Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘comparto sicurezza’

Rinnovo contratto di lavoro nel comparto sicurezza

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 agosto 2017

volanti-polizia-di-stato“La trattativa per il rinnovo dei contratti di lavoro nel Comparto Sicurezza, in pratica, non è neppure iniziata. In questa fase prodromica parlare di chiusura degli accordi e persino ‘sparare’ cifre che non hanno alcun fondamento è qualcosa che non sta in cielo né in terra. L’iter per concludere questo determinante passo nell’interesse dei poliziotti italiani è in pieno svolgimento, e nulla ha a che fare con il rinnovo del contratto degli altri statali che non potrà mai e poi mai andare bene per chi, rischiando la propria vita ogni giorno, ha ben altre esigenze di cui si deve tenere conto. La specificità del nostro lavoro non può restare lettera morta; è dovere di chi ci amministra garantire a noi e alle nostre famiglie un trattamento dignitoso che smentisca l’orrenda sensazione che da troppo tempo abbiamo di venire puntualmente pugnalati alle spalle. Ecco perché ci preme spazzare via gli equivoci seguiti ad alcuni articoli di stampa: sul rinnovo dei contatti la partita è tutta da giocare e non ci accontenteremo delle briciole”. La Segreteria Nazionale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, per bocca del Segretario Generale, Domenico Pianese interviene con grande fermezza per “mettere i puntini sulle i” e chiarire la corretta informazione in tema di rinnovo del contratto degli Appartenenti al Comparto Sicurezza, dopo che articoli di stampa hanno ingenerato l’impressione che la contrattazione per il rinnovo fosse conclusa, con tanto di specifica quantificazione degli aumenti. “Il 25 luglio scorso – spiega Pianese – presso il Ministero della Funzione Pubblica si è aperto il tavolo delle trattative per la definizione del Contratto di Lavoro relativo al triennio 2016-2018 del personale del Comparto. La riunione è stata presieduta dal Sottosegretario per la Semplificazione e la pubblica amministrazione, Angelo Rughetti, il quale ha spiegato che per il nostro contratto il Governo intende stanziare somme che consentano di assolvere all’accordo sottoscritto a novembre 2016 con le confederazioni di Cgil-Cisl-Uil dove è stato previsto un aumento medio lordo mensile non inferiore a 85 euro al mese. Si è trattato solo di un primissimo incontro preliminare, ma la trattativa di fatto inizierà dopo l’estate. Già in quella sede, comunque, il Coisp ha presentato una propria piattaforma rivendicativa e ha chiarito che è inaccettabile per il nostro Comparto fare riferimento a quell’accordo di novembre frutto di un confronto in cui non siamo stati coinvolti e che rappresenta un’umiliazione e un insulto al personale in divisa non tenendo conto in alcun modo della specificità del nostro lavoro. Troppe sono le particolarità delle prestazioni lavorative che siamo chiamati a garantire per non prevedere, di contro, aumenti economici che tutelino almeno la dignità dei Servitori dello Stato, e di fronte alle esigenze di personale chiamato a fare cose che gli altri dipendenti pubblici nemmeno immaginano nelle loro più buie fantasie, oltre tutto subendo limitazioni ai propri diritti che nessun altro sopporterebbe, 85 euro lordi sono un’offesa. Quell’accordo di novembre tra Governo e Cgil-Cisl-Uil non vale un fico secco. La partita è tutta da giocare. Non permetteremo a nessuno – conclude Pianese – di gettare fumo negli occhi per confondere le idee su un tema così importante per i poliziotti italiani, rispetto al quale ci batteremo in ogni modo e in ogni sede, oggi per fare chiarezza, domani per ottenere risultati”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il ministro annuncia assunzioni nel comparto sicurezza

Posted by fidest press agency su domenica, 6 agosto 2017

pianeseIl Coisp dopo le dichiarazioni del Ministro Madia in merito a nuove assunzioni per il Comparto: “Ciò che annuncia è solo un primo passo ma servono impegni futuri ben più ampi visto che in 10 anni perderemo 40.000 poliziotti” “Le annunciate nuove assunzioni per il Comparto sicurezza sono un primo passo importante ma che può e deve essere il preludio a impegni di portata ben più ampia considerato che nei prossimi dieci anni perderemo 40.000 poliziotti che andranno in pensione”. Questo il primo commento di Domenico Pianese, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, dopo le dichiarazioni del Ministro della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, che ha annunciato le novità che seguiranno la firma del decreto da parte del Consiglio dei ministri che, fra l’altro, da il via ad assunzioni straordinarie di 2.739 unità tra le forze di polizia e i vigili del fuoco. “Si tratta di un segnale indiscutibile nel senso di un’attenzione del Governo al tema della sicurezza e delle necessità del Comparto – aggiunge Pianese –. E però non si può dimenticare che il blocco del turn over ha prodotto in questi anni effetti nefasti indebolendo gli organici della Polizia di Stato che ha potuto contare su risorse umane sempre inferiori numericamente e oltre tutto di età sempre più elevata. Si tratta di una cosa rispetto alla quale da anni facciamo vibrate denunce, tanto fondate da essere culminate nelle dichiarazioni dei mesi scorsi rilasciate in tal senso dal Capo della Polizia, Franco Gabrielli. Fare il lavoro di cinque in due non si può, e di fronte a una situazione che ci vede in sofferenza rispetto ai molteplici e complessi servizi da svolgere, è fondamentale che non ci si limiti a singoli e insufficienti interventi. Come sarebbero le annunciate nuove assunzioni di un numero di operatori che, se non pesantemente integrato in futuro, non consentirà certamente di fronteggiare sfide importanti, rispetto alle quali non dobbiamo e non possiamo farci trovare impreparati, continuando piuttosto a garantire il livello di efficienza e di scurezza che ci pregiamo di aver assicurato al Paese fino a qui a costo di sacrifici personali di uomini e donne che non esitano a gettare il cuore oltre l’ostacolo, ma verso cui è doveroso dimostrare l’attenzione necessaria per metterli in condizione di operare al meglio”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il governo disconosce la specificità previdenziale del comparto sicurezza-difesa

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 aprile 2012

Nella riunione che si e’ tenuta tra i rappresentanti del ministero dell’economia, in rappresentanza del governo, e le amministrazioni del comparto, il governo Monti ha mostrato grande contrarietà: al principio della specifità del comparto sancito per legge ed alle tutele previdenziali che l’ordinamento ci riconosce. Ricordiamo al governo Monti che un governo tecnico deve anche attenersi alle leggi dello stato preesistenti ad esso o a limite cassarle (avendone il peso politico) ma senza eluderle, ed esortiamo le maggioranze che sostengono il governo a prendere una posizione netta in merito. Al governo Monti ed al ministro Fornero – che non ha ancora mantenuto l’impegno di incontrare le oo.ss. e le rappresentanze del comparto, ribadiamo inoltre, che gli operatori del comparto sicurezza e difesa, rappresentati da un fronte sindacale unito e compatto, alzeranno la voce, intensificando la protesta, finchè non saranno tenute in considerazione le legittime aspettative del personale tutto. (il Cocer della guardia di finanza)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Amministrative: Pagelle pessime per il governo

Posted by fidest press agency su martedì, 10 maggio 2011

(GrNet.it) Il portale di informazione per il comparto Sicurezza e Difesa ha condotto un sondaggio tra gli appartenenti al comparto per verificare le intenzioni di voto per le prossime amministrative. Questi i dati su un campione di 1030 intervistati. Alle ultime elezioni avevano votato l’area di:
Destra/Centro-destra: 61,6%
Sinistra/Centro-sinistra: 26,4
Centro: 2,7%
Non ha votato: 8,6%
Scheda bianca: 0,7%
Tra gli elettori di Destra/Centro-destra il 34,7% ha dichiarato di non voler più confermare il proprio voto alle prossime amministrative, mentre gli indecisi si attestano all’11,1%
Tra gli elettori di Sinistra/Centro-sinistra solo il 6,7% ha dichiarato di non voler più confermare il proprio voto alle prossime amministrative, mentre sale la percentuale degli indecisi, che raggiunge il 14%
Simili, percentualmente, le motivazioni che spingeranno gli elettori di entrambe le aree a non confermare il proprio voto alle prossime consultazioni: si va dalla delusione verso la propria compagine politica al tradimento delle promesse elettorali. GrNet.it ha inoltre proposto ai propri lettori di dare un voto agli esponenti di spicco del governo, ed anche in questo caso non mancano le sorprese: in maniera bipartisan, gli operatori del comparto Sicurezza e Difesa hanno attribuito il voto peggiore al ministro della Difesa Ignazio La Russa, che precede addirittura il presidente del Consiglio Berlusconi e il non amatissimo ministro Renato Brunetta.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polizia: governo truffa

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2011

“Il Governo spieghi perché continua a tenere bloccati gli 80 milioni di euro che aveva promesso di destinare al comparto sicurezza e difesa!”. Lo scrive Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia, dopo che il ministro dell’Economia Tremonti ha disertato l’incontro in programma con i colleghi Maroni e La Russa. “Le Forze di Polizia continuano ad essere truffate da questo Governo, che continua a rivelarsi il peggiore della storia della Repubblica Italiana”, continua Maccari. “Si continua a blaterare di un impegno sul fronte della Sicurezza, si continua a fare propaganda sulla sicurezza delle città: ma è tutto falso! Da un lato ci sono gli spot elettorali – dice ancora il Segretario Generale del COISP – dall’altro c’è la realtà: il Governo, come nessun altro mai in precedenza, è stato capace di tagliare in soli tre anni 3,7 miliardi di euro di risorse alle Forze dell’Ordine. Il nostro Paese è sempre meno sicuro, perché si investe sempre meno sulle Forze di Polizia, che sono sempre meno remunerate, sempre meno preparate, senza mezzi a disposizione e sempre più impegnate a fronteggiare nuove emergenze sulla scorta dell’esperienza maturata sul campo e facendo ricorso soltanto allo spirito di sacrificio e al senso del dovere che contraddistinguono ogni singolo operatore della categoria. Un senso dello Stato che, evidentemente, non appartiene ai politicanti di mestiere che, mentre affondano tra gli scandali, continuano ad occupare indegnamente le stanze del Governo”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ddl sicurezza, il COISP: Stanchi delle prese in giro e dei bluff

Posted by fidest press agency su sabato, 2 maggio 2009

“Le manovre di questo Governo per prendere in giro i cittadini in un settore talmente delicato come quello della sicurezza sono ormai fin troppo palesi. Ronde che escono dalla porta e rientrano dalla finestra; finti ‘contentini’ agli Operatori delle Forze dell’Ordine e tanti complimenti pubblici ma, nella pratica, il solito menefreghismo per le gravi carenze di cui soffrono i vari Corpi; finzione assoluta di un approccio collaborativo e di dialogo con i protagonisti del Comparto Sicurezza visto che, invece di smetterla con lo spot dei militari per le strade, si vogliono persino aumentare. Bisogna prendere atto che chi prende decisioni va avanti con occhi e orecchie foderati, fregandosene altamente dei veri problemi da affrontare e risolvere, e della necessità di operare una seria e reale razionalizzazione nel comparto”. Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia è molto critico nel commentare il provvedimento sulla sicurezza in discussione alla Camera. “Il Pdl ritiene assolutamente prioritarie le politiche per la sicurezza” ha detto ieri il capogruppo del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri. “Lo sappiamo – gli fa eco adesso Maccari – l’intera campagna elettorale di questo Governo è stata incentrata su un bluff in cui non crede più nessuno, soprattutto gli appartenenti alla Polizia di Stato che, nei fatti, continuano a tastare con mano l’indifferenza e la disparità di trattamento riservatagli da quello Stato cui dedicano la vita, e che come gratifica non trova di meglio che offenderli con il ‘ricorso ad un volontariato per la sicurezza’. Il Senatore Gasparri utilizza inutilmente questo nuovo giro di parole. E sì, cambia il modo di chiamarle perché evidentemente per questo Governo – conclude il leader del Sindacato Indipendente di Polizia – conta solo e unicamente l’effetto pubblicitario, che deve essere efficace. Senatore Gasparri torni a chiamarle “ronde”, non offenda anche l’intelligenza dei cittadini oltre che la nostra professionalità!”.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contratto lavoro area sicurezza

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

“La sottoscrizione dell’accordo sul contratto delle Forze di Polizia e delle Forze Armate consente di ottenere, anche se tardivamente, degli effetti positivi per gli Operatori della Sicurezza. D’altro canto riteniamo completamente fuori luogo il trionfalismo di alcuni esponenti del Governo, che non ha certo dimostrato con i fatti quella grande sensibilità nei confronti delle Forze dell’Ordine di cui il centrodestra continua a riempirsi la bocca!”. E’ quanto dichiara il Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia, dopo la chiusura della coda contrattuale per il comparto Sicurezza e Difesa. “Oggi – dice Maccari – non abbiamo fatto altro che apporre una sigla in calce a un’intesa già raggiunta con il Governo Prodi, così come dal precedente esecutivo sono stati destinati al Comparto Sicurezza i fondi, esigui, previsti dal nuovo accordo. Il centrodestra, pertanto, ad oggi non ha dato un solo euro alle Forze di Polizia né alle Forze Armate. Persino l’aumento del valore dei buoni pasto che passano da 4,65 euro a 7 euro, finalmente riconosciuto dopo anni di ritardo, è frutto della concertazione con il Governo Prodi!”.  -Dice ancora il leader del Coisp – “Vogliamo far presente al ministro La Russa, probabilmente male informato, che gli ‘importanti benefici economici’ per i 600 mila operatori del Comparto Sicurezza sono ben distanti dall’aumento di 160 euro mensili lordi di cui parla: l’incremento, infatti, è quantificabile in quasi appena 160 euro all’anno!”.   “Per quanto riguarda la remunerazione del lavoro straordinario, per il quale è stato concordato un incremento della misura oraria di circa 1,50 euro, restiamo in attesa dei necessari stanziamenti, poiché sono tanti gli Operatori della Sicurezza che lavorano senza essere adeguatamente remunerati o in casi frequenti a prestare servizio gratuitamente!”. “Al di là dei vuoti trionfalismi del Governo – conclude Franco Maccari – la sigla di questo accordo, che comunque rappresenta un successo per gli appartenenti alla Polizia di Stato, è il frutto del grande senso di responsabilità delle Organizzazioni Sindacali di categoria”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »