Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 279

Posts Tagged ‘competenti’

Canone RAI non tutti sono tenuti a pagare

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 maggio 2011

La Finanziaria statale del 2008 – dichiara Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” – ha abolito il pagamento del canone Rai per gli over 75 anni con un reddito non superiore a 516,46 euro per tredici mensilità: una platea di persone più ampia di quello che si potrebbe immaginare ma poca pubblicità è stata data dai media e dagli uffici competenti alla circolare che stabilisce i requisiti per l’esenzione. Di fatto, hanno diritto alla esenzione del pagamento del Canone Rai tutti coloro i quali, avendo compiuto 75 anni di età prima della scadenza del pagamento del canone stesso,vivano da soli o con il coniuge, e abbiamo un reddito complessivo non superiore a € 6713,98. Il documento a cui fare riferimento per ottenere l’esenzione è il CUD dell’anno precedente.
• La domanda di esenzione deve riferirsi al canone Rai dell’apparecchio televisivo presente nell’abitazione in cui si ha la residenza “entro il 30.04.2011? per gli abbonamenti annuali ed “entro il 31.07.2011? per quelli semestrali. Con allegata copia di documento d’identità e precise indicazioni dell’Abbonamento in essere, deve essere inoltrata a: AGENZIA DELLE ENTRATE – Ufficio Torino 1 S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – 10121 – Torino.
• Gli over 75 possono ottenere “entro il 30.04.2011? anche il rimborso del canone versato nel triennio 2008-2010 (sempre che ci siano gli stessi presupposti), compilando l’apposito modulo messo a disposizione sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate.
• Per i pensionati che non hanno ancora raggiunto l’età e non abbiano un reddito che superi i 18.000,00 €, il Canone si può pagare anche a rate con una detrazione dalle tasse, in massimo 11 rate.
La richiesta va presentata entro il 15/11 dell’anno precedente a quello cui si riferisce il canone Rai all’ente che eroga la pensione. L’ente comunica poi al pensionato l’accettazione della domanda entro il 15 del successivo mese di gennaio. L’addebito avviene come trattenuta sulla pensione, in 11 rate mensili a partire dal mese di gennaio dell’anno a cui si riferisce il canone Rai.
E’ facile immaginare che in molti, pur avendone diritto, non hanno fruito materialmente dell’esonero dal canone a causa le lungaggini burocratiche che ledono soprattutto i diritti di tutti quegli anziani con difficoltà motorie e problemi di salute, che trovano oggettive difficoltà negli spostamenti.
Pertanto lo Sportello Dei Diritti chiede ai mezzi di informazione di dare un’ampia informazione a tutti gli italiani che sono nelle condizioni di accedere a questo esonero per evitare che i cittadini siano costretti prima a pagare e poi a chiedere un improbabile rimborso.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ibm acquisce Blade Network Technologies

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 settembre 2010

IBM  ha siglato un accordo per l’acquisizione di BLADE Network Technologies, una società a capitale privato con sede a Santa Clara, California. BLADE è specializzata in software e dispositivi per il routing di dati e transazioni da e verso i server. La conclusione dell’acquisizione è prevista per il quarto quadrimestre 2010, fatto salvo l’adempimento delle consuete condizioni di closing e le revisioni delle autorità di regolamentazione competenti. Non sono stati resi noti i termini finanziari.
BLADE fornisce server blade e switch top-of-rack, oltre a software per virtualizzare e gestire il cloud computing e altri carichi di lavoro. Tra i suoi clienti figura più di metà delle società presenti nella classifica Fortune 500, in 26 settori verticali, quali automotive, servizi di telecomunicazioni, istruzione, pubblica amministrazione, Sanità, difesa e finanza. La collaborazione tra IBM e BLADE è iniziata nel 2002 e ha portato a migliaia di progetti/clienti congiunti. Infatti, oltre il 50 per cento degli IBM System x BladeCenters attualmente è collegato o utilizza prodotti BLADE.
BLADE Network Technologies (BLADE) è una  società produttrice di switch per il data center. Con 9 milioni di porte installate, i RackSwitch™ lossless, a bassa latenza e basso consumo e gli switch blade dell’azienda collegano server fisici e virtuali, storage e reti nei più grandi data center del mondo. Gli switch Ethernet ad alte prestazioni, pluripremiati, e il networking virtualization-aware VMready™ di BLADE sono progettati per gestire domande dinamiche ai confini della rete, per cloud pubblici e privati, servizi finanziari, applicazioni Web 2.0 e HPC. La Unified Fabric Architecture™ di BLADE è un’architettura in convergenza veloce, virtuale, collaudata e interoperabile per Ethernet Everywhere. Visitare: http://www.bladenetwork.net. Twitter: @BLADENetwork.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sito Unesco di Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2009

E’ stata approvata dalla Giunta comunale, su iniziativa del Vicesindaco di Roma, sen. Mauro Cutrufo, la delibera che individua nel Comune di Roma l’unico “soggetto referente” tra tutti quelli che hanno competenza sul sito Unesco “Centro Storico di Roma, le proprietà extraterritoriali della Santa Sede nella città e San Paolo Fuori le mura”. L’intesa è stata acquisita  a seguito della riunione indetta dal vicesindaco Cutrufo, alla quale hanno preso parte i rappresentanti di tutti i soggetti competenti: Comune di Roma, Regione Lazio e Ministero per i Beni culturali e le Attività culturali (con la Direzione Regionale e la Soprintendenza Beni culturali e paesaggistici del Comune di Roma , il commissario delegato  per la realizzazione degli  interventi urgenti nelle aree archeologiche di Roma e Ostia Antica) e Vicariato di Roma.  Il sito “Centro Storico di Roma, le proprietà extraterritoriali della Santa Sede nella città e San Paolo Fuori le mura” è stato dichiarato  dall’Unesco come patrimonio mondiale  dell’umanità nel 1980. Per la tutela, la conservazione e la valorizzazione di tale sito è necessario redigere un Piano di Gestione che individui le azioni strategiche e gli interventi operativi  da mettere in essere. Il Ministero dei Beni Culturali ha previsto  la possibilità di erogare finanziamenti finalizzati alla redazione del Piano di Gestione,  con presentazione delle domande entro 30 settembre 2009, subordinando l’erogazione dei finanziamenti  alla  formalizzazione, già prevista dalla legge 77/2006,  di una intesa tra i diversi soggetti istituzionali competenti e l’individuazione di “un soggetto referente” e di un soggetto “responsabile del progetto”. “Tale intesa, che riguarda l’enorme patrimonio archeologico – culturale dell’intero centro storico di Roma – ha detto Cutrufo – rappresenta una svolta per la nostra città e un significativo momento di collaborazione e di disponibilità tra le diverse Istituzioni competenti, per individuare congiuntamente gli interventi e le azioni necessarie alla salvaguardia e alla valorizzazione di una risorsa che tutto il mondo ci invidia”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ricette false: sospensione immediata per i coinvolti

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 settembre 2009

La Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani esprime la sua ferma condanna dei comportamenti che hanno portato all’arresto, tra gli altri, di medici e farmacisti nell’ambito dell’indagine dei Carabinieri del NAS di Napoli sulla falsificazione di ricette ai danni del Servizio sanitario nazionale. Il Presidente della Federazione Andrea Mandelli ricorda che “tutti gli iscritti oggetto di misure restrittive della libertà personale, in carcere o agli arresti domiciliari, sono automaticamente sospesi dall’esercizio della professione ed è compito degli Ordini provinciali competenti ottenere dagli inquirenti tutte le informazioni del caso. In altre parole, come abbiamo sempre sostenuto, chi delinque è fuori dalla professione”. Mandelli ha poi tenuto a sottolineare che “questi episodi sono ancora più gravi nel momento in cui anche l’Unione europea ha confermato l’alto valore sociale ed etico della presenza del farmacista a tutela della salute del cittadino. Siamo certi” ha però aggiunto “che i cittadini hanno ben presente la differenza tra i comportamenti deviati di alcuni e l’opera quotidiana dei farmacisti di cui si avvalgono ogni giorno con fiducia”.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Telefonia mobile. Finalmente il trasferimento del credito residuo

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 settembre 2009

I gestori di telefonia mobile si sono organizzati per trasferire il credito residuo dal vecchio operatore al nuovo, lo ha reso noto l’Agcom. Il costo dell’operazione e’ minimo, al massimo 1,6 euro. Alla buonora, e’ il caso di dirlo. L’obbligo del trasferimento diretto del credito residuo era stato ribadito nel 2007, quando fu approvata la legge Bersani. Ma disposizioni dell’Agcom in materia, mai attuate dai gestori, risalgono al 2001. Nel 2007, nelle linee guida alla legge 40/07 (legge Bersani) l’autorita’ scriveva: “in caso di ulteriore ritardo da parte degli operatori a realizzare gli accordi e le procedure necessarie per consentire la pratica realizzabilità della trasferibilità del credito residuo in caso di portabilità del numero, gli Uffici competenti interverranno nel breve periodo in tema sia di riconoscimento del credito residuo che di sua trasferibilità, rimuovendo ogni ostacolo all’attuazione dei diritti sanciti dalla Legge n. 40/07 e disciplinando l’adozione di soluzioni efficienti atte a realizzare condizioni di effettiva concorrenza fra gli operatori e di trasparenza nei confronti degli utenti”. Il breve periodo ipotizzato dall’Autorita’ per le comunicazioni e’ durato due anni, meglio tardi che mai? Ai consumatori raccomandiamo, in sede di richiesta al nuovo gestore della portabilita’ del numero, di specificare anche l’opzione di TCR, Trasferimento Credito Residuo. I soldi devono essere accreditati sulla nuova sim entro tre giorni dall’avvenuto trasferimento del numero. In caso di ritardi, occorre chiedere chiarimenti al nuovo operatore. Ma se il problema si incancrenisse, per evitare le snervanti ed inutili attese con i call center, e’ meglio procedere direttamente con una raccomandata A/R di messa in mora http://sosonline.aduc.it /scheda/messa+mora_8675.php Il passo successivo e’ il tentativo di conciliazione davanti al Corecom regionale http://sosonline.aduc.it/scheda/conciliazione+ obbligatoria+davanti+al +corecom _15317.php (Domenico Murrone, responsabile Aduc Tlc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tariffe esose per i controlli sanitari agroalimentari

Posted by fidest press agency su domenica, 6 settembre 2009

La momentanea sospensione delle procedure per il pagamento delle tariffe per i controlli sanitari nel settore alimentare in attesa di un ulteriore chiarimento con i Ministeri competenti e l’emanazione di una circolare interpretativa per l’applicazione del decreto legislativo 194/2008, così come già fatto dalla Regione Lombardia. È quanto chiede la Cia del Friuli Venezia Giulia in una lettera inviata in questi giorni al presidente Tondo e agli assessori Violino e Kosic. “L’applicazione delle tariffe in attuazione del Decreto Legislativo in questione – spiega Ennio Benedetti, presidente regionale della Cia -, si caratterizza come un vero e proprio nuovo tributo e contribuisce ad aggravare la già difficile e precaria situazione del settore agricolo nazionale, ma ancor più nella nostra regione, per la particolare connotazione e debolezza del settore stesso. A livello nazionale – prosegue Benedetti – al tavolo Ministeriale, la Cia aveva avanzato alcune proposte di modifica. Tra queste, le più importanti riguardavano la possibilità di mutuare dalla legislazione tributaria il principio di considerare attività connesse, esercitate dal medesimo imprenditore agricolo, quelle dirette alla manipolazione, conservazione, trasformazione, commercializzazione e valorizzazione che abbiano a oggetto prodotti ottenuti prevalentemente dalla coltivazione del fondo o del bosco o dell’allevamento di animali (burro, formaggi e latticini, olio d’oliva, vino, miele)e l’aumento del numero delle fasce di contribuzione, attualmente limitato a tre, per una più equa ripartizione dei costi dei controlli sulla base delle tipologie e delle dimensioni aziendali”. Nel frattempo, all’inizio d’agosto, la Regione Lombardia si è dissociata dall’accordo Stato-Regioni con un proprio documento il quale rimarca la non applicazione del decreto 194/2008 alla produzione primaria e fa presente che la codifica ATECO 2008 al codice 01 “Coltivazioni agricole e produzione di animali, caccia e servizi connessi” comprende  anche le attività di servizio accessorie all’agricoltura, alla caccia e alle attività a queste relative, ovvero la trasformazione di prodotti propri all’interno dell’azienda agricola. Alla luce della nuova importante posizione assunta dalla Lombardia, condivisa dalla Cia, l’organizzazione imprenditoriale chiede che analoga posizione venga assunta dal Friuli Venezia Giulia a tutela degli imprenditori agricoli locali. In ambito della Conferenza Stato-Regioni, i nostri rappresentanti sono invitati dalla Cia a sostenere la mutualità del regime tributario speciale nel sanitario, per le attività connesse alla produzione primaria.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »