Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 19

Posts Tagged ‘comgest’

“Comgest: la variante Omicron premia i titoli difensivi e di crescita in Usa”

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

A cura di Christophe Nagy, Gestore del fondo Comgest Growth America di Comgest. L’indice S&P ha registrato un calo a fine novembre, quando la nuova variante Omicron del Covid-19 ha sollevato preoccupazioni. I titoli “ciclici” hanno ceduto parte dei loro guadagni del 2021 (con il settore dell’energia e i finanziari in calo di circa il 4%) mentre i titoli difensivi e di crescita hanno sovraperformato.L’inflazione è salita al 6,2%. ad ottobre, a causa soprattutto dell’energia in aumento del 30% su base annua, spingendo la Fed a porre fine, prima del previsto, all’allentamento monetario. La disoccupazione continua a diminuire, al 4,6%, ossia pari a sette milioni di disoccupati, avvicinandosi ai livelli pre-pandemici del 3,5%. I consumatori statunitensi continuano a conservare un eccesso di risparmio, corrispondente a circa il 10% del PIL nazionale.Il Presidente degli Stati Uniti ha rinnovato il mandato del Governatore della Fed, Powell, garantendo continuità alla politica della Banca centrale. Biden, inoltre, ha firmato il lungamente discusso disegno di legge sulle infrastrutture da 1.000 miliardi di dollari, liberando fondi per i trasporti, la banda larga e le utility, negli USA. È in fase di discussione l’approvazione di un ulteriore pacchetto di 1,75 mila miliardi di dollari per gli ammortizzatori sociali e la politica climatica.Il tira e molla sul mercato riguarda, al momento, i costi per il raggiungimento degli obiettivi di neutralità carbonica (i prezzi dei combustibili fossili, a breve termine, saliranno se si interromperanno gli investimenti a monte), ma anche la carenza di forniture nel settore manifatturiero “near shoring” (carenza di manodopera, carenza di chip e domanda volatile), e gli interrogativi sul corso che imboccherà l’economia, una volta usciti dalla recessione dovuta al Covid-19. Continuiamo a preferire le società che evidenziano una solidità dei margini e patrimoniale, un’intensità di lavoro e di capitale relativamente bassa e ricavi ricorrenti.Gli utili del terzo trimestre hanno mostrato la capacità di recupero delle società in portafoglio, tra le quali troviamo Roblox, Trex e Costco, che hanno messo in evidenza il passaggio storico ai giochi online, il miglioramento durevole del settore abitativo e di quello alimentare di qualità a prezzi bassi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

“Comgest: volatilità e mercato immobiliare cinese regnano sui mercati emergenti”

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 dicembre 2021

A cura di Emil Wolter, Gestore del fondo Comgest Growth Emerging Markets di Comgest. Nei mesi recenti si è assistito a una continuazione della volatilità che ha caratterizzato tutto il 2021. La volatilità del mercato è stata provocata dalla Cina, dove il potenziale default di alcuni emittenti di obbligazioni offshore ha continuato ad essere al centro della scena. Il mercato immobiliare è rimasto debole, mentre c’è ancora margine di manovra per un allentamento della politica monetaria cinese. Direttamente e indirettamente, il mercato immobiliare incide per circa il 20%-25% del PIL cinese e costituisce una parte importante dei risparmi delle famiglie, e la volatilità ha un impatto drastico sulla fiducia dei consumatori.È stata la riapertura delle economie regionali, visto il minor impatto del Covid-19. Tuttavia, anche questa è stata di breve durata, poiché l’attenzione si è spostata sulla nuova variante (Omicron). Ciò ha avuto un impatto su alcuni titoli del settore dei consumi esposti al comparto della vendita al dettaglio da viaggio, come LG H&H.Tra i titoli che hanno registratole performance peggiori, segnaliamo Sanlam, la compagnia assicuratrice sudafricana, penalizzata dalla notizia della comparsa della variante Omicron del Covid-19 nel Paese, e Alibaba che ha registrato risultati in sordina a causa di consumi sottotono e margini più deboli. Anche le azioni di PagSeguro hanno registrato un calo, in seguito all’aumento dei tassi di interesse in Brasile e alle preoccupazioni del settore, data la pubblicazione di risultati deludenti da parte della società omologa, Stone. Il sentiment, inoltre, è stato influenzato dalla decisione di Amazon di vietare i pagamenti con carta di credito Visa sulla sua piattaforma, nel Regno Unito.Tra i principali titoli con performance positive, segnaliamo NCsoft, grazie al lancio del suo nuovo videogioco, Lineage W, che ha registrato buoni risultati, ristabilendo in parte la fiducia nella società. Anche NetEase ha messo a segno una buona performance dopo il lancio del suo nuovo gioco su Harry Potter e il proseguimento dell’espansione all’estero. Per finire, Falabella ha registrato un rally, dopo il primo turno di un’elezione presidenziale molto polarizzata, in Cile, che ha visto Kast, il candidato della destra ultra-conservatrice, precedere il candidato della sinistra radicale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Commento Comgest: Industria dentale e digitalizzazione

Posted by fidest press agency su martedì, 7 dicembre 2021

A cura di Alistair Wittet, Gestore del fondo Comgest Growth Europe di Comgest. L’industria dentale ha beneficiato della crisi pandemica, accelerando la digitalizzazione del settore. Ed è emersa come un improbabile vincitore, primeggiando negli ultimi 18 mesi. Diversi studi dentistici che in precedenza utilizzavano la tecnologia di modellatura per creare impronte digitali della bocca sono ora passati allo scanner intraorale, una tecnologia digitale in grado di creare un disegno 3D della bocca del paziente.Il dispositivo permette ai dentisti di creare impianti o corone e la sua adozione è accelerata durante la crisi, poiché gli utenti possono utilizzarlo a mani libere.La trasformazione digitale dell’industria dentale ha creato un flusso di entrate ricorrenti per Straumann, che oltre allo scanner intraorale, vende altre risorse digitali che i dentisti sono più propensi ad acquistare una volta che hanno optato per lo scanner.Per quanto riguarda le prospettive future in Europa, ci aspettiamo una ripresa a V, dove le vendite organiche accelerano man mano che il portafoglio esce dalla crisi, superando i livelli pre-pandemia.Un esempio è la transizione verde; abbiamo assistito ad una domanda estremamente elevata di veicoli elettrici in corrispondenza della progressiva ripresa dalla crisi.Infine, abbiamo anche visto la forza di diversi attori dell’e-commerce l’anno scorso, soprattutto quelli con un approccio omnicanale come il rivenditore di moda Inditex, le cui vendite sono del 9% superiori a quelle pre-crisi, grazie ad una chiara sinergia tra negozi fisici e lo spazio online.Tra i settori più interessanti evidenziamo quasi alla pari sanità e IT, seguiti dai beni di consumo discrezionali. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Comgest: supply chain e inflazione rallentano il percorso verso la normalità”

Posted by fidest press agency su domenica, 21 novembre 2021

A cura di Alexandre Narboni, Gestore del fondo Comgest Growth World di Comgest. Ottobre è stato caratterizzato dall’avvio della stagione degli utili, che finora ha generalmente prodotto buoni risultati. Nonostante il mondo continui il suo cammino verso la normalizzazione post Covid, le aziende devono ancora affrontare i problemi legati alla catena di approvvigionamento e all’inflazione. Tra i titoli che hanno registrato le migliori performance nel corso del mese segnaliamo Microsoft, Intuit, fornitore leader di software finanziari e di servizi di contabilità alle piccole imprese, e Alibaba, la più grande piattaforma di e-commerce in Cina. Ancora una volta Microsoft ha fornito una serie di risultati convincenti. La società continua a beneficiare di un portafoglio di prodotti ben posizionato per approfittare delle forti tematiche di crescita secolare, ma anche di una solida gestione. Durante l’investor day, Intuit ha fornito ulteriori rassicurazioni riguardo al profilo di crescita della società. Nel frattempo, Alibaba ha registrato un rimbalzo in seguito alla scarsità di notizie, il che riflette come la fiducia riguardante il titolo sia calata.Tra i titoli che hanno penalizzato la performance figurano Visa, Hoya, produttore di substrati per semiconduttori, e Facebook. Visa è in calo, nonostante i discreti risultati pubblicati, a causa dei timori riguardanti l’andamento dei consumi e la concorrenza delle fintech. I risultati pubblicati da Hoya sono stati ampiamente in linea con le stime di consenso, anche se le previsioni e i commenti della società per il secondo semestre sono stati considerati deludenti. Facebook (rinominato “Meta”) non si è dimostrato all’altezza delle stime del consenso, registrando una crescita dei ricavi pubblicitari del 32% invece del previsto +35%.Alcon, società leader nel settore dell’oftalmologia chirurgica e della cura della vista, offer dei prodotti che svolgono un ruolo importante dato l’invecchiamento della popolazione e la crescente prevalenza di disturbi oculari, equivalenti a un costo di oltre 100 miliardi di dollari all’anno. La multinazionale di tecnologia medica Becton Dickinson ha subito un rallentamento della crescita, un calo della qualità e difficoltà dovute ai costi delle materie prime.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Comgest: il quadro variegato dell’America Latina”

Posted by fidest press agency su domenica, 7 novembre 2021

A cura di Charles Biderman, Gestore del fondo Comgest Growth Latin America di Comgest. Le stime di crescita mondiale evidenziano un rallentamento, mentre l’inflazione ha continuato ad essere più alta del previsto. Un ulteriore impulso a questa situazione è provenuto dalle crescenti carenze e ristrettezze dell’offerta non solo nel settore dei semiconduttori, ma anche in altri comparti, tra cui la manodopera e l’energia. Questo sta provocando un’ulteriore revisione al ribasso delle prospettive di crescita e al rialzo delle stime di inflazione. Allo stesso tempo, i governi stanno arrivando al punto in cui devono ridurre gli stimoli fiscali senza precedenti che erano stati introdotti nel 2020. Inoltre, le banche centrali stanno aumentando o hanno deciso di aumentare i tassi. È questo, in particolare, il caso dell’America Latina, dove tutte le banche centrali stanno operando un rialzo dei tassi e continueranno a farlo. Il contagio dalla Cina ha influenzato il sentiment globale, con inoltre un impatto, in termini economici diretti, sui volumi e sui prezzi delle esportazioni dall’America Latina. La Cina sta subendo le conseguenze di un rallentamento economico maggiore del previsto, delle carenze nell’approvvigionamento e delle tensioni riguardanti alcuni aspetti del settore immobiliare nazionale, così come dell’incertezza relativa al mercato azionario indotta dal governo. È improbabile che questi problemi si attenuino a breve termine.Le stime del PIL latino-americano continuano ad essere solide. In generale, i prezzi delle materie prime, il miglioramento dei saldi delle partite correnti e di bilancio e l’aumento dei risparmi, che significa più consumi, stanno più che compensando l’incremento dell’inflazione e i rialzi dei tassi d’interesse. Ad esempio, la stima dell’incremento del PIL cileno per il 2021 è stata aumentata al 9,3%, nonostante il paese sia uscito recentemente dal suo lockdown più lungo. Il Messico presenta tutte queste caratteristiche, ma ha anche il vantaggio di confinare con gli USA, in forte espansione, e sta ricevendo rimesse annuali pari al 4,2% del PIL.A differenza dell’Asia, l’America Latina sta migliorando con sempre maggiore successo i tassi di vaccinazione. Il Cile è tra i primi dieci paesi al mondo in termini di percentuale di popolazione vaccinata, mentre il resto del continente sta recuperando terreno, permettendo alle economie di aprirsi sempre di più, a vantaggio dei consumi. Per quanto riguarda il Messico sarà importante monitorare l’andamento dell’economia statunitense e l’effetto sul peso messicano e sui tassi di interesse della riduzione degli acquisti di titoli; attualmente l’inflazione si sta muovendo molto al di sopra dell’obiettivo, spinta da una continua ripresa della dinamica economica e dall’aumento dei costi e della carenza dei fattori produttivi.Lo stesso vale per il Brasile, dove le stime del PIL per il 2021 sono solide, ma sono state ridotte per il 2022 a causa di un rialzo dei tassi di interesse, in particolare, e dell’indebolimento della domanda di esportazioni proveniente dalla Cina. Nel breve termine, la siccità sta cominciando ad influire sui prezzi e sulla disponibilità di energia. Aumenteranno i timori che l’ex presidente di sinistra Lula possa vincere le elezioni del novembre 2022. Anche in Cile, nell’immediato futuro, una serie di importanti appuntamenti elettorali determinerà probabilmente la struttura del paese per molti anni a venire. Fortunatamente, il Cile può contare su istituzioni forti e una banca centrale indipendente, così come sull’esposizione al rame e su un saldo di bilancio positivo.La stretta fiscale e monetaria globale ha da sempre effetti negativi sulle economie latinoamericane, in quanto porta a una politica monetaria restrittiva e/o al deprezzamento valutario. Tende inoltre ad essere più penalizzante per le società cicliche, settori in cui il fondo è solitamente sottopesato. Di conseguenza, un attento stock picking di componenti quality growth rivestirà un’importanza sempre maggiore dato che i mercati stanno passando da un rimbalzo dell’economia post pandemia, indotto dalle misure governative accomodanti, a uno scenario più variegato e complicato. Di conseguenza, continuiamo a prediligere società di qualità e che offrono una crescita degli utili sicura a lungo termine.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Comgest: Utili globali in crescita nel 2021-22

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2021

Commento di Laure Négiar, Gestore del fondo Comgest Growth World di Comgest. La strategia azionaria globale di Comgest compie 30 anni: lanciata nel 1991, ha generato un rendimento netto annualizzato del 10%. Dal lancio il mercato azionario globale si è modificato ed evoluto notevolmente: basti pensare all’impatto della digitalizzazione su alcuni settori come quello dei consumi. Ma alcune posizioni del fondo sono rimaste invariate, come Luxottica, che continua a mostrare una crescita sostenibile degli utili nel lungo termine. Guardando oggi al mercato azionario globale dopo aver registrato solidi guadagni a luglio e ad agosto, i mercati mondiali hanno assistito a un parziale calo a settembre in seguito ai timori di un rialzo dei tassi, alle pressioni inflazionistiche, alle interruzioni degli approvvigionamenti e al peggioramento dello scenario economico e normativo in Cina, che hanno rappresentato le principali fonti di preoccupazione. Se le stime di consenso sono esatte, gli utili globali dovrebbero aumentare di oltre il 40% nel 2021, con il settore energetico in testa grazie a una crescita degli utili superiore all’800%*. Poiché tutti questi punti sono ormai ben compresi, la nostra attenzione si sposta al 2022. Riteniamo che la posta in gioco sia alta, con un aumento stimato di circa l’8%* degli utili globali, che si traduce in un tasso di crescita annuo composto di poco superiore al 10% rispetto al 2019. Se le stime saranno confermate, ci troveremo a un livello molto superiore al tasso di crescita degli utili a lungo termine che storicamente si è sempre mantenuto tra il 5 e il 9%. Hoya, Alphabet e Housing Development Finance Corporation (HDFC) sono stati tra i titoli che hanno fornito il principale contributo alla performance del terzo trimestre. Hoya, il leader mondiale nei substrati per fotomaschere per il settore dei semiconduttori e nei substrati di vetro per le applicazioni dei centri dati, ha registrato solidi risultati trimestrali con un aumento delle vendite del 39% e un utile operativo del 54% su base annua, entrambi in valuta costante. I profitti di Hoya sono cresciuti anche rispetto al 2019 a un tasso annuo composto di poco superiore al 10%. La società, inoltre, ha reso noti un numero sempre maggiore di dati ambientali e ha creato un comitato ESG che riferisce direttamente al CEO. Anche Alphabet ha registrato ottimi risultati trimestrali, con ricavi pubblicitari in crescita del 64% su base annua e ricavi dall’attività di cloud in aumento del 54% a/a. I risultati di HDFC hanno sorpreso al rialzo, soprattutto nel contesto della violenta ondata di Covid-19 che ha colpito l’India in primavera.Per quanto riguarda la Cina, in Comgest, abbiamo sempre applicato un tasso di sconto più alto di quello che gli indicatori economici giustificherebbero, perché ne apprezziamo la complessità. Seguiamo inoltre da vicino le notizie locali e le questioni sociali. Date le dimensioni, la crescita e la vitalità dell’economia cinese, le azioni del paese continuano a premiare gli investitori che sono in grado di gestire bene il suo mix unico di rischi.L’accurata selezione di società da noi detenute continua a godere di prospettive interessanti, anche nel caso di aziende che hanno subito l’impatto dei recenti ostacoli a livello politico e macroeconomico. La penetrazione dell’e-commerce continuerà ad aumentare e Alibaba resta l’immenso centro commerciale della Cina. I videogiochi continueranno ad essere il più importante format mediatico dopo la TV: sia NetEase sia Tencent producono giochi di alta qualità, ammessi dal regolatore. La diminuzione del prezzo del mattone favorisce i fabbricanti di mobili come Suofeiya, dato che le persone utilizzano il denaro risparmiato sull’alloggio per comprare i mobili per arredarlo. Confermiamo il nostro entusiasmo per le nuove idee nei settori sanitario, del software, delle energie rinnovabili e dell’industria avanzata. Le idee di investimento provengono prevalentemente dalle A share, dato che la visibilità e la qualità di queste società continua a migliorare. La recente ondata di sell-off da panico potrebbe presentare opportunità di acquisto. Sul fronte ESG crediamo che un approccio responsabile alle questioni ambientali, sociali e di governance abbia un impatto positivo sulla crescita sostenibile a lungo termine di un’azienda, e, soprattutto, fare engagement. Quest’anno abbiamo intrapreso delle azioni d’engagement importati su diverse società. Un esempio è Hoya, il leader mondiale nei substrati per fotomaschere per il settore dei semiconduttori e nei substrati di vetro per le applicazioni dei datacenter. Dato che la sua produzione ha un forte impatto ambientale, abbiamo chiesto loro maggior trasparenza nelle relazioni sulle emissioni e di aumentare l’impegno per ridurre l’impatto ambientale nella loro produzione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Commento Comgest – Investire in Giappone

Posted by fidest press agency su martedì, 26 ottobre 2021

Il Giappone è una porta d’accesso alla crescita del continente asiatico con una serie di aziende di alta qualità, sia nell’industria dei semiconduttori, che nei marchi di consumo o nella domanda di attrezzature per l’automazione di fabbrica. E questo sembra il momento per investire in azioni giapponesi. Le dimissioni del premier Suga hanno posto fine a una percezione negativa legata alla gestione della crisi di Covid: gli investitori sono di nuovo disposti a investire negli interessanti temi azionari in Giappone.Per quanto riguarda le peculiarità del mercato in Giappone, oltre al continuo successo delle strategie azionarie Europa, World e paesi emergenti, abbiamo anche constatato un interesse crescente verso il nostro fondo Comgest Growth Japan, che permette di avere un’esposizione azionaria con stile Comgest indiretta verso l’Asia e la Cina. Continuiamo a pensare che i rendimenti azionari nel lungo periodo siano interessanti e che possano offrire una buona diversificazione. Il nostro stile di gestione permette di ottenere questo tipo di diversificazione ma con un approccio difensivo grazie alla qualità e crescita delle aziende in cui investiamo, generalmente meno esposte alla volatilità dei cicli economici.Il cambio di leadership è stato un catalizzatore chiave nel breve termine: il Giappone sta attraversando un cambiamento drastico, poiché le pressioni demografiche e sociali degli ultimi anni hanno creato un consenso politico per la riforma. Il Giappone ha un nuovo leader ora, e si concentrerà sulle riforme necessarie. Nel frattempo, i tassi di vaccinazione Covid in Giappone hanno raggiunto gli altri paesi occidentali e il prossimo trimestre sarà straordinario, perché la gente tornerà ad uscire, i negozi e i ristoranti sono di nuovo pieni e gli impiegati tornano alla loro routine.Il Giappone è la migliore piattaforma per catturare la crescita della Cina e dell’Asia – senza assumersi il rischio di quei mercati. Soprattutto, il Giappone sta comprando il Giappone. Gli investitori nazionali stanno tornando sul loro mercato dopo una generazione di assenza, e si stanno concentrando su aziende di qualità, ben governate e che coinvolgono gli azionisti. Principalmente i fondi pensione locali stanno comprando nel proprio mercato. Abbiamo 23 fondi pensione che investono nei nostri fondi azionari e vogliono investire nelle realtà locali che sono leader a livello globale.E nell’ambito della tecnologia, perché preoccuparsi della Cina e dell’eccesso di regolamentazione quando si può guardare alla fortezza Giappone. Ecco come cerchiamo di catturare la crescita della Cina attraverso la strategia azionaria Comgest Growth Japan: con un equilibrio tra il trend del cambiamento che sta attraversando il Giappone e la selezione di leader globali. Tra questi ultimi, Daikin offre un’esposizione alla tendenza globale verso una maggiore domanda di aria condizionata con una minore esposizione al rischio ambientale rispetto alle controparti statunitensi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Comgest sigla un accordo di distribuzione con Banca Consulia

Posted by fidest press agency su sabato, 16 ottobre 2021

Comgest, società di asset management indipendente e globale, con una forte specializzazione nella gestione azionaria responsabile quality growth e con EUR 40,9 miliardi di euro in gestione a fine giugno 2021, amplia ulteriormente la propria capacità di distribuzione e sigla un accordo con Banca Consulia, leader nella consulenza finanziaria con un modello di servizio fortemente incentrato sulla consulenza evoluta. Grazie a tale accordo, l’intera gamma di Comgest in Italia sarà collocata dagli oltre 150 consulenti finanziari dislocati su 47 uffici territoriali di Banca Consulia. Comgest detiene una gamma di strategie concentrata ma di alta qualità, interamente dedicata ai mercati azionari. I consulenti finanziari di Banca Consulia potranno quindi accedere a 13 strategie di Comgest, con lunghi track-record, che coprono le principali macro-regioni e segmenti di capitalizzazione (Europe, Europe Opportunities, Europe Smaller Companies, World, Emerging Markets), ma anche singoli paesi (America, China, India, Japan) attraverso il peculiare approccio quality growth di Comgest.La clientela di Banca Consulia avrà accesso anche ad una strategia differente rispetto alle precedenti – Comgest Growth Global Flex – che combina l’abilità di selezione di aziende di Comgest con il portafoglio della migliore strategia azionaria globale, cui vengono applicate delle coperture quantitative da modelli proprietari su indici azionari e valute in modo da aumentare la stabilizzazione di portafoglio, cercando di creare un rendimento svincolato dagli indici di riferimento.“Siamo molto soddisfatti di aver siglato questo accordo di partnership con Banca Consulia, una realtà leader nella consulenza finanziaria che ci consente un ulteriore radicamento sul mercato italiano”, ha dichiarato Gabriella Berglund, Branch Manager di Comgest Italia, che aggiunge: “In Italia riscontriamo un interesse crescente per il nostro profilo di boutique indipendente che guarda al lungo periodo, in grado di costruire portafogli a bassa volatilità e che non sono legati al contesto del mercato”.Gestiti in modo fortemente attivo, i fondi di Comgest presentano portafogli molto concentrati, in genere composti da 30/50 titoli. Lo stock-picking si concentra su società che offrono una considerevole crescita degli utili e che, nel lungo periodo, permettono di ottenere performance al di sopra del benchmark di mercato, con livelli di rischio inferiori. Il processo d’investimento è decorrelato dai benchmark, dai settori e dalle aree geografiche, e si focalizza sui fattori di crescita specifici di ciascuna società. L’esperienza ha dimostrato che l’applicazione dell’analisi fondamentale e il mantenimento di un orizzonte di investimento a lungo termine sono fattori essenziali per individuare società in grado di generare una crescita a due cifre degli utili per azione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »