Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘commissariato’

Bomba contro il commissariato: unica strategia di odio

Posted by fidest press agency su sabato, 16 dicembre 2017

bomba commissariato“Esprimiamo la massima solidarietà ai colleghi del Commissariato Prati, a Roma, bersaglio dell’ennesimo gravissimo gesto che manifesta, chiaramente, un intento assolutamente preciso, fondato nel totale rifiuto per tutto quello che le Forze dell’Ordine rappresentano e nell’odio vero e concreto verso chi vi presta servizio. Siamo sempre più convinti che i tanti episodi simili che in questi ultimi tempi non fanno che ripetersi con frequenza allarmante, debbano essere inquadrati in una sorta di strategia criminale, un diffuso, unico e complessivo nuovo piano di aggressione e ‘opposizione’ al lavoro delle Forze di polizia. Una ‘politica’ delinquenziale attuata in luoghi diversi, o per mano di autori mossi apparentemente da motivazioni diverse, che si traduce però in diffusi atteggiamenti di violenza che come mille rivoli si uniscono a ingrossare un fiume di odio. Qualcosa di pericolosissimo che non può essere assolutamente sottovalutato, ma che deve essere affrontato e combattuto con ferma severità”. Domenico Pianese, Segretario Generale del Coisp, esprime così a nome suo personale e di tutto il Sindacato Indipendente di Polizia la solidarietà e la vicinanza ai colleghi del Commissariato Roma Prati oggetto, nella notte, di una vile aggressione da parte di un criminale che, a bordo di uno scooter, ha lanciato una bomba molotov contro l’edificio. Un episodio che giunge a pochi giorni di distanza dall’esplosione di un ordigno rudimentale davanti alla stazione dei carabinieri San Giovanni. “Che l’autore appartenga alle frange violente della tifoseria calcistica piuttosto che agli ambienti anarco-insurrezionalisti, ma fosse anche un soggetto arrabbiato per una multa, non fa troppa differenza – conclude Pianese -. Si tratta di un gesto gravissimo che ci trascina con la mente agli anni più bui della storia d’Italia e che rappresenta un chiaro ennesimo allarme. ‘Abituarsi’ alle notizie del lancio di bombe contro caserme e commissariati non si può. Serve reagire con estrema decisione andando molto a fondo in questa palude di odio e violenza in cui gli appartenenti alle forze dell’ordine sono costretti a muoversi”. (foto: Bomba contro il commissariato)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La credibilità del governo

Posted by fidest press agency su domenica, 6 novembre 2011

Forse alla Camera il governo riuscirà pure a comprarsi per l’ennesima volta un voto di fiducia, ma la fiducia dei cittadini e degli elettori non ce l’ha più da un pezzo, come non ha la fiducia delle istituzioni economiche e finanziarie internazionali, che vogliono commissariarlo come si fa con gli incapaci di intendere e di volere.
Per recuperare la credibilità del Paese che Berlusconi ha bruciato e per fare una politica economica sia efficace che giusta ci vuole un governo politico, che possa operare per cinque anni. Questa è la sola via d’uscita e altre formule magiche non ce ne stanno. Ovvio che da qui alle elezioni ci vorranno dei mesi, e i mercati non aspettano. In questo tempo intermedio, che non puo’ andare oltre la primavera prossima, se ci potesse essere un’ampia maggioranza in Parlamento per approvare una manovra d’urgenza e per fare una nuova legge elettorale, l’Idv potrebbe essere disponibile. Ma prima di dare il nostro consenso, vorremmo sapere chi dovrebbe guidare questa maggioranza, da chi dovrebbe essere composta e, soprattutto, per fare cosa. Perchè una maggioranza che poi di fatto finirebbe per fare le stesse che non vogliamo faccia Berlusconi, significherebbe cadere dalla padella alla brace. A votare leggi che producono macelleria sociale noi non ci stiamo. Lo dico senza mezze parole: in Parlamento ci opporremo a qualsiasi provvedimento che non parta dal presupposto che d’ora in poi devono dare il buon esempio e pagare per primi quelli che non hanno mai pagato. I privilegiati, la casta, quel 10% che possiede il 60% della ricchezza e che riesce sempre a farla franca. Ma solo un governo legittimato dal voto popolare può avere la forza e il consenso necessari per mettere in cantiere le politiche di ampio respiro e lungo periodo.
Per questo la via maestra per uscire dalla crisi politica e dal’emergenza economica è una e una sola: al voto il prima possibile.(Antonio Di Pietro)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Sfrattato il commissariato di Cefalù

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 gennaio 2010

“Se la cultura della lotta alla mafia si alimenta di simboli – uomini, luoghi, atti di eroismo -, bisogna dare atto al Governo di una straordinaria capacità di concentrare l’attenzione su questi simboli: purtroppo in negativo!”. A sostenerlo è Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato indipendente di Polizia, commentando la notizia dello ‘sfratto’ del Commissariato di Polizia di Cefalù, guidato dall’aprile scorso da Manfredi Borsellino, figlio di Paolo, magistrato ucciso dalla mafia nella strage di via D’Amelio, a Palermo, il 19 luglio del 1992.  Prosegue Maccari: “Vittime del dovere dimenticate, familiari abbandonati a se stessi, nessun sostegno ai poliziotti impegnati nelle prime linee del contrasto alle più potenti organizzazioni mafiose. E ancora, l’ordine di servizio della scorta di Giovanni Falcone – falcidiata dal tritolo della strage di Capaci – finito tra i fogli di carta da riciclare: questi, al di là delle roboanti dichiarazioni, sono i simboli della cultura antimafia del governo. E così, mentre i politici si fanno belli grazie all’arresto di pericolosi latitanti da parte di capaci e valorosi poliziotti, accade che in una terra di frontiera come la Sicilia un importante commissariato venga ‘sfrattato’. Ecco un nuovo ‘simbolo’: perché a dirigere quel commissariato, in prima linea contro la mafia, c’è Manfredi Borsellino. Il figlio del giudice ucciso da cosa nostra si è trovato costretto a scrivere una lettera ai cittadini cefaludesi per spiegare i motivi dello ‘sfratto’, scaturito dalla mancata stipula da parte della Prefettura di un regolare contratto con la società proprietaria del bene: un contratto che probabilmente avrebbe inibito sin dall’inizio qualsiasi azione legale”. “Il COISP – conclude Maccari – esprime la massima solidarietà al dirigente Borsellino, ai colleghi del commissariato ed a tutti i cittadini di Cefalù, per il grave disagio provocato dalla vicenda, che purtroppo non è isolata. Vigileremo affinché non venga messa in forse l’esistenza in vita dell’ufficio – punto sul quale lo stesso dirigente Borsellino ha rassicurato i cittadini – e chiediamo il massimo impegno del Ministero affinché i nostri colleghi possano essere messi nelle migliori condizioni di lavoro possibili per garantire la sicurezza dei cittadini e un efficace contrasto alla criminalità”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chiusura Commissariato Centocelle a Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 10 novembre 2009

“Il Commissariato di Polizia a Centocelle ci deve essere, non mi interessa il rimpallo delle responsabilità della politica. Roma non è costituita solo dal centro storico, la maggior parte dei romani vive nelle periferie e sono quelli che hanno apposto migliaia di firme sulla petizione dell’Italia dei Diritti affinché vi fosse il mantenimento di un’ importante struttura di sicurezza in un quartiere ad alta densità destinata ad aumentare con la realizzazione della Metro C”. Questa la reazione del responsabile per Roma dell’Italia dei Diritti Alessandro Calgani che, insieme al responsabile per lo stesso movimento per il VII Municipio Danilo Marcoccio, ha presenziato all’ennesimo sit-in di sabato scorso contro la chiusura del Commissariato di Centocelle. Gli esponenti del movimento seguono la vicenda da circa un anno e mezzo e sottolineano come prima questo presidio di polizia sia stato ridimensionato, poi infine chiuso e accorpato col Commissariato Prenestino, sito in zona Tor Tre Teste, lontana e non servita adeguatamente dai mezzi pubblici.  Incalza furioso Calgani: “Campagne elettorali basate sulla sicurezza si ritrovano a cozzare con le reali azioni dell’amministrazione centrale. Sono troppe le promesse sul commissariato, a cui sabato se ne sono aggiunte altre. Sono imbarazzanti le scadenze che si susseguono una dopo l’altra per la rimozione del campo nomadi del Casilino 900 puntualmente disattese, anzi smentite dal fatto che gli accampamenti siano stati dotati di servizi quali luce  e gas. Ovviamente tutti ottimi pensieri chiosati con la classica dichiarazione del ‘Io ci metto la faccia’. L’Onorevole Santori – spiega Calgani – che intervenendo ci ha paventato sviluppi e disponibilità a tavole rotonde, deve mantenere gli impegni presi. Ricordo bene un suo video nel VII Municipio, a largo Pascali, pochi giorni dopo l’ordinanza sulla prostituzione in cui si pavoneggiava per l’aver ‘annullato’ il fenomeno. E’ passato un anno e la risposta al filmato di propaganda è stata data puntualmente: il video è stato rimosso da youtube. Come Italia dei Diritti – conclude  l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro – continueremo a tutelare i cittadini di tutto il VII Municipio e a sollecitare l’operato degli ‘Oratori del ben pensiero’, sinergicamente al comitato cittadino presieduto da Luca Bellini”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »