Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Posts Tagged ‘concerto’

Enrico Rava & Tomasz Stanko 5et in concerto al Vittoriano di Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 luglio 2017

enrico ravaTomaszRoma Venerdì 14 luglio alle ore 21.00 in Piazzale del Bollettino, al Vittoriano di Roma, Enrico Rava è in concerto in quintetto con Tomasz Stanko, per la data romana del tour europeo che vede coinvolti i due trombettisti ancora fino al 23 luglio.Dopo La Spezia, Perugia, Cremona e Terranuova Bracciolini, continua, passando per la capitale, il tour di Enrico Rava in quintetto con il trombettista polacco Tomasz Stanko, in occasione della rassegna “Musica al Vittoriano” curata da Ernesto Assante.
Le trombe di Enrico Rava e Tomasz Stanko sono uniche e originali, ognuno con le proprie peculiarità stilistiche. I loro dischi vengono pubblicati dalla prestigosa etichetta ECM e sono un po’ considerati tra i grandi padri del jazz europeo. Appaiono insieme per dirigere per la prima volta un quintetto d’eccezione che unisce jazzisti di grande valore provenienti dagli Stati Uniti come Reuben Rogers al contrabbasso e Gerald Cleaver. Due differenti suoni di tromba in un’unica band. Non una gara o un concorso, ma una moderna miscela di personalità per creare momenti distintivi e mai sentiti. Un jazz moderno come non avete mai ascoltato, affascinante ed emozionante. Una vera e propria illuminazione delle voci individuali di ciascuno di questi musicisti straordinari.I due trombettisti, Enrico Rava e Tomasz Stanko, diversi per stile eppure così affini e accomunati dallo stesso amore per la musica, si conoscono da sempre, fin dal Festival di Bled in Jugoslavia del ’63. Intraprendono ora questo tour in quintetto accompagnati dal pianista Giovanni Guidi – co-autore insieme a Rava e Stanko delle musiche in repertorio – e da Reuben Rogers (basso) e Gerald Cleaver (batteria).
In Italia, a luglio il tour arriverà ancora il 18 all’Ancona Jazz Summer Festival, il 21 allo Stresa Festival (VB), il 22 al Jazz&Wine di Montalcino (SI) e il 23 al Ravello Festival (SA). Il tour toccherà anche Belgio, Romania, Paesi Bassi, Austria, Polonia e Norvegia. (foto: Tomasz, enrico rava)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sissy Zhou in concerto

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 luglio 2017

Sissy ZhouSissy Zhou1Genova Giovedì 13 luglio ore 21 nel cortile di Palazzo Tirsi via Garibaldi 9I ingresso €8,00/€5,00, arriva per la prima volta in Italia Sissy Zhou, cantante e suonatrice di Gu Zheng, apprezzata in tutto il mondo per le sue doti di sensibilità e virtuosismo.
Nata a Wuhan, culla della musica tradizionale cinese, Sissy ha ottenuto, dopo il diploma in Cina, la borsa di studio Eiffel del Governo francese per un master ad Aix en Provence, dove tuttora vive. Ha insegnato Gu Zeng anche all’Università della Florida (USA), e e continua a diffondere la musica classica cinese con performance e stage in Europa, Asia e Stati Uniti. Con una sensibilità impressionante e una maestria vicina all’eccellenza assoluta, questa giovane artista offre al pubblico un’occasione unica per immergersi nel mondo esotico della Cina antica. Le sue dita si muovono sulle 21 corde della cetra in una danza soave e lieve, come gocce di pioggia in un pomeriggio d’estate, rivelando un paesaggio sonoro di raggiante e serena bellezza. Secondo l’arte di vivere cinese la pratica dello Gu Zheng – uno strumento a corde pizzicate di origini millenarie, appartenente famiglia delle citare – migliora l’energia del corpo e il suo suono deriva direttamente dal cielo. Veniva originariamente utilizzato nelle orchestre che suonavano alla corte imperiale, mentre risale solo al XIX secolo il suo ampio sviluppo solistico. Si suona con l’utilizzo di quattro plettri, o meglio unghie artificiali applicate alla mano destra, con il quale si pizzicano le corde, mentre la sinistra, tradizionalmente, viene utilizzata per premere le corde stesse ed ottenere note di diverso timbro ed altezza. Dalla metà del XX secolo la tecnica esecutiva è stata però modificata: la mano sinistra, per esempio, può pizzicare le corde, come la destra. Inoltre si è codificato un ricco repertorio solistico per zheng, derivato dal repertorio di altri strumenti, da brani composti ex-novo per la cetra e da brani antichi tipici delle diverse scuole regionali. Il concerto è realizzato in collaborazione con Celso – Istituto di Studi Orientali,che ne curerà l’introduzione storica. (foto: Sissy Zhou)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto: nuovo album “Going for the unknown”

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 giugno 2017

susanna stivaliRoma Venerdì 9 giugno, ore 21.00, alla Casa del Jazz di Roma Viale di Porta Ardeatina, 55, Susanna Stivali in concerto per presentare il suo nuovo album “Going for the unknown – Omaggio a Wayne Shorter”.Nuovo progetto della vocalist, autrice e compositrice Susanna Stivali, una delle più note cantanti jazz italiane dell’ultima generazione. Dopo una collaborazione con il pianista Fred Hersch nell’album “Piani DiVersi”, e dopo aver appena finito di registrare in Brasile un altro progetto dedicato a Chico Buarque “Caro Chico”, con Chico stesso ospite nel progetto e appena uscito per una delle più importanti etichette brasiliane, la Biscoito Fino, Susanna Stivali torna al jazz con questo progetto, un omaggio alla musica e al genio di Wayne Shorter, il musicista che più rappresenta l’evoluzione della musica jazz degli anni ’50 fino ad oggi.”Going for the unknown” è una frase di Shorter stesso che rispecchia la sua poetica, presa come titolo per questo progetto che è riproposizione ma anche ricerca di nuovi spunti partendo dalla scrittura di Shorter, una scrittura moderna, connessa con le radici, sintetica e profondamente lirica allo stesso tempo che si sposa, inaspettatamente, con il verso cantato.Susanna Stivali ha fatto uno studio specifico su come i versi potessero sposare le composizioni di Shorter, cercando di rispettare la sua poetica. La voce, come nella migliore tradizione del jazz vocale, è uno strumento che cerca interazione con gli altri strumenti, restando, allo stesso tempo un potente tramite di narrazione. Grande parte dei testi sono scritti dalla vocalist, in tre lingue diverse: inglese, la lingua del compositore; Italiano, la lingua di Susanna e portoghese, una lingua che è profondamente connessa con la musica e la vita di Shorter, ma anche un linguaggio che Susanna Stivali frequenta e ama.Il progetto uscirà nel 2017 con la rivista Jazzit. Susanna Stivali, in questo concerto all’interno della rassegna Midjane alla Casa del Jazz, sarà accompagnata da Alessandro Gwiss al pianoforte, Pietro Ciancaglini al contrabbasso e Marco Valeri alla batteria. (Ingresso euro 10) (foto: susanna stivali)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto Anna Serova (Viola) e Floraleda Sacchi (Arpa): LOVE

Posted by fidest press agency su martedì, 6 giugno 2017

concertoTremezzina CO 10/06/2017 17:00 Villa Carlotta via Regina 2 concerto Anna Serova (Viola) e Floraleda Sacchi (Arpa): LOVE. Anna Serova Figura unica nel panorama internazionale, solistico e della musica da camera, la violista Anna Serova ha ricevuto nei ultimi anni dediche da alcuni dei più importanti compositori contemporanei, i quali hanno creato per lei un nuovo genere di composizione, unendo la forma del concerto all’azione scenica di un’ opera di teatro. Il compositore Azio Corghi ha riscritto per lei, in una nuova versione con viola solista, la cantata “Fero dolore” che è stata trasmessa dal canale satellitare Sky Classica. É docente di viola e musica da camera presso l’Accademia Internazionale di alta formazione “Perosi” di Biella.
villa carlottaFloraleda Sacchi è riconosciuta dalla critica come una delle più interessanti arpiste sulla scena internazionale: “Floraleda s’inventa un capitolo affascinante della storia moderna dell’arpa” (La Repubblica), “la miglior arpa che abbiate mai sentito” (American Record Guide) “l’arpa di Floraleda si sposa particolarmente bene alla logica minimalista di Philip Glass” (The Indipendent)… Floraleda ha venduto migliaia di dischi incidendo per le principali major discografiche (Decca, Universal, Philips e Deutsche Grammophon) e per Tactus, Brilliant Classics, Amadeus Arte, ecc.. Nata a Como, è stata ispirata dai dischi di Annie Challan a suonare l’arpa. Ha studiato al Conservatorio di Como e si è perfezionata con Alice Giles (Frankfurt a/M), Alice Chalifoux (Salzedo School, USA) e con Judy Loman (Toronto, Canada).
Biglietti/Tickets – 15€ intero (concerto e visita Villa) – 7,50€ ridotto/convenzioni (concerto e visita Villa) Hanno accesso gratuito:– tutte le persone fino a 14 anni
– tutte le persone non vedenti o portatrici di handicap e i loro accompagnatori – Ingresso gratuito per i Soci e tesserati Amici di Amadeus Arte I biglietti sono in vendita presso la sede del concerto. La biglietteria apre un’ora prima dell’inizio del concerto.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto Elio e Filarmonica Toscanini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 maggio 2017

elioBollaniPianoSoloStupinigi Mercoledì 14 giugno 2017 ore 21.30 Cortile d’Onore – Palazzina di Caccia di Stupinigi Favola sinfonica di Sergej Prokof’ev per voce recitante e orchestra accompagnato dalla Filarmonica Arturo Toscanini diretta dal M° Alessandro Nidi per la prima volta in assoluto Elio, nell’inconsueto ruolo dell’istrionico narratore del capolavoro per grandi e piccini reso ancor più celebre dal cartone animato di Walt Disney, coniugherà la sua tipica ironia con la musica classica di qualità in una serata da sogno, tra favola e risate. Una cornice incantevole per un maestoso concerto, l’opera più conosciuta di Sergej Prokof’ev, scritta nel 1935 per raccontare in maniera divertente gli strumenti musicali che compongono un’orchestra, sarà eseguita dalla Filarmonica Arturo Toscanini di Parma, diretta dal M° Alessandro Nidi. Dopo due celeberrime Ouverture di Rossini, Elio racconterà, in maniera del tutto personale, originale e unica, la vicenda di Pierino nel catturare il lupo, aiutato dall’uccellino, dall’anatra e dal gatto, in compagnia del nonno e dei cacciatori: sette personaggi rappresentati da altrettanti strumenti dell’orchestra. Un concerto da sogno, unica occasione del 2017 per vedere Elio e la Filarmonica Arturo Toscanini di fronte alla Palazzina di Caccia di Stupinigi nell’interpretazione di una favola sinfonica per grandi e piccoli.
Poltronissima Juvarra (I settore) intero € 49 – ridotto € 45 – pacchetto famiglia x3 € 90 | Poltronissima Prunotto (II settore) intero € 43 – ridotto € 39 – pacchetto famiglia x3 € 75 | Poltrona Alfieri (III settore) intero € 36 – ridotto € 33 – pacchetto famiglia x3 € 60 | Poltrona Bo (IV settore) intero € 25 – ridotto € 22,50 – pacchetto famiglia x3 € 45 | under 12 € 15 in ogni settore. (foto: elio, BollaniPianoSolo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riccardo Muti: un concerto fuori programma per LuganoMusica

Posted by fidest press agency su domenica, 28 maggio 2017

mutiLugano Domenica 4 giugno alle 20.30 LuganoMusica propone al LAC di Lugano un concerto fuori programma con uno dei più grandi direttori al mondo: Riccardo Muti. In modo inatteso ma con grande gioia, LuganoMusica è riuscita infatti a intercettare una data nel fitto calendario del Maestro, che dopo molti anni di assenza ritornerà in concerto a Lugano. Vent’anni di direzione musicale alla Scala – la più lunga nella storia del glorioso teatro milanese -, quasi mezzo secolo di frequentazione del Festival di Salisburgo, dove ha riportato alla luce i tesori del Settecento napoletano; gli incarichi prestigiosi alla testa delle orchestre di Philadelphia e Chicago, la liaison con i Wiener Philharmoniker…. Nella sua lunga carriera, Muti ha anche riservato uno spazio importante a progetti segnati da un profondo impegno civile, portando la musica in luoghi simbolo, da Beirut a Gerusalemme, da Sarajevo a Damasco. Autentico anche il suo interesse per le giovani generazioni, concretizzato a Ravenna nella realizzazione della Riccardo Muti Italian Opera Academy per giovani direttori d’orchestra, maestri collaboratori e cantanti e, fin dal 2004 , nella fondazione dell’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini”, con cui si esibirà proprio a LuganoMusica. Il programma, dal grande impatto tecnico ed emotivo, è incentrato sul repertorio che ha visto Muti affermarsi su scala internazionale. Da un lato la grande tradizione operistica italiana – con la celebre Sinfonia che apre il Nabucco di Giuseppe Verdi, un autore cui Muti ha dedicato un lunghissimo lavoro di ricerca, contribuendo al recupero in tempi moderni di titoli ingiustamente considerati minori. Dall’altro la forma sinfonica classica con due intense pagine del Romanticismo: la Sinfonia n. 4 Tragica di Franz Schubert e la Sinfonia n. 5 in mi minore di Pëtr Il’ič Čajkovskij. Opera giovanile di Schubert, la Quarta Sinfonia risente, fin dalla scelta della tonalità di do minore, dell’ammirazione del suo autore verso il modello titanico della Quinta beethoveniana, e può essere considerata l’emblema di un Romanticismo ancora in boccio, laddove la Quinta Sinfonia di Čajkovskij, datata 1888, rappresenta un frutto maturo della stessa stagione artistica.
orchestraAccanto a Muti saliranno sul palco del LAC i giovani strumentisti dell’Orchestra “Luigi Cherubini”, una delle creature più riuscite del maestro. Fondata nel 2004 con il preciso scopo di raccogliere attorno a sé i migliori talenti sotto i trent’anni, la “Cherubini” riunisce intorno ai suoi leggii rappresentanti di tutte le regioni italiane, e prevede un turn over triennale, in modo da permettere a giovani sempre diversi di accedere ad un percorso formativo di altissimo livello, che funge poi spesso da trampolino di lancio verso altre prestigiose realtà orchestrali, per coloro che hanno terminato il triennio. Protagonista di progetti musicali di ampio respiro in Italia e nel mondo, la “Cherubini” è davvero un regalo del maestro Muti ai giovani, per trasmettere la sua sterminata esperienza ma soprattutto per condividere la gioia del far musica. (Biglietti: Fr 152-./20-, lunedì chiuso / nel caso di concerti serali apertura della biglietteria 90 minuti prima dell’inizio dello spettacolo Riduzioni per studenti e apprendisti; liceali e studenti del Conservatorio della Svizzera italiana hanno l’ingresso gratuito la sera del concerto, a seconda della disponibilità. Per gli spettatori con disabilità o mobilità ridotta è consigliata la prenotazione dei biglietti almeno 24 ore prima dell’inizio dello spettacolo.) (foto: muti, orchestra)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto Orchestra Sinfonica di Vienna

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 maggio 2017

Wiener ConcertRoma lunedì 29 maggio alle 20.30 nell’Aula Magna dell’Università La Sapienza (Città Universitaria – Palazzo del Rettorato) l’orchestra del Wiener Concert-Verein fondata nel 1987 dai membri dell’Orchestra Sinfonica di Vienna si esibirà per un concerto.
Saranno eseguiti alcuni celebri valzer e polke, e Wolfgang Amadesu Mozart, con la Sinfonia in la maggiore K. 201 e con il Concerto per tre pianoforti e orchestra K. 242, una preziosità di raro ascolto, che vedrà schierati sul palco dell’Aula Magna della Sapienza tre pianoforti “gran coda”, alla cui tastiera saranno tre bravissimi pianisti italiani, Marcello Mazzoni, Andrea Padova e Marco Scolastra. L’orchestra viennese spesso suona senza direttore, come in questa occasione: un virtuosismo che solo poche orchestre possono permettersi. È stata ospite di importanti festival musicali tra cui Wiener Festwochen, Festival di Bregenz, Mozart Festival di Würzburg, l’Autunno di Praga, il Ljubljana Festival, il Vienna Klangbogen e l’International Arts Festival di Shenzhen (Cina).
 Ha lavorato con acclamati direttori come Vladimir Fedosejev, Leopold Hager, Marcello Viotti, Claus Peter Flor, Krzysztof Penderecki, Fabio Luisi e Martin Sieghart. Ulf Schirmer ne è il Direttore Ospite Principale dal 2004. Nell’anno dedicato a Mozart (2006), l’orchestra ha effettuato tournée in Canada, Germania, Francia, Ungheria,
Croazia, Slovenia e Svizzera. Il suo repertorio
spazia dalle composizioni orchestrali del periodo classico viennese fino alla musica contemporanea austriaca passando per i capolavori più celebri di ogni epoca e nazionalità.
 Nel 2001, 2002 e 2006 sono stati premiati dalla “Ernst von Siemens Music Foundation”.
Nel 2015 l’incisione del Wiener Concert-Verein con musiche di Michael Haydn è stata insignita dell’Amadeus Classic Award per la categoria “Orchestra and Large Ensemble”, competendo con le incisioni delle Orchestre Filarmoniche di Vienna e Berlino. (foto: Wiener Concert)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto a Marsala per Wine Up Expo

Posted by fidest press agency su sabato, 13 maggio 2017

Dire StraitsMarsala venerdì 16 Giugno in concerto a Marsala per Wine Up Expo Stadio Comunale Lombardo Angotta di Marsala inizio concerto: ore 22.00. Dopo lo strepitoso successo che stanno ottenendo nella serie di date in Brasile, i Dire Straits Legacy torneranno in Italia da fine maggio con due concerti speciali. Appuntamenti imperdibili per rivivere le magiche atmosfere della storica band inglese con uno spettacolo unico e coinvolgente che ripercorre i brani più famosi di tutti i tempi.
Il tour internazionale partito da Lugano a marzo, infatti, prosegue in questi giorni in Brasile e, dopo il Lussemburgo (26 maggio), arriverà in Italia per due concerti: DSL Speciale Telethon al Teatro degli Arcimboldi di Milano il 28 maggio e concerto in occasione della prima edizione di Wine Up Expo, allo Stadio comunale di Marsala il 16 giugno.I “Dire Straits Legacy”, sono un progetto in continua evoluzione, lontani dal cliché della réunion o della tribute band, mantengono viva nei loro concerti la memoria di sonorità storiche e di brani unici ed indimenticabili come: “Romeo and Juliet”, “Sultans of Swing”, “Money for Nothing”, ” Tunnel of Love”, “Walk of life” e anche brani più di “nicchia” come “When it comes to You”, “You and Your Friend”, “On Every Street”, dal primo disco “Wild West End” e tanti altri successi. Tanti gli ex componenti dei Dire Dire Straits1Straits che nel corso degli anni hanno aderito con entusiasmo al “concept show”, ma nel 2016 ha fatto il suo ingresso nella formazione Alan Clark storico tastierista, che era entrato a far parte dei Dire Straits nel 1980 e presente per tutta la vita del gruppo.
Sul palco, insieme ad Alan Clark, ci saranno Phil Palmer (Musical Director, chitarra e voce), il percussionista Danny Cummings, entrambi presenti nell’On Every Street Tour ’91-’92 dei Dire Straits, e inoltre: il sassofonista Andy Hamilton, Andrew Tracey alla batteria e Mickey Feat al basso. Anche due italiani nella formazione: il cantante e chitarrista Marco Caviglia e il tastierista Primiano Di Biase. Il “concept show” è prodotto e distribuito da We4Show, a new concept 4 the show, società di eventi di Milano. I biglietti sono in vendita attraverso il circuito TicketOne. Il costo del biglietto è di € 20,00 + dir di prevendita. (foto: Dire Straits)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto: Anna Bulgak, soprano, e Tiziano Amato, pianoforte

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 maggio 2017

annatizianoTrapani Venerdì 12 maggio 2017 ore 18.30 Chiesa di Sant’Alberto Via Garibaldi si terrà un concerto dedicato alle più belle e famose arie tratte dall’Operetta, con duo Anna Bulgak (soprano), solista al Teatro della Commedia Musicale di San Pietroburgo, e Tiziano Amato (pianoforte), presidente del “Centro Internazionale di Progetti Culturali e Musicali – Bridges” con sede a San Pietroburgo, di cui è il fondatore.
Anna Bulgak, è vincitrice del Concorso Internazionale di Mosca per giovani esecutori di Teatro Musicale “Operetta Land 2015”; secondo premio al Concorso Internazionale di San Pietroburgo per giovani musicisti e cantanti lirici “Bridges Competition”.
Tiziano Amato ha suonato da solista ed in ensemble di musica da camera per scuole ed associazioni concertistiche. Nell’anno 2012 ha studiato al Conservatorio di San Pietroburgo sotto la guida del maestro Pavel Egorov, perfezionandosi nel repertorio delle romanze russe per voce e pianoforte. Si esibisce regolarmente in varie sale da concerto di San Pietroburgo accompagnando cantanti lirici come il soprano Olga Kondina.
I biglietti potranno essere acquistati presso la sede dell’evento: intero euro 7,00, ridotto euro 5,00 (studenti fino a 24 anni, Soci Fondazione Pasqua 2000 per l’anno 2017, possessori Diamond Card, abbonati Ente Luglio Musicale Trapanese – Teatro di Tradizione, associazione 50&più). (foto: anna, tiziano)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Guccio! uno spettacolo-concerto sull’Opera musicale

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 maggio 2017

guccioRoma 2 – 3 maggio 2017 Martedì e mercoledì h 21 Teatro Vascello via Giacinto Carini, 78 Guccio! uno spettacolo-concerto sull’Opera musicale di Francesco Guccini da un’idea di Giuseppe Gandini e Roberto Manuzzi con Valentina Bruscoli e Giuseppe Gandini canzoni dal vivo di Francesco Guccini eseguite da Marco Morandi, Luca Longhini e Roberto Manuzzi drammaturgia e regia Giuseppe Gandini produzione La Fabbrica dell’Attore – Teatro Vascello Roma
Lui e Lei, due conoscenti dei tempi dell’Università di Bologna degli anni ‘90, raccontano nel tempo dell’oggi, attraverso due paralleli monologhi interiori, la loro unica comune esperienza: aver partecipato ‘venti anni fa o giù di lì’ ad un concerto di Guccini al palasport di Bologna. Lui come fan sfegatato e speranzoso di sedurre Lei; lei completamente priva di qualsiasi conoscenza gucciniana e assai mal disposta all’evento cui deve partecipare suo malgrado, per non ferire Lui. La narrazione procede parallela e serrata, le sensazioni reciproche descritte sono intervallate e sottolineate dalle varie canzoni classiche e non del Poeta di Pavana. Il tono è quello della commedia, ilare, ma al tempo stesso sincero e profondo.
Abbonamenti: 10 spettacoli a scelta 100,00 € tra prosa, danza, musica, 5 spettacoli a scelta 60,00 € tra prosa, danza, musica, 3 spettacoli a scelta 30,00 €. Intero € 15,00 Ridotto over 65 e studenti € 12,00 Servizio di prenotazione € 1,00 a biglietto(foto: guccio)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Palermo: concerto del primo maggio

Posted by fidest press agency su martedì, 25 aprile 2017

LigabueVasco-RossiPalermo. Il Dorian organizza il “Primo maggio in musica”, lunedì 1 maggio al Circolo ippico Riders club (ex maneggio San Giorgio) in viale Regione siciliana 7900. La giornata inizierà alle 11 e fino a sera, con gare a cavallo, alternate col pranzo al barbecue, l’animazione, la diretta con Radio in. Particolarmente ricco il parterre musicale, che vedrà alternarsi il tributo Ligabue con gli Aquariopalude, il tributo Vasco Rossi dei Colpa D’alfredo, e il pop totale dei Roxy.
Per chi vorrà partecipare all’intera giornata, dalle 11 alle 21, con ingresso, concerti, piatto di grigliata mista, 2 bicchieri di vino e acqua, il costo è 15 euro a persona. I bambini pagheranno 10 euro e potranno giocare nell’area attrezzata.
Per chi volesse raggiungere il posto nel pomeriggio, dopo le 16, l’ingresso costa 6 euro ed è valido solo come ingresso, senza consumazione, con possibilità di assistere ai concerti.
Per prenotare, telefonare al 380 798 0615 o al e 393 977 3133. L’evento è prodotto da Dorian in collaborazione con DORIAN LIVE MUSIC PALERMO, ROCK SHOW EVENTI, CasaPalude Artewiva e Radio In 102. (foto: ligabue, Vasco-Rossi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

R3O. Capolavori a domicilio: nuove forme di virtuosismo

Posted by fidest press agency su martedì, 25 aprile 2017

Roma Giovedì 27 Aprile 2017, ore 18:00 Accademia di Danimarca Via Omero 18 Capolavori a domicilio. Nuove forme di virtuosismo R. Schumann: Concerto per violoncello e orchestra in la minore op. 129 L. v. Beethoven – F. Liszt: Sinfonia n. 8 in fa maggiore op. 93 A. Nocerino, violoncello E. Frenzilli, pianoforte Prezzo dei biglietti stagione 2016 / 2017: intero: € 12,50 ridotto Bibliocard: € 8,50 ridotto (Under 35 | Over 65 | Personale Roma Tre): € 7,50 Soci R3O e studenti Roma Tre regolarmente iscritti: € 2,50- I biglietti possono essere acquistati presso il luogo di svolgimento del concerto, a partire da un’ora prima dell’inizio. Anche attraverso la vendita online si può accedere alle riduzioni previste (inclusa la riduzione soci).
Roma Tre Orchestra è un’Associazione e gli iscritti hanno la possibilità di accedere ad ogni concerto al prezzo simbolico di € 2,50, escluso il costo iniziale di iscrizione, che per l’anno 2016 varia nel seguente modo: Under 16: € 15,00 Under 35 e Over 65: € 25,00 Personale TAB Università Roma Tre: € 25,00 Personale Docente Università Roma Tre: € 30,00 Tessera standard: € 35,00 http://www.r3o.org

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto Paolo Recchia trio

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 aprile 2017

istanbulIstanbul (Turchia) Giovedì 20 aprile, alle ore 19.00, presso il Teatro della casa d’Italia dell’Istituto Italiano di Cultura d’Istanbul, in Meşrutiyet Caddesi no:75, si esibirà il Paolo Recchia trio, formato dallo stesso Paolo Recchia al sassofono, da Luca Fattorini e il suo contrabbasso, dal batterista Lorenzo Tucci e special guest del concerto sarà il pianista Luca Mannutza.I concerti sono promossi dal CIDIM (Comitato Nazionale Italiano Musica) in collaborazione con l’IIC di Istanbul; il concerto fa parte del progetto “Suono Italiano 2017 – Jazz Session” realizzato con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo – Direzione Generale Spettacolo e sotto la direzione artistica di Lucio Fumo.
Paolo Recchia si esibirà con Luca Fattorini al contrabbasso, Lorenzo Tucci alla batteria e ospiterà uno dei più grandi pianisti presenti sulla scena internazionale Luca Mannutza. La veste musicale del quartetto, composta da brani originali del sassofonista Paolo Recchia e del pianista Luca Mannutza, è ricca di elementi della tradizione jazzistica e allo stesso tempo caratterizzata dall’inserimento di poliritmie e metriche dispari che danno alla band un sound nuovo ed originale.”E’ motivo di grande soddisfazione per noi del CIDIM – afferma Lucio Fumo, presidente del CIDIM – riuscire a dare l’opportunità di esibirsi a quattro artisti del calibro del Paolo Recchia trio e del famoso pianista internazionale Luca Mannutza, per l’occasione special guest del concerto. Va’ sottolineato che un grazie particolare va’ all’Istituto Italiano di Cultura a Istanbul che, da diverso tempo, ci da’ la possibilità di far esibire i nostri artisti in una vetrina internazionale così importante”.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Moda e Musica a “Trama Aurunca”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 aprile 2017

concerto mostra4concerto mostraNel prestigioso Salone d’Onore del Museo della Civiltà di Roma, circa trecento ospiti hanno assistito ad un magistrale connubio di musica e moda voluto dalla stilista Lisa Tibaldi per celebrare il successo della sua mostra “Trama Aurunca … Emozioni e Creatività di un Territorio”, che sarà possibile ammirare sino al 30 aprile nello storico Museo dell’Eur.Tre splendide creazioni sartoriali “black&white” realizzate con tessuti preziosi hanno fatto da cornice al concerto “Intrecci di Note” organizzato grazie alla collaborazione dell’Orchestra sinfonica del Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone, che con i concerto mostra3concerto mostra2suoi 45 anni di storia, gli oltre 130 docenti e i 1.200 alunni che affollano i corsi di musica, è da anni uno dei principali poli culturali della Terra Aurunca.I 35 elementi dell’Orchestra, diretta magistralmente dal Maestro Giorgio Proietti, Direttore Stabile della Accademia Internazionale di Roma, nonché Professore Ordinario di Direzione d’Orchestra presso il Conservatorio“Licinio Refice”, hanno eseguito brani sinfonici composti da W.A. Mozart, L.V. Beethoven e F. Mendelssohn.“Voglio rivolgere – ha dichiarato Lisa Tibaldi – un sentito e doveroso ringraziamento al Direttore del Museo della Civiltà Leandro Ventura, al Presidente del Parco Naturale dei Monti Aurunci Michele Moschetta, al concerto mostra1Presidente del Conservatorio “Licinio Refice” Dott. Domenico Celenza, al Direttore del Conservatorio “Licinio Refice” M° Alberto Giraldi ed infine al M° Giorgio Proietti, che oltre a patrocinare e collaborare all’organizzazione della manifestazione, hanno colto l’importanza e le finalità dell’iniziativa. La Musica e la moda sono reali e concrete risorse culturali del nostro paese e grazie al loro sostegno credo d’aver vissuto una delle pagine più belle della mia vita professionale”.
Si ringraziano per l’immagine delle modelle: Giovanni Grieco che ha realizzato le acconciature personalizzandole con intrecci di stramma e Mauri Menga per il prezioso, intenso ed elegante make up. (foto: concerto mostra)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto teatrale: Le NoChoice

Posted by fidest press agency su martedì, 11 aprile 2017

LeNoChoiceRoma 19 aprile 2017 h.21.30 – ingresso gratuito con tessera a 2 € Piazzale del Verano 71, San Lorenzo. Le No Choice, ovvero Federica Tuzi (voce narrante) e Merel Van Diik (voce, chitarra e pianola), in un concerto teatrale dal titolo Dilemmi, soluzioni impossibili per animi sensibili.Le due artiste affrontano temi universali e attualissimi: le unioni civili, il desiderio di maternità, la paura di invecchiare, la difficoltà di stare in relazione, il gender, l’ossessione per le diete, l’ossessione per i tatuaggi … Con sincerità e tantissima ironia propongono uno show composto da monologhi, rap, letture e varie formule di teatro canzone per voce narrante e per voce cantante. Una formula intelligente capace di coniugare filosofia e demenzialità, tenerezza e sarcasmo, comicità e commozione.La cifra è autobiografica: Federica Tuzi è una scrittrice (premio John Fante per il romanzo “Non ci lasceremo mai”) con una lunga LeNoChoice1carriera di filmmaker alle spalle (abbiamo seguito le sue avventure nella serie tv “Santiago. Anche le lesbiche sono pellegrine” in onda su Fox Cult). Merel Van Dijk è una musicista performer che canta in italiano, inglese e olandese passando dalla dolcezza all’ironia, dai graffi rock agli acuti soprano. Insieme formano il duo NoChoice.Ogni pezzo è un dilemma (Esco o sto a casa? Ti lascio o ti sposo? Mi tatuo o non mi tatuo?): si ride assistendo all’indecisione, all’incoerenza, agli assoluti con cui le certezze vengono affermate e poi smentite un attimo dopo. Un dilemma (dal greco δί-λημμα: proposizione doppia) è infatti un problema che offre un’alternativa fra due soluzioni spesso inadeguate, se non inaccettabili (Muoio o mi ammazzo?).Ci sono dilemmi per tutti i gusti: filosofici, demenziali, pratici e soprattutto sentimentali. Chi non si interroga su come trovare la distanza giusta in amore (Vicino o lontano?), o sulla gelosia nelle relazioni monogamiche? (Possesso o libertà?). C’è anche tanto corpo in questi dilemmi che parlano di botox e ialuronico (Mi buco o non mi buco?), ormoni per la menopausa (Natura o cultura?) e identità di gender (Maschio o femmina?). Le rime si inscrivono nella tradizione del rap, ma anche nella tradizione della poesia d’altri tempi che in questi tempi risulta comica. La proposta delle NoChoice è l’ironia.
Dilemmi è stato rappresentato con grandissimo successo al Gay Village 2016 e alla Limonaia di Firenze, subito dopo alcune anteprime romane alla libreria Tuba e al Monk Club nell’ambito della serata “Amorucci”. Il “mantra” Lesbica Tardiva, uno dei pezzi dello show, ha ottenuto in venti giorni più di 10.000 visualizzazioni su You Tube, oltre ad articoli usciti spontaneamente su l’Internazionale, l’Espresso online e Q Magazine. (foto: LeNoChoice)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto pasquale

Posted by fidest press agency su martedì, 11 aprile 2017

marco angiuschiara_isottonAbbazia di Praglia, a Bresseo di Teolo (Pd) Mercoledì 12 aprile 2017 ore 21 concerto pasquale dell’Orchestra di Padova e del Veneto, diretta da Marco Angius, Chiara Isotton, Soprano. Ingresso Libero sino ad esaurimento dei posti. Il tracciato del programma procede dall’immediatezza del sentire e dall’evidenza delle passioni di cui è pervasa la Sinfonia n. 49 in fa minore di Franz Joseph Haydn per avvicinarsi, attraverso le molteplici finestre e finestrelle aperte dalla Quarta sinfonia di Gustav Mahler, all’innocenza ambigua dell’infanzia. E, nel riemergere di sensazioni che sembravano essersi asciugate ed assopite, apre alla possibilità di una reviviscenza di quella purezza: di una sorta di seconda nascita, o di resurrezione.
Il titolo attribuito alla sinfonia di Haydn in programma, “La passione”, più ancora che all’occasione sacra – o alla leggenda secondo cui quest’opera sarebbe stata composta il giorno di Venerdì Santo – è legata all’estrema espressività della scrittura musicale, che rimanda alla rinascita di un sistema degli affetti in seno alla corrente settecentesca dello Sturm und Drang. E infatti questa sinfonia, che è una delle poche che Haydn scrisse in tonalità minore, è lontanissima dai toni soffusi e galanti dello stile delle corti e dei palazzi; ricorda piuttosto, almeno nei movimenti lenti, l’emotività esasperata del primo Seicento. Nei tempi veloci, invece, l’incisività dei frammenti che compongono i temi, i contrasti fra suoni sforzati e melodie raccolte e soprattutto il trattamento spaziale del materiale già chiamano uno stile successivo, quasi beethoveniano.Incisività dei fraseggi, scrittura per frammenti ed iperespressività si ritrovano appieno nella Quarta sinfonia di Mahler, ma senza le inquietudini di coerenza e di economia di materiale che agitavano il sinfonismo di Haydn e Beethoven. E’ proprio di Mahler guardare oltre le leggi intrinseche dell’arte musicale (che, essendo così poco razionale, quando la si vuole rigorosamente derivata da sé stessa conduce a un’ascesi potenzialmente senza fine) per lasciarsi attraversare da tutti i flussi del mondo, esagerandone le asperità, i contrasti, le dolcezze ed i drammi per renderli riconoscibili orchestrain mezzo al caos della loro mescolanza reciproca. Come ha affermato Marco Angius, in Mahler “la forma musicale coincide con l’irregolarità dell’esistenza”.La rappresentazione del mondo che ci offre la Quarta sinfonia è un labirinto aereo, disperso, percorso da intensità impalpabili. Così, nel primo e nel secondo movimento, ricordi di Schubert, Haydn, Beethoven si mescolano al suono dei musicisti di strada, a rumori della natura ed a versi di animali, rievocando la capacità dei bambini di passare dalla leggerezza al sacro candore, al terrore e infine a un altro gioco. E così il terzo movimento, che si annuncia fin dall’inizio come un lungo incantamento, un intreccio di curve di cui non si distinguono bene i contorni – quasi un arabesco visto troppo da vicino – si rivela la traduzione di una sensazione infantile ben precisa, forse la sensazione infantile per eccellenza: quella di essere immersi in un mondo che sfugge totalmente al proprio dominio, ma nondimeno capace di dispensare grandi gioie e profonde sofferenze – sentimenti ben più forti di quelli che possono provare gli adulti, dannati dall’illusione del controllo.
Totalmente immersa nel mondo dell’infanzia è infine la conclusione della sinfonia, in cui entra una voce di soprano, Chiara Isotton, giovane soprano bellunese, già avviata verso una brillante carriera, per cantare il Lied finale (“La vita celestiale”, tratto da Des Knaben Wunderhorn). Come disse lo stesso Mahler, l’idea del mondo superiore che ne traspare è talmente lontana dalla nostra comune rappresentazione della beatitudine celeste da risultare quasi disturbante. “Di nessun mondano frastuono / s’ode qui in cielo il suono”, si canta; ma subito dopo la vita angelica viene invasa da danze, salti e canzoni, fiumi di vino e grandi mangiate; San Pietro torna pescatore, Santa Marta fa la cuoca e perfino a S. Ursula Martire, alla vista della gran giostra dei beati bambini, scappa una sonora risata. (foto: marco angius, orchestra, chiara_isotton)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto dell’Orchestra Roma Sinfonietta diretta da Fabio Maestri

Posted by fidest press agency su sabato, 8 aprile 2017

fabio maestriRoma Mercoledì 12 aprile alle 18.00 Università di Roma “Tor Vergata” (Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) si conclude la stagione organizzata da Roma Sinfonietta con un concerto dell’Orchestra Roma Sinfonietta diretta da Fabio Maestri, che eseguirà La Sinfonia n. 1 “Il Titano” di Gustav Mahler, nell’arrangiamento di Iain Farrington per orchestra da camera.
A raccogliere la sfida di trascrivere per una piccola orchestra la prima Sinfonia di Mahler, scritta originariamente per l’enorme organico orchestrale tipico della fine dell’Ottocento, è stato Iain Farrington, poliedrico musicista inglese, compositore, arrangiatore, pianista e organista. L’idea gli è stata suggerita dagli arrangiamenti per piccola orchestra della musica di Mahler realizzati per i leggendari concerti che erano stai ideati da Arnold Schoenberg a Vienna tra il 1918 e il 1921 allo scopo di far conoscere al pubblico i capolavori della musica di quel tempo, malgrado la limitatezza di mezzi a disposizione. Farrington non solo è riuscito nell’impresa senza tradire l’originale ma ha saputo anche mettere in piena luce molti particolari che rischiano di essere soffocati da un’orchestra sovrabbondante come quella di Mahler.
Dirige Fabio Maestri, che è salito sul podio di molte della principali orchestre italiane, tra cui Teatro San Carlo di Napoli, Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Massimo di Palermo, Sinfonica Siciliana, Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra Sinfonica della Rai. Ha diretto anche grandi orchestre europee come la Philharmonique de Nice ed è stato invitato da importanti festival internazionali, come Belcanto Festival Dordrecht (Olanda), Atelier Lirique de Tourcoing, Ravenna Festival, Biennale di Venezia.
L’Orchestra Roma Sinfonietta è nata nel 1993 e collabora stabilmente con Ennio Morricone, con il quale ha tenuto concerti nei più grandi e prestigiosi teatri del mondo. Collabora inoltre con musicisti quali Nicola Piovani, Luis Bacalov, Quincey Jones, Roger Waters, Dulce Pontes, Claudio Baglioni, Michael Bolton, Michael Nyman, Mariella Devia e Andrea Bocelli.
Biglietti: E. 12,00; Ridotti E. 8,00; Studenti E. 5,00Acquistabili anche all’Auditorium “E. Morricone” da mezz’ora prima del concerto http://www.romasinfonietta.com (foto: fabio maestri)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Brunello e Carmignola: due grandi musicisti insieme per Vivaldi

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 aprile 2017

brunellocarmignolaRoma martedì 11 aprile alle 20.30 nell’Aula Magna della Sapienza (Città Universitaria – Palazzo del Rettorato, Piazzale Aldo Moro 5, Roma) due grandi virtuosi, il violinista Giuliano Carmignola e il violoncellista Mario Brunello, si incontrano nel concerto della IUC. Mario Brunello è stato il primo italiano a vincere il Concorso “Ciajkovskij” di Mosca, il più prestigioso dedicato al suo strumento. Era il 1986 e da allora la sua fama di grande violoncellista non ha fatto che crescere. Ma a descrivere la sua personalità non basta parlare dei concerti in tutto il mondo, accanto a direttori straordinari come Claudio Abbado, Riccardo Muti, Antonio Pappano, Daniele Gatti, Riccardo Chailly, Yuri Temirkanov, Valery Gergiev, Zubin Mehta, Carlo Maria Giulini e tanti altri. Bisogna parlare anche delle sue collaborazioni con musicisti jazz come Vinicio Capossela, Uri Caine e Gian Mario Testa, degli spettacoli con Maddalena Crippa e Marco Paolini. E dei tanti progetti da lui creati e sviluppati, come il Capannone Antiruggine, una fabbrica dismessa nei dintorni di Castelfranco Veneto, trasformata in un luogo dove fare musica liberamente ma ad alto livello, con concerti e altri eventi aperti a tutti. E come I Suoni delle Dolomiti, che ogni anno porta la musica classica in alta quota, in alpeggi e rifugi raggiungibili solo con lunghe passeggiate in montagna.
Anche Giuliano Carmignola ha nel suo curriculum collaborazioni con grandi direttori come Giuseppe Sinopoli, Daniele Gatti e soprattutto Claudio Abbado, che l’ha voluto con sè in molti concerti e nell’incisione di tutti i Concerti per violino di Mozart per la più prestigiosa etichetta discografica in campo classico, la Deutsche Grammophon, con cui ha attualmente un contratto di esclusiva. Inoltre ha inciso Concerti di Haydn con l’Orchestre des Champs Elysees, di Vivaldi con Accademia Bizantina e con i Suonatori della Gioiosa Marca, di Bach con Concerto Köln. È una specialista della musica del Settecento. Al Settecento appartengono i due compositori in programma, il francese Jean-Marie Leclair e l’italiano – più esattamente veneziano – Antonio Vivaldi. Dunque sono messi a confronto due autori e due scuole musicali, rappresentati ognuno da alcune Sonate per due violini: Leclair con le Sonate op. 3 n. 2, 3, 4 e 5 e Vivaldi con le Sonate RV 68, 70, 71 e 77. Nel periodo barocco sostituire uno strumento con un altro non era considerato un arbitrio ma era prassi comune. E così farà in questo caso Brunello, sostituendo il violoncello a uno dei due violini: non un normale violoncello, ma un violoncello piccolo, riscoprendo uno strumento diffuso nel periodo barocco ma oggi rarissimo. (foto: brunello, carmignola)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festeggia 60 anni il duo Canino-Ballista

Posted by fidest press agency su martedì, 4 aprile 2017

Canono Ballista	 Ramin Bahrami Ramin BahramiRoma Sabato 8 aprile alle 17.30 il duo Canino-Ballista festeggia i sessant’anni di attività con un concerto per la IUC nell’Aula Magna della Sapienza (Città Universitaria, Palazzo del Rettorato, Piazzale Aldo Moro 5, Roma).
Sessant’anni fa due giovani studenti di pianoforte, il milanese Antonio Ballista e il napoletano Bruno Canino, si incontrarono nella stessa classe al Conservatorio di Milano e, spinti da una voracità musicale pari solo alla loro curiosità, incominciarono a leggere insieme una grande quantità di musica e ben presto si presentarono in pubblico, dando così inizio ad una fortunata carriera musicale che si è protratta fino ad oggi senza interruzioni: un traguardo certamente non comune, forse unico al mondo.
Ma non è soltanto per l’eccezionale durata del loro duo che Canino e Ballista rappresentano qualcosa di speciale nella musica degli ultimi decenni, perché è straordinario anche il numero di compositori con cui hanno collaborato strettamente, da Dallapiccola a Berio, da Ligeti a Kagel, da Boulez a Stockhausen, praticamente tutti i maggiori compositori contemporanei, che hanno scritto per loro e a loro dedicato innumerevoli composizioni. E si fa prima ad elencare i paesi in cui non hanno suonato che quelli in cui hanno suonato.
Per sottolineare questa loro stretta unione, hanno deciso di eseguire in questo loro concerto esclusivamente musica a quattro mani, suonando dunque gomito a gomito sullo stesso pianoforte. Il programma non è stato certamente scelto a caso, perché è imperniato sul tema dell’amicizia. Il primo brano sembra scritto apposta per loro: “Notre amitié est invariable” di Franz Schubert, che anche in questo piccolo e semisconosciuto rondò ha riversato perle del suo genio. L’accostamento di un brano di Franz Liszt – “L’albero di Natale” – ad uno di Richard Wagner – l’ouverture del “Tannhäuser” – vuole ricordare un’altra amicizia musicale durata per tutta la vita. E non è certamente un caso che il brano di Wagner sia eseguito in una trascrizione di Hans von Bülow: anche la loro fu una grande amicizia, in questo caso non immutabile, perché i loro rapporti s’interruppero bruscamente quando la moglie di Bülow lo abbandonò per unirsi a Wagner. Il concerto si conclude con le musiche di altri due grandi amici musicali: Canino e Ballista suoneranno infatti alcune “Danze ungheresi” di Johannes Brahms e alcune delle “Danze slave” composte da Anton Dvorak sull’esempio di Brahms, che lo aveva aiutato da giovane e fu da lui ricambiato con un’indefettibile ammirazione: sarà anche l’occasione di ascoltare le versioni originali per pianoforte a quattro mani di queste danze, quasi sempre eseguite in arrangiamenti di vario genere. Questa musica allegra e spumeggiante come una coppa di champagne è il modo più adeguato per suggellare i festeggiamenti di un anniversario così speciale. (foto: Canino-Ballista)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A LuganoMusica ancora due concerti dell’Artist in residence

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 marzo 2017

KasskaraJulia FischerLugano Martedì 28 marzo alle 20.30 nella Sala Teatro, con la BBC Philharmonic, la violinista tedesca Julia Fischer eseguirà il lirico concerto per violino e orchestra di Benjamin Britten. Il direttore spagnolo Juanjo Mena (direttore musicale dell’Orchestra) proporrà, nella seconda parte, la quarta sinfonia di Pëtr Il’ič Čajkovskij. Il grande russo ha spiegato egli stesso di essersi ispirato alla “Quinta” di Beethoven. Infatti, corre attraverso la sinfonia un tema che richiama ai colpi del destino.
Il concerto sarà preceduto, alle ore 19.00 nella Sala Capitolare del LAC, dall’incontro “Quello che avete sempre voluto sapere sulla musica ma non avete mai osato chiedere” con Etienne Reymond, direttore artistico di LuganoMusica, e il giornalista Enrico Parola: un’introduzione al concerto della serata per cogliere l’essenza della musica e capire a fondo i brani ascoltati (Prenotazione obbligatoria, ingresso con il biglietto del concerto).A seguire, dopo il concerto, alle ore 22.30 nel Teatrostudio, Late Night Modern 6 “Britten Reloaded”, che proporrà brani con la chitarra acustica, con la chitarra elettrica e una prima assoluta commissionata da Oggimusica a Mathias Steinauer. Chitarrista: Mats Scheidegger (Biglietto Fr. 15.-)
Mercoledì 29 marzo, sempre alle 20.30 nella Sala Teatro, il pubblico potrà invece ammirare la completezza del talento di Julia Fischer che apparirà nella doppia veste di violinista e di pianista! Julia si esibirà insieme al complice di sempre, il violoncellista Daniel Müller-Schott, che Lugano ha applaudito alcuni mesi fa in un concerto con l’OSI. In programma due grandi opere del repertorio per violino e violoncello: quelle di Maurice Ravel e di Zoltán Kodály. Julia Fischer poi si siederà al pianoforte per accompagnare Daniel Müller-Schott nella bellissima sonata “Arpeggione” di Franz Schubert. (foto: Julia Fischer, Kasskara)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »