Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘comgest’

“Comgest: Cina, economia in ripresa nonostante gli ostacoli”

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2022

A cura di David Raper, Gestore del fondo Comgest Growth China di Comgest. L’economia cinese prosegue il suo recupero, tra gli ostacoli posti dalla debolezza del mercato immobiliare e la politica “zero Covid”. A luglio le vendite al dettaglio sono aumentate del 2,7% su base annua (a/a), registrando una flessione del 3,1% rispetto a giugno. I casi di Covid sono aumentati ancora in diverse aree del Paese, ma i viaggi interni e le attività economiche hanno tenuto bene in seguito a un’applicazione più diligente della politica “zero Covid” da parte del governo. Le tensioni geopolitiche continuano a dominare le prime pagine dei giornali. La visita di Nancy Pelosi a Taiwan ha provocato la reazione della Cina, che ha avviato esercitazioni militari in tutta l’area circostante l’isola. Gli USA hanno approvato delle leggi per ridurre la dipendenza dalla Cina sui sistemi per la produzione di energia solare e sulle batterie per i veicoli elettrici e hanno chiesto ai principali fabbricanti di chip di interrompere la vendita di prodotti di fascia alta alla Cina. Uno sviluppo positivo è stato la sottoscrizione da parte del Public Company Accounting Oversight Board (PCAOB, Autorità statunitense per la vigilanza sui revisori contabili) e delle autorità cinesi, di un quadro di riferimento sulla revisione dei documenti contabili relativi ai titoli ADR (American Depository Receipt) emessi da società cinesi quotate negli Stati Uniti. Il 16 ottobre si svolgerà il 20° Congresso del Partito comunista cinese, che rappresenta un momento di significativa visibilità in merito all’orientamento della politica cinese. Nel comparto del turismo, i titoli Samsonite e Trip.com hanno contribuito positivamente alla performance mensile, grazie a risultati migliori del previsto e all’incoraggiante ripresa dei viaggi. Anche Tencent ha registrato una performance positiva dopo la pubblicazione di dati solidi per il secondo trimestre 2022 e previsioni di un’accelerazione delle inserzioni video brevi in WeChat. Abbiamo rafforzato la nostra posizione in alcune società, tra cui Centre Testing e Wuxi Biologics. Abbiamo inoltre costituito una posizione in Shenzhen Mindray, società leader nelle apparecchiature mediche in Cina.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Comgest: Giappone, un solido e valido approdo per gli investitori”

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 settembre 2022

A cura di Richard Kaye, Gestore del fondo Comgest Growth Japan di Comgest. In linea con l’andamento di luglio, ad agosto il mercato è stato favorevole a società con solidi utili e si è discostato dagli “inflation plays”, il gruppo ristretto di società, per lo più deboli, che si ritiene possano trarre vantaggio se in Giappone dovesse mai verificarsi un’inversione di rotta rispetto agli ultimi trent’anni, con una ripresa sostenibile dell’inflazione.Abbiamo avuto valide prove di utili solidi e di un’ottima gestione da parte delle società che realizzano ciò che chiediamo loro, ovvero, non solo di sopravvivere, ma di crescere e vincere, in un contesto di guerra, recessione, caos delle catene di approvvigionamento ed incertezza geopolitica.Gli utili normalizzati di Recruit, nel periodo aprile-giugno, sono cresciuti del 16% rispetto a un anno fa. Il segmento Tecnologia delle risorse umane di Recruit, che comprende Indeed e Glassdoor, ha registrato un aumento degli utili del 28%, grazie alla sua popolarità nel settore della ricerca di lavoro negli Stati Uniti. Riteniamo che le posizioni di Recruit e delle sue consociate possano solo rafforzarsi ulteriormente, in caso di rallentamento del mercato del lavoro, grazie alla posizione dominante nelle inserzioni e al successo delle corrispondenze tra domanda e offerta.Pan Pacific, che gestisce i negozi al dettaglio Don Quijote, ha visto l’utile operativo, nel periodo aprile-giugno, crescere del 9% grazie ai benefici della normalizzazione e all’eccellenza della gestione.L’utile operativo di Daikin, nel periodo aprile-giugno, è diminuito leggermente, risultato ottenuto nel contesto dell’enorme impatto dei lockdown cinesi sulla domanda di condizionatori d’aria industriali. Le altre regioni in cui Daikin opera hanno continuato a guadagnare quote di mercato e hanno beneficiato di un’eccellente capacità di gestione, soprattutto per quanto riguarda la ripercussione e la riduzione dei costi.L’utile operativo di Sony, nel periodo aprile-giugno, è cresciuto del 10%. La società mantiene buoni risultati, nonostante il rallentamento del settore dei software dopo le riaperture e la persistenza dei problemi di fornitura dell’hardware per le PlayStation. Ci aspettiamo di ricevere ulteriori indicazioni sulle problematiche relative alla catena di approvvigionamento e sui timori di recessione nelle prossime relazioni sugli utili, ma riteniamo che la qualità di gestione delle nostre società dovrebbe permettere loro di continuare a distinguersi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Comgest – Diversity: il carburante che alimenta un motore inclusivo

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2022

A cura di Zak Smerczak, Gestore del fondo Comgest Growth World di Comgest. Dal nostro punto di vista, la diversità cognitiva è una comprensione piuttosto pigra di ciò che causa un pensiero differenziato. È importante, ma ogni nostro pensiero è influenzato dai nostri geni, circoli sociali, esperienze di vita e associazioni in “tribù”: il vecchio dibattito “innato contro acquisito”. Mentre le vecchie “tribù” possono essere state costruite sulla diversità e sull’esclusione, le “tribù” moderne possono promuovere la diversità come vantaggiosa per la collaborazione, per l’essere interconnessi con altre tribù con la possibilità di avere reti multiformi ed estese. L’elevata diversità cognitiva del team si traduce in un aumento della produttiva del 66% proprio perché in genere al suo interno vi sono persone che rendono possibile questa diversità. In questo modo, la diversità di pensiero risulta essere l’esito naturale della diversità stessa.Negli ultimi cinque anni, la diversità di genere ha registrato un modesto aumento, con un incremento dell’1% del numero di gestori di portafoglio donne che ora rappresentano l’11,8% del totale, mentre nel 2019 il divario retributivo medio nel settore della gestione degli investimenti risultava essere pari al 31%. A questo ritmo ci vorranno 200 anni per raggiungere la parità di genere (in linea con la popolazione globale).Il divario retributivo può esistere anche oltre le linee di genere. Nel Regno Unito c’è una netta differenza ingiustificata, per esempio, tra le retribuzioni percepite da persone che provengono dalle classi lavoratrici rispetto a quelle che provengono da famiglie di professionisti, e l’insicurezza finanziaria è concentrata in molti gruppi di “outsider” come le donne, le minoranze etniche e nere, e tra le persone che abitano nelle regioni più povere. Considerando che l’insicurezza finanziaria genera ansia e incide sulla salute mentale (un’altra dimensione della diversità), è facile immaginarsi una spirale discendente e per alcuni versi ineludibile.Realizzare un profitto non è l’unico scopo di un’azienda e forse è il paradigma della “vecchia scuola”. L’importante non è investire nelle “persone” nei momenti positivi, ma farlo anche nei momenti negativi. Durante questa pandemia abbiamo prestato molta attenzione all’intento strategico delle nostre società partecipate in materia di fidelizzazione dei dipendenti, di supporto e ristrutturazioni. In base alla nostra esperienza, sappiamo che una leadership focalizzata sul lungo termine e la protezione del personale possono tradursi in risultati futuri premianti. MTU e Amadeus (società che operano nel settore dei viaggi) si sono trovate in una posizione prominente durante la crisi causata dal Covid e, pur non avendo altra scelta se non quella di tagliare i costi, i loro management team hanno cercato di evitare i licenziamenti riducendo strategicamente il loro organico attraverso piani di prepensionamento o partenze volontarie. LVMH, Unilever e L’Oréal sono altri esempi di aziende che, a nostro avviso, hanno reagito in modo esemplare al Covid. Unilever, in particolare, in quanto leader nei mercati emergenti per l’igiene e la cura della persona, ha abbracciato di più rispetto ai suoi omologhi la loro esigenza di localizzazione e ha applicato il concetto di D&I a tutte le funzioni. La diversità e il comportamento inclusivo, a nostro giudizio, mitigano i rischi e portano a decisioni migliori. Un miglior processo decisionale può significare rendimenti sostenibili a lungo termine che hanno un impatto positivo al di là del rendimento finanziario. Di conseguenza, non abbiamo paura di cercare il miglioramento continuo – individuare i nostri errori, imparare da essi e condividere tali lezioni. Ribadire la lezione fondamentale di Nelson Mandela, “Each one, teach one” (“Ciascuno insegni ad uno”). Il programma di Microsoft “Vieni come sei. Fa quello che ami…” ha, a nostro avviso, consentito di applicare design innovativi per prodotti scalabili studiati su misura per soddisfare le esigenze locali e che tengono conto anche degli utenti disabili delle loro interfacce. La società ha fatto molta strada dal decennio perduto in cui una cultura incentrata sulle vendite ha distrutto l’innovazione e il valore aggiunto per i clienti. La CEO donna di Accenture è la genesi culturale di programmi antesignani inclusivi che già nei lontani anni Cinquanta supportavano le donne che si occupavano di coding, che si è tradotto in un aumento di applicazioni tra i clienti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Comgest: l’esg sarà vitale per sostenere la crescita del dragone

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 agosto 2022

By Baijing Yu, Analista e Gestore di Comgest Growth China. In un Paese come la Cina, dove gli sforzi di modernizzazione sono stati costanti negli ultimi vent’anni, per scoprire un’azienda di qualità, ossia con vantaggi competitivi duraturi in grado di generare una crescita aggregata dell’EPS sostenibile a doppia cifra in un orizzonte di investimento di cinque anni, è necessario effettuare una ricerca approfondita a più livelli. Anche se gli standard ESG delle aziende cinesi possono essere in ritardo rispetto a quelli dei concorrenti internazionali, le attività di ricerca e il coinvolgimento delle società dimostrano che la valutazione dei rischi e delle opportunità ESG a livello finanziario da parte delle stesse sta crescendo.In Cina è necessario un approccio approfondito, in quanto spesso viene lamentata la mancanza di trasparenza, di diversità nei consigli di amministrazione, di informativa ambientale e di esattezza dei dati. A maggio 2021, solo il 37% di tutte le società in Cina aveva un consolidato comitato sulla responsabilità sociale d’impresa (RSI)/sui criteri ESG, il che significa che la maggior parte non dispone di una struttura di governance dedicata alla gestione delle questioni ESG.Le attività di engagement, tuttavia, indicano che le società cinesi stanno gradualmente dimostrando una maggiore comprensione dell’importanza dell’analisi ESG per costruire imprese di successo a lungo termine. Il 70% delle società cinesi quotate nella Cina continentale e il 97% di quelle quotate a Hong Kong ha pubblicato rapporti sulla sostenibilità o sui criteri ESG che rappresentano un notevole balzo rispetto a 10 anni fa, sebbene queste società possano ancora restare arretrate in termini di standard di informativa internazionali. Un modo efficace per una società di migliorare la governance in Cina è quello di istituire un piano di partecipazione azionaria interessante ed equo per i dipendenti (ESOP), attraverso il quale i principali interessi del personale possono essere sostanzialmente allineati con quelli degli altri azionisti. Lo hanno fatto sempre più aziende, tra cui Midea, Suofeiya Home Collection, SAIC, 3SBio e Anta Sports. Un chiaro segnale di miglioramento della governance è stato l’aumento del rapporto di distribuzione dei dividendi. Infatti, molte aziende hanno aumentato i dividendi dal 20% al 30% al 50% al 60%, o anche di più, come SAIC, Inner Mongolia Yili e China Resources Gas. Il successo della Cina come centro di produzione mondiale comporta un’enorme impronta ambientale. Il successo o il fallimento dell’applicazione dei criteri ESG in Cina sarà vitale per il mondo nei prossimi decenni. Questo è uno dei motivi per cui il processo di engagement e la ricerca di un continuo miglioramento a livello aziendale sono fondamentali in Cina, non solo per migliorare i rendimenti degli azionisti di una specifica società, ma anche per promuovere una maggiore consapevolezza e conformità delle migliori pratiche ESG in Cina, come avvenuto per Inner Mongolia Yili. La società pubblica, leader nell’industria lattiero-casearia, mostrava delle carenze nella rendicontazione dei principali parametri ambientali legati al core business aziendale per cui il nostro impegno si è focalizzato sulla comunicazione di informazioni ESG di base. I progressi conseguiti negli ultimi 7 anni sono stati sostanziali, la società è ora leader, tra le altre aziende cinesi, nell’informativa ambientale e riduzione delle emissioni di gas serra.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Comgest: Europa, la qualità può ricominciare a brillare?”

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 luglio 2022

A cura di Franz Weis, Managing Director e Co-Responsabile delle strategie azionarie europee di Comgest. Il 2022 è stato un anno difficile sia per i mercati azionari europei. Sono molti i fattori interconnessi che possono spiegare la debolezza. Le perturbazioni dovute alla crisi causata dal Covid-19 hanno messo in luce la fragilità di una catena di approvvigionamento mondiale altamente ottimizzata, provocando pressioni inflazionistiche su tutti i fronti, dal trasporto merci ai semiconduttori fino alle materie prime. L’inflazione, inizialmente considerata transitoria, si è protratta più del previsto, aggravata dalla guerra in Ucraina. All’insaputa dei più, prima della guerra la Russia e l’Ucraina rappresentavano una fonte non trascurabile dei raccolti mondiali, per non parlare del petrolio e dei metalli grezzi. Gli effetti farfalla di questa interruzione delle forniture si fanno sentire a livello globale. Le banche centrali, per contenere le pressioni inflazionistiche che si stanno riversando sui salari, stanno attuando una stretta monetaria. A giugno, gli Stati Uniti hanno messo in atto il più grande aumento dei tassi (+75 pb) in quasi 30 anni. La combinazione di inflazione elevata e debito più costoso sta indebolendo la fiducia dei consumatori e aumenta il rischio concreto di recessione. Giugno è stato un altro mese problematico per il mercato europeo. Dopo il più grande aumento dei tassi di interesse dal 1994 da parte della Federal Reserve statunitense a metà giugno (+75 pb), si prevede che, in questi giorni, la Banca centrale europea inizierà ad aumentare i tassi di interesse. La combinazione di inflazione persistente, aumento dei tassi di interesse e diminuzione della fiducia dei consumatori spiega la crescente preoccupazione per un’imminente recessione economica. Tuttavia, con l’inizio della stagione delle semestrali 2022, l’attenzione si rivolge agli utili e alle revisioni al ribasso delle previsioni. In questo contesto, è probabile che la qualità ricominci a brillare. Le aziende in grado di offrire innovazioni rilevanti, di fornire prodotti e servizi essenziali, di esercitare il potere di determinazione dei prezzi senza impattare materialmente sulla domanda, con una situazione patrimoniale solida, o capaci di generare liquidità e di investire durante il ciclo, probabilmente continueranno a sovraperformare. Potremmo ancora sperimentare la volatilità, ma, in un contesto di valutazioni più basse e di maggiore incertezza macroeconomica, riteniamo che la qualità e la crescita degli utili torneranno a sostenere i rendimenti nel lungo periodo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Comgest: Giappone faro dell’Oriente

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 luglio 2022

commento a cura di Chantana Ward, Gestore del fondo Comgest Growth Asia di Comgest. Dopo la recente debolezza, l’indice MSCI AC Asia ha registrato un netto rialzo verso fine maggio, ma ha chiuso comunque il mese a -0,7% in EUR (+0,9% in USD). L’economia cinese è in grave difficoltà a causa dei tentativi del paese di mettere in atto la politica “zero Covid” contro Omicron e altre analoghe e altrettanto contagiose varianti del virus. Questa situazione ha avuto ripercussioni sulle catene di approvvigionamento, già compromesse dalla guerra in Ucraina.È proseguita la corsa dei prezzi delle materie prime, che ha alimentato ulteriormente le previsioni d’inflazione. In Giappone, tuttavia, l’inflazione è di poco superiore al 2% in quanto la banca centrale resta fortemente accomodante. Il Prodotto interno lordo giapponese del 1° trimestre 2022 ha segnato un lieve rallentamento a causa delle ultime misure restrittive anti-Covid ancora in vigore, ma nel trimestre in corso è in atto un recupero. In questo contesto, è avvenuta la pubblicazione di molte trimestrali e le società nipponiche hanno fornito le previsioni per l’intero anno.Per il prossimo esercizio Daikin ha previsto un aumento dell’utile operativo dell’8%, nonostante le caute premesse sul fronte del mercato valutario. Anche Daifuku prevede una crescita dell’utile operativo (+12%) sulla base del portafoglio ordini da record relativo alla logistica di magazzino e alla gestione dei semiconduttori.Sysmex stima una crescita del 13% in seguito alla risoluzione dei problemi con il rivenditore cinese e data la continua espansione della domanda nel campo dell’ematologia in tutte le regioni. NetEase ha comunicato un incremento dei ricavi da videogiochi del 15% su base annua e dell’utile operativo del 28%. La società persegue una chiara strategia di internazionalizzazione e, dopo sette anni di investimenti e preparativi, il 2022 sarà probabilmente l’anno in cui i ricavi generati fuori dalla Cina cominceranno ad acquisire consistenza, partecipando alla crescita della società. Infatti, nei prossimi mesi è previsto il lancio di vari titoli nuovi, compresi i giochi con licenza Diablo Immortal e Harry Potter: Magic Awakened.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Comgest: società growth, una pausa che potrebbe essere premiante

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 giugno 2022

La guerra tra Russia e Ucraina ha recentemente causato un significativo aumento dei prezzi delle materie prime e del settore energetico, alimentando ulteriormente un’inflazione già elevata. I titoli growth, in particolare, hanno risentito dell’aspettativa di un aumento dei tassi di interesse e della minaccia di recessione che li accompagna, mettendo in difficoltà sia le aziende che gli investitori. Relativamente alla situazione attuale, Arnaud Cosserat, CEO di Comgest, società di asset management indipendente e internazionale, ritiene che: Nell’area Euro, ad aprile l’inflazione si è attestata al livello record del 7,5%. Si tratta del livello più alto dal novembre 1984 – negli Stati Uniti e in molti mercati emergenti è ancora più alto. La storia ha dimostrato più volte che il timore di un aumento dei tassi di interesse ha portato a ribassi nei titoli growth. Tuttavia, a ciò ha fatto seguito una ripresa delle società di qualità in grado di generare una crescita degli utili per azione superiore alla media su un periodo di tempo più lungo. Alla luce delle numerose incertezze che attualmente influenzano le decisioni degli operatori di mercato, un’attenta ricerca bottom-up e una selezione prudente dei titoli si rivelano fondamentali per il successo. A livello di singoli titoli, ASML, Novo Nordisk e Straumann, ad esempio, hanno buone prospettive di crescita sostenibile, anche in contesti economici difficili. Infatti, essi dispongono di un vantaggio competitivo economico che va di pari passo con un elevato potere di determinazione dei prezzi e con margini lordi elevati. Il potere di determinazione dei prezzi consente alle aziende di trasferire l’aumento dei costi e di continuare a investire nella propria competitività. Anche la leggenda degli investimenti Warren Buffett una volta ha detto: “Se hai il potere di aumentare i prezzi senza perdere il business a favore dei concorrenti, hai un’ottima azienda”. L’azienda farmaceutica danese Novo Nordisk ha registrato un aumento delle vendite del 14% nel 2021, grazie alla gamma di prodotti GLP-1 per il trattamento del diabete e alle vendite di farmaci anti-obesità. Nel giugno 2021, l’azienda ha inoltre ricevuto l’approvazione negli Stati Uniti per il suo nuovo farmaco Wegovy, utilizzato per il trattamento dell’obesità, che in poche settimane è stato richiesto più volte di quanto il suo predecessore abbia fatto in cinque anni. Con oltre 100 milioni di adulti affetti da obesità clinica solo negli Stati Uniti, la domanda è enorme.Negli ultimi anni, l’azienda svizzera è riuscita a posizionarsi sul mercato come fornitore specializzato di impianti dentali di alta qualità. Straumann ha ampliato questa nicchia attraverso acquisizioni mirate, come l’acquisto di un’azienda brasiliana specializzata in impianti a prezzi scontati. Allo stesso modo, l’acquisizione di ClearCorrect, un produttore di allineatori o apparecchi trasparenti, dovrebbe essere uno dei principali fattori di crescita nei prossimi anni. Le vendite nel primo trimestre del 2022 sono aumentate del 27% in tutte le regioni, superando del 15% le aspettative. I mercati stanno attualmente affrontando una maggiore volatilità e gli investitori sono talvolta preoccupati da eventi e aspettative a breve termine. Le rotazioni settoriali, come quelle a favore dei titoli value, sono espressione di questa speculazione. Tuttavia, restiamo convinti che, nel lungo periodo, i prezzi delle azioni dovrebbero tornare a essere orientati principalmente alla performance degli utili delle società. (abstract) fonte: http://www.verinieassociati.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Comgest: l’India corre grazie a food e logistica”

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2022

A cura di Bhuvnesh Singh, Gestore azionario Asia ex Japan e India di Comgest. L’India continua a registrare un’inflazione elevata, con l’indice dei prezzi al consumo al 7,0% (6,4% il consensus) a marzo rispetto al 6,1% di febbraio. Il forte aumento dei prezzi globali delle materie prime manterrà probabilmente l’inflazione al di sopra della zona di comfort della Reserve Bank of India (RBI) del 4-6% nei prossimi mesi. Mentre la banca centrale ha mantenuto il tasso repo al 4% in occasione della riunione di aprile, altre misure di liquidità per contenere l’inflazione sono state inasprite, indicando una posizione meno accomodante.Varun Beverages e Adani Ports sono stati tra i titoli più performanti. Varun Beverages ha registrato ottimi risultati, con volumi in crescita del 19% nel trimestre di marzo, grazie all’inizio dell’estate e a una forte richiesta. I nuovi prodotti lanciati dall’azienda negli ultimi anni rappresentano circa il 10% dei volumi totali in India. Nel marzo 2022 Adani Ports ha registrato il più alto carico mensile di sempre (29,16 milioni di tonnellate metriche), con una crescita del 12% su base annua. Nell’anno fiscale 2022, la società ha movimentato il suo carico più alto di sempre, pari a 312 milioni di tonnellate metriche, con una crescita del 26% su base annua. L’azienda ha recentemente concluso l’acquisizione del 100% del terzo porto privato più grande dell’India e ci si aspetta che i miglioramenti in termini di efficienza che ne deriveranno si concretizzino nei prossimi anni.CMS Info Systems è un importante fornitore di servizi di gestione del contante per il settore bancario indiano. La crescita è trainata dall’aumento dell’outsourcing da parte dei partner bancari e da una quota di mercato in crescita per l’azienda.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Comgest: Inflazione e materie prime ai massimi favoriscono i mercati emergenti”

Posted by fidest press agency su domenica, 8 Maggio 2022

A cura di Emil Wolter, Gestore del fondo Comgest Growth Emerging Markets di Comgest. Le questioni chiave che hanno determinato la performance del mercato del primo trimestre del 2022 sono state il conflitto tra Russia e Ucraina, un orientamento più aggressivo verso una stretta monetaria negli Stati Uniti e la strategia “Covid zero” della Cina. Oltre alle conseguenze umane, politiche e sanzionatorie dell’invasione russa dell’Ucraina, il conflitto ha innescato aumenti significativi dei prezzi delle materie prime e del petrolio, provocando un’ulteriore ripresa dell’inflazione a livello mondiale e creando conseguenze negative per la crescita. Ciò ha favorito i paesi, i tassi di cambio e i titoli dell’America Latina e della regione EMEA rispetto ai paesi importatori di materie prime in Asia. La variante Omicron del Covid-19 ha provocato un’interruzione dell’attività economica a livello mondiale, ma soprattutto in Cina, dove la strategia “Covid zero” ha creato problemi, comportando chiusure di città come a Shanghai. Ne sono conseguite revisioni al ribasso della crescita del PIL e difficoltà di approvvigionamento. Per ora l’allentamento monetario che dovrebbe compensare questa situazione è stato limitato. Sanlam continua ad espandere la quota di mercato in Sudafrica, mentre aumenta la penetrazione nel resto dell’Africa. In occasione di un incontro in presenza, il CEO ha confermato che l’aumento della domanda di prodotti assicurativi è un fenomeno destinato a durare probabilmente diversi anni nel continente.La digitalizzazione dell’attività di vendita al dettaglio di FEMSA in Messico è in fase relativamente iniziale; tuttavia, la concorrenza è limitata, mentre la distribuzione e la logistica dell’azienda sono estese. Il management è consapevole di questa grande opportunità e ha apportato recenti cambiamenti alla governance per poterla cogliere. Nel frattempo, i risultati del quarto trimestre 2021 illustrano il recupero in corso, con i ricavi in crescita del 12% su base annua (a/a) e l’EBITDA (utile al lordo di interessi, imposte e ammortamenti) in aumento dell’11,2%.Localiza, società brasiliana di noleggio di automobili con una posizione di mercato sempre più dominante, ha registrato guadagni durante il trimestre. Con la crescita dell’utile per azione (EPS) messa in discussione a livello globale, riteniamo che la sinergia, il taglio dei costi, la tassazione e i benefici della leva operativa derivanti dalla fusione con Unidas possano sostenere un rialzo delle previsioni per il 2022, a prescindere dalle condizioni del mercato automobilistico nazionale, incrementando così la valutazione delle azioni.I risultati della società indiana di servizi IT Cognizant hanno evidenziato un miglioramento della sua attività, con una crescita dei ricavi del 14,2% a/a e un margine EBIT (utili al lordo di interessi e imposte) del 15,3% rispetto all’11,1% del quarto trimestre 2020. L’azienda ha comunicato previsioni di crescita dei ricavi a medio termine a un CAGR compreso tra l’8 e l’11%. Le questioni da monitorare sono l’aumento dei salari e un possibile maggiore controllo sull’esternalizzazione. I riacquisti di azioni e i dividendi che ammontano al 50% dell’utile netto, nonché i ricavi in valuta forte, rendono Cognizant relativamente meno volatile di altri sul mercato.La combinazione di condizioni di liquidità sempre più severe, inflazione elevata e tensioni geopolitiche esacerbate dalla guerra continuerà a mettere in difficoltà i mercati azionari, che in molti casi rimangono sopravvalutati. Le continue revisioni al ribasso dei dati sulla crescita del PIL saranno accompagnate da revisioni al ribasso degli utili e, mentre una recessione non è scontata, l’insolita assenza di decisioni di politica monetaria rispetto al dinamismo dell’attività aumenta i rischi di un errore di politica. In considerazione del panorama macroeconomico sopra descritto, abbiamo deliberatamente incentrato il portafoglio sulla selezione di società di qualità, con motori di crescita non correlati che riteniamo si tradurranno in una solida crescita aggregata dell’EPS.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Comgest: in Europa si possono trovare buone opportunità?”

Posted by fidest press agency su domenica, 1 Maggio 2022

A cura di Alistair Wittet, gestore azionario Europa di Comgest. Il 1° trimestre del 2022 è stato caratterizzato da una forte agitazione sui mercati a causa dell’incremento dell’inflazione, alimentata in gran parte dalle incertezze generatesi con lo scoppio del conflitto tra Russia e Ucraina, che hanno causato un balzo nei prezzi delle materie prime soprattutto energetiche, aumentando il rischio di stagflazione. A gennaio, le voci relative al rialzo dei tassi hanno provocato una brusca rotazione settoriale a vantaggio dei titoli value e a scapito di quelli quality e growth, che hanno subito forti svalutazioni, analogamente alle società a media e bassa capitalizzazione. Questi eventi avranno probabilmente un impatto negativo diretto sulla crescita economica, portando a un significativo aumento dell’inflazione (spinta soprattutto dai prezzi dell’energia e dei cereali) e minando la fiducia dei consumatori, con un conseguente maggior rischio di recessione in Europa.In questo contesto rimaniamo fedeli al nostro approccio basato sulla ricerca di società di qualità e che mostrano una crescita idiosincratica, ossia indenne dalla volatilità del contesto attuale. Alcuni esempi sono Straumann, società leader nella produzione di impianti ortodontici della fascia premium. La società sta crescendo per acquisizioni profittevoli che le hanno consentito di uscire dalla nicchia ed espandersi in altre divisioni come quella degli scanner per le immagini del cavo orale o degli apparecchi ortodontici. Nel settore tecnologico segnaliamo ASML, che vanta una posizione di quasi monopolio nella litografia per semiconduttori, grazie alla nuova tecnologia per stampare transistor. Si tratta di un mercato in forte accelerazione e le aziende del settore stanno effettuando investimenti strutturali per gli upgrade dei sistemi. Nel settore medico troviamo NOVO Nordisk, società leader nei prodotti per diabetici: sono passati dall’insulina umana a quella moderna. La società ha anche brevettato la nuova molecola per l’obesità Wegovy che è già stata approvata dal FDA. Il contrasto all’obesità, che affligge il 40% degli americani, sarà un driver di crescita della società con un target per il 2025 di 4 miliardi di dollari americani. Anche le acquisizioni possono essere degli importanti driver di crescita e visibilità per le aziende, come lo è stato per il gruppo LVMH, che ha acquisito Christian Dior Couture e che si stima possa cresce di 5 volte rispetto all’anno dell’acquisizione o per L’Oréal con CeraVe. CeraVe società che si occupa di creme per la cura della pelle vendute sia nei supermercati sia nelle farmacie, a 5 anni dall’acquisizione ha generato ricavi per 1 miliardo di dollari USA, contribuendo così alla crescita dell’1% dell’intero gruppo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Comgest: mercati globali incerti per inflazione e stretta monetaria”

Posted by fidest press agency su sabato, 26 marzo 2022

A cura di Laure Négiar, Gestore del fondo Comgest Growth World di Comgest. Le pressioni inflazionistiche, il ritmo e la portata della stretta monetaria della Federal Reserve statunitense sono rimasti in cima alla lista delle preoccupazioni degli investitori globali, a cui si è aggiunto il conflitto Russia-Ucraina alla fine del mese di febbraio.Inner Mongolia Yili, Eli Lilly e Align Technology sono stati tra i titoli che hanno fornito i principali contributi alla performance. Inner Mongolia Yili, uno dei principali produttori cinesi di prodotti lattiero-caseari, è stato sostenuto da una forte crescita a due cifre dei latticini, nonché da recenti relazioni che evidenziano continui guadagni azionari.Eli Lilly, azienda farmaceutica impegnata nella cura del diabete, ha riportato una crescita del 15% dei ricavi e del 20% degli utili per azione per l’esercizio 2021 e ha una linea di prodotti promettente per i prossimi cinque anni. Align Technology, produttore di allineatori trasparenti, ha comunicato stime di crescita del fatturato superiori al 20% nel 2022, cogliendo di sorpresa il mercato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Comgest: mercati globali incerti per inflazione e stretta monetaria”

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 marzo 2022

A cura di Laure Négiar, Gestore del fondo Comgest Growth World di Comgest. Le pressioni inflazionistiche, il ritmo e la portata della stretta monetaria della Federal Reserve statunitense sono rimasti in cima alla lista delle preoccupazioni degli investitori globali, a cui si è aggiunto il conflitto Russia-Ucraina alla fine del mese di febbraio.Inner Mongolia Yili, Eli Lilly e Align Technology sono stati tra i titoli che hanno fornito i principali contributi alla performance. Inner Mongolia Yili, uno dei principali produttori cinesi di prodotti lattiero-caseari, è stato sostenuto da una forte crescita a due cifre dei latticini, nonché da recenti relazioni che evidenziano continui guadagni azionari.Eli Lilly, azienda farmaceutica impegnata nella cura del diabete, ha riportato una crescita del 15% dei ricavi e del 20% degli utili per azione per l’esercizio 2021 e ha una linea di prodotti promettente per i prossimi cinque anni. Align Technology, produttore di allineatori trasparenti, ha comunicato stime di crescita del fatturato superiori al 20% nel 2022, cogliendo di sorpresa il mercato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Comgest: il Giappone può essere un riparo nella tempesta?”

Posted by fidest press agency su sabato, 5 marzo 2022

A cura di Richard Kaye, Gestore del fondo Comgest Growth Japan di Comgest. La ripresa del Giappone è rimasta indietro rispetto alle altre economie sviluppate nel 2021, ma riteniamo che il 2022 prometta cambiamenti in meglio per l’economia giapponese e per gli investitori in azioni giapponesi. A differenza degli Stati Uniti, il Giappone sembra destinato a riprendersi senza che l’inflazione crescente spaventi i mercati. Se l’inflazione è qui per restare, crediamo che il Giappone offra un rifugio sicuro: ciò che si vede è ciò che si otterrà. Al momento, stiamo assistendo ad una normalizzazione dell’economia giapponese, grazie alle riaperture che hanno portato a buoni risultati in termini di utili delle società giapponesi. Il Giappone rimane un ricco terreno di caccia per gli investitori growth e per questo pensiamo possa essere un buon riparo nella tempesta. Grazie alla riapertura del Giappone, molti settori hanno ripreso rapidamente a crescere come il settore turistico, della ristorazione, cosmesi, dei negozi fisici e dei parchi divertimento. La gente è tornata a vivere una nuova normalità, ad andare nei ristoranti, a viaggiare e ad acquistare nei negozi. Alcuni dei settori e delle società a cui guardiamo positivamente sono la guida autonoma, che rappresenta un’area in grande crescita e che vanta tassi di innovazione molto alti. Qui troviamo Keyence, compagnia giapponese che sviluppa e produce sensori, sistemi di visione, lettori di codici a barre, marcatori laser, strumenti di misurazione e microscopi digitali.Nel business dei semiconduttori ci piace Hoya, che fornisce componentistica per Samsung e TSMC. Vi è poi il settore del gaming, in cui il Giappone è leader: qui troviamo Nexon, produttore di videogiochi specializzato in giochi online per PC e dispositivi mobili con prospettive rosee anche grazie alla crescita stimata degli utenti. Fanuc si trova in una posizione simile a Hoya come leader di mercato delle numerical controller interfaces ma produce anche robot. La società deve gran parte dei propri ricavi ai numerical controller. La tecnologia di Fanuc è utile e serve per macchinari che devono essere programmati e che si muovono su più assi; noi investiamo in questi temi di innovazione. La società soddisfa la richiesta di Cina e India.Tra i settori in crescita c’è anche quello medico con la diagnostica con Sysmex, società quotata a Tokyo, che sviluppa strumenti diagnostici, reagenti e relativi software. Sysmex ha una esclusiva tecnologia per effettuare diagnosi mediche, è il più grande player al mondo nelle analisi di sangue; possiede un metodo di testing veloce, economico e offre una grande gamma di soluzioni in questo settore. Ma anche lo sviluppo di nuovi medicinali come PeptiDream, società di biotecnologia con una ricca pipeline. Il settore biotech in Giappone è frizzante. La società lavora per studiare le molecole dei peptide e ha acquistato un grande slancio grazie a tutta una serie di agevolazioni concesse dallo Stato. Lavora con 7 delle 10 maggiori piattaforme che studiano i peptidi ed è coinvolta nei principali studi e ricerche di nuovi farmaci.Il Giappone sta anche vivendo una grande rivoluzione in ambito del FinTech, con un crescente utilizzo di pagamenti tramite carta di credito o pagamenti online abbandonando il contante. E qui troviamo GMO Payment Gateway, la più grande piattaforma di pagamenti elettronici. Il Giappone è stato tradizionalmente un paese basato sul denaro contante ed ora sta rapidamente modificando questo sistema anche grazie allo stimolo derivante dal Coronavirus e alla maggiore fiducia della popolazione verso le carte di credito. GMO rappresenta la più grande piattaforma cashless in Giappone e un re del fintech, che ha performato oltre il 25% di utili. Ci aspettiamo che espanderà il suo business anche all’estero. La nuova via della seta inizia in Giappone. Aziende con un passato di successo che sono leader mondiali della crescita sostenibile, sono ora scambiati a valutazioni basse da molti anni. Noi investiamo solo in società leader che sono pronte per aprirsi al mercato asiatico per una crescita futura. Per questi motivi pensiamo che il Giappone sia ben posizionato per essere un riparo nella tempesta. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Comgest: la volatilità spinge gli investitori a un cambiamento significativo”

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

A cura di Laure Négiar, Gestore del fondo Comgest Growth World di Comgest. Gennaio è stato un mese caratterizzato da volatilità. I mercati, e in particolare i titoli growth, hanno evidenziato debolezza a causa delle preoccupazioni riguardanti l’inflazione e i rendimenti obbligazionari. La rotazione ha determinato la sovraperformance di settori in cui siamo sottopesati a causa di una carenza di società di qualità (finanziari ed energia), nonché una rotazione all’interno di settori come l’industria e i materiali lontano dalla fascia di qualità dello spettro. Tra i titoli che hanno messo a segno le performance migliori nel corso del mese segnaliamo la compagnia di assicurazione AIA, la fonderia di semiconduttori TSMC e la società tecnologica cinese Tencent. Dai risultati del quarto trimestre di TSMC emerge un utile netto in crescita del 16% su base annua, mentre le previsioni positive hanno dimostrato la capacità della società di rialzare i prezzi. Tencent ha sovraperformato, riflettendo la scarsa fiducia provocata dalle modifiche normative dell’anno scorso. Da una riunione con il gruppo è emersa la crescente attività di riacquisto di azioni proprie e la conferma della solidità dell’attività di videogiochi. La compagnia di assicurazione AIA ha registrato buoni risultati nel corso della rotazione del mercato, dato che ha beneficiato del rialzo dei tassi di interesse. La volatilità registrata a gennaio ha portato a un cambiamento significativo dei rapporti rischio-rendimento e tra le società di alta qualità coerenti con questo nuovo paradigma segnaliamo Align Technology, il produttore di allineatori trasparenti, Recruit Holdings, la società giapponese proprietaria del motore di ricerca di lavoro indeed.com, il leader nel design di calzature Nike e il fornitore di servizi di pagamento Adyen.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Comgest: la volatilità spinge gli investitori a un cambiamento significativo”

Posted by fidest press agency su domenica, 27 febbraio 2022

A cura di Laure Négiar, Gestore del fondo Comgest Growth World di Comgest. Gennaio è stato un mese caratterizzato da volatilità. I mercati, e in particolare i titoli growth, hanno evidenziato debolezza a causa delle preoccupazioni riguardanti l’inflazione e i rendimenti obbligazionari. La rotazione ha determinato la sovraperformance di settori in cui siamo sottopesati a causa di una carenza di società di qualità (finanziari ed energia), nonché una rotazione all’interno di settori come l’industria e i materiali lontano dalla fascia di qualità dello spettro. Tra i titoli che hanno messo a segno le performance migliori nel corso del mese segnaliamo la compagnia di assicurazione AIA, la fonderia di semiconduttori TSMC e la società tecnologica cinese Tencent. Dai risultati del quarto trimestre di TSMC emerge un utile netto in crescita del 16% su base annua, mentre le previsioni positive hanno dimostrato la capacità della società di rialzare i prezzi. Tencent ha sovraperformato, riflettendo la scarsa fiducia provocata dalle modifiche normative dell’anno scorso. Da una riunione con il gruppo è emersa la crescente attività di riacquisto di azioni proprie e la conferma della solidità dell’attività di videogiochi. La compagnia di assicurazione AIA ha registrato buoni risultati nel corso della rotazione del mercato, dato che ha beneficiato del rialzo dei tassi di interesse.La volatilità registrata a gennaio ha portato a un cambiamento significativo dei rapporti rischio-rendimento e tra le società di alta qualità coerenti con questo nuovo paradigma segnaliamo Align Technology, il produttore di allineatori trasparenti, Recruit Holdings, la società giapponese proprietaria del motore di ricerca di lavoro indeed.com, il leader nel design di calzature Nike e il fornitore di servizi di pagamento Adyen.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Comgest: il recente sell-off risveglia l’interesse per i titoli USA”

Posted by fidest press agency su domenica, 20 febbraio 2022

A cura di Christophe Nagy, Gestore del fondo Comgest Growth America di Comgest. All’inizio dell’anno abbiamo assistito a un’improvvisa inversione del sentiment sui mercati. In uno scenario di solidità dell’economia statunitense, cresciuta del 6,9% nel quarto trimestre del 2021, a seguito di livelli di occupazione record e di consumi privati e piani di investimento aziendali vigorosi, gli investitori hanno rivolto lo sguardo a una Federal Reserve sempre più aggressiva, che ora sta prendendo in considerazione almeno quattro aumenti dei tassi nel 2022. Mentre la prospettiva di un aumento dei tassi d’interesse potrebbe contenere con successo le pressioni inflazionistiche senza rallentare la ripresa economica, gli investitori hanno approfittato del nuovo orientamento di politica monetaria e hanno accelerato il riequilibrio delle loro allocazioni verso settori sensibili alla reflazione come l’energia e i titoli finanziari. Nel frattempo, nel corso del mese c’è stato un allontanamento dagli asset con duration lunga, specialmente dai comparti più costosi del mercato. I settori energetico e finanziario hanno guadagnato e perso rispettivamente il 19% e l’1%, rispetto alla contrazione del 5,2% dell’indice S&P 500 in USD. Per illustrare la gravità dei movimenti del mercato, il 55% delle aziende del Nasdaq è sceso più del 50% rispetto ai picchi dei 12 mesi precedenti. In questo scenario volatile, il nostro obiettivo rimane invariato: cerchiamo di detenere società di qualità, redditizie e con interessanti prospettive di crescita. Johnson & Johnson ha registrato una crescita organica del fatturato del 12% lo scorso trimestre, sostenuta dal suo vaccino contro il Covid-19 e dal successo del lancio di nuovi prodotti farmaceutici e dispositivi medici. Allo stesso modo, Microsoft ha incrementato i ricavi del 20%, grazie ai servizi di cloud Azure e alle offerte di Office, aumentando i margini operativi al 43%. L’innovazione dei prodotti ha contribuito all’aumento dell’11% delle vendite di Apple, sottolineando la resilienza dell’azienda nonostante le difficoltà nella catena di approvvigionamento mondiale. Infine, Activision Blizzard ha ricevuto un’offerta di acquisizione da parte di Microsoft, che ha fatto salire le sue azioni nel periodo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comgest: “In Europa la crisi ha rafforzato i più forti”

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 gennaio 2022

A cura di Franz Weis, Managing Director e Co-Responsabile delle strategie azionarie europee di Comgest. La pandemia è continuata nel 2021, ma la somministrazione del vaccino ha avuto un effetto davvero positivo, permettendo alle economie di riaprire e al mondo di tornare a una sorta di normalità. Tuttavia, continue ondate di contagi a seguito di nuove varianti del Covid-19 stanno ancora ostacolando un pieno ritorno alla normalità e diversi settori come i viaggi e le compagnie aeree rimangono colpiti. La pandemia ha anche alimentato le difficoltà di approvvigionamento a livello mondiale e fatto aumentare i costi di trasporto che potrebbero avere un impatto su alcune delle società in portafoglio, anche se in misura a nostro avviso limitata. Con l’aumento dell’inflazione, il prossimo interrogativo riguarda la portata e la velocità dell’aumento dei tassi d’interesse. La Banca centrale europea ha mantenuto i tassi invariati a dicembre e ha annunciato che procederà a una riduzione degli acquisti di titoli nei prossimi mesi, pur mantenendo la flessibilità in caso di peggioramento della pandemia. Nonostante il virus, l’inflazione e tutte le altre sfide, i mercati europei hanno chiuso il 2021 in bellezza, con l’indice MSCI Europe in rialzo del 25,1% in euro (+16,3% in USD). L’anno è stato anche caratterizzato da diverse rotazioni cicliche, ma alla fine i titoli growth hanno di nuovo sovraperformato. I settori che si sono distinti nel 2021 sono stati quelli di natura più ciclica, in particolare gli industriali e i materiali, nonché settori come la sanità e l’informatica.Prendiamo il settore della tecnologia. Che si sia trattato della transizione ai veicoli elettrici o dell’upgrade dei vecchi sistemi informatici, la crisi ha indotto le società, leader o inseguitrici, ad accelerare tutti i processi di transizione digitale. Accenture ha registrato la crescita più rapida dell’ultimo decennio. Analogamente, sul fronte digitale tutte le strade portano al leader della litografia ASML, i cui dati di crescita hanno continuato a sorprendere positivamente. La società ha annunciato un nuovo piano decennale che dovrebbe generare una crescita dei ricavi a due cifre, sostenuta da ulteriori investimenti digitali e aggiornamenti tecnologici. L’innovazione resta un fattore di crescita fondamentale e il 2021 non ha fatto eccezione. Il nuovo farmaco antiobesità di Novo Nordisk, Wegovy, è stato approvato dalle autorità USA e, in poche settimane, ha superato il numero di prescrizioni raggiunto dal suo predecessore 5 anni fa. Negli USA, con oltre 100 milioni di adulti clinicamente obesi, la domanda insoddisfatta è considerevole, tanto più se si considerano i benefici indiretti del trattamento di una condizione che è all’origine di un alto numero di altre patologie.La crisi ha rafforzato i più forti, e la prova migliore di questa tendenza viene dal segmento dei consumi. Nei primi 9 mesi del 2021, i marchi di lusso Louis Vuitton e Hermès hanno registrato un aumento delle vendite di oltre il 35% rispetto ai livelli pre-crisi, mentre i principali concorrenti hanno raggiunto a malapena i livelli del 2019. Nella cosmesi, L’Oréal ha raggiunto un ritmo di crescita intorno al 15%, il doppio della media del settore, secondo le nostre stime. In campo alimentare, anche Nestlé ha guadagnato rilevanti quote di mercato (soprattutto caffè e alimenti per animali).ASML continua a far leva sulla domanda vivace del mercato dei semiconduttori e sulla sua leadership tecnologica nella litografia. La presenza sempre più massiccia di semiconduttori in tutte le applicazioni ha sostenuto impressionanti revisioni al rialzo degli utili nel 2021, con gli EPS che dovrebbero aumentare di oltre il 60% a/a nel 2021. Capgemini ha rivisto al rialzo le sue previsioni sulla base del rafforzamento delle tendenze di trasformazione digitale in tutti i settori e regioni, mentre ICON ha completato con successo l’importante acquisizione di PRA Health, creando così il secondo più grande operatore nell’outsourcing della ricerca clinica. Sika ha assistito a una forte ripresa organica e un solido sviluppo dei margini grazie al potere di determinazione dei prezzi e alla leva operativa. L’azienda ha annunciato l’acquisizione di MBCC per 5,5 mld di franchi svizzeri, la sua più grande operazione di sempre. Teleperformance ha aggiornato a più riprese le sue previsioni e si aspetta di raggiungere ottimi risultati su base annua in termini di crescita organica, concretamente superiori ai livelli pre-pandemia. Il gruppo ha sfruttato le sue solide soluzioni ibride nel mercato dell’outsourcing di servizi per i consumatori e ha beneficiato della digitalizzazione del mercato e di un solido posizionamento nel settore pubblico.Le incertezze a breve termine legate alle forniture, all’inflazione, alla carenza di manodopera e ai tassi d’interesse persisteranno molto probabilmente nel 2022. Come investitori quality growth, siamo meno preoccupati di cercare di prevedere quando le difficoltà di approvvigionamento saranno risolte, o la velocità o l’entità dell’inflazione e dei rialzi dei tassi di interesse. Ciò perché le nostre posizioni quality growth hanno catene di approvvigionamento solide e consolidate, sono datori di lavoro che attirano talenti, hanno un forte potere di determinazione dei prezzi e sono ben capitalizzate. Questi, a nostro avviso, sono i meccanismi di difesa più importanti in questo scenario.Guardiamo al 2022 con cauto ottimismo. Crediamo che un’accelerazione della crescita del mercato unita a un migliore posizionamento sosterranno una solida crescita degli utili del portafoglio nei prossimi 5 anni. Abbiamo già visto segnali anticipatori di una ripresa delle attività M&A nel 2021 (Nestlé, Coloplast, Givaudan) e ci aspettiamo molto altro man mano che le società mostreranno la solidità dei loro bilanci.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Comgest: la variante Omicron premia i titoli difensivi e di crescita in Usa”

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

A cura di Christophe Nagy, Gestore del fondo Comgest Growth America di Comgest. L’indice S&P ha registrato un calo a fine novembre, quando la nuova variante Omicron del Covid-19 ha sollevato preoccupazioni. I titoli “ciclici” hanno ceduto parte dei loro guadagni del 2021 (con il settore dell’energia e i finanziari in calo di circa il 4%) mentre i titoli difensivi e di crescita hanno sovraperformato.L’inflazione è salita al 6,2%. ad ottobre, a causa soprattutto dell’energia in aumento del 30% su base annua, spingendo la Fed a porre fine, prima del previsto, all’allentamento monetario. La disoccupazione continua a diminuire, al 4,6%, ossia pari a sette milioni di disoccupati, avvicinandosi ai livelli pre-pandemici del 3,5%. I consumatori statunitensi continuano a conservare un eccesso di risparmio, corrispondente a circa il 10% del PIL nazionale.Il Presidente degli Stati Uniti ha rinnovato il mandato del Governatore della Fed, Powell, garantendo continuità alla politica della Banca centrale. Biden, inoltre, ha firmato il lungamente discusso disegno di legge sulle infrastrutture da 1.000 miliardi di dollari, liberando fondi per i trasporti, la banda larga e le utility, negli USA. È in fase di discussione l’approvazione di un ulteriore pacchetto di 1,75 mila miliardi di dollari per gli ammortizzatori sociali e la politica climatica.Il tira e molla sul mercato riguarda, al momento, i costi per il raggiungimento degli obiettivi di neutralità carbonica (i prezzi dei combustibili fossili, a breve termine, saliranno se si interromperanno gli investimenti a monte), ma anche la carenza di forniture nel settore manifatturiero “near shoring” (carenza di manodopera, carenza di chip e domanda volatile), e gli interrogativi sul corso che imboccherà l’economia, una volta usciti dalla recessione dovuta al Covid-19. Continuiamo a preferire le società che evidenziano una solidità dei margini e patrimoniale, un’intensità di lavoro e di capitale relativamente bassa e ricavi ricorrenti.Gli utili del terzo trimestre hanno mostrato la capacità di recupero delle società in portafoglio, tra le quali troviamo Roblox, Trex e Costco, che hanno messo in evidenza il passaggio storico ai giochi online, il miglioramento durevole del settore abitativo e di quello alimentare di qualità a prezzi bassi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

“Comgest: volatilità e mercato immobiliare cinese regnano sui mercati emergenti”

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 dicembre 2021

A cura di Emil Wolter, Gestore del fondo Comgest Growth Emerging Markets di Comgest. Nei mesi recenti si è assistito a una continuazione della volatilità che ha caratterizzato tutto il 2021. La volatilità del mercato è stata provocata dalla Cina, dove il potenziale default di alcuni emittenti di obbligazioni offshore ha continuato ad essere al centro della scena. Il mercato immobiliare è rimasto debole, mentre c’è ancora margine di manovra per un allentamento della politica monetaria cinese. Direttamente e indirettamente, il mercato immobiliare incide per circa il 20%-25% del PIL cinese e costituisce una parte importante dei risparmi delle famiglie, e la volatilità ha un impatto drastico sulla fiducia dei consumatori.È stata la riapertura delle economie regionali, visto il minor impatto del Covid-19. Tuttavia, anche questa è stata di breve durata, poiché l’attenzione si è spostata sulla nuova variante (Omicron). Ciò ha avuto un impatto su alcuni titoli del settore dei consumi esposti al comparto della vendita al dettaglio da viaggio, come LG H&H.Tra i titoli che hanno registratole performance peggiori, segnaliamo Sanlam, la compagnia assicuratrice sudafricana, penalizzata dalla notizia della comparsa della variante Omicron del Covid-19 nel Paese, e Alibaba che ha registrato risultati in sordina a causa di consumi sottotono e margini più deboli. Anche le azioni di PagSeguro hanno registrato un calo, in seguito all’aumento dei tassi di interesse in Brasile e alle preoccupazioni del settore, data la pubblicazione di risultati deludenti da parte della società omologa, Stone. Il sentiment, inoltre, è stato influenzato dalla decisione di Amazon di vietare i pagamenti con carta di credito Visa sulla sua piattaforma, nel Regno Unito.Tra i principali titoli con performance positive, segnaliamo NCsoft, grazie al lancio del suo nuovo videogioco, Lineage W, che ha registrato buoni risultati, ristabilendo in parte la fiducia nella società. Anche NetEase ha messo a segno una buona performance dopo il lancio del suo nuovo gioco su Harry Potter e il proseguimento dell’espansione all’estero. Per finire, Falabella ha registrato un rally, dopo il primo turno di un’elezione presidenziale molto polarizzata, in Cile, che ha visto Kast, il candidato della destra ultra-conservatrice, precedere il candidato della sinistra radicale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Commento Comgest: Industria dentale e digitalizzazione

Posted by fidest press agency su martedì, 7 dicembre 2021

A cura di Alistair Wittet, Gestore del fondo Comgest Growth Europe di Comgest. L’industria dentale ha beneficiato della crisi pandemica, accelerando la digitalizzazione del settore. Ed è emersa come un improbabile vincitore, primeggiando negli ultimi 18 mesi. Diversi studi dentistici che in precedenza utilizzavano la tecnologia di modellatura per creare impronte digitali della bocca sono ora passati allo scanner intraorale, una tecnologia digitale in grado di creare un disegno 3D della bocca del paziente.Il dispositivo permette ai dentisti di creare impianti o corone e la sua adozione è accelerata durante la crisi, poiché gli utenti possono utilizzarlo a mani libere.La trasformazione digitale dell’industria dentale ha creato un flusso di entrate ricorrenti per Straumann, che oltre allo scanner intraorale, vende altre risorse digitali che i dentisti sono più propensi ad acquistare una volta che hanno optato per lo scanner.Per quanto riguarda le prospettive future in Europa, ci aspettiamo una ripresa a V, dove le vendite organiche accelerano man mano che il portafoglio esce dalla crisi, superando i livelli pre-pandemia.Un esempio è la transizione verde; abbiamo assistito ad una domanda estremamente elevata di veicoli elettrici in corrispondenza della progressiva ripresa dalla crisi.Infine, abbiamo anche visto la forza di diversi attori dell’e-commerce l’anno scorso, soprattutto quelli con un approccio omnicanale come il rivenditore di moda Inditex, le cui vendite sono del 9% superiori a quelle pre-crisi, grazie ad una chiara sinergia tra negozi fisici e lo spazio online.Tra i settori più interessanti evidenziamo quasi alla pari sanità e IT, seguiti dai beni di consumo discrezionali. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »