Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘comparti’

Fondo Cometa: approvati i rendimenti dei comparti nel 2019

Posted by fidest press agency su domenica, 2 febbraio 2020

Il Consiglio di Amministrazione del Fondo Cometa – Fondo nazionale pensione complementare per i lavoratori dell’industria metalmeccanica, dell’installazione di impianti e dei settori affini, e per i lavoratori dipendenti del settore orafo e argentiero -, riunitosi di recente, ha ratificato i rendimenti dei comparti di investimento nel 2019.Cometa è il più importante fondo pensionistico operante in Italia, con un patrimonio di oltre 11 miliardi di euro e più di 411.000 aderenti (al 31.12.2019).In dettaglio, i rendimenti dei comparti sono stati: Monetario Plus: 0,40%, Sicurezza: 1,29%, Reddito: 6,86%, Crescita: 11,29%, Sicurezza 2015: 0,88%.
La previdenza complementare ricopre oggi un ruolo di crescente importanza nel quadro della progressiva contrazione del primo pilastro e delle sue tutele.Di fronte a questo scenario, il Fondo Cometa è in grado di fornire una risposta efficace ai bisogni previdenziali dei lavoratori, in virtù di un’attenta gestione delle risorse, nonché dell’orizzonte temporale di lungo periodo e dei vantaggi previsti dalla normativa in materia di previdenza complementare, quali i benefici fiscali e la contribuzione aggiuntiva al Fondo da parte del datore di lavoro.Considerando a titolo d’esempio il comparto Reddito in un orizzonte temporale di lungo termine, un lavoratore iscritto al Fondo ha potuto ottenere un rendimento consistente e superiore alla rivalutazione del TFR.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dal Presidente Conte una buona notizia per il mondo della Ricerca e dell’Università

Posted by fidest press agency su domenica, 29 dicembre 2019

Accogliamo con grande favore le dichiarazioni del Presidente del Consiglio Conte riguardo l’istituzione del comparto Università e Ricerca e della creazione di un ministero dedicato. In questo modo si pone rimedio ad una palese stortura causata dall’imposizione della legge Brunetta che limitava a 4, più la Presidenza del Consiglio, il numero dei comparti di contrattazione del Pubblico Impiego, ma soprattutto è un segnale di attenzione al mondo della Ricerca che finora non avevamo assolutamente registrato da questo governo, così come dai precedenti.L’auspicio è che il provvedimento si concretizzi in tempo utile per la prossima tornata contrattuale e consenta ai lavoratori dell’Università e della Ricerca di riappropriarsi di un contratto che riconosca la centralità di questi settori e risponda alle loro necessità.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola Aran: settimana decisiva per la firma del CCNQ su aree, comparti e rappresentatività

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 giugno 2019

Il 19 e 20 giugno, per la terza volta, sono state convocate le Confederazioni sindacali per il rinnovo degli accordi propedeutici al via delle prerogative sindacale alle nuove organizzazioni che hanno vinto le ultime elezioni Rsu. La novità più importante riguarda l’entrata dell’ANIEF che sposterà gli attuali equilibri dei tavoli contrattuali, a partire da quelli gestiti dal Miur e dal Governo. Forte resistenza anche da parte di alcune confederazioni per la perdita di ore di permesso e distacchi. Marcello Pacifico (Anief): Non è tollerabile che dopo un anno, ancora non possiamo esercitare le nostre libertà sindacali e perorare i diritti dei nostri associati. Se per la terza volta non si firmeranno le proposte dell’Aran, nonostante un’evidente maggioranza, chiederemo ai giudici un intervento urgente.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Difesa-sicurezza: tagli comparti

Posted by fidest press agency su sabato, 29 ottobre 2011

NOCS of the Italian Police

Image via Wikipedia

“La notizia che ieri il Ministro della difesa La Russa ha voluto anticipare sulla firma del dpcm con il quale dovrebbero essere – a suo dire – compensati i tagli di bilancio e i blocchi degli stipendi e degli avanzamenti di carriera del personale dei comparti difesa e sicurezza è solo l’ennesima “presa per i fondelli”.” – Lo dichiara Luca Marco Comellini, Segretario del Pdm – “E’ da quando La Russa e il suo amico senatore Gasparri hanno inventato la “burla” del fondo perequativo facendolo passare come la grande soluzione per riconoscere la specificità dei militari e dei poliziotti che noi del Pdm gli ripetiamo che per escludere dall’ambito di applicazione dell’articolo 9, comma 1 del decreto-legge n. 78 del 2010, poi convertito nella legge n. 122 del 2010, le peculiari indennità e gli istituti di progressione economica correlati allo status e alla specificità del personale del comparto sicurezza e difesa del Corpo nazionale dei vigili del fuoco servirebbero più di 2 miliardi di euro per il triennio 2011-2013. Questi soldi – prosegue Comellini – sappiamo che non ci sono e che non ci potranno essere a meno che La Russa si convinca, per il bene del Paese, a rinunciare all’acquisto dei 131 caccia JSF, oppure ad attuare l’unificazione delle forze di polizia. Queste sono le due proposte costruttive che noi del Pdm gli sottoponiamo da tempo come valide soluzioni soluzioni, condivise dagli italiani e dal personale delle Forze di polizia perché, se attuate, renderebbero immediatamente disponibili importanti risorse economiche per circa 7 miliardi di euro, che sarebbero ampiamente sufficienti a coprire le necessità del personale dei Ministeri della Difesa e dell’Interno. Tuttavia però – conclude Comellini – continuo a notare che La Russa preferisce gli interessi e i vizi dei generali tanto a acquistargli delle Maserati blindate per farli scorrazzare più comodi e sicuri in giro per il Paese. Alla faccia della crisi e dei sacrifici che ogni giorno il Governo chiede agli uomini e donne in divisa.” Lo dichiara Luca Marco Comellini – Segretario del Partito per la tutela dei Diritti di Militari e Forze di polizia (Pdm)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mozambico e nuova collaborazione economica

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 luglio 2011

Incontro tra Da Pozzo e S.E. Carla Elisa Luis Mucavi: possibilità per le Pmi friulane nell’agricoltura e agroindustria, nella logistica e nella formazione delle competenze produttive e tecnologiche Nuove opportunità di collaborazione economica con il Mozambico, nei comparti dell’agricoltura e dell’agroindustria, ma anchenelle competenze e nell’esperienza produttive, nelle tecnologie e infrastrutture logistiche o per il turismo. L’interscambio commerciale con il Fvg, se in una serie storica non presenta cifre significative, ha visto un miglioramento soprattutto negli ultimi due anni. Anche se i numeri non sono elevati, la provincia di Udine, nel 2010, rappresenta addirittura il 98% dell’export della regione verso il Mozambico. Esportiamo principalmente macchinari per l’agricoltura e la silvicoltura, mobili, prodotti della siderurgia, macchine per la formatura di metalli e altre macchine utensili, e prodotti tessili, mentre dal Mozambico, sempre restando ai dati 2010, importiamo metalli, combustibili e altre materie prime, come la pietra e l’argilla. (dal pozzo)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I militari italiani “sotto attacco”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 marzo 2011

Il cocer a.m. comunica: “ Se il fronte dell’afghanistan continua a mietere vittime, sul fronte interno l’attacco che il governo sta perpetrando nei confronti delle ff.aa. non desta meno preoccupazione. l’accanimento della politica nei confronti dei militari, senza precedenti storici, e’ un atto difficilmente qualificabile che si sta perpretando nei confronti di chi, preposto alla difesa, non ha all’interno adeguati mezzi di difesa. Se la politica ha l’intento di scardinare l’ordinamento delle ff.aa. rendendolo del tutto omogeneo ai rimanenti comparti del pubblico impiego, allora il personale militare chiede di avere i medesimi mezzi di tutela al pari di tutti i lavoratori. a questo punto si chiede alla politica di essere conseguenziale accogliendo le richieste che sono necessaria conseguenza di tale atteggiamento. Se il vuoto di tutela e’ occasione per incidere sulla condizione di chi, per legge, non ha voce per protestare, allora e’ giunto il momento per porre sul tavolo le seguenti rivendicazioni del personale dell’arma azzurra: consentire che il personale militare possa dotarsi di proprie rappresentanze sindacali per la tutela dei diritti come nel rimanente pubblico impiego;
1. provvedere all’estensione a favore del personale militare di tutti i diritti spettanti ai lavoratori del pubblico impiego (mobilità, giurisdizione, part time, flessibilita’, incompatibilita’);
2. prevedere la regolamentazione di forme legittime e democratiche di protesta e manifestazione del personale militare.Se la politica dovesse continuare a ritenere che l’accezione di specificita’ del comparto e’ qualla sin ad ora intesa e dimostrata con le continue vessazioni nei confronti del personale rappresentato, da ora in poi, l’accoglimento delle citate rivendicazioni saranno condizione imprescindibile per ogni utile proseguo di ogni trattativa  rientrante nelle competenze di questo consiglio, consapevoli che il personale militare si ricorderà nelle “opportune sedi” del trattamento ricevuto da questo governo”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rapporto “L’Italia del Riciclo 2010”

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 ottobre 2010

Roma 28 ottobre 2010 ore 10.00 presso la Sala delle Conferenze di Piazza di Montecitorio 123/A convegno sullo studio concentrato in particolare sulle potenzialità e sulle problematiche derivate dall’applicazione della nuova Direttiva quadro sui rifiuti 2008/98/CE, in fase di recepimento nell’ordine nazionale, verrà presentato nel corso del  Il Rapporto fornisce una fotografia puntuale sullo stato di salute del settore del recupero rifiuti nell’attuale fase di difficoltà dei mercati internazionali, analizzando trend in corso nei singoli comparti che lo compongono: carta, vetro, gomma, plastica, acciaio, alluminio, veicoli fuori uso, inerti, RAEE, frazione organica, oli minerali esausti, oli grassi vegetali, pile e accumulatori, abiti usati, legno.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Stato dell’agricoltura

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 agosto 2010

Si chiama “AGRItrend – Evoluzioni e cifre sull’agro-alimentare” il nuovo prodotto editoriale on-line dell’INEA, che illustrerà le variazioni dei principali indicatori del settore agricolo. Pensato come agile strumento, fornirà, con cadenza trimestrale, un aggiornamento puntuale e regolare delle principali tendenze del settore agricolo e dell’industria agro-alimentare, grazie ad un’attenta analisi delle variabili macro dei singoli comparti produttivi, dei redditi, del tessuto imprenditoriale, dell’occupazione, dei prezzi e delle politiche. Dalla lettura dei dati, si evidenzia il miglioramento dei principali indicatori strutturali del settore agricolo ed agro-alimentare: nel primo trimestre 2010, infatti, il valore aggiunto è aumentato del 3,8% rispetto al precedente e + 0,5% nei confronti dello stesso periodo del 2009, unito ad un lieve incremento del monte ore lavorato (0,41%) e della produttività (12,2 euro). Favorevole anche è stato il dato del commercio estero: import ed export mostrano una crescita dello 0,9% rispetto allo stesso trimestre del 2009, pur confermandosi in passivo il saldo commerciale.  Nonostante la crescita registrata, le diminuzioni del 2009 tuttavia, non sono state ancora colmate, soprattutto dal punto di vista della mortalità delle imprese e dell’occupazione. In particolare, ben 11.956 imprese individuali per il settore agricoltura, silvicoltura e pesca (-1,36%) sono uscite dal mercato nel primo trimestre 2010, a causa di problemi strutturali e della crisi internazionale.  Stabile lo stock nelle industrie alimentari (-0,2% nel primo trimestre 2010), dato incoraggiante questo se paragonato a quello del primo trimestre 2009 (-20%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lo stato dell’agricoltura in Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 24 luglio 2010

Roma, 27 luglio 2010 ore 10.00, Sala Cavour del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Via XX settembre 20 il Rapporto sullo Stato dell’Agricoltura, ormai alla settima edizione, verrà presentato dall’INEA. Partendo dallo scenario internazionale, attraverso un’attenta analisi delle dinamiche dell’economia mondiale, il Rapporto prende in esame le ripercussioni verificatesi in Italia, anche attraverso l’osservazione dei principali indicatori economici del sistema agricolo e agroalimentare italiano. Il 2009, infatti, per l’economia italiana è risultato essere particolarmente complesso a causa della consistente riduzione del PIL, in termini reali (-5% dati ISTAT), che è stata influenzata dalla contrazione del valore aggiunto di tutti i principali comparti produttivi. Il settore primario (per l’intera branca agricoltura, silvicoltura e pesca) mostra nel 2009 una flessione, a prezzi correnti, di ben 11,5 punti percentuali del valore aggiunti. La fotografia del primo trimestre del 2010 indica un miglioramento, con un incremento generalizzato del valore aggiunto per tutti i settori economici, particolarmente per il comparto agricolo con una crescita del 3,8%.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chiudono 312mila studi professionali

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 gennaio 2010

Veterinari, avvocati, sociologi, giornalisti, medici, dottori commercialisti e biologi sono le professioni che hanno risentito maggiormente della crisi, con la chiusura del 18% degli studi professionali nel 2009. A denunciarlo è Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani che, con Lo Sportello del Contribuente, ha preso in esame alcuni indicatori economici riferiti a dicembre 2009. Infatti, incrociando i dati del fatturato, delle prenotazioni, dell’occupazione e delle forniture professionali emerge un quadro preoccupante. Le professioni che fanno da trainano e supporto all’economia sono in forte difficoltà.  Professioni, che nel 2008 avevano registrato incremento del fatturato di quasi 18 miliardi di euro. Il settore giuridico-economico (avvocati e dottori commercialisti) è uno dei comparti più colpiti dalla crisi. Nel 2009, il fatturato globa le è diminuito del 43% rispetto al periodo precedente, segnando un -35% nelle prenotazioni, un -20% nell’occupazione ed un -55% nelle forniture professionali.  Il settore medico (veterinari, medici e biologi), altro comparto di punta nelle professioni, presenta anch’esso tutti gli indicatori negativi: il fatturato globale, nel 2009, ha segnato un -32% rispetto all’anno precedente, il – 42% nelle prenotazioni, il -22% nell’occupazione ed il – 48% nelle forniture professionali. Male anche il settore della comunicazione (sociologi e giornalisti). Del 29% la contrazione del fatturato, dell’ 28% le prenotazioni, del 24% l’occupazione e del 48% le forniture professionali. “Di fronte alla chiusura del 18% degli studi professionali, costituiti prevalentemente da piccoli studi” – commenta Vittorio Carlomagno presidente di Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani – ”è impensabile che il governo non intervenga inserendo anche il comparto delle professioni tra quelli in crisi , prevedendo l’estensione ai lavoratori autonomi degli ammortizzatori sociali e di tutte le misure straordinarie, lasciando Bisogna consentire ai 312 mila professionisti di cambiare lavoro, senza arrecare un grave danno sociale”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo e risorse umane

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

In tema di globalizzazione e di nuove tecnologie anche il turismo ha cambiato volto in particolare dal punto di vista economico nel rappresentare uno dei settori più importanti per il mondo intero e, per ciò che ci riguarda da vicino, per l’Italia. Nel nostro Paese, lo scorso anno, ha rappresentato circa il 10% del Pil, hanno trovato occupazione oltre tre milioni di persone e registrato tassi sostenuti di crescita (+13% fra il 1997 ed il 2001) sicuramente più elevati di quanto si possa riscontrare in altri comparti. La struttura reticolare turistica italiana parte da tre tipi di conduttori: tour operator, enti pubblici ed agenzie viaggi e si indirizza verso hotel, camping, villaggi ed agriturismo. Ma il segreto del successo sta nel fatto che la proposta turistica deve tenere in massima considerazione le condizioni del mercato di fronte a turisti sempre più consapevoli ed esigenti e che impongono un’offerta a loro maggiormente orientata, rinnovata, ricca di prodotti sempre più appetibili e validi dal punto di vista qualitativo. Uno dei fattori che più spinge nella direzione di questi cambiamenti è indubbiamente quello tecnologico. Su questo piano si giocheranno molte delle possibilità di trasformazione e di crescita delle aziende turistiche in un prossimo futuro. Non dimentichiamo, ad esempio, che il tasso di penetrazione delle tecnologie internet per le famiglie italiane è cresciuto nel 2001 dell’8% rispetto all’anno precedente ed un analogo  incremento, se non superiore, si prevede nel corso d’anno. Questo nel quadro di una crescita media mondiale che procede intorno al 4,9%. Diciamo, quindi, che oggi il 41% delle famiglie italiane possiede un personal computer ed il 25% usa regolarmente internet. Per quanto riguarda il turismo circa il 50% dei navigatori consulta la rete alla ricerca di informazioni di vario genere prima di mettersi in viaggio e la predisposizione all’uso di queste tecnologie è ancora migliore: il 71% la ritiene utile come strumento di comunicazione e-mail, soprattutto ed il 36% lo userebbe per trovare informazioni su alberghi. Ne deriva che i contenuti dei siti web turistici italiani sono composti essenzialmente di quattro componenti: e-commerce, contenuti informativi, assistenza al cliente e servizi. La filosofia di fondo è quella di anticipare la propria audience proponendo una realizzazione che tenga conto dei desideri e delle esigenze, ma anche delle effettive capacità tecnologiche del pubblico cui si rivolge.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

3 luglio: sciopero generale del pubblico impiego

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 giugno 2009

Roma 26 giugno una conferenza stampa presso Palazzo Valentini sede della Provincia, via IV Novembre 119/A, Sala ex Giunta, 2° Piano, ore 12.00  indetta dalle categorie  pubbliche del Patto di Base – RdB/CUB P.I., Cobas P.I. e SDL Intercategoriale.  Nel corso della conferenza verranno illustrate le motivazioni che hanno spinto il Patto di Base ad indire una prima mobilitazione per contrastare il Decreto Legislativo, cosiddetto Brunetta, e le iniziative intraprese nei vari comparti pubblici per sensibilizzare i lavoratori e gli utenti al fine di preparare la giornata di lotta del 3 luglio. Verranno inoltre presentate le iniziative previste durante la giornata di sciopero nelle principali città,  che vedranno anche la partecipazione dei lavoratori precari delle pubbliche amministrazioni.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »