Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 235

Posts Tagged ‘concerto’

Concerto Ensemble di flauti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 giugno 2018

Cosenza Giovedì 21 giugno 2018, dalle ore 11.00 alle ore 12.00, la Galleria Nazionale di Cosenza Palazzo Arnone parteciperà alla Festa della musica ospitando il concerto Ensemble di flauti. L’iniziativa è parte integrante di Music Marathon 2018 – La liturgia delle ore musicali, manifestazione organizzata dal Conservatorio di Musica “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza che propone dodici ore consecutive di concerti e coinvolgerà oltre alla Galleria Nazionale di Cosenza altri siti culturali della città bruzia.La Galleria Nazionale di Cosenza, diretta da Domenico Belcastro, è afferente al Polo Museale della Calabria guidato da Angela Acordon. Ingresso gratuito.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gran Concerto Corale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 giugno 2018

Assisi Venerdì 15 Giugno, alle ore 21.00 e con ingresso libero, ci sarà il secondo appuntamento per i festeggiamenti al Maestro Miserachs nella maestosa e stupenda Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli ad Assisi. Il Concerto Corale sarà trasmesso in diretta dalla WebTV della Porziuncola per i 75 anni del musicista Valentino Miserachs Grau.Il progetto, nato dalla volontà del Coro Laudesi Umbri di Spoleto e della Corale Porziuncola, di celebrare questo importante genetliaco e di onorare la città di Assisi con e della presenza del Maestro, è patrocinato dai Frati Minori dell’Umbria con la collaborazione dell’Associazione Culturale L’Orfeo di Spoleto.Miserachs è legato alla vita dei Laudesi Umbri di Spoleto e della Corale Porziuncola, per l’amicizia e la stima coltivate negli anni con il direttore e fondatore, il compianto P. Antonio Giannoni, e per aver avuto come allievi i due attuali direttori P. Matteo Ferraldeschi e P. Maurizio Verde. Per le due Corali e per i Frati Minori dell’Umbria Miserachs ha composto musica d’occasione: si segnala in particolare la Benedizione di San Francesco, con dedica: “alla cara e venerata memoria di P. Antonio Giannoni”, la Preghiera semplice composta per la seconda visita in Assisi di Papa Benedetto XVI nel 2011, e 3 grandi antifone In transitu Sancti Francisci.
Valentino Miserachs Grau, catalano di origine ma romano per formazione e appartenenza, già Preside del Pontificio Istituto di Musica Sacra in Roma, Direttore della Cappella Musicale Liberiana (Basilica di Santa Maria Maggiore in Roma), affermato e riconosciuto concertista e docente, si può giustamente dire “ultimo” compositore ed interprete nello stile della grande Scuola Romana che ha avuto in Giovanni Pierluigi da Palestrina il fondatore e massimo esponente. Miserachs quest’anno compie 75 anni: un genetliaco che non può restare “incelebrato” dai suoi due allievi e dalle rispettive corali. I cori concertanti: Laudesi Umbri di Spoleto e Corale Porziuncola della Basilica di Santa Maria degli Angeli, accompagnati all’organo dal Maestro Biagio Quaglino.La straordinarietà dell’evento è data non solo dalla grande musica, ma anche dal fatto che sarà il medesimo maestro MISERACHS a dirigere i Cori in Concerto.Un evento destinato a rimanere nelle pagine di storia della città di Assisi, che potrà vantare di aver ospitato uno dei più grandi polifonisti del panorama della grande Musica Sacra occidentale.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tetes de Bois in concerto al al CVTà Street Fest

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 giugno 2018

Civitacampomarano (provincia di Campobasso) 10 giugno alle 17, i Tetes de Bois suoneranno al CVTà Street Fest, il festival “nel paese delle meraviglie” , diretto dalla street-artist Alicè, nome d’arte di Alice Pasquini. Un concerto in acustico per chiudere l’edizione 2018 del festival che ridisegna lo spazio urbano di un borgo molisano antico e lo trasforma in uno scenario unico per l’arte su strada. I Tetes de Bois sono Andrea Satta alla voce, Angelo Pelini al pianoforte, Carlo Amato al basso e chitarre, Luca De Carlo alla tromba, un collettivo artistico tra canzone d’autore, folk, poesia, rock. Vincitori della Targa Tenco come migliori interpreti nel 2002, nel 2007 e nel 2015, il loro ultimo cd, “Extra”, è dedicato al loro primo, grande amore, il poeta-musicista Léo Ferré.“Noi andremo a vedere – dice Andrea Satta – lo stupore della comunità che scruta i muri, i tratti, i colori e i volti che illuminano gli angoli e danno un senso ai luoghi, alla solitudine e al dialogo. Non c’è niente di più rivoluzionario”. All’attività musicale e discografica, la band guidata da Andrea Satta ha sempre affiancato l’ideazione e la direzione artistica di progetti dedicati all’interpretazione degli spazi urbani ed extraurbani, alla condivisione di palchi non convenzionali come luoghi possibili dell’arte: il festival Stradarolo, TRAMiamo, la Ferrovia dell’allume, Avanti Pop, “Munnizza. Un corto illustrato su Felicia e Peppino Impastato” e, soprattutto, il Palco a Pedali, il primo eco-concerto al mondo alimentato interamente dall’energia prodotta dal pubblico in bicicletta.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nina Zilli in concerto a Siena

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 maggio 2018

Siena sabato prossimo 2 giugno alle 21,30 grande concerto in Piazza del Campo a Siena la sera di , con Nina Zilli e il suo “Ti amo Mi uccidi tour”. L’appuntamento, organizzato dal Comune di Siena, precedentemente programmato per il primo maggio e rinviato al 2 giugno causa maltempo, inizierà alle 21,30 e sarà a ingresso libero. Una serata unica sotto le stelle di una della piazze più belle del mondo. La perfomer italiana interprete di brani di grande successo torna onstage dopo la tournée invernale e la partecipazione al 68° Festival di Sanremo con il brano “Senza Appartenere”, accompagnata sul palco da Riccardo Gibertini “Jeeba” (tromba, trombone, dub, tastiere), Antonio Vezzano “Heggy” (chitarre), Nicola Roccamo “Nico” (batteria), Lucio Enrico Fasino (basso), Riccardo Di Paola (tastiere) ed Enzo Tribuzio “Dj Zak” (scretch, campioni).
Il suo “Ti amo Mi uccidi tour” ripercorrerà i successi più amati fino ai brani del suo ultimo album “MoDERN ART”, come Mi hai fatto fare tardi che ha anticipato l’uscita del disco, il nuovo singolo, in radio questi giorni, 1xUnAttimo e Ti Amo Mi uccidi, canzone che dà il nome al nuovo tour.
Nina Zilli è un tornado, un vulcano, un’innamorata della musica che ti inchioda con le sue passioni e fantasie prima ancora che tu abbia il tempo di ascoltare una sola delle sue canzoni. Nina, che viene da un paesino della Val Trebbia che ha lasciato presto per l’Irlanda, gli Stati Uniti, dovunque la spingevano i sogni e le fantasie. Nina che è partita dalla musica anni ‘70 “per arrivare piano piano alla mia musica perfetta: la Motown, l’R&B della Stax, il soul, il pop rock dei primi 60”, incrociato con amori italiani di Mina e Celentano giovani e con la Giamaica che le fa battere forte il cuore. Reggae, rocksteady, ska: quando parla di Alton Ellis, di Phyllis Dillon, degli Ska-talites la sua voce cambia intonazione, è tenera e smaniosa nello stesso tempo.
Come mettere tutto questo in musica? Ha studiato da soprano (“ma preferivo di gran lunga il rock”), ha diviso il tempo fra l’università e piccoli gruppi live, ha fatto la vee jay, è entrata e uscita da una porticina laterale della discografia con un 45 giri che ha rimosso (“non ne ho neanche una copia d’archivio, giuro che l’ho rotto”). Nel 2001 ha fondato un complesso, Chiara & Gliscuri, con cui è riuscita a mettere a fuoco qualcosa della sua personalità: un inno alla musica rocksteady, una lettura del mondo con quegli occhiali prendendo dai repertorii più diversi, da Madonna ai Metallica, dalla Giamaica vera a una di fantasia, partendo magari dall’Australia degli AC/DC. Da quell’esperienza è nata la collaborazione con i Franziska, con cui gira l’Europa cantando reggae in inglese e patois. Ma è solo una parte del suo mondo. Nina ha tempo e voglie anche per scrivere canzoni, tanto, di tutto, e per proporsi come solista.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto del Circolo Amici di Ticino Musica

Posted by fidest press agency su domenica, 27 maggio 2018

Giubiasco (Svizzera) Martedì 29 maggio alle ore 20.00, nella Chiesa di Santa Maria Assunta di Giubiasco, si terrà il tradizionale Concerto del Circolo Amici di Ticino Musica. Dopo le audizioni per cantanti e il concerto di gala dei vincitori nella Hall del LAC, questo è il terzo degli appuntamenti di avvicinamento alla ventiduesima edizione del Festival, che si svolgerà in tutto il Cantone Ticino dal 18 al 31 luglio.Protagonista di questo sempre attesissimo evento sarà il Trio Insolito, composto da Barbara Meszaros (soprano), Gabor Meszaros (fagotto – direttore artistico del Festival Ticino Musica, nonché docente dell’Academy) e Wolfgang Kleber (organo). Questa inusuale, ma estremamente armonica formazione proporrà un eclettico programma con musiche di J.S. Bach, G.F. Händel, G.P. Telemann, S. Adam, W.A. Mozart, S. Karg-Elert, J. Wittwer, L.V. Beethoven, W. Kleber, del quale verranno eseguite due prime svizzere.L’ingresso al concerto è gratuito.Il Concerto del Circolo Amici di Ticino Musica, che si svolge ogni anno in primavera in un luogo sempre diverso del Ticino, è un momento di incontro tra vecchi e nuovi sostenitori del Festival. Il Circolo degli Amici svolge infatti un’importantissima funzione di supporto, ideale ed economico, per Ticino Musica, nonché di tramite tra il festival e il territorio: i soci contribuiscono alla diffusione, allo sviluppo e allo spirito culturale di Ticino Musica sostenendo attivamente le nuove generazioni di musicisti e, tra le altre cose, offrendo alloggio ai partecipanti della manifestazione. A loro volta usufruiscono di numerosi vantaggi, tra cui ad esempio l’accesso gratuito a tutti i concerti del Festival e alle masterclass dell’Academy come uditori, con la possibilità di conoscere da vicino gli artisti.
L’appuntamento successivo è fissato per il 15 luglio alle ore 20.00 nel Teatro dell’Oratorio Santa Maria di Mendrisio, dove avrà luogo l’antegenerale, aperta al pubblico, dell’opera L’italiana in Algeri di Gioachino Rossini, messa in scena dal team dell’Opera studio internazionale “Silvio Varviso”. Il 18 luglio alle ore 20.00 nell’Aula magna del Conservatorio della Svizzera italiana (via Soldino 9, Lugano), si terrà, con la vera e proprio “prima” dell’opera, l’inaugurazione del Festival Ticino Musica 2018. E dal giorno successivo fino al 31 luglio, due settimane ricchissime, con numerosi e concerti ogni giorno, per tutti i gusti e in ogni parte del Ticino.Nell’ultima settimana di giugno verranno inoltre organizzate delle serate di presentazione dell’opera L’Italiana in Algeri.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto del Trio Renaissance in ricordo di Elio Rinaldi “Rigoletto per tre”

Posted by fidest press agency su sabato, 12 maggio 2018

Parma Lunedì 14 maggio, alle ore 20.30, nell’Aula Magna della Sede Centrale dell’Ateneo (via Università 12), si terrà il concerto del Trio Renaissance in ricordo del prof. Elio Rinaldi Rigoletto per tre, adattamento dell’opera “Rigoletto” di Giuseppe Verdi per pianoforte, violino e violoncello nella trascrizione del M° Viktor Derevianko. Il concerto sarà aperto dai saluti del Rettore dell’Ateneo Paolo Andrei.Il Trio Renaissance è composto da Viktor Derevianko (pianoforte), Mihaela Costea (violino) e Diana Cahanescu (violoncello).L’iniziativa benefica è organizzata in ricordo del prof. Rinaldi, già docente di Ortopedia all’Università di Parma e Direttore della Clinica Ortopedica, con il patrocinio della Sezione di Parma dell’Associazione Mogli Medici Italiani e di Ciramus – Circolo Amici della Musica: i fondi raccolti in occasione della serata serviranno a istituire un Premio di Studio per uno studente specializzando in Ortopedia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gabriele Coen in concerto “Jewish Experience”

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 maggio 2018

Roma Venerdì 11 maggio 2018 alle 20.30, “Linea” Ristorante MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma Via Guido Reni 4-8 Gabriele Coen presenta “Jewish Experience”, all’interno dello spazio “Linea” del MAXXI. Il sassofonista è accompagnato sul palco da Francesco Poeti alla chitarra elettrica, Marco Loddo al contrabbasso e Luca Caponi alla batteria.Con l’eclettismo espressivo che è il segno distintivo del suo percorso artistico e di ricerca, Gabriele Coen presenta brani tradizionali e composizioni originali, creando un’appassionante, inconsueta lirica, attraverso un tessuto sonoro che attinge al jazz, al rock, alla world music, senza mai dimenticare le radici ebraiche della sua ispirazione.
Dopo le precedenti esperienze con i Klezroym il sassofonista romano presenterà alcuni brani tratti dai due brillanti lavori con la Tzadik, l’etichetta newyorchese di John Zorn (Awakening del 2010 e Yiddish melodies in Jazz del 2013) e altre composizioni tratte da Sephirot il lavoro uscito a maggio 2017 per Parco della Musica Records.
Gabriele Coen ha sviluppato in questi ultimi tre anni altri tributi (John Zorn, Kurt Weill, Leonard Bernstein) con un nuovo quintetto che vede la partecipazione di alcuni importanti nomi del nuovo jazz italiano, in particolare con il batterista Zeno De Rossi e il contrabbassista Danilo Gallo. Sempre recente è la collaborazione di Coen con Teho Teardo e Blixa Bargeld, per gli ultimi premiati lavori Nerissimo (2016) e Fall (2017).John Zorn ha sostenuto questo progetto con parole di grande ammirazione: Gabriele Coen è compositore e interprete di uno dei più entusiasmanti esempi di Nuova musica ebraica, capace di combinare una profonda conoscenza e un sincero rispetto per la tradizione, con un eccezionale intuito comunicativo e sensibilità immaginifica. All’avanguardia, eppure fermamente radicato nella tradizione, il progetto “Yiddish Melodies in Jazz” esprime passione, integrità e un’impeccabile arte interpretativa.Jazzin’ Linea è una nuova rassegna di jazz sotto la direzione artistica di Susanna Stivali, è in corso ogni venerdì di marzo, aprile e maggio all’interno di “Linea”, il nuovo AMERICAN BAR del MAXXI. La rassegna descrive le linee che raccontano il migliore Jazz italiano contemporaneo, le linee degli incontri tra grandi musicisti, quelle dei nuovi progetti e presentazioni di cd. Dal 9 marzo, Jazzin’ Linea è in linea con il jazz, con il gusto e con gli incontri.Jazzin’ Linea è organizzato da Linea e da Muovileidee Associazione Culturale.
Formazione:Gabriele Coen, sax soprano, sax tenore e clarinetto, Francesco Poeti, chitarra elettrica, Marco Loddo, contrabbasso Luca Caponi, batteria.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto Giuseppe Milici quartet al Real teatro Santa Cecilia

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 maggio 2018

Palermo Venerdì 11 e sabato 12 maggio ore 21.30 al Real teatro Santa Cecilia Piazza Santa Cecilia n. 5. Un profondo legame tra l’armonicista siciliano Giuseppe Milici e la Fondazione The Brass Group, una collaborazione musicale che ha origini assai lontane legate al concerto che affascinò il nostro allora giovanissimo musicista quando, nel 1991, ascoltò Toots Thielemans, maestro assoluto dell’armonica cromatica, accompagnato dall’Orchestra Sinfonica Siciliana diretta da Ignazio Garsia. Giuseppe Milici ritorna al Brass con due appuntamenti, venerdì 11 e sabato 12 maggio alle ore 21.30 al Real Teatro Santa Cecilia, per l’occasione sarà accompagnato sul palco da Sebastiano Alioto alla batteria, Pietro Zarcone al basso e Antonio Zarcone al piano. Un inedito progetto quello proposto per viaggiare con la musica pop dagli anni 60 in poi, tornando indietro nel tempo, scavando tra le emozioni che solo la magia di alcuni brani riesce a far riaffiorare. Giuseppe Milici presenta una collezione di emozioni in musica, una raccolta intima e delicata con My Love di Paul MCCartney, Just The Way You Are e Honesty di Billy Joel, Fragile di Sting, Arthur’s Theme di Bacharach, Superstition di Stevie Wonder (primo disco dell’armonicista), e tanti brani da scoprire. Nel progetto anche un medley intenso, in cui l’armonica, maestra nel trasmettere emozioni, ha avuto un ruolo da protagonista assoluta.Giuseppe Milici ha effettuato tournée in USA (il Blue Note di New York), Grecia, Olanda, Svizzera, Marocco, Australia, Inghilterra, Francia, Argentina, Germania, Sud Africa, Swaziland, Polonia e Mozambico. Ha registrato numerosi CD e ha collaborato con artisti di diversa estrazione come Peter Cincotti, Fabio Concato, Gianni Morandi, Toots Thielemans, Gino Paoli, Gigi D’Alessio, Lina Sastri, Antonella Ruggiero, Amii Stewart, David Riondino, Simona Molinari, Dirotta su Cuba, Tullio De Piscopo, Fabrizio Bosso, Philip Catherine, Franco Cerri, Irio De Paola, Laura Fygi, James Newton … Registrazioni a proprio nome includono Beatles Jazz Tribute (presentato alla Settimana della Moda di Parigi) e il Burt Bacharach Jazz Tribute, con Eliot Zigmund, Bill Moring e Mauro Schiavone. Nel 2009 Milici suona come solista dell’Orchestra Sinfonica di Sofia al Teatro La Fenice di Venezia. http://www.thebrassgroup.it. Il costo del biglietto è di euro 10,00 oltre i diritti di prevendita.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Secondo concerto del festival “Un organo per Roma”

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2018

Roma Sabato 5 maggio ore 19 nella splendida Sala Accademica del Conservatorio, in via dei Greci 18, l’organo dialoga con la voce e gli strumenti a fiato, che, nonostante siano così diversi all’apparenza, sono simili all’organo, perché in tutti il suono è prodotto dall’aria che attraversa le canne vibrando. Il primo brano in programma è un Inno religioso del grande musicista dell’epoca romantica Felix Mendelssohn-Bartholdy. Si prosegue con Raffaele Manari, che nel primo Novecento ha dato un grande impulso alla rinascita della musica organistica in Italia, e con cinque autori contemporanei, gli italiani Maurizio Gabrieli, Claudio Dall’Albero, Francesco Telli e Riccardo Riccardi e il tedesco recentemente scomparso Bernhard Krol. In tutte queste composizioni – tre delle quali sono in prima esecuzione assoluta – l’organo suona sia da solo sia in dialogo con una voce solista o col coro o con gli strumenti a fiato.
Partecipano il Quintetto di Fiati del Conservatorio “Santa Cecilia”, l’Ensemble Vocale Thesaurus diretto da Alberto Galletti, il soprano Galina Ovchinnikova, il mezzosoprano Federica Paganini, il cornista Stefano Berluti, il timpanista José Manuel Mires. Alla tastiera dell’organo si alternano Federico Vallini e Paolo Tagliaferri. Dirige Stefano Mastrangelo.
E’ stato organizzato da Camerata Italica, IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti e Conservatorio “Santa Cecilia”, con la direzione artistica di Giorgio Carnini. Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto di gala al LAC di Lugano

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 aprile 2018

Lugano domenica 29 aprile alle ore 11.00 nella Hall del LAC di Lugano il Concerto di Gala di Ticino Musica, secondo degli appuntamenti di avvicinamento alla ventiduesima edizione del festival che si terrà a luglio, dedicato al fondatore del Festival Ticino Musica Janos Meszaros (29.4.1933-3.4.2009) in occasione dell’85° anniversario della nascita.
Protagonisti di questo evento saranno alcuni dei cantanti che, in virtù della vittoria alle audizioni che si sono tenute lo scorso marzo, sono stati selezionati per formare il doppio cast che interpreterà Isabella, Taddeo, Lindoro, Mustafà, Haly, Zulma ed Elvira nelle cinque recite de L’italiana in Algeri di Gioachino Rossini che si terranno alla fine di luglio, tra Lugano, Bellinzona, Ascona e Sorengo. Il Festival Ticino Musica e l’Opera studio internazionale “Silvio Varviso” hanno infatti scelto di mettere in scena questo capolavoro per rendere omaggio al grande compositore italiano nel 150° anniversario della sua scomparsa. In questa speciale matinée i cantanti, accompagnati al pianoforte dal M° Nelson Guido Calzi, interpreteranno arie e duetti di Rossini, Donizetti, Saint-Saëns, Rimskij-Korsakov.Ma il percorso verso la messa in scena dell’opera non si ferma qui. Come ogni anno, i lavori dell’Opera studio – diretti e coordinati da Umberto Finazzi (direzione musicale) e Marco Gandini (regia) – cominceranno ben prima dell’inaugurazione di Ticino Musica: il 18 giugno avranno infatti inizio, presso l’Oratorio S. Maria di Mendrisio, le prove aperte al pubblico, che proseguiranno con cadenza giornaliera fino al 15 luglio, data dell’antegenerale, sempre aperta al pubblico ad ingresso gratuito. Il 18 luglio avrà luogo l’attesissima “prima” dell’opera, che nell’Aula Magna del Conservatorio della Svizzera italiana (via Soldino 9, Lugano) aprirà le danze del Festival Ticino Musica 2018.
Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli studenti Rufa protagonisti al concerto del Primo Maggio

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 aprile 2018

Roma. Quali potranno essere le sensazioni di chi fino allo scorso anno ha contribuito a colmare una delle piazze più suggestive di Roma ed ora si trova, all’improvviso, sulla riva opposta, per fare in modo che il proprio lavoro ed impegno contribuiscano a generare nuove emozioni e trasformare in indimenticabile un evento che, nella continuità, si rinnova di edizione in edizione? Il concerto del Primo Maggio, che avrà luogo in piazza San Giovanni in Laterano, nel cuore della Capitale, annovera una task force speciale e fortemente motivata: un gruppo di studenti RUFA, coordinati da un triumviro di docenti, supporteranno l’organizzazione di quello che, per preciso volere della Cgil, Cisl e Uil, resta “il più grande evento gratuito di musica dal vivo in Italia”. Nato nel 1990, il “concertone”, per utilizzare una terminologia che si ricollega alle prime edizioni, vuole essere una maratona musicale e un programma televisivo finalizzato non solo all’aspetto culturale intriso nella musica stessa, ma anche ai contenuti sociali. Per fare ciò la contemporaneità del linguaggio deve raggiungere livelli elevatissimi, legandosi agli aspetti tecnologici e di comunicazione che sono alla base dei processi formativi proposti dalla Rome University of Fine Arts. Per raggiungere tale obiettivo l’Accademia ha siglato un accordo di partenariato con il gruppo “iCompany” che gestisce il flusso organizzativo ed artistico dell’intera kermesse.
Partendo da questo scenario, troveranno “sistemazione”, nel complesso impianto scenografico, i “visual effects” che progetteranno gli studenti diretti da Pietro Ciccotti. Il concerto del Primo Maggio ha bisogno di essere diffuso non solo dal punto di vista acustico, ma anche da quello visivo. Buona parte del pubblico non riuscirà ad arrivare fin sotto al palco, ma il coinvolgimento emozionale, anche per chi assiste dalle aree più lontane, deve essere massimo. In questo processo l’utilizzo dei ledwall diventa fondamentale. I contenuti che accompagneranno lo scorrere delle note, consentiranno dunque di far agire sinergicamente il lato visual con la musica e le parole.
Gli allievi Rufa di cinema, guidati da Christian Angeli, gireranno un “dietro le quinte” di 8 minuti che racconterà le varie fasi che precedono l’evento del Primo Maggio e, ovviamente, la grande giornata del concerto. Il loro sguardo darà importanza al lavoro sostenuto da tutti coloro che, in modo spesso invisibile, rendono concreta e appassionante questa manifestazione, nella consapevolezza che nessuna star sul palco potrà mai dare il massimo senza il contributo di questi lavoratori silenziosi.
Non meno impegnativo il compito degli iscritti ai corsi di fotografia. Sotto la sapiente guida di Alessandro Carpentieri toccherà a loro preservare nel tempo, attraverso l’eternità delle immagini, ciò che accade non solo tra le quinte, ma anche “on the stage”, raccogliendo le espressioni, le attese, le speranze di chi vive il Primo Maggio nella sua essenza.
Una triplice “Rufa – experience” che servirà come modello di riferimento futuro per entrare nell’ottica di gestione, programmatica ed artistica, di un evento complesso quale è il Primo Maggio. «Un’attività – sottolinea il direttore RUFA, Fabio Mongelli – che declina il claim proposto dagli organizzatori per descrivere l’andamento del concerto: trasversalità, coraggio e follia. Gli studenti Rufa, indirizzati da tre docenti di grandissimo spessore, metteranno in campo non solo competenze e voglia di fare, ma si troveranno nella condizione di autodeterminarsi, di incidere nel flusso organizzativo, di ragionare e di intraprendere sentieri inesplorati, se necessario, con il solo obiettivo di mostrare sé stessi tramite la propria arte».(Ernesto Pastore)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cagliari: Concerto di pianoforte all’Università

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 aprile 2018

Cagliari sabato 28 aprile, alle 10.30 presso la sala settecentesca di via Università 32 a Cagliari, un concerto di pianoforte dal titolo “Cracovia, suoni e incontri”. L’iniziativa, ideata dall’associazione culturale Artecrazia con il contributo dell’Università degli Studi di Cagliari e con la collaborazione della Biblioteca universitaria, rientra nel progetto più ampio dal titolo “Women in Art: l’arte al femminile” che prevede anche una conferenza ed una mostra che si svolgeranno entro quest’anno accademico a Cagliari.Pianisti: Ida Nystad, Isabel Rico Repiso, Agostina Meloni, Magnus Wenzel.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto di Manuel Barrueco

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 aprile 2018

Roma sabato 21 aprile alle 17.30 per la stagione della IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti Manuel Barrueco, il principe della chitarra, torna all’Aula Magna dell’Università “Sapienza”.
Barrueco è considerato uno dei più grandi virtuosi della chitarra di oggi in ambito classico, forse il più grande. “Un musicista superiore” (New York Times), “magico” (Los Angeles Times), “un musicista raffinato, un aristocratico della chitarra” (Dallas Times) sono solo alcune definizioni coniate per lui dalla stampa internazionale.
La sua intensa attività lo porta nelle più importanti capitali della musica, da New York a Los Angeles, da Londra a Berlino, da Hong Kong a Tokyo. Torna con regolarità a Roma, atteso da un pubblico affezionato che aumenta ogni anno. Suona con grandi orchestre sinfoniche e con illustri direttori (Seiji Ozawa, Esa-Pekka Salonen, Franz Welser-Möst) così come con musicisti jazz (il celebre chitarrista Al Di Meola) e rock (Steve Morse dei Deep Purple e Andy Summers dei Police). Il suo disco “Cuba!” è stato definito “uno straordinario risultato musicale” dal San Francisco Chronicle, mentre l’incisione del “Concierto de Aranjuez” di Rodrigo con Placido Domingo come direttore è stata definita “la migliore registrazione di quest’opera” da Classic CD Magazine. Ha vinto più volte il Grammy e il Latin Grammy.Nato a Santiago de Cuba, Barrueco iniziò a suonare ad orecchio la chitarra a otto anni e frequentò poi il Conservatorio della sua città natale. Trasferitosi negli USA nel 1967, continuò gli studi a Miami e a New York e li concluse al prestigioso Peabody Conservatory di Baltimora, dove oggi insegna a sua volta. In tale sua duplice formazione sta forse il segreto di questo musicista colto e popolare allo stesso tempo, che si fa amare per la naturalezza e l’immediata e spontanea comunicativa ma anche ammirare per il gusto, l’eleganza, lo stile.Tutte le sue qualità avranno modo di rifulgere in un programma che spazia attraverso cinque secoli, dal Cinquecento al primo Novecento – da Milán ad Albèniz passando per Sor e Bach – e si presenta dunque come una vetrina della più bella musica per chitarra, in originale o in trascrizioni dello stesso Barrueco. Mediapartner Instituto Cervantes di Roma

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli Audiodrama in concerto con due date da non perdere

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 aprile 2018

Roma. A grande richiesta tornano gli Audiodrama in concerto con due date da non perdere! Il 20 aprile ore 21:30 al Drefag di Roma sito in via delle Isole Curzolane, 75 e il 5 maggio al Dissesto Musicale sito in Via del Barco, 7 zona Villalba di Guidonia. Ingresso 5 euro.
Il gruppo nasce a Roma nel 2013 ed è composto da Enrico D’Angelosante (Voce e Chitarra), Luca Cerignoli (Batteria), Antonio Bonansigno (Basso e Cori). Enrico D’Angelosante, inoltre, ha ricevuto nel 2003 un MTV Music Awards, condividendo, insieme a Luca Cerignoli, il palco con band del calibro dei Placebo, Franz Ferdinand, Notwist, e Morcheeba.
Ad oggi festeggiano un anno dall’uscita dell’album “Il Limite”, album d’esordio della band romana, frutto delle molteplici esperienze musicali dei componenti della band, maturate in contesti nazionali e internazionali in diversi anni di concerti e ricerca.
Il disco è composto da 12 tracce e si muove su una linea di confine tra indie-rock e pop, tra sonorità internazionali e influenze tipicamente italiane, tra testi introspettivi ed una comunicazione diretta e consapevole.
L’album è ispirato al concetto di limite, inteso come equilibrio instabile sul quale tutti noi appariamo sospesi. Nel limite possono annidarsi paura, vuoto emozionale, l’inconscio. Sentimenti di smarrimento universali che, dall’esperienza personale degli autori, si riflettono nella società percepita come incapace di esprimersi, bloccata nella contemplazione del proprio riflesso, chiusa in se stessa.
In una simile ottica l’album consiste nella ricerca di un’apertura, sia da un punto di vista concettuale che sonoro. Le canzoni nascono da situazioni semplici e quotidiane, perché è proprio dietro quelle situazioni all’apparenza banali che si celano insicurezze, incomprensioni, frustrazioni. Nei brani, ogni frase corrisponde ad un flashback unico ed irripetibile di vissuto personale, condiviso con l’ascoltatore.
L’album viene anticipato dal videoclip del brano Fuoco Dentro, girato da Andrea Romano. Il video è espressione di una scelta comunicativa diretta, quella del live, attraverso la quale la band mostra la propria essenza, “nuda” ed immediata, immersa in atmosfere oniriche ed immagini evocative di luci ed ombre.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alessandra Mirabella in concerto

Posted by fidest press agency su martedì, 17 aprile 2018

Palermo mercoledì 18 aprile ore 21.30 Alessandra Mirabella al Blue Brass via dello Spasimo 15, nell’ambito della stagione concertistica della Fondazione The Brass Group. E’ una delle voci principali protagoniste del Jazz vocale siciliano, il suo è un modo classico ed elegante di porgere i brani, derivato dall’ascolto dei grandi crooner, filtrato attraverso una sensibilità spiccatamente mediterranea.
Fedele alla tradizione jazzistica, Alessandra Mirabella, intende la ricerca vocale come indagine di un suono intimo e profondo, “crooneristico”, uno stile vocale sussurrato. La cantante, facendo leva su tutte quelle qualità vocali vicine al parlato e al sentimento confidenziale interpreterà riarrangiamenti di brani di Cole Porter, Duke Ellington, Irving Berlin, Antonio Carlos Jobim e Pixinguinha. Una lady della voce, per un concerto incentrato sulle musiche dei grandi compositori del ventesimo secolo. Per il concerto a Palermo, l’artista ha scelto una ritmica tutta siciliana: oltre a Giuseppe Preiti al piano, saranno presenti Sergio Munafò alla chitarra, Giuseppe Costa al contrabbasso e Paolo Vicari alla batteria.
Biglietti a partire da euro 10,00 più i diritti di prevendita. Da quest’anno, inoltre, la Fondazione ha attivato, oltre all’acquisto online dei biglietti tramite il circuito http://www.ticksweb.com e i punti vendita autorizzati. http://www.thebrassgroup.it.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto per piano solo di Lorenzo Porta del Lungo: Musiche di Debussy e Ravel

Posted by fidest press agency su sabato, 14 aprile 2018

Roma domenica 15 aprile 2018 alle ore 11.00 al Teatro Sala Umberto Via della Mercede 50 ultimo appuntamento di Domenica Classica con le musiche di Debussy e Ravel. Il ciclo di matinée dedicate alla musica classica. “Il suono del mare” esplora le opere dei compositori francesi per evocare e disegnare l’immagine del mare, vista come rappresentazione della realtà interiore dell’artista. Il concerto si propone di essere un omaggio all’idea stessa che il mare ha nell’immaginario di molti artisti, da Omero a Conrad, passando per Shakespeare. In Ibsen, in particolare, nell’opera teatrale “La donna del mare” del 1888, il mare è un personaggio fondamentale del dramma ambientato tra i fiordi norvegesi: diventa l’allegoria di un amore misterioso e sfuggente e proiezione dell’interiorità della protagonista.
Partendo da questa idea, il pianista Lorenzo Porta del Lungo dedica un concerto al mare nella sua accezione di figura femminile e sceglie di suonare composizioni che al mare si ispirano, scritte da Ravel e Debussy. Per Ravel e Debussy, il racconto del mare non è mai descrittivo, spiega Lorenzo Porta del Lungo, non è tanto l’elemento dell’acqua ad attrarli, quanto l’immagine femminile che vi intravedono. Quasi un’identità inconscia dell’essere artisti, per via di quel movimento continuo e quell’orizzonte lineare e infinito.
L’Associazione Suono e Immagine Onlus presenta il quinto e ultimo appuntamento di Domenica Classica, con la direzione artistica di Lorenzo Porta Del Lungo. Il ciclo di concerti che si propone di animare la domenica mattina romana, diffondere la cultura musicale classica a un pubblico eterogeneo e stimolare l’approfondimento della conoscenza della storia della musica.
Biglietti (con prevendita)Platea: 20,50 € (intero) – 16 € (ridotto)Galleria: 14,50 € (intero) – 10,00 € (ridotto)Scuola: 5 € (ogni 10 studenti uno gratis)Maestri e allievi dei Conservatori 5 €
Ridotto BIBLIOCARD – CRAL dopo lavoro – Over 65 Abbonati Sala Umberto sconto 30% Platea: 14 € Galleria: 10 €.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto Ginevra Stracci e Valentina con il loro Quartet al Blue Brass

Posted by fidest press agency su martedì, 10 aprile 2018

Palermo mercoledì 11 aprile alle ore 21.30. Questa settimana, sul palco dello storico jazz club saliranno due giovani cantanti Ginevra Stracci e Valentina Migliore accompagnata dal loro Quartet. I mercoledì del Blue Brass si colorano con una grande novità concertistica sempre dedicata ai giovani che hanno fatto della musica jazz il loro leit-motiv. Grazie ad una collaborazione tra il Conservatorio di Palermo Vincenzo Bellini e la Fondazione The Brass Group, lo storico jazz club palermitano si riempirà di un sound di raffinato jazz con gli allievi del Dipartimento di Musica Jazz del Conservatorio palermitano. Ginevra Stracci, allieva di Canto Jazz presso il Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo, eseguirà un repertorio di standard tratti dalla tradizione del musical Hollywoodiano, con composizioni di Irving Berlin, Vincent Youmans, Cole Porter e altri. Valentina Migliore è una giovane cantante siciliana, allieva del Dipartimento di Musica Jazz del Conservatorio palermitano.
Il filo conduttore del concerto che si terrà al Brass sarà il ritmo, omaggiando alcuni dei grandi nomi del jazz con un repertorio latin swing e choro. I musicisti che le accompagneranno sono giovani e promettenti jazzisti della scena siciliana: Fabiano Petrullo (sax tenore), Angelo Battaglia (chitarra), Valerio Rizzo (pianoforte), Stefano India.
Il costo del biglietto è di euro 5,00 incluso i diritti di prevendita. Da quest’anno, inoltre, la Fondazione ha attivato, oltre all’acquisto online dei biglietti tramite il circuito http://www.ticksweb.com

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto di musiche della Grecia

Posted by fidest press agency su domenica, 8 aprile 2018

Napoli Mercoledì 11 aprile 2018, ore 21.00 AvaNposto Numero Zero. Napoli, Via Sedile di Porto 55 (Corso Umberto-Via Mezzocannone). Un tuffo nel Mediterraneo, in quella “Terra di Mezzo” fatta di mare, viaggi, storie, umanità e culture che si sono incontrate per millenni, tanto da creare un’unica identità mediterranea. Middle Earth (Μέση γη) è anche il nome del progetto artistico fondato dai musicisti Michalis Papadakis (violino e voce) e Vangelis Giannitsoudakis (lauto cretese) che mercoledì 11 aprile 2018, alle ore 21.00 si esibirà all’AvaNposto Numero Zero in un concerto acustico di musiche della Grecia e del Mediterraneo, il primo in Italia, per il quale i due artisti hanno fortemente voluto Napoli, città che sentono vicina alle loro radici. Nati e cresciuti a Kissamos, cittadina sulla costa nord-occidentale dell’isola di Creta permeata da una forte tradizione musicale, il duo ha maturato le prime esperienze agli inizi degli anni ’90 arrivando a collaborare con artisti connazionali e stranieri lavorando per il teatro, la televisione e il cinema indipendente, questi ultimi ambiti per i quali hanno composto diverse colonne sonore. Propongono un viaggio culturale nel quale l’Oriente e l’Occidente si incontrano, rigenerandosi con le contaminazioni moderne. Un itinerario lungo un percorso storico che comincia con i veneziani e gli ottomani che a Creta hanno lasciato, rispettivamente, il violino e il lauto, continua con le gesta narrate nel poema cavalleresco “Erotokritos”, scritto da Vincenzo Cornaro all’inizio del XVII e prosegue in Tracia e Macedonia per ballare al ritmo della Baiduska, una danza diffusa in tutti i Balcani per spingersi fino a Rodi e all’Asia Minore perseguendo una contaminazione fra generi che trasforma le sonorità meno note al pubblico occidentale e le ritmiche più complesse, rendendole familiari, mediterranee.
Appassionato di musica fin da bambino, Vangelis Giannitsoudakis (1982) inizia a quattordici anni a suonare il violino nella maniera orientale, ma dopo un anno lascia per dedicarsi a bouzouki, chitarra, synth e percussioni avvicinandosi, al tempo stesso alle sonorità greche, al rebetiko e alla musica occidentale, in particolare fusion e jazz. A diciassette anni compra il suo primo lauto cretese. Dal 2001 al 2008, lavora con numerosi gruppi diversi. Michalis Papadakis (1981) ha cominciato da bambino a studiare il violino tradizionale con il maestro Alifieris Stelios e l’acclamato violinista Michalis Kounelaki e il violino classico presso il Conservatorio di Kissamos e Selinou classificandosi, per due anni di seguito secondo al Concorso Nazionale per studenti nella categoria “musica tradizionale” e vincendo, nel 1999, il primo premio al concorso per giovani musicisti PAGKRITIO. Ha imparato a cantare da autodidatta e nel 2009 ha fondato la band Nostodia.Contributo associativo 12€. Ingresso riservato ai soci.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’acusmonium, un’orchestra di altoparlanti

Posted by fidest press agency su sabato, 7 aprile 2018

Roma 11 aprile organizzato da Roma Sinfonietta presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” (Auditorium “Ennio Morricone”, Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) si terrà un seminario e un concerto con musiche eseguite ed interpretate con un particolare strumento creato in Francia negli anni ’70, chiamato acusmonium, che è stato accolto con straordinario interesse dai compositori di musica elettronica e si sta diffondendo enormemente.
Prima del concerto, dalle 15 alle 17.30 si svolgerà nell’aula “Sabatino Moscati” un seminario sull’esecuzione musicale con l’acusmonium.
L’acusmonium è un’orchestra di altoparlanti, costituita da un minimo di 20 fino a 50 altoparlanti e anche più, che ottiene la diffusione tridimensionale del suono ed il suo movimento nello spazio acustico della sala, consentendo di interpretare contemporaneamente sia le composizioni musicali che lo spazio stesso e rendendo in tal modo l’esecuzione viva e coinvolgente per il pubblico. Saranno eseguite musiche di compositori italiani, europei e sudamericani. Di Leo Cicala DIquadro (Dei sospiri), di Adolfo Núñez Huecograbado per clarinetto ed elettronica, di Giorgio Nottoli Ruota del tempo per tracce sonore sintetizzate con il microchip Orion, di Mario Mary Belgium Snob, di Giovanni Costantini Leggero instabile per viola ed elettronica e infine di Daniel Schachter Como un mar de hierro (a B.F.) in prima esecuzione assoluta. Partecipano al concerto Gianfranco Borrelli (viola) e Luca Cipriano (Clarinetto). La realizzazione dell’acusmonium e la regia sonora sono di Leo Cicala, Giovanni Costantini e Federico Scalas.Il concerto è realizzato da Roma Sinfonietta in collaborazione con il Master in Sonic Arts – Tecnologie e arti del suono dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e fa parte della quarta edizione dei Concerti di studio di primavera, con la direzione artistica di Giovanni Costantini e Giorgio Nottoli.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Orchestra di Villa Pamphilj in concerto

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 aprile 2018

Roma sabato 7 aprile ore 11.30 Teatro Villa Pamphilj Villa Doria Pamphilj Via di San Pancrazio 10 – P.zza S. Pancrazio 9/a. L’Orchestra di Villa Pamphilj, nata nell’ambito delle attività di musica d’insieme della Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia e all’interno del progetto del Teatro di Villa Pamphilj nel gennaio 2015, è ormai giunta al quarto anno di attività musicale e concertistica.Lo speciale percorso della formazione avviato, promosso e coordinalo dalla Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia, ha visto via via avvicendarsi nell’organico dell’orchestra allievi ed ex allievi aprendosi contemporaneamente al contributo del territorio cittadino. L’organico comprende musicisti giovanissimi e strumentisti più maturi, studenti di conservatorio e ottimi dilettanti desiderosi di partecipare ad un progetto di musica d’insieme complesso e stimolante. Il repertorio dell’Orchestra di Villa Pamphili si configura nel segno dell’eclettismo e della contaminazione, comprendendo brani che vanno dalla classica al jazz, dal pop alla musica etnica all’interno di un continuum che tende a tenere insieme Kurt Weill e Frank Zappa, Henry Mancini e Nino Rota fino a Ravel e Bela Bartok.Ad armonizzare queste risorse c’è l’idea di un sound peculiare da raggiungere per mezzo degli arrangiamenti originali del M° Fabrizio Cardosa che ne è il direttore.
Fabrizio Cardosa ha compiuto i principali studi musicali presso il Conservatorio di S.Cecilia di Roma, diplomandosi in Composizione (1984), Musica corale e direzione di coro (1985), Musica elettronica (1984). Ha inoltre compiuto studi di Viola da gamba, strumento con il quale si dedica al repertorio dei secoli XVI e XVII. Ha composto brani di musica strumentale, vocale ed elettronica ed è autore degli spettacoli musical-teatrali: “Cronopios, famas e speranze”(per voci, strumenti ed attori, 1995); “L’Hospitale de’ pazzi incurabili” (per otto vocalisti ed attore, 1999); “Volatili Insetti e Pennuti” (per cori di ragazzi, commissionato dal Ministero P. Istruzione, 2000); “Le città invisibili” (per orchestra, vocalisti e attori, 2001); “TRE per OTTO” (per orchestra, soli e coro, 2004); “Rispettive Identità” (per soli e orchestra, 2011); “La vera fiaba” (per cori di adulti e bambini e strumenti 2012). Fabrizio Cardosa ha insegnato TEORIA E SOLFEGGIO presso i Conservatori di Frosinone e Pescara. Ha inoltre tenuto diversi seminari sia sulla musica vocale antica che sul jazz a cappella, in Italia oltre che ad Amsterdam e al Cairo presso gli istituti di Cultura Italiana. Ha insegnato nelle scuole musicali St. Louis, Università della musica, Percentomusica, Neuma e SPM Donna Olimpia. Come direttore Fabrizio Cardosa ha guidato l’”Orchestra e Coro regionale del Lazio”(ARCL), l’”Esti Dal” di Bracciano ed il “Chorton” di Roma. Ha fondato nel 1984 il “Kammerton vocal ensemble”, gruppo impegnato in un progetto personale di jazz vocale e attualmente dirige il coro polifonico della SPM Donna Olimpia. Ha fondato e dirige l’“Orchestra di Villa Pamphili” formata da giovani musicisti e patrocinata dalla SPM Donna Olimpia. Ha curato la direzione di musical quali “The Full Monty” (versione italiana per la regia di Gigi Proietti) che ha debuttato in prima nazionale nel dicembre 2001 e Vacanze Romane” (prima assoluta al Teatro Sistina di Roma nel febbraio 2004) con Serena Autieri e Massimo Ghini per la regia di Pietro Garinei. Dal 2011 al ’14 ha suonato e arrangiato le musiche dello spettacolo “Cantavamo, cantiamo e canteremo” di Moni Ovadia. Nel 2016 ha diretto l’orchestra nello spettacolo di inaugurazione per Roma dell’opera di W. Kentridge “Triumphs & laments”. http://www.donnaolimpia.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »