che un racconto slegato dal riconoscibile offre.  Forme geometriche o informali, materie velate o corpose, colori neutri o molto accesi, dire arte astratta non significa parlare di un mondo di espressione artistica, ma aprire una finestra su mille mondi diversi che, con un filo sottile che li lega, svolgono tutti una funzione di racconto del sentire umano. (simone, elisabetta, gisella)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: collettiva

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 dicembre 2010

Venezia fino al 23/1/2011 Palazzetto Tito, Dorsoduro 2826, Bevilacqua La Masa  Ogni anno la Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia, offre agli artisti che più si sono distinti nella Collettiva Giovani dell’anno precedente, già assegnatari di un contributo in denaro, un’occasione espositiva per presentare l’evoluzione del proprio lavoro. Attraverso questa attività, così come nell’assegnazione degli Atelier, si concretizza l’impegno della BLM nel promuovere la formazione e la crescita dei giovani artisti.  Quest’anno in mostra ci sono le opere di Martino Genchi, Riccardo Giacconi, Laura Lovatel e Federica Menin, Chiaralice Rizzi.
Martino Genchi allestisce nella stanza del camino con materiali di recupero una macchina generatrice di neve, un prototipo dislocato rispetto al luogo a cui sarebbe destinato. Una sfida all’invenzione meccanica che genera eventi interagendo con i fenomeni fisici che, potenzialmente, entrano nello spazio espositivo.
Riccardo Giacconi propone un lavoro costituito da un video, quattro tavole e un testo, pubblicato nel catalogo della mostra, che nasce dai temi e dalle questioni teoriche proposte dalla pubblicazione negli stessi anni dei testi di fantascienza di Isaac Asimov e del libro sulla Resistenza di Beppe Fenoglio,
Laura Lovatel e Federica Menin con Due passi avanti e uno indietro, riflettono sull’osservazione dello spazio nel momento in cui s’interrompe un movimento; il fermarsi ha come conseguenza uno sguardo differente sulle cose e sugli eventi, che da una parte cerca di afferrarne il flusso dall’altra lo libera da ogni operazione, istruzione o determinazione.
Il lavoro di Chiaralice Rizzi, infine, riflette sull’emergere preciso del tempo attraverso l’immagine della montagna e in particolare lo spazio incantato della sua vetta.  Trasformata in una somma di colori che riflettono su se stessi, la montagna al primo sguardo si presenta come un’apparizione nel cielo, irriducibile, immobile, che non si può ignorare ma solo fissare. La mostra è realizzata anche grazie al contributo di Moleskine. (collettiva)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collettiva Natale 2010

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Sassari via Principessa Maria, 29 Galleria Arte Spazio –  Orario Mostra : 09,30 – 13,00 16,30 – 20,00 Aperto anche giorni festivi  Ingresso libero. La Prestigiosa Mostra Natalizia organizzata con grande cura dalla Direzione della Galleria Arte Spazio di Sassari, anche questo anno riserva delle perle assolute agli amanti della pittura sarda.  Proprio questo anno, forse, viene allestita una collettiva che diversifica al meglio, i vari periodi e le fasi della storia della pittura sarda.. Il dipinto che apre la mostra, ricostruendola cronologicamente, è un olio su masonite datato 1894 del portotorrese Mario Paglietti, ritrattista e pittore figurativo di grande spessore del fine ottocento sardo. Il ”Riposo” di Filippo Figari, datato 1909, è il secondo dipinto che ci apre le porte del Novecento e ci lega immediatamente alla ”Figura in Costume” del 1920 di Giuseppe Biasi, alla ”Roccia del Supramonte” anch’ essa 1920 di Ballero e alla ” Figura in costume” del 1926 di Melkiorre Melis. Proprio il 1926, siglato in numeri romani, segna l’anno di un meraviglioso olio “Vaso di Tulipani” di un giovanissimo Stanis Dessy. Lo stesso pittore di Arzana illumina la mostra con un ritratto della figlia Laura, un acquerello di qualità museale, che ci porta nei primi anni quaranta  Gli anni ’50 sono sapientemente rappresentati da due oli su masonite di Costantino Spada, da una grande natura morta informale di Mauro Manca e da una “Festa a Saccargia” di Giuseppe Altana.Il periodo pittorico che va dalla metà degli anni ’60 alla prima metà degli anni ’70 trova una commistione di passato e presente : i “Pescatori” di Ausonio Tanda e le “ Raccoglitrici di olive” di Libero Meledina vengono accostati ai colori delle “Bagnanti” di Masu, ad un delicatissimo “Vaso di Fiori” eseguito a pastello da Elio Pulli nel 1969, e ad una “Fanciulla” olio su masonite di Liliana Cano datato anche questo 1969. Gli anni ’80 si aprono con delle “Gitane” del periodo francese di Liliana Cano e con un “Volto” di Ernesto Treccani; dello medesimo anno è una figura del periodo schematico di Giuseppe Bellino ed un bellissimo volto di donna sarda di Giovanni Cau da Castelsardo. Numerose saranno anche le firme del panorama contemporaneo, sia affermate che emergenti : Giuseppe Giorgi e Romano Buratti, firme note anche all’estero, Gianni Serra e le sue scene del costume sardo, Aline Spada e Rodio con il loro figurativo moderno, e poi ancora Andrea Bellino e Arru, Pazzola, Becca, Pittalis e altri ancora. Circa 70 le opere esposte, in una grande mostra che resterà aperta al pubblico fino al 20 gennaio 2011. Fino al 30 dicembre e’ esposta anche una selezione di icone russe.  Opening : Domenica 5 Dicembre 2010 dalle ore 17 (con conferenza sul Significato dell’icona russa) Immagine: Giuseppe Biasi, Figure, Olio su tela cm 60×80, Anni ’40

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

(Some) True Stories: Collettiva

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 novembre 2010

Milano fino al 4/12/2010 via Medardo Rosso, 19 MiCamera a cura di Stefania Rossl e Massimo Sordi Marcello Galvani (I) – Fotografie | Zoltán Jokáy (D) Portraits – Dana Lixenberg (NL) – The last days of Shishmaref – Muge (CHINA) – Go home | Igor Starkov (RUS) _ Pure vision | Karin Apollonia Müller (D) – On Edge – Amy Stein (USA) Domesticated – Donald Weber (CAN) – Zholtye Vody – Chernobyl Stalker(video) – Dorothe’e Smith (F) – Löyly (video)  True Stories e’ il sottotitolo della collettiva Global Photography, prodotta dal SI FEST e recentemente presentata a Savignano. Si tratta di un progetto espositivo ideato e proposto da Stefania Rössl e Massimo Sordi, una sorta di ampio osservatorio sulla scena fotografica internazionale che si e’ tradotto in una collettiva di autori provenienti da ogni parte del mondo.
True Stories e’ anche il titolo del film diretto da David Byrne dei Talking Heads nel 1986 e fotografato da William Eggleston. Come spiegano i curatori nel testo introduttivo al catalogo, questa non e’ una citazione casuale. Tutt’altro. E’ un riferimento che definisce lo spirito del progetto espositivo, in bilico tra storie vere e una visione di pura invenzione.  Prima che Global Photography parta per un tour che la porterà in Russia, dei 18 autori che a Savignano erano presenti con 87 fotografie e 5 video, MiCamera propone nella sede milanese una selezione di 9 autori (7 con progetti fotografici, 2 con video). Un’occasione da non perdere. (true stories)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Personale di Rashid Johnson

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Milano 25 novembre 2010, Galleria Massimo De Carlo, via Ventura 5, Yotta Paintings, una collettiva di grandi quadri Uno degli artisti americani più interessanti dell’ultima generazione realizzerà una nuova serie di sculture e lavori su specchio ispirati agli scrittori William Faulkner, Bertrand Russell e William Edward Burghardt Du Bois. A fianco della personale inaugura anche Yotta Paintings, una mostra collettiva che presenta grandi tele di autori storici della galleria (John Armleder, Olivier Mosset, Jim Shaw, Josh Smith) e di nuovi artisti (Dan Colen, Nate Lowman, Aaron Young), tutte realizzate per l’occasione. Attraverso i suoi lavori, che spaziano dalla fotografia, alla scultura e al video, Rashid Johnson si interroga sulla propria identità, culturale e razziale. Ispirato dalla cultura afroamericana, dalla letteratura, dalla storia dell’arte, dal misticismo come dalla cosmologia, l’artista utilizza differenti materiali, come cera, legno, specchi e ceramica, e oggetti di tutti i giorni, come libri, cd, videocassette e piante in maniera puramente utilitaristica: li svuota del loro significato primordiale per dare origine ad un nuovo linguaggio, di cui l’artista è l’unico autore.
Nato a Chicago nel 1977, l’artista è stato spesso inserito nel movimento chiamato post-black art.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inside India

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 novembre 2010

Torino fino al 24/11/2010 Via della Consolata, 1 bis Palazzo Saluzzo di Paesana Arte contemporanea indiana. Collettiva a cura di Marco Marrone e Margherita Artoni Artisti: Atul Dodiya – Riyas Komu – Jagannath Panda – Justin Ponmany – T V Santhosh – Thukral&Tagra  Nelle sontuose stanze dell’Appartamento Padronale di Palazzo Saluzzo di Paesana alcuni tra i piu’ autorevoli artisti dello scenario contemporaneo indiano vestono Inside India con le loro opere. La mostra si inserisce in una fase cruciale della storia indiana, esaltandone il prestigio ed esplorandone la straordinaria vivacità del panorama culturale ed estetico. Il sistema dell’arte contemporanea indiana ha conosciuto negli ultimi cinque anni uno sviluppo senza precedenti. Il collezionismo autoctono, alimentato dall’ incalzante interesse dei “nuovi ricchi”, ha infatti raggiunto in poco tempo notevole autonomia e risonanza suscitando di riflesso l’attrattiva internazionale.
Atul Dodiya 1959 Mumbai, vive e lavora a Mumbai. Eclettico e sorprendentemente attuale, Atul Dodiya sperimenta l’ibridazione dei linguaggi artistici evocando un’incontro tra Oriente e Occidente sia estetico che sostanziale.
Riyas Komu 1971 Kerala, vive e lavora a Mumbai. Le sculture monumentali e le tele di RK scandagliano le implicazioni politiche legate ai cambiamenti dell’India moderna e ne simbolizzano la protesta.
Jagannath Panda 1970 Bhubaneswar, vive e lavora a Delhi. Le opere di Jagannath Panda parlano all’uomo della metropoli contemporanea.
Justin Ponmany 1974 Kerala, vive e lavora a Mumbai. La produzione di Justin Ponmany riflette con rigore digitale sulla rapida trasformazione sociale che sta investendo Mumbai negli ultimi anni, interrogandosi sul futuro dell’India nell’era della globalizzazione.
T V Santhosh 1968 Kerala, vive e lavora a Mumbai. L’arte di TV Santhosh, nei dipinti come nelle sculture, racconta la straziante lotta umana contro le ingiustizie del mondo contemporaneo e muove un’esplicita denuncia contro la spettacolarizzazione della violenza esercitata da media e governi.
Jiten Thukral 1976 Jalandar, vive e lavora a Delhi.
Sumir Tagra 1978 Delhi, vive e lavora Delhi Surreali ed ironici, i lavori di Jiten Thukral e Sumir Tagra affrontano le tematiche del branding e del consumismo attraverso un corpo di lavoro che comprende pittura, scultura, installazione, video e design grafico. (12888)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »