Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

Posts Tagged ‘concessione’

Attivata la concessione a Lendlease per lo sviluppo di un’area di MIND Milano Innovation District

Posted by fidest press agency su domenica, 7 giugno 2020

È stata firmata la convenzione tra Comune di Milano, Arexpo e Lendlease che attiva la concessione a Lendlease, per un periodo di 99 anni, di un’area di sviluppo di MIND Milano Innovation District.L’attivazione della concessione conclude l’iter urbanistico e pone l’area nella piena disponibilità di Lendlease che proseguirà nello sviluppo a lungo termine del distretto con la realizzazione del masterplan e la progettazione urbanistica di dettaglio.La convenzione rappresenta un passaggio fondamentale per lo sviluppo di MIND che prosegue secondo le tempistiche e le modalità previste pur in un contesto di forte discontinuità dettato dalla pandemia in corso.La concessione dell’area a Lendlease sarà perfezionata nelle prossime settimane con il trasferimento dei rispettivi diritti di superficie.Andrea Ruckstuhl, Head of Italy and Continental Europe di Lendlease ha dichiarato: “Con questo passaggio appena concluso, acceleriamo fortemente lo sviluppo di uno dei primi esempi di knowledge hub del futuro, di scala dimensionale rilevante, nei quali la ricerca e l’innovazione incontrano la urban regeneration.Progetti di questo tipo mostrano come tutti gli ingredienti siano fondamentali nello sviluppo di un sistema paese, progetti nei quali possiamo competere e collaborare su scala globale.MIND è un luogo dove aziende, educazione, ricerca si incontrano per dare vita alla cosiddetta knowledge economy che consideriamo il futuro dell’economia dei paesi europei”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A4: Serracchiani, vigilare su concessione in house a FVG

Posted by fidest press agency su martedì, 21 agosto 2018

“E’ legittimo chiedersi se siano poi così granitiche le certezze del presidente Fedriga sul fatto che Autovie non rischi nulla. E’ ovviamente auspicabile che non si interrompa il percorso che abbiamo tracciato assieme al Governo Gentiloni, che ha permesso la costituzione di una newco interamente pubblica controllata dalle Regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto, cioè il mantenimento sul territorio di un solido asset finanziario”. Lo ha affermato la deputata del Pd Debora Serracchiani, commentando le dichiarazioni del presidente della Regione Massimiliano Fedriga su una possibile nazionalizzazione della società concessionaria dell’autostrada Venezia-Trieste, alla luce della proposta del presidente della Regione Veneto Luca Zaia, di un fronte comune del Nord-Est per preservare le concessioni della A22 e dalla A4.
Per Serracchiani “la proposta che è venuta da Zaia di un summit tra i presidenti delle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, e quelli delle Province autonome di Trento e Bolzano, va considerata assai seriamente, perché intende mettere in sicurezza una situazione che al momento è di transizione e che, nel rimescolamento cui sembra andremo incontro con la revoca delle concessioni ad ASPI, potrebbe causare inattesi danni collaterali. Infatti, non dimentichiamo che questo Governo ha un disperato bisogno di liquidità per far fronte ai suoi impegni elettorali, e i forzieri della A4 e della A22 potrebbero far gola”.“E’ necessario vigilare con molta cura – ha ribadito Serracchiani – soprattutto dopo che il Governo Salvini-Di Maio ha ritenuto di avviare la rinazionalizzazione del sistema autostradale, cogliendo l’occasione del tragico crollo del ponte a Genova ma essendo sostanzialmente in linea con un approccio neostatalista in economia”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istanza per rinnovo concessione derivazione acque sorgenti del Peschiera per Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 marzo 2018

Roma. Presso il Consiglio superiore dei Lavori pubblici è stata attivata la cabina di regia per la messa in sicurezza dell’approvvigionamento idrico di Roma attraverso l’acquedotto del Peschiera. Il tavolo è stato possibile grazie al lavoro svolto dai diversi soggetti coinvolti tra cui Ministero delle Infrastrutture, Roma Capitale, Regione Lazio, Acea, Acea Ato 2 e lo stesso Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. La prima cittadina ha depositato in questa occasione l’istanza alla Regione Lazio per il rinnovo della concessione di derivazione delle acque delle sorgenti del Peschiera–Le Capore. Nell’istanza si sottolinea come il soggetto affidatario pro-tempore della gestione del Servizio Idrico Integrato dell’Ambito Territoriale Ottimale 2–Lazio Centrale debba essere Acea Ato2. “Dopo 22 anni di stallo, è stato finalmente avviato l’iter per il rinnovo della concessione a Roma Capitale delle sorgenti del Peschiera. Un risultato positivo raggiunto grazie al lavoro svolto con Mit, Regione Lazio e Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e che punta a salvaguardare l’approvvigionamento idrico di Roma per i prossimi anni. Il 70% dell’acqua consumata dai cittadini di Roma, infatti, proviene dall’acquedotto del Peschiera. Abbiamo richiesto alla Regione il rinnovo della concessione che era scaduta il 26 ottobre del lontano 1996. Il nuovo contratto sarà valido fino al 2031. Si tratta di un fatto storico e di un ulteriore passo per garantire che le risorse idriche restino saldamente in mano pubblica. Finalmente si fa chiarezza sulla titolarità delle concessioni. Questo passo consentirà ad Acea Ato 2 di far partire tutte le attività propedeutiche per il raddoppio del troncone superiore dell’Acquedotto del Peschiera, un’opera di rilevante impatto, sotto il profilo ingegneristico e della realizzazione che richiederà alcuni anni e che metterà in sicurezza l’approvvigionamento idrico della città”, afferma la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sentenza della Curia europea: ai precari vanno concessi gli scatti di anzianità

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 luglio 2015

corte europea giustiziaLo ha confermato la terza sezione della Corte UE rispondendo ad una dipendente del Consiglio di Stato spagnolo, riguardo al rifiuto di quest’ultimo di concederle maggiorazioni corrispondenti a scatti triennali di anzianità, stante la sua qualità particolare di “personale reclutato occasionalmente” nel periodo 1996–2012. Decisiva, ancora una volta, la tutala della categoria grazie all’applicazione della direttiva 1999/70 e le successive clausole, tese a “migliorare la qualità del lavoro a tempo determinato garantendo il rispetto del principio di non discriminazione; creare un quadro normativo per la prevenzione degli abusi derivanti dall’utilizzo di una successione di contratti o rapporti di lavoro a tempo determinato”. Pertanto, i “periodi di anzianità di servizio relativi a particolari condizioni di lavoro dovranno essere gli stessi sia per i lavoratori a tempo determinato sia per quelli a tempo indeterminato”.Per il sindacato, solo nella scuola italiana possono ora rivendicare una ricostruzione di carriera corretta la maggior parte dei 300mila docenti e Ata assunti a partire dal 1999 (di cui100 mila dal 2011 senza primo gradino stipendiale) e i futuri 100mila docenti che saranno immessi in ruolo dal 2015 con la riforma della “Buona Scuola”. Sulla loro pelle lo Stato ha voluto risparmiare più di 2,5 miliardi solo negli ultimi anni.Marcello Pacifico (presidente Anief): la curia europea ha ribadito quello che ha detto ogni volta che è stata chiamata in causa su questo genere di ricorsi. Pertanto, impugneremo tutti i decreti di ricostruzione di carriera emessi negli ultimi anni in contrasto con la normativa comunitaria.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Italia non finanzia la diga di Gibe III

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 maggio 2011

La CRBM accoglie con soddisfazione la notizia che il nostro ministero degli Esteri non concederà alcun prestito al governo etiope per la realizzazione della controversa diga di Gibe III, sul fiume Omo. La nostra cooperazione, quindi, non staccherà il previsto assegno di 250 milioni di euro, a copertura parziale del miliardo e mezzo necessario per far sorgere lo sbarramento.La comunicazione formale ricevuta dalla CRBM da parte delle autorità ministeriali afferma infatti che “…in ogni caso la procedura di concessione del credito d’aiuto di cui in oggetto si è interrotta. Il Governo etiope ha infatto rinunciato a dare ulteriore seguito alla richiesta di finanziamento a credito s’aiuto del progetto idroelettrico in esame”. La Farnesina è solo l’ultima delle entità che rinunciano a partecipare al progetto, attualmente in fase di realizzazione e che vede il coinvolgimento dell’impresa italiana Salini. Nei mesi scorsi già la Banca Mondiale, la Banca Europea per gli Investimenti e la Banca Africana di Sviluppo avevano deciso di non finanziare il mega impianto idroelettrico. Sebbene queste istituzioni non abbiano espressamente indicato le nefaste conseguenze del progetto come motivazioni del loro mancato aiuto, è più che probabile proprio gli impatti socio-ambientali siano alla base della loro decisione. Qualora completata, infatti, la diga di Gibe III devasterebbe l’ecosistema della valle dell’Omo e del lago Turkana, in Kenya, mettendo a rischio la sicurezza alimentare di non meno di 500mila persone.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lezione da Lampedusa: solidarietà UE

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 aprile 2011

Come possono l’Italia o Malta far fronte da sole all’arrivo di migliaia d’immigrati illegali che fuggono da una crisi umanitaria nell’Africa settentrionale? “FRONTEX non può essere lo strumento principale” d’intervento, sostengono i deputati, che chiedono al Consiglio di “sostenere il reinsediamento dei rifugiati”, attivando cosi la clausola di solidarietà, anche sulla base delle norme “per la concessione della protezione temporanea in caso di afflusso massiccio di sfollati”. Si tratta dunque della richiesta di attivare l’articolo 80 del Trattato sul funzionamento dell’UE, che cita il principio di solidarietà e condivisione degli sforzi fra tutti gli Stati membri per politiche inerenti l’immigrazione, incluse le implicazioni finanziarie, il controllo delle frontiere e le procedure d’asilo.La risoluzione preparata dall’italiano Fiorello Provera (EFD) è stata approvata per alzata di mano. Provera, durante il dibattito, ha detto: “Nessun paese può far fronte da solo a un’emergenza di queste dimensioni; (…) mi auguro che l’Europa possa concretamente adoperarsi” e mobilitare risorse per aiutare l’Italia. I deputati deplorano che “l’unica opzione disponibile” sia stata la sospensione dell’accordo di cooperazione UE-Libia, ritenendo che tale sospensione avrebbe dovuto essere revocata quando il nuovo governo di transizione ha espresso l’intenzione di “promuovere i diritti democratici e umani alla base dell’accordo stesso”.Accordi di questo tipo dovrebbero essere firmati con gli altri paesi vicini, propongono inoltre i deputati, per facilitare cosi la creazione di un sistema di gestione dei flussi di persone in cerca di lavoro anche nei paesi di transito come la Libia e aumentare la capacità di tali paesi di attrarre e integrare al loro interno gli immigrati provenienti dai loro confini meridionali. “Una risposta rapida nel fornire assistenza e sostegno ai migranti in difficoltà” è un’altra proposta degli eurodeputati che chiedono che il bilancio multi-annuale UE dal 2013 in poi preveda dei fondi di emergenza per aiutare chi si trova in situazioni particolarmente difficili, come donne, minori, ma anche minoranze minacciate come le comunità religiose, etniche e LGBTT, e per sostenere i difensori dei diritti umani in difficoltà.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Modifica art. 50 testo unico bancario

Posted by fidest press agency su martedì, 21 dicembre 2010

Dichiara l’on.le Domenico Scilipoti: “L’attuale art. 50 del Testo Unico Bancario consente alle Banche il facile ottenimento dei Decreti Ingiuntivi sulla base di una mera attestazione eseguita dai propri Funzionari. Dalle risultanze dei procedimenti giudiziari instaurati per il recupero dei presunti crediti è emerso il dato inequivocabile secondo cui la quasi totalità delle dichiarazioni di verità e certezza rilasciate dai Funzionari delle Banche, tantissime volte, non rispondono né a veridicità e né a certezza contabile. Di contro, però, le predette dichiarazioni, per molti giudicanti, sono considerate esaustive anche agli effetti della concessione della provvisoria esecutorietà dei decreti. Detti comportamenti distruggono la vita di milioni di famiglie e di aziende le quali, nelle more dei lunghi tempi della giustizia, si vedono espropriato ogni proprio avere per somme dovute non vere. Per ovviare a tale situazione,  ho depositato una proposta di legge di modifica dell’art. 50 del D.L. n. 385/93 (TUB), con l’introduzione di gravi penalizzazioni per le Banche e per i loro Funzionari, quando, all’esito dei giudizi di opposizione, venga accertato un credito inferiore a quello dichiarato e quando, per ottenere la provvisoria esecutività del decreto, vengano utilizzate affermazioni e documenti non rispondenti al vero. Chiedo al governo la discussione urgente in commissione per arrivare al più presto all’approvazione della proposta di legge.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giochi, tassate le agenzie prive di concessione

Posted by fidest press agency su domenica, 14 novembre 2010

Punto strategico del maxiemendamento alla Legge di Stabilità, presentato dal Governo alla Commissione Bilancio della Camera, è la stretta sul gioco illegale, da realizzare soprattutto attraverso il recupero dell’evasione fiscale nel settore. Chi sottrae “base imponibile all’imposta unica dei concorsi pronostici o delle scommesse è punito con la sanzione amministrativa del 120 o 240% della maggior imposta e se la base imponibile sottratta è superiore a 50 mila euro, anche con la chiusura dell’esercizio da uno a sei mesi”. Per chi non presenta dichiarazioni di inizio attività o lo fa con indicazioni non esatte, rende noto Agipronews, è prevista una sanzione da 516 a 2000 euro. Ma la novità più importante è nei termini di “soggetto passivo d’imposta”, che può essere chiunque, anche in assenza di concessione dei Monopoli di Stato e che gestisca “con qualunque mezzo, anche telematico, per conto proprio o di terzi, anche ubicati all’estero, concorsi pronostici o scommesse di qualsiasi genere. Se l’attività è gestita per conto di terzi, il soggetto per conto del quale l’attività è esercitata è obbligato solidalmente al pagamento dell’imposta e delle relative sanzioni”. Anche i cosiddetti centri di trasmissioni dati saranno quindi sottoposti a tassazione.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Egitto mai visto

Posted by fidest press agency su sabato, 11 settembre 2010

Forlì Piazza Guido da Montefeltro 10, Complesso Museale San Domenico Le dimore eterne di Assiut e Gebelein a cura di Elvira D’Amicone e Massimiliana Pozzi Battaglia  Egitto mai visto presenterà 400 straordinari reperti datati intorno al 2000 a.C. scoperti dal grande egittologo Ernesto Schiaparelli nelle necropoli di Assiut e Gebelein e premurosamente conservati per un secolo nei depositi del Museo Egizio di Torino, allestiti nelle sale a piano terra del San Domenico, grazie alla generosa concessione della Soprintendenza Archeologica del Piemonte e delle Antichità Egizie e alla collaborazione della società Start. Nelle necropoli di Assiut e Gebelein la Missione aveva portato alla luce straordinarie sepolture, ricche di testimonianze della vita sociale e del contesto culturale di una provincia del Medio Egitto fra il 2100-1900 a.C.
L’esposizione ruota intorno ad uno straordinario nucleo di dodici sarcofagi a cassa in legno stuccato e dipinto con iscrizioni che tramandano formule d’offerta e rituali funerari magico-religiosi. In molti casi grazie alla lettura dei geroglifici e’ possibile svelare i nomi di questi uomini e donne appartenuti alla classe media, amministratori e piccoli proprietari terrieri, vissuti nel Medio Egitto intorno al 2000 a.C.
La visita in mostra può avvalersi di un articolato progetto didattico, curato da Giovanna Gotti e Federica Scatena, che comprende un ampio apparato di testi in mostra, la possibilità di visite guidate e laboratori progettati per le scuole e un servizio di audioguide per singoli visitatori. http://www.fondazionecariforli.it http://www.civita.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Advisor alle Autovie venete

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 aprile 2010

Esaminato e approvato, dal Consiglio di Amministrazione di Autovie Venete, il bando per l’individuazione di uno studio legale a supporto della Società che, di fatto, svolgerà il ruolo di advisor legale e fiscale, nel reperimento del finanziamento necessario alla realizzazione della Terza corsia dell’A4. Il Cda della della Concessionaria, riunitosi oggi (lunedì 12 aprile) a Trieste, ha anche dato mandato all’Amministratore delegato Dario Melò, per firmare e trasmettere la lettera di invito e le norme di partecipazione ai primari studi legali che si sono già occupati di operazioni di questo tipo e di queste entità a livello internazionale, soprattutto nell’ambito dei finanziamenti e/o delle operazioni di “capital market” nel settore delle infrastrutture in regime di concessione. Tutta la documentazione è stata predisposta dalle strutture aziendali di Autovie Venete e Friulia in collaborazione con il Comitato ristretto, nel quale siedono l’Amministratore Delegato di Autovie Venete, Dario Melò, l’Amministratore Delegato di Friulia, Federico Marescotti e dal consigliere di Autovie Venete, Fabio Albano. Il bando per l’individuazione dello studio legale, è l’ultimo passaggio per completare lo staff tecnico, investito del ruolo di legal tax advisor che dovrà occuparsi di tutte le attività di consulenza e assistenza alla definizione dei contratti di finanziamento e garanzia che dovranno essere negoziati e sottoscritti con ANAS, Cassa Depositi e Prestiti, B.E.I. e gli Istituti Bancari per reperire le risorse necessarie a completare la dotazione finanziaria a copertura degli investimenti per la realizzazione della terza corsia della A4

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto: nel 2010 senza gli incentivi

Posted by fidest press agency su martedì, 3 novembre 2009

“Senza gli incentivi il mercato dell’auto rischia di scendere sotto quota 1 milione e 700mila unità, il livello più basso mai raggiunto dal1997”. Il dato è  emerso nel corso de La Capitale Automobile, l’appuntamento annuale di confronto per l’intera filiera del settore automotive promosso dal Centro Studi Fleet&Mobility. “Per restare sulla soglia minima vitale”, dichiara Pierluigi del Viscovo, Direttore del Centro Studi Fleet & Mobility, “il mercato 2010 dell’auto dipende dagli incentivi. In caso di mancata concessione, la rete dei concessionari subirebbe una dura battuta d’arresto, in quanto a crollare sarebbe il segmento “retail” che toccherebbe quota 1 milione e 200mila unità”. “Eliminare gli incentivi”, prosegue Del Viscovo, “significherebbe soffocare la ripresa dei consumi attesa nel 2010.  D’altra parte lo sviluppo del mercato dell’auto non può dipendere esclusivamente dal contributo statale, né questo può durare a lungo.  Gli operatori del settore devono approfittare degli incentivi per realizzare i cambiamenti necessari affinché il mercato anche sotto la soglia dei 2 milioni, non entri in situazione di crisi”. “Il mercato dell’auto”, conclude il Direttore di Fleet&Mobility, “costituisce una realtà strategica dal punto di vista sociale ed economico e non può restare così fragile”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rugby Cochi: Celtic League a Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 settembre 2009

“Ribadiamo, come già espresso più volte, il pieno sostegno del Comune alla realizzazione del progetto Flaminio – Casa del Rugby. L’assegnazione in affidamento dello Stadio Flaminio alla Federazione Italiana Rugby, per ospitare le due o tre partite annuali del Torneo delle 6 Nazioni e le partite della Magners Celtic League, sta procedendo secondo i tempi preventivati dagli Uffici del Comune, fermo restando una rapida risposta nell’accettazione del Disciplinare di concessione, così come da Regolamento Comunale, per i rapporti che legano l’ente capitolino con i singoli concessionari, sui circa 130 impianti sportivi di proprietà comunale come il Flaminio. E’ questo un grande progetto per il rugby, per il quale il Comune sta investendo, che trova giustificazione nella popolarità in continua crescita di questa disciplina sportiva”. E’ quando dichiara il delegato allo Sport, Alessandro Cochi “È importante però che un impianto come il Flaminio possa vivere il rugby con continuità e non solo occasionalmente. A tal proposito il Comune di Roma è disponibile a vagliare ipotesi che consentano alla Federugby di sostenere gli onerosi costi di gestione e manutenzione dell’impianto che coinvolge anche altre 5 Federazioni Sportive, facendo sì che, al tempo stesso, il volto dell’intera area possa proseguire quel processo di miglioramento innescato dalla presenza dell’Auditorium. In virtù di tutto questo il Comune ha particolarmente apprezzato l’assegnazione alla città di Roma della Magners Celtic League che garantisce la continuità di cui un progetto come questo ha necessariamente bisogno”, conclude Cochi.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spiagge: diritti e doveri del cittadino

Posted by fidest press agency su domenica, 7 giugno 2009

Spiagge aperte con il bel tempo e la stagione balneare. Quali i diritti e di dovere dei bagnanti? Abbiamo predisposto un piccolo vademecum. Eccolo. * Le spiagge sono demaniali, di proprieta’ dello Stato, cioe’ nostre. * Vengono date in concessione a gestori, che possono chiedere un biglietto di ingresso, per poter usufruire di alcuni servizi quali le docce, i bagni, gli spogliatoi, il servizio di salvataggio e la pulizia dell’arenile. * L’affitto di sdraio, ombrelloni e cabine in genere e’ aggiunto al biglietto di ingresso, ma non e’ obbligatorio affittarle, perche’ una volta pagato l’ingresso ci si puo’ sdraiare sul proprio asciugamano. * Si puo’ accedere alla spiaggia di uno stabilimento balneare, per raggiungere il mare, senza pagare il biglietto di ingresso, ma non si puo’ sostare ne’ sulla spiaggia in concessione ne’ sulla battigia, spazio che deve essere costantemente libero da persone o cose. * Non e’ consentito l’accesso e la sosta agli animali, se non dove espressamente previsto. * E’ vietato giocare a pallone, a racchette o altri giochi che possano arrecare disturbo ai bagnanti, a meno che non ci siano aree allestite allo scopo. (Primo Mastrantoni, segretario dell’Aduc)

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »