Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘compagnie’

Compagnie aeree che fanno quel che credono in barba alle leggi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 agosto 2021

Oggi è il caso di Enac che ha multato Ryanair perché non sta applicando le disposizioni che impediscono di far pagare l’assegnazione del posto in aereo a disabili e minori. Tutti i giorni sono tutti i vettori aerei che non rimborsano i biglietti o usano procedure gestibili solo da esperti “manettari” di Internet e che hanno call center che non danno informazioni in materia.Nell’ultimo anno e mezzo il fenomeno si è particolarmente acuito grazie al covid: le scellerate norme (contrarie ai regolamenti Ue) che consentivano ai vettori di non rimborsare se non con un voucher da usare successivamente, anche se non sono più applicabili, continuano per loro ad esserlo. Non solo, ma coloro che hanno a suo tempo avuto un voucher che, non utilizzato, deve essere rimborsato in denaro, continuano ad avere difficoltà per farlo: c’è ci va dal giudice di pace o, nel caso di compagnie comunitarie, usa la piattaforma Ue alla bisogna… tutte pratiche scoraggianti, per complessità e perdita di tempo rispetto ad importi che spesso sono solo alcune centinaia di euro. Fino ad Alitalia che, nel marasma dell’arraffamento, continua a vendere biglietti per quando non esisterà più, biglietti che forse potranno essere utilizzati su altri vettori o rimborsati da uno specifico fondo messo a disposizione coi soldi dei contribuenti.Sono le due facce del sistema trasporto aereo nel rapporto con l’utenza: quello privato e quello pubblico. Il primo viola le norme, e talvolta paga le multe che complessivamente sono meno di quanto ha guadagnato violando queste norme, o fida sul fatto che l’utente alla fine sfiancato lasci perdere. E quello pubblico che arraffa finché non ha esalato l’ultimo respiro. Bene l’Enac e la sua vigilanza. Ma non basta. Occorrono non solo multe e vigilanza, ma sospensione delle licenze e super multe.Vincenzo Donvito, Aduc

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Antitrust: procedimenti su voucher contro compagnie aeree

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 settembre 2020

L’Antitrust ha avviato quattro procedimenti istruttori – e altrettanti sub-procedimenti cautelari – nei confronti delle compagnie aeree Blue Panorama, Easyjet, Ryanair e Vueling per aver offerto solo il voucher e non anche il rimborso del biglietto. “Vittoria per i consumatori. Ottima notizia. Finalmente un po’ di giustizia” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Avevamo subito denunciato che i voucher obbligatori erano illegali e contrari alla normativa europea, al Reg. (CE) n. 261/2004. Ma nonostante la procedura di infrazione contro l’Italia aperta dall’Europa, il richiamo di Art, Enac e Antitrust, nulla era cambiato” prosegue Dona.”Ora il ministro Franceschini, l’inventore ed il fautore dei voucher, si dovrebbe dimettere, se avesse un minimo di coerenza. Avevamo scritto al ministro del Turismo fin dal 4 marzo, chiedendogli di rivedere questa regola assurda dei voucher, controproducente per le stesse agenzie di viaggio e per le compagnie aeree, visto che nessuno prenota un viaggio se poi, in caso di annullamento, non può riavere i soldi. Ma non c’è stato verso di fargli cambiare idea!” prosegue Dona. “Ora vanno restituiti i soldi a tutti i consumatori o scatteranno azioni legali a raffica” conclude Dona

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Enac: istruttorie su voucher compagnie, rischio sanzioni

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2020

L’Enac ha annunciato di aver avviato istruttorie per sanzioni a compagnie aeree per il mancato rispetto del Regolamento comunitario di tutela dei passeggeri.”Bene, ottima notizia! Chiediamo all’Enac di irrogare la sanzione massima prevista, nel più breve tempo possibile” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”E’ gravissimo, infatti, continuare ad applicare la normativa sui voucher, nonostante dal 3 giugno siano ripresi regolarmente i voli in Europa. I consumatori, in caso di cancellazione del volo, hanno ormai diritto di scegliere tra il rimborso entro sette giorni senza penali dell’intero costo del biglietto o la riprotezione, ossia l’imbarco su di un volo alternativo per la destinazione finale non appena possibile o ad una data successiva a lui più conveniente, a seconda della disponibilità di posti” prosegue Dona.”Insomma, le compagnie aeree devono applicare, senza se e senza ma, il Regolamento (CE) n. 261/2004 sia se l’aeroporto di partenza è in un paese membro dell’UE sia se l’aeroporto di arrivo è in un paese dell’UE, qualora il vettore aereo sia comunitario” conclude Dona.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rc auto: compagnie pronte a iniziative per assicurati

Posted by fidest press agency su domenica, 19 aprile 2020

Ania ha annunciato che le compagnie assicurative metteranno in campo delle iniziative specifiche, studiate in piena autonomia, per restituire alla collettività il beneficio derivante dal calo della frequenza dei sinistri verificatesi in questo periodo.”Bene, ma l’impegno è troppo generico, oltre che tardivo. Non solo, infatti, si tratta di una dichiarazione fatta solo dopo l’approvazione del Cura Italia da parte del Senato, che ha previsto la possibilità di sospendere l’rc auto fino al 31 luglio, ma soprattutto perché queste iniziative, che non possono che vedere una consistente riduzione dei premi applicati, non possono essere messe in campo quando l’emergenza Coronavirus sarà finita, ma ma subito, ora, mentre le famiglie sono in difficoltà” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Voli aerei e compagnie in crisi

Posted by fidest press agency su martedì, 18 febbraio 2020

Air Italy in liquidazione e, al momento, sembra intenzionata a comportarsi bene nei confronti dei suoi clienti che avevano già acquistato dei biglietti. Alitalia…. anche se l’informato medio immaginiamo si sia perso per strada nel comprendere lo stato dei fatti… Alitalia è e continua ad essere quella macchina succhia-soldi pubblici che tutti sanno o hanno capito che sia e, come se non bastasse, in periodo di presunta riabilitazione economica (così ci era stato fatto credere da governi e governi che l’hanno foraggiata) ecco che viene fuori uno “scandalo” di spese di rappresentanza (per usare un termine gentile e apparentemente neutro) da capogiro in cui sono coinvolti tutti gli attori dell’operazione di salvataggio. E per questo vettore, se qualche passeggero ha problemi, avere rimborsi anche per loro errori evidentissimi, è una sorta di Odissea. Poi c’è il conto dei passeggeri negli aeroporti italiani (circa 195 milioni nel 2018, dati Enac) delle compagnie italiane (Alitalia, Air Italy, Blu Panorama, Neos, Air Dolomiti, Ernest, Mistral), 28.5 milioni nel 2018 (dati Aviation Industry) che tutte insieme non sono in grado di tener testa ai 37,9 milioni dell’irlandese Ryanair, in un contesto, sempre nazionale, di low cost che rappresentano il 51,3% del traffico. Tutto questo in un mercato internazionale (dati IATA di febbraio) in cui il traffico passeggeri nel 2019, rispetto al 2018, è cresciuto del 4,2%. Insomma, decisamente un settore in crescita, quello del trasporto aereo. Qualunque investitore interessato crediamo che si butterebbe a capofitto in questo ambito. Certo, ci sono gli alti e bassi, come la crisi dei trasporti da/per Cina (e non solo) dovuta al coronavirus. Ma non crediamo di essere superficiali nel credere che si tratti, sempre e solo in termini economici, di “scosse di assestamento” che, passate, verranno dimenticate. Le due maggiori compagnie italiane (Alitalia e Air Italy), invece sono una in liquidazione e l’altra in agonia in attesa del prossimo salasso dalle casse dello Stato. Torna tutto? Certo che no. Eppure in Italia le persone prendono l’aereo e tante compagnie non-italiane (Ryanair per tutte) vanno a gonfie vele. Quelle che vanno male sono quelle che sono controllate da capitali italiani (51% nel caso di Air Italy). Forse perché gli investitori italiani non sono capaci di far fruttare il proprio impegno economico e, magari, mettono i soldi e poi lasciano fare ad altri che, però, non avendo la cloche del comando, devono sottostare alle maggioranza del capitale italiano? Questo è il primo pensiero che ci viene in testa… anche perché non si capisce cosa potrebbe essere altrimenti: quindi solo incapacità manageriale nel muoversi in un mercato altamente concorrenziale e altamente in crescita. Ma da cosa nasce questa incapacità, visto che gli investitori italiani, in altri settori, non sono proprie degli incapaci (valga per tutti quello alimentare)? Non abbiamo risposte pronte in merito. Ma solo dubbi e domande.Dal nostro osservatorio, però, non possiamo non rilevare un certo deficit di attenzione verso il consumatore (Alitalia è il massimo di questo deficit). Air Italy in liquidazione sembra che sia vittima proprio di questo, nonostante le sue aspirazioni di vettore internazionale a prezzi contenuti… ma, per l’appunto, aspirazioni, ché, per esempio, il traffico passeggeri su alcune rotte che Air Italy aveva scelto (Usa ed estremo Oriente) è tutt’altro che in crisi. Deficit che non solo ha portato molti viaggiatori a scegliere altri vettori, ma che è diventato tale per investimenti più attenti agli specifici interessi di bottega che non ai consumatori. Ultimo, e non secondario deficit, l’estremo costo del lavoro che (vettori aerei e non solo) devono sostenere rispetto alla normativa italiana: infatti, se vengono superati da vettori come Ryanair, è anche perché i costi del lavoro presso il vettore irlandese (che applica i parametri della sua isola, comunque Ue) sono più bassi. E’ questo lo stato dell’arte di un Paese in ripresa? (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Balduzzi, via a sensibilizzazione dei cittadini su sale iodato

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 Maggio 2012

Una maggiore sensibilizzazione di cittadini e rivenditori, dalla ristorazione alla grande distribuzione, sull’uso del sale iodato per prevenire le patologie della tiroide e un inasprimento della normativa, con l’introduzione di sanzioni per chi non segue gli obblighi previsti dalla legge, tra cui quello di rendere sempre disponibile tale opzione. Ad annunciarlo il ministro della Salute, Renato Balduzzi, in un messaggio in occasione della Giornata mondiale della tiroide. «È in corso» ha spiegato Balduzzi «un intervento di modifica della legge del 2005 che a oggi non prevede sanzioni: in particolar e sono state inserite sanzioni da 1.000 a 10.000 euro in caso di mancata disponibilità di sale iodato nei punti vendita, nell’ambito della ristorazione pubblica, quali bar e ristoranti, e di quella collettiva, quali mense e comunità». Medesime sanzioni pecuniarie saranno previste per la mancata esposizione della locandina informativa negli esercizi di vendita in prossimità degli espositori. Inoltre, ha aggiunto il ministro, «è in via di emanazione un provvedimento che definisce una nuova locandina da esporre negli scaffali di vendita del sale. Accanto a questa iniziativa» continua il Ministro «stiamo realizzando ulteriore materiale informativo, sia per i consumatori sia per gli operatori di settore, come la grande distribuzione organizzata, per una azione di sensibilizzazione all’acquisto di sale iodato». Balduzzi ha anche ricordato come l’impatto che le patologie tiroidee hanno sulla popolazione italiana sia significativo: «Più del 10% della popolazione si ammala di gozzo».(fonte frmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trasporto aereo e costi

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 settembre 2010

Non possono essere solo i consumatori a pagare i costi dell’ammodernamento e dello sviluppo degli aeroporti e del traffico aereo – dichiara Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum.
In relazione alle dichiarazioni del Presidente di Enac, Adiconsum condivide che sia un Ente terzo a stabilire le nuove tariffe, ma al contempo chiede che le compagnie aeree e tutte le aziende del volo, dalle compagnie aeree agli handling, facciano la loro parte. Adiconsum – continua Giordano – propone da mesi la costituzione di un Fondo Bilaterale, tra associazioni dei consumatori e associazioni imprenditoriali sotto il controllo del ministero o dell’Enac, capace di indennizzare realmente e velocemente i consumatori danneggiati per vacanze rovinate, perdita di bagagli, overbooking, ritardi o annullamenti di volo. Basterebbero 50 centesimi – conclude Giordano – a tratta aerea o a contratto di agenzia viaggi o tour operator, a carico delle aziende del settore, per realizzare un Fondo consistente capace di dare risposte reali e non virtuali ai consumatori, eliminando così la vergogna dei mancati indennizzi che nei mesi si sono verificati a causa dei fallimenti di intere grandi compagnie aeree e di grandi tour operator.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rc auto: NO al ritorno al passato

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 luglio 2010

Ad avviso di Adiconsum, nel settore assicurativo non servono ripensamenti o ritorni al passato, ma un serio adeguamento del sistema alle nuove realtà. Soprattutto occorre  un vero impegno delle compagnie di assicurazione sia nella riduzione effettiva delle tariffe sia nel miglioramento del servizio. I consumatori non sono più interessati a sottoscrivere accordi che non portino impegni precisi e meccanismi di verifica condivisi (pesanti sanzioni per chi pratica comportamenti scorretti).
Adiconsum ribadisce l’esigenza di un confronto permanente tra Consumatori ed Imprese, un confronto che sia regolato e promosso dall’Autorità competente (Isvap), chiamata a verificare attentamente l’operato delle compagnie.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuove tasse alle assicurazioni: chi le pagherà?

Posted by fidest press agency su sabato, 10 luglio 2010

Adiconsum si associa alla richiesta di un tavolo di lavoro sulle assicurazioni lanciata dal presidente dell’Isvap, Giannini, al Governo. Concordiamo sulle preoccupazioni di sistema oggi espresse dal presidente dell’Ania  Cerchiai. Tuttavia Adiconsum rimprovera alle imprese un quinquennio di immobilità, durante il quale si sono adagiate su utili crescenti. Rc auto, vita, sanità, catastrofali sono i diversi rami del settore assicurativo. Rami che necessitano tutti di continue verifiche tra le parti. Al contrario, le imprese nel quinquennio passato hanno operato scelte unilaterali. Nella Rca si è ritornati ad aumenti a due cifre con tassi di inflazione prossimi allo zero. Non solo. Le compagnie hanno abbandonato metà del Paese con la chiusura dei centri di liquidazione pur in presenza di un obbligo a contrarre confermato dalla Corte di Giustizia europea. Adiconsum ritiene che le priorità del confronto fra le parti riguardino l’Agenzia antifrode, le micropermanenti, il risarcimento diretto. Sulla salute le polizze sanitarie private possono svolgere un ruolo integrativo di sussidiarietà, mentre il sistema di garanzia ai cittadini deve essere e restare pubblico (affrontando i vari problemi per renderlo più efficace) e basato sulla mutualità. Il sistema di mutualità della Rc auto se non definito con regole precise rischia di saltare e di diventare un sistema ingovernabile, in cui gli utenti non a rischio sono tutelati dal privato, mentre quelli con più sinistri vengono scaricati sullo Stato con ulteriori tassazioni a carico dei cittadini-contribuenti. In merito alla proposta del ministro Brunetta sul prelievo straordinario sulle riserve vita, che il presidente Cerchiai ha calcolato essere del 2,75%, Adiconsum vuole ricordare che tale misura altro non è che un’ulteriore tassa a carico dei consumatori. Tassa che si aggiunge a quella sulle bollette elettriche (certificati verdi per circa 600 milioni di euro in mancata riduzione sulle bollette) e a quella sulle concessioni autostradali (circa 80 milioni di euro).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XIV Festival Internazionale delle Ombre

Posted by fidest press agency su martedì, 8 giugno 2010

Poggibonsi (Siena) dal 12 al 19 giugno quattordicesima edizione del festival Internazionale del teatro delle Ombre. Appuntamenti alla Rocca di Staggia Senese. Inaugurazione sabato 12 giugno alle 21,45 con Antigone della compagnia Patricia Zanco.  Sul palco all’aperto costruito dentro l’antica Rocca di Staggia Senese saranno allestiti sette spettacoli teatrali per adulti messi in scena da grandi compagnie italiane e straniere. I giorni successivi vedranno alternarsi sul palco Walter Broggini (in “Solo”, il 13 giugno), Joan Baixas (dalla Spagna, in “Tierra prenada”, il 15 giugno) che sarà anticipato alle 21,15 da un’esibizione di Pizzica con Serena D’Amato, il Teatro Zaches (“Il fascino dell’idiozia”, il 17 giugno), Muta Imago( “(a+b)³”, il 18 giungo), il Teatre dell’Ombrelle francese (“Le prince tigre”, il 19 giungo). Evento speciale del festival sarà la videoproiezione di “Tadeusz Kantor – La classe morte” messo in scena la prima volta a Cracovia nel 1975. Sette spettacoli teatrali con compagnie italiane ed internazionali che si concentrano sul tema della morte.  In programma anche eventi per bambini, proiezioni e due conferenze a tema con Travaglio, Natoli e Prete E’ organizzato dal Comune di Poggibonsi in collaborazione con le associazioni Stacciaburatta e Amici di Staggia Senese. L’obiettivo è di parlare del tema complesso della morte con i linguaggi del teatro, della poesia, delle immagini affidandosi alla parola di filosofi e letterati.  Non mancheranno poi gli spettacoli per bambini con il teatro Giocovita in “Pepe e stella” che sarà allesitto al teatro Politeama di Poggibonsi.  Il programma propone poi due conferenze, Marco Travaglio sarà infatti alla Rocca di Staggia il 16 giugno alle 21,15 con “Italia 2010: Cronache di una morte civile”, in collaborazione con l’associazione Libertà e Giustizia. Salvatore Natoli e Antonio Prete saranno invece i protagonisti di una conferenza dal titolo “La natura ama nascondersi”, in programma per giovedì 17 giugno alle 21.www.festivalombre.it (ombre)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Maggior tutela per i turisti UE

Posted by fidest press agency su domenica, 7 marzo 2010

Il Parlamento ascolterà le proposte della Commissione europea per la revisione della direttiva del 1990 sui viaggi, volta a proteggere i diritti dei consumatori quando prenotano un pacchetto tramite un’agenzia di viaggi. Su reiterata richiesta dei deputati, il risarcimento dei passeggeri in caso di insolvenza delle compagnie aeree sarà incluso anche nella prevista modifica della legislazione, alla luce della recente serie di fallimenti delle compagnie “low cost”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rc Auto

Posted by fidest press agency su martedì, 15 dicembre 2009

Sempre più frequentemente gli agenti di assicurazione denunciano quanto da sempre Adiconsum lamenta nel comportamento delle compagnie di assicurazione:: la chiusura progressiva delle agenzie di assicurazione, soprattutto in quelle aree del Sud del Paese, dove la criminalità organizzata la fa da padrona.Ciò comporta due conseguenze: l’impossibilità per gli automobilisti di assolvere alla RC Auto, obbligatoria per legge, con un aumento (già riscontrato) delle persone che viaggiano prive di copertura assicurativa; l’appropriazione delle aree abbandonate dalle compagnie di assicurazione da parte delle organizzazioni criminali. Un’elusione dell’obbligo a contrarre, condotta dalle compagnie di assicurazione, non solo con il ricorso alla chiusura delle agenzie, ma anche con aumenti ingiustificati delle tariffe. Adiconsum fa propria la battaglia sulle tariffe e sulla presenza territoriale condotta dagli agenti di assicurazione.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il low cost di Alitalia

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2009

“Come al solito Alitalia arriva per ultima, la scelta del low cost è tardiva e il settore è saturo: ci sono già altri vettori che hanno un peso e una struttura rodata in questo segmento di mercato”. Queste le parole del responsabile per la Lombardia dell’Italia dei Diritti Giuseppe Criseo all’annuncio di Alitalia di destinare a Malpensa solo i voli low cost che voleranno con il marchio Air One. Decisione che vede contrari sia il presidente dell´Unione del commercio Carlo Sangalli, sia Carlo Porcari – capogruppo Pd in Lombardia – che i tassisti che speravano nella possibilità di rilancio internazionale di Malpensa in vista dell’Expo, aspettativa annullata dal fatto che si tratterà sempre più di un aeroporto low cost e sempre meno di uno hub internazionale, a meno fino a quando non si attuerà la tanto agognata liberalizzazione degli slot che consentirebbe l’accesso alle compagnie straniere rendendo possibile il rilancio internazionale dello scalo. Di questo ne è convinto anche l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro che così conclude: “Ha ragione Sangalli per quanto riguarda l’Expo servono collegamenti intercontinentali e non vedo altra via d’uscita che sbloccare gli slot”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il mondo segreto dei sicari dell’economia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 agosto 2009

Un gioco vecchio come il mondo  Il mondo segreto dei sicari dell’economia e della rete globale della corruzione a cura di Steven Hiatt Introduzione di John Perkins autore di “Confessioni di un sicario dell’economia”  In inglese sono gli Economic Hit Man, in italiano i Sicari dell’Economia, secondo la definizione coniata da John Perkins. Si tratta di consulenti lautamente retribuiti che hanno il compito di trasformare la modernizzazione dei paesi in via di sviluppo in un processo di indebitamento e di asservimento agli interessi delle grandi corporation internazionali. Nella pratica, i sicari vengono inviati nei paesi del Terzo Mondo per convincere il governante di turno a servirsi di prestiti e fondi di istituzioni come Banca Mondiale e Fondo Monetario Internazionale. Fondi che vengono garantiti grazie a straordinarie (quanto false) previsioni di crescita economica stilate dagli stessi sicari.  I fondi verranno poi utilizzati per pagare servizi e infrastrutture per la maggior parte commissionati (e questo fa parte del contratto) a imprese americane. Il governo di quel paese non sa o non si cura dell’impossibilità di ripagare, quindi diventerà un eterno debitore degli Usa. In parole povere, una colonia dell’Impero. I metodi con cui operano sono tra i più diversi e comprendono il falso in bilancio, il riciclaggio di denaro sporco, il pagamento di tangenti, le estorsioni. Qualora la “strategia economica” non risultasse sufficientemente persuasiva o il governante di turno si dimostrasse più ostico del previsto (come accaduto con Allende o Torrijos o Roldos), ecco entrare in scena un altro tipo di sicari: gli sciacalli della CIA. Nel suo bestseller Perkins rivelava solo la punta dell’iceberg del mondo degli “agenti oscuri” dell’economia. Rispetto alla sua testimonianza diretta, la rete di corruzione è assai più profonda, fosca e ramificata. Si tratta di un network spietato che viene riassunto nella sua tragica interezza in Un gioco vecchio come il mondo dove ogni capitolo fornisce esempi concreti dell’azione dei sicari dell’economia: funzionari di banche offshore che nascondono centinaia di milioni di dollari di denaro rubato, consiglieri del FMI che operano per distruggere i programmi scolastici e sanitari in Ghana, mercenari che difendono le compagnie petrolifere europee in Nigeria, consulenti americani che riscrivono la legge irachena sulle esportazioni petrolifere, manager che finanziano i signori della guerra congolesi affinché assicurino loro la gestione del coltan necessario per i nostri computer, cellulari e playstation…

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerti in salina

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

Cervia (RA) 5 Agosto alle 20.30 Salina di Cervia, in fondo a Via Bova terzo concerto della rassegna “Concerti n Salina all’imbrunire”: cambi di costumi tra brani di cabaret e operetta nello spettacolo “La Chantosa”. Susie Helena Georgiadis- soprano- e Andrea Bicego –pianoforte- propongono un brillante percorso musicale dalla chantosa del cabaret alla soubrette dell’operetta, imperniato sui compositori Falvo e Fusco, Tosti, Califano, Cannio, Gambardella, Offenbach, Lèhar, di Chiara, Costa, Bovio, Valente e Tagliaferro. La soprano brasiliana Georgiadis si esibisce dall’Italia al Brasile come solista nelle più importanti opere classiche, ma anche in repertori più contemporanei europei e  sudamericani. Andrea Bicego è direttore artistico di alcune compagnie di operetta e dirige e accompagna orchestre con cui si esibisce in tutto il mondo.  Al termine del concerto la Cooperativa Atlantide offrirà un rinfresco con piadina al sale dolce di Cervia.  L’ingresso ai concerti è libero e gratuito.  La rassegna è organizzata dall’Associazione musicale Prendi Nota e si avvale del contributo del Comune di Cervia, Assessorato alla Cultura e al Turismo, gode inoltre del patrocinio della Provincia di Ravenna, del Consorzio regionale del Parco del Delta del Po, e della Regione Emilia Romagna e della collaborazione della Cooperativa Atlantide. Direzione artistica a cura di Maria Graziella Tizzi.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scudo fiscale e rientro capitali

Posted by fidest press agency su sabato, 18 luglio 2009

“Con lo scudo fiscale potranno rientrare in Italia circa 50 miliardi di euro sottratti al Fisco” Questo è il primo commento di Vittorio Carlomagno presidente di Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani reso al termine del convegno “Equità fiscale in Italia” tenutosi oggi pomeriggio a Napoli. Secondo lo studio di KRLS Network of Business Ethics, negli ultimi cinque anni, le 100 maggiori compagnie del paese hanno ridotto del 5 per cento le imposte dovute all’erario grazie all’uso di conti offshore.”Per moltissimo tempo famiglie e imprese miliardarie sono sfuggite al Fisco italiano” – afferma Carlomagno – “Con lo scudo fiscale si possono recuperare a tassazione non solo capitali ma anche beni immobili e yacht purchè si trovino in Paesi dell’Unione Europea.” Contribuenti.it sollecita il governo ad aggiornare il metodo di accertamento sintetico “redditometro” per combattere l’evasione fiscale. (Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fiumicino hub di Alitalia

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 Maggio 2009

François Bacchetta, Regional General Manager di easyJet, afferma:  “Alitalia ha finalmente fatto la sua scelta, noi abbiamo fatto la nostra tre anni fa quando abbiamo deciso di fare di Milano la nostra prima base dell’Europa continentale. Abbiamo mantenuto le promesse, investendo 600 milioni di Euro e basando 15 aerei a Malpensa.   Siamo attualmente la prima compagnia dell’aeroporto e continueremo a crescere. Presto baseremo altri due aeromobili e stiamo assumendo altri 70 assistenti di volo italiani in vista della stagione estiva.   La nostra promessa di investire e creare posti di lavoro a Linate e Fiumicino rimane valida. Il fatto che così tanti slot in questi aeroporti rimangano inutilizzati, non fa altro che danneggiare l’economia italiana ogni giorno, ed esortiamo chi ha il potere di prendere delle decisioni ad assicurare alle compagnie che vogliono investire di poter utilizzare questi slot il più presto possibile”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »